loader
Raccomandato

Principale

Sarcoma

Cancro alla prostata: sintomi e segni di sviluppo

Qual è la prostata, la sua funzione. Cause del cancro alla prostata e fattori predisponenti.

Metodi di prevenzione e diagnosi precoce. Segni e sintomi del cancro alla prostata maschile. Ricevimenti e metodi di esame. La prognosi della malattia

La prostata, o prostata, è un organo ghiandolare interno situato sotto la vescica e che copre il tratto urinario.

A proposito della malattia

Il ferro, essendo parte del sistema riproduttivo, produce un segreto che garantisce la vitalità dello sperma. Nel volume totale di liquido seminale, questo segreto può essere circa il 30 percento. L'importanza della prostata sta anche nel fornire la capacità di trattenere l'urina all'interno della vescica.

Cos'è il cancro alla prostata: sintomi, prognosi? Il tumore alla prostata è considerato una malattia comune, è un tumore maligno che si è sviluppato all'interno dei tessuti ghiandolari. Il cancro alla prostata può produrre metastasi, come qualsiasi neoplasma maligno.

Cancro alla prostata - sintomi, prognosi per la vita: secondo le statistiche mediche, la malattia colpisce oltre il 12% degli uomini oltre i cinquant'anni. La morte per cancro alla prostata nel mondo in termini di frequenza è al terzo posto dopo le malattie cardiovascolari e il cancro ai polmoni negli uomini anziani.

Ogni anno vengono registrati oltre 400 mila casi di cancro alla prostata nel mondo. Nelle statistiche di localizzazione, i segni di oncologia della prostata nei paesi europei si sono classificati al 2 ° posto dopo il tumore polmonare. In Russia, l'incidenza è fino al 6% ed è uno dei casi più comuni di cancro.

È noto che i residenti in Asia, Sud America, Africa hanno meno probabilità di soffrire di questo tipo di cancro rispetto ai residenti del Nord America e dell'Europa.

Cause dello sviluppo

La medicina non ha dati precisi sulle cause della malattia. È stato accertato che il colpevole dell'insorgenza di un tumore maligno è rappresentato dalle alterazioni del DNA nelle cellule della ghiandola, la cui causa non è stata stabilita.

È noto che più è anziano l'uomo, maggiore è la probabilità di insorgenza della malattia.

In base ai risultati delle statistiche mediche, un ruolo significativo è svolto dal fattore ereditario.

La presenza di cancro alla prostata tra parenti diretti aumenta il rischio di malattia di 2 o più volte

La ricerca ha dimostrato che la malattia è associata ad un eccesso di testosterone, un ormone sessuale maschile.

La probabilità di malattia e l'aggressività di un tumore dipendono direttamente dal livello di testosterone nel sangue di un uomo.

La medicina ufficiale suggerisce i seguenti fattori di rischio per l'insorgenza della malattia:

  • consumo eccessivo di grassi animali, mancanza di fibre nella dieta;
  • età oltre 50 anni;
  • casi di cancro alla prostata tra parenti diretti;
  • adenoma prostatico;
  • cattiva situazione ambientale;
  • fattori di produzione nocivi (lavoro nella stampa, saldatura).

Il rischio di aumentare la malattia per gli amanti dei cibi grassi, carne "rossa" - carne di manzo, maiale, agnello sullo sfondo di assunzione di fibre ridotto.

Per ridurre il rischio di malattie, è possibile utilizzare diverse regole:

  1. Inclusione nella dieta di una quantità sufficiente di fibra vegetale.
  2. Stile di vita attivo, sport.
  3. Mantenere un peso normale.
  4. Consumo moderato di grassi animali, carne "rossa".

Come riconoscere la malattia?

I primi segni di cancro alla prostata non si fanno sentire, non c'è disagio fino a quando il tumore maligno inizia a crescere. Per questo motivo, si raccomanda agli uomini di età superiore ai 40 anni di sottoporsi a regolari controlli di routine per rilevare la patologia prostatica.

Cancro alla prostata: sintomi, segni

Come si manifesta il cancro alla prostata negli uomini?

I primi sintomi del cancro alla prostata negli uomini:

  • sensazione di bruciore durante la minzione;
  • la voglia di ri-urinare entro 30 - 60 minuti dopo quella precedente;
  • sensazione di svuotamento incompleto dopo la minzione;
  • riduzione della pressione e getti intermittenti durante la minzione;
  • tempo ridotto tra le visite ai servizi igienici, soprattutto di notte.

La presenza di diversi o uno dei sintomi elencati è sufficiente per visitare uno specialista - urologo o oncologo.

I primi sintomi del cancro alla prostata negli uomini:

  • mancanza di erezione;
  • l'impotenza;
  • sperma ridotto durante l'eiaculazione.

Tali sintomi di oncologia della ghiandola prostatica si trovano spesso negli uomini di età superiore ai 50 anni. Come il cancro, ci sono sintomi di adenoma prostatico, che è un tumore benigno. Pertanto, dovrebbe essere urgentemente esaminato in un istituto medico per una diagnosi accurata.

Nelle fasi successive del cancro alla prostata si può osservare:

  • sangue nello sperma o nelle urine;
  • nel cancro alla prostata, dolore nel perineo.

Nei casi avanzati di metastasi, i primi sintomi e segni di cancro alla prostata negli uomini:

  • dolore alla spina dorsale, zona dell'anca o al torace;
  • la ritenzione urinaria può svilupparsi a causa della crescita del tumore.

Per le fasi successive dell'intossicazione da cancro è caratteristica, che si manifesta in:

  • una forte diminuzione del peso corporeo;
  • la debolezza;
  • affaticamento rapido.

Allo stesso tempo, la pelle del paziente acquisisce una caratteristica tonalità pallido-terrosa.

Leggi di più sulle fasi del cancro alla prostata qui.

Sintomi del cancro della prostata - foto:

diagnostica

Finché la malattia ha una localizzazione limitata e il periodo di metastasi non è arrivato, i sintomi possono essere assenti, quindi è importante passare un test per la presenza di PSA o di un antigene prostatico specifico, che è prodotto da una ghiandola sana ed è nel sangue, come diagnostica.

Un aumento di questo fattore nel siero, nonché un cambiamento nel rapporto tra la forma libera e legata dell'antigene, è un fattore probabilistico che indica la presenza di una neoplasia maligna. Più alto è il PSA, maggiore è la probabilità di cancro.

Quando si esamina un paziente per il cancro alla prostata, vengono eseguiti una serie di test e studi:

  1. Emocromo avanzato, che include la definizione di PSA e marcatori tumorali.
  2. Test delle urine: generale, biochimico e semina.
  3. Esame ecografico dell'area urogenitale, risonanza magnetica della prostata.
  4. Studi del sistema osseo utilizzando la tomografia computerizzata per rilevare le metastasi.
  5. Esame consultivo da parte di un oncologo.
  6. Palpazione, sondaggio della ghiandola.
  7. Biopsia del tessuto prostatico.

Possibilità di guarigione e terapie

Secondo le statistiche mediche, oltre l'80% dei pazienti dopo la diagnosi ha superato con successo la malattia. Spesso i sintomi evidenti della malattia si manifestano negli stadi successivi, quando la malattia viene trascurata e le probabilità di una cura rapida stanno rapidamente diminuendo.

Il principale fattore favorevole è la diagnosi tempestiva, nonché l'uso di metodi di trattamento avanzati.

Se la diagnosi è confermata, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente. Se il tumore ha una localizzazione chiara, è indicata la rimozione endoscopica o chirurgica della prostata. Un metodo efficace è la radioterapia che utilizza attrezzature mediche avanzate.

I pazienti dopo l'intervento chirurgico o la radioterapia sono prescritti terapia antitumorale a lungo termine volta a bloccare il testosterone. Viene anche usata la chemioterapia.

Quello che devi sapere sul cancro alla prostata negli uomini. Che tipo di medico a cui fare riferimento, come trattare il cancro alla prostata negli uomini

Come ogni cancro maligno, il cancro alla prostata è una condizione pericolosa che richiede un'adeguata assistenza medica. Questa patologia colpisce solo gli uomini, a causa delle caratteristiche dell'anatomia dei rappresentanti del sesso più forte. Secondo le statistiche, questa forma di oncologia è al primo posto tra tutte le altre. Il rischio di ammalarsi negli uomini sotto i 40 anni è di circa l'8%, con l'età questo numero aumenta inesorabilmente: dopo 45 anni il rischio aumenta fino al 20% e dopo 55 anni - fino al 45%. Le statistiche sono deludenti, perché la diagnosi tempestiva (compresa l'autodiagnosi) svolge un ruolo del genere.

Cancro alla prostata maschile: cause

Questa è una malattia polietiologica: significa che ci sono molte cause di cancro alla prostata negli uomini. Tra loro ci sono:

• predisposizione genetica. Cancro alla prostata in alcuni casi a causa di fattori genetici. Quindi, se nella prima o nella seconda generazione di antenati c'era un uomo affetto da cancro alla prostata, il rischio di ammalarsi aumenta del 75%.

• La presenza di cattive abitudini. Il principale dei quali è il fumo. Il meccanismo dell'influenza della nicotina sulla prostata è "legato" alla distruzione dei processi cellulari e alla formazione di mutazioni spontanee.

• Eccessivo consumo di cibi grassi.

• Interruzioni nella vita sessuale. Il contatto sessuale irregolare porta al ristagno della secrezione della ghiandola prostatica. La stagnazione è un percorso diretto verso l'adenoma e successivamente verso l'oncologia maligna.

• Lavorare in industrie pericolose. È stata trovata una connessione tra gli effetti sul corpo dei composti di cadmio e il rischio di cancro alla prostata negli uomini. Una persona può incontrare queste sostanze "nocive" nelle tipografie, nella produzione tessile, ecc.

• Immunità indebolita. Ragione indiretta Nel corpo umano si formano costantemente cellule atipiche. Immunità attivamente attiva, come una guardia, li controlla e li distrugge. Se c'è una diminuzione dell'immunità, le cellule patologiche sono in grado di dividersi.

• La presenza di adenoma prostatico. L'adenoma è anche un tumore, ma a differenza del cancro, è benigno. Tuttavia, la benignità di qualsiasi tumore è molto condizionale: è sufficiente che il sistema immunitario "allenti leggermente" la vigilanza, poiché l'atipia cellulare inizia a crescere e il tumore si trasforma (maligno).

• Violazioni dello sfondo ormonale. La vita sessuale troppo attiva, l'esercizio intenso e altri fattori di questo tipo aumentano la concentrazione degli ormoni sessuali maschili. Queste sostanze influenzano la prostata, facendola lavorare di più. L'organo risponde con la crescita dei tessuti, perché non è in grado di fornire il bisogno evocato.

Le cause del cancro alla prostata negli uomini sono molte. Allo stesso tempo, anche le cause sono considerate fattori di rischio.

Segni di cancro alla prostata negli uomini

L'insidiosità della lesione maligna della ghiandola prostatica è che i primi sintomi del cancro alla prostata negli uomini non compaiono fino all'ultimo momento. Nella fase iniziale, quando il tumore è più facile da distruggere, non si fa sentire, e silenziosamente, impercettibilmente continua il suo sporco affare.

Spesso trovato oncologia per caso, con la conduzione di studi correlati. Questa è una buona fortuna, ma non dovresti fare affidamento su di essa.

La base dei primi sintomi del cancro alla prostata negli uomini sono i fenomeni di compressione: una situazione in cui un tumore in crescita mette sotto pressione organi e strutture vicini. La vescica soffre prima. Quindi le manifestazioni specifiche:

• Dolore nell'area sovrapubica (nell'area della vescica). Rafforza quando urina, anche a riposo.

• Minzione imperativa: un uomo semplicemente non può tollerarli.

• Aumento della minzione durante il giorno. Le visite alla toilette diventano frequenti, fino a 30 volte al giorno.

• Violazioni della minzione. L'urina può essere somministrata goccia a goccia, ci possono essere problemi di pressione, interruzione improvvisa del processo, ecc.

Questi sintomi non sono specifici: lo stesso accade nella cistite, nel cancro della vescica, nella prostata e nell'adenoma prostatico. Uno può essere delimitato l'uno dall'altro solo dai risultati di studi speciali. Tuttavia, un'altra cosa è importante: se si osserva almeno qualcosa di quanto sopra, non è possibile ritardare la visita all'urologo.

Man mano che il tumore cresce, si sviluppano segni di compressione intestinale con costipazione caratteristica. Grandi tumori tendono a bloccare l'uretra, mentre la capacità di urinare scompare completamente e non può fare a meno di cure mediche urgenti.

Negli stadi avanzati della malattia, il tumore metastatizza a fegato, reni, cervello, vescica, ecc. In questa fase, i segni di danni ai singoli organi vengono aggiunti ai segni del cancro alla prostata negli uomini: ittero, ecc.

Diagnosi del cancro alla prostata

Come già accennato, il più delle volte il cancro alla prostata viene scoperto per caso prima che compaiano i sintomi. Ma questo non è altro che fortuna. È impossibile contare sulla fortuna. Dovresti sottoporti a regolari controlli presso l'urologo o l'urologo-andrologo. Questo è particolarmente vero per gli uomini sopra i quaranta.

La diagnosi non è particolarmente difficile. Per fare una diagnosi, nella maggior parte dei casi è sufficiente eseguire un esame del sangue per l'antigene prostatico-PSA. Nelle fasi iniziali del cancro, il sistema immunitario cerca di resistere e inizia a secernere antigeni per combattere le cellule della prostata atipiche. Questo facilita enormemente la diagnosi.

Tuttavia, questo non è abbastanza. Un ruolo importante viene svolto identificando la prevalenza del processo e determinandone lo stadio. Altri metodi sono usati per questo:

• Esame fisico (dito) della prostata. La palpazione dei tessuti della ghiandola prostatica. Consente di determinare la dimensione del corpo e la sua struttura.

• Diagnosi ecografica della prostata. Viene eseguita inserendo un trasduttore ad ultrasuoni nell'intestino. Uno degli studi più istruttivi.

• MRI / CT. Dà l'opportunità di valutare in dettaglio le condizioni della prostata.

Trattamento del cancro alla prostata maschile

È importante capire che prima viene rilevato un tumore, meno traumatico sarà il trattamento. La terapia si basa su tre metodi: trattamento chirurgico, chemioterapia, radioterapia.

Il trattamento chirurgico è indicato nei casi in cui il processo si sviluppa e il tumore cresce. I medici praticano la chirurgia radicale per rimuovere un organo. Per ovvi motivi, questo è il metodo più traumatico per il trattamento del cancro alla prostata negli uomini. L'operazione viene rifiutata se il tumore ha raggiunto dimensioni troppo grandi o se il paziente è in età avanzata.

Radioterapia molto meno traumatica. È usato nei casi in cui il tumore non ha raggiunto una dimensione significativa. Questo ti permette di salvare il corpo. Allo stesso tempo, si ricorre alla radioterapia nei casi di tumori inutilizzabili.

La chemioterapia è prescritta in combinazione con i metodi di trattamento della voce e consiste nell'introduzione nel corpo di speciali sostanze tossiche che uccidono le cellule che si dividono rapidamente.

Oltre alla tradizionale triade di metodi, sono prescritti altri tipi di trattamento. Quindi vengono prescritti farmaci ormonali che inibiscono significativamente la crescita del tumore riducendo il livello degli ormoni maschili. Gli immunomodulatori, che attivano le funzioni protettive naturali del corpo, si mostrano efficacemente.

Insieme, questi strumenti aiutano a sconfiggere la malattia e forniscono alti tassi di sopravvivenza.

Cancro alla prostata maschile: prevenzione

La prevenzione specifica del cancro alla prostata negli uomini non lo fa. Tuttavia, una persona può intraprendere alcune azioni per ridurre il rischio di sviluppare oncologia:

• Ottimizza la tua dieta rifiutando cibi grassi.

• Eliminare il lavoro in imprese pericolose legate al cadmio.

• Conduci una vita sessuale regolare.

• Aderire alla modalità di moderata attività fisica.

• Sottoposto a regolari controlli di routine presso l'urologo o l'urologo-andrologo.

• Dormire almeno 6-7 ore durante il giorno.

Il cancro alla prostata è una malattia veramente insidiosa e pericolosa che non ti fa conoscere la tua presenza prima che sia troppo tardi per un trattamento gentile. Questa patologia del cancro si verifica in molti uomini e, con l'età, il rischio aumenta solo (dopo 55 anni, quasi ogni settima persona è malata). Per non perdere un punto importante, dovresti vedere regolarmente l'urologo. Fortunatamente, puntualmente, il cancro identificato risponde bene alla terapia. La cosa principale da prestare attenzione alla salute.

Cancro alla prostata

Il cancro della prostata è rappresentato da una neoplasia maligna nella ghiandola prostatica e si sviluppa dall'epitelio della ghiandola delle cellule alveolari.

Cos'è il cancro alla prostata?

Il cancro alla prostata è una malattia insidiosa comune tra uomini di mezza età e anziani. È al secondo posto nel tasso di mortalità degli uomini in tutti i paesi, dal momento che il cancro alla prostata si trova in ogni ottava persona. Secondo studi recenti, è noto che nel corso di 30 anni, l'oncologia degli organi urinari è aumentata ancora di più, e il carcinoma della prostata ha preso la terza posizione tra le malattie oncologiche.

In Russia, il carcinoma della prostata rappresenta il 3-5% di tutti i tumori pelvici negli uomini, incluso il cancro ai testicoli.

Cancro alla prostata nei sintomi maschili, trattamento

La ghiandola prostatica si trova all'interno del sistema urogenitale. È un organo muscolo-ghiandolare, simile alla dimensione della noce. Sotto la vescica (all'ano e alla base del pene), come un braccialetto, copre l'uretra nella zona iniziale: la parte iniziale dell'uretra o dell'uretra, attraverso la quale il corpo rimuove l'urina e lo sperma.

La prostata è responsabile della produzione di liquido seminale e del mantenimento delle sue funzioni vitali. La funzione riproduttiva dipende dall'eiaculazione, alla quale la ghiandola prostatica partecipa direttamente. La prostata secerne una sostanza che fa parte dello sperma, per mantenere l'attività dello sperma.

Il processo patologico interno nel cancro alla prostata nelle fasi iniziali passa inosservato. Pertanto, i reclami nei pazienti compaiono quando un tumore maligno della ghiandola prostatica cresce di grandi dimensioni e inizia a metastatizzare. I pazienti non possono riconoscere i sintomi primari dal fatto che il tumore maligno della prostata cresce nella sua capsula, ed è distante dall'uretra.

Inoltre, l'adenocarcinoma della ghiandola prostatica può nascondersi dietro le manifestazioni di iperplasia benigna - una prostata ingrossata che è adiacente all'uretra. L'iperplasia colpisce anche la minzione, così come il cancro, bloccando il flusso di urina, rendendola debole e causando frequenti impulsi.

Il cancro va oltre la capsula della prostata e lungo le fibre dei nervi raggiunge il letto linfatico, interessando le ossa e metastatizzando i linfonodi e gli organi distanti.

Cause del cancro alla prostata

La scienza non è ancora stata in grado di citare le cause specifiche del cancro alla prostata negli uomini. I medici possono solo mettere in guardia sui fattori di rischio del cancro: età, ereditarietà, abitudine al fumo e squilibrio e scarsa qualità, scarsa ecologia e condizioni di vita. Il cadmio colpisce il corpo quando si lavora su macchine per saldatura, con gomma e in una tipografia.

Se si sospetta il cancro alla prostata, è necessario ricercarne le cause nelle patologie affini del sistema urogenitale (adenoma prostatico), nell'aspetto di un tumore secondario dovuto a metastasi, ad esempio, del fegato. È noto che il cancro alla prostata e l'alcol sono correlati. Bere uomini sviluppano cirrosi e cancro al fegato, che aumenta il rischio di cancro degli organi pelvici.

Ora, studi di scienziati svedesi hanno dimostrato che il farmaco Dutasterid provoca il cancro alla prostata, come la Finasteride, che è stato pubblicato nella FDA (Servizio federale per il controllo della qualità degli alimenti e delle droghe).

È importante! Questi farmaci trattano l'iperplasia benigna e la calvizie. Ma, d'altra parte, aumentano il rischio di sviluppare un tumore prostatico aggressivo. Pericoloso considerare il dosaggio di 1-5 mg con assunzione giornaliera a lungo termine di farmaci. Negli uomini di età superiore ai 50 anni, è possibile la comparsa di un cancro particolarmente aggressivo.

Informazioni! L'American National Cancer Institute ha condotto studi clinici e ha scoperto che Avodart (Dutasterid) ha inibito lo sviluppo del cancro del pancreas nelle fasi iniziali. A causa di ciò, la terapia aggressiva applicata è ridotta, ma compaiono gli effetti collaterali: le ghiandole mammarie aumentano e la disfunzione sessuale degli uomini aumenta.

Si è visto che le informazioni sulla ricerca di scienziati svedesi e americani sono in qualche modo differenti. Un recente annuncio è stato fatto dal Servizio Federale della FDA che gli inibitori della 5-alfa reduttasi nel trattamento del cancro alla prostata possono essere più propensi a condurre a un cancro alla prostata di alto grado. Gli scienziati di urologia della Carolina del Nord suggeriscono che il trattamento non sarà probabilmente medico o invasivo. Il futuro è nella terapia ad alta temperatura che elimina i sintomi del cancro alla prostata.

I sintomi del cancro alla prostata negli uomini

I segni del cancro alla prostata negli uomini iniziano con una minzione scomoda: frequente stimolo, bruciore, con svuotamento incompleto della vescica. I segni del cancro alla prostata negli uomini sono simili a quelli di un ingrossamento benigno della prostata (con adenoma). Non dovresti contare su questo, ma sottoporti ad un esame approfondito in modo da non perdere tempo per il trattamento precoce.

I sintomi del cancro alla prostata negli uomini possono indicare:

  • difficoltà a urinare;
  • getto debole senza pressione, interrotto durante la minzione;
  • andare in bagno ogni mezz'ora, specialmente di notte, che influisce negativamente sulla psiche;
  • alta temperatura nel carcinoma della prostata;
  • sensazione di dolore nei genitali durante la minzione.

Nelle fasi successive, sono indicati i sintomi e i segni del cancro alla prostata: incontinenza urinaria, disfunzione erettile, dolore intorno al pube, sangue nelle urine e sperma (geospermia).

Con la crescita del tumore e le metastasi, i sintomi del cancro alla prostata indicano:

  • dolore nella zona lombare e nelle ossa;
  • linfostasi - gonfiore delle gambe;
  • mancanza di appetito, nausea e vomito, che porta alla perdita di peso.

I sintomi tardivi includono condizioni associate all'avvelenamento del sangue e alla rottura dei vasi sanguigni.

I cambiamenti patologici nel cancro alla prostata durano lentamente - 15-20 anni. Il cancro è soggetto a metastasi ai linfonodi, al bacino, alle cosce, al fegato, alla spina dorsale, alle ghiandole surrenali e ad altri organi. Se il trattamento viene effettuato prima della comparsa delle metastasi, può essere curato senza causare gravi conseguenze al corpo maschile.

Diagnosi del cancro alla prostata

La diagnosi del cancro alla prostata negli uomini viene effettuata a seconda dei sintomi e delle fasi. Viene eseguita la diagnostica rettale del cancro alla prostata e viene esaminato un esame del sangue per l'antigene prostatico specifico o il PSA. Una sostanza speciale viene rilevata nel sangue prodotto dalle cellule della ghiandola prostatica. In altre parole, il test del cancro alla prostata PSA è un marker di cancro.

Metodo delle dita

Metodo diagnostico medico

La diagnosi di cancro alla prostata con la palpazione viene effettuata come segue: attraverso il retto, il medico sonda il tessuto prostatico con il dito. Allo stesso tempo, vengono rilevate sensazioni dolorose e scomode, deviazioni nella consistenza delle secrezioni.

Se c'è un piccolo tumore, potrebbe non essere palpabile o essere fuori dalla portata di un dito. Quindi l'antigene prostatico specifico (PSA) viene eseguito per il cancro alla prostata. Un test del PSA è quasi l'unico modo per rilevare il cancro alla prostata in assenza di sintomi, motivo per cui il PSA è di grande importanza nel cancro della prostata.

Quando fai il PSA

Indicazioni per PSA:

  • la presenza di un tumore sospetto dopo un esame con dito o ecografia;
  • monitoraggio attivo del cancro alla prostata per le condizioni del paziente dopo il trattamento;
  • identificazione dell'efficacia del trattamento.

Il PSA per il cancro alla prostata viene eseguito ogni 3-4 mesi dopo il trattamento antitumorale radicale. Un esame preventivo viene effettuato per uomini di età superiore a 40 anni e rivelano la dinamica del PSA dopo la rimozione del cancro alla prostata.

Comune per tutte le età, i valori normali di PSA dovrebbero essere -0-4.0 ng / ml. Se gli uomini di 40 anni e più, gli indicatori di PSA superano 2,5 ng / ml, 50 anni di età - 3,5 ng / ml, questo può essere associato a malattie come la prostatite o l'iperplasia prostatica benigna (adenoma).

Il PSA aumenta temporaneamente durante l'azione meccanica sulla prostata: massaggio della prostata, biopsia, cistoscopia, così come durante la minzione, cateterizzazione della vescica.

Il PSA per il cancro alla prostata può aumentare fino a 10 ng / ml.
Conferma il possibile sviluppo del tasso di crescita del tumore PSA nel cancro alla prostata - 0,75 ng / ml o più all'anno.

La dimensione della ghiandola prostatica viene presa in considerazione prima di determinare il cancro alla prostata a livello di PSA. In precedenza si pensava che una ghiandola più grande avesse un PSA più alto. Ma questo si è rivelato un equivoco. In pratica, a un basso livello di PSA, si può sviluppare tumore di oncotomia.

Nel sangue, il contenuto di PSA è osservato in forma legata e in forma libera. Se l'antigene libero nel sangue è basso, e poi si alza, questo è associato allo sviluppo del cancro.

Ecco come si manifesta il cancro alla prostata negli uomini come percentuale di PSA libero e nel siero:

Secondo gli studi di Rotterdam (ERISRP, ERSPC) lo screening per il cancro alla prostata e i livelli di PSA sono i seguenti:

Se il livello di PSA nel cancro alla prostata è di 3 gradi alto ed è superiore a 8,0 ng / ml, allora la percentuale di probabilità di sviluppare un cancro è piuttosto bassa - oltre il 30%. Questa discrepanza indica ancora una volta un lungo processo di cambiamenti patologici e la cura del cancro prima della comparsa delle metastasi.

Norma PSA dopo la rimozione del cancro alla prostata dovrebbe essere negli uomini:

  • fino a 40 anni - 1,4-2,5 ng / ml;
  • fino a 50 anni - 2,0-2,5 ng / ml;
  • fino a 60 anni - 3,1-3,5 ng / ml;
  • fino a 70 anni - 4,1 - 4,5 ng / ml;
  • dopo 70 - 4,4 - 6,5 g / ml.

Se è inferiore a 2,5, i punteggi PSA dopo chirurgia del cancro alla prostata + risultati normali dello studio con un dito, quindi considerare che il paziente è sano e lo studio si ripete dopo un anno. Se i valori di PSA sono superiori a 2,5 ng / ml + indicatori normali / patologici dell'esame della prostata con un dito, viene prescritto un test di biopsia. Se il punteggio PSA è 4-10 ng / ml, è un segno della malattia o della norma fisiologica. Per valutare più accuratamente la percentuale di probabilità di cancro, esaminare il PSA libero e confrontarlo con il totale. Se il PSA libero non supera il totale del 20-15%, questo è considerato normale. Per l'anno, la cifra non deve superare 0,75 ng / ml.

Nel trattamento del carcinoma della prostata con inibitori della 5alfa reduttasi (Finasterid), quindi il PSA e la dimensione della prostata diminuiranno di 2 volte, ma il PSA libero libero rimarrà lo stesso entro il range normale - 25%. Se il rapporto scende, sospetto carcinoma della prostata. Se il PSA raggiunge un valore superiore a 20 ng / ml, la scintigrafia ossea pelvica viene eseguita se si sospetta una metastasi.

Viene anche effettuato in caso di sospetta diagnosi di cancro alla prostata:

  • ecografia prostatica;
  • TAC all'inizio del tumore;
  • ricerca: radiologica e isotopica;
  • ecografia transrettale: uno speciale sensore viene inserito nel retto e il tessuto della prostata viene esaminato sullo schermo, dove è facile identificare il tumore e diagnosticare il cancro;
  • risultati della biopsia: la presenza di patologia nei tessuti indica il cancro.

Video informativo

Fasi del cancro alla prostata La classificazione della malattia secondo il sistema internazionale TNM

Le fasi del cancro alla prostata (sistema Juith-Whitemore):

  • il primo è che non ci sono sintomi, la cellula si sviluppa nella ghiandola prostatica, la prostata inizia a crescere;
  • A - nessun sintomo, le cellule crescono all'interno della prostata;
  • B - un tumore alla prostata può essere palpato durante l'esame;
  • C - il tumore invade la prostata, crescendo sulla membrana prostatica, il livello di PSA è elevato;
  • D - metastasi raggiunge LU regionale e organi distanti.

Prevalenza del carcinoma della prostata

Secondo il sistema di classificazione TNM:

  • T 0-4 - indica il tumore primitivo, la sua condizione e dislocazione;
  • N X, 0, 1 - indica i linfonodi regionali;
  • M X, 0, 1 - metastasi distanti.

Durata della vita per il cancro alla prostata

Quando viene diagnosticato un tumore alla prostata, la prognosi della sopravvivenza dipende dallo stadio della malattia:

  1. Se viene confermato il carcinoma prostatico di 1 ° grado, l'aspettativa di vita per 5 anni può essere del 96-99% in assenza di metastasi.
  2. Cancro alla prostata 2 gradi, la prognosi per 5 anni è 85-95% in assenza di metastasi, con la comparsa di metastasi - 80-90%.
  3. Grado di cancro alla prostata 3 - la prognosi di cinque anni è - se la capsula ha germogliato la prostata, ma non c'è metastasi - 50-60%, con metastasi - 40-45%.
  4. Stadio 4 del cancro della prostata con metastasi - fino al 20-30% della sopravvivenza del paziente per 3-5 anni.

Trattamento del cancro alla prostata

Il trattamento del cancro alla prostata è usato come standard:

  • terapia farmacologica;
  • esposizione;
  • metodi di intervento chirurgico.

Rimuovono l'organo prostatico come trattamento per il cancro alla prostata, in casi eccezionali, se non ci sono metastasi negli organi distanti e nei linfonodi. Se i metodi operativi di trattamento del cancro alla prostata saranno eseguiti correttamente, ci sono previsioni positive che non ci saranno conseguenze negative per il corpo maschile e la recidiva.

Il trattamento del cancro alla prostata con farmaci comprende farmaci ormonali che riducono o bloccano completamente i livelli di testosterone nel sangue nelle prime fasi della malattia. Ma con il completo blocco dei livelli di testosterone, la terapia ormonale per il cancro alla prostata non cancella completamente lo sviluppo patologico del tessuto prostatico.

Con la radioterapia - irradiazione del tumore, il processo patologico nei tessuti della prostata viene ridotto e le metastasi agli altri organi sono minimizzate nelle fasi iniziali.

Se la radioterapia viene eseguita per il cancro alla prostata, le conseguenze possono essere le seguenti:

  • aumento della fatica;
  • pelle irritata nel sito di esposizione ai raggi;
  • ci sono rari o frequenti stimoli a urinare, accompagnati da bruciore e formicolio;
  • emorroidi, irritazione rettale e sanguinamento possono svilupparsi;
  • aumento della temperatura corporea;
  • l'impotenza si sviluppa dopo l'allenamento per 2 anni;
  • può causare problemi di feci, diarrea e intestino.

Per ridurre gli effetti delle radiazioni e migliorare l'effetto terapeutico, vengono aggiunti farmaci. La brachiterapia per cancro alla prostata si riferisce a una forma alternativa di radiazione. Allo stesso tempo, i granuli di iodio radioattivo vengono iniettati nella prostata, che non influenzano negativamente il tessuto tumorale circostante.

Sintomi e trattamento del cancro alla prostata

La chemioterapia per il cancro alla prostata viene utilizzata negli stadi successivi insieme alla terapia ormonale. Nelle fasi iniziali, la chimica non avrà un effetto positivo, dal momento che il trattamento tossico e sistemico distrugge le cellule tumorali insieme a cellule sane. La chimica agisce sulle cellule con la presenza di un aumento del metabolismo. È noto che il tumore cresce lentamente e il tasso di divisione delle sue cellule è uguale a quello di quelli sani. Quindi, non vi è un aumento del metabolismo, che potrebbe agire da citostatici.

La chemioterapia viene utilizzata se ci sono metastasi per il cancro alla prostata, anche in aggiunta alla terapia ormonale.

La chirurgia per rimuovere il cancro alla prostata viene effettuata con diversi metodi:

  • resezione transuretrale (TUR);
  • termodistruzione transuretrale a radiofrequenza (TURT);
  • operazione laser;
  • chirurgia laparoscopica, compresa la robotica mininvasiva DaVinci;
  • prostatectomia sacrale radicale posteriore con linfodenectomia;
  • prostatectomia perineale.

Rimedi popolari per il cancro alla prostata

  1. Immunoterapia con preparati di api Savina che sopprimono il cancro. Riavvia il sistema immunitario per combattere il cancro. Allo stesso tempo si attivano le cellule mononucleate, aumentano il numero e l'attività delle cellule natural killer, la produzione di interferoni, un numero di citochine necessarie e fattori di protezione non specifici contro il tumore. Inizia il processo naturale di guarigione del corpo.
  2. L'uso del melograno per ridurre gli effetti delle tossine cisplastiniche. Studi di laboratorio dimostrano che il melograno è più efficace del Taxol (Paclitaxel cytostatic). Ci sono molte sostanze nella composizione del succo di melograno per sopprimere le cellule tumorali: flavonoidi, antociani, tannini (acido ellagico, quercetina, punicalagine). L'antiossidante più attivo del melograno è la punicalagina, ci sono le catechine, come nel tè verde.
  3. La silimarina, che è contenuta nel cardo selvatico maculato, aumenta l'effetto della chemioterapia e riduce i suoi effetti collaterali.

Importante sapere! Shiitake, Meytake, Reishi, Cordyceps e Birch Chaga hanno proprietà anti-cancro. Rinnovano il sistema immunitario e rallentano la crescita del tumore.

Il polisaccaride Shiitake Lentinan Cordyceps tonifica, prolunga la vita, come il ginseng, e mostra attività anti-cancro. Reishi attiva l'immunità e migliora le sue proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche.

I funghi Mitake sono in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali, stimolano l'apoptosi (morte programmata) delle cellule. L'estratto di funghi (frazione D) con la presenza di attività antitumorale impedisce lo sviluppo di metastasi. La Meytake inibisce l'angiogenesi (crescita vascolare) abbassando il livello del fattore di crescita VEGF.

Prevenzione del cancro alla prostata

La prevenzione del cancro alla prostata è la conduzione tempestiva dello screening urologico:

  • controllare un esame del sangue per l'antigene prostatico specifico (PSA);
  • fare un esame della prostata con il metodo del dito;
  • esaminare la prostata per via transrettale sugli ultrasuoni.

Se necessario, eseguire una biopsia prostatica multifocale.

Cambiamenti nutrizionali nel cancro alla prostata: sono esclusi cibi grassi, piccanti, fritti, alimenti con carotenoidi - frutta e verdura fresca - aumento della dieta. E anche con i fitoestrogeni, simili nella composizione agli ormoni sessuali femminili naturali per ridurre il livello di testosterone nel sangue senza perdere il potere sessuale degli uomini. Questo riduce il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.

Anche lo stile di vita sta cambiando: fumo, alcol e droghe sono esclusi. L'attività fisica e l'indurimento riducono il rischio di cancro alla prostata.

Cancro alla prostata - i primi segni e sintomi, fasi, diagnosi e trattamento del tumore

Carcinoma, adenocarcinoma, tumore della prostata, cancro alla prostata - il nome di una singola malattia, che è il tipo più comune di oncologia tra gli uomini di età superiore ai 50 anni. La maggior parte dei rappresentanti del sesso più forte a questa età hanno una forma asintomatica subclinica di questa malattia. Secondo gli studi, ogni terzo uomo la cui causa di morte non era l'oncologia prostatica ha rivelato aree precedentemente clinicamente incerte di ozlokachestvlenie. Dopo 80 anni, un problema simile si verifica nell'80% degli uomini.

Cos'è il cancro alla prostata?

La ghiandola prostatica (prostata) è la ghiandola endocrina, che appartiene al sistema riproduttivo maschile, svolge la funzione di produrre liquido seminale ed è coinvolta nell'eiaculazione. La prostata si trova sotto la vescica vicino all'intestino crasso, sembra una noce, che circonda l'uretra. Il ferro influisce direttamente sulla capacità di trattenere l'urina. Questo corpo è molto suscettibile ai cambiamenti legati all'età, inclusa l'oncologia.

Il cancro della prostata è un tumore maligno che si sviluppa dal tessuto ghiandolare dell'epitelio. Come altri tumori, il carcinoma della prostata tende a diffondere metastasi in altri organi, ma la progressione della malattia è lenta, può richiedere 10-15 anni dalla comparsa dei segni microscopici di un tumore allo stadio critico. Anche un piccolo tumore della ghiandola prostatica può diffondere metastasi, principalmente nel sistema scheletrico, nel fegato, nei linfonodi, nei polmoni, nelle ghiandole surrenali.

In questo si trova il più grande tradimento della malattia: se un tumore può essere rimosso chirurgicamente prima che la metastasi e la malattia si ritirino, nessun dottore sarà in grado di affrontare il problema quando la metastasi cresce. In questo caso, le previsioni saranno molto tristi, persino fatali. Pertanto, è importante rilevare tempestivamente il cancro alla prostata negli uomini e, per farlo, ascoltare il proprio corpo e visitare regolarmente un urologo, soprattutto dopo 50 anni.

Quanti vivono con il cancro alla prostata

Studi statistici mostrano che ogni settimo uomo di età superiore ai cinquant'anni ha il cancro alla prostata. Questa malattia è una causa comune di morte tra gli uomini più anziani. La sopravvivenza, di regola, è alta: richiedono 5 anni per un valore stimato, tutto dipende dallo stadio della malattia e dalla nomina di un trattamento adeguato:

  • Nella prima fase, il tumore vive a lungo, il tasso di sopravvivenza è del 100%, a condizione che gli ordini del medico siano soddisfatti. Tuttavia, la malattia è molto insidiosa e passa senza sintomi nelle fasi iniziali, quindi non è sempre possibile determinarlo e iniziare il trattamento in tempo.
  • Il secondo stadio - il tasso di sopravvivenza è dell'85% dei pazienti con un trattamento adeguato con risultati positivi.
  • Il terzo stadio è caratterizzato dalla crescita di una neoplasia al di fuori dell'organo e la prognosi di sopravvivenza è del 50%.
  • Il quarto stadio è caratterizzato da un decorso critico, metastasi agli organi, quindi, con trattamento aggressivo, i pazienti vivono non più di tre anni. Cinque anni possono vivere non più del 20% dei pazienti. Il principale problema del carcinoma della prostata è il rilevamento tardivo, dal momento che gli uomini sono molto frivoli per la loro salute, per vari motivi che sfuggono all'esame.

sintomi

I principali segni di carcinoma della prostata negli uomini sono molto simili ai segni di adenoma prostatico (tumore benigno). Negli stadi avanzati della malattia, i sintomi sono i seguenti:

  • il dolore;
  • difficoltà di minzione dolorosa;
  • violazione della funzione erettile, trasformandosi in impotenza;
  • sangue nelle urine (ematuria);
  • frequente bisogno di notte per alzarsi a urinare;
  • una sensazione di tracimazione della vescica e un vivo desiderio di andare in bagno;
  • flusso di urina è debole, interrotto, c'è bisogno di strain4
  • sensazione di vescica non completamente vuota.

Quando la metastasi penetra negli organi e nei tessuti vicini e lontani negli stadi avanzati del cancro, questo causa costante dolore e disagio di diversa natura:

  • fratture dolorose e non sindacali in aree ossee metastatiche;
  • raffreddori frequenti, malattie virali dovute a ridotta immunità;
  • dolore in altri organi metastatizzati;
  • costipazione;
  • feci con sangue e muco;
  • apatia e stanchezza;
  • ematuria;
  • tossire con l'espettorato sanguinante;
  • pielonefrite, dolore nella regione lombare;
  • drammatica perdita di peso;
  • la pelle diventa una pallida tinta terrosa.

Sintomi in una fase iniziale

Il decorso lento della malattia senza sintomi visibili in una fase iniziale aumenta solo il suo rischio. È quasi impossibile notare i sintomi del carcinoma della prostata in una fase precoce, quindi gli uomini sopra i 45 anni dovrebbero essere esaminati e testati. La diagnosi precoce e il trattamento della malattia aumentano le possibilità del paziente. Forse non si troverà nulla di serio, ma è necessario verificarlo dopo l'esame. Dovrebbe essere avvisato e consultare un medico se:

  • di notte spesso devono alzarsi in bagno;
  • la testa a getto è debole;
  • lo svuotamento è teso con dolorose sensazioni di bruciore.

motivi

L'incidenza del cancro alla prostata varia in base all'area geografica. Ad esempio, nell'Asia meridionale e orientale, secondo alcuni studi, l'insorgenza della malattia è molto più bassa che nella regione europea. La scienza non è ancora stata in grado di identificare le vere cause della malignità, ma i principali gruppi di rischio sono noti:

  1. Eredità. Secondo i risultati di uno studio su due gemelli, il 40% di tutte le malattie con oncologia prostatica erano negli uomini, i cui antenati soffrivano anche di questa patologia.
  2. Effetti sul corpo di fattori cancerogeni.
  3. Modalità di alimentazione. I cibi ricchi di grassi e ipercalorici, la mancanza di verdure nella dieta aumentano il rischio di oncologia.
  4. Progressione dell'adenoma prostatico.
  5. Età dopo 45 anni.
  6. Race. I popoli africani sono più inclini all'oncologia.
  7. Stile di vita sedentario

palcoscenico

La classificazione generalmente accettata dei carcinomi, utilizzata nelle cliniche europee di urologia, ha adottato il sistema di palline sulla scala di Gleason: in esso le fasi vengono valutate in base al grado di malignità. Il cancro a bassa aggressività è stimato a 1 punto e altamente aggressivo - a 5 punti. Di norma, se durante il carcinoma compaiono diversi focolai, il materiale istologico prende almeno due tumori di grandi dimensioni e riassume i risultati degli studi, ottenendo un indice sulla scala di Gleason. Quindi, l'indice minimo - 2 punti, il massimo - 10 punti.

Il prossimo metodo di classificazione è il sistema Juit-Whitemore, che serve per differenziare un tumore in base alle dimensioni, alla lesione dei linfonodi e alla presenza di metastasi. La prevalenza del tumore:

  1. Il primo stadio è A. Le cellule maligne sono quasi le stesse del normale, il tumore è incapsulato, la malattia è asintomatica.
  2. Il secondo stadio è B. Il tumore è incapsulato, si trova all'interno dell'organo, non è palpabile per via rettale, si osserva una crescita tumorale, il livello di PSA è elevato, il decorso è asintomatico.
  3. Il terzo stadio C. Il tumore comincia ad andare oltre la ghiandola, diffondendosi ai linfonodi più vicini, il tumore penetra nella vescica e nell'uretra, rendendo difficile l'uscita dell'urina.
  4. Il quarto stadio è D. tumore metastatico, livello di PSA elevato, danni estesi alle metastasi dei linfonodi regionali, tessuti, organi, esiste un'alta probabilità di recidiva dopo aver subito un trattamento.

diagnostica

Non fatevi prendere dal panico ai primi problemi con la minzione. Forse questa è una leggera infiammazione o adenoma, ma dovresti assolutamente andare dal medico per stabilire un quadro accurato del problema. La diagnosi consiste di:

  1. Palpazione rettale (palpabile nelle fasi avanzate).
  2. Analisi del livello di PSA (antigene prostatico specifico). Se un uomo ha il cancro alla prostata, i livelli di PSA aumentano.
  3. Specificazione dei metodi di esame - esame ecografico con sensore rettale (TRUS), tomografia computerizzata, biopsia (campionamento di un pezzo di ghiandola con un ago speciale).

Biopsia: esame istologico dei tessuti per conferma finale o confutazione della diagnosi. Per ottenere risultati obiettivi, sarà necessario esaminare circa dieci o più campioni di tessuto prostatico ghiandolare prelevati da diverse parti della ghiandola. Tuttavia, questo metodo diagnostico ha effetti collaterali sotto forma di sangue nelle feci, nello sperma e nelle urine. Sebbene normalmente queste complicazioni scompaiano dopo due giorni, c'è la possibilità che il processo infiammatorio della ghiandola prostatica si sviluppi nel sito di un pezzo di tessuto e sanguinamento prolungato.

trattamento

A seconda dei risultati dell'indagine, tenendo conto dell'età del paziente, dello stadio della malattia, della presenza di metastasi, viene prescritto un trattamento. Ci sono i seguenti modi per combattere il carcinoma della prostata:

  1. L'intervento chirurgico (metodo chirurgico) è l'escissione completa della ghiandola prostatica (prostatectomia).
  2. Terapia farmacologica - ormonale. Gli effetti collaterali sono rari e non richiedono trattamento.
  3. Radioterapia, brachiterapia - esposizione alle radiazioni.
  4. Ablazione ad ultrasuoni focalizzata ad alta intensità della prostata (HIFU) - l'impatto delle onde ultrasoniche.
  5. Monoterapia antiandrogenica - castrazione della droga.
  6. Rimozione usando un laser.

operazione

La procedura di rimozione del tumore può essere eseguita in tre modi: chirurgia addominale aperta, laparoscopia, prostatectomia robotica. La chirurgia addominale tradizionale è estremamente traumatica ed è piena di complicanze (incontinenza urinaria, impotenza). Quest'ultimo metodo consente di ridurre al minimo la perdita di sangue, mantenere la funzione erettile e il normale funzionamento della vescica. L'efficacia dell'operazione è alta solo in assenza di metastasi. Un'operazione efficace e tempestiva è una consegna completa garantita dalla malattia.

Rimozione di tumori

Le operazioni addominali per rimuovere un tumore alla prostata vengono eseguite in anestesia generale o locale. Durante l'operazione, viene praticata una piccola incisione nell'addome inferiore, il ferro viene separato dalla vescica, dall'uretra ed escisso insieme alle vescicole seminali. Allo stesso tempo, se possibile, i nervi (Nerve Sparing), che sono responsabili della funzione erettile, vengono preservati se non sono coinvolti nel processo del cancro. Il moncone uretrale viene quindi collegato alla vescica tramite un catetere, che viene rimosso due settimane dopo l'operazione.

Preferibile sia per il medico che per il paziente, il metodo laparoscopico di rimozione del tumore. È meno traumatico, meno perdite di sangue, recupero più veloce, le cuciture sono quasi invisibili. Durante l'operazione nella prima fase, piccole incisioni di 1 cm nella quantità di cinque pezzi sono fatte nel peritoneo. Gli strumenti ottici vengono inseriti nei fori, con l'aiuto dei quali vengono rimossi l'organo, le vescicole seminali e i linfonodi regionali. Viene mostrata una prostatectomia laparoscopica per tumori capsulati senza metastasi.

Una tecnica innovativa per la rimozione di adenocarcinoma - la prostectomia robotica da Vinci. Nei paesi europei, questo metodo è usato più spesso. L'operazione viene eseguita da remoto utilizzando un robot. I "tentacoli" del robot vengono introdotti nella cavità addominale attraverso piccoli fori, che trasmettono al monitor del computer un'immagine dell'immagine dell'organo che viene azionato. Comanda al robot, quale movimento eseguire, il chirurgo trasmette attraverso un apparecchio speciale, facendo movimenti con speciali joystick.

chemioterapia

La chemioterapia viene utilizzata per trattare un tumore con metastasi nelle fasi successive. Inoltre, le indicazioni sono l'insensibilità della neoplasia alla terapia ormonale, la recidiva dopo la prostatectomia, un tumore localmente avanzato della prostata. La chemioterapia sta bloccando la crescita delle cellule tumorali e la metastasi con sostanze tossiche. In realtà, i farmaci chemioterapici sono velenosi per le cellule tumorali. Quando entra nel flusso sanguigno, la medicina si diffonde con il sangue in tutto il corpo e trova le metastasi più distanti.

Tuttavia, i farmaci influenzano in modo simile e cellule normali. Un rimedio con un effetto selettivo non è stato ancora inventato, quindi gli effetti della chemioterapia possono manifestarsi come sintomi di intossicazione:

  • nausea con vomito;
  • diarrea;
  • la debolezza;
  • l'anemia;
  • mancanza di appetito;
  • perdita di capelli;
  • vertigini;
  • affaticamento.

radioterapia

Per ridurre il tasso di divisione del tumore, bloccare la comparsa di metastasi, radioterapia o radioterapia viene utilizzato - radiazioni radioattive. Tuttavia, la radioterapia per il cancro alla prostata non garantisce una vittoria completa sulla malattia maligna. Di norma, l'irradiazione è combinata con la terapia farmacologica per migliorare l'efficacia del trattamento del cancro alla prostata.

Un metodo alternativo ad alta intensità di radiazione nelle prime fasi della malattia è la brachiterapia. Il metodo si basa sull'introduzione di iodio radioattivo nella ghiandola prostatica. La procedura viene eseguita sotto il controllo della macchina ad ultrasuoni. A causa di questo effetto localizzato nell'area interessata, il livello di radiazioni aumenta ei tessuti circostanti non subiscono un forte effetto negativo. La brachiterapia può essere eseguita su base ambulatoriale, ci vuole circa un'ora.

Trattamento farmacologico

La crescita del cancro alla prostata è stimolata dal testosterone (un ormone sessuale maschile). Il trattamento farmacologico è l'uso di ormoni che riducono la sintesi del testosterone. Il trattamento del cancro alla prostata con farmaci, come la gonadoliberina, inibisce solo la crescita del tumore e la diffusione delle metastasi, riduce i sintomi, migliora il benessere dei pazienti, ma non cura la malattia.

Trattamento di rimedi popolari

Per superare il cancro, molti fattori devono venire insieme: individuazione tempestiva tempestiva, trattamento efficace, forte immunità e così via. Questo è un processo lungo e difficile. Non vi è alcuna garanzia che il trattamento del cancro alla prostata con i rimedi popolari possa aiutare. In ogni caso, non puoi esitare, cercare la via più semplice, essere trattato indipendentemente con erbe, radici e altri farmaci. Consultare un medico, e rimedi popolari li lasciano essere un'aggiunta al trattamento principale. È possibile che faciliteranno le condizioni del paziente, rafforzeranno il sistema immunitario, rimuovono le tossine dal corpo.

Per il cancro alla prostata, i medici raccomandano le seguenti erbe e costi:

  1. Lungwort.
  2. Raccolta: camomilla, assenzio, foglie di ribes, foglie di betulla, celidonia, avena, rami di vischio, erba di grano, achillea.
  3. Raccolta di rosa selvatica, erba di grano, radice di calamo, bardana, pioppo nero.
  4. Raccolta di foglie di crespino, rosa canina, foglie di mirtillo rosso e fragole, fiori di sambuco, primula, calendula.
  5. Raccolta: crespino, corteccia di olivello spinoso, foglie di acero, foglie di betulla, pervinca, bandiera dolce, fiori di trifoglio.
  6. Infusione su coni di luppolo alcolici.
  7. Infuso di alcool con orecchini di salice fresco.
  8. Tè al salice
  9. Infusione acquosa o alcolica di giovani germogli di thuja, coperti di foglie. (Attenzione! Thuja è velenoso in grandi quantità).
  10. Supposte rettali e bagni di propoli.

prospettiva

Quale medico sarà in grado di dare una prognosi per il cancro alla prostata dipende dallo stadio della malattia appena diagnosticata. Il rilevamento nelle prime fasi aumenta le possibilità del paziente di ottenere una vittoria completa sulla malattia. In Germania, ad esempio, viene prestata particolare attenzione a questa malattia, gli uomini vengono regolarmente esaminati e solo al 18% viene diagnosticato un cancro alla prostata. In America, l'80% degli uomini che hanno ricevuto la stessa diagnosi ha curato con successo il cancro. Una prospettiva positiva dipende da quanto presti attenzione alla tua salute.

prevenzione

Il miglior trattamento per la malattia è la sua prevenzione. Esistono numerose raccomandazioni per la prevenzione del cancro alla prostata:

  1. Stile di vita sano: rinuncia all'alcol e al fumo, attività fisica.
  2. Potenza. Aumentare il consumo di frutta e verdura, uso limitato di grassi animali, alimenti contenenti calcio, uova.
  3. Esami regolari presso l'urologo, per non perdere il momento cruciale del cancro.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.