loader
Raccomandato

Principale

Sarcoma

Cancro uterino: come riconoscere la malattia in una fase precoce, i metodi e l'efficacia del trattamento

Il cancro del corpo dell'utero, o carcinoma dell'endometrio, occupa il primo posto in termini di incidenza tra le malattie oncologiche. In Russia, ogni anno vengono rilevati fino a 16.000 nuovi casi di malattia e il numero di casi è in costante aumento.

La patologia colpisce principalmente le donne dopo 60 anni, ma può verificarsi in giovane età. Circa il 40% dei pazienti si ammala prima della menopausa. Nell'ultimo decennio, l'incidenza delle donne sotto i 29 anni sta crescendo al ritmo più alto.

Il tumore è accompagnato dalla rapida comparsa di sintomi che inducono una donna a consultare un medico. Ciò porta al fatto che fino al 90% dei casi di cancro uterino sono diagnosticati in una fase iniziale, il che migliora significativamente la prognosi.

Cause e fattori di rischio

In molte patologie tumorali, la causa esatta del loro verificarsi è sconosciuta. Questo vale anche per il cancro dell'utero. La patologia è considerata una "malattia della civiltà" che si verifica sotto l'influenza di condizioni esterne avverse, abitudini alimentari e stile di vita.

Fattori che predispongono al cancro uterino:

  • primi periodi tardivi;
  • menopausa solo dopo 55 anni;
  • anovulazione prolungata;
  • sterilità endocrina;
  • ovaio policistico e tumore ormone attivo di questi organi (carcinoma di Brenner);
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • uso a lungo termine di ormoni estrogeni senza combinazione con gestageni;
  • trattamento con farmaci anti-estrogeni (Tamoxifen);
  • mancanza di sesso o gravidanza;
  • casi di malattia in parenti stretti.

Il cancro endometriale dell'utero si verifica sullo sfondo di un complesso squilibrio ormonale, il metabolismo dei grassi e dei carboidrati.

Principali tipi patogenetici della malattia:

  • ormone-dipendente (nel 70% dei pazienti);
  • Autonoma.

Nella prima variante, i disturbi dell'ovulazione in combinazione con l'obesità o il diabete portano ad un aumento della produzione di estrogeni. Agendo sullo strato uterino interno - l'endometrio, gli estrogeni causano una migliore riproduzione delle sue cellule e della loro iperplasia - un aumento delle dimensioni e dei cambiamenti nelle proprietà. Gradualmente, l'iperplasia acquisisce un carattere maligno, sviluppandosi in cancro precanceroso e uterino.

Il cancro dell'utero dipendente dall'ormone è spesso combinato con un tumore dell'intestino, della mammella o dell'ovaio, nonché con l'ovaio sclerocistico (sindrome di Stein-Leventhal). Un tale tumore cresce lentamente. È sensibile ai progestinici e ha un andamento relativamente favorevole.

Segni che aumentano il rischio di cancro ormone-dipendente:

  • infertilità, menopausa tardiva, sanguinamento anovulatorio;
  • cisti ovariche follicolari e processi iperplastici in esse (tekomatoz);
  • l'obesità;
  • trattamento anormale con estrogeni, adenoma surrenalico o cirrosi epatica, che provoca alterazioni ormonali.

La variante autonomica si sviluppa più spesso nelle donne in postmenopausa con atrofia ovarica ed endometriale. La dipendenza ormonale è assente. Il tumore è caratterizzato da un decorso maligno, che si diffonde rapidamente in profondità nei tessuti e attraverso i vasi linfatici.

Esiste una teoria genetica del cancro, secondo cui le mutazioni cellulari sono programmate nel DNA.

Le fasi principali della formazione di un tumore maligno dell'utero:

  • mancanza di ovulazione e aumento dei livelli di estrogeni sotto l'influenza di fattori provocatori;
  • sviluppo di processi in background - polipi e iperplasia dell'endometrio;
  • lesioni precancerose - atipia con iperplasia delle cellule epiteliali;
  • cancro preinvasivo che non penetra nella mucosa;
  • minima penetrazione nel miometrio;
  • forma pronunciata.

classificazione

Il cancro del corpo dell'utero è classificato in base alla dimensione del tumore, alla sua penetrazione nello strato muscolare, alla crescita negli organi circostanti, al danno ai linfonodi e alla presenza di metastasi a distanza. È usato come una definizione dello stadio secondo il sistema TNM, e secondo la classificazione della Federazione Internazionale degli Ostetrici-Ginecologi (FIGO).

Un tumore che non si estende oltre l'endometrio è chiamato preinvasivo. È indicato come carcinoma in situ, Tis o stadio 0.

Ci sono 4 fasi del cancro uterino

1. Il tumore colpisce solo il corpo dell'utero:

  • endometrio (T1a o IA);
  • miometrio a metà della profondità (T1b o IB);
  • più della metà della profondità del miometrio (T1c o IC).

2. Le cellule maligne si trovano nel collo:

  • solo nello strato ghiandolare (T2a o IIA);
  • il tumore penetra negli strati profondi della cervice (T2b o IIB).

3. Il tumore passa alla vagina, appendici o linfonodi:

  • lesione dello strato sierico esterno dell'utero e / o appendici (T3a o IIIA);
  • diffusione alla vagina (T3b o IIIB);
  • ci sono metastasi nei linfonodi pelvici o quasi aortici (N1 o IIIC).

4. Cancro dell'utero 4 gradi con metastasi:

  • nella vescica o nel retto (T4 o IVA);
  • ai polmoni, al fegato, alle ossa, ai linfonodi distanti (M1 o IVB).

Inoltre, ci sono diversi gradi di differenziazione delle cellule tumorali: da G1 (alto grado di maturità cellulare) a 3 (tumore a bassa differenziazione). Maggiore è la differenziazione, più lenta crescita del tumore e meno probabilità di metastasi. Con il cancro scarsamente differenziato, la prognosi peggiora.

A seconda della struttura microscopica, si distinguono questi tipi di tumore morfologico:

  • adenocarcinoma;
  • cella singola;
  • squamose;
  • cellula ghiandolare;
  • sierosa;
  • muzinozny;
  • indifferenziata.

Il tipo morfologico determina in gran parte la malignità. Pertanto, il decorso del cancro indifferenziato è sfavorevole e, con un tumore a cellule squamose, la probabilità di guarigione è piuttosto alta.

La neoplasia può svilupparsi esofitica (nel lume dell'utero), endofitica (nello spessore della parete muscolare) o avere un carattere misto.

Tumore localizzato nel fondo e nel corpo dell'utero, nel suo segmento inferiore, il tumore è meno comune.

sintomi

Spesso il paziente si rivolge al medico quando ha i primi segni di cancro uterino nelle fasi iniziali. Prima di tutto, è un sanguinamento irregolare da giovani donne che non coincide con il ciclo mestruale. Nelle donne in postmenopausa appare il sanguinamento uterino. Nei pazienti giovani, ci sono bianchi brillanti.

Il sanguinamento si verifica non solo nel cancro dell'endometrio, ma anche in molte altre malattie. Questo è associato a difficoltà nella diagnosi precoce della malattia, specialmente nelle giovani donne. Possono essere osservati per un lungo periodo di sanguinamento uterino disfunzionale.

Altri sintomi del cancro dell'utero compaiono negli stadi successivi. Con l'accumulo di sangue nella cavità del dolore del corpo nell'addome inferiore. Il dolore prolungato si verifica quando un tumore cresce in appendici e si diffonde attraverso il peritoneo.

Le abbondanti secrezioni acquose o mucose nel cancro uterino sono caratteristiche delle donne anziane.

Con la sconfitta della vescica può essere aumentata la minzione dolorosa. Se il retto è coinvolto, ci sono costipazione, dolore durante i movimenti intestinali, sangue nelle feci.

I segni comuni di oncopatologia sono debolezza, deterioramento della capacità lavorativa, nausea, mancanza di appetito, perdita di peso.

Quanto è veloce il cancro uterino?

Con un alto grado di differenziazione, il tumore cresce lentamente per diversi anni. Le forme a bassa differenziazione hanno un alto tasso di riproduzione delle cellule maligne. In questo caso, un tumore clinicamente grave può svilupparsi entro pochi mesi.

metastasi

La diffusione delle cellule tumorali è possibile attraverso i dotti linfatici, i vasi sanguigni e il peritoneo.

Le metastasi linfogene sono eseguite nei linfonodi pelvici (regionali) più vicini. Nella fase iniziale e alta differenziazione (G1-G2), la probabilità di danni ai linfonodi non supera l'1%. Se le cellule tumorali invadono il miometrio, il rischio di metastasi aumenta al 6%. Se il tumore colpisce una vasta area, penetra in profondità nella parete uterina o si diffonde alla cervice, le metastasi nei linfonodi si trovano nel 25% dei pazienti.

Metastasi ematogena si verifica in seguito. Attraverso i vasi sanguigni, le cellule tumorali entrano nei polmoni, nelle ossa e nel fegato.

Le metastasi da impianto si verificano sul peritoneo e l'omento durante la germinazione dello strato esterno dell'utero e la sconfitta delle tube di Falloppio.

diagnostica

Non vengono effettuati studi di screening per l'individuazione precoce dell'istruzione. Si ritiene che per il riconoscimento tempestivo devono essere osservati solo ogni anno dal ginecologo.

L'analisi dei marcatori tumorali, la più comune delle quali è considerata CA-125, di solito non viene eseguita. È considerato un metodo aggiuntivo per valutare l'efficacia del trattamento e la diagnosi precoce delle recidive.

Il metodo più semplice di diagnosi è l'aspirazione dei contenuti dell'utero con una siringa speciale e l'esame istologico (biopsia di aspirazione). In una fase iniziale, il contenuto informativo di questo metodo non supera il 36%, con un tumore comune, i suoi segni sono presenti nel 90% dei pazienti. Per aumentare la precisione della ricerca può essere effettuato ripetutamente. La biopsia di aspirazione non richiede l'espansione del canale cervicale e viene eseguita su base ambulatoriale.

Diagnosi strumentale del cancro uterino:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici: lo spessore dell'endometrio nelle donne in postmenopausa non deve superare i 4 mm.
  • Isteroscopia con biopsia della zona sospetta dell'endometrio e suo esame microscopico.

Per determinare la prevalenza del tumore e il danno ai linfonodi, viene eseguita la risonanza magnetica del bacino. A differenza degli ultrasuoni, il metodo aiuta a chiarire la condizione dei linfonodi nell'82% dei pazienti.

La radiografia dei polmoni viene eseguita necessariamente per escludere metastasi in essi.

Il cancro uterino è visto su un'ecografia?

I dati dell'ecografia dell'utero dovrebbero avvisare il medico se un aumento di M-eco (spessore endometriale) superiore a 4 mm è registrato nelle donne anziane o 10-16 mm nei pazienti prima della menopausa.

Quando il valore di M-echo è superiore a 12 mm, la biopsia di aspirazione è prescritta nelle giovani donne. Se questo valore è 5-12 mm - eseguire l'isteroscopia e la biopsia mirata (prelevando materiale da un'area sospetta).

Quando un tumore viene rilevato dagli ultrasuoni, è possibile determinare:

  • la dimensione e i contorni dell'utero;
  • struttura del miometrio;
  • la posizione del tumore;
  • profondità di germinazione nel miometrio;
  • danno ad os, ovaie e linfonodi interni.

Ulteriori informazioni sono fornite dalla mappatura color Doppler - un esame ecografico dei vasi sanguigni, che consente di valutare la velocità e l'intensità del flusso sanguigno nei vasi dell'utero e la lesione tumorale.

L'isteroscopia è il metodo diagnostico più importante, che consente di valutare la gravità e la prevalenza del tumore e di prendere il materiale per l'analisi istologica.

Se si sospetta il cancro dell'utero, è necessario eseguire un curettage diagnostico separato delle pareti del canale cervicale e dell'endometrio.

Come determinare il cancro uterino con una dimensione minima della lesione?

Un metodo moderno per rilevare le prime fasi del cancro dell'endometrio: diagnostica fluorescente. Le sostanze speciali che si accumulano selettivamente nelle cellule tumorali vengono iniettate nel corpo. Quando la superficie interna dell'utero viene irradiata con un laser, queste sostanze iniziano a brillare. Ciò consente di vedere i fuochi del tumore fino a 1 mm e di effettuare una biopsia mirata. In una fase iniziale, la sensibilità di una tale diagnosi raggiunge l'80%.

Infine, la diagnosi è confermata in base al curettage dell'utero. Se il tumore si trova nella parte superiore del corpo, è riconosciuto nel 78% dei casi, e in caso di lesione diffusa - nel 100% dei casi.

Il cancro uterino deve essere differenziato da tali malattie:

trattamento

Se a una donna viene diagnosticato un tumore maligno del sistema riproduttivo, il paziente deve essere visto da un oncoginecologo.

Il trattamento del cancro uterino si basa su varie combinazioni dei tre metodi:

  1. Operazione.
  2. L'irradiazione.
  3. Terapia con sostanze medicinali.

Il principale metodo di trattamento eseguito in qualsiasi stadio della malattia è la rimozione dell'utero con appendici. Se c'è un tumore scarsamente differenziato o penetra profondamente nello strato muscolare dell'organo, vengono rimossi anche i linfonodi pelvici, che possono avere metastasi.

L'operazione viene eseguita nel 90% delle donne con uno stadio iniziale della malattia. Il resto è controindicato a causa di gravi comorbidità. Lo sviluppo di nuovi metodi di intervento chirurgico consente di ampliare le possibilità del trattamento chirurgico.

Se il tumore non penetra più in profondità di 3 mm, può essere rimosso mediante ablazione ("cauterizzazione") durante l'isteroscopia. Quindi puoi salvare il corpo. Tuttavia, la probabilità di una rimozione incompleta della lesione è piuttosto elevata, quindi dopo tale trattamento è necessario un monitoraggio regolare da parte di un oncologo in un istituto specializzato.

La radioterapia per il cancro dell'utero come metodo di trattamento indipendente è usata raramente, solo quando è impossibile rimuovere un organo. Molto spesso, l'irradiazione viene effettuata dopo l'intervento chirurgico (radioterapia adiuvante) al fine di distruggere le cellule tumorali rimanenti.

Questa combinazione è mostrata nei seguenti casi:

  • germinazione profonda della nuova formazione nel miometrio;
  • diffusione al canale cervicale e alla cervice;
  • metastasi linfonodali;
  • tumore scarsamente differenziato o non-endometriale.

Moderni metodi di trattamento: radioterapia - IMRT e brachiterapia. Il metodo IMRT prevede l'irradiazione mirata del tumore con danni minimi ai tessuti circostanti. La brachiterapia è l'introduzione di speciali sostanze radioattive che agiscono direttamente sulle cellule tumorali nel neoplasma della neoplasia.

Con il precancro dell'endometrio nelle giovani donne, è possibile la terapia ormonale con progestinici. Questi ormoni bloccano l'effetto attivante sul tumore dell'estrogeno, impedendone l'ulteriore crescita. Gli ormoni sono usati per il cancro avanzato (disseminato), così come per la sua ricorrenza. La loro efficacia non supera il 25%.

In una fase iniziale, l'assunzione di ormoni secondo un determinato schema dura circa un anno. L'efficacia della terapia è monitorata tramite una biopsia. Con un risultato favorevole, un normale ciclo mestruale viene ripristinato nei successivi 6 mesi. Nella successiva gravidanza normale è possibile.

La chemioterapia è prescritta per tumore uterino di basso grado e tumori non endometriotici, carcinomi disseminati e recidivanti, se il tumore non risponde agli effetti dei gestageni. È un palliativo, cioè volto a ridurre i sintomi gravi causati da un tumore, ma non cura la malattia. Vengono utilizzati farmaci derivati ​​da gruppi antracicline, taxani e derivati ​​del platino. La chemioterapia postoperatoria (adiuvante) non è prescritta.

A casa, una donna ha bisogno di più riposo. I dintorni dovrebbero proteggerla dallo stress emotivo. Il cibo per il cancro dell'utero è pieno, vario, con l'eccezione di carboidrati raffinati (zucchero), la restrizione di grassi animali, cibi fritti e in scatola, spezie, cioccolato e altri prodotti irritanti. I prodotti lattiero-caseari e gli alimenti vegetali sono molto utili.

Si ritiene che alcune piante contribuiscano a far fronte al tumore o migliorare il benessere del paziente:

Trattamento tattico a seconda del livello

La domanda su come curare il cancro uterino viene decisa dal medico dopo un'attenta analisi di tutte le informazioni diagnostiche ottenute. Dipende in gran parte dallo stadio del tumore.

Nel cancro di 1 ° grado (stadio), viene utilizzata la rimozione completa dell'utero e delle appendici (isterectomia totale e annessectomia).

Tale operazione viene eseguita quando sono soddisfatte tutte le seguenti condizioni:

  • differenziazione del tumore moderata e alta;
  • l'educazione occupa meno della metà della cavità d'organo;
  • profondità di germinazione miometriale inferiore al 50%;
  • nessun segno di tumore che si diffonde attraverso il peritoneo (non sono state trovate cellule tumorali nei lavaggi peritoneali).

Se la profondità di penetrazione nello strato muscolare è superiore alla metà del suo spessore, la radioterapia intravaginale viene prescritta dopo l'operazione.

In tutti gli altri casi, la rimozione degli organi genitali è completata dall'asportazione dei linfonodi pelvici e in alcuni casi dei linfonodi paraortici. Nodi localizzati vicino all'aorta, perforati durante l'operazione e conducono un esame istologico urgente. Secondo i suoi risultati, si decide di rimuovere queste formazioni.

Dopo l'intervento chirurgico, viene utilizzata l'irradiazione. Se la chirurgia non è possibile, viene utilizzata solo la radioterapia, ma l'efficacia di tale trattamento è inferiore.

La terapia ormonale allo stadio 1 non è utilizzata.

In caso di tumore di 2 ° grado, al paziente viene mostrata la rimozione dell'utero, appendici, linfonodi pelvici (a volte paraaortici) e radioterapia postoperatoria. L'irradiazione è effettuata secondo lo schema combinato: intravaginale e remoto.

Per il cancro di grado 3 vengono eseguiti trattamenti combinati chirurgici e radioterapici. Se il tumore è cresciuto nelle pareti del bacino, la sua rimozione completa è impossibile. In questo caso, la radioterapia è prescritta dalla vagina e da remoto.

Se la radioterapia e la chirurgia sono controindicate, il trattamento dipende dalla sensibilità ormonale del tumore: sono prescritti sia i progestinici che i farmaci chemioterapici.

Per i tumori di grado 4, la chemioterapia palliativa viene utilizzata in combinazione con ormoni. Queste sostanze aiutano a distruggere le metastasi a distanza del cancro in altri organi.

La recidiva della neoplasia viene anche trattata con l'uso di ormoni e chemioterapia. Alla messa a fuoco ripetuta, situata nella piccola pelvi, viene eseguita la radioterapia palliativa. Le recidive si verificano più spesso durante i primi 3 anni dopo il trattamento. Si trovano principalmente nella vagina, nei linfonodi e negli organi distanti.

Cancro dell'utero e gravidanza

Durante la gravidanza, i cambiamenti patologici sono quasi impossibili da riconoscere. La crescita di tumore durante gestazione è il più spesso non osservata. Tuttavia, il cancro uterino durante la gravidanza può essere accompagnato da aborto spontaneo, distacco della placenta, morte del feto e forti emorragie. In questi casi, viene eseguita una consegna di emergenza, seguita da estirpazione dell'utero.

Nel caso in cui una giovane donna abbia subito un ciclo completo di trattamento con un buon effetto, in futuro potrebbe rimanere incinta. Per ripristinare la fertilità, i medici prescrivono corsi di terapia ormonale che ripristinano la normale funzione riproduttiva.

Quanti vivono con il cancro dell'utero?

Dipende dallo stadio di individuazione della malattia e dalla sensibilità agli ormoni. Con la variante ormone-dipendente, l'85-90% dei pazienti vive per 5 anni o più. In forma autonoma nelle donne anziane, questa percentuale è del 60-70%. Tuttavia, nella terza fase di qualsiasi forma, l'aspettativa di vita di oltre 5 anni è registrata in un terzo dei pazienti e al 4 ° stadio - solo nel 5% dei casi.

Segni di un tumore maligno dell'utero - le prime manifestazioni, sintomi, diagnosi, fasi e trattamento

Dopo 45 anni, le donne sono a rischio di cancro uterino a causa di cambiamenti ormonali, quindi è necessario conoscere i primi segni e sintomi della malattia per prevenirla. Le fasi iniziali della malattia sono asintomatiche, ma è possibile sospettare lo sviluppo dell'oncologia con un esame regolare da parte di un ginecologo. Quanto prima viene rilevata la patologia, tanto più velocemente può essere iniziata la guarigione, per fare a meno di gravi conseguenze.

Cos'è il cancro uterino

Nella terminologia medica, il carcinoma uterino è lo sviluppo di un tumore maligno nell'organo riproduttivo femminile. È principalmente per il trasporto di un bambino ed è responsabile per la riproduzione delle donne. In apparenza, l'utero assomiglia a un sacchetto affusolato con un angolo costituito dal corpo e dal collo. Al suo interno è rivestito con endometrio, che viene respinto e rilasciato all'esterno durante ogni periodo mestruale. L'oncologia di questo corpo è estremamente pericolosa, può portare alla morte.

motivi

I medici hanno identificato una serie di cause che influenzano l'insorgenza del cancro all'interno della cavità uterina e causano la rapida crescita delle cellule tumorali:

  • mancanza di parto;
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • farmaci ormonali dovuti a insufficienza ormonale, ma non alla pillola;
  • infertilità, disturbi mestruali;
  • le prime mestruazioni e la menopausa tardiva;
  • ovaie policistiche, loro tumori;
  • cancro al seno a causa della mancanza di allattamento al seno;
  • cancro del colon ereditario senza polipi:
  • disfunzione endometriale nel passato;
  • età oltre 45 anni;
  • gravidanze gravi, aborti spontanei, aborti.

classificazione

Secondo i dati oncologici, ci sono diversi tipi di classificazioni di tumori maligni:

  1. Secondo la forma morfologica, adenocarcinoma, sarcoma, adenocarcinoma a cellule chiare (mesonefroide), carcinoma a cellule squamose, oncologia ghiandolare squamosa, carcinoma sieroso, mucinoso, indifferenziato.
  2. Secondo la forma di crescita - con crescita autosomatica prevalentemente eso o endofitica.
  3. Per localizzazione - nell'area del fondo, corpo, segmento inferiore.
  4. Secondo il grado di differenziazione (il più basso, il peggio) - tumore altamente differenziato, moderatamente differenziato, scarsamente differenziato.
  5. Secondo il codice IBC, secondo la classificazione FIGO - i propri tipi con un codice numerico e alfabetico.

prospettiva

Nel 90% dei casi, l'oncologia della cervice e delle ovaie viene completamente curata dalla chirurgia e successiva radioterapia. Se il cancro viene rilevato in tempo, è possibile prevenire lo sviluppo di metastasi e migliorare la prognosi della sopravvivenza. A seconda della fase, la previsione sarà:

  • nel primo, il 78% dei pazienti sopravvive nei primi cinque anni;
  • il secondo - 57%;
  • il terzo - 31%;
  • quarto - 7,8%.

Fasi del cancro dell'utero

L'oncologia si sviluppa gradualmente, a partire dallo stadio zero, quando è possibile rilevare solo i primi germi delle cellule tumorali. Le principali fasi di sviluppo sono:

  • in primo luogo, il tumore colpisce l'endometrio o cresce nello strato muscolare (miometrio);
  • il secondo è lo sviluppo di un tumore al collo (collus uterus);
  • il terzo - l'uscita del cancro oltre l'utero, la diffusione alla vagina, i linfonodi pelvici o lombari;
  • quarta - germinazione nella vescica, retto;
  • metastasi - la comparsa di metastasi nel fegato, polmoni, linfonodi inguinali.

Cancro dell'endometrio

Un tumore maligno della mucosa che riveste la cavità dall'interno è il tumore iniziale dell'endometrio dell'utero. Si verifica dopo la menopausa, il 72% della rilevazione cade sul primo stadio. La causa dello sviluppo diventa l'estrogenizzazione - a causa di un eccesso di ormone sessuale femminile, inizia l'iperplasia dell'endometrio. Tipi di oncologia endometriale:

  • iperplasia semplice senza atipia;
  • complesso adenomatoso senza atipia;
  • semplice atipico - condizione precancerosa di un neoplasma maligno (MN);
  • complesso atipico - rinato in cancro con una probabilità dell'80%.

Cancro uterino

Lo stadio successivo dopo la sconfitta dell'endometrio è un tumore del corpo dell'utero. L'oncologia dell'utero si sviluppa dalla membrana del tessuto mucoso (adenocarcinoma) o muscolare (leiomiosarcoma). La crescita di un tumore maligno cade sul fondo, istmo, utero. Le cellule metastatizzano ai tessuti adiacenti, al collo, alle tube di Falloppio, alle ovaie, ai linfonodi, ai vasi.

Cervical Cancer

Un tumore maligno, spesso riscontrato nelle donne, è il cancro cervicale. L'85% dei casi è dovuto al verificarsi di una neoplasia da cellule epiteliali squamose, il restante 15% è adenocarcinoma derivante da cellule che producono muco. Si distinguono forme esotiche ed endofitiche che colpiscono la vagina o il corpo dell'utero. Il tipo papillare è caratterizzato dalla crescita di piccole papille (sembra cavolfiore), e il tipo a cratere è caratterizzato dalla copertura del tumore con ulcere e patina grigia. La causa della crescita del tumore è spesso il papillomavirus umano (HPV).

Cancro dell'utero e delle ovaie

Dopo il danno cervicale e in assenza di trattamento, l'oncologia raggiunge le ovaie, che vengono utilizzate per produrre ormoni. La malattia è asintomatica, ma può manifestarsi nel dolore, costipazione, spremitura della vescica. Tipi di tumore ovarico:

  • mucinoso;
  • sierosa;
  • endometriale;
  • Il gonfiore di Brener;
  • cella libera;
  • epiteliale misto;
  • carcinoma;
  • stroma genitale;
  • cellula lipoide;
  • lesioni dei tessuti molli;
  • cellule germinali;
  • secondaria;
  • gonadoblastoma;
  • cisti.

Un tumore delle ovaie si sviluppa in un organo, passa rapidamente nel secondo, ne colpisce completamente uno. L'educazione colpisce le tube di Falloppio, il corpo, la cavità addominale. Il terzo stadio si manifesta con l'infezione dei linfonodi, inguinale, termina con metastasi nel fegato e nei polmoni. L'80% dei pazienti nel primo stadio può essere guarito con successo dall'oncologia, negli stadi successivi questa percentuale è solo del 10%.

metastasi

Le metastasi sono foci secondari di crescita di tumori maligni. Il tumore endometriale si manifesta in tre tipi di metastasi:

  • impianto - il percorso di decadimento che coinvolge il peritoneo viscerale;
  • linfogeno - danno ai linfonodi del bacino;
  • ematogena - danno ai linfonodi e infezione delle ossa, fegato, polmoni.

Sintomi del cancro uterino

Le prime fasi di oncologia dell'utero sono asintomatiche, solo nei pazienti in postmenopausa si può notare un sanguinamento uterino aciclico o una mestruazione prolungata pesante. Segni di cancro uterino nelle fasi iniziali sono lo scarico acquoso dalla vagina con striature di sangue. Un sintomo meno comune è il dolore al bacino, all'addome, accompagnato da una breve durata. Le donne anziane possono sperimentare stenosi (fusione) e accumulo di pus nell'utero.

Primi segni

I medici identificano i seguenti primi segni di cancro uterino, che caratterizzano il cancro, e in presenza dei quali si dovrebbe consultare immediatamente un medico:

  • sanguinamento dai genitali, che ricorda le mestruazioni, ma che scorre improvvisamente;
  • i dolori

selezione

A seconda dello stadio di sviluppo del tumore, il tipo, il formato e la quantità di scarica, sia durante le mestruazioni che la patologia, differiscono:

  • in caso di oncologia del corpo dell'utero - leucorrea sierosa, dolore, sanguinamento senza essere legato al ciclo;
  • nel primo stadio - sanguinamento uterino monouso leggero, secrezione acquosa, mucose inodore;
  • nelle ultime fasi - scarico offensivo, macchiato di sangue, pus, febbre.

Diagnosi e trattamento del cancro uterino

Se trovi sintomi di oncologia, è urgente contattare la ginecologia per l'esame e la diagnosi. Il medico fa un esame, la palpazione dell'utero, raschia la cervice. Uno striscio viene esaminato per la presenza di cellule tumorali, con un risultato positivo, la pulizia dello strato interno dell'utero in anestesia generale viene eseguita e viene eseguito un test delle mucose. Per confermare un tumore cervicale, viene eseguita una scansione TC per determinare esattamente dove si trova la formazione. Biopsia, isteroscopia, immunoistochimica, citologia, RMN aiuta a stabilire l'eziologia.

Il trattamento dell'oncologia viene eseguito in diversi modi, a seconda dello stadio di sviluppo e della gravità del corso:

  1. Chirurgia: rimozione completa dell'utero e delle ovaie, se il tumore li ha colpiti. Le tube di Falloppio vengono rimosse. Il metodo chirurgico porta alla menopausa precoce, colpisce la psiche della donna.
  2. Radioterapia - è prescritto per i segni della malattia dopo la rimozione dell'utero. La procedura riduce il rischio di malattie cervicali e metastatiche. La radioterapia può essere eseguita a distanza (irradiazione di tutti gli organi del piccolo bacino in diverse serie) o internamente (l'introduzione di emettitori radioattivi nel sito della patologia).
  3. Terapia ormonale - per prevenire la recidiva dell'oncologia. Progesterone nominato, farmaci ormonali che riducono la produzione di estrogeni.
  4. Chemioterapia - per ridurre il volume del tumore e nei casi gravi avanzati.

Prevenzione del cancro uterino

Per ridurre il rischio di oncologia, vengono utilizzati l'eliminazione dell'iperestrogenismo e la terapia ormonale. Inoltre, la prevenzione include:

  • esame regolare da parte di un ginecologo, consegna di strisci;
  • tiene ultrasuoni;
  • prendendo contraccettivi orali combinati;
  • perdita di peso;
  • Vaccino HPV senza controindicazioni.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Effetti del cancro uterino dopo l'intervento chirurgico

L'oncologia femminile è raramente fatale. Molto spesso, con il cancro uterino, la vita della donna viene salvata. Ma la gravità delle conseguenze dopo l'intervento chirurgico dipende dallo stadio del cancro con cui il corpo e i medici hanno dovuto combattere. Naturalmente, prima si notava il problema e più giovane era l'età della donna malata, maggiori erano le possibilità di ripristinare completamente la normale funzione di tutti gli organi. L'argomento di questo articolo è il cancro dell'utero, le conseguenze dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il tumore.

Cancro dell'utero - un corso di trattamento

Molto dipende dal corso di trattamento scelto e dalla qualità dell'attuazione di quel trattamento. Inoltre, la coscienza personale del paziente è molto importante. Minore è la conseguenza del cancro uterino, maggiore è la fiducia nel recupero e il lavoro su una donna è pronto a fare. La vecchia generazione di pazienti, che sono particolarmente esposti a questo problema, spesso subiscono "perdite" proprio perché non sono pronti a trattare consapevolmente se stessi.

Cancro uterino - effetti dopo l'intervento chirurgico

La maggior parte terribile conseguenza del cancro dell'utero - è, naturalmente, la perdita dell'utero, della vagina e la perdita di organi adiacenti - intestini e della vescica. Quando il problema raggiunge il quarto stadio, non è possibile salvare il sistema riproduttivo, inoltre i medici iniziano a temere per la vita del paziente e prendono seriamente il trattamento degli organi vitali del sistema escretore.

Con una versione più leggera del cancro dell'utero, è possibile salvare la vagina della donna e, a volte, le ovaie. In questo caso, viene privata dell'opportunità di partorire, e il background ormonale, benché mutevole, non è sorprendente. La presenza delle ovaie consente di mantenere un normale stato di cose per lungo tempo.

Quando rimuovi le ovaie, ovviamente, la situazione con le conseguenze del cancro dell'utero è aggravata. In questi casi, alle donne vengono prescritti farmaci per mantenere artificialmente gli ormoni che sono così necessari per il normale funzionamento del corpo femminile.

Nelle più semplici variazioni della malattia, è possibile preservare l'intero apparato riproduttivo, ma il recupero postoperatorio è lungo. Durante la chirurgia addominale, per rimuovere il tumore, si possono formare aderenze e altri sigilli sulle pareti dell'utero e della vagina.

Inoltre, vale la pena considerare che gli effetti della chemioterapia e della radioterapia, che vengono utilizzati quasi sempre, influenzano fortemente l'intero corpo. Il recupero dura fino a tre anni.

La misura in cui il cancro uterino avrà conseguenze complesse dipenderà dallo stadio del cancro al quale è stato trovato. Pertanto, il meglio che può essere consigliato è sottoporsi regolarmente a esami e test del padre.

Il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico per il cancro dell'utero

Come il cancro uterino procederà dopo l'intervento è difficile da prevedere. Per evitare la possibilità di recidiva e "terminare" la malattia a livello cellulare, vengono utilizzati numerosi mezzi.

Quasi tutti i pazienti sono sottoposti a un ciclo di chemioterapia. A seconda delle dimensioni della patologia, viene assegnato un numero di farmaci "pesanti". Ti permettono di distruggere completamente il cancro dell'utero.

Nei casi in cui la malattia dopo l'operazione inizia a "mostrare" usando la radioterapia. L'irradiazione può essere esterna o intracavitaria. Il suo obiettivo principale è quello di raggiungere la completa distruzione delle cellule tumorali nel tessuto, e questo metodo è in vigore. Inoltre anche nel fatto che la chemioterapia deprimere tutto il corpo, mentre la radioterapia può interessare solo una certa area o su un strettamente organi colpiti.

Dopo l'intervento, i marcatori per il controllo della presenza di cellule tumorali vengono prelevati ogni mese. Nei casi in cui il tumore si sviluppa di nuovo, si raccomanda di essere rimosso di nuovo, e viene eseguito un ciclo ancora più grave di chimica o radiazioni.

Se il cancro uterino dopo l'operazione si comporta in modo calmo, i medici offrono una terapia riabilitativa. Il complesso sta cercando di sostenere gli organi interni, il cuore, colma la mancanza di vitamine e microelementi, che causerà la chemioterapia e la radioterapia.

Dopo un ciclo completo di recupero, è possibile sollevare il problema della plastica intima, se necessario.

Nei casi in cui, dopo il cancro uterino, è possibile preservare l'intero apparato riproduttivo, la donna può rimanere incinta. Tuttavia, la gravidanza è indesiderabile, fino a due anni dopo l'ultimo corso di chimica o radiazioni.

Implicazioni sulla vita per il cancro dell'utero

Il cancro del corpo dell'utero o della cervice è un grosso problema e un duro colpo per il corpo femminile. Tuttavia, questo non significa che devi perdere il cuore e rinunciare. Con il giusto approccio per risolvere un problema, una donna sarà in grado di tornare a uno stile di vita a tutti gli effetti e non provare alcun disagio.

La cosa principale per i pazienti con cancro dell'utero - è il momento di riprendere il trattamento e utilizzare tutte le possibilità di recupero.

Conseguenze del cancro cervicale: caratteristiche e presentazione clinica

Le malattie oncologiche abbastanza spesso si verificano nelle donne nel sistema riproduttivo. Inoltre, in questo caso, hanno un sacco di varietà. Uno dei più comuni e meno sicuri è il cancro cervicale, le cui conseguenze saranno discusse in questo materiale. Tutti i tipi di cancro sono pericolosi, il loro grado di malignità non dipende da dove si trova il tumore, ma dal tipo di tumore. Inoltre, questo tipo può cambiare nel corso della malattia man mano che si sviluppa. Pertanto, è importante conoscere le conseguenze del processo oncologico sulla cervice.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Con questa forma di cancro, la rimozione del collo è più spesso suggerita. Può essere completo, parziale, con la rimozione di un terzo o metà della vagina, ecc. Questo è il metodo più efficace nella prima e nella seconda fase dello sviluppo della malattia. Anche se il terzo e il quarto, non si applica quasi mai.

Questo metodo è uno dei più preferiti, soprattutto se è possibile utilizzarlo non in combinazione, ma invece di chemioterapia o radioterapia. Il fatto è che i metodi chirurgici sono trasferiti molto più facilmente di un intervento così conservativo. Tuttavia, i metodi chirurgici possono avere conseguenze, ma hanno maggiori probabilità di essere chirurgici generali. Questi fenomeni includono:

  1. Complicazioni dopo anestesia - ipotermia, insufficienza respiratoria, insufficienza cardiaca e altre;
  2. La formazione di aderenze e cicatrici, soprattutto nei casi in cui una donna ha una predisposizione ad essa;
  3. Infiammazione o scarsa cicatrizzazione della sutura, possibilità di sanguinamento da esso (specialmente con una scarsa coagulazione del sangue);
  4. Restrizioni nella vita sessuale per un periodo, a seconda delle caratteristiche e dei metodi dell'intervento chirurgico;
  5. L'infezione durante un'operazione è piuttosto rara, ma è ancora un fenomeno comune, la cui probabilità di sviluppo dipende dalla professionalità dei medici e dalla qualità dell'istituzione medica.

Una complicazione "oncologica" specifica dell'operazione può essere che, nel corso dell'operazione, in teoria, gli specialisti non possono rimuovere tutte le cellule tumorali e rimarranno alcuni agenti atipici. In questo caso, sarà necessario condurre un ciclo aggiuntivo di radioterapia o chemioterapia per sconfiggere queste cellule.

Conseguenze per gli organi interni

In che modo il cancro influenza altri organi e sistemi? È in grado di diffondersi attivamente, le sue metastasi si trovano in vari organi. Allo stesso tempo, un processo oncologico può eventualmente svilupparsi in questi organi. Il grado di "coinvolgimento" nel processo oncologico di altri organi dipende da quale stadio del cancro cervicale ha luogo.

  • Al primo stadio, le metastasi sono completamente assenti, cioè gli organi e i sistemi vicini non soffrono;
  • Nella seconda fase dello sviluppo, il processo del cancro cervicale conferisce metastasi ad altri organi del sistema riproduttivo - il corpo dell'utero, le ovaie, le tube di Falloppio, ecc. - in essi può svilupparsi anche un processo oncologico;
  • Al terzo stadio, le metastasi si trovano non solo nel sistema riproduttivo, ma in altri organi della piccola pelvi situati nelle vicinanze - questi sono i reni, gli ureteri, la vescica, il retto, ecc.;
  • Nella quarta fase, le metastasi vanno ben oltre il bacino - si trovano nell'esofago, nei polmoni, nello stomaco, ecc. - un processo oncologico può iniziare in uno di questi organi.

Un altro aspetto dell'effetto del cancro sugli organi interni è la loro spremitura da parte del tumore. Quando si schiaccia la vescica può essere la minzione frequente, mentre si stringe il retto (in rari casi) - difficoltà con la defecazione, ecc.

Vale la pena notare che il processo oncologico nel corpo stesso ha un effetto negativo su tutti gli organi, parzialmente inibendo o interrompendo la loro normale attività.

Funzione riproduttiva

Le implicazioni per la funzione riproduttiva in tale processo sono ambigue. Da una parte, senza cervice, una donna perde completamente la capacità di rimanere incinta indipendentemente. Dopotutto, è per il suo sperma che penetra nella cavità dell'organo, dove avviene il concepimento.

Dopo la rimozione della cervice, si forma una cicatrice al suo posto, in modo che non vi sia più accesso per lo spermatozoo alla cavità uterina. Con alcuni tipi di interventi o la rimozione parziale della cervice, il lume del canale cervicale non scompare completamente. Ma si restringe così tanto che la gravidanza non è ancora possibile in modo naturale. Inoltre, un tale fenomeno è estremamente raro. Nella maggior parte dei casi, c'è un'ostruzione completa.

Tuttavia, l'assenza della cervice non ha alcun effetto sul processo di gestazione stesso. Poiché l'utero è relativamente sano, l'embrione può attaccarsi, ricevere nutrimento. Pertanto, la fecondazione in vitro eseguita in condizioni generali può aiutare a diventare madre. Non è richiesta alcuna preparazione aggiuntiva, dal momento che tale operazione quasi non influisce sullo sfondo ormonale. Il parto si svolge con l'uso del taglio cesareo.

Vita intima

La rimozione della cervice non ha alcun effetto particolare sulla qualità della vita intima. Anche la libido dopo questa procedura non scompare e non diminuisce. Viene mantenuta anche la capacità di provare l'orgasmo.

L'unica limitazione è temporanea. Dopo l'intervento chirurgico, a seconda della sua ampiezza e natura, non puoi fare sesso da due settimane a due mesi. Inoltre, quando rimuovi parte della vagina, la vita intima può subire piccole modifiche.

Condizione generale

La condizione generale del corpo con una tale diagnosi certamente soffre. Sintomi tradizionali osservati caratteristici del processo oncologico. Questa è una perdita di peso significativa e acuta senza motivo apparente, perdita di appetito, anche senza causa. Inoltre, ci sono altri sintomi: apatia, letargia, stanchezza, astenia, sonnolenza e depressione. Da parte del tratto gastrointestinale sono possibili anche disturbi, che si manifestano nel vomito, nel gusto in bocca, ecc. Da parte della psiche si possono osservare sbalzi d'umore, depressione, tatto e pianto.

Conseguenze del rifiuto del trattamento

Il cancro cervicale può morire? La risposta a questa domanda è positiva - in assenza di trattamento tempestivo adeguato, la morte è possibile. Ciò è dovuto al fatto che il processo inizia a svilupparsi attivamente e al suo terzo e quarto stadio diventa, di norma, inutilizzabile. Le metastasi si trovano non solo nel sistema riproduttivo, ma anche in altri organi.

Nel corso del tempo, il processo oncologico inizia anche a svilupparsi in questi organi. Raggiunge una scala significativa. E poi l'oppressione o il funzionamento alterato del corpo comincia a manifestarsi. Di conseguenza, si verifica un'insufficienza d'organo e si verifica la morte. A rigor di termini, una donna non muore di cancro, ma il cancro porta a ciò che è in definitiva la causa della morte.

Cancro uterino (carcinoma dell'endometrio)

panoramica

Sintomi del cancro uterino

Cause e fattori di rischio per il cancro uterino

Diagnosi del cancro uterino

Fasi del cancro dell'utero

Trattamento del cancro uterino

La vita con il cancro dell'utero

Prevenzione del cancro del corpo uterino

Chi tratta?

Quale medico contattare per il cancro dell'utero?

Trattamento del cancro uterino all'estero

panoramica

Il cancro uterino è una neoplasia maligna comune del corpo dell'utero nelle donne. È anche chiamato cancro endometriale.

Cancro uterino - occupa 1 posto nella struttura delle malattie oncologiche femminili del sistema riproduttivo, il cancro cervicale occupa 2 posizioni. Tra tutti i tumori maligni femminili, il cancro dell'endometrio è inferiore solo al tumore al seno.

Il cancro del corpo dell'utero colpisce spesso le donne dopo la menopausa (oltre 50 anni), il picco di incidenza è osservato nelle donne di età compresa tra 65-69 anni. Circa il 5-6% dei casi di cancro nelle donne sono cancro uterino. Il sintomo più comune del cancro dell'endometrio è la comparsa di sanguinamento non mestruale dalla vagina, che dovrebbe sempre essere un motivo per consultare un ginecologo.

Nella maggior parte dei casi, il cancro uterino inizia nelle cellule che costituiscono la mucosa interna dell'utero - l'endometrio, quindi il cancro uterino è spesso chiamato cancro dell'endometrio. Meno comunemente, si forma un tumore maligno dal tessuto muscolare dell'utero. Tale neoplasma è chiamato sarcoma uterino e il suo trattamento può differire da quello del carcinoma endometriale. Questo articolo descrive principalmente il cancro dell'endometrio.

La causa esatta del cancro uterino non è chiara, ma sono noti fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare questa malattia. Uno di questi è una violazione del background ormonale. In particolare, il rischio di cancro dell'utero aumenta con l'aumento dei livelli dell'ormone estrogeno nel corpo. Interruzione del background ormonale può essere causato da una serie di ragioni, tra cui la menopausa, l'obesità, il diabete e la terapia ormonale sostitutiva. Inoltre, il rischio di sviluppare il cancro uterino aumenta leggermente con l'uso a lungo termine di un farmaco per il tumore al seno chiamato tamoxifene.

Sintomi del cancro uterino

I primi segni di cancro uterino sono leucorrea acquosa e scarico sanguigno fuori dalla vagina. A poco a poco, lo scarico diventa più abbondante, più simile al sanguinamento uterino. Di norma, qualsiasi sanguinamento dalla vagina nelle donne in menopausa è sospetto di cambiamenti cancerogeni.

I probabili segni di cancro uterino nelle donne in età riproduttiva sono:

  • periodi più abbondanti, rispetto al solito;
  • sanguinamento vaginale tra le mestruazioni.

I sintomi più rari del carcinoma endometriale possono essere dolore addominale e disagio durante il rapporto sessuale.

Se il cancro raggiunge uno stadio avanzato, può manifestarsi:

  • dolore alla schiena, alle gambe o alla regione pelvica;
  • mancanza di appetito;
  • stanchezza;
  • nausea e malessere generale.

La leucorrea vaginale e, inoltre, il sanguinamento che non è associato alle mestruazioni dovrebbe essere una ragione per il trattamento obbligatorio da parte di un ginecologo. Questi sintomi sono caratteristici di molte malattie: polipi o fibromi uterini, infezioni genitali, cancro dell'utero e altre parti del sistema riproduttivo femminile.

Cause e fattori di rischio per il cancro uterino

Il corpo consiste di milioni di cellule diverse. Il cancro si sviluppa quando alcuni di loro iniziano a moltiplicarsi indefinitamente, formando una neoplasia volumetrica - un tumore. Un tumore maligno può colpire qualsiasi parte del corpo in cui si verifica un errore nel sistema di regolazione della divisione cellulare e della crescita.

Il cancro del corpo dell'utero è soggetto a rapida crescita e si diffonde agli organi e ai tessuti vicini. Di solito, le cellule tumorali sono diffuse in tutto il corpo attraverso il sistema linfatico o circolatorio. Il sistema linfatico è una raccolta di nodi e canali distribuiti in tutto il corpo e collegati tra loro come il sistema circolatorio. Attraverso i vasi linfatici e i vasi sanguigni, le cellule tumorali possono diffondersi in qualsiasi parte del corpo, tra cui ossa, sangue e organi. Questo è chiamato metastasi.

Fattori che aumentano il rischio di cancro uterino:

  • Età. Il rischio di cancro uterino aumenta con l'età, nella maggior parte dei casi la malattia viene diagnosticata nelle donne di età superiore ai 50 anni.
  • Gli estrogeni. Il rischio di cancro uterino è correlato al livello di estrogeni nel corpo. Questo è uno degli ormoni che regolano il lavoro del sistema riproduttivo femminile. L'estrogeno stimola il rilascio dell'uovo dall'ovaio, la divisione e la crescita delle cellule endometriali. Il progesterone prepara il rivestimento dell'utero per ricevere un uovo dall'ovaia. Di solito, i livelli di estrogeni sono controllati dal progesterone. Ma l'equilibrio ormonale nel corpo può essere disturbato. Ad esempio, dopo la menopausa, il corpo smette di produrre progesterone, ma sintetizza ancora una piccola quantità di estrogeno. Questo estrogeno provoca la divisione delle cellule endometriali, che può aumentare il rischio di cancro uterino.
  • Terapia ormonale sostitutiva A causa della connessione tra estrogeno e cancro uterino, la terapia ormonale sostitutiva con estrogeni deve essere prescritta solo alle donne che hanno rimosso il loro utero. In altri casi, deve essere somministrata una combinazione di estrogeni e progesterone per ridurre il rischio di cancro uterino.
  • Sovrappeso o obesità. Poiché l'estrogeno può essere prodotto dal tessuto adiposo, il sovrappeso o l'obesità aumentano il livello di estrogeni nel corpo. Ciò aumenta notevolmente il rischio di cancro uterino. Il rischio di sviluppare tumore uterino nelle donne in sovrappeso è 3 volte superiore rispetto alle donne con peso normale. Con l'obesità - 6 volte superiore rispetto alle donne con peso normale. Pertanto, è importante sapere come calcolare l'indice di massa corporea.
  • Mancanza di parto Nelle donne che non hanno partorito, il rischio di sviluppare il cancro uterino è più alto. Ciò può essere dovuto al fatto che un aumento dei livelli di progesterone e una diminuzione dei livelli di estrogeni durante la gravidanza proteggono il rivestimento uterino.
  • Tamoxifen. Le donne che assumono il tamoxifene (un farmaco ormonale per il trattamento del tumore al seno) possono avere un aumentato rischio di sviluppare il cancro uterino. Tuttavia, i benefici del trattamento con tamoxifene superano questo rischio.
  • Il diabete mellito. Le donne con diabete hanno una probabilità due volte maggiore di sviluppare il cancro uterino rispetto ad altre. Il diabete aumenta i livelli di insulina nel corpo, che a sua volta può stimolare la produzione di estrogeni.
  • Ovaio policistico (PCOS). Le donne con sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro dell'utero, perché hanno un maggiore contenuto di estrogeni nel corpo. Le donne con PCO sviluppano cisti nelle ovaie, che possono causare sintomi quali mestruazioni irregolari o scarse, amenorrea e problemi di concepimento, obesità, acne e eccessiva peluria (irsutismo).
  • Iperplasia endometriale. Iperplasia endometriale è un ispessimento del rivestimento dell'utero. Le donne con questa condizione hanno un aumentato rischio di cancro uterino.

Diagnosi del cancro uterino

La diagnosi primaria del cancro uterino è un ginecologo. Svolge un esame ginecologico e può, se necessario, eseguire una serie di altri studi. Se sospetti il ​​cancro dell'utero, il ginecologo ti invierà un consulto con un ginecologo, un oncologo, che può essere selezionato cliccando sul link. Inoltre, saranno necessarie ulteriori analisi ed esami.

Sangue sui marcatori tumorali.

Per diagnosticare il cancro dell'utero, a volte vengono eseguiti esami del sangue, dal momento che un tumore canceroso secerne alcune sostanze chimiche nel sangue, i cosiddetti marcatori tumorali.

Tuttavia, i risultati degli esami del sangue per i marcatori tumorali non sono sempre accurati e affidabili. La presenza di marcatori tumorali nel sangue non significa sicuramente che tu abbia un cancro uterino, e in alcune donne con cancro uterino queste sostanze, al contrario, non si trovano nel sangue.

Ultrasuono transvaginale

Potrebbe anche essere prescritto l'ecografia transvaginale (US). Questo è un tipo di diagnostica che utilizza un piccolo dispositivo di scansione sotto forma di sonda. Viene inserito nella vagina per ottenere un'immagine dettagliata della struttura interna dell'utero. Questa procedura può essere un po 'spiacevole, ma solitamente non causa dolore.

L'ecografia transvaginale rivela un indurimento della membrana mucosa dell'utero, che può indicare la presenza di un cancro.

Biopsia uterina

Se l'ecografia transvaginale mostrava un sigillo sulle pareti dell'utero, molto probabilmente ti verrà prescritta una biopsia per chiarire la diagnosi. Una biopsia consiste nel prelevare un piccolo campione di cellule dal rivestimento dell'utero (endometrio). Questo campione viene quindi testato in laboratorio per la presenza di cellule tumorali.

Una biopsia viene eseguita in vari modi:

  • biopsia di aspirazione: un piccolo tubo flessibile viene inserito nell'utero attraverso la vagina, che aspira le cellule endometriali;
  • isteroscopia con biopsia - un piccolo dispositivo ottico viene inserito nell'utero attraverso la vagina, con il quale il medico può esaminare la mucosa uterina e prelevare un campione di tessuto da un'area sospetta della mucosa con uno speciale strumento chirurgico.

Di norma, in caso di sospetto cancro dell'utero nel processo di isteroscopia, viene eseguita la rimozione completa dell'endometrio - raschiamento. Questa semplice procedura chirurgica viene eseguita in anestesia generale. Il tessuto rimosso viene quindi inviato a un laboratorio per l'analisi.

Test aggiuntivi per il cancro dell'utero

Per determinare lo stadio del cancro, la dimensione del tumore, la presenza di metastasi (tumori della figlia) e lo sviluppo di tattiche di trattamento ottimali, sono prescritti ulteriori studi:

  • una radiografia del torace per vedere se il cancro si è diffuso ai polmoni;
  • risonanza magnetica (MRI) per rilevare metastasi e chiarire la dimensione del tumore;
  • tomografia computerizzata (CT), quando si utilizza una serie di raggi X per creare un'immagine dettagliata della struttura interna del corpo per verificare se il tumore si è diffuso ad altri organi;
  • esami del sangue aggiuntivi per verificare le condizioni generali del corpo e il lavoro di alcuni organi.

Fasi del cancro dell'utero

Ci sono le seguenti fasi del cancro dell'endometrio:

  • fase 1 - un tumore all'interno del corpo dell'utero;
  • stadio 2 - il cancro si è diffuso alla cervice;
  • Stadio 3 - la neoplasia è andata oltre l'utero, danneggiando i tessuti oi linfonodi circostanti;
  • Fase 4 - Il tumore si è diffuso ai tessuti molli della cavità addominale o ad altri organi, come la vescica, l'intestino, il fegato oi polmoni.

Le possibilità di cura per il cancro uterino dipendono dallo stadio in cui viene diagnosticata la malattia. Se il tumore dell'utero viene diagnosticato nelle fasi 1 o 2, le probabilità di vivere per altri cinque anni sono del 70-80%. Molte donne con cancro nel primo stadio sono completamente guarite.

Se la malattia viene diagnosticata nella fase 3, le probabilità di vivere altri cinque anni sono del 40-50%. In circa il 25% dei casi, il cancro uterino viene diagnosticato nella quarta fase. A questo punto, le possibilità di vivere almeno altri cinque anni sono solo del 20-30%.

Trattamento del cancro uterino

Il metodo principale di un tumore maligno dell'endometrio è la rimozione dell'utero, delle ovaie e delle tube di Falloppio. A volte, a seconda dello stadio e dell'estensione della diffusione del cancro, viene utilizzato un trattamento combinato: dopo l'intervento chirurgico viene prescritto un ciclo di radioterapia o chemioterapia per uccidere le eventuali cellule tumorali rimanenti.

In rari casi, nelle giovani donne che non hanno ancora raggiunto la menopausa, l'utero è lasciato per preservare la funzione riproduttiva. Quindi il cancro uterino viene trattato con terapia ormonale.

La chemioterapia è comunemente usata negli stadi successivi e incurabili di un tumore. In questo caso, l'obiettivo del trattamento è ottenere la remissione, quando il tumore canceroso si riduce di dimensioni, migliorando così il benessere e la qualità della vita. Ma anche nei casi di cancro avanzato, a volte viene eseguito un trattamento chirurgico per rimuovere quante più cellule tumorali possibile. Inoltre, vengono prescritte radioterapia, ormoni o chemioterapia per alleviare il dolore, ridurre le dimensioni del tumore rimanente e rallentarne la crescita.

Chirurgia per cancro dell'utero

Il trattamento principale per il cancro uterino fase 1 - isterectomia con appendici - completa rimozione di utero, cervice, ovaie e tube di Falloppio. Il chirurgo può anche prelevare campioni di cellule dai linfonodi nel bacino e nell'addome, nonché in altri tessuti adiacenti. Se le cellule tumorali si trovano in esse, l'operazione è completata dalla rimozione dei linfonodi.

Molto spesso, durante l'estirpazione, viene eseguita una grande incisione nell'addome, in modo che il chirurgo possa accedere all'utero e rimuoverlo. Questa è chiamata laparotomia. A volte è possibile effettuare la rimozione dell'utero con appendici attraverso piccole incisioni puntate - accesso laparoscopico. Durante l'estirpazione laparoscopica dell'utero con appendici, vengono effettuate diverse piccole incisioni, attraverso le quali sono inseriti uno speciale dispositivo ottico (laparoscopio) e altri strumenti chirurgici. Grazie a questo, il chirurgo può vedere cosa sta accadendo all'interno dell'addome e rimuovere l'utero attraverso la vagina.

Il recupero dopo la chirurgia laparoscopica è molto più veloce, perché l'intervento è meno traumatico per il corpo.

Dopo l'intervento, anche a letto, si consiglia di iniziare a muoversi il prima possibile. È importante per migliorare la circolazione del sangue e prevenire l'intasamento dei vasi sanguigni con coaguli di sangue. Il medico curante dell'ospedale dovrebbe mostrarti esercizi che ti aiuteranno a evitare complicazioni.

L'ablazione endometriale endoscopica è un altro possibile trattamento per le prime fasi del cancro uterino. Questo è il metodo più benigno di trattamento chirurgico dei tumori maligni dell'utero. L'ablazione è utilizzata nelle donne in età pre e postmenopausale, quando la rimozione dell'utero è controindicata per motivi di salute e la donna non prevede di avere figli. L'operazione viene eseguita senza incisioni. Gli strumenti speciali vengono inseriti attraverso la vagina e la cervice, che, utilizzando l'energia di una corrente elettrica o un laser, distruggono l'intero endometrio insieme alle cellule tumorali.

Nel cancro degli stadi dell'utero 2 e 3, viene eseguita un'estirpazione estesa dell'utero, cioè l'utero, la cervice, la parte superiore della vagina, le tube di Falloppio, le ovaie e il tessuto adiposo con i linfonodi che circondano questi organi. Le radiazioni o la chemioterapia sono spesso richieste dopo l'intervento chirurgico per ridurre il rischio di ri-sviluppo del tumore.

Se il tumore ha raggiunto una grande dimensione e non può essere rimosso, la chirurgia citoriduttiva viene eseguita completamente - la rimozione del massimo volume possibile di cellule tumorali. Lo scopo di tale operazione è di alleviare i sintomi, prolungare la vita e migliorare la sua qualità.

Radioterapia per il cancro dell'utero

La radioterapia viene utilizzata in combinazione con un trattamento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore prima dell'intervento chirurgico o per prevenire la recidiva del tumore dopo la rimozione dell'utero. A volte la radiazione viene utilizzata nei casi in cui l'operazione è impossibile.

Per il trattamento del cancro uterino vengono utilizzati due tipi di radioterapia:

  • radioterapia a contatto (brachiterapia), quando un applicatore di plastica con una fonte radioattiva viene iniettato nell'utero e una grande dose di tessuto direttamente interessato viene irradiata, con un impatto minimo sugli organi sani;
  • radioterapia a distanza, quando la regione pelvica viene irradiata con un dispositivo speciale che focalizza i raggi nella posizione del tumore, l'effetto si estende ai tessuti circostanti.

Dovrai venire in ospedale per sessioni di radioterapia a distanza cinque giorni alla settimana, con una pausa per il fine settimana. La sessione dura alcuni minuti. Il corso della radioterapia dura circa quattro settimane, a seconda dello stadio del tumore e della posizione del tumore nell'utero.

Alcune donne, oltre alla radioterapia a distanza, ricevono anche il contatto (brachiterapia). Esistono vari tipi di brachiterapia con radiazioni a bassa, media o alta dose. A basso dosaggio, l'irradiazione avviene più lentamente, quindi il dispositivo può essere nell'utero più a lungo. La radioterapia a contatto viene solitamente eseguita in ospedale. Discuti di questo con il tuo dottore.

La radioterapia ha effetti collaterali: irritazione e arrossamento della pelle, perdita di capelli, grave affaticamento. La radioterapia alla regione pelvica può colpire l'intestino, causando nausea e diarrea. La maggior parte degli effetti indesiderati scomparirà alla fine del trattamento, ma circa il 5% delle donne sviluppa effetti collaterali cronici, come diarrea e sanguinamento dall'ano.

Chemioterapia per il cancro dell'endometrio

La chemioterapia viene utilizzata più spesso dopo l'intervento chirurgico per ridurre al minimo il rischio di sviluppare nuovamente il cancro. La chemioterapia tratta anche fasi successive del cancro, quando non è possibile rimuovere completamente il tumore. Quindi questo metodo di trattamento aiuta a rallentare la crescita del tumore, ridurre la gravità dei sintomi, prolungare la vita e migliorare la sua qualità.

Di solito la chemioterapia viene eseguita in cicli, periodi di trattamento - corsi di chimica, alternati a periodi di riposo, in modo che il corpo possa riprendersi. Le medicine sono più spesso somministrate per via endovenosa. Il trattamento viene di solito effettuato in ospedale, ma a volte è consentita la chemioterapia a casa. Questo dovrebbe essere discusso con il medico.

Effetti collaterali della chemioterapia:

Aumenta anche il rischio di avvelenamento del sangue (sepsi), perché la chemioterapia indebolisce la capacità del corpo di combattere le infezioni. Gli effetti collaterali devono passare quando si completa il trattamento.

Terapia ormonale per il cancro uterino

Poiché lo sviluppo del cancro dell'endometrio può essere associato all'influenza dell'estrogeno, in alcuni casi la terapia ormonale viene utilizzata per il trattamento. Di solito, progesterone sintetico o ormoni che influenzano la funzione del sistema riproduttivo sono prescritti per questo scopo. Le medicine sono più spesso somministrate per via intramuscolare a frequenze diverse, a seconda del regime. A volte passano a forme di ormoni compresse.

Fondamentalmente, la terapia ormonale è usata per trattare il tumore uterino iniziale nelle giovani donne, per le quali è importante preservare la funzione riproduttiva. Se il trattamento ha avuto successo e il tumore è scomparso, alle donne viene prescritto un altro schema di terapia ormonale per ripristinare il ciclo mestruale. Ci vogliono circa 6 mesi.

A volte la terapia ormonale viene utilizzata come fase preparatoria per la chirurgia per ridurre le dimensioni del tumore. Meno comunemente, questo tipo di trattamento è prescritto in una fase avanzata o nel caso di una crescita ripetuta del cancro.

Il trattamento può avere effetti collaterali, tra cui lieve nausea, deboli crampi muscolari e aumento di peso. Durante la terapia, le mestruazioni vengono interrotte, si sviluppa la menopausa artificiale. Discuti di questo con il tuo dottore.

Prove cliniche

Sono stati compiuti molti progressi nel trattamento del cancro uterino. L'aspettativa di vita delle donne con diagnosi di cancro uterino aumenta di anno in anno. È stato possibile ridurre il numero di effetti collaterali derivanti dal trattamento. In parte, ciò è stato reso possibile attraverso prove cliniche, quando nuovi trattamenti e combinazioni di trattamenti sono confrontati con quelli standard.

Per alcuni pazienti con cancro, la partecipazione a studi clinici diventa una possibilità per una cura, in quanto lo studio utilizza nuovi farmaci che possono essere molto efficaci nel trattamento del cancro. Di norma questi farmaci sono costosi, ma la partecipazione allo studio è gratuita.

Se ti viene offerto di partecipare a una sperimentazione clinica, dovrai leggere attentamente le informazioni sullo studio e redigere un consenso scritto. È possibile rifiutare o interrompere la partecipazione al processo, non influirà sul trattamento.

Esiste un unico database di studi clinici attualmente in corso o che si prevede di effettuare in Russia secondo il profilo "Oncologia". Questa informazione può essere trovata qui.

La vita con il cancro dell'utero

La chirurgia per il cancro dell'utero e altri trattamenti sono difficili da trasportare. Durante il periodo di recupero, che può durare da un mese e mezzo a tre mesi, non è possibile sollevare pesi (ad esempio, bambini o borse pesanti) e svolgere lavori domestici associati a uno sforzo fisico intenso. Si raccomanda di rifiutare di guidare un'auto per 3-8 settimane dopo la rimozione dell'utero.

Alla fine del corso del trattamento, dovresti sottoporti regolarmente a esami programmati. Tutte le donne trattate per cancro del corpo dell'utero, sono nel dispensario dell'oncologo. Durante le visite di routine dal medico, la donna esegue i test necessari e talvolta si sottopone a esami strumentali (ecografia, risonanza magnetica, ecc.) Per monitorare il tumore.

Adattamento sessuale e sociale dopo la rimozione dell'utero

Il cancro uterino e il suo trattamento possono influenzare la vita sessuale come segue:

  • Menopausa precoce: la rimozione delle ovaie può innescare l'estinzione prematura della funzione riproduttiva delle donne e il fallimento nello sviluppo degli ormoni sessuali. I sintomi della menopausa comprendono secchezza vaginale e perdita del desiderio sessuale.
  • Cambiamenti vaginali: dopo la radioterapia per il cancro dell'utero, la vagina può restringere e perdere la sua elasticità. A volte questo è un ostacolo all'intimità. I dilatatori vaginali, i coni di plastica speciali che devono essere inseriti nella vagina per allungare le pareti, possono aiutare. Puoi allungare la vagina mentre fai sesso, con le dita o con un vibratore.
  • Diminuzione della libido: dopo il trattamento del cancro dell'utero, molte donne perdono interesse per il sesso. Il trattamento può causare affaticamento grave, una diagnosi è uno shock nervoso e l'impossibilità di avere figli è confusione e depressione.

Pertanto, una perdita temporanea di interesse nell'attività sessuale è del tutto naturale. Cerca di discutere i tuoi sentimenti con il tuo partner. Se noti che i problemi con il sesso non vanno via con il tempo, trova un buon terapeuta. Il medico può prescrivere un ciclo di antidepressivi o suggerire sessioni di psicoterapia. Esistono gruppi di supporto per le persone affette da cancro, in cui è possibile ottenere consigli da una persona che ha attraversato lo stesso processo.

Per ottenere consigli, supporto morale, assistenza nella risoluzione di problemi legali e persino medici, è possibile visitare il portale "Il movimento contro il cancro" o il "Progetto di co-azione", che è impegnato in un supporto completo per le persone affette da cancro. La linea di aiuti psicologici 24 ore su 24 tutta russa per i pazienti oncologici e i loro parenti è 8-800-100-01-91 e 8-800-200-2-200 da 9 a 21 ore.

Benefici per i malati di cancro

Per l'intero periodo di trattamento e riabilitazione, viene rilasciato un congedo per malattia retribuito. Se, dopo il trattamento, ci sono restrizioni sulla capacità di lavorare o una donna non può più svolgere il suo lavoro precedente (ad esempio, associato a condizioni di lavoro pericolose), viene inviata per un esame medico e sanitario per registrare la sua disabilità. In futuro, metti un assegno in contanti per invalidità.

L'assegno in denaro è versato anche ai cittadini disoccupati che si prendono cura di una persona gravemente malata. Informazioni più dettagliate dovrebbero essere fornite dal medico curante.

I pazienti con cancro sono idonei a ricevere farmaci gratuiti dalla lista dei farmaci preferenziali. Ciò richiederà una prescrizione dal medico curante. A volte la prescrizione è prescritta da una commissione medica.

Prevenzione del cancro del corpo uterino

Sfortunatamente, non ci sono metodi affidabili per proteggersi dal cancro uterino. Tuttavia, sono noti molti fattori, evitando quali possono ridurre significativamente il rischio di cancro dell'endometrio.

Il modo più efficace per prevenire il cancro uterino è mantenere un peso normale. Il modo migliore per prevenire il sovrappeso o l'obesità è mangiare correttamente ed esercitare regolarmente.

Si consiglia una dieta povera di grassi e ricca di fibre, compresi i cereali integrali e almeno cinque porzioni di verdura e frutta al giorno (circa 400-500 grammi al giorno). Alcuni studi suggeriscono che una dieta ricca di prodotti a base di soia può aiutare a prevenire il cancro uterino. La soia contiene isoflavoni, che proteggono il rivestimento dell'utero. Oltre alla stessa soia, puoi mangiare il formaggio tofu. Tuttavia, la prova affidabile di questa ipotesi non è sufficiente.

La maggior parte delle persone consiglia almeno 150 minuti (due ore e mezza) di esercizio aerobico di media intensità a settimana (ad esempio, in bicicletta o a piedi veloci). È meglio distribuire questo carico durante la settimana ad almeno cinque allenamenti separati. Se non hai mai praticato uno sport o non lo pratichi da molto tempo, esegui un esame fisico prima di iniziare l'allenamento.

Gli studi hanno dimostrato che l'uso a lungo termine di un contraccettivo orale può ridurre il rischio di cancro uterino. Altri tipi di contraccettivi, come un impianto contraccettivo e un sistema intrauterino, secernono un progestinico (progesterone sintetico). Può anche ridurre il rischio di cancro uterino.

Chi tratta?

Quale medico contattare per il cancro dell'utero?

Con l'aiuto dell'emendamento del servizio, puoi trovare un ginecologo, un oncologo o un oncologo. Se necessario, puoi chiamare un oncologo a casa. Sul nostro sito web, puoi scegliere una clinica oncologica o un centro oncologico, leggere recensioni e altre informazioni su di loro.

Trattamento del cancro uterino all'estero

Partner del sito web L'emendamento è raccomandato, che fornisce pieno supporto in tutte le fasi dell'organizzazione del trattamento all'estero. L'azienda collabora con 40 paesi e oltre 800 cliniche in tutto il mondo. È possibile richiedere una selezione di diagnostica e trattamento sul nostro sito web. I nostri partner risponderanno prontamente ed efficacemente alle vostre domande e selezioneranno per voi un programma individuale di trattamento del cancro dell'utero in uno dei 40 paesi del mondo.

L'approccio di Approkom a ciascun paziente è individuale. Ti offriranno opzioni di trattamento per il cancro dell'utero, dopo aver esaminato le cartelle cliniche. Puoi sempre scegliere una clinica e un medico in base alla specializzazione dell'istituto, al tuo budget, alle condizioni aggiuntive offerte dall'istituto, ecc.

Il cancro uterino è una diagnosi complessa che molte donne affrontano ogni anno. È necessario sottoporsi periodicamente all'esame di specialisti per escludere i fattori di rischio. Il tumore uterino viene trattato con successo in paesi europei come la Finlandia, la Germania, nonché la Repubblica Ceca e l'area più a bilancio, l'Ungheria. Quando l'oncologia viene rilevata nelle fasi iniziali, il tumore uterino viene trattato con buoni risultati, il livello e la qualità della vita sono massimizzati.

Contattaci compilando il modulo, e uno specialista di trattamento all'estero ti richiamerà il prima possibile.