loader
Raccomandato

Principale

Cirrosi

Gonfiore dei tessuti molli

Come risultato di vari disturbi del corpo umano, il fluido dal sangue e dai vasi linfatici può entrare nei tessuti circostanti. La maggior parte di questo fluido è acqua, ma contiene anche una piccola quantità di proteine ​​e altre sostanze. L'accumulo di liquidi in eccesso nei tessuti è chiamato edema o edema. Il gonfiore dei tessuti derivanti da edema può essere locale, come, ad esempio, in caso di lesioni o infiammazione, o generalizzato, che si osserva nell'insufficienza cardiaca o renale.

L'edema dei tessuti molli può verificarsi in qualsiasi parte del corpo. L'accumulo di liquidi si verifica spesso nella pelle, nelle membrane mucose o nel tessuto connettivo del corpo, tale edema è solitamente indolore. Gli edemi possono anche apparire in varie cavità e organi del corpo umano. Particolarmente pericoloso è il gonfiore degli organi vitali, come i polmoni, il cervello, ecc. (A causa della violazione delle loro funzioni).

Cause di

Puffiness di tessuti molli può verificarsi a causa di stimoli meccanici, ad esempio, gonfiore del tessuto post-traumatico. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la causa del loro aspetto è una violazione dell'equilibrio del sale marino nel corpo. Ad esempio, se il sangue manca di determinati sali o proteine, le sue proprietà chimiche cambiano. Naturalmente, il fluido del tessuto formato nutre ancora i tessuti dai capillari arteriosi, ma questo fluido non può riassorbirsi nei capillari venosi. Il sistema linfatico inoltre non fornisce un sufficiente deflusso di fluido tissutale dai tessuti. Oltre alle lesioni organiche pesanti, appare gonfiore delle palpebre e delle cosce.

Nella nostra zona, le cause del gonfiore dei tessuti molli solo in rari casi è la malnutrizione, più spesso - questi sono vari disturbi del fegato e dei reni. Nelle donne, l'edema a volte si verifica a causa di disturbi metabolici ormonali. La principale causa di edema dei tessuti molli è la riduzione del flusso sanguigno a causa di insufficienza cardiaca, attacchi cardiaci e cambiamenti nel sistema circolatorio (ad esempio, infiammazione o vene varicose). In questo caso, il sangue dalle vene degli arti inferiori non scorre abbastanza bene verso il cuore, di conseguenza, vi è un accumulo di liquido nelle gambe, che li fa gonfiare. Se, quando si preme il dito sul tessuto gonfio in questo luogo per molto tempo, non scompare la fossa - questo è un sintomo caratteristico dell'edema. Questa malattia colpisce quasi l'80% delle donne.

Un pericolo immediato per la vita del paziente si verifica se, a causa di insufficienza cardiaca, si verifica edema polmonare, rendendo difficile la respirazione. Il trattamento immediato è necessario in caso di accumulo di liquidi nella cavità addominale (possibili cause: insufficienza epatica, polmonare e renale).

trattamento

Prima di tutto, vengono eseguite radiografie, auscultazione e palpazione del paziente e viene valutata la sua storia della malattia. Il medico stabilisce la diagnosi primaria, per la quale vengono eseguiti i test del sangue e delle urine.

Come aiutare te stesso? Il principale mezzo di protezione contro l'edema associato a disturbi del sistema cardiovascolare è l'esercizio fisico regolare, lo sport e uno stile di vita sano. Mantenere uno stile di vita sano riduce il rischio di insufficienza epatica e renale. Tuttavia, è impossibile evitare completamente l'edema.

Quando dovrei vedere un dottore? I pazienti con funzionalità ridotta del cuore e di altri organi sono di solito sotto costante controllo medico. Tuttavia, dovresti consultare il medico se avverti mancanza di respiro, grave debolezza o gonfiore significativo degli arti inferiori.

La principale misura di primo soccorso è la rimozione del fluido in eccesso dal corpo. Diuretici (diuretici) sono di solito prescritti. Prima di tutto, è necessario diagnosticare e trattare la malattia di base.

A causa di allergie, può verificarsi angioedema - si tratta di un improvviso gonfiore della pelle, del tessuto sottocutaneo e delle mucose. Appare più spesso sul viso. Può contenere diversi giorni. Se le membrane mucose del cavo orale e della laringe sono interessate, la respirazione può essere disturbata.

I pazienti con una predisposizione al gonfiore dei tessuti molli dovrebbero limitare l'assunzione di sale. Il sale trattiene il liquido nel corpo, con conseguente aumento del rischio di edema secondario.

Infiammazione dei tessuti molli: trattamento e sintomi

Il gruppo di malattie infiammatorie dei tessuti molli (VZMT) consiste in forme nosologiche separate di etiopatogenesi generale. L'infiammazione dei tessuti molli può essere di diversi tipi. Tutti loro saranno oggetto di attenzione in questo articolo, così come i metodi per il loro trattamento.

Infiammazione dei tessuti molli - sintomi del fenomeno

Il quadro clinico dell'infiammazione dei tessuti molli, nonostante la varietà delle forme nosologiche e la localizzazione del processo, ha manifestazioni comuni a tutti loro, che sono importanti per la tattica della fisioterapia e per la presenza principalmente del processo infiammatorio. Questo è lo sviluppo di un infiltrato infiammatorio, doloroso con edema, iperemia della pelle sopra di esso (con una profondità ridotta del processo) e ipertermia locale, febbre.

In caso di infiammazione purulento-necrotica dei tessuti molli, il sintomo della fluttuazione è caratteristico, la reazione generale sotto forma di sindrome da intossicazione con febbre pronunciata di riassorbimento purulento è in aumento.

Lo sviluppo di questa sindrome è dovuto, in particolare, alla patogenicità dell'agente infettivo. Linfangite e linfoadenite, essendo forme nosologiche indipendenti, spesso complicano il decorso di tutte le infiammazioni dei tessuti molli. Lesioni e infiammazioni particolarmente gravi sul viso sono pericolose per la vita. Allo stesso tempo, i focolai purulenti possono essere rivelati spontaneamente.

Principali sintomi dell'infiammazione dei tessuti molli:

disordini metabolici e trofici.

Tipi di infiammazione e sintomi dei tessuti molli

Il gruppo di infiammazioni dei tessuti molli include:

foruncolo - infiammazione acuta purulento-necrotica del follicolo pilifero e del tessuto connettivo circostante;

la forunculosi è una malattia cutanea ricorrente cronica, caratterizzata dalla comparsa di molteplici foruncoli (in differenti stadi di sviluppo);

flemmone - infiammazione purulenta diffusa dei tessuti molli delle fibre. A differenza di un ascesso, che è delimitato dai tessuti circostanti dalla membrana piogenica, il flemmone tende a diffondersi su spazi cellulari.

carbuncle - infiammazione acuta purulento-necrotica di numerosi follicoli piliferi e ghiandole sebacee, che si estende alla cute e al tessuto sottocutaneo;

ascesso - delimitato accumulo di pus in vari tessuti e organi;

borsite - una malattia infiammatoria delle borse sinoviali, accompagnata dall'accumulo di essudato nelle loro cavità; mastite - infiammazione del parenchima e interstizio della ghiandola mammaria;

felon - infiammazione acuta dei tessuti molli del dito. Questo gruppo comprende quasi tutte le forme di criminale, con l'eccezione di articolare, osseo e pandactylite, in cui sono interessate le formazioni del tessuto strutturale denso del dito.

La paraprocitite è un processo infiammatorio del tessuto adiposo peri-rettale, causato dalla presenza di una fonte di infezione nella parete del retto.

Hydradenitis - infiammazione purulenta delle ghiandole sudoripare apocrine.

La linfadenite è un'infiammazione dei linfonodi che si verifica, di regola, per la seconda volta, è una complicazione di varie malattie purulente-infiammatorie e infezioni specifiche.

Sintomi dell'infiammazione dei tessuti molli in diverse fasi

Il problema è un processo che si svolge in tre fasi. Il primo stadio di infiammazione, di norma è asintomatico Inizialmente, l'infiammazione dei tessuti molli causa un'alterazione, cioè un disturbo del microcircolo, che è associato a un cambiamento oa un danno alla struttura dei tessuti. La diminuzione dei capillari nell'infiammazione dei tessuti molli, a sua volta, porta solitamente alla malnutrizione, cioè all'indebolimento e alla riduzione del volume dei muscoli. Se non affronti immediatamente il primo stadio dell'infiammazione, entrerà nel secondo - essudazione, che è un gonfiore, e poi nel terzo.

Secondo stadio dell'infiammazione dei tessuti molli già causa dolore Il tessuto molle è letteralmente pieno di liquido accumulato e sono costretti a segnalarlo.

I muscoli segnalano tali danni ai tessuti con l'aiuto dei loro recettori attraverso una giunzione neuromuscolare.

Quindi, la fonte del dolore nel corpo durante l'infiammazione dei tessuti molli sono i muscoli danneggiati, e solo le informazioni su queste lesioni dei muscoli arrivano al sistema nervoso attraverso la connessione neuromuscolare.

Pertanto, è importante interpretare correttamente il dolore anziché assumere antidolorifici per l'infiammazione dei tessuti molli, come accade nel numero schiacciante di situazioni. Di conseguenza, prima o poi la giunzione neuromuscolare si rompe, e il muscolo come risultato non può comunicare informazioni sul suo danno al motoneurone. Questo trattamento porta a atrofia muscolare e contrattura dei tendini. Dopotutto, ogni dolore è una reazione difensiva del corpo.

La terza fase dell'infiammazione chiamato proliferazione, che è il riassorbimento dell'edema. Può accadere naturalmente, per questo è necessario eseguire esercizi appositamente selezionati. Pertanto, è possibile creare il fenomeno del drenaggio naturale durante l'infiammazione dei tessuti.

Infiammazione dei tessuti molli - trattamento della malattia

Comuni a tutti i tipi di infiammazione dei tessuti molli, i principi del trattamento sono anti-infiammatori (incluso antibatterico), disintossicazione e terapia di rafforzamento generale, prescritti sullo sfondo del trattamento chirurgico eseguito secondo le indicazioni.

Il corso di malattie e la tattica della loro terapia postin vigore di infiammazione di tessuti dolci prima di apertura operativa o spontanea di una messa a fuoco purulenta sono inestricabilmente collegate al trattamento di ferite purulente e un'infezione di ferita. Il trattamento conservativo delle infezioni purulente, compreso il trattamento fisico dei tessuti molli, viene effettuato in presenza di infiltrazione densa o di una piccola quantità di pus e l'assenza di trasferimento di infiammazione nella vagina dei tendini, cavità articolare, cavità sierose, tessuti d'organo, sintomi di intossicazione, come in questi casi è raccomandato un intervento chirurgico immediato indipendentemente dalla fase del processo suppurativo.

Fisioterapia nel trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli

In tutte le fasi dello sviluppo delle malattie infiammatorie dei tessuti molli, l'obiettivo principale della fisioterapia è il risanamento della fonte di infezione (metodi battericidi), l'eliminazione del processo infiammatorio. In infiltrazione passo senza segni di purulenta fusione di tessuti o con una piccola quantità di pus (senza fluttuazioni pronunciate e l'assenza di reazioni generali) ordine fisioterapia sono la regressione di infiammazione riassorbimento infiltrato e ridurre il gonfiore (terapie anti-infiammatori dei tessuti molli) sollievo dal dolore (metodi analgesici ).

Nei casi di rallentamento della formazione di un ascesso, possono essere prescritti metodi fisici di trattamento per ammorbidire l'infiltrato infiammatorio e accelerare il rigetto delle masse necrotiche (metodi necrotolitici di trattamento dei tessuti molli). La fisioterapia è anche prescritta per migliorare la rigenerazione riparativa (metodi rigenerativi riparativi per il trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli), aumentando il livello di resistenza aspecifica dell'organismo (metodi immunostimolanti) e riducendo l'ischemia (metodi antihypoxic). Questi compiti aiutano a implementare i seguenti metodi di fisioterapia:

Metodo battericida per il trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli: elettroforesi di farmaci antibatterici.

Metodi anti-infiammatori di trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli: terapia UHF, irradiazione di suf (dosi eritematose), elettroforesi di soluzione di cloruro di calcio, terapia a bassa intensità di CMB.

Metodi immunostimolanti: VOC, terapia magnetica ad alta frequenza (timo), irradiazione totale suf (dosi sub-eritemiche), duf-irradiazione, elettroforesi di immunomodulatori, elioterapia.

Metodi necrolitici: terapia UHF ad alta intensità, terapia a microonde ad alta intensità, radiazione infrarossa.

Metodi analgesici per il trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli: SUF - radiazioni (dosi eritematose), terapia diadinamica e amplifulsica (e preparazioni anestetiche sul fronte), elettroforesi di preparati anestetici locali.

Metodi di rigenerazione rigenerativa del trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli: terapia laser a infrarossi, terapia a microonde (dosi termiche), magnetoterapia ad alta frequenza (dosi termiche) e magnetoterapia a bassa frequenza, paraffina, ozoceritoterapia.

Metodi di fibromodulazione: ultrasuonoterapia, ultrafonoforesi di farmaci defibrotici (iodio, Lidaza), elettroforesi di farmaci defibrotici, peloterapia.

Metodi vasodilatatori: irradiazione infrarossa, elettroforesi vaso-dilatatore.

Metodo antiipoxico: ossigenobaroterapia.

Metodo di disintossicazione: AUFOK.

Trattamenti anti-infiammatori dei tessuti molli

Elettroforesi farmacologica di calcio. La droga usata riduce la permeabilità della parete vascolare, prevenendo il rafforzamento dell'edema, contribuisce alla delimitazione del fuoco infiammatorio. Quando si verifica un'infiammazione sierosa nel periodo subacuto, una soluzione al 2,5% di cloruro di calcio viene applicata all'area dell'infiammazione, trasversalmente o longitudinalmente, 15-20 minuti ciascuno, ogni giorno; trattamento dell'infiammazione delle procedure 5-8 dei tessuti molli.

Terapia SMW a bassa intensità. L'energia della radiazione elettromagnetica della banda d'onda del centimetro viene assorbita prevalentemente dalle strutture di membrana delle cellule - gruppi proteici di proteine, glicol-pides e anche dipoli di acqua legata. I processi di polarizzazione risultanti nell'area dell'infiammazione sulle membrane cellulari portano a cambiamenti nella loro struttura e funzione, in particolare, all'induzione dell'attività fagocitica dei macrofagi e dei leucociti a cellule polimorfiche. Questo assicura la rimozione di frammenti cellulari e microrganismi dalla fonte di infiammazione. Applicato con forme sierose VZMT, una piccola quantità di essudato. La frequenza di esposizione è 2375 MHz, il metodo è a contatto o distra, la potenza è non termica (a seconda della natura del radiatore), 12-15 minuti ciascuno, al giorno; Trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli 5 - 1 0 procedure.

Irradiazione del Suf della terapia UHF. La terapia antinfiammatoria in presenza di infiltrazione densa senza segni di fusione purulento-necrotica nei tessuti molli è finalizzata a rafforzare il flusso sanguigno locale, eliminando la congestione con drenaggio del fuoco infiammatorio e rimuovendo rapidamente i mediatori dell'infiammazione da esso. I metodi applicati contribuiscono anche alla disorganizzazione e depolimerizzazione delle strutture infiltrate, al potenziamento dei processi trombolitici in questa zona, inibiscono la perossidazione lipidica, che è associata a meccanismi di danno universale durante i processi infiammatori, inducono lo sviluppo del tessuto connettivo nel sito di infiltrazione.

Quando si prescrive un tale trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli per un numero di metodi, l'intensità dell'esposizione è importante. Metodi ad alta intensità di elettroterapia ad alta frequenza con un effetto termico accelerano il riassorbimento dell'infiltrato e vengono utilizzati nella fase infiltrativa-proliferativa dell'infiammazione. Tuttavia, la presenza di vitale purulenta patogenicità (possibilmente putrefattivi) microflora trattamento ad alta intensità di tessuto molle può causare progressione del processo e il passaggio da a purulenta sierosa (Pyo-necrotico) forma infiammazione.

Una strategia simile di trattamento di infiammazione dei tessuti molli (UHF, EUV irradiazione dosi eritemica) dovrebbe essere usato in caso di passaggio di liquido sieroso in purulenta (forme purulente sviluppo considerati entità nosologiche), ma solo nella fase iniziale del processo, quando focolare purulenta non formulato con una piccola quantità essudato. La terapia UHF in questo caso contribuisce alla delimitazione del focus infiammatorio stimolando lo sviluppo del tessuto connettivo.

Magnetoterapia ad alta frequenza, radiazione IF. Altri metodi per la presenza dell'effetto termico dovrebbero essere utilizzati per una completa garanzia di assenza di un effetto stimolante sulla progressione della malattia è non solo nei primi 2-3 giorni, e dopo la terapia UHF bassa intensità o dopo l'esposizione a dosi EUV eritema durante la transizione dal alterativa infiammatoria essudativa in fase infiltrativa-proliferativa. Con lo scopo antibatterico in caso di infiammazione sierosa, principalmente con la posizione superficiale del fuoco, elettroforesi di antibiotici, si possono prescrivere sulfonamidi. Per distinguere il focus infiammatorio, viene mostrata l'elettroforesi del calcio. Tuttavia, questo dovrebbe essere attento alla generalizzazione del processo a causa dell'effetto vasodilatatore della corrente galvanica.

processo di sviluppo inverso nei tessuti molli del sierosa o essudativa purulenta fase (se focolare informe con una piccola quantità di essudato) nell'infiammazione-infiltrativa e riparativa proliferativa e la fase di rigenerazione si estende capacità fisioterapia. Clinicamente, questo si manifesta con una diminuzione del dolore, iperemia della pelle, sintomi di linfoadenite e linfangite, una diminuzione della temperatura corporea. Chiaramente disegnare una linea tra l'in-filtrativno-proliferativa fase e la fase di rigenerazione riparativa infiammazione dei tessuti molli, avviene senza aprire il fuoco, non è possibile, ma in questo e non è necessario per la maggior parte dei metodi utilizzati in entrambe le fasi. I punti di riferimento per la transizione possono essere la normalizzazione della temperatura corporea, la riduzione e la scomparsa dell'edema, la riduzione delle dimensioni degli infiltrati, il periodo dall'inizio della malattia. In queste fasi dell'infiammazione vengono prescritti metodi fisici per fermare la linfostasi, la correzione dei disturbi metabolici e trofici.

Metodi immunostimolanti per il trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli

Elioterapia. I prodotti della fotolisi delle proteine, che si formano in una piccola quantità quando esposti a radiazioni suf e duf, inducono la migrazione delle cellule di Langerhans nel derma con conseguente attivazione dell'immunità cellulare e umorale. Assegnare una fisioterapia profilattica nella fase di remissione dei processi infiammatori ricorrenti e, se possibile, durante la fase di recupero, nelle modalità debole e media; trattamento di infiammazione dei tessuti molli 10-20 procedure.

Immunomodulatore Elettroforesi (Soluzione allo 0,5-2% di Dibazol, soluzione al 3 - 5% di Nucleinato di Sodio; Interferone - 1 fiala, I ml di soluzione allo 0,01% di Timalin, Timagen - dall'anodo). Le droghe danno un effetto timomimetico. Il nucleinato di sodio stimola la migrazione e la cooperazione dei linfociti T e B, l'attività fagocitaria dei macrofagi e l'attività di fattori di protezione non specifica. Il dibazolo stimola selettivamente la funzione regolatrice dei linfociti T, migliorando la debole funzione dell'immunità cellulare e non agendo sul normale. Il metodo è mostrato in qualsiasi fase del processo infiammatorio. Assegnare per metodo intranasale, con una forza corrente di 0,3 a 3 mA, 10-12 minuti ciascuno, ogni giorno; trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli 10-12 procedure.

Trattamenti anti-ipossici e antiossidanti per l'infiammazione dei tessuti molli

Oksigenobaroterapiya. L'uso di questo metodo è consigliabile per la sindrome da intossicazione (aumento dell'ipossia tissutale, attivazione del sistema proossidante). Il metodo contribuisce all'attivazione degli enzimi del sistema antiossidante e alla stimolazione dell'ossidazione microsomiale di prodotti metabolici tossici nel fegato. Come terapia di disintossicazione, è prescritto nel periodo acuto del decorso clinico nella fase alternata dell'infiammazione.

Inoltre, per accelerare i processi riparativo-riparativi si può applicare nella fase proliferativa dell'infiammazione. Procedure eseguite in camere di pressione flusso-decompressione, dosaggio pressione atmosferica (0,2 MPa) ad un tenore di ossigeno nella camera 100% per 45-60 minuti al giorno (quando espresso sindrome intossicazione 2-3 volte al giorno); trattamento di infiammazione dei tessuti molli 8-10 procedure.

Trattamento di disintossicazione dei tessuti molli

AUIB. EUV-irradiazione del sangue nativo aumenta la sua attività battericida, il contenuto delle diverse classi di immunoglobuline, porta alla neutralizzazione dei prodotti tossici per l'azione dei radicali reattivi e idroperossidi generati durante l'impatto delle radiazioni UV sulla membrana delle cellule del sangue e la distruzione di? Tocoferolo nel sangue. Il metodo è mostrato nella fase acuta di processo purulento-incendiario. Utilizzato per il trattamento di malattie infiammatorie dei tessuti molli (ascesso, flemmone, mastite). Il sangue viene irradiato alla velocità di 0,5-0,8 ml / kg di peso corporeo per 10-15 minuti (prime 5 procedure), quindi la quantità di sangue irradiato viene aumentata a 1 - 2 ml / kg al giorno; Il corso di trattamento di infiammazione di tessuti dolci 5 - 7 procedure.

Trattamenti necrolitici sui tessuti molli

UHF-terapia. Al fine di formare un focus suppurativo nel decorso lento del processo infiammatorio per un ulteriore intervento chirurgico o il rifiuto spontaneo delle masse purulento-necrotiche, la fisioterapia può essere utilizzata come una sorta di "fattore provocatorio". L'attivazione del processo necrotico è associata alla formazione di calore. Esiste una trasformazione dell'energia del campo UHF (terapia UHF), la radiazione elettromagnetica della gamma di microonde (terapia SMV e UHF), il campo ottico dello spettro infrarosso in uno termico. La temperatura dei tessuti nel fuoco dell'infiammazione aumenta di 0,5-1 ° C. Di conseguenza, nella fase alterativo-essudativa dell'infiammazione, viene stimolata l'attività dei microrganismi, seguita dalla formazione di polipeptidi vasoattivi.

Quando un fuoco suppurativo è formato dopo le procedure, viene aperto prontamente. Assegna al fuoco l'infiammazione con una capacità fino a 60 W o più, a seconda della dimensione delle piastre del condensatore, 10-12 minuti ciascuna, ogni giorno; trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli 3 - 5 procedure.

Terapia a microonde Questa è l'esposizione alle radiazioni elettromagnetiche delle gamme San-ti (2375 MHz) e delle onde decimali (460 MHz) mediante il metodo a contatto o distante nei dosaggi termici (il livello di potenza in uscita dipende dal dispositivo e dal tipo di radiatore utilizzato) per 15-20 minuti al giorno; il corso del trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli 3 - 5 procedure (fino a quando non si ottiene l'effetto).

Vantaggi e controindicazioni della fisioterapia nel trattamento dell'infiammazione tissutale

I suddetti metodi di trattamento dell'infiammazione dei tessuti molli sono mirati al riassorbimento delle infiltrazioni e causano un aumento del flusso sanguigno lineare, deflusso venoso e drenaggio linfatico con effetto antiedematoso, aumentano la funzione dei fibroblasti, linfociti, contribuendo a pulire il centro di infiammazione e la formazione di strutture ordinate di fibre di collagene.

In un secondo momento dall'inizio della malattia, la termoterapia (applicazioni di paraffina e ozocerite), la peloidoterapia e la balneoterapia possono essere prescritte per aumentare la rigenerazione tissutale riparativa, soprattutto quando il processo è localizzato alle estremità (ad esempio, flemmone), secondo il metodo dei bagni locali (acqua solfidrico di idrogeno e anche radon)., ma le possibilità del loro uso per ovvi motivi sono limitate). Quando i dolori persistono durante queste fasi di sviluppo, quando possono essere causati dalla compressione dei vasi e dei nervi, si usano metodi di infiltrazione e analgesici.

Controindicazioni: segni pronunciati di sindrome da intossicazione con febbre (superiore a 38 ° C). Se c'è un'area purulenta e racchiusa, prima della sua apertura, la fisioterapia locale non viene eseguita.

La fisioprofilassi è finalizzata ad aumentare la reattività del corpo correggendo gli stati di immunodeficienza (metodi immunostimolanti) in soggetti predisposti a tali malattie (diabete mellito, ipovitaminosi, un numero di enzimopatie, piodermite, ecc.).

Cause di infiammazione dei tessuti molli

L'agente eziologico delle malattie infiammatorie dei tessuti molli sono i batteri piogeni, specialmente i vari tipi di stafilococchi. Raramente agenti causativi di infezioni putrefattive (E. coli, ecc.) E anaerobiche. La penetrazione dei microbi nel tessuto avviene con lesioni aperte, microtraumi (con graffi sulla pelle, iniezioni, eseguite in violazione delle regole di asepsi).

Possibile microflora che slitta per via ematogena, linfogena e vie di contatto dai fuochi infiammatori primari. L'infiammazione dei tessuti molli si sviluppa attraverso le fasi alterativo-essudativa e proliferativa con un esito alla rigenerazione riparativa e ai cambiamenti sclerotici. A seconda della natura dei cambiamenti del tessuto si verificano:

meno spesso - forme putride di infiammazione dei tessuti molli.

Di queste patologie, solo un ascesso è una malattia con un essudato purulento già formato.

Edema dei tessuti molli dell'articolazione della caviglia

Un gran numero di persone sta vivendo alcuni problemi con gli arti inferiori. Tra le tante lamentele si può identificare l'edema della caviglia. Insieme al dolore, questo è uno dei sintomi più comuni con cui i pazienti vanno dal medico. Può indicare una diversa patologia, a volte non avere una connessione con le articolazioni. Perché questo accada e cosa deve essere fatto in questi casi, lo specialista dirà.

motivi

Se la caviglia si gonfia, allora prima di tutto pensa alla patologia articolare. Data la localizzazione dell'edema, questo è pienamente giustificato. Inoltre, i segni di accompagnamento aiutano a stabilire un'ipotesi simile. Possono parlare dello sviluppo di disturbi infiammatori, degenerativi o traumatici direttamente nell'area dell'articolazione. Quindi è necessario stimare la probabilità dei seguenti stati:

Ma ci sono altre condizioni in cui è possibile notare la comparsa di edema nella caviglia. In questo processo possono essere coinvolti meccanismi generali: cardiovascolare, endocrino, escretore. La manifestazione specificata è il risultato di tali malattie:

  • Insufficienza cardiaca.
  • Vene varicose
  • Malattia del fegato
  • Ipotiroidismo.
  • Reazioni allergiche
  • Limfostazom.

Data la varietà delle cause di edema della caviglia, non dovresti provare a capirli da solo. In questo caso è meglio fidarsi di uno specialista.

Perché articolazioni gonfie, è possibile scoprire dopo una visita medica e ulteriori metodi di ricerca.

sintomi

Per stabilire una diagnosi preliminare, il medico dovrà scoprire cosa disturba il paziente. Tutti i reclami vengono valutati, i loro dettagli vengono eseguiti. L'edema della caviglia di solito non è l'unico sintomo disponibile per lo studio, ma le sue caratteristiche aiuteranno a scegliere la giusta direzione:

  • Unilaterale o bilaterale.
  • Locale o comune.
  • Spesso o morbido.
  • Freddo o caldo.
  • Periodico o permanente.

Nella maggior parte dei casi, ci sono altri segni sui quali è facile stabilire l'identità della sindrome edematosa.

artrite

Quando la caviglia si gonfia a causa di cambiamenti infiammatori nell'articolazione stessa, si prevede che l'artrite si sviluppi. In questo caso, il gonfiore sarà locale, possibilmente unilaterale, e sono anche caratteristici il dolore, il rossore della pelle e l'aumento della temperatura locale. Il movimento nel giunto è limitato.

Se l'infiammazione articolare è sistemica, la poliartrite viene spesso rilevata e vengono determinati i sintomi comuni. Attraverso un'attenta ricerca, risulta che molti sistemi corporei sono interessati. Questo accade nell'artrite reumatoide, nel lupus eritematoso, nel reumatismo.

Artrosi deformante

Se l'articolazione è gonfia e dolente, la presenza di infiammazione non è affatto necessaria. Possono svilupparsi processi degenerativo-distrofici che portano alla comparsa di artrosi. La caviglia è più spesso colpita nelle donne, soprattutto nel periodo postmenopausale. Allo stesso tempo, l'artrosi è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche:

  • Crunch, attrito e scatti nell'articolazione.
  • Dolore all'inizio del movimento - "partenza".
  • Deformità della caviglia
  • Restrizione della mobilità

Di norma, il dolore si verifica durante l'esercizio fisico: camminare al piano di sopra, accovacciarsi e trasportare pesi. Ma nel tempo, appare in pace, diventando quasi costante. Con l'artrosi, la meteorosensibilità delle articolazioni è evidente.

Non ci sono così tanti casi di edema nella zona della caviglia. Più spesso hanno a che fare con altre malattie.

Insufficienza cardiaca

Se non solo l'articolazione, ma anche il piede si è gonfiato, e la gamba si è gonfiata sotto il ginocchio, allora è necessario pensare all'origine cardiaca del gonfiore. Questa caratteristica diventa un compagno costante di pazienti con patologia cardiovascolare e compromissione funzionale. Tale edema sarà abbastanza morbido, con una pressione su di essi, la fossa rimane, la pelle circostante è bluastra e fredda. Potresti notare altri segni della malattia:

  • Dolore nel cuore
  • Mancanza di respiro
  • Impulso aumentato, aritmia.
  • Instabilità della pressione.

In caso di grave insufficienza, l'edema può diffondersi verso l'alto, fino alla parete addominale, e il fluido può accumularsi non solo nei tessuti, ma anche nelle cavità del corpo: la pleura, il pericardio.

Vene varicose

Se l'edema della caviglia è associato a un deflusso venoso alterato, si svilupperà gradualmente. All'inizio, solo la sensazione di pesantezza e stanchezza nelle gambe dopo lo sforzo è inquietante. Poi c'è dolore doloroso, accompagnato da crampi dei muscoli gastrocnemio.

Il gonfiore appare più di sera, sugli stinchi sono visibili le vene superficiali allargate. Il lungo corso di patologia è accompagnato dalla comparsa di disturbi trofici.

limfostazom

I pazienti con una gamba e un piede gravemente gonfi dovrebbero essere esaminati per la possibilità di linfostasi. Può verificarsi come complicazione di erisipela, linfadenite, lesioni traumatiche, tumori. Spesso la patologia è di natura idiopatica quando la causa non può essere stabilita. L'edema nella linfostasi ha queste caratteristiche:

  • Asimmetrico.
  • Prima morbido, poi denso.
  • Nelle prime fasi, impermanente.
  • La pelle è ispessita, cresce il tessuto fibroso.
  • Aumenta la sudorazione e la crescita dei capelli.

Spesso si sviluppano complicazioni sotto forma di ulcere trofiche, l'aggiunta di infezioni, il flusso della linfa attraverso le fessure della pelle.

Dopo adeguate misure diagnostiche, non sarà difficile per il medico stabilire l'origine dell'edema nella zona dell'articolazione della caviglia.

trattamento

Se la caviglia è gonfia, dopo aver stabilito la diagnosi dovrebbe iniziare immediatamente il trattamento. L'edema è principalmente un sintomo della malattia di base, quindi è necessario indirizzare tutte le forze per eliminare la causa. Questo può essere fatto usando metodi conservativi o operativi, ma il programma di trattamento sarà determinato dal tipo di patologia e dalle condizioni del paziente.

Terapia farmacologica

Il ruolo principale nell'eliminazione dell'edema appartiene ai farmaci. Influenzano la fonte del problema, il meccanismo dello sviluppo della malattia e i sintomi. Il trattamento dell'edema viene eseguito utilizzando i seguenti farmaci:

  • Diuretico (Thorcid, Lasix).
  • Antinfiammatorio (Ksefokam, Dikloberl).
  • Decongestionanti (L-lisina escina).
  • Venotonics (Detralex).
  • Antiallergico (Suprastin, Aleron).

In molti casi, sono prescritti altri farmaci:

  • Nell'artrite reumatoide - ormoni e citostatici.
  • Nei pazienti con artrosi - condroprotettori.
  • In caso di insufficienza cardiaca - beta-bloccanti, glicosidi, agenti metabolici.
  • Con le vene varicose - agenti antipiastrinici. Risultati e farmaci per uso locale.

Solo un medico può curare i farmaci per la sindrome dell'edema. L'automedicazione può causare eventi avversi.

fisioterapia

Alcuni metodi di trattamento fisico aiutano anche ad alleviare il gonfiore e il dolore nella zona della caviglia. Sono indicati per malattie articolari e insufficienza venosa. In questi casi, si possono prendere in considerazione i seguenti metodi:

  • Elettroforesi.
  • Terapia dell'onda
  • Trattamento laser
  • La terapia magnetica.
  • Terapia alla paraffina

Con molte malattie croniche, è indicato il trattamento di sanatorio.

massaggio

Per ridurre il gonfiore nella zona dell'articolazione, puoi fare un massaggio. Ha un buon effetto nell'artrosi, nelle vene varicose, nelle linfostasi. L'effetto principale è quello di migliorare il deflusso di sangue e linfa, che riduce il contenuto di liquidi nei tessuti. Può usare elementi di tali tipi di massaggio:

operazione

Se un modo conservativo per risolvere il problema del rigonfiamento grave fallisce, ricorrere ai metodi chirurgici. L'operazione viene spesso eseguita con malattia varicosa o linfostasi avanzata. Nel primo caso, eseguire flebectomia (rimozione delle vene alterate), e nel secondo - l'imposizione di anastomosi linfonodale, trapianto di linfonodi, resezione dei tessuti molli.

Se la gamba si gonfia nell'articolazione della caviglia, è necessario attuare opportune misure diagnostiche e terapeutiche in modo tempestivo. Poiché questo sintomo può nascondere una grave patologia, qualsiasi ritardo è pericoloso con ulteriori complicazioni.

La domanda sul perché i piedi e le caviglie si gonfiano, quasi ogni persona si affaccia durante la loro vita. Questo fenomeno non solo porta disagio fisico e dolore, ma fornisce anche alcune sofferenze morali associate alla visione sgradevole dell'arto. I piedi possono gonfiarsi sotto l'influenza di una varietà di fattori interni ed esterni. Il gonfiore può essere localizzato in un punto o colpire le gambe dai piedi alle articolazioni dell'anca, colpendo ginocchia e fianchi. Considerare i prerequisiti più comuni, a causa dei quali le caviglie si gonfiano, ci sono deformità gravi e dolorose della parte inferiore delle gambe.

Danno meccanico

Se, dopo una caduta, una ferita o una ferita, la gamba attorno alla caviglia è gonfia, queste sono conseguenze di una violazione dell'integrità del sangue e dei vasi linfatici. Il danno meccanico porta all'accumulo di liquidi nella zona dei piedi. Ciò è dovuto alla diminuzione della pressione nelle navi. Il ristagno di liquidi causa un grave gonfiore alla caviglia, passando gradualmente fino all'articolazione del ginocchio.

Se questo tipo di gonfiore non si attenua entro pochi giorni, questo può portare alle seguenti conseguenze:

  • la gamba inizierà a ferire gravemente, offrendo sofferenze tangibili;
  • necrosi dei tessuti molli, che può colpire l'osso danneggiato;
  • l'aspetto delle fistole che colpiscono la carne e l'articolazione nell'area della lesione;
  • la formazione di coaguli di sangue, che può portare al blocco completo dei vasi sanguigni all'esterno della gamba;
  • avvelenamento del sangue.

Il rigonfiamento regolare del danno alla gamba può essere irto di gravi rischi per la salute. Se la gamba fa male e il tumore non cade per più di tre giorni, è urgente cercare un aiuto medico. Il medico prescriverà farmaci, fisioterapia o trattamenti chirurgici. Il ritardo può portare alla perdita dell'arto o alla morte.

Manifestazioni di vene varicose

Spesso la causa della caviglia gonfia o dell'altra parte inferiore della gamba sono le vene varicose. Questa è un'afflizione piuttosto sgradevole e dolorosa, accompagnata dalla formazione di nodi voluminosi e dalle convoluzioni delle vene. Di regola, ci sono vene varicose dall'esterno dei muscoli del polpaccio. I prerequisiti per questa malattia sono anomalie nel lavoro delle valvole venose, che prevengono la congestione del sangue negli arti inferiori. In questo caso, il ginocchio in questo caso può anche dolere.

Le cause delle vene varicose sono le seguenti:

  • predisposizione genetica;
  • indebolimento e riduzione dell'elasticità dei vasi sanguigni nella gamba, che porta al fatto che si espandono e cessano di trattenere il sangue;
  • articolazione danneggiata sulla gamba, riducendo la mobilità della persona e causando ristagno nel piede;
  • uno stile di vita sedentario, quando dalla seduta prolungata o in piedi, le caviglie e l'articolazione del ginocchio si gonfiano;
  • il consumo di cibi grassi, che porta al fatto che i vasi nella zona della caviglia sono quasi completamente intasati da placche di colesterolo, che impediscono il movimento della linfa e del sangue.

Di regola, tali cambiamenti sono irreversibili. Al fine di ridurre il gonfiore e sospendere un'ulteriore espansione delle navi, al paziente viene prescritto un trattamento sotto forma di unguenti e iniezioni, l'uso di bendaggi elastici e bende. Se fai un semplice intervento, il gonfiore degli arti inferiori si fermerà. Dopo di ciò, una persona ha bisogno di cambiare radicalmente il suo modo di vivere in modo che un fenomeno come l'edema non accada mai più.

Errori nella selezione di vestiti e scarpe

Se le gambe delle caviglie si gonfiano senza motivi o malattie identificate, l'armadio sbagliato potrebbe essere la causa. Questo vale anche per uomini e donne, indipendentemente dalla loro età.

Se l'arto inferiore si gonfia improvvisamente e senza causa, il motivo potrebbe essere un errore nella scelta di calzature o indumenti:

  1. Scarpe strette Questo è particolarmente vero per le donne. Le femmine indossano tacchi alti. Questo porta a maggiori carichi sui legamenti e al loro allungamento. Il risultato è dolore alla caviglia, l'aspetto di un tumore chiaramente visibile. Se la caviglia è gonfia negli uomini, questo potrebbe indicare che i lacci sono troppo stretti, causando ristagno nei piedi e nelle caviglie.
  2. Stretta gomma alle calze. Questo può accadere in qualsiasi momento dell'anno. Poiché i calzini sono usati prevalentemente dagli uomini, sono più suscettibili ai tumori di origine simile.
  3. Pantaloni o pantaloni aderenti. Gran parte della popolazione ama indossare abiti stretti. Può essere bello, ma il sistema circolatorio da un tale elemento del guardaroba è sotto stress. Se sangue e linfa penetrano ancora ai piedi, il fluido non può risalire. Questo porta alla sua stagnazione. Gli arti inferiori possono gonfiarsi così tanto da perdere quasi la loro vera forma.

Se non si indossano merceria e scarpe comode, si può sviluppare una delle malattie dell'apparato circolatorio o dell'apparato muscolo-scheletrico.

Sintomo durante la gravidanza

Il gonfiore dei tessuti molli dell'articolazione della caviglia vicino all'osso è osservato in quasi tutte le donne nel processo di trasporto del feto. Questo è un fenomeno completamente naturale che non dovrebbe essere motivo di allarme.

Le ragioni per cui le donne incinte hanno gambe gonfie e doloranti possono essere tali:

  1. Aumento di peso significativo e rapido. Il sistema linfatico e circolatorio semplicemente non ha il tempo di adattarsi alle nuove condizioni.
  2. Aumento dell'assunzione di liquidi. Questo è il bisogno biologico del corpo femminile. Forma una nuova vita. E questo richiede una grande quantità di acqua per formare la linfa e il sangue per nutrire il feto.
  3. Posizione bassa dell'utero. Questa situazione è carica di spremitura dei vasi sanguigni del bacino. Il risultato è un'espansione delle vene nelle gambe e un aumento del volume dei tessuti molli.

La preoccupazione durante la gravidanza dovrebbe causare solo gonfiore che colpisce la caviglia sinistra. Questo è un sintomo allarmante, quindi quando viene rilevato, è necessario contattare immediatamente la clinica prenatale. Il medico le dirà quali azioni intraprendere per evitare complicazioni per il bambino e la futura gestante.

Intossicazione e allergie

Abbastanza spesso, il gonfiore negli arti inferiori si verifica sotto l'influenza di fattori esterni. Questa potrebbe essere una reazione del corpo ai morsi di animali, serpenti e insetti.

Quindi, il gonfiore delle gambe può, quando morde:

  1. Snake. Nel nostro paese, relativamente pochi rettili velenosi, ma in Asia e in Africa abbondano. Rossore e gonfiore della carne nella zona del morso è una reazione naturale del corpo ad avvelenare. In alcuni casi, sono necessarie cure mediche urgenti e l'introduzione di un antidoto per salvare la vita del paziente.
  2. Lizard. Alcuni membri di questa specie sono velenosi o portano un veleno cadaverico sui loro denti. In entrambi i casi, vi è una grave infiammazione, accompagnata da arrossamento e gonfiore.
  3. Insetti. Alla maggior parte delle vittime viene diagnosticata una reazione allergica ai morsi di api, vespe e zanzare. In alcuni casi, si sviluppa uno shock anafilattico, irto di arresto cardiaco e morte.
  4. Un animale Quasi tutti gli animali, inclusi gli animali domestici, sono portatori di infezione. Entrando nel sangue, provoca un aumento del volume dei tessuti molli della gamba morsa.

In tutti i casi, si consiglia di consultare un medico per evitare complicazioni irreparabili per la vita e la salute.

Malattia infettiva

In alcuni casi, il processo infiammatorio nella parte inferiore delle gambe si verifica a causa di infezione. Può essere di origine interna o esterna.

Le cause esterne includono graffi o ferite aperte. Attraverso di loro, gli organismi patogeni che provocano processi infiammatori, suppurazioni e necrosi entrano nella carne. Questo è il motivo per cui le ferite esterne devono essere trattate con alcol e perossido di idrogeno immediatamente dopo il loro ricevimento. La medicazione è necessaria fino a quando la ferita non è completamente guarita.

Un'infezione interna può arrivare alla caviglia da un ginocchio artritico o dall'articolazione dell'anca. Abbastanza spesso, il gonfiore della parte inferiore della gamba è il risultato di indossare una benda stretta o una benda elastica. Un forte gonfiore della caviglia potrebbe significare una reazione allergica a qualsiasi medicinale, cibo o tessuto per indumenti.

Segni dolorosi di tromboflebite

La tromboflebite è una malattia piuttosto pericolosa. La causa del suo verificarsi è una violazione dello strato di endotelio che riveste le pareti dei vasi sanguigni. Ciò porta ad un aumento della coagulazione del sangue e alla formazione di coaguli di sangue. La tromboflebite è influenzata da vene interne ed esterne. I casi clinici sono particolarmente pericolosi quando un coagulo di sangue ostruisce i vasi interni. L'estremita comincia a far male e si gonfia.

Le cause delle tromboflebiti sono le seguenti:

  1. Abuso di tabacco e alcol. Queste perniciose dipendenze fanno sì che il sangue diventi denso, formando numerosi coaguli e trombi.
  2. Aumento degli estrogeni sulla base di disturbi ormonali. L'impulso per una tale patologia può essere una malattia del fegato, una terapia ormonale a lungo termine o una gravidanza.
  3. L'obesità. Un peso eccessivo provoca un carico maggiore sugli arti inferiori, il che porta alla rottura della circolazione del fluido nelle loro navi.
  4. Disturbi del sistema autonomo dovuti a cancro e malattie cardiovascolari.

La tromboflebite richiede un trattamento lungo e qualificato, che prevede l'assunzione di farmaci, l'uso di corsetti e la fisioterapia. Nei casi più gravi, viene eseguita la chirurgia.

Malattia dell'elefante

La gamba dell'elefante si verifica più spesso nelle donne. Ciò è dovuto al fatto che i cambiamenti cardinali si verificano nei loro corpi durante la gravidanza e dopo il parto. Questa caratteristica porta alla rottura della struttura del sangue e dei vasi linfatici, ai cambiamenti di peso e al deterioramento metabolico. La malattia dell'elefante si sviluppa lentamente e gradualmente. In alcuni casi, questo periodo può essere calcolato per decenni. La causa principale del gonfiore delle gambe, che raggiunge dimensioni enormi, è la cessazione del movimento della linfa lungo di esse e il verificarsi di una progressiva stagnazione.

Le cause del linfedema possono essere tali fattori:

  • predisposizione genetica;
  • la presenza di cancro;
  • effettuare operazioni sugli arti inferiori;
  • esposizione alle radiazioni, che porta a cambiamenti patologici nel corpo;
  • la presenza di parassiti nel sangue e nel sistema linfatico;
  • una malattia infettiva che interessa la linfa;
  • infezione da streptococco, che provoca vasocostrizione;
  • congelamento degli arti inferiori, con conseguente alterazione della circolazione del fluido.

Con un trattamento adeguato, la malattia del piede di elefante può essere trattata con successo.

Raccomandazioni chiave

Per ovvi motivi, le persone sono interessate a cosa fare con i piedi gonfi nella parte inferiore.

In questi casi, devi fare quanto segue:

  1. Liberate gli arti inferiori dalle scarpe e dai vestiti stretti. Prendi una posizione orizzontale e alza le gambe.
  2. Alcuni giorni per usare farmaci diuretici. Questo aiuta a migliorare il metabolismo e rimuovere il fluido in eccesso dal corpo.
  3. Limitare l'uso di prodotti salati, grassi e affumicati. Cerca di bere meno acqua, succhi, eliminare l'alcol in qualsiasi forma.
  4. Prendi i pediluvi. Un buon effetto tonificante ha un bagno elettrico con vibrazioni, idromassaggio e ultrasuoni.
  5. Se non ci sono forti dolori alle articolazioni, allora devi muoverne di più senza sovraccaricare le gambe. Una buona opzione è il ciclismo.
  6. Completa un corso di terapia manuale.

Se tali azioni non hanno dato il risultato desiderato, è necessario consultare un medico. L'auto-trattamento in questi casi è inaccettabile.

Gonfiore dei piedi nella zona della caviglia

L'articolazione della caviglia può iniziare a gonfiarsi e dolere a causa di azioni incuranti o altre cause. In questo caso, la persona sarà infastidita dall'unica domanda: come aiutare te stesso. E per capire come liberarsi delle sensazioni spiacevoli, è necessario conoscere i sintomi e le cause di questa condizione patologica.

  • Informazioni generali
  • Quali malattie sono caratteristiche?
    • artrite
    • osteoartrite
    • gotta
    • Fascite plantare
    • lesioni
  • Scegliere un dottore e una diagnosi
  • Gonfiore e dolore alla caviglia: come trattare una malattia
  • Trattamento per lesioni
  • conclusione

Informazioni generali

Un'articolazione della caviglia è considerata l'area in cui le ossa del piede sono associate alla parte inferiore della gamba. È una connessione mobile dell'osso fibulare, tibiale e astragalo di una persona.

Tale articolazione ha una struttura complessa. Sembra un blocco formato con l'aiuto delle superfici articolari delle epifisi distali delle ossa della tibia, che per mezzo di una forcella racchiudono il blocco dell'astragalo.

Questo giunto può muoversi solo in certe direzioni:

  • lungo l'asse sagittale. In questo caso, il piede viene retratto avanti e indietro per una considerevole distanza.
  • Sull'asse frontale, quando il piede è semplicemente non piegato e piegato.

Quali malattie sono caratteristiche?

Solo un medico esperto può selezionare i metodi più efficaci per trattare una condizione in cui la caviglia si gonfia. Secondo gli esperti, una serie di motivi può causare tali condizioni.

  • Nel punto di articolazione, il dolore può derivare da precedenti lesioni.
  • Un'altra causa comune è lo sviluppo di varie malattie.

artrite

Questo processo infiammatorio può disturbare in varie forme. A seconda di ciò, l'artrite acuta e cronica è isolata. Il sintomo principale di artrite alla caviglia è il dolore intenso, che è completato da mobilità ridotta. Inoltre, il processo infiammatorio causa gonfiore nella sede dell'articolazione, arrossamento e febbre nel sito della fonte del dolore.

osteoartrite

In questa condizione patologica, le malattie degenerative-distrofiche delle articolazioni si stanno attivamente sviluppando, causate da danni ai tessuti cartilaginei delle superfici articolari. L'osteoartrosi dell'articolazione della caviglia è una delle complicazioni che provoca disturbi delle articolazioni grandi. Pertanto, per una persona diventa un grosso problema, perché a causa sua, non può più, come prima, fare la sua solita attività lavorativa.

gotta

Il nostro corpo non sempre funziona come un orologio, e ci sono momenti in cui si rompe il metabolismo, così come il processo di produzione di acido urico. Questo può portare ad infiammazione dell'articolazione della caviglia. Una reazione corporea simile può essere osservata come risultato di un aumento della concentrazione di sali nelle articolazioni e nel sangue. Questo è ciò che provoca l'apparizione di dolore e gonfiore nell'articolazione.

Fascite plantare

In questa malattia, c'è anche un processo infiammatorio che colpisce la fascia, che è una spessa striscia di tessuto connettivo situata nella parte inferiore della gamba. I più suscettibili a questa malattia patologica sono le persone che spesso devono esporsi allo sforzo fisico, accompagnate da una forte pressione sul tallone. Molto spesso, questa malattia viene diagnosticata in persone con una struttura del piede compromessa e in sovrappeso. Vale la pena notare che le scarpe improprie possono anche provocare la comparsa di fascite plantare.

lesioni

Anche se il dolore alle gambe può essere causato da una serie di motivi, sono spesso causati da lesioni.

Questa parte del corpo riceve lividi, fratture, distorsioni e distorsioni dovute alla forza o una caduta da altezza o impatto.

Secondo gli esperti, la distorsione della caviglia accelera il processo di edema nella zona interessata. La ragione di ciò è l'emorragia dall'esterno o dall'interno dell'articolazione. Inoltre, una persona può avvertire forti dolori agli arti inferiori, soprattutto quando cerca di infilarsi i piedi dentro.

Se provi a sentire l'area sotto le caviglie, puoi causare forti dolori. Se una distorsione si verifica esattamente nel momento in cui è stata ottenuta la frattura dell'osso metatarsale, la persona sentirà dolore acuto ogni volta che tocca la sua base.

Uno specialista esperto dovrebbe selezionare il metodo di trattamento, perché grazie alla sua conoscenza sa quali metodi e mezzi aiuteranno a sopprimere più efficacemente la malattia. Secondo i medici, il luogo di comparsa della dislocazione potrebbe essere diverso: potrebbe essere il sito della connessione tra il calcagno e l'astragalo. Se la patologia si manifesta in una forma simile, ciò porta ad un grave ispessimento dell'articolazione della caviglia e alla sua deformazione. Molto spesso questo è osservato nell'area del tallone.

Scegliere un dottore e una diagnosi

Al fine di scegliere i giusti metodi per il trattamento della patologia della caviglia, lo specialista deve tener conto delle condizioni del paziente e delle caratteristiche della malattia. Di solito vale la pena provare dolore agli arti inferiori e il paziente cerca immediatamente l'aiuto di un terapeuta. Per ottenere dati più accurati, scrive un rinvio agli specialisti di un profilo più ristretto: un artrologo, un chirurgo, un reumatologo o un ortopedico.

Quando il medico esaminò e parlò con il paziente, lo mandò a sottoporsi a una visita medica. Al fine di determinare con precisione la diagnosi, il paziente dovrà sottoporsi a una scansione ad ultrasuoni, una radiografia, oltre a superare una serie di test obbligatori. Solo sulla base dei risultati di tutte le ricerche necessarie, il medico sarà in grado di selezionare il trattamento più efficace per il paziente.

Gonfiore e dolore alla caviglia: come trattare una malattia

Oggi, le farmacie offrono una vasta lista di farmaci che possono aiutare ad alleviare il dolore alla caviglia. Il più comune tra questi sono i FANS. Le possibilità di questi farmaci consentono, oltre al sollievo dal dolore, di rimuovere i processi infiammatori.

Quindi, se il paziente è affetto da edema della gamba della caviglia, allora deve prima prendere una pillola di un farmaco antinfiammatorio non steroideo. Una iniezione intramuscolare può essere somministrata come parte del trattamento. A volte dopo l'esame, i medici prescrivono varie creme anti-infiammatorie e unguenti ai pazienti. Sono un eccellente aiuto per alleviare i sintomi del dolore, oltre a infiammazione e gonfiore.

I FANS non sono gli unici farmaci che aiutano ad alleviare le condizioni del paziente. Gli unguenti locali possono anche essere usati per alleviare l'edema per il trattamento complesso della malattia della caviglia. Questi sono complessi multivitaminici che contengono calcio e vitamina D3. A casa, è possibile trattare l'edema della caviglia con l'aiuto di integratori alimentari, il cui effetto positivo si manifesta nel rafforzare le ossa e accelerare la guarigione del paziente.

Trattamento per lesioni

Indipendentemente dalla natura del danno alle articolazioni della caviglia, richiede particolare attenzione da parte dello specialista. Se trascuri i sintomi sgradevoli e non vai da un dottore per un lungo periodo, questo può portare allo sviluppo del processo infiammatorio, e in aggiunta a ciò, possono verificarsi complicazioni - emorragia interna e altri fenomeni spiacevoli.

Secondo gli esperti, se l'edema della caviglia persiste per lungo tempo senza un adeguato trattamento, allora a un certo punto si può verificare una linfostasi dei tessuti molli. Questa malattia deve essere presa sul serio a causa dell'alto rischio per la salute. Inoltre, in caso di trattamento tardivo, sarà richiesto un trattamento lungo e costoso. Se sei stato ferito o hai notato gonfiore e dolore nell'area delle articolazioni delle ossa, allora non dovresti percepire con calma questi sintomi, dovresti visitare il pronto soccorso il prima possibile per sottoporti a un esame e iniziare a trattare la patologia che si è manifestata nella caviglia.

Ma tieni presente che per nominare un trattamento efficace di edema dell'articolazione della caviglia solo da un medico esperto. Se, a causa di determinate circostanze, non sei in grado di vedere un medico, allora dovresti seguire una serie di regole:

  • Prendere misure per immobilizzare il piede ferito;
  • Applicare sulla zona interessata una crema in grado di rimuovere il dolore;
  • Eseguire un leggero massaggio dell'articolazione con un unguento appropriato;
  • Per alleviare l'infiammazione, si consiglia di applicare un raffreddore al sito di lesione.

Per le piccole lesioni, i medici raccomandano l'assunzione di antidolorifici in combinazione con unguenti antiedema. Se ti trovi di fronte a una frattura o una grave lussazione, potresti aver bisogno di un calco in gesso o di una benda elastica, che viene applicata alla zona della caviglia.

Le procedure fisioterapeutiche e la terapia fisica sono considerate uno dei metodi più efficaci per il trattamento delle lesioni alla caviglia. Ma tieni presente che allo stesso tempo è necessario seguire una dieta, che dovrebbe contenere un gran numero di alimenti ricchi di calcio.

conclusione

Il gonfiore alla caviglia causa gravi inconvenienti ad ogni movimento. Ma soprattutto è sgradevole, se oltre a tutto è accompagnato dal dolore. Già questi sintomi da soli sono motivi sufficienti per consultare un medico per il trattamento dell'edema. Si può presumere che ci sia una patologia grave nella caviglia della gamba, che richiede un trattamento chirurgico. Una persona che non è uno specialista non può essere sicuro che la ferita o la ferita non porterà a complicazioni. La diagnostica è necessaria qui e in alcuni casi potrebbero essere necessari esami supplementari.

Se la caviglia è gonfia e dolorante, allora è meglio non rischiare, ma si dovrebbe, senza indugio, chiedere il parere di uno specialista. Tuttavia, ognuno di noi può solo presumere che l'edema sia solo un danno superficiale o possa ulteriormente portare a complicazioni, incluso il rendere una persona disabile. Dati questi rischi, è ancora meglio trovare il tempo e visitare il pronto soccorso per eliminare i sospetti di spiacevoli processi patologici.