loader
Raccomandato

Principale

Prevenzione

La legge

La parola un po 'insolita "palliativa" deriva dal latino "pallium", cioè "velo", "mantello". Filosoficamente, questo concetto implica la protezione dagli effetti negativi e la fornitura di comfort. In realtà, le cure palliative mirano a creare tali condizioni per le persone gravemente ammalate in cui è più facile trasferire la propria posizione. Le cure palliative sono un sistema di misure volte a migliorare la qualità della vita dei pazienti con malattie incurabili, difficili da vivere e potenzialmente letali. Consiste nell'uso di droghe e tecniche che alleviano le sindromi dolorose o riducono al minimo il loro grado di manifestazione.

L'essenza delle cure palliative

Sappiamo tutti che un giorno moriremo, ma in realtà cominciamo a renderci conto dell'inevitabilità della morte solo alla sua soglia, per esempio, quando non c'è speranza per una cura per una malattia grave. Per molti, la sensazione di avvicinarsi alla morte non è meno terribile della sofferenza fisica. Quasi sempre, insieme ai morenti, i loro cari sopportano un'angoscia mentale intollerabile. Le cure palliative sono mirate precisamente ad alleviare il destino del paziente e sostenere i suoi parenti applicando una varietà di metodi di influenza: droghe, sostegno morale, conversazioni, attività organizzative che aumentano la vitalità, risolvono problemi sociali, ecc. Benché le cure palliative mediche si concentrino sull'uso di farmaci che facilitano la sofferenza non può essere completamente segregata. Medici, infermieri, infermieri che lavorano con gli ammalati incurabili dovrebbero essere in grado non solo di eseguire procedure antidolorifiche, ma anche di avere un effetto benefico sul paziente con il loro atteggiamento umano, trattamento, parole correttamente scelte. Cioè, la persona morente non dovrebbe sentirsi un peso, superfluo, non più necessario. Alla fine, deve sentire il valore di se stesso come persona e essere in grado di realizzare se stesso nella misura in cui ci riesce.

La procedura per la fornitura di cure palliative

In Russia è stato emesso l'ordine n. 187n, approvato il 14/04/2015, che fa riferimento alla procedura per fornire cure mediche palliative. Un paragrafo separato di questo ordine ha evidenziato le categorie di persone che possono contare su di esso. Le malattie e le condizioni in cui vengono fornite le cure palliative sono le seguenti:

  • oncologia;
  • malattie croniche nella fase terminale;
  • traumi irreversibili, in cui il paziente ha bisogno di cure mediche costanti;
  • malattie degenerative del sistema nervoso nelle fasi finali;
  • demenza nella fase terminale (ad esempio, la malattia di Alzheimer);
  • disturbi gravi e irreversibili della circolazione cerebrale.

Riguardo le specifiche per aiutare le persone con AIDS, c'è l'ordine n. 610 del 17 settembre 2007.

Ognuna di queste malattie ha le sue caratteristiche del corso e richiede un approccio individuale nella terapia e nella cura del paziente.

Cure palliative per pazienti affetti da cancro

Secondo la logica delle cose, il processo naturale della morte dovrebbe riguardare le persone in età avanzata. Ma sfortunatamente, ci sono una serie di malattie incurabili che colpiscono sia i vecchi che i giovani, come il cancro. Circa 10 milioni di terrestri si ammalano di cancro ogni anno, senza contare un gran numero di ricadute. Sono proprio i malati di cancro negli ultimi stadi della malattia a fornire prima le cure palliative. Può essere eseguito separatamente o in combinazione con radioterapia e chemioterapia e consiste nell'alleviare il dolore del paziente con potenti farmaci.

Secondo le statistiche, il cancro colpisce soprattutto coloro che hanno superato il limite di età di 55 anni (oltre il 70% dei casi). Nella vecchiaia, di regola, i pazienti sono diagnosticati con altri disturbi (cardiaci, vascolari e molti altri) che aggravano la loro situazione. L'organizzazione delle cure palliative dovrebbe essere basata su fattori aggravanti alla base della malattia. Allo stesso tempo, è necessario utilizzare tutti i metodi disponibili per la scienza per alleviare la situazione del paziente, indipendentemente dal fatto che ci sia una possibilità di recupero.

Chirurgia palliativa

L'idea di fornire cure palliative per il cancro oltre all'uso di "Morfina", "Buprenorfina" e altri analgesici narcotici sono le cosiddette operazioni palliative. Essi implicano un intervento chirurgico nei casi in cui il medico sa in anticipo che il paziente non si riprenderà, ma le sue condizioni miglioreranno per un breve o lungo periodo. A seconda della posizione del tumore e del suo tipo (decadimento, sanguinamento, metastasi), le operazioni palliative distinguono tra due categorie. Il primo è un'emergenza - quando il paziente ha una minaccia immediata alla vita nel prossimo futuro. Quindi, in caso di tumore della laringe, nell'operazione viene installata una tracheotomia, in caso di cancro dell'esofago viene suturata una gastrostomia. In questi casi, non rimuovono il tumore, ma creano condizioni in base alle quali sarà meno dannoso per la vita del paziente. Di conseguenza, la morte può essere posticipata indefinitamente, a volte per diversi anni.

La seconda categoria di interventi chirurgici è pianificata, quando il tumore viene rimosso e viene eseguito il trattamento classico.

Aiuto alle persone con AIDS

Le caratteristiche di questa malattia portano grande tormento ai pazienti. Spesso le persone con infezione da HIV hanno problemi emotivi, psicologici e sociali non meno della sofferenza fisica. Anche il personale di assistenza è sottoposto a pressioni psicologiche a causa del timore di essere infetti, sebbene ciò avvenga molto raramente nella vita di tutti i giorni. L'AIDS è una malattia progressiva e fatale, ma a differenza del cancro ci sono periodi di remissione e riacutizzazioni associate a malattie infettive concomitanti. Pertanto, con l'AIDS, le cure palliative mediche sono la terapia sintomatica secondo le indicazioni e i metodi di trattamento attivo che alleviano il dolore, che allevia le condizioni del paziente durante la febbre, le lesioni cutanee e cerebrali e altre condizioni dolorose. Se i pazienti oncologici non vengono informati della loro diagnosi, le persone con infezione da HIV verranno immediatamente informate. Pertanto, è molto desiderabile che prendano parte alla scelta dei metodi di trattamento e siano informati sui risultati con cui passa.

Aiuta con altre malattie

Ci sono molti disturbi severi. Ad esempio, l'ictus porta a invalidità e morte in circa l'80-85% dei casi. Per coloro che l'hanno subito, l'assistenza medica palliativa consiste nell'eseguire le necessarie procedure terapeutiche che supportano e, per quanto possibile, rinnovano le funzioni vitali del corpo (ad esempio, la capacità di camminare). La cura quotidiana di questi pazienti include l'installazione di un catetere per la rimozione delle urine, la prevenzione delle piaghe da decubito, l'alimentazione attraverso una sonda rinofaringea o l'uso di una gastrostomia endoscopica, esercizi per rafforzare i muscoli del paziente e altri.

Un numero crescente di persone sul pianeta sta affrontando la malattia di Alzheimer, in cui il cervello è disturbato, e con esso tutti gli organi e i sistemi del corpo, comprese le funzioni mentali, verbali, motorie e immunoprotettive. Le cure palliative in questo caso sono nel mantenimento medico del corpo, così come nel creare per il paziente le condizioni che assicurano (per quanto possibile) la sua normale attività vitale.

Trattamento ambulatoriale

L'organizzazione delle cure palliative include cure ambulatoriali e ospedaliere. In ambito ambulatoriale, le persone possono andare alle istituzioni mediche, ma più spesso i medici stessi vanno nelle case dei loro pazienti (principalmente per manipolazioni anestetiche). Questo servizio dovrebbe essere fornito gratuitamente. Oltre alle procedure mediche, l'assistenza ambulatoriale consiste nell'insegnare ai parenti come prendersi cura dei pazienti gravemente malati a casa, che include procedure idriche (lavaggio, lavaggio), nutrizione (per via orale, enterale con sonda o parenterale, mediante iniezione di sostanze nutritive), escrezione di gas e prodotti di scarto usando cateteri, tubi di fumo, prevenzione del piaghe da decubito e molto altro. Anche nell'ambulatorio comprende l'emissione di prescrizioni per stupefacenti e psicofarmaci, il rinvio del paziente all'ospedale, l'assistenza psicologica e sociale ai suoi parenti.

Day hospital

L'ordine n. 187n, che regola la procedura per la fornitura di cure palliative alla popolazione adulta, individua la possibilità di trattare i pazienti negli ospedali diurni. Ciò avviene nei casi in cui non è necessario condurre un'osservazione 24 ore su 24 del paziente, ma è necessario utilizzare l'hardware e altri metodi specifici di trattamento, ad esempio per posizionare contagocce, utilizzare laser o radioterapia. Gli ospedali diurni per i pazienti che hanno l'opportunità di visitarli sono un'opzione eccellente, poiché con tale trattamento una persona non si sente separata dalla sua famiglia e allo stesso tempo riceve tutte le procedure necessarie che non possono essere svolte a casa.

ospizi

Questo è il nome dell'istituzione in cui vengono fornite cure mediche palliative a pazienti incurabili nella fase terminale della malattia. La parola "ospizio" deriva dal latino "hospitium", che significa "ospitalità". Questa è l'essenza di queste istituzioni, che qui non solo, come negli ospedali, forniscono cure, ma creano anche le condizioni di vita più confortevoli per i pazienti. Entrano negli ospizi principalmente poco prima della morte, quando non c'è più la possibilità di fermare i dolori gravi e di fornire assistenza a casa. La maggior parte dei pazienti ospiziosi non può mangiare per via orale, respirare autonomamente, soddisfare i propri bisogni fisiologici senza un aiuto specifico, ma nonostante questo, rimangono comunque personalità e il loro atteggiamento nei confronti di loro dovrebbe essere appropriato. Oltre alle funzioni dell'unità di degenza, gli ospizi devono necessariamente svolgere un trattamento ambulatoriale di pazienti gravi, oltre che lavorare come day hospital.

Il personale

Le cure palliative sono fornite non solo da operatori sanitari, ma anche da volontari, leader religiosi e organizzazioni pubbliche. Lavorare con persone che muoiono non è la forza di tutti. Ad esempio, un'infermiera di cure palliative dovrebbe avere non solo competenze professionali nell'esecuzione di procedure (iniezioni, iniezioni, installazione di cateteri, collegamento del paziente a dispositivi che supportano le funzioni vitali del corpo), ma anche qualità come compassione, filantropia, essere in grado di essere uno psicologo che aiuta I pazienti si sentono a proprio agio con la loro posizione e vicino alla morte. Sdegnoso, altamente impressionabile e indifferente al dolore degli altri, è assolutamente impossibile per le persone lavorare con pazienti gravemente malati. È anche severamente vietato accelerare la scomparsa del paziente per liberarlo dall'agonia.

Dovrebbe essere chiaro che il tipo di attività ha un impatto negativo anche sugli stessi operatori di cure palliative. La presenza costante accanto al morente conduce spesso alla depressione, a esaurimenti nervosi o sviluppa indifferenza nei confronti del dolore degli altri, che è una sorta di difesa psicologica.

Questo è il motivo per cui è inestimabile per tutti coloro che sono coinvolti nelle cure palliative condurre periodicamente training, seminari e incontri di condivisione delle esperienze.

Cure palliative

Le cure palliative (dal francese palliatif dal latino pallium - velo, impermeabile) è un approccio che migliora la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie che si trovano ad affrontare i problemi di una malattia che minaccia la vita prevenendo e alleviando la sofferenza attraverso la diagnosi precoce, la valutazione approfondita e il trattamento del dolore e altri sintomi fisici, oltre a fornire supporto psicosociale e spirituale al paziente e alla sua famiglia [1].

Il termine "palliativo" deriva dal latino "pallium", che significa "maschera" o "mantello". Questo determina il contenuto e la filosofia delle cure palliative: lisciando - mitigando le manifestazioni di una malattia incurabile e / o riparando con un impermeabile - creando una copertura per proteggere coloro che sono rimasti "al freddo e senza protezione".

contenuto

Obiettivi e obiettivi delle cure palliative

  • allevia il dolore e altri sintomi di disturbo;
  • afferma la vita e tratta la morte come un processo naturale;
  • non cerca di accelerare o ritardare l'inizio della morte;
  • include gli aspetti psicologici e spirituali della cura del paziente;
  • offre ai pazienti un sistema di supporto in modo che possano vivere il più attivamente possibile fino alla morte;
  • offre un sistema di supporto ai parenti del paziente durante la sua malattia, così come durante il periodo di lutto;
  • utilizza un approccio multidisciplinare per soddisfare le esigenze dei pazienti e dei loro familiari, anche durante il periodo di lutto, se necessario;
  • migliora la qualità della vita e può anche avere un effetto positivo sul decorso della malattia;
  • applicabile nelle prime fasi della malattia in combinazione con altri metodi di trattamento mirati all'estensione della vita, ad esempio con chemioterapia, radioterapia, HAART.
  • include lo svolgimento di ricerche per comprendere e trattare meglio i sintomi e le complicazioni cliniche di disturbo [1].

Finalità e obiettivi delle cure palliative:

  • Adeguato sollievo dal dolore e sollievo da altri sintomi dolorosi.
  • Supporto psicologico per il paziente e per i parenti che si prendono cura di lui.
  • Sviluppare atteggiamenti verso la morte come naturale passo nel cammino di una persona.
  • Soddisfazione dei bisogni spirituali del paziente e dei suoi parenti.
  • La soluzione delle questioni etiche sociali e legali che sorgono in relazione a una grave malattia e alla morte imminente di una persona [2]. Sito di informazione "Palliative / hospice help" http://www.pallcare.ru/

Medicina palliativa

La medicina palliativa è una sezione di medicina la cui missione è quella di utilizzare i metodi e le conquiste della moderna scienza medica per condurre procedure e manipolazioni mediche progettate per alleviare le condizioni del paziente quando sono state esaurite le possibilità di un trattamento radicale (chirurgia palliativa per cancro non funzionante, sollievo dal dolore, sollievo dei sintomi).

Le cure palliative sono diverse dalla medicina palliativa e comprendono quest'ultima. Associazione russa di medicina palliativa http://www.palliamed.ru/

Aiuto Hospice

La cura dell'ospedale è una delle opzioni per le cure palliative, che è l'assistenza completa per il paziente alla fine della vita (il più delle volte negli ultimi 6 mesi) e il morente.

Che cosa sono le cure palliative?

I pazienti con patologie incurabili identificate, accompagnate da dolore intenso, necessitano di supporto medico e psicologico. La sua fornitura è fornita dallo stato sotto forma di cure palliative, che consiste in una serie di attività che migliorano la qualità della vita delle persone che muoiono.

Specificità di palliativo

Una spiegazione delle cure palliative è fornita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. È trattata dal palliativo come un uso integrato di misure per aumentare la disponibilità delle condizioni dei pazienti fatali necessari per il normale funzionamento.

La fornitura di palliativo prevede diverse direzioni:

  • Terapia medica con farmaci per il sollievo dal dolore;
  • Fornire supporto psicologico ai pazienti e ai loro parenti stretti;
  • Garantire ai pazienti il ​​loro legittimo diritto alla vita nella società, nel rispetto dei loro interessi legittimi.

Il supporto psicologico e sociale è parte integrante della fornitura di cure palliative. Ti permette di migliorare il tenore di vita dei cittadini malati terminali.

Il palliativo include cure a lungo termine per un paziente con problemi fisici o mentali incurabili. In Russia, questa funzione è spesso eseguita da organizzazioni pubbliche e religiose, volontari.

Il supporto medico è fornito in modo completo, con la partecipazione di medici specializzati nel profilo della malattia e medici di altre specialità. In questo caso, i farmaci vengono utilizzati esclusivamente per eliminare i sintomi, in primo luogo, il dolore. Non influenzano la causa della malattia e non hanno la capacità di eliminarlo.

L'essenza degli obiettivi e degli obiettivi

Il termine "cure palliative" è un concetto ampio che, a differenza del solo intervento medico, contiene necessariamente una componente spirituale. Il paziente è sostenuto da un piano spirituale, religioso e sociale, assistendo nella cura, se necessario.

I compiti delle cure palliative sono risolti in un complesso di eventi. E gli approcci e i metodi di supporto sono classificati come segue:

  • Sollievo o riduzione del dolore e altre manifestazioni sgradevoli di disturbi fatali;
  • La manifestazione del supporto psicologico attraverso un cambiamento di atteggiamento verso la morte imminente;
  • Assistenza religiosa;
  • Fornire supporto psicologico e sociale integrato ai parenti del paziente;
  • L'uso di una serie di azioni volte a soddisfare i bisogni del paziente e della sua famiglia;
  • Contribuire a migliorare la qualità generale della vita umana;
  • Sviluppo di nuovi metodi di terapia per alleviare le manifestazioni della malattia.

Di conseguenza, l'obiettivo delle cure palliative è di alleviare i sintomi e fornire il supporto necessario agli psicologi e agli assistenti sociali per migliorare la qualità della vita del paziente.

Standard e punti importanti di rendering palliativo sono disponibili nel Libro bianco. Questo è il nome del documento, che è stato sviluppato dalla European Association of Palliative Support. Contiene i diritti legislativi di base del paziente.

Questi includono tali diritti:

  • Scegliere autonomamente dove e come ottenere aiuto qualificato;
  • Partecipare direttamente alla scelta dei mezzi e dei metodi di terapia;
  • Rifiutare i farmaci;
  • Conoscere la diagnosi e la prognosi per il suo trattamento.

Al fine di migliorare la qualità del supporto palliativo, gli specialisti dovrebbero seguire una serie di regole:

  1. Rispetta con cura la personalità del paziente, la sua visione del mondo religioso e sociale.
  2. Contattare regolarmente il paziente e la sua famiglia durante la pianificazione e la fornitura di supporto.
  3. Effettuare un monitoraggio regolare dei cambiamenti nello stato della salute fisica e mentale di una persona.
  4. Garantire una comunicazione continua. Questo momento è importante nel processo di presentazione delle informazioni sullo stato di salute e sulle previsioni relative ai cambiamenti nella qualità della vita. L'informazione dovrebbe essere il più affidabile possibile, tuttavia, nel presentarlo, è necessario mostrare il massimo tatto e umanesimo.
  5. Il rendering di un palliativo si basa sul lavoro di specialisti non solo ristretti. Professionisti di altre specialità: preti, psicologi, assistenti sociali partecipano necessariamente a questo tipo di attività.

È vietato utilizzare metodi di trattamento incoerenti con il paziente oi suoi parenti o modificarli senza la conoscenza del paziente.

Regole per la fornitura di cure palliative in Russia

Nel 2012, il Ministero della Sanità della Russia ha emanato un decreto, che ha definito severe norme sulla procedura per la fornitura di cure palliative mediche nel nostro paese.

Sulla base di questo documento, la fornitura di cure palliative viene mostrata alle seguenti categorie di cittadini:

  • Persone con patologie oncologiche progressive;
  • Pazienti dopo un ictus;
  • Le persone con l'ultimo stadio dell'AIDS.

Il supporto per i bambini viene fornito a livello di ospedali pediatrici e in ospizi per bambini specializzati.

La categoria dei pazienti palliativi comprende anche le persone con diagnosi di malattie croniche che si trovano in una forma progressiva. Un altro indicatore dell'appuntamento al supporto palliativo è il dolore severo e regolare, che interferisce con la vita di una persona.

Il documento descrive come vengono fornite le cure palliative, quali fasi prevede, a partire dallo scarico dei rinvii a un istituto di assistenza sanitaria e termina con l'organizzazione di ospizi.

Le statistiche del Ministero della Sanità della Russia mostrano che tra tutti i pazienti con cancro diagnosticato, il 70% ha un'età superiore ai 60 anni.

Le questioni relative al supporto palliativo possono essere risolte da tutte le istituzioni sanitarie che hanno il diritto legale di impegnarsi in attività mediche.

Il decreto non ha istruzioni specifiche sulle categorie di operatori sanitari che forniscono i servizi necessari a chi ne ha bisogno. L'unico requisito per il personale medico è di sottoporsi a una formazione speciale.

Assistenza palliativa fornita a livello statale, gratuita!

Tuttavia, l'attuale situazione economica nel paese non consente il pieno sostegno di tutti i pazienti con patologia del cancro e altre malattie gravi. Ad oggi solo 100 istituzioni statali e filiali di questo tipo sono state create in Russia, mentre altre 500 sono necessarie per fornire il supporto necessario.

Situazione particolarmente difficile nelle regioni in cui, a causa della mancanza di cure specialistiche, i pazienti sono costretti a stare con i loro problemi a casa, essendo esclusivamente affidati ai parenti.

Inoltre, nelle cliniche pubbliche, il livello di assistenza ai pazienti è ancora piuttosto basso, il che è associato a un basso finanziamento ea bassi salari per il personale di servizio. Spesso c'è una carenza di farmaci necessari che i pazienti oi loro parenti devono acquistare a proprie spese.

Per queste ragioni, le cliniche private e retribuite, che forniscono l'intera gamma di servizi necessari per le malattie incurabili al fine di migliorare la qualità della vita del paziente, stanno diventando sempre più popolari in Russia.

La legislazione è autorizzata a fornire il necessario supporto palliativo in cliniche specializzate e non designate. La condizione principale è la presenza di condizioni speciali, medicine necessarie e personale addestrato di profilo medico, sociale e psicologico.

Tipi di istituzioni mediche

Abbiamo già detto che il numero di cliniche specializzate di questo tipo in Russia è estremamente ridotto. Pertanto, i loro "doveri" sono svolti da normali istituzioni sanitarie, che in questo caso sono considerate cliniche non specializzate.

Questi includono le seguenti unità:

  • Servizi di assistenza infermieristica nelle aree;
  • Servizi di assistenza ambulatoriale;
  • Ricezione di pazienti da parte di medici stretti e di largo profilo;
  • Reparti ospedalieri;
  • Resort per i pazienti anziani.

Considerando che il personale medico in cliniche non specializzate non ha sempre ricevuto una formazione adeguata al profilo del palliativo, è necessario stabilire uno stretto contatto con i professionisti in questo campo per ottenere i consigli necessari.

È imperativo che i malati terminali siano serviti fuori turno.

Le divisioni dei dipartimenti di cure palliative includono cliniche specializzate e dipartimenti:

  • Dipartimenti di supporto palliativo di tipo stazionario;
  • Hospice stazionario tipo;
  • Gruppi di cure palliative in ospedali non specializzati;
  • Patrocinio delle squadre che visitano i pazienti a casa;
  • Hospice di tipo giornaliero;
  • Assistenza domiciliare stazionaria;
  • Cliniche specializzate di tipo ambulatoriale.

Esistono le seguenti forme di palliativo, ognuna delle quali svolge determinate funzioni.

Il paziente visita gli uffici di cure palliative, che sono uno degli elementi strutturali di qualsiasi policlinico.

Queste unità svolgono le seguenti funzioni:

  1. La fornitura di assistenza ai pazienti su base ambulatoriale è possibile nelle condizioni della casa (il luogo di residenza del paziente);
  2. Esame e diagnosi regolari dello stato attuale di salute;
  3. Fornire prescrizioni per sostanze psicotrope e loro precursori;
  4. Rilascio di referenze a un istituto di assistenza sanitaria che fornisce assistenza ospedaliera;
  5. Fornire consulenza agli operatori sanitari come una ristretta specialità legata alla malattia di base, così come ad altri professionisti;
  6. Consultazioni di medici che non hanno ricevuto una formazione specifica in cure palliative;
  7. Fornire sostegno psicologico e sociale ai pazienti;
  8. Formazione dei familiari della paziente nel prendersi cura di una persona malata terminale;
  9. Sviluppo sistematico di forme e metodi per migliorare la qualità della vita dei pazienti, organizzando attività esplicative;
  10. Fornire un altro supporto funzionale fornito dai documenti legislativi della Federazione Russa.
  • Day hospital.

Il supporto per i pazienti palliativi consiste nel monitorare il decorso della malattia e trattarla durante il giorno. Disponibile in ospedali, cliniche o istituzioni specializzate.

Svolge le stesse funzioni dell'unità di cure palliative, ma include le necessarie procedure di supporto per i pazienti che sono stati dimessi dall'ospedale.

Viene fornita la sorveglianza del paziente tutto il giorno. Dopo un trattamento appropriato, il paziente viene inviato ad un'organizzazione impegnata nel supporto ambulatoriale per pazienti palliativi.

Moduli di supporto palliativo

I principi di fornire cure palliative agli adulti forniscono diverse forme di supporto.

L'obiettivo è la preoccupazione costante per la vita del paziente in tutte le sue manifestazioni: sociale, psicologica e fisica.

I lavoratori dell'ospedale risolvono tutti i compiti necessari di un palliativo, che vanno dall'alleviare il dolore e terminano con la ricerca di un luogo di soggiorno e di residenza del paziente.

I pazienti cadono in queste istituzioni come indicato dal medico curante.

  • Aiuto alla fine della vita.

Questo termine si riferisce al supporto per i pazienti la cui vita può terminare in qualsiasi momento. In questo caso, la morte, secondo il parere dei medici, è inevitabile. In questo caso, il supporto necessario viene fornito nei giorni scorsi prima della morte a casa e in clinica.

Fornisce supporto ai pazienti e alle loro famiglie nelle ultime ore di vita dei pazienti.

Questo tipo di assistenza è fornita ai parenti del paziente per dare loro il tempo di riposarsi dal prendersi cura degli incurabili.

Cure palliative: definizione, obiettivi e obiettivi, principi, caratteristiche

Cosa significa cure palliative?

Si tratta di eventi medici mirati ad alleviare le condizioni di pazienti con malattie incurabili accompagnate da forti dolori. L'approccio consente di migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Le cure palliative sono indispensabili per le persone con disturbi mentali e malattie nei confronti di organi e sistemi.

Questo approccio ha diverse caratteristiche:

  • Considera la morte come un processo normale, ma crea le condizioni per la lotta per la vita.
  • Non progettato per estendere o ridurre la vita dell'organismo.
  • Mira ad alleviare il dolore e la capacità di condurre uno stile di vita attivo.
  • Consiste nel fornire supporto alla famiglia del paziente.

Obiettivi e obiettivi

Uno degli obiettivi principali è quello di aiutare le persone gravemente malate a casa e mantenere il desiderio di vivere.

obiettivi:

  1. Sollievo dal dolore e sollievo dal dolore.
  2. Supporto psicologico per il paziente e le persone care.
  3. Sviluppa una sana attitudine alla morte.
  4. Soddisfacenti bisogni spirituali.
  5. Risolvere i problemi della bioetica medica.

Storia dello sviluppo in Russia

La parola "palliativo" deriva dal latino "pallium". In traduzione significa un velo, un impermeabile.

In senso lato, è caratterizzato dalla protezione dagli effetti negativi e dalla comodità. In senso stretto, si concentra sulla creazione di condizioni appropriate per le persone che, secondo le previsioni mediche, non hanno molto da vivere.

Le origini delle cure palliative vanno alle case di riposo, agli ospizi, alle case povere, agli orfanotrofi. Sorsero durante il Medioevo con chiese e monasteri. Sulle spalle di persone speciali si prende cura degli incurabili. Solo nel 1843 fu la separazione di tali istituzioni a seconda degli obiettivi.

In Russia, le prime menzioni sono nel 1682. Poi lo zar Fedor Alekseevich ordinò la creazione di un servizio, ospedali speciali per i poveri e gravemente malati.

La moderna medicina palliativa si è evoluta nella seconda metà del 20 ° secolo. All'inizio, ne hanno parlato solo in relazione ai malati di cancro.

Nel 1987, sulla base dell'Istituto di ricerca e design di Mosca. PA Herzen creò uno dei primi gabinetti per assistere i malati con forti dolori. Nel 1994 è stato aperto un reparto di cure palliative presso l'Ospedale della città di Mosca n. 11. Oggi ci sono 130 divisioni strutturali in varie regioni. Altri 58 sono in formazione.

Concetti e principi per fornire palliativi ad adulti e bambini

Le cure palliative vengono fornite in regime ambulatoriale, in modalità ospedaliera di 24 ore o giorno.

La responsabilità per la sua fornitura tempestiva è a carico dello stato, delle autorità sanitarie, delle istituzioni pubbliche.

Gli armadi progettati per aiutare i pazienti con diagnosi incurabili sono creati in molti ospedali e ospedali.

In loro:

  • monitorare la salute generale del paziente,
  • farmaci prescritti
  • rilasciare referenze alle istituzioni mediche ospedaliere,
  • riferire i pazienti per la consultazione ai medici
  • consigliare,
  • eseguire misure volte a migliorare lo stato emotivo del paziente.

Quando si lavora con i bambini, viene preso in considerazione anche lo stato dei genitori. Il compito principale è la fornitura di opportunità per una comunicazione completa, garantendo al tuo bambino un buon umore.

Poiché i bambini sentono dolore più volte più acutamente rispetto agli adulti, il principio principale è l'uso di qualsiasi metodo legale volto ad alleviare le condizioni generali del paziente.

I palliativi per adulti e bambini si basano sui principi di osservanza degli standard morali ed etici, sul trattamento rispettoso e umano del paziente e dei suoi parenti.

organizzazione

Questi servizi sono sistemi sanitari statali, municipali e privati. Le informazioni sono fornite al paziente dai medici curanti e usando qualsiasi altra fonte.

Le gabinetti di cure palliative interagiscono con varie organizzazioni caritatevoli, volontarie e religiose.

In questo ufficio c'è un dottore che ha seguito speciali corsi di formazione avanzata, un'infermiera. Secondo le nuove regole, il day hospital non prevede la fornitura di palliativi. La maggior parte dei pazienti lo riceve a casa o nei muri degli ospedali.

I pazienti

Vi sono tre gruppi di pazienti ai quali vengono fornite per intero le cure palliative. i pazienti:

  • fase 4 di oncologia,
  • Aiuti alla fase finale
  • malattie progressive nella fase terminale dello sviluppo.

Spesso i clienti diventano pazienti con malattie in fase di scompenso e con l'incapacità di ottenere la remissione, i pazienti con conseguenze della circolazione cerebrale compromessa, con lesioni irreversibili, malattie degenerative del sistema nervoso.

Cure palliative per pazienti affetti da cancro

Mantenere un livello accettabile di qualità della vita è il compito più importante in oncologia. Vengono create condizioni di vita adeguate.

In un contesto ospedaliero, i pazienti che non sono in grado di curare completamente la malattia vengono manipolati per alleviare i sintomi gravi.

Ad esempio, se la radioterapia allevia il dolore grave, la chemioterapia palliativa mira a ridurre il tessuto tumorale. Permette di ridurre l'intossicazione dei prodotti del metabolismo del tumore.

I principi principali del lavoro con i pazienti oncologici sono:

  • supporto psicologico,
  • nutrizione razionale,
  • correzione dei disturbi degli organi digestivi,
  • lottare con il dolore.

Palliativo a casa

Quando il trattamento è completato, ma la malattia progredisce, la soluzione migliore è ottenere aiuto a casa. Gli specialisti del servizio vengono in orario o su chiamata dei parenti, lo stesso paziente.

Se necessario, è possibile utilizzare potenti antidolorifici nel processo.

L'infermiera del patronato può visitare il bambino da sola o farlo in collaborazione con un medico. Durante il lavoro viene presa in considerazione la condizione mentale e fisica del paziente. Le misure terapeutiche attive sono effettuate solo se il paziente lo vuole.

ospizio

Nell'ambito dell'hospitality, il lavoro palliativo viene svolto non solo da personale medico, ma anche da volontari. Il paziente viene inviato all'istituto per attività volte ad alleviare il dolore e ridurre la mancanza di respiro.

Le principali indicazioni per ottenere aiuto sono:

  1. La necessità di trovare metodi e condurre un trattamento adeguato.
  2. Svolgimento di attività che non possono essere svolte a casa.
  3. L'assenza di parenti che potrebbero aiutare a casa.

Centro a Mosca

Il Centro è organizzato sulla base dell'Ordine del DZM n. 106 di Mosca nel 2015. Il compito è fornire cure palliative ai pazienti a casa, in ospedale. È in corso l'introduzione di metodi moderni per migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Il centro è costituito da un ospedale, progettato per 200 persone, un ramo del servizio infermieristico di campo. L'obiettivo principale del lavoro è assistere l'incurabile con malattie progressive e assicurare la continuità nel lavoro delle istituzioni che forniscono tale assistenza.

Video sui tipi di cure palliative per i pazienti incurabili:

Le cure palliative aiutano

Le cure palliative sono un insieme di attività, il cui obiettivo principale è il mantenimento di un livello adeguato di esistenza per le persone che soffrono di malattie incurabili, pericolose per la vita e transitorie, il più accessibili possibile al paziente mortalmente malato, a proprio agio per il soggetto. La principale "vocazione" della medicina palliativa consiste nell'accompagnare i pazienti alla loro fine.

Oggi, a causa dell'aumento del numero di malati di cancro e dell'invecchiamento globale delle persone, la percentuale di pazienti incurabili cresce ogni anno. Gli individui che soffrono di una malattia oncologica sperimentano algia insopportabili e quindi necessitano di un unico approccio medico e di un supporto sociale. Pertanto, la soluzione al problema delle cure palliative non perde la propria rilevanza e necessità.

Cure palliative

Al fine di prevenire e ridurre al minimo la sofferenza dei pazienti riducendo la gravità dei sintomi della malattia o inibendo il suo decorso, viene presa una serie di misure - cure mediche palliative.

Il concetto di medicina (palliativa) di supporto dovrebbe essere presentato come un approccio sistematico per migliorare la qualità dell'esistenza di pazienti incurabili, così come i loro parenti, prevenendo e riducendo al minimo le sensazioni dolorose dovute alla corretta valutazione della condizione, diagnosi precoce e terapia adeguata. Di conseguenza, le cure palliative per i pazienti consistono nell'attuazione e nell'attuazione di varie misure volte ad alleviare i sintomi. Eventi simili sono spesso tenuti per mitigare o eliminare gli effetti collaterali delle procedure terapeutiche.

Le cure palliative mirano a ottimizzare con l'aiuto di ogni mezzo di qualità della vita delle persone, riducendo o eliminando completamente il dolore e altre manifestazioni fisiche, che facilitano il sollievo del paziente o problemi psicologici o problemi sociali. Questo tipo di terapia medica è adatto per i pazienti in tutte le fasi della malattia, comprese le patologie incurabili che portano inevitabilmente alla morte, malattie croniche, vecchiaia.

Che cosa sono le cure palliative? La medicina palliativa si basa su un approccio interdisciplinare alla cura del paziente. I suoi principi e metodi sono basati su azioni, dottori, farmacisti, sacerdoti, assistenti sociali, psicologi e altri specialisti in professioni affini. Lo sviluppo di una strategia medica e assistenza medica per alleviare il tormento dei soggetti consente al team di specialisti di risolvere esperienze emotive e spirituali e problemi sociali, per alleviare le manifestazioni fisiche che accompagnano la malattia.

I metodi di trattamento e i farmaci farmacopea usati per alleviare o alleviare le manifestazioni di malattie incurabili, sono l'effetto palliativo, se solo allevia i sintomi, ma non influenzano direttamente la patologia o il fattore che l'ha provocata. Tali misure palliative includono la rimozione della nausea causata dalla chemioterapia o il dolore con la morfina.

La maggior parte dei medici moderni si concentra sui propri sforzi per curare la malattia, dimenticando la necessità e la necessità di sostenere le attività. Credono che i metodi mirati solo ad alleviare i sintomi siano pericolosi. Nel frattempo, senza il conforto psicologico di un individuo che soffre di una grave malattia, è impossibile liberarlo dalla malattia tormentosa.

I principi delle cure palliative includono:

- concentrarsi sul sollievo dal dolore, dispnea, nausea e altri sintomi lancinanti;

- atteggiamento verso la morte come processo completamente naturale;

- mancanza di concentrazione sull'accelerazione della fine di entrambe le azioni per ritardare la morte;

- mantenere la salute e l'attività dei pazienti al livello normale, se possibile;

- migliorare la qualità della vita;

- mantenere la famiglia di un paziente incurabile per aiutarlo a far fronte;

- combinando gli aspetti psicologici dell'assistenza e della cura dei pazienti incurabili;

- utilizzare nella fase di debutto della malattia;

- combinazione con varie altre terapie focalizzate sull'estensione della vita (ad esempio, la chemioterapia).

Il compito principale della terapia palliativa è di alleviare i pazienti dalla sofferenza, eliminare il dolore e altre manifestazioni sgradevoli, supporto psicologico.

Obiettivi e obiettivi delle cure palliative

In precedenza, il supporto palliativo era considerato una terapia sintomatica, finalizzata ad aiutare i malati di cancro. Questo concetto oggi copre i pazienti affetti da qualsiasi malattia cronica incurabile nella fase terminale della patologia. Oggi, le cure palliative per i pazienti sono la direzione della sfera sociale e del campo di attività medico.

L'obiettivo fondamentale delle cure palliative è quello di ottimizzare la qualità della vita dei pazienti incurabili, dei loro parenti, delle famiglie prevenendo e alleviando i sintomi dolorosi attraverso la diagnosi precoce, l'attenta valutazione della condizione, il sollievo degli attacchi di dolore e altre spiacevoli manifestazioni dalla psicofisiologia, nonché l'eliminazione dei problemi spirituali.

Una delle aree chiave della branca della medicina considerata è la fornitura di misure di supporto per gli individui critici nel loro habitat e supporto per il desiderio di vivere.

Quando le misure terapeutiche applicate in ospedale sono praticamente inefficaci, il paziente rimane insieme alla propria paura, preoccupazioni e pensieri. Pertanto, è necessario, prima di tutto, stabilizzare l'umore emotivo del paziente e dei parenti più incurabili.

In considerazione di ciò, è possibile individuare i compiti prioritari del tipo considerato di pratica medica:

- la formazione di una prospettiva e di un atteggiamento adeguati verso la morte imminente;

- risolvere i problemi dell'etica biomedica;

- soddisfare i bisogni di orientamento spirituale.

Le cure palliative sono fornite su base ambulatoriale. La responsabilità per la tempestività della sua consegna spetta al sistema sanitario, allo stato e alle istituzioni sociali.

La maggior parte degli ospedali ha uffici aperti focalizzati sull'aiutare i malati terminali. In tali armadi, lo stato e la salute generale dei soggetti sono monitorati, vengono prescritti farmaci, vengono forniti rinvii per consultazioni specialistiche, trattamenti ospedalieri, si tengono consultazioni e vengono adottate misure per aumentare l'atteggiamento emotivo del paziente.

Ci sono tre grandi gruppi di individui e soggetti malati terminali che necessitano di cure palliative individuali: persone affette da neoplasie maligne, AIDS e patologie progressive non oncologiche del decorso cronico nelle ultime fasi.

Secondo alcuni medici professionisti, i pazienti sono i criteri di selezione per coloro che necessitano di supporto quando:

- la durata prevista della loro esistenza non superi la soglia di 6 mesi;

- vi è un fatto innegabile che qualsiasi tentativo di effetto terapeutico non è appropriato (compresa la fiducia dei medici nell'accuratezza della diagnosi);

- ci sono lamentele e sintomi di disagio che richiedono abilità speciali per l'attuazione delle cure, così come la terapia sintomatica.

L'organizzazione delle cure palliative richiede un serio miglioramento. Svolgere le sue attività è più pertinente e appropriato a casa per il paziente, dal momento che la maggior parte dei pazienti incurabili vuole trascorrere i restanti giorni della propria esistenza a casa. Tuttavia, oggi la fornitura di cure palliative a domicilio non è sviluppata.

Pertanto, il compito fondamentale delle cure palliative non è l'estensione o la riduzione della vita di una persona, ma il miglioramento della qualità dell'esistenza in modo che una persona possa vivere per il resto del tempo nello stato di massima tranquillità e usare i giorni rimanenti più fruttuosamente per se stesso.

Le cure palliative dovrebbero essere fornite ai pazienti incurabili immediatamente dopo aver individuato i sintomi patologici iniziali e non solo in base al decompensamento del funzionamento dei sistemi corporei. Ogni individuo che soffre di una malattia attiva di natura progressiva che lo avvicina alla morte deve essere sostenuto, inclusi molti aspetti del suo essere.

Cure palliative per pazienti affetti da cancro

È piuttosto difficile sopravvalutare l'importanza del supporto palliativo per i pazienti incurabili che soffrono di oncologia. Dal momento che ogni anno il numero di pazienti oncologici sta crescendo a passi da gigante. Allo stesso tempo, nonostante l'uso di apparecchiature diagnostiche all'avanguardia, circa la metà dei pazienti arriva agli oncologi nelle fasi finali dello sviluppo della malattia quando la medicina è impotente. È in casi simili che le cure palliative sono indispensabili. Pertanto, oggi i medici hanno il compito di trovare strumenti efficaci per combattere il cancro, aiutare i pazienti nelle fasi terminali del cancro e alleviare le loro condizioni.

Raggiungere una qualità accettabile dell'esistenza è un compito importante nella pratica oncologica. Per i pazienti che hanno completato con successo il trattamento, la medicina di supporto significa, prevalentemente, la riabilitazione sociale, un ritorno al lavoro. I pazienti incurabili devono creare condizioni di vita accettabili, poiché questo è praticamente l'unico compito realistico che la medicina di supporto è progettato per risolvere. Gli ultimi momenti dell'esistenza di un paziente incurabile a casa avvengono in condizioni difficili, perché l'individuo e tutti i suoi parenti conoscono già il risultato.

Le cure palliative per il cancro dovrebbero includere l'osservanza degli standard etici relativi ai "condannati" e mostrare rispetto per i desideri e le esigenze del paziente. Per fare ciò, dovresti usare correttamente il supporto psicologico, le risorse emotive e le riserve fisiche. È allo stadio descritto che una persona ha particolarmente bisogno di una terapia di aiuto e dei suoi approcci.

Gli obiettivi e i principi primari delle cure palliative sono, prima di tutto, nella prevenzione del dolore, l'eliminazione del dolore, la correzione dei disturbi digestivi, l'aiuto psicologico e la nutrizione.

La maggior parte dei malati di cancro nella fase terminale della malattia sentono le algie tormentose più forti che impediscono la realizzazione delle solite cose, una comunicazione normale, rendono l'esistenza del paziente semplicemente insopportabile. Ecco perché l'anestesia è il principio più importante dell'assistenza di supporto. Spesso nelle istituzioni mediche ai fini dell'analgesia viene applicata la radiazione, in condizioni di casa - analgesici convenzionali iniettabili o orali. Lo schema del loro appuntamento è selezionato da un oncologo o terapeuta individualmente, in base alle condizioni del paziente e alla gravità del rapporto.

Lo schema può essere approssimativamente il seguente: un analgesico viene prescritto dopo un certo tempo, mentre la dose successiva dell'agente viene somministrata quando il precedente è ancora attivo. Tale assunzione di antidolorifici consente al paziente di non trovarsi in uno stato in cui il dolore diventa piuttosto evidente.

Gli analgesici possono anche essere assunti secondo un regime chiamato scala anestetica. Lo schema proposto è quello di assegnare un farmaco analgesico o narcotico più potente per aumentare i sintomi dolorosi.

I disturbi digestivi possono anche causare notevole disagio ai pazienti oncologici. Sono dovuti all'intossicazione del corpo a causa del numero infinito di farmaci assunti, chemioterapia e altri fattori. La nausea, gli stimoli emetici sono piuttosto dolorosi, perciò sono prescritti farmaci antiemetici farmacopea.

Oltre ai sintomi descritti, l'eliminazione delle sensazioni dolorose, l'alghe attraverso analgesici oppioidi e la chemioterapia possono provocare stitichezza. Per evitare questo, viene mostrato l'uso di farmaci lassativi, e anche il programma e la nutrizione dovrebbero essere ottimizzati.

Un'alimentazione ragionevole per i pazienti oncologici gioca un ruolo piuttosto significativo, poiché è mirata allo stesso tempo a migliorare l'umore e l'atteggiamento del paziente, oltre a correggere la carenza vitaminica, la carenza di microelementi, prevenire la progressiva perdita di peso, nausea e bavaglio.

Una dieta equilibrata, prima di tutto, implica un equilibrio in BJU, un'adeguata assunzione calorica di alimenti e un'alta concentrazione di vitamine. I pazienti che si trovano nella fase terminale della malattia possono prestare particolare attenzione all'attrattiva dei piatti cucinati, al loro aspetto e all'ambiente circostante quando si mangia. Solo i parenti sono in grado di fornire le condizioni più confortevoli per mangiare, quindi devono capire i modelli dietetici del paziente oncologico.

Ogni paziente che ha incontrato questa terribile parola "cancro" ha bisogno di supporto psicologico. Ne ha bisogno, indipendentemente dalla curabilità della malattia o meno, stadio, localizzazione. Tuttavia, è particolarmente necessario per i pazienti incurabili di oncologia, quindi spesso prescrivono preparazioni farmacologiche rilassanti, così come la consulenza da uno psicoterapeuta. In questo caso, il ruolo principale è ancora assegnato al parente più prossimo. Dipende dai parenti quanto sarà calmo e confortevole il tempo rimanente della vita del paziente.

Le cure palliative per il cancro dovrebbero essere effettuate dal momento in cui viene determinata questa spaventosa diagnosi e vengono prescritti interventi terapeutici. L'azione tempestiva per assistere le persone che soffrono di malattie incurabili migliorerà la qualità della vita del paziente oncologico.

Possedendo una quantità sufficiente di dati sul corso della patologia oncologica, il medico, insieme al paziente, ha l'opportunità di scegliere metodi appropriati per prevenire complicazioni indesiderate e trattare direttamente con la malattia. Fermando la scelta su una specifica strategia di trattamento, il medico dovrebbe, allo stesso tempo della terapia antitumorale, connettere ad esso elementi di trattamento sintomatico e palliativo. In questo caso, l'oncologo deve prendere in considerazione lo stato biologico dell'individuo, il suo status sociale, l'atteggiamento psico-emotivo.

L'organizzazione delle cure palliative per i pazienti oncologici comprende i seguenti componenti: supporto di consulenza, assistenza a domicilio e day hospital. Il supporto consultivo include un esame da parte di specialisti in grado di fornire supporto palliativo e familiarità con le sue tecniche.

La medicina di supporto, in contrasto con la solita terapia antitumorale conservativa, che richiede la presenza di un paziente oncologico in un reparto appositamente designato del reparto ospedaliero, prevede la possibilità di assistenza nel proprio monastero.

A loro volta, gli ospedali giorno sono formati per fornire assistenza a singoli individui o pazienti che sono limitati nella loro capacità di muoversi in modo indipendente. Essere in ospedale per diversi giorni in un decennio crea le condizioni per ricevere consigli "condannati" e supporto qualificato. Quando il cerchio dell'isolamento domestico e della solitudine si dissolve, il supporto psico-emozionale acquista un senso enorme.

Cure palliative per i bambini

Il tipo di assistenza medica considerato è stato introdotto negli istituti di assistenza all'infanzia per migliorare la salute, in cui sono state create stanze speciali o interi reparti. Inoltre, le cure palliative per i bambini possono essere fornite a domicilio o in ospizi specializzati, che includono molti servizi e specialisti con terapia di supporto.

In un certo numero di paesi sono stati creati interi ospizi per bambini, che differiscono da strutture simili per gli adulti. Tali ospizi sono un collegamento importante che collega l'assistenza nelle istituzioni mediche con il supporto fornito in un ambiente domestico familiare.

La pediatria palliativa è considerata un tipo di assistenza medica di supporto che fornisce gli interventi medici necessari, la consulenza e gli esami e ha lo scopo di ridurre al minimo il tormento dei bambini incurabili.

Il principio di approccio alla pediatria palliativa in generale non differisce dalla direzione della pediatria generale. La medicina di supporto si basa sulla considerazione dello stato emotivo, fisico e intellettuale delle briciole, nonché sul livello della sua formazione, basato sulla maturità del bambino.

Su questa base, i problemi delle cure palliative per la popolazione infantile consistono nel fare sforzi per i pazienti incurabili che possono morire prima che raggiungano un'età matura. Con questa categoria di bambini incurabili, si incontrano la maggior parte dei pediatri e specialisti stretti. Pertanto, la conoscenza dei fondamenti teorici della medicina di supporto e la capacità di applicarli praticamente è spesso più necessaria per specialisti ristretti che per i pediatri generali. Inoltre, la loro padronanza delle abilità della psicoterapia, l'eliminazione di tutti i tipi di sintomi, l'anestesia è utile in altre aree della pratica pediatrica.

Di seguito sono riportate le differenze di medicina palliativa, volte a sostenere i bambini, dall'aiutare gli adulti che si trovano nella fase terminale della patologia del cancro.

Fortunatamente, il numero di bambini che muoiono è piccolo. A causa del numero relativamente piccolo di morti tra la popolazione infantile, il sistema di supporto palliativo per i bambini è poco sviluppato. Inoltre, ci sono stati troppi pochi studi scientifici a sostegno di metodi palliativi volti a mantenere la qualità dell'esistenza di bambini incurabili.

Il cerchio di malattie incurabili dei bambini, che conduce invariabilmente alla morte, è grande, il che rende necessario attrarre specialisti di diverse aree. Negli adulti, indipendentemente dal fattore eziologico della malattia nella sua fase terminale, l'esperienza e l'evidenza scientifica del supporto palliativo in oncologia viene spesso applicata con successo. Nella pratica pediatrica, questo è spesso impossibile, perché tra le patologie incurabili ci sono molti mal studiati. Pertanto, è impossibile estendere a loro l'esperienza acquisita in un'area ristretta e separata.

Il decorso della maggior parte delle malattie nei bambini è spesso impossibile da prevedere, e quindi la prognosi rimane vaga. Predire esattamente il tasso di progressione, la patologia fatale diventa spesso impossibile. La vaghezza del futuro mantiene i genitori e il bambino in costante tensione. Inoltre, per garantire la fornitura di cure palliative ai bambini da parte delle forze di un solo servizio è piuttosto difficile. Frequentemente, il supporto ai pazienti affetti da una patologia incurabile del decorso cronico è fornito da diversi servizi e le attività si intrecciano tra loro in alcune aree. Solo nella fase terminale del decorso della malattia le cure palliative ottengono direttamente il valore guida.

Ne consegue che sono stati sviluppati metodi di medicina di supporto per alleviare sintomi dolorosi, alleviare la condizione delle briciole, aumentare l'atteggiamento emotivo non solo del piccolo paziente, ma anche dell'ambiente circostante, che comprende fratelli o sorelle sottoposti a effetti stressanti e traumi psicologici.

Di seguito sono riportati i principali principi delle attività degli esperti in pediatria palliativa: sollievo dal dolore ed eliminazione di altre manifestazioni della malattia, supporto emotivo, stretta interazione con il medico, la capacità di dialogare con la briciola, i parenti e il medico per quanto riguarda la correzione del supporto palliativo, in accordo con i loro desideri. L'efficacia delle attività di supporto è rivelata secondo i seguenti criteri: disponibilità giornaliera di 24 ore, qualità, gratuità, umanità e continuità.

Quindi, il supporto palliativo è un livello fondamentalmente nuovo di consapevolezza della malattia. Di norma, la notizia della presenza di una patologia incurabile fa cadere un individuo fuori dalla solita esistenza, ha il più forte impatto emotivo direttamente sulla persona malata e sull'ambiente circostante. Solo un atteggiamento adeguato nei confronti della malattia e il processo del suo verificarsi è in grado di ridurre sostanzialmente l'effetto di stress che il soggetto sta testando. Solo l'unità familiare può davvero aiutare a sopravvivere a tempi difficili per briciole e parenti. Gli specialisti devono coordinare le proprie azioni con i desideri del bambino e della sua famiglia, in modo che l'assistenza sia veramente efficace.

La procedura per la fornitura di cure palliative

Tutti i soggetti umani sono consapevoli del finale letale che li attende. Ma realizzare l'inevitabilità della morte ha inizio, essendoci solamente sulla soglia di esso, per esempio, nella situazione di diagnosi di patologia incurabile. Per la maggior parte degli individui, l'aspettativa di un prossimo fine imminente è simile alla sensazione di dolore fisico. Simultaneamente con i morenti stessi, i loro parenti sentono l'intollerabile angoscia mentale.

Sebbene le cure palliative mirino ad alleviare la sofferenza, non dovrebbero consistere solo nell'uso della terapia analgesica e sintomatica. I professionisti non dovrebbero solo avere la capacità di fermare le condizioni dolorose e svolgere le procedure necessarie, ma anche avere un effetto positivo sui pazienti con il loro atteggiamento umano, il trattamento rispettoso e benevolo, con parole ben scelte. In altre parole, un individuo condannato a morte non dovrebbe sentirsi come una "valigia con un manico mancante". Fino all'ultimo momento, il paziente incurabile dovrebbe essere consapevole del valore della propria persona come persona e avere anche le opportunità e le risorse per l'autorealizzazione.

I principi di rendere il tipo descritto di assistenza medica sono implementati da istituzioni mediche o altre organizzazioni che svolgono attività mediche. Questa categoria di assistenza si basa su standard morali ed etici, atteggiamento rispettoso e un approccio umano ai pazienti incurabili e ai loro parenti.

Il compito chiave delle cure palliative è il sollievo tempestivo ed efficace dal dolore e l'eliminazione di altri sintomi gravi al fine di migliorare la qualità della vita dei pazienti incurabili prima del loro completamento della vita.

Quindi cure palliative, che cos'è? Le cure palliative sono rivolte a pazienti affetti da malattie progressive incurabili, tra cui: neoplasie maligne, insufficienza d'organo allo stadio decompensation, assenza di remissione del disturbo o stabilizzazione della condizione, patologie progressive del decorso cronico del profilo terapeutico nella fase terminale, effetti irreversibili di disturbi e patologie del sangue cerebrale malattie degenerative del sistema nervoso, varie forme di demenza, compresa la malattia di Alzheimer.

Le cure palliative ambulatoriali sono fornite in gabinetti specializzati o in loco che assistono il personale che assiste i malati terminali.

Le informazioni sulle istituzioni mediche coinvolte nella fornitura di terapie di mantenimento devono essere comunicate ai pazienti con i loro medici curanti, nonché mediante la pubblicazione di dati su Internet.

Le istituzioni mediche che svolgono le funzioni di supporto agli individui malati incurabili svolgono le proprie attività, interagendo con organizzazioni religiose, caritatevoli e di volontariato.