loader
Raccomandato

Principale

Teratoma

Biopsia polmonare aperta

Biopsia polmonare aperta: asportazione di un pezzo del parenchima polmonare per esame con toracotomia minore.

Indicazioni per la biopsia polmonare aperta

- lesioni polmonari disseminate, la cui natura affidabile non può essere stabilita da studi clinici, radiologici, di laboratorio e endoscopici. Secondo l'Istituto di ricerca di pneumologia, circa 200 malattie sono accompagnate da lesioni diffuse di natura focale polmonare, interstiziale o mista. Questi sono alveoliti e granulomatosi di diversa genesi, carcinomatosi, polmonite focale con esito nella pneumosclerosi, altri processi patologici. La prognosi sfavorevole di molte malattie in un corso naturale e l'assenza di trattamento etiopatogenetico tempestivo è un argomento pesante a favore della verifica morfologica urgente del processo. Tali tattiche diagnostiche sono particolarmente necessarie in relazione a persone giovani e mature.

Controindicazioni per aprire la biopsia polmonare

- intolleranza funzionale dell'operazione; diatesi emorragica; decorso spontaneo regressivo della malattia; la capacità di eseguire un'altra biopsia meno traumatica, ad esempio il linfonodo.

Metodo aperto biopsia polmonare

Una biopsia polmonare a cielo aperto viene eseguita in anestesia endotracheale attraverso un'incisione laterale della parete toracica lunga 8-12 cm dalla linea anteriore ascellare posteriore. La preferenza viene data al lato con i maggiori cambiamenti patologici nel polmone. La posizione del paziente sul lato su un piccolo rullo, il braccio sul lato dell'operazione è ad un angolo di 90 ° dal corpo e fissato su un supporto speciale. L'incisione viene eseguita in 4 o 5 spazi intercostali. Fornisce l'accesso ai lobi superiori e inferiori nella zona del solco interlobare principale. Dopo la dissezione della pelle, del tessuto sottocutaneo e della fascia pettorale, il muscolo dentale anteriore viene stratificato lungo le fibre. I muscoli intercostali sono sezionati più vicino al bordo superiore della costola, per evitare di ferire i vasi intercostali. Tagliare sottili fogli di fascia intratoracica e pleura costiera. Allo stesso tempo, è necessario controllare se il polmone è incrementalmente lungo la linea di incisione. Il sanguinamento da un polmone ferito rende difficile la revisione della ferita chirurgica e ulteriori azioni. Manipolazioni ruvide possono causare un aumento del difetto polmonare e un aumento del sanguinamento. A causa del rilascio simultaneo di sangue e aria, si forma una schiuma insanguinata. Le aderenze pleuriche friabili devono essere separate con un dito o con un dito. Adesioni fibrose dense sollevano il dissettore e sezionano i vasi sanguigni pre-coagulati. Dopo la separazione del polmone, i muscoli intercostali e la pleura costale sono sezionati su una lunghezza maggiore rispetto agli strati superficiali dei tessuti al fine di garantire una sufficiente espansione dello spazio intercostale.

Dopo aver installato un piccolo divaricatore, esaminare visivamente e palpatamente il polmone, stabilire un sito di biopsia con dimensioni comprese tra 1,5 × 1,5 e 4 × 5 cm, compresi i fuochi di consolidamento tissutale. L'area polmonare viene rimossa nella ferita, la base viene cucita alla rinfusa con il dispositivo U0-40 e la biopsia viene tagliata verso l'esterno dalla sutura meccanica. Una piccola parte della biopsia viene inviata per l'esame microbiologico e la parte principale è fissata in una soluzione di formalina per lo studio istopatologico. Aumentando la pressione nell'apparecchio di anestesia, il polmone viene raddrizzato, le aree che perdono e sanguinanti lungo la sutura meccanica vengono cucite manualmente.

L'escissione a forma di cuneo della biopsia è facile da eseguire con le pinze emostatiche. Dopo aver spremuto l'aria con le dita, i morsetti vengono posizionati sulle linee delineati l'uno rispetto all'altro. Le estremità dei morsetti dovrebbero entrare in contatto con la zona della biopsia. Un ago da piercing viene applicato a punti sintetici sottili a forma di U lungo la superficie delle clip sul tessuto polmonare rimanente. Soprattutto con cura cucire il polmone in cima al cuneo. Biopsia asportata sulle superfici delle clip una di fronte all'altra. Dopo la rimozione dei morsetti, vengono posizionati punti aggiuntivi sulle aree sanguinanti e fuoriuscite della ferita polmonare.

La cavità pleurica viene drenata con un tubo di silicone del diametro di 0,7-0,9 cm attraverso una puntura separata della parete toracica. Controlla l'affidabilità dell'emostasi. Le costole riuniscono una sutura pericostale di suture riassorbibili. La ferita chirurgica della parete toracica viene suturata in strati strettamente.

Il periodo postoperatorio e le complicanze della biopsia polmonare

È necessario raddrizzare rapidamente e completamente il polmone mediante l'aspirazione costante di aria e sangue dalla cavità pleurica. L'espansione polmonare viene monitorata mediante esame a raggi X. Il drenaggio dalla cavità pleurica viene rimosso un giorno dopo la cessazione dell'aria e dell'essudato, in media 3 giorni dopo la biopsia polmonare. I pazienti con sufficienti riserve funzionali tollerano facilmente la biopsia polmonare. Per i pazienti con bassi parametri funzionali del sistema respiratorio, l'operazione può essere un intervento serio a causa dell'aumento dell'insufficienza polmonare nel periodo postoperatorio.

Le complicanze postoperatorie della biopsia polmonare a causa del piccolo volume di intervento chirurgico sono rare. Con difetti nell'emostasi chirurgica, è possibile un sanguinamento intrapleurico da una ferita polmonare, una fusione pleurica distrutta e vasi spaziali intercostali. L'enfisema sottocutaneo e una prolungata, per 2-3 giorni, lo scarico di aria dalla cavità pleurica lungo il drenaggio sono raramente osservati. Queste complicazioni possono essere eliminate con misure terapeutiche conservative.

L'efficacia della biopsia polmonare aperta è elevata. Secondo le statistiche riassuntive, una diagnosi accurata è stata stabilita nel 95,4% dei casi. La diagnosi preoperatoria è stata confermata solo nel 30,8% e nella maggior parte dei pazienti è stata modificata. La struttura nosologica della disseminazione focale è la seguente:

  • polmonite focale e pneumosclerosi metapneumonica - 28,8%
  • sarcoidosi polmonare 2 e 3 stadi -25,0%
  • metastasi multiple di cancro - 13,5%
  • tubercolosi disseminata - 11,5%
  • alveolite fibrosante idiopatica 7,7%
  • altre malattie - 13,5% dei casi.

Articoli correlati:

Biopsia polmonare aperta: 3 commenti

Dimmi, per favore, al momento ho avuto una biopsia del polmone aperta, era venerdì, andava tutto bene, ma oggi il luogo in cui il drenaggio entra e la temperatura per tutta la notte 37.4-37.6 si è tenuta, e si è svegliata dal dolore, ha notato che il fluido di drenaggio non scorre... E rimane nel tubo e si estende anche indietro... cosa significa? Perché le infermiere qui, per usare un eufemismo, non sono molto predisposte alla conversazione... dovremmo allontanarci rapidamente dalla carne che piagnucola... Eppure mi danno dolore per 4 giorni, e basta... Non è necessario pungere gli antibiotici?. Grazie in anticipo per la tua risposta.

Perché non chiedi al dottore? Così difficile da dire. Di cosa parlava la biopsia? Prima della biopsia, qual era la temperatura? C'era del liquido nel petto prima della biopsia? Qual è lo spessore del drenaggio? L'aspirazione è collegata ad esso o il flusso di liquido è per gravità?

Ciao Posso consigliare il Centro chirurgico internazionale a Mosca. C'è una biopsia dei polmoni molto buona e di alta qualità.

Biopsia polmonare: indicazioni, metodi, risultati

La biopsia polmonare è una procedura per prelevare un campione di tessuto polmonare per esaminare e chiarire la diagnosi finale.

Il primo stadio nella diagnosi delle malattie dei bronchi e dei polmoni è di solito un esame radiologico di screening (fluorografia). Ma i raggi X possono rivelare solo la presenza di patologie focali o diffuse nei polmoni, determinandone approssimativamente la localizzazione. Se viene rilevata una patologia, il paziente viene sottoposto a ulteriore esame (TC, RM, endobronchoscopia, biopsia).

Molte patologie polmonari diffuse e focali hanno un quadro clinico e radiologico simile. La diagnosi differenziale delle malattie polmonari è molto complessa, senza esame istologico è spesso impossibile.

La biopsia polmonare fino agli anni '60 del secolo scorso era eseguita solo con un metodo chirurgico aperto. Nel 1963, Anderson eseguì una biopsia broncoscopica per la prima volta con un broncoscopio duro. Nel 1974, Levin ha pubblicato una biopsia con un broncoscopio flessibile.

Tipi di biopsia polmonare

Secondo il metodo di accesso al tessuto polmonare, si distinguono attualmente 4 tipi principali di biopsia:

  • Biopsia transbronchiale endoscopica. Viene eseguito durante la procedura di broncoscopia.
  • Biopsia transtoracica percutanea. Viene eseguita da un ago lungo e spesso perforando la parete toracica sotto controllo ecografico o radiologico.
  • Aprire la biopsia transtoracica. L'accesso chirurgico aperto viene eseguito attraverso un'incisione nello spazio intercostale.
  • Biopsia endotoracoscopica. Il metodo più moderno, l'accesso al polmone attraverso il toracoscopio (endoscopio per lo studio della cavità pleurica).

La scelta del metodo di biopsia dipende principalmente dalla localizzazione dell'area patologica, dalla disponibilità delle attrezzature necessarie, dalle condizioni del paziente, dalla presenza di patologie concomitanti, nonché dal consenso del paziente stesso a uno o un altro tipo di intervento.

Quali malattie differenziano la biopsia polmonare

La biopsia polmonare più informativa per identificare:

  1. Tumore benigno o maligno.
  2. Sarcoidosi.
  3. Polmonite allergica.
  4. Infezioni polmonari.
  5. Polmonite da polvere.
  6. Lesioni polmonari nelle malattie sistemiche, vasculite.

Controindicazioni per la biopsia polmonare

  • Grave condizione del paziente.
  • Grave ipossia
  • Attacco asmatico
  • Disaccordo con il paziente
  • Aritmia maligna.
  • Emottisi massiccia.
  • Diatesi emorragica, difficile da trattare.
  1. Trombocitopenia inferiore a 50 mila piastrine in μl.
  2. Insufficienza renale cronica (aumento del rischio di sanguinamento).
  3. Ventilazione artificiale dei polmoni
  4. Aritmia.
  5. Ipertensione polmonare

Preparazione biopsia

Prima di eseguire una biopsia, vengono solitamente utilizzati tutti i possibili metodi di diagnostica per immagini (radiografia, tomografia computerizzata, imaging a risonanza magnetica). Ciò è necessario per la determinazione più accurata della localizzazione della patologia, in particolare con lesioni focali nei polmoni.

Su questo dipende dalla scelta del metodo di biopsia.

A volte l'attenzione patologica non è visibile su raggi X e immagini del computer (ad esempio, nella fase iniziale di un tumore endobronchiale). Quindi una biopsia viene eseguita immediatamente durante la broncoscopia diagnostica da siti sospetti.

Indipendentemente dal metodo scelto, devi:

  • Annullamento di farmaci che causano assottigliamento del sangue (aspirina, warfarin, Plavix, indometacina, ibuprofene, ecc.) 3-4 giorni prima della procedura prescritta.
  • Rifiuto del cibo per 8 ore prima della procedura.

Biopsia transbronchiale endoscopica

Tale biopsia viene eseguita con una posizione profonda del focus patologico e la presenza della sua connessione con i bronchi principali, lobari, segmentari e subsegmentali.

La biopsia endobronchiale viene eseguita su base ambulatoriale, in anestesia locale. Possibile premedicazione con tranquillante e atropina.

Un broncoscopio viene inserito attraverso il naso (meno comunemente attraverso la bocca). La mucosa viene pre-irrigata con una soluzione di lidocaina. La posizione del paziente è generalmente supina.

Il dottore esamina costantemente tutti i reparti dell'albero bronchiale. Il prelievo della biopsia viene effettuato con una pinza speciale inserita attraverso il canale strumentale del broncoscopio. Le pinze "mordono" un pezzo di tessuto da un punto focale patologico (con noduli) o da luoghi diversi (con malattie diffuse).

Con l'aiuto della broncoscopia a volte viene prodotta una puntura transbronchiale dei linfonodi mediastinici.

L'intera procedura richiede 30-50 minuti.

La procedura in sé è sgradevole, ma non dolorosa. Una lieve emottisi dopo una biopsia broncoscopica è possibile, passa rapidamente.

Le complicazioni sono molto raramente possibili:

  1. Emorragia polmonare.
  2. Danni alla pleura viscerale con sviluppo di pneumotorace.

Biopsia polmonare percutanea

Altri nomi: transtoracico, biopsia dell'ago.

biopsia percutanea

Tale biopsia è prescritta quando la messa a fuoco si trova più vicino alla periferia del polmone, lontano da grandi vasi e fasci nervosi, nonché per lo studio della pleura con le sue lesioni poco chiare.

Tale procedura viene eseguita anche su base ambulatoriale e principalmente in anestesia locale. L'anestesia generale è possibile sia nei bambini che nelle persone eccitabili.

Il punto di iniezione dell'ago di puntura viene selezionato dopo il controllo radiografico multiasse o CT in base al principio della distanza più breve dal punto in cui si effettua una biopsia.

L'anestesia della pelle, il tessuto sottocutaneo viene eseguito con un anestetico locale, quindi tutti gli strati della parete toracica e della pleura viscerale vengono perforati utilizzando uno speciale ago da biopsia. L'ago può essere:

  • Bene (come in una siringa convenzionale) - per biopsia e citologia di aspirazione.
  • Tolstoj (con un dispositivo per il vuoto per la raccolta di un campione di tessuto a pieno titolo) - per la biopsia di trapanazione.

L'ago è avanzato sotto ultrasuoni, fluoroscopia o CT. Allo stesso tempo, il compito principale del paziente è di rimanere immobile per 20-30 minuti, non per tossire. Diverse volte è necessario trattenere il respiro. Posizione - seduto o sdraiato (con controllo CT).

Dopo che l'ago ha raggiunto l'area desiderata, viene attivato il meccanismo del vuoto e il tessuto viene prelevato per l'esame. I campioni devono essere prelevati da diversi luoghi diversi.

Dopo aver rimosso l'ago, viene applicata una benda sul sito della puntura.

Circa un'ora il paziente sarà sotto osservazione. Successivamente, se necessario, viene eseguito il controllo radiologico per escludere complicanze.

Possibili complicazioni:

  1. Pneumotorace (che porta una grande quantità di aria nella cavità pleurica).
  2. Bleeding.
  3. Atelettasia (perdita di parte del polmone con compromissione della funzione respiratoria).
  4. Le complicazioni successive dell'infezione sono la pleurite purulenta, il flemmone della parete toracica.
  5. Lo sviluppo delle metastasi di impianto lungo il canale di puntura.
  6. Enfisema sottocutaneo.
  7. Esacerbazione di infiammazione specifica.

Con lo sviluppo della tecnica endoscopica, le indicazioni per la biopsia percutanea sono sempre più restrette, in quanto è un metodo più traumatico rispetto agli altri.

Biopsia polmonare aperta (toracotomia minore)

Una biopsia polmonare a cielo aperto viene prescritta in alcuni casi quando i metodi minimamente invasivi non sono fattibili (l'area patologica è in un luogo difficile da raggiungere, il rischio di complicanze è elevato e un campione sufficientemente ampio di tessuto è necessario per lo studio, se non vi è alcun risultato da altri tipi di biopsie). L'indicazione principale per la biopsia aperta è la malattia polmonare interstiziale diffusa con crescente insufficienza respiratoria di natura non chiara (ci sono circa 100 tali malattie).

biopsia polmonare aperta

Una biopsia aperta viene eseguita in anestesia generale endotracheale in ambiente ospedaliero. Un'incisione è fatta nell'area dello spazio intercostale più adatto.

La toracotomia minore classica è un'incisione lunga 8 cm nello spazio intercostale 3-4 anteriore alla linea ascellare anteriore. Con l'aiuto dell'apparato di anestesia, il polmone si gonfia, parte di esso si gonfia nella ferita. Su questa parte che emette un cuneo si sovrappone un apparecchio che scarica il polmone e la pleura con punti metallici.

In questo modo, la cavità pleurica viene immediatamente sigillata. La parte cucita viene tagliata e inviata allo studio. Questo è chiamato resezione marginale del polmone.

Dopo la rimozione nel drenaggio della cavità pleurica viene lasciato. Le suture vengono applicate sulla pelle. Il paziente viene dimesso dall'ospedale dopo alcuni giorni.

Biopsia Toracoscopia

Una biopsia toracoscopica è utile nei casi in cui il processo patologico ha colpito la pleura o nei casi di malattia polmonare disseminata (tubercolosi miliare, carcinomatosi, metastasi multiple).

biopsia toracoscopica

L'esame viene eseguito in anestesia generale endotracheale con intubazione bronchiale separata. Il polmone di prova è spento dalla ventilazione.

Diverse forature sono realizzate nella parete toracica: per un toracoscopio e per gli strumenti. L'immagine dall'oculare del toracoscopio viene visualizzata sul monitor in una vista ingrandita.

Dopo una revisione approfondita della cavità pleurica, viene scelto un metodo di biopsia.

Con i fuochi superficiali, viene eseguita una biopsia del timpano. Una pinza speciale preleva campioni di tessuto da diverse aree. Questo è il modo più semplice ed efficace.

Per i foci profondi o un processo disseminato, la resezione marginale viene eseguita nei polmoni usando un endoplastica.

La durata della procedura è di circa 30-40 minuti. Dopo essere uscito dall'anestesia, il paziente può essere autorizzato a tornare a casa.

Regole di biopsia

I pezzi di tessuto per l'esame sono presi dal centro dell'area patologica, così come dalla sua periferia. Il numero di campioni selezionati deve essere almeno cinque.

I campioni selezionati vengono posti in un contenitore speciale con un mezzo di conservazione (formalina), firmato e inviato al laboratorio istologico. Se è stata utilizzata una biopsia per aspirazione con ago sottile (TAB), il puntino ottenuto viene posto immediatamente su un vetrino.

Se si intende effettuare un esame batteriologico, diversi campioni vengono posti in uno speciale mezzo nutritivo o semplicemente in un contenitore sterile.

Com'è lo studio istologico

L'esame dei campioni selezionati viene eseguito da medici-patologi. Il campione viene posto in una soluzione speciale, quindi in paraffina per la compattazione. Micro-fette sono preparati da un pezzo denso con un coltello speciale (microtomo) per l'esame al microscopio. I campioni finiti sono dipinti e posizionati su un vetrino.

L'intero processo di preparazione del campione richiede tempo (circa una settimana), quindi ci vuole così tanto tempo per attendere le risposte dal laboratorio (in media, due settimane, dato il carico di lavoro dei medici).

Cosa può essere rilevato dalla biopsia polmonare

Con una biopsia polmonare, possono essere identificate le seguenti malattie:

  • Cancro ai polmoni Il cancro del polmone può svilupparsi da epitelio (carcinoma epidermoide) e cellule ghiandolari (adenocarcinoma, carcinoma a cellule squamose ghiandolari). Può essere differenziato, scarsamente differenziato e indifferenziato. Il quadro morfologico del cancro è la presenza di cellule che differiscono nella struttura dai tessuti normali, diverse per forma e dimensione, con una struttura cellulare compromessa e un gran numero di divisioni. Meno cellule sono simili al tessuto sano adiacente, meno differenziato è il tipo di tumore e più è maligno.
  • Sarcoidosi. Quando la sarcoidosi colpisce i piccoli vasi linfatici del polmone: i granulomi si formano al loro interno.
  • Bronchite cronica Infiltrazione infiammatoria cellulare, atrofia o iperplasia delle cellule ghiandolari, sviluppo del tessuto di granulazione, distruzione delle pareti dei bronchioli, perdita di elastina sono rilevati nei preparati.
  • Fibrosing alveolite. Iperplasia di pneumociti di tipo II, sviluppo nei polmoni delle cavità aeree del tipo a nido d'ape.
  • Tubercolosi polmonare. Granulomi con focolai di necrosi caseosa sono rilevati nei preparati. Per chiarire la diagnosi consente l'esame batteriologico.
  • Alveolite allergica Un'immagine di infiammazione cronica in risposta a un allergene da polvere nei polmoni.
  • Istiocitosi H. Malattia di natura sconosciuta. In campioni bioptici sono state rilevate infiltrazioni di eosinofili, macrofagi e cellule di Langerhans.
  • fibrosi polmonare. Questo è un concetto collettivo, che è il risultato della risoluzione di vari processi. Il quadro morfologico è caratterizzato dalla proliferazione nel tessuto connettivo polmonare.

Metodi per eseguire la biopsia polmonare

La biopsia polmonare è una procedura chirurgica semplice. Durante questa procedura, viene estratta una piccola quantità di tessuto polmonare, che viene successivamente sottoposto ad esame analitico.

Tipi di biopsia e preparazione per la sua attuazione

La biopsia polmonare viene eseguita dopo l'esame radiografico e la rilevazione di una patologia sospetta. Permette ai medici di capire se un paziente ha una malattia oncologica.

Attualmente ci sono diversi modi principali in cui viene eseguita una biopsia. Tra questi ci sono i seguenti:

  • broncoscopia;
  • biopsia percutanea;
  • biopsia polmonare aperta;
  • metodo di studio videotoracoscopico;

È molto importante prepararsi adeguatamente per l'esame dei polmoni. Tutti i pazienti devono rifiutarsi di assumere acqua e cibo 10-12 ore prima di questo studio. Inoltre, per 5-7 giorni non dovrebbero essere presi farmaci anti-infiammatori non steroidei e farmaci per fluidificare il sangue (ibuprofene, acido acetilsalicilico, warfarin, ecc.). È anche molto importante informare il medico sulle patologie del corpo, sul peggioramento della coagulazione del sangue o sulla gravidanza esistente.

Alcuni pazienti sono invitati a prendere sedativi prima di una biopsia, che li aiuterà non solo a rilassarsi, ma anche a evitare la tosse. Ciò è dovuto al fatto che la tosse non permetterà di ottenere materiale polmonare di alta qualità. Inoltre, il paziente deve firmare un consenso preventivo alla raccolta dei tessuti. Tutti i rischi e le conseguenze negative derivanti dalla raccolta di materiale analitico sono prescritti in questo documento.

Condurre ricerche

Il prelievo di biopsia è più facile da eseguire nel processo di broncoscopia. Utilizzare un metodo simile quando una persona presenta anomalie polmonari congenite o è stata sottoposta a infezione.

Nel processo di esecuzione della broncoscopia, un tubo sottile si trova nei pazienti attraverso il tratto respiratorio (bocca o naso). Con questo tubo, i medici possono rilevare visivamente le aree interessate del polmone. La durata della procedura è in media 40-60 minuti. Al suo completamento, la persona deve essere in posizione supina per 2 ore.

La broncoscopia non è una procedura molto piacevole, che provoca dolore alla gola, accompagnata da raucedine della voce, una sensazione di secchezza nella gola e nella bocca. Per ridurre tali sintomi possono essere ordinarie caramelle succhiare, che includono olio di eucalipto o olivello spinoso.

Un metodo più accurato per diagnosticare il cancro del sistema polmonare è la biopsia percutanea. Questo metodo di ricerca ha un altro nome: biopsia transtoracica. Permette ai medici di ottenere il tessuto desiderato con il metodo di avvistamento, che aumenta l'efficacia del test.

La biopsia percutanea viene eseguita usando un ago speciale che viene inserito nel petto umano. Lo svantaggio di questo metodo di ricerca è che l'ago non può essere inserito nel corpo molto profondamente. Pertanto, il campionamento del materiale studiato può essere eseguito solo dalla vicina parete del polmone.

Durante questo evento, il paziente dovrebbe essere in una posizione seduta. Tuttavia, gli è vietato spostarsi e si raccomanda di trattenere il respiro. Una piccola incisione viene eseguita sulla pelle, la cui dimensione non supera i 3-4 mm. Un ago medico viene inserito attraverso questa incisione, che perfora la formazione del tumore e consente di ottenere il tessuto desiderato. Successivamente, l'ago viene rimosso delicatamente e il sanguinamento si interrompe sulla zona danneggiata. Dopo aver fermato il sangue, viene applicato un bendaggio stretto sul torace, che non può essere rimosso per i successivi 2-3 giorni.

Inoltre, dopo una puntura, i pazienti devono essere in posizione supina per 2-3 ore. Alla fine di questo tempo, viene eseguita una radiografia, che determinerà le prestazioni dell'area danneggiata.

Va notato che il metodo transtoracico di test prevede l'uso obbligatorio di antidolorifici. Se trascuri gli antidolorifici, la persona avverte un forte dolore al petto e una sensazione di bruciore nei polmoni.

Metodo toracoscopico aperto e video-assistito

Usando un metodo di prova aperto, viene praticata un'incisione sul petto, in seguito alla quale viene raccolto un piccolo pezzo di polmone. Questo metodo è il più preciso, ma viene eseguito solo con l'uso dell'anestesia generale. Viene eseguito solo nel caso in cui i medici abbiano seri sospetti che il paziente non abbia solo un cancro, ma anche granulomatosi, sarcoidosi o malattie polmonari di natura reumatoide.

Nel processo di esecuzione di una biopsia polmonare aperta, il paziente viene posto in sala operatoria. Qui, un tubo speciale viene inserito attraverso il tratto respiratorio, che deve raggiungere il polmone interessato. Quindi viene effettuata una piccola incisione nell'area intercostale, attraverso la quale viene raccolto il tessuto esaminato. Dopo aver completato la procedura, un tubo pleurico rimane nell'area di taglio, che fungerà da dispositivo di drenaggio. Se una persona non ha complicazioni, il drenaggio viene rimosso in 2-3 giorni. Questo prolungherà l'area operata. Il processo di recupero di una persona è di 1-2 settimane, dopo di che i punti vengono rimossi.

Dopo una biopsia aperta, tutti i pazienti si sentono male e più stanchi, accompagnati da un aumento della sonnolenza.

Ciò si verifica a causa dell'indebolimento del corpo. Inoltre, si avvertiranno mal di gola e torace.

La biopsia con una tecnica toracoscopica video-assistita è una procedura piuttosto costosa. Il più delle volte viene eseguito da cliniche private, poiché richiede una telecamera speciale. Questa fotocamera viene introdotta nel torace attraverso un'incisione microscopica, che non causa molto dolore alla persona. E il periodo di recupero dopo l'imaging video non sarà più di 1 giorno.

Complicazioni dopo biopsia e controindicazioni

Tra i principali motivi che impediscono la biopsia polmonare, includono l'enfisema, la presenza di cisti e ipertensione polmonare. È anche possibile notare ipossia e insufficienza cardiaca.

La complicazione più comune che può verificarsi dopo una biopsia del tessuto polmonare è lo pneumotorace (collasso) dei polmoni. Per evitare questo, dopo la procedura, è imperativo fare una radiografia. Questo determinerà la condizione dei polmoni del paziente.

Se dopo la radiografia non c'erano segni premonitori, il medico curante doveva monitorare attentamente il paziente per il giorno successivo. I principali segni della presenza di pneumotorace sono forti dolori al petto, che aumenteranno col tempo. La pelle del paziente diventerà blu, avvertirà mancanza di respiro e palpitazioni. Per eliminare tale collasso, è necessario inserire immediatamente un tubo di drenaggio. Permetterà all'aria in eccesso di uscire dal torace e raddrizzerà il tessuto polmonare.

Oltre al pneumotorace, le persone possono sperimentare gravi emorragie. Se il sangue non viene fermato in modo tempestivo, il paziente può perdere conoscenza. Pertanto, i medici dovrebbero monitorare attentamente la ferita e, se necessario, fermare rapidamente il sanguinamento.

Come si ottiene una biopsia polmonare e risultati di decodifica

La biopsia polmonare è una procedura diagnostica che prevede l'ottenimento di campioni biologici di tessuto polmonare.

Successivamente, questi tessuti vengono esaminati per la presenza di anomalie patologiche. Più spesso, la biopsia polmonare viene eseguita per escludere il cancro nei polmoni.

Indicazioni e controindicazioni

La biopsia polmonare viene solitamente prescritta quando un paziente ha una massa polmonare, che può essere causata da patologie come cancro, sarcoidosi, ascesso, tubercolosi, polmonite prolungata, alveolite, processi tumorali benigni, ecc.

La procedura è controindicata per le persone con malattie come:

  • Cisti polmonari;
  • ipossia;
  • Problemi di coagulazione del sangue;
  • enfisema;
  • Ipertensione polmonare;
  • Anemia pronunciata;
  • Insufficienza miocardica cronica in fase scompensata.

In altri casi, non ci sono controindicazioni per questa procedura diagnostica.

Una biopsia polmonare può essere eseguita in diversi modi: transbronchiale, puntura, aperto o toracoscopico.

transbronchiale

La biopsia polmonare transbronchiale è considerata abbastanza popolare, coinvolge l'uso di un broncoscopio. Questo metodo di campionamento dei biomateriali è ampiamente utilizzato nella determinazione delle patologie infettive e nel rilevamento di crescite anormali nelle vicinanze dei bronchi.

La broncoscopia visualizza la superficie del tratto respiratorio e consente di prendere un pezzo di tessuto in qualsiasi area. La durata di un tale evento diagnostico può essere fino a un'ora, sebbene 30 minuti siano più spesso sufficienti.

Le indicazioni per la biopsia polmonare transbronchiale sono patologie come:

  • carcinosi;
  • la tubercolosi;
  • sarcoidosi;
  • Alveolite e altre lesioni polmonari di natura diffusa.

Questo metodo comporta la realizzazione di biopsia endoscopica attraverso la puntura della parete bronchiale. Durante la procedura, le pinze vengono iniettate in vari reparti bronchiali, prelevando fino a 7 campioni da singoli siti.

La procedura viene solitamente eseguita sotto il controllo dell'apparato radiogeno, garantendo l'accuratezza della procedura. Sono noti casi in cui dopo la biopsia polmonare transbronchiale, i pazienti presentavano sanguinamento e pneumotorace.

Puntura transtoracica

Questo metodo per ottenere una biopsia dai polmoni comporta l'uso di un lungo ago da cannone, che è l'obiettivo di ottenere tessuto dall'area desiderata.

Di conseguenza, il medico riceve un biopampo cellulare di strutture tissutali situate in prossimità del torace.

I risultati di questo studio, il paziente deve attendere 10-14 giorni.

Per la biopsia dell'ago si usa di solito uno speciale ago-trocar o Silverman. Le possibilità di una biopsia polmonare da puntura sono alquanto limitate, perché non è sempre possibile raggiungere il sito necessario dal quale è necessario ottenere un campione.

Sebbene il metodo abbia, se è informativo, e i suoi vantaggi - la biopsia con puntura elimina la necessità di una toracotomia diagnostica.

Inoltre, la procedura consente di pianificare attentamente il corso dell'operazione, le opzioni di accesso, i volumi di rimozione dell'organo, che è molto importante per i pazienti con rischi operativi elevati.

aperto

Il metodo aperto di eseguire una biopsia polmonare presuppone l'esecuzione di un'operazione chirurgica, durante la quale il medico taglia un pezzo microscopico di biomateriale dal sito necessario. Nella zona polmonare viene praticata un'incisione chirurgica attraverso la quale viene fornito l'accesso ai tessuti.

Il paziente viene sottoposto ad anestesia endotracheale, quindi un'incisione di 8-12 cm viene eseguita leggermente sotto l'ascella nel 4-5 ipocondrio. Il paziente è sdraiato su un fianco. I campioni biologici rimossi sono testati per la presenza di infezioni polmonari, cancro e altre possibili lesioni.

Il metodo aperto per ottenere una biopsia dal tessuto polmonare consente di determinare con precisione la presenza di patologie quali granulomatosi, sarcoidosi, patologie reumatiche, ecc.

VATS

Il metodo della biopsia toracoscopica video-assistita oggi è il più informativo e diagnosticamente accurato.

Tra le costole sul lato del polmone colpito, vengono effettuate numerose piccole incisioni attraverso le quali sono inserite la fotocamera e gli strumenti in miniatura.

La procedura è minimamente invasiva, e in contrasto con il metodo aperto non ha bisogno di riabilitazione a lungo termine.

La tecnica videotoracoscopica è considerata piuttosto costosa, quindi è disponibile principalmente in cliniche private, poiché richiede la disponibilità di costose attrezzature.

formazione

Prima della procedura, il medico spiega necessariamente al paziente i possibili rischi e complicazioni, raccoglie informazioni sulla presenza di allergie, assunzione di farmaci, gravidanza e patologie del sangue.

  1. Si raccomanda di rifiutare il cibo per 6 ore prima di effettuare una biopsia.
  2. Non puoi assumere aspirina, warfarin e altri farmaci che contribuiscono al diradamento del sangue.
  3. Il paziente deve rimuovere gioielli, protesi, lenti, ecc.

Come viene eseguita la biopsia polmonare?

Se una biopsia viene eseguita utilizzando un broncoscopio, il dispositivo viene inserito attraverso la bocca o il naso.

Questa procedura è più efficace in presenza di sintomi lievi come emottisi o tosse cronica.

Se la biopsia viene eseguita con la puntura, la procedura viene controllata mediante apparecchiature a raggi X o ad ultrasuoni.

La biopsia della puntura viene eseguita con anestesia locale e toracoscopica aperta o video-assistita in anestesia generale.

Inoltre, quando si esegue l'ultimo tipo di biopsia, viene utilizzato anche un apparato per la ventilazione polmonare artificiale.

Con la sarcoidosi

La sarcoidosi è una patologia del tessuto connettivo in cui i noduli si formano sui polmoni. Per una diagnosi accurata, è necessaria la broncoscopia durante la quale il biomateriale viene prelevato per l'esame istologico.

La biopsia polmonare per la sarcoidosi è una procedura molto significativa. Sulla base dei risultati dell'istologia della biopsia, il medico compila in modo più completo il quadro clinico della patologia e prescrive il trattamento più ottimale.

Nel cancro

Nel cancro polmonare, la broncoscopia e la biopsia del tessuto polmonare sono di importanza decisiva nella diagnosi e nella scelta di ulteriori trattamenti.

La biopsia puntura transbronchiale dei linfonodi consente di determinare l'entità del processo del cancro.

  • Nel carcinoma polmonare centrale è indicata la broncoscopia con una biopsia puntura transbronchiale.
  • Nel cancro del polmone periferico, l'opzione diagnostica ottimale è la biopsia puntura percutanea con controllo tomografico.

La biopsia di aspirazione nel caso del cancro polmonare viene utilizzata per determinare la natura istologica dei tumori situati sulla periferia adiacente alla parete sternocellulare.

Questa procedura deve essere eseguita solo da un diagnostico altamente qualificato, poiché esiste la possibilità di formazione di metastasi di impianto che si formano durante l'ago da biopsia o embolia gassosa.

Risultati della biopsia polmonare

I risultati dello studio sono solitamente pronti in 3-5 giorni. Se l'analisi è avanzata, il risultato può essere previsto e 2 settimane.

Quando decifrano le informazioni ricevute, vengono presi in considerazione i risultati normali se non vi sono processi infettivi di origine fungina, batterica o virale, cellule cancerose, focolai fibrosi e polmonari, oltre a escrescenze benigne.

effetti

Una delle complicanze più comuni della biopsia polmonare è il collasso (o pneumotorace).

Al fine di prevenire tale complicazione, dopo una diagnosi bioptica, si raccomanda di eseguire un esame radiografico sul paziente, durante il quale la condizione del sistema polmonare del paziente sarà chiaramente determinata.

Per eliminare tale condizione, è necessario inserire un tubo di drenaggio che rilasci l'aria in eccesso dal torace e contribuisca a levigare il tessuto polmonare.

Le conseguenze di una biopsia polmonare possono anche manifestarsi con un'emorragia intensa, che richiede l'intervento di uno specialista. Pertanto, per diversi giorni il paziente è desiderabile di osservare in ospedale.

Recensioni dei pazienti

Irina:

Sono un vigliacco terribile, quindi quando mi è stata prescritta una broncoscopia con una biopsia, sono semplicemente presa dal panico. Pertanto, il consiglio - sintonizzati immediatamente che non farà male. Non ho saputo immediatamente che la procedura era indolore, quindi avevo paura. Ho subito tutta la lidocaina zapshikali, quindi dopo un certo periodo di tempo è stata aggiunta una dose di anestetico. Non ha fatto male affatto e non ci sono state complicazioni. Ma dopo lo studio ha determinato con precisione la diagnosi. Pertanto, la procedura, sebbene sgradevole, è estremamente informativa.

Egor:

Sono un fumatore con molti anni di esperienza, quindi quando il respiro affannoso è apparso, emottisi e altri sintomi spiacevoli, avevo paura che tutto fosse finito. Andai dal dottore, fu trovata una zona sospetta sulla radiografia e fu prescritta una biopsia. Cerco di evitare i medici, ma eccolo qui. Tra tutte le opzioni proposte, mi sono concentrato sulla biopsia per puntura, il cui beneficio è la procedura più non invasiva. Tutto è andato meglio di quanto pensassi, anche le conseguenze sono state evitate. I test hanno eliminato il cancro, ma hanno ancora riscontrato un problema con i polmoni. Pertanto, ritengo che la procedura di biopsia nel mio caso si sia rivelata molto utile e ha contribuito a determinare la diagnosi corretta in modo tempestivo.

Procedura dei prezzi e dove posso andare?

  • Il costo medio di una biopsia polmonare da puntura nelle cliniche della capitale è di circa 1750-9800 rubli.
  • La biopsia transbronchiale costa 1500-7900 rubli.

È meglio sottoporsi alla procedura di biopsia polmonare in cliniche altamente specializzate di scala repubblicana, regionale o capitalistica. Solo in tali strutture mediche sono disponibili le attrezzature necessarie e il personale qualificato che può eseguire la procedura senza conseguenze negative per il paziente.

Video sulla biopsia polmonare transbronchiale:

Mrt lung

Commenti

Non fatevi prendere dal panico, ma non rinunciare ai sondaggi. È meglio sapere cosa trattare piuttosto che preoccuparsi dell'ignoto. Sono su FLG, analisi - tutto è OK. Solo la scansione TC dell'OGK ha rivelato problemi. Faccio CT ogni 3-4 mesi. Non Mosca)

Quali sono i problemi Sarcoidosi? Come sei stato trattato?

Buona giornata! Non c'è bisogno di andare nel panico. Sarcoidosi senza complicazioni e quadro clinico ha la possibilità di andare da solo. In ogni caso, è una piaga benigna, quindi non aver paura di ciò. Mio marito ha la sarcoidosi. Inoltre non ha fatto una biopsia. Ma c'è un momento. Assicurati di andare regolarmente alla CT, controlla se ci sono progressi. E passare attraverso un esame completo di tutti gli organi che potrebbero essere interessati dalla sarcoidosi. I miei polmoni hanno ancora dei cambiamenti nelle ossa: (((e poi, speriamo che questo vada via da solo Non ci sono nemmeno sintomi, quindi non ti consiglio di smettere di test. Hai bisogno di un buon specialista che controllerà la tua malattia. In generale, i linfonodi ingrossati possono non essere sarcoidosi La sarcoidosi è un granuloma Formazioni, ma non è un dato di fatto che andrà meglio, mostra un quadro leggermente diverso: è meglio di una volta ogni tre mesi. Ho scritto un disordine, scrivimi se hai domande, ti risponderò

Sospetto di cancro ai polmoni

Registrazione: 23/11/2004 Messaggi: 1

Sospetto di cancro ai polmoni

Ciao, caro!
Avvisami cosa fare.
Nel 1998, dopo l'amputazione della gamba nel 1997, ho trovato metastasi nei polmoni 5x6cm, suggerendo un'operazione che diceva che il tasso di sopravvivenza nel mio caso è di 5 anni, ho rifiutato, e ora vivo per più di 6 anni, conduco uno stile di vita attivo. Ma ultimamente c'è stata una debolezza, un colpo di tosse. È tutto o puoi fare qualcosa?
Cordialmente, Eugene.

Registrazione: 18/11/2004 Messaggi: 3

Prima di tutto, sono necessarie informazioni su ciò che è stata fatta l'amputazione. Ora hai bisogno di un esame radiografico dei polmoni per scoprire la situazione al momento.
Ti è stata offerta la chemioterapia dopo l'amputazione?
È consigliabile mostrare la conclusione istologica ottenuta dopo l'amputazione.
KS

Membro dal: 23/10/2003 Messaggi: 481

Vorrei suggerire quanto segue: se è possibile, fare una scansione TC dei polmoni (se questo è difficile, almeno una radiografia in 3 proiezioni) e inviarci l'intero testo della conclusione su di esso - e, ovviamente, lo sfondo - la malattia 1997, diagnosi istologica, livello di amputazione. Discutiamo, pensiamo.

Iscritto dal: 08 agosto 2004 Messaggi: 669

Ti supporto per la tomografia, hai bisogno di informazioni chiare qui, non puoi vedere molto nelle immagini, e ancora di più dopo l'amputazione. Non sai mai cosa c'era, anche se è molto incomprensibile e dubbio. 6 anni. L'istotipo è molto! è interessante

Registrazione: 16/10/2003 Messaggi: 4,520

Registrazione: 8 dicembre 2004 Messaggi: 5

Buona giornata!
mio padre ha fatto una radiografia, poi è stato mandato a una tomografia polmonare, e poi hanno semplicemente detto - non sprecare soldi su di esso -
Questa risposta non mi va bene e quindi chiedo la tua consulenza:
1. Quali test devono passare? (lo prendiamo per la broncoscopia domani, doniamo il sangue per l'analisi, fatto un cardiogramma, i risultati sono già pronti)
2. Chi contattare e dove?
3. Posso inviarti l'estratto allegato alla tomografia e l'immagine stessa, esami del sangue e la tua opinione?

Biopsia polmonare

Il cancro del polmone è una patologia maligna che si sviluppa dalle cellule epiteliali delle vie respiratorie. Al fine di prevedere il decorso della malattia, insieme ad altri metodi diagnostici, è necessario condurre un esame istologico di un campione di tessuti tumorali.

Se stimiamo la frequenza dello sviluppo di patologie oncologiche negli adulti, allora le neoplasie nei polmoni occupano posizioni piuttosto elevate. Molto spesso, questa malattia viene diagnosticata negli uomini di età superiore ai 45 anni. Fortunatamente, lo sviluppo della medicina non si ferma e sono già stati trovati alcuni metodi per influenzare i processi oncologici di questa origine. Ma prima di iniziare il trattamento, è necessario confermare la diagnosi. È qui che la biopsia polmonare viene in soccorso.

Questa manipolazione comporta la rimozione di un piccolo campione di tessuto polmonare, se la patologia è stata rilevata direttamente nei polmoni o nello sterno, per un ulteriore esame istologico sotto un microscopio elettronico.

Indicazioni e controindicazioni

L'indubbia indicazione per l'esecuzione di una biopsia polmonare è la rilevazione di una neoplasia nei tessuti polmonari. Per provocare una tale patologia può:

  • processo maligno nel cancro;
  • un tumore che ha una natura benigna;
  • danno ai linfonodi intratoracici nella sarcoidosi;
  • ascesso infiammazione suppurativa;
  • tubercolosi polmonare;
  • processo infiammatorio cronico localizzato nel tessuto polmonare.

Campioni di biopsia da polmoni non sono fatti in questi casi:

  • accumulo doloroso e eccessivo di aria nei polmoni;
  • cavità piene di aria o di liquido nei polmoni (cisti);
  • aumento della pressione sanguigna nell'arteria polmonare;
  • fornitura insufficiente di tessuti e organi con ossigeno;
  • anemia grave;
  • disturbi emorragici;
  • insufficienza cardiaca, che non può essere compensata da meccanismi adattivi.

La biopsia polmonare è una procedura non standard che è prescritta a tutti. Ci devono essere delle buone ragioni per questo. Mostra la presenza o l'assenza di processi patologici che hanno natura fungina, batterica o virale, cellule cancerose, crescita eccessiva o compattazione del tessuto connettivo, polmonite focale, nonché una lesione benigna.

metodi

Ad oggi, i seguenti metodi e tipi di biopsia sono usati per la raccolta di materiale biologico dai polmoni e dal mediastino:

  1. Biopsia transbronchiale durante la broncoscopia. Il paziente non sente dolore e disagio, perché è sotto l'influenza dell'anestesia. Un endoscopio viene inserito nelle sue vie aeree, consentendo al medico di visualizzare il tumore ed estrarre un piccolo pezzo di tessuto con una pinza. Questo metodo viene spesso utilizzato per diagnosticare malattie infettive e per rilevare il tessuto maligno situato vicino ai bronchi.
  2. Biopsia dell'ago In questo caso, per ottenere un campione di tessuto polmonare, praticare una foratura del torace. La procedura viene eseguita in anestesia locale e sotto il controllo di ultrasuoni o CT. Questo metodo viene utilizzato se il tessuto patologico si trova vicino alla parete toracica. Durante tale procedura è importante non muoversi o tossire.
  3. Biopsia toracoscopica. La procedura viene eseguita in anestesia generale. Non appena l'anestesia inizia ad agire, lo specialista esegue un'incisione nello spazio intercostale in cui è inserito il trocar, che consente al dispositivo di essere portato all'interno della cavità pleurica. Dopo di ciò, vengono fatte altre 2-3 incisioni per l'introduzione di strumenti aggiuntivi che consentiranno l'aspirazione di liquidi. Ora gli esperti esaminano la cavità e prelevano un campione di tessuto ai fini della loro analisi aggiuntiva.
  4. Biopsia aperta. Tale ottenimento di materiale biologico avviene durante l'intervento chirurgico, quando il torace viene aperto e si ottiene l'accesso aperto al polmone. In questo caso, il chirurgo non interferisce con l'assunzione di un campione sufficiente per lo studio. Per prevenire il collasso e la distruzione dei polmoni, viene inserito un tubo di drenaggio pleurico per due giorni e vengono applicate suture postoperatorie. Quando i fluidi non fluiscono più dalla ferita, il tubo viene rimosso e dopo altre 1-2 settimane vengono rimosse le suture.

Nella posizione distale (a distanza dal centro) di un tumore polmonare, di norma, viene prescritta una biopsia toracoscopica o di puntura. Se il tumore ha una posizione centrale, viene indicata la biopsia transbronchiale.

Fase preparatoria

Prima di condurre una biopsia, dovrebbe essere discussa dettagliatamente dal medico e dal paziente. Il paziente deve porre tutte le sue domande e lo specialista è obbligato a spiegare chiaramente come i polmoni saranno in grado di raccogliere materiale biologico, cosa sentirà il paziente e quali conseguenze dovrebbero essere previste dopo questa procedura.

Il paziente è obbligato a informare il medico di alcune sfumature sulla sua salute:

  • sulla gravidanza probabile o possibile;
  • di qualsiasi ipersensibilità a qualsiasi farmaco, ma soprattutto agli anestetici;
  • elenca tutte le droghe che prende tutto il tempo, specialmente se ci sono anticoagulanti tra di loro.

Fase preparatoria obbligatoria - il passaggio di ulteriori studi: radiografia dei polmoni, diagnostica ecografica, tomografia computerizzata e coagulazione del sangue. Inoltre, 8 ore prima della manipolazione, dovrai rinunciare a mangiare e bere.

effetti

Il pneumotorace si verifica più spesso nei pazienti dopo la biopsia polmonare. Può essere facilmente identificato dai seguenti sintomi:

  • intensità dolorosa al petto;
  • cianosi della pelle;
  • il battito del cuore raggiunge oltre 90 battiti al minuto;
  • c'è una grave mancanza di respiro.

Per evitare questo, una radiografia fatta in modo tempestivo dopo la procedura, che mostrerà la condizione dei polmoni del paziente, aiuterà. Inoltre, la biopsia polmonare è anche pericolosa a causa dell'emorragia intensa, che richiede cure mediche di emergenza. Pertanto, dopo la procedura, il paziente è meglio non precipitarsi a casa, ma essere sotto la supervisione del personale medico.

La biopsia polmonare è una procedura seria che viene eseguita al meglio in cliniche specializzate con specialisti esperti per ridurre al minimo le conseguenze indesiderate. È difficile riconoscere il cancro del polmone nelle prime fasi della visita iniziale da un medico, ed è impossibile contare su una prognosi favorevole alla metastasi anche a metastasi. Pertanto, è estremamente importante collaborare con uno specialista in domande d'esame tempestive.

Recensioni di biopsia polmonare aperte

La biopsia polmonare comporta l'estrazione di una piccola quantità di tessuto polmonare per l'esame microscopico. Una biopsia può essere eseguita in 4 modi. Il metodo utilizzato dipende dallo stato di salute generale e dal sito di biopsia.

  • Biopsia con un broncoscopio. Questo tipo di biopsia viene eseguita con un broncoscopio inserito attraverso la bocca o il naso nelle vie aeree. Questo metodo viene utilizzato in caso di sospette malattie infettive e la posizione del tessuto polmonare patologico vicino ai bronchi.
  • Biopsia dell'ago La biopsia viene eseguita utilizzando un ago lungo inserito nel torace. Questo metodo viene utilizzato se il tessuto polmonare patologico si trova vicino alla parete toracica. Quando viene inserito un ago, vengono comunemente utilizzati tomografia computerizzata, ultrasuoni o fluoroscopia.
  • Biopsia aperta. Una biopsia aperta viene eseguita con un intervento chirurgico. Questo metodo viene utilizzato se una grande parte del tessuto polmonare è necessaria per la diagnosi.
  • Chirurgia videotorascolare.

Una biopsia polmonare è prescritta per:

  • Diagnosi di alcune malattie polmonari come la sarcoidosi e la fibrosi polmonare. In rari casi, una biopsia polmonare è indicata per grave polmonite.
  • Diagnosi di sospetto cancro polmonare.
  • Esami di eventuali malattie riscontrate in altri test: radiografia o TC.

Prima della biopsia, ti verrà chiesto di firmare un modulo di consenso. Consultare il proprio medico su eventuali esperienze, potenziali rischi della procedura e possibili risultati.

Prima di una biopsia, informi il medico se:

  • Prendi qualsiasi farmaco
  • Sono allergici a qualsiasi farmaco, compresi gli anestetici.
  • Prendi anticoagulanti.
  • Sono incinta

Prima di una biopsia, il medico può prescrivere un esame emocromocitometrico completo. Nella maggior parte dei casi, dovresti astenervi dal mangiare almeno 6 ore prima della biopsia.

Prima della procedura, potresti ricevere alcuni farmaci per asciugare le secrezioni nella bocca e nelle vie respiratorie. Dopo una puntura e una biopsia eseguita con un broncoscopio, sarai in grado di tornare a casa, in altri casi dovrai rimanere in ospedale per almeno alcuni giorni. Potrebbe essere richiesto di rimuovere protesi dentarie, occhiali e lenti a contatto, apparecchi acustici, parrucche, cosmetici e gioielli prima di una biopsia. Anche prima della biopsia, è necessario svuotare la vescica e rimuovere i vestiti.

Biopsia con un broncoscopio

Tale biopsia viene eseguita da un pneumologo. Solitamente per l'analisi viene utilizzato un broncoscopio sottile e flessibile, in rari casi viene utilizzato un broncoscopio solido. La broncoscopia richiede in genere da 30 a 60 minuti. Dovrai rimanere nel reparto postoperatorio per 1 - 2 ore.

La biopsia puntura viene eseguita da un pneumologo o radiologo. Il medico utilizzerà una TC, un'ecografia o una fluoroscopia per inserire l'ago. Il sito di puntura verrà prima trattato con antisettici e al paziente verrà somministrata un'anestesia. Dopo la puntura, il medico chiederà al paziente di trattenere il respiro per un po ', è molto importante non muoversi o tossire in questo momento. Dopo l'analisi, una benda viene applicata al sito di puntura. Questa biopsia dura da 30 a 60 minuti. Dovrai rimanere nel reparto postoperatorio per 1 - 2 ore.

Biopsia aperta e chirurgia video toracoscopica

Una biopsia aperta viene eseguita dal chirurgo in anestesia generale. La sedazione impiega un'ora prima che la procedura aiuti a rilassarsi. Viene praticata un'incisione tra le costole nell'area del polmone dove viene prelevato un campione di tessuto. Dopo aver prelevato un campione, viene inserito un tubo di drenaggio pleurico nell'area dell'incisione, dopo di che vengono applicate le suture. Il tubo di drenaggio pleurico viene rimosso quando il drenaggio si arresta, le suture vengono rimosse dopo 7-14 giorni. L'intera procedura richiede in genere circa un'ora. Dopo la sua esecuzione, il paziente viene lasciato nel reparto postoperatorio per circa un'ora.

Sentimenti durante il test

L'anestesia locale ha un sapore amaro e può causare tosse. Dopo la procedura, si può verificare la secchezza della bocca per diverse ore, così come un mal di gola e qualche disfonia. Succhiare compresse dalla gola o risciacquare con acqua calda salata aiuterà ad eliminare il dolore. Dopo una biopsia, la temperatura può aumentare, stabilizzandosi entro 24 ore.

Prima della puntura, al paziente verrà somministrata un'iniezione di anestesia, che lo allevierà dalle sensazioni dolorose.

Sedativi e anestesia allevieranno sensazioni dolorose e scomode durante la procedura. Dopo una biopsia, il paziente può sentirsi affaticato per 1-2 giorni, dolore muscolare o mal di gola. Succhiare compresse dalla gola o risciacquare con acqua calda salata aiuterà ad eliminare il dolore. Se la pelle intorno all'incisione è pruriginosa, il medico prescriverà un antidolorifico. Bendaggio sul sito della biopsia, è necessario indossare fino a 48 ore.

La biopsia polmonare è una procedura sicura. Qualsiasi rischio dipende dalla presenza di malattie e dal loro stadio. Nelle malattie respiratorie gravi può verificarsi difficoltà a respirare. La broncoscopia e la biopsia con ago sono di solito più sicure della biopsia aperta e della chirurgia video toracoscopica. La biopsia per broncoscopia e puntura avviene senza anestesia generale.

I rischi principali includono:

  • Aumento del rischio di pneumotorace durante l'analisi.
  • Sanguinamento pesante
  • Infezione, come la polmonite.
  • Spasmi di tubi per intubazione bronchiale.
  • Aritmia.
  • I pazienti con grave broncopneumopatia cronica ostruttiva sono a rischio di morte.
  • Chiama immediatamente un medico se dopo una biopsia hai:
  • Grave dolore al petto.
  • Vertigini.
  • Respirazione difficile
  • Sanguinamento eccessivo attraverso la benda.
  • Espettorazione copiosa di sangue.
  • Febbre.

Con una biopsia polmonare, un campione di tessuto polmonare viene esaminato al microscopio. Dopo 2 - 4 giorni lavorativi, i risultati della biopsia sono pronti. Potrebbero essere necessarie diverse settimane per verificare alcune infezioni, come la tubercolosi.

Il tessuto polmonare è normale. Non sono stati identificati sintomi di infezione, infiammazione o cancro.

La patologia può svilupparsi a causa dell'infezione attiva, alcune malattie polmonari e alcuni tipi di cancro.

Cosa influenza il corso di analisi

Un campione troppo piccolo di tessuto prelevato da una biopsia può influire sull'accuratezza dei risultati. Con la biopsia per puntura, le cellule cancerose possono essere dimenticate e non diagnosticate.

Prima di fare una diagnosi, oltre ai risultati di una biopsia polmonare, il medico rivedrà la storia del paziente, effettuerà un esame e prescriverà alcuni altri test, tra cui radiografie del torace o tomografia computerizzata. Anche la broncoscopia può essere utile.

  • La biopsia polmonare non può essere eseguita su:
  • Malattia polmonare progressiva, come l'enfisema.
  • Disturbi della coagulazione del sangue
  • Insufficienza cardiaca e ipertensione arteriosa polmonare (ipertensione arteriosa polmonare).

Il recupero dopo un video di chirurgia toracoscopica richiede meno tempo rispetto a una biopsia aperta.