loader
Raccomandato

Principale

Teratoma

Come morire di cancro ai polmoni: cause di morte e metodi per alleviare la malattia

Il cancro al polmone non è praticamente curabile. Questa malattia è accompagnata da una serie di sintomi avversi che interferiscono con i processi respiratori. Una persona non può respirare completamente, lo scambio di gas è disturbato, da cui pochissimo ossigeno entra nel corpo. I processi metabolici sono disturbati e il corpo muore rapidamente. Come muoiono per cancro del polmone e quanto velocemente dipende da una serie di fattori correlati.

Cause di morte per cancro ai polmoni

Il cancro del polmone è una raccolta di tumori maligni nel tessuto polmonare che crescono rapidamente e si uniscono tra loro, interrompendo il processo di respirazione. Questa forma di oncologia è la più comune tra gli uomini, preceduta dal fumo e dalle condizioni di lavoro dannose negli stabilimenti chimici.

Man mano che i tumori crescono e si metastatizzano in organi lontani, la persona muore gradualmente. Sullo sfondo della funzione respiratoria compromessa, l'intero corpo soffre. La mancanza acuta di ossigeno non consente la piena saturazione di tutti gli organi e sistemi. L'ipossia è irta del fallimento di tutti gli organi vitali.

Emorragia polmonare

I tumori maligni sono soggetti a un rapido aumento delle dimensioni. Germogliano attraverso i tessuti e la rete vascolare dei polmoni. In caso di danno di vasi di grandi dimensioni, si sviluppa il sanguinamento, che può essere sospettato quando viene rilevata emottisi. Se una piccola quantità di sangue o muco con strisce di sangue esce dalla cavità orale con un leggero starnuto o tosse, questo indica l'inizio di un processo irreversibile.

Il sanguinamento capillare non è spaventoso. Può autodistruggersi dopo un certo tempo, senza causare gravi emorragie. Con il rilascio di una grande quantità di sangue, che è accompagnata da una tosse dolorosa acuta, il sanguinamento può causare un esito letale in 5-7 minuti.

Nel 90% di tutti i casi, la morte è dovuta a sanguinamento. Quante persone muoiono per cancro al polmone e per quanto tempo il processo di sanguinamento durerà è sconosciuto. Per ciascuno, questo processo è strettamente individuale. Ma come mostrano le statistiche, in presenza di emottisi ricorrenti, la morte si svilupperà abbastanza rapidamente. Alla successiva tosse protratta, i vasi più grandi saranno danneggiati, che non saranno in grado di arrestare il sanguinamento. Una persona semplicemente soffocherà con il sangue, ei suoi polmoni saranno riempiti di liquido, che causerà la morte istantanea.

La morte può verificarsi alla successiva tosse protratta, quando il sanguinamento non può essere interrotto

Di solito, il primo soccorso e la rianimazione non sono in grado di riportare in vita una persona. Troppo poco tempo per trovare e bloccare la nave sanguinante senza danneggiare il tumore. Il pericolo è che più pressione e irritazione creano un tumore, più diventa aggressivo. In questo caso, le cure palliative sono selezionate per aiutare ad alleviare la sofferenza del morente.

Toxicosis chemioterapia

Durante la diagnosi delle fasi iniziali del cancro del polmone, viene prescritta la chemioterapia. I farmaci citotossici possono rallentare la divisione delle cellule tumorali, impedendo al tumore di espandersi e colpire altre parti dei polmoni. È quasi impossibile uccidere completamente il cancro, ma con l'aiuto della chemioterapia è possibile ottenere la preservazione del cancro, che permetterà di vivere per 20-30 anni.

La chemioterapia ha un'alta tossicità, mirata non solo alla distruzione delle cellule tumorali. L'intero corpo soffre e le tossine formate si accumulano e sviluppano molte reazioni avverse.

Con il rapido accumulo di tossine nel corpo distrugge il lavoro di tutti gli organi e sistemi. Il sistema linfatico, che non è in grado di far fronte all'aumento del carico, soffre prima. Una persona diventa vulnerabile a vari virus e batteri, che sono stati precedentemente eliminati dalle cellule immunitarie senza problemi.

La morte per cancro al polmone può verificarsi a causa della chemioterapia

A questo proposito, qualsiasi infezione, anche la più banale, può causare un esito fatale. Attacchi di cuore, ictus, sanguinamento gastrointestinale e altre patologie che si sviluppano come reazioni collaterali della chemioterapia causano la morte. Fornire assistenza in presenza di cancro in quasi il 99% è inefficace.

Funzione respiratoria compromessa

I tumori non possono solo crescere in tutti gli strati del tessuto polmonare, ma anche produrre infiltrazioni. Questo fluido non è in grado di essere espulso, quindi si accumula nei polmoni. La persona sente una forte mancanza di respiro e la tosse si bagna. C'è la sensazione che qualcosa stia interferendo nei polmoni, ma è impossibile raggiungere l'infiltrazione con l'aiuto di una tosse.

La compromissione della funzione respiratoria provoca inevitabilmente lo sviluppo di asfissia. Inizialmente, si manifesta sotto forma di attacchi che passano. Quindi gli attacchi diventano così forti da causare asfissia e morte.

Gli attacchi di soffocamento possono causare il cancro ai polmoni.

Gli attacchi di asma possono durare varie volte, causando una grave carenza di ossigeno nel corpo. In questo contesto, si verifica la fame di ossigeno, da cui soffrono le cellule cerebrali, e il cuore pompa sangue 5-7 volte più veloce. È impossibile aiutare una persona in presenza di asfissia, poiché l'effetto sulla causa stessa (un tumore canceroso) è escluso.

Un altro motivo, oltre all'infiltrazione, è il blocco meccanico del tumore del lume attraverso il quale entra l'aria. Questo processo non è rapido, quindi le manifestazioni cliniche di asfissia non appaiono immediatamente. Sovrapposizione parziale provoca mancanza di respiro, accompagnato da mancanza di respiro. Quando il tumore è cresciuto e ha bloccato completamente il lume, è fatale. Molto spesso, i pazienti muoiono nel sonno.

I sintomi principali della fase terminale

Il pericolo di cancro è che le sue manifestazioni cliniche nelle prime fasi sono praticamente assenti. Ciò aggrava la situazione, dal momento che i primi segni di malattia polmonare compaiono già allo stadio 3-4, quando in realtà è troppo tardi per iniziare il trattamento e non porterà i risultati desiderati.

Per la fase terminale, in cui la morte è inevitabile, i sintomi sono caratteristici:

  1. La presenza di espettorato, che viene escreto con una leggera tosse. Può avere una struttura schiumosa, striature di pus e sangue e anche un odore putrido sgradevole.
  2. Grave tosse secca o umida, che è accompagnata da un attacco di dispnea. Sembra a una persona che ci sia un oggetto estraneo nel petto. La tosse provoca forti dolori e irritazioni allo sterno, che non possono essere eliminati con alcun mezzo.
  3. La raucedine della voce che si verifica a causa del processo attivo di metastasi del corpo da parte delle cellule tumorali. All'inizio diventa rauco, quindi si siede completamente. L'uomo cerca di urlare, ma non funziona.
  4. Difficoltà nella deglutizione, in cui cibo e acqua non vengono praticamente ingeriti. Il riflesso della deglutizione diventa doloroso, l'irritazione e il sanguinamento appaiono in gola.
  5. Danneggiamento delle cellule cerebrali, che sviluppa una serie di processi irreversibili, tra cui perdita di memoria, visione e udito, nonché ictus e infarto dei vasi sanguigni, dopo il quale si verifica la morte.
  6. Dolori acuti nella zona delle costole, simile alla nevralgia intercostale. A differenza di quest'ultimo, nel cancro, un cambiamento di posizione non provoca sollievo da sensazioni spiacevoli. In questo caso, il torace può essere visivamente aumentato. L'asimmetria dello sterno è caratteristica.
Una forte tosse secca o umida che è accompagnata da un attacco di mancanza di respiro è un sintomo della fase terminale.

Il paziente non è in grado di muoversi autonomamente. Le forze stanno andando via molto velocemente. Ogni giorno la condizione si sta deteriorando rapidamente. Ci sono dolori dolorosi che aumentano il carico sul sistema nervoso. Quanto velocemente il risultato letale si sta sviluppando è sconosciuto. Per ogni paziente, questo accade individualmente.

Come alleviare la condizione del morente: terapia palliativa

Come una persona muore per cancro ai polmoni, non vuoi nemmeno il peggior nemico. L'intero corpo si arrende e si ribella contro l'uomo. Tutte le funzioni cessano di essere eseguite correttamente, il cervello soffre molto. Alleviare la sofferenza e il dolore dei morenti consente un trattamento palliativo. Questo include gruppi di farmaci come:

  1. Farmaci ormonali - bloccano e rallentano il sistema linfatico, che aiuta a ridurre il processo infiammatorio e altre risposte naturali del corpo al cancro.
  2. Ossigenazione: consente di saturare ulteriormente il corpo con l'ossigeno, riducendo le manifestazioni di carenza di ossigeno.
  3. Analgesici di tipo narcotico: colpiscono le regioni del cervello responsabili dell'aumento del dolore. Aiutano a migliorare le condizioni del paziente, a restituire un sonno ristoratore.
  4. Sostanze nootropiche - contribuiscono alla normalizzazione della circolazione cerebrale, riducendo la necessità di cellule cerebrali in ossigeno.
  5. Radioterapia - asportazione di parti di piccoli tumori che interferiscono con il processo di respirazione.

Per eliminare i processi stagnanti nei polmoni, vengono prescritti esercizi respiratori. Buon aiuto gonfiando le palle. Il paziente dovrebbe muoversi il più possibile e non ingerire l'espettorato, ma sputare. Ciò ridurrà l'irritazione della mucosa gastrica ed eviterà lo sviluppo di ulteriori complicanze.

Non sono usati antispastici e analgesici complessi per forme avanzate di cancro. Al paziente vengono somministrati solo analgesici narcotici che possono alleviare anche il dolore più acuto. L'aspettativa di vita dipende dallo stadio e dalle caratteristiche dell'organismo.

Muoiono di cancro solo in lunghe sofferenze o possono improvvisamente venire allo stesso modo?

Il mio amico è morto di cancro alla tiroide, la diagnosi è stata fatta a ottobre e lei è morta due mesi e mezzo, prima di essere molto attiva, ha viaggiato due volte all'anno (in Europa e in Egitto). servendosi completamente, ma nell'ultimo mese e mezzo non solo riuscì a mangiare ma a bere: il tumore bloccò la laringe, anche l'acqua di un pezzo di ghiaccio non passò, erano terribili torture, ma non si rendeva conto che stava morendo. avrà un'operazione, devi solo essere paziente. (Diglielo così se parenti).Il giorno della morte mi sono alzato dal letto alla toilette, ho chiesto di fare le iniezioni. E lei morì improvvisamente quando tutti lasciarono la stanza. Le metastasi apparentemente bloccavano il centro respiratorio nel cervello. Ognuno ha la propria morte: un uomo nasce e muore da solo. A ciascuno il suo e ognuno soffre a modo suo.

"Ieri camminava così in modo normale e divertente", e oggi è morto, è solo con una sorta di processi acuti: un infarto, un ictus, un colpo alla testa o un'auto sono stati colpiti e l'oncologia è una malattia fisica e psicologica complessa Gli scienziati del mondo hanno dimostrato che il cancro si verifica, nella maggior parte dei casi, a causa di profondi problemi psicologici e ad una persona viene dato il tempo dalle forze superiori per capire se stesso.Qualcuno ha successo, e si riprende, e qualcuno no.Pertanto, il cancro è spesso lungo, processo doloroso.

Circa la morte improvvisa da cancro non ha sentito. Improvvisamente, la diagnosi è stata scoperta. Coloro che sono stati iniettati con cellule staminali per il ringiovanimento, dopo un po 'di tempo, hanno trovato il quarto stadio. Cioè, la malattia è progredita molto più velocemente che in altri casi. Per quanto ne so, fino alla morte dei malati di cancro hanno iniettato antidolorifici. Perché le metastasi crescono e portano sempre più sofferenza. Il corpo muore gradualmente.

Dipende dalla tempestività della diagnosi, da come si sviluppa la malattia, ad esempio Lemmy Killmister, un famoso musicista, ha bruciato in soli 5 giorni, e c'è chi vive con il cancro da molto tempo, ad esempio, Joseph Kobzon. Pertanto, possiamo parlare di un decorso aggressivo della malattia e che è possibile morire improvvisamente. Va anche notato che questa malattia non è sempre riconosciuta, e quindi una persona può vivere per qualche tempo, senza sospettare che il cancro lo stia gradualmente uccidendo. Ma una persona non sempre soffre, può non notare fino all'ultimo stadio della malattia, e conosco tali casi in cui il cancro è stato trovato in una persona dopo la morte, ma la persona non ha sofferto. Apparentemente, dipende dall'immunità, dall'organo colpito, dalla soglia del dolore umano. Inoltre, il cancro viene dato alle persone per una ragione. e così che capiscano e realizzino qualcosa, e quindi non sempre la malattia del cancro passa dolorosamente, può solo diventare psicologicamente a disagio.

La morte per cancro: come muoiono di cancro?

I tumori sono una serie di tumori maligni le cui cellule mutate, con la loro crescita aggressiva e divisione incontrollata, possono uccidere una persona in pochi mesi o addirittura giorni. Secondo le statistiche mediche, è il cancro ad essere il primo tra i tassi di mortalità. Inoltre, ogni anno questo numero orribile sta crescendo rapidamente.

Nella maggior parte dei casi, con il rilevamento tempestivo e la diagnosi della malattia, oltre al trattamento adeguato, il cancro può essere superato. Ma molto spesso ci sono situazioni in cui la malattia è stata diagnosticata già ad uno stadio avanzato, il che significa che il processo è già irreversibile e non vi è alcuna possibilità di sopravvivenza per il malato di cancro.

La morte del cancro: cosa la precede?

La maggior parte delle persone affette da cancro, essendo all'ultimo stadio (4) del cancro, comprende consapevolmente di essere in attesa di morte per cancro. Questo perché queste persone capiscono abbastanza adeguatamente che il trattamento è stato avviato troppo tardi e che anche le terapie radicali non possono garantire nemmeno la prognosi favorevole minima.

La diagnosi di "cancro di grado 4 con metastasi" può essere fatta al primo esame di una persona, anche se diversi giorni o mesi prima della visita all'oncologo, la persona non ha riscontrato alcuna deviazione di salute.

Come già accennato, l'ultimo stadio del cancro è un processo oncologico che è irreversibile. In altre parole, si verifica la divisione incontrollata e caotica e la diffusione delle onco-cellule nei sistemi e negli organi umani sani. Come risultato di questo processo, si formano lesioni tumorali metastatiche che danneggiano tessuti e strutture sani vicini, con il risultato che l'esito letale della malattia è inevitabile.

Al quarto stadio con metastasi, che inevitabilmente provoca la morte per cancro, gli oncologi includono:

  • neoplasie maligne rapidamente progressive;
  • tumori ossei (braccia, gambe, ecc.);
  • lesioni a crescita rapida con metastasi ai polmoni, ai reni, al cervello, ai linfonodi;
  • altri tipi di cancro particolarmente rari e aggressivi (mieloma multiplo, cancro del pancreas, melanoma).

Pertanto, in base al suo rapido decorso, il 4 ° stadio dell'oncologia conduce alla morte imminente del paziente. Tuttavia, se si sceglie il trattamento giusto con un approccio integrato, non solo è possibile migliorare significativamente la qualità della vita residua del paziente oncologico, eliminando il forte dolore e altri sintomi, ma anche prolungare la propria vita.

Cosa provano i malati di cancro prima della morte?

I pazienti con tumore prima della morte, oltre ai principali sintomi che accompagnano il processo del cancro, possono sperimentare le seguenti complicazioni dell'ultimo stadio, che non solo peggiorano significativamente la qualità della vita residua del paziente oncologico, ma riducono anche la sua durata:

  1. La formazione di ittero a seguito di un blocco acuto delle vie biliari.
  2. Metastasi al cervello, che causa forti mal di testa e colpi di tumore.
  3. Paralisi degli arti e fratture frequenti delle ossa a causa dell'indebolimento delle strutture ossee e dei tessuti.
  4. Ictus, coaguli di sangue dell'arteria polmonare dovuti allo sviluppo di problemi acuti di coagulazione del sangue.
  5. Polmonite.
  6. Trombosi arteriosa, dopo la quale può verificarsi anche ischemia acuta e cancrena delle gambe.
  7. Sindrome del dolore grave, particolarmente pronunciata se ci sono metastasi nell'osso.
  8. Riempire i polmoni con il liquido proveniente dagli infiltrati tumorali.
  9. Anemia dovuta a una diminuzione della funzione di formazione del sangue del midollo osseo.

Come morire di cancro?

La morte per cancro è sempre accompagnata da un forte dolore incessante, che spesso mette il malato di cancro prima di scegliere di iniziare a prendere farmaci per ridurre il dolore o per resistere.

Inoltre, la morte per cancro può essere accompagnata da ostruzione intestinale acuta, vomito irragionevole, che non può essere interrotto da allucinazioni. Per alleviare i problemi con il sistema digestivo ed eliminare gravi crisi emetiche, una persona che soffre di cancro riceve una sonda che aiuta a deviare il succo gastrico, prevenendo così il vomito.

Una persona che si trova nella quarta fase del cancro può anche morire per emorragia interna, perché il suo sangue contiene una conta piastrinica bassa, che influisce negativamente sulla coagulazione del sangue. Il sanguinamento può avere un carattere diverso:

  • emorragia cerebrale;
  • vomito con livelli ematici elevati;
  • sanguinamento dal retto.

Inoltre, coloro che muoiono di cancro spesso sperimentano cachessia - un estremo grado di esaurimento del corpo, che è caratterizzato da rapida perdita di peso, debolezza generale, cambiamenti nello stato mentale del paziente, rallentamento dei processi fisiologici, mancanza di respiro, soffocamento.

La morte del cancro può includere diversi altri fattori sui quali preferiamo rimanere in silenzio.

Epilogo: la precedente descrizione di come morire di cancro non significa affatto che un particolare malato di cancro debba morire da quanto sopra. Ricorda: tutto è puramente individuale e ciò che si manifesta in una persona non può in alcun modo influenzare l'altro, tutto dipende dal tipo di cancro, dal grado della sua negligenza, nonché dall'alfabetizzazione e dalle qualifiche dei medici.

Come morire di cancro - sintomi e fasi della morte

Le malattie oncologiche sono il flagello dell'umanità nel XXI secolo. Al momento del 2018, ci sono molte sostanze che possono causare il cancro (pesticidi, nitrati, conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità, spezie, carni affumicate, inquinamento atmosferico da gas di scarico delle automobili e simili). La cosa peggiore è che i tumori maligni sono più spesso rilevati al terminale, 4 ° stadio.

Sintomi di morte rapida imminente da cancro 4 gradi di localizzazione diversa

Il cancro può colpire assolutamente tutti gli organi e, di conseguenza, i sintomi di un tumore maligno saranno diversi.

luce

Nella fase finale della malattia, tutti i sintomi della patologia appaiono intensamente e vividamente.

Principali manifestazioni:

  • Grande dispnea. Il paziente soffoca anche in completo riposo fisico. L'essudato accumulato interferisce con la respirazione del paziente, rendendolo intermittente;
  • Con la sconfitta dei linfonodi cervicali, è difficile per il paziente parlare;
  • A causa della metastasi del cancro del polmone, si verifica la paralisi delle corde vocali. Si manifesta nella raucedine;
  • Il paziente inizia a mangiare male a causa di una diminuzione o completa mancanza di appetito;
  • Il paziente sta quasi sempre dormendo. Questa condizione è dovuta a una violazione dei processi metabolici nel corpo;
  • Il paziente diventa apatico;
  • I disturbi mentali appaiono sotto forma di vari tipi di amnesia, incoerenza della parola, disorientamento nello spazio e nel tempo e comparsa di allucinazioni, sia visive che uditive;
  • Quando una vena viene compressa da focolai metastatici, l'edema del viso e del collo appare nel mediastino;
  • Lo sviluppo di un'insufficienza renale è possibile;
  • Sindrome da dolore insopportabile. Questa condizione è spiegata da più metastasi di vari organi. Tale dolore può essere fermato solo da analgesici narcotici. E a volte anche loro non sono in grado di alleviare completamente il paziente dal dolore.

stomaco

Il quadro clinico, tipico per le persone con lo stadio finale del cancro gastrico, è abbastanza brillante.

Nel cancro dello stomaco, le seguenti sono manifestazioni frequenti:

  • Segni costantemente presenti di disturbi degli organi gastrointestinali: bruciore di stomaco, nausea, eruttazione, vomito, diarrea, feci ritardate;
  • Il paziente avverte un trabocco dello stomaco dopo aver mangiato una piccola quantità di cibo;
  • L'intero sistema linfatico del paziente è interessato. I linfonodi diventano grandi e sensibili (dolore alla palpazione);
  • Il cancro allo stomaco spesso sanguina, quindi il paziente è caratterizzato da vomito come fondi di caffè e melena. Tali manifestazioni sono caratteristiche del sanguinamento gastrico, poiché nello stomaco l'emoglobina del sangue è esposta all'acido cloridrico dello shock gastrico, che conferisce al sangue un colore nero.
  • Sindrome del dolore dovuta a metastasi multiorganiche del cancro. Nel cancro gastrico, ci sono metastasi specifiche ad esso, che interrompono anche la funzione degli organi e portano a una sindrome da dolore grave. Queste sono metastasi in strutture come le ovaie (metastasi di Krukenberg), fibra adrettale (metastasi di Schnitzler), ombelico (metastasi della sorella di Mary Joseph), linfonodi ascellari (metastasi irlandesi) e linfonodi sopraclaveari sul lato sinistro (metastasi di Virchow).

Aiuto. Melena - feci nere, che indicano sanguinamento gastrico. Più vicina è la fonte di sanguinamento alla parte terminale del tratto gastrointestinale, più il colore del sangue è luminoso. Il sanguinamento dal retto è caratterizzato da una mescolanza di sangue color scarlatto nelle feci.

esofago

Il cancro dell'esofago di grado 4 ha un decorso severo ed è già poco adatto ai metodi di trattamento radicali.

Manifestazioni prima della morte che disturbano un paziente con carcinoma esofageo in stadio 4:

  • L'incapacità di ingoiare il cibo a causa della crescita del tumore e la formazione di molteplici aderenze;
  • Vomito costante a causa di difficoltà nel passare il cibo;
  • Linfonodi dolorosi ingrossati;
  • All'ultimo stadio, il tumore cresce spesso nella trachea, che causa una grave mancanza di respiro e emottisi;
  • C'è una raucedine distinta nella voce;
  • Sindrome del dolore

Metastasi cerebrali

L'uso del termine "cancro del cervello" è inaccettabile da un punto di vista medico, poiché il cancro sospetta un tumore maligno dalle cellule epiteliali, mentre il cervello e le sue strutture sono composte da cellule nervose - neuroni che non sono epiteliali. Pertanto, è corretto dire "un tumore maligno del cervello".

Clinica per tumori cerebrali avanzati del 4o grado di carattere maligno:

  • Terribili mal di testa;
  • Perturbazione della coscienza fino alla confluenza del paziente in un coma profondo;
  • Manifestazioni neurologiche caratteristiche dell'area del danno cerebrale.

laringe

Durante l'1, 2 e talvolta 3 stadi del cancro della laringe, i segni gravi dello sviluppo di un tumore maligno sono in genere estremamente deboli. L'assenza di manifestazioni sintomatiche è una conseguenza del fatto che un tumore che si sviluppa nella laringe è piccolo nelle sue fasi iniziali e quindi non influisce sul funzionamento dell'organo.

Le manifestazioni caratteristiche dello stadio 4 del cancro laringeo includono:

  • L'incapacità di parlare normalmente. La voce diventa estremamente rauca. La parola è difficile;
  • Dalla bocca odora molto sgradevole;
  • Emottisi osservata;
  • Il paziente soffre di una tosse costante;
  • Il paziente è preoccupato per il dolore alle orecchie;
  • A causa del dolore alla gola, il paziente cerca di ridurre la quantità di cibo consumato;
  • Arriva l'esaurimento, perdita di peso corporeo, caratteristica dei pazienti oncologici;
  • Ci sono persistenti mal di testa e debolezza. Il paziente prova a dormire di più.

fegato

L'ultimo grado di oncologia del fegato è determinato dalla rilevazione di focolai secondari in tutto il corpo negli esseri umani.

Nella fase 4 del cancro del fegato, si osservano i seguenti disturbi:

  • Completa violazione della funzione digestiva;
  • ittero;
  • Anemia grave;
  • Costante sonnolenza, stanchezza;
  • Si sviluppa encefalopatia epatica;
  • ascite;
  • Sanguinamento frequente Ciò è causato dalla rottura del tessuto tumorale, dalla compromissione della sintesi dei fattori della coagulazione e dalla formazione delle piastrine nel fegato;
  • Le funzioni degli organi in cui si sono verificate le metastasi sono compromesse.

Aiuto. Non ci sono terminazioni nervose nel parenchima epatico, quindi se il tumore non influenza la capsula epatica, allora il fegato non farà male.

Come non perdere l'oncologia? Cosa contribuirà a rilevare il cancro in una fase iniziale? Lo scoprirai in questo video:

Come una persona muore di cancro - 4 fasi

Quando muore, una persona attraversa 4 fasi: condizione pre-diagonale, agonia, morte clinica e morte biologica.

Stato Predagonalnom

Questa condizione è caratterizzata dall'inibizione del paziente. Ciò è dovuto all'inibizione del sistema nervoso centrale, del sistema circolatorio e della respirazione. La respirazione diventa superficiale e frequente. Per questo motivo, il sangue non è saturo di ossigeno sufficiente, e quindi non può consegnarlo agli organi che hanno bisogno di ossigeno, e in particolare del cervello.

Arriva la fame di ossigeno. L'impulso diventa frequente. Ha un riempimento debole. In futuro, diventa filiforme. La pelle diventa pallida con una tonalità terrosa. La pressione sistolica scende a 60 mm Hg. secolo e diastolica non è definita affatto.

Pausa terminale

Questo stadio non è sempre il caso. Durante una pausa terminale, la respirazione e il battito del cuore sono depressi per un po '.

Tuttavia, dopo che c'è uno scoppio di vita - agonia.

Agonia della morte

Questo stato è l'ultima scintilla di vita prima di morire. In questa fase, i centri superiori del sistema nervoso centrale vengono disattivati. L'attività vitale è supportata dalle strutture bulbari del cervello e da alcuni centri del midollo spinale. La respirazione diventa patologica e acquisisce i seguenti tipi:

  • Respirazione di Cheyne-Stokes - respirazione intermittente. È caratterizzato dall'insorgenza della respirazione superficiale. Quindi i movimenti respiratori in profondità aumentano gradualmente e raggiungono la profondità massima entro il settimo respiro. Quindi la profondità diminuisce gradualmente e aumenta. Dopo un movimento respiratorio superficiale, c'è una breve pausa. Quindi il ciclo si ripete di nuovo;
  • Respiro Kussmaul. È caratterizzato da movimenti costanti di respirazione profonda ritmica;
  • Respirazione La biota è un tipo di respirazione patologica caratterizzata da episodi di respirazione profonda e ritmica, separati da lunghe pause (fino a 30 secondi).

Questa respirazione è fornita dalla contrazione dei muscoli che forniscono i movimenti respiratori del torace. La regolazione nervosa della respirazione non si verifica più. Alla fine, i muscoli che regolano le fasi di inspirazione ed espirazione iniziano a contrarsi in modo sincrono e la respirazione si ferma.

Il cuore ripristina il normale ritmo sinusale. Sulle grandi arterie, puoi sentire la pulsazione. La pressione sanguigna comincia a essere determinata di nuovo.

Morte clinica

Quando l'attività respiratoria e cardiaca è completamente disattivata, inizia uno stato transitorio - morte clinica. La sua principale differenza dal biologico è la reversibilità, dal momento che il sistema nervoso centrale non è soggetto a cambiamenti necrotici.

Le principali caratteristiche della morte clinica:

  • Insufficienza cardiaca;
  • Mancanza di pulsazioni su grandi arterie;
  • I movimenti respiratori non sono definiti;
  • La pressione sanguigna non è misurabile;
  • Non c'è attività riflessa;
  • La pupilla dell'occhio si espande al massimo e non reagisce alla leggera irritazione;
  • Pelle pallida

Con l'inefficacia della rianimazione, che nel caso delle patologie tumorali sono raramente efficaci, inizia la fase successiva della morte.

Morte biologica

Questo stadio è irreversibile. La ragione principale del suo verificarsi - la morte dell'organo più importante del corpo umano - il cervello. Nella fase della morte clinica, le cellule cerebrali mantenevano ancora la loro attività vitale in condizioni di terribile ipossia.

Ma ogni cellula ha il suo limite. Quando si verifica la morte biologica, le cellule cerebrali non sono più in grado di svolgere le loro funzioni e muoiono.

Segni patogmonici di morte biologica:

  • "Occhio di gatto". La pupilla è a forma di fessura, come quella di un gatto;
  • Apparizione di punti morti;
  • Rigor mortis;
  • Diminuzione critica della temperatura corporea

Guarda il video, che descrive in dettaglio le 4 fasi della morte di una persona:

Stato psico-emotivo del malato di cancro

Durante la diffusione di Internet, tutte le persone, anche quelle che non hanno nemmeno un minimo di educazione medica, sanno che il cancro allo stadio 4 è quasi una condanna a morte. Questo è un duro colpo per la psiche del paziente. La comparsa di stati depressivi profondi è naturale. I pazienti spesso "entrano nella malattia".

Perdono interesse per la vita. La loro condizione è comprensibile. Con la quarta fase dell'oncologia, la vita diventa molto breve e, alla fine, angosciante. In una tale situazione, il supporto dei propri cari è molto importante. È necessario aiutare a risolvere altri problemi urgenti del paziente, portarlo in un viaggio nei luoghi in cui ha sognato tutta la sua vita per andare.

Puoi compiacerlo con un viaggio al festival, dove si esibiscono i suoi artisti preferiti, se lo stato rimane relativamente soddisfacente. La linea di fondo è che è necessario chiarire alla persona malata di cancro, che è ancora vivo e che ha degli affari non finiti qui.

È importante! Non c'è bisogno di dispiacersi per il paziente. A livello inconscio, egli comprende i sentimenti delle persone a lui vicine. Inoltre non puoi ricevere ricordi felici del passato. Per alcuni minuti, possono provocare un sorriso per un malato di cancro, ma poi diventerà ancora più depresso e potrebbe perfino suicidarsi.

Segni di agonia prima della morte

La componente clinica dello stato agonale è stata descritta sopra. Ma dopo tutto, una persona può riprendere conoscenza durante questo scoppio di vita. Questo accade per un tempo molto breve. Una persona non può più essere consapevole di ciò che gli sta accadendo.

Ha una completa mancanza di psiche. Non capisce più le parole pronunciate dalle persone che lo circondano o da chiunque altro con lui. Per i parenti, questo è un piccolo raggio di speranza, ma muore rapidamente quando si verifica la morte.

In conclusione, vorrei sottolineare che il cancro allo stadio 4 molto spesso non risponde al trattamento. Tuttavia, ci sono rari casi in cui è possibile sconfiggere il cancro. Di norma, la persona che non si arrenderà e si aggrapperà alla vita vivrà più a lungo.

Certamente, una tale vita non sarà lunga come quella delle persone senza una malattia, ma ciononostante, più a lungo un malato di cancro può vivere, più avranno il tempo di fare nella vita assegnata a lui.

Come muoiono i malati di cancro

Grazie a molti anni di osservazione, si stima che negli ultimi dieci anni il 15% dei malati di cancro sia aumentato nel paese. L'Organizzazione Mondiale della Sanità pubblica dati che suggeriscono che almeno 300.000 pazienti muoiono in un anno e quella cifra sta gradualmente aumentando. Nonostante l'aumento della qualità delle attività diagnostiche e la frequenza della loro attuazione, nonché la fornitura di tutte le cure mediche necessarie per i malati di cancro, i tassi di mortalità rimangono criticamente alti. In questo articolo descriveremo come muore un malato di cancro, quali sintomi accompagnano i suoi ultimi giorni.

Cause comuni di morte per cancro

Uno dei motivi principali per cui i pazienti oncologici muoiono è la diagnosi tardiva della malattia. C'è un'opinione unanime dei medici che nelle prime fasi del cancro può essere fermato. Gli scienziati hanno scoperto e dimostrato che, affinché un tumore cresca fino alla dimensione e allo stadio in cui inizia a metastatizzare, devono passare diversi anni. Pertanto, spesso i pazienti non hanno la minima idea della presenza nel loro corpo di un processo patologico. Ogni terzo malato di cancro viene diagnosticato nelle fasi più gravi.

Quando un tumore del cancro è già "a colori" e dà molte metastasi, distruggendo gli organi, causando sanguinamento e distruzione dei tessuti, il processo patologico diventa irreversibile. I medici possono solo rallentare il decorso della malattia mortale, condurre un trattamento sintomatico, oltre a fornire al paziente comfort psicologico. Dopo tutto, molti pazienti sanno quanto sia doloroso morire di cancro e cadere in una grave depressione.

È importante! È importante sapere come muoiono i pazienti oncologici, non solo per gli specialisti, ma anche per i parenti del paziente. Dopo tutto, la famiglia - queste sono le persone principali circondate dal paziente che può aiutarlo a far fronte a una grave condizione.

Un altro motivo per cui i malati di cancro muoiono è il fallimento degli organi a causa della crescita delle cellule tumorali in essi. Questo processo richiede molto tempo e quelli appena formati si uniscono ai sintomi esistenti. A poco a poco, i pazienti perdono peso, rifiutano di mangiare. Ciò è dovuto all'aumento della germinazione dei vecchi tumori e al rapido sviluppo di nuovi tumori, che causano una riduzione delle riserve di nutrienti e una diminuzione dell'immunità, il che porta a un deterioramento delle condizioni generali e alla mancanza di forza nella lotta contro il cancro.

I pazienti e i loro parenti devono essere informati che il processo di collasso del tumore è sempre doloroso e quanto è doloroso morire di cancro.

Sintomatologia del paziente prima della morte

C'è un quadro sintomatico generale che descrive come muore un paziente oncologico.

  • Fatica. I pazienti sono molto spesso tormentati da grave debolezza e costante sonnolenza. Ogni giorno parlano meno con i loro cari, dormono molto, si rifiutano di fare qualsiasi attività fisica. Ciò è dovuto al rallentamento della circolazione sanguigna e all'estinzione dei processi vitali.
  • Rifiuto di mangiare Entro la fine della vita, i malati di cancro sono gravemente impoveriti, mentre si rifiutano di mangiare. Questo accade in quasi tutti a causa di una diminuzione dell'appetito, poiché il corpo semplicemente non ha bisogno di calorie, perché una persona non svolge alcuna attività fisica. Il rifiuto di mangiare è anche associato allo stato depressivo del martire.
  • L'oppressione del centro respiratorio provoca una sensazione di mancanza d'aria e l'apparenza di respiro sibilante, accompagnata da respirazione pesante.
  • Lo sviluppo di cambiamenti fisiologici. C'è una diminuzione della quantità di sangue nella periferia e un aumento del flusso verso gli organi vitali (polmoni, cuore, cervello, fegato). Ecco perché alla vigilia della morte le mani e le gambe del paziente diventano blu e spesso assumono una tonalità leggermente viola.
  • La coscienza cambia. Ciò porta a disorientamento sul posto, nel tempo e persino in se stessi. I pazienti spesso non possono dire chi sono e non riconoscono i parenti. Di norma, più la morte è vicina, più lo stato mentale è oppresso. Ci sono sensazioni di avvicinamento alla morte. Oltre al disorientamento, i pazienti spesso si ritirano in se stessi, non vogliono parlare e fare alcun contatto.

Lo stato psicologico del paziente prima della morte

Durante la lotta con la malattia, lo stato psicologico non solo del paziente, ma anche dei suoi parenti, cambia. Le relazioni tra i membri della famiglia diventano spesso tese e influenzano il comportamento e la comunicazione. Il modo in cui un malato di cancro muore e quali tattiche comportamentali devono essere elaborate, i medici cercano di informare i parenti in anticipo in modo che la famiglia sia pronta per i cambiamenti che avverranno presto.

I cambiamenti nella personalità di un paziente oncologico dipendono dall'età, dal carattere e dal temperamento. Prima della morte, una persona cerca di ricordare la sua vita e ripensarla. A poco a poco, il paziente entra sempre più nei suoi pensieri e nelle sue esperienze, perdendo interesse per tutto ciò che accade intorno a lui. I pazienti diventano isolati mentre cercano di accettare il loro destino e comprendono che la fine è inevitabile e nessuno può aiutarli.

Conoscendo la risposta alla domanda se sia doloroso morire di cancro, le persone hanno paura di una forte sofferenza fisica, così come il fatto che complicheranno seriamente la vita dei loro cari. Il compito più importante dei parenti in questo caso è di fornire qualsiasi supporto e non dare in forma di quanto sia difficile per loro prendersi cura dei malati di cancro.

Come muoiono i pazienti con oncologia diversa

I sintomi e il tasso di sviluppo del tumore dipendono dalla posizione del processo e dello stadio. La tabella fornisce informazioni sul tasso di mortalità di vari tipi di oncologia:

Come morire di cancro: tutto sui malati di cancro prima della morte

Il cancro è una malattia molto grave, che è caratterizzata dalla comparsa di un tumore nel corpo umano, che cresce rapidamente e danneggia il tessuto umano più vicino. Più tardi, una formazione maligna colpisce i linfonodi più vicini, e all'ultima fase si verificano metastasi, quando le cellule tumorali si diffondono a tutti gli organi del corpo.

È terribile che in 3 e 4 stadi il trattamento del cancro in alcuni tipi di oncologia sia impossibile. A causa di ciò che il medico può ridurre la sofferenza del paziente e prolungare leggermente la sua vita. Allo stesso tempo, ogni giorno sta peggiorando, a causa della rapida diffusione delle metastasi.

In questo momento, i parenti e gli amici del paziente dovrebbero capire approssimativamente che tipo di sintomi sta vivendo il paziente al fine di aiutare a sopravvivere nell'ultima fase della vita e ridurre la sua sofferenza. In generale, coloro che muoiono di cancro a causa di metastasi complete, sperimentano lo stesso dolore e disagio. Come morire di cancro?

Perché morire di cancro?

La malattia del cancro si manifesta in più fasi e ogni stadio è caratterizzato da sintomi più gravi e danni al corpo da parte di un tumore. In realtà, non tutti muoiono di cancro, e tutto dipende dallo stadio in cui è stato trovato il tumore. E qui tutto è chiaro: prima veniva trovato e diagnosticato, maggiori erano le possibilità di recupero.

Ma ci sono ancora molti fattori, e anche il cancro allo stadio 1 o anche lo stadio 2 non sempre offre una possibilità di recupero del 100%. Poiché il cancro ha così tante proprietà. Ad esempio, esiste l'aggressività dei tessuti maligni - allo stesso tempo, più grande è questo indicatore, più velocemente cresce il tumore e più velocemente si verificano le fasi del cancro.

Il tasso di mortalità aumenta con ogni stadio di sviluppo del cancro. La percentuale maggiore è nella fase 4 - ma perché? In questa fase, il tumore del cancro è già enorme e colpisce i tessuti, i linfonodi e gli organi più vicini e le metastasi agli angoli più distanti del corpo si stanno diffondendo: di conseguenza, quasi tutti i tessuti del corpo sono interessati.

In questo caso, il tumore cresce più velocemente e diventa più aggressivo. L'unica cosa che i medici possono fare è ridurre il tasso di crescita e ridurre la sofferenza del paziente stesso. Di solito si usano la chemioterapia e le radiazioni, quindi le cellule tumorali diventano meno aggressive.

La morte in qualsiasi tipo di cancro non sempre arriva rapidamente, e succede che il paziente soffra da molto tempo, ecco perché è necessario ridurre il più possibile la sofferenza del paziente. La medicina non può ancora combattere l'ultimo grado di cancro in una forma di corsa, quindi prima viene fatta una diagnosi, meglio è.

Cause della malattia

Sfortunatamente, ma gli scienziati stanno ancora lottando con questa domanda e non riescono a trovare una risposta esatta ad essa. L'unica cosa che può essere detta è una combinazione di fattori che aumentano le possibilità di contrarre il cancro:

  • Alcol e fumo.
  • Cibo nocivo
  • L'obesità.
  • Cattiva ecologia
  • Lavora con prodotti chimici.
  • Trattamento farmacologico improprio

Per tentare in qualche modo di evitare il cancro, è necessario prima di tutto monitorare la propria salute e sottoporsi periodicamente all'esame di un medico e fare un esame del sangue generale e biochimico.

I sintomi prima della morte

Questo è il motivo per cui le tattiche di trattamento corrette, scelte all'ultimo stadio della malattia, aiuteranno a ridurre il dolore e la malattia al paziente, oltre a prolungare significativamente la vita. Naturalmente, ogni oncologia ha i suoi segni e sintomi, ma ce ne sono anche di comuni, che iniziano direttamente al quarto stadio, quando quasi tutto il corpo è affetto da tumori maligni. Cosa provano i malati di cancro prima di morire?

  1. Affaticamento costante Ciò è dovuto al fatto che il tumore stesso richiede un'enorme quantità di energia e nutrienti per la crescita, e più è, peggio. Aggiungi metastasi ad altri organi qui e capirai quanto è difficile per i pazienti nell'ultima fase. Di solito, la condizione peggiora dopo l'intervento chirurgico, la chemioterapia e le radiazioni. Alla fine, i malati di cancro dormiranno molto. La cosa più importante non interferiscono e danno riposo. Successivamente, il sonno profondo può trasformarsi in un coma.
  2. Diminuisce l'appetito. Il paziente non mangia, perché c'è un'intossicazione generale, quando il tumore produce una grande quantità di prodotti di scarto nel sangue.
  3. Tosse e mancanza di respiro. Spesso le metastasi da qualsiasi cancro dell'organo danneggiano i polmoni, causando gonfiore della parte superiore del corpo e tosse. Dopo un po 'di tempo, il paziente diventa difficile da respirare - questo significa che il cancro si è saldamente stabilizzato nei polmoni.
  4. Disorientamento. A questo punto, potrebbe esserci una perdita di memoria, una persona smette di riconoscere amici e persone care. Questo accade a causa di disordini metabolici con tessuto cerebrale. Inoltre, c'è una forte intossicazione. Possono verificarsi allucinazioni.
  5. Arti blu. Quando il paziente ha poca forza e il corpo delle ultime forze cerca di rimanere a galla, il sangue inizia fondamentalmente a fluire verso gli organi vitali: cuore, reni, fegato, cervello, ecc. A questo punto, le membra diventano fredde e acquisiscono una tinta bluastra e pallida. Questo è uno dei più importanti precetti della morte.
  6. Macchie sul corpo. Prima della morte, appaiono sulle gambe e sulle braccia macchie associate a scarsa circolazione sanguigna. Questo momento accompagna anche l'approccio della morte. Dopo la morte, le macchie diventano bluastre.
  7. Debolezza muscolare Quindi il paziente non può muoversi normalmente e camminare, alcuni possono ancora leggermente ma lentamente muoversi in bagno. Ma la maggior parte della menzogna e andare per se stessi.
  8. Condizioni di coma Può venire improvvisamente, quindi il paziente avrà bisogno di un'infermiera che aiuterà, minerà e farà tutto ciò che il paziente non può fare in tale stato.

Processo di morte e fasi principali

  1. Predagoniya. Violazione del sistema nervoso centrale. Il paziente stesso non prova emozioni. La pelle delle gambe e delle braccia diventa blu e il viso diventa terroso. La pressione cala bruscamente.
  2. Agonia. A causa del fatto che il tumore si è già diffuso ovunque, la fame di ossigeno si verifica, il battito del cuore rallenta. Dopo un po ', la respirazione si ferma e il processo di circolazione sanguigna rallenta molto.
  3. Morte clinica Tutte le funzioni sono sospese, sia al cuore che alito.
  4. Morte biologica Il principale segno della morte biologica è la morte cerebrale.

Certo, alcune malattie oncologiche possono avere segni caratteristici, ma vi abbiamo parlato del quadro generale della morte nel cancro.

Sintomi di cancro al cervello prima della morte

Il cancro del tessuto cerebrale è difficile da diagnosticare nelle fasi iniziali. Non ha nemmeno i suoi stessi marchi attraverso i quali la malattia stessa può essere determinata. Prima della morte, il paziente avverte un forte dolore in un certo punto della testa, può vedere le allucinazioni, si verifica una perdita di memoria, può non riconoscere i suoi parenti e amici.

Cambiamento costante dell'umore dalla calma all'irritato. Il discorso è rotto e il paziente può sopportare qualsiasi assurdità. Il paziente può perdere la vista o l'udito. Alla fine c'è una violazione della funzione motoria.

Ultimo stadio del cancro al polmone

Il carcinoma polmonare si sviluppa inizialmente senza alcun sintomo. Recentemente, l'oncologia è diventata la più comune tra tutte. Il problema è precisamente la diagnosi e la diagnosi tardive del cancro, a causa delle quali il tumore viene rilevato a 3 o anche 4 stadi, quando non è più possibile curare la malattia.

Tutti i sintomi prima della morte del cancro ai polmoni di 4 gradi si riferiscono direttamente alla respirazione e ai bronchi. Di solito è difficile per il paziente respirare, è costantemente soffocato, tossisce pesantemente con abbondanti secrezioni. Alla fine, può iniziare un attacco epilettico, che porta alla morte. Lo stadio terminale del cancro del polmone è molto sgradevole e doloroso per il paziente.

Cancro al fegato

Con un tumore del fegato, si espande molto rapidamente e danneggia i tessuti interni dell'organo. Di conseguenza, si verifica ittero. Il paziente avverte un forte dolore, la temperatura sale, il paziente si sente male e vomita, disturbi della minzione (l'urina può essere con il sangue).

Prima della sua morte, i medici stanno cercando di ridurre la sofferenza del paziente stesso. La morte per cancro al fegato è molto dura e dolorosa con un sacco di sanguinamento interno.

Cancro dell'intestino

Una delle malattie oncologiche più sgradevoli e più gravi, che è molto difficile in 4 fasi, soprattutto se si è operato per rimuovere una parte dell'intestino un po 'prima. Il paziente avverte un forte dolore all'addome, mal di testa, nausea e vomito. Ciò è dovuto alla grave intossicazione dal tumore e alle masse fecali trattenute.

Il paziente normalmente non può andare in bagno. Dal momento che l'ultima fase è anche la sconfitta della vescica e del fegato, così come i reni. Il paziente muore molto rapidamente dall'avvelenamento con tossine interne.

Cancro all'esofago

Il cancro stesso colpisce l'esofago e nelle ultime fasi il paziente non può più mangiare correttamente e mangia solo attraverso un tubo. Il tumore colpisce non solo l'organo stesso, ma anche i tessuti circostanti. La sconfitta delle metastasi si estende all'intestino e ai polmoni, così il dolore si manifesterà in tutto il petto e nell'addome. Prima della morte, un tumore può causare emorragie, che causano al paziente di vomitare sangue.

Cancro laringeo prima della morte

Una malattia molto dolorosa quando un tumore colpisce tutti gli organi circostanti. Sente molto dolore, non può respirare normalmente. Di solito, se il tumore stesso blocca completamente il passaggio, allora il paziente respira attraverso un tubo speciale. Le metastasi passano ai polmoni e agli organi più vicini. I medici prescrivono alla fine un gran numero di antidolorifici.

Ultimi giorni

Di solito, se lo si desidera, i parenti possono portare a casa il paziente, mentre viene dimesso e somministrato potenti farmaci e antidolorifici che aiutano a ridurre il dolore.

A questo punto, è necessario capire che il paziente ha pochissimo tempo a disposizione e dovrebbe cercare di ridurre la sua sofferenza. Alla fine possono comparire ulteriori sintomi: vomito di sangue, ostruzione intestinale, forte dolore all'addome e al torace, tosse con sangue e mancanza di respiro.

Alla fine, quando quasi tutti gli organi sono affetti da metastasi del cancro, è meglio lasciare il paziente da solo e lasciarlo dormire. Soprattutto, in questo momento, vicino agli ammalati dovrebbero esserci parenti, persone care, persone vicine, che con la loro presenza ridurranno il dolore e la sofferenza.

Come alleviare la sofferenza del morente?

Spesso il dolore in un paziente può essere così grave che le medicine ordinarie non aiutano. Il miglioramento può portare solo i farmaci che danno ai medici le malattie del cancro. È vero, questo porta a un'intossicazione ancora maggiore e alla morte imminente del paziente.

Per quanto tempo puoi vivere con 4 stadi di cancro? Sfortunatamente, ma nella migliore delle ipotesi, potrai vivere per diversi mesi con la giusta terapia.

MirTesen

Parla - e sarai ascoltato, vieni a stare con noi

La morte del cancro è già una routine (

Come stavo morendo di cancro. Una storia per conto di mia madre

Prima parte "La religione non salverà se dicono in faccia:" Questa è oncologia "

Non c'era niente di terribile qui - solo un esame di routine da parte di un mammologo. A quel tempo avevo la mastopatia, ma i dottori dissero che era un problema comune nelle donne dopo il parto tardivo. Quindi non mi preoccupavo, perché ogni sei mesi andavo alla diagnosi e prendevo le droghe. Le visite programmate all'ospedale durarono tre anni, finché un giorno, senza spiegare nulla, fui inviato per una biopsia. Tipicamente, tale procedura è prescritta per sospetto oncologia. Lo sapevo, ma pensavo ancora: perché dovrebbe riguardare me? Forse i medici sono semplicemente riassicurati.

Una settimana dopo, mi hanno chiamato e mi hanno detto di andare di nuovo in clinica. Naturalmente, in questi momenti inizia un leggero panico. Inoltre, l'addetto alla reception non ha emesso una carta, ma è stato chiesto di andare immediatamente in ufficio. Seduto sotto la porta, nella sua testa scorreva pensieri: cancro o non cancro? E se il cancro, allora quale fase? Ma fermati! Che tipo di cancro, se fossi costantemente monitorato dai medici! Inoltre, sono trattato con mastopatia - questa è un'altra diagnosi. Posso dire che non c'era niente di più doloroso che aspettare in ambulatorio prima della mia vita.

Dopo dieci minuti sono stato invitato in ufficio. In questi momenti inizi a credere in tutto: in Dio, nei segni, nel fatto che ti metti vestiti felici. Inizi a sbirciare sul viso del dottore con la speranza di vedere un sorriso e calmarti. Sfortunatamente, né i sorrisi, né i segni, né la religione salveranno se ti dicono in faccia: "Questa è un'oncologia".

Sai cosa vuol dire guidare in un muro a una velocità di 300 km / h? Solo in caso di collisione non si sgretola in polvere, non in un muro, ma nella tua vita. È impossibile capire dove si trova l'uscita dall'edificio dell'ospedale: la tua testa è occupata al 200% da una cosa - il pensiero di cosa accadrà dopo. Non ricordi nulla che il dottore abbia detto dopo la diagnosi. Basta guardare il poster sul muro e non si può dire una parola. Non voglio parlare con la gente e spiegare cosa è successo. Voglio cucire la bocca, chiudere le porte con le finestre e raggiungere il fondo.

Seconda parte. "È più importante per una persona malata di cancro trovare la risposta alla domanda" perché io "piuttosto che raccogliere forza e iniziare una lotta"

I capricci sono finiti non appena sono arrivato per un'operazione nel dispensario oncologico. Sai, c'è un'espressione - "cornacchia bianca". Sulla strada, circondato da persone, ti sembra che tu con la tua diagnosi non siano come tutti gli altri. La tua impotenza, l'incapacità di cucinare la cena, hai rovinato l'infanzia dei tuoi figli. Sei un uomo imperfetto, "corvo bianco" in una società sana e forte. Quindi, questa sensazione scompare non appena varchi la soglia della camera.

C'è una gerarchia qui, ci sono ragazze fortunate con il primo o il secondo stadio (come si è scoperto dopo, io ero tra loro), c'è un terzo, e c'è un quarto con le metastasi. Era difficile da credere, ma nei reparti non parlano di malattie. Generalmente. Discutono di giardini, bambini, cruciverba, ma non una parola sul cancro. Non perché non c'è niente da dire (al contrario). Proprio qui questa diagnosi diventa parte di te. Non dici a tutti che hai le gambe, che ci sono cinque dita su di loro. Quindi nessuno qui dice che ha un tumore. Questo è comprensibile, una volta posizionato in ospedale - è chiaro di quale tipo, se si è nel reparto seno. Inoltre, la regola è accettata e compresa senza preavviso, senza richieste. Non è nemmeno la regola per nominare una lingua. È piuttosto qualcosa di scontato. Ti trovi in ​​un mondo in cui tutti hanno gli stessi problemi. Francamente, aiuta. Aiuta a capire che questo succede con gli altri.

Nel reparto, è più facile sopravvivere a una domanda senza una risposta: "Perché è successo a me"? Qualcuno trova la causa della malattia nell'abitudine di lavarsi la testa la domenica e nel non rispetto del digiuno. In tali casi, i pazienti dopo il trattamento sono in ginocchio in chiesa e in pellegrinaggio verso luoghi santi. Invece di cambiare il modo di vivere, andare agli esami in tempo, mangiare bene, una persona inizia a pregare. Non posso dire nulla: aiuta la fede nel tempo della malattia. Ma lei non opererà su di te, non prescriverà chemioterapia e non ti condurrà all'esame in tempo. È brutto quando la malattia comincia a essere percepita come una punizione per qualcosa. Rispondendo alla domanda perché, attraversi tutte le pagine della vita, ricordando le cattive azioni. D'accordo, ogni persona troverà nella sua vita almeno uno di questi reati. Ma solo i malati terminali possono renderlo la causa della sua malattia. Si scopre che per una persona malata di cancro è spesso più importante trovare la risposta alla domanda "perché io", piuttosto che raccogliere forza, dire a te stesso: "significa che dovrebbe essere così" e iniziare il combattimento.

Qui, all'ospedale, mi sono reso conto che prima avevo ricevuto una diagnosi sbagliata: tutti i documenti sulla mastopatia erano spariti dalla carta, tutti i rapporti dei medici, i farmaci prescritti e i dosaggi erano retrodatati. Era difficile rendersene conto: come se avessi cambiato un biglietto per un treno che aveva avuto un incidente. In questa catastrofe rimani in vita, sei in gravi condizioni per essere portato in un letto d'ospedale. E già sdraiato su di esso, costantemente pensando: questo non sarebbe successo se il biglietto non fosse cambiato. E 'un peccato? Non la parola! Ma questa è un'altra trappola, un'altra ricerca del colpevole, un'altra ricerca della risposta alla domanda "perché" invece di raccogliere.

Separatamente, voglio parlarti di "stare insieme". Né gli psicologi, né i riabilitatori erano in dispensario. Alla reception, sulle panchine della strada, puoi facilmente vedere una persona singhiozzante con le lenzuola in mano. Nessuno lo calma, probabilmente cercando di non accorgersene: tutti già conoscono la causa delle lacrime. Sanno cos'è il cancro, ma non sanno assolutamente cosa dire a una persona in una situazione del genere. Ad essere onesti, abbiamo un grosso problema con gli psicologi: una persona lascia l'ufficio e rimane sola con i suoi problemi. E poi il paziente può prendersi la mano o aiutare i suoi parenti. E se non c'è nessuno... Penso che i suicidi per questo motivo non siano rari.

Terza parte "Ti porterò a casa e faremo un grande martire da te."

L'operazione ha avuto successo. Tre settimane dopo, mi hanno lasciato andare a casa. In quel momento, pensavo che il peggio fosse passato. Quanto ero sbagliato! "Chimica" - che doveva durare. Probabilmente, senti qualcosa di simile se lasci passare l'acido solforico nelle vene, che brucia tutto dentro. Solo un pensiero mi calma: se mi sento così male, i resti del cancro vanno via, si dissolvono, ma per il bene di questo devi resistere.

La chemioterapia ebbe successo e iniziarono cinque anni di remissione. Era meglio che vincere tutti i soldi nel mondo della lotteria. Ciò significava che il cancro era sparito: vedevo i nipoti, rimanevo alla festa di laurea dei bambini, andavo al lavoro. Perché ci sono lavoro - la vita va avanti! Erano i miei anni felici: i bambini andavano davvero all'università, la figlia si sposava, partoriva. Ma solo io... ho preso un raffreddore.

Nella primavera del 2012, ho avuto una voce. Andai in clinica da un medico generico, a Laura: un mese era stato trattato per un mal di gola, i preparativi erano tesi, ma nulla aiutava. Tanto che un giorno non potevo alzarmi, non potevo parlare e inghiottire. Sospettavo che qualcosa non andasse, ma mi rassicurai con il pensiero: dopotutto, i dottori avevano messo un mal di gola (la vita non insegna nulla).

Comprendendo che il paziente pesante non aveva posto nella clinica di distretto, fui mandato all'ospedale regionale. È stato necessario sentire il dottore parlare alla sua famiglia alla porta: "Non hanno visto che le corde vocali non sono innervate! Qui, una parte della faringe si incurvò. Come può questo essere un mal di gola? "Ancora una volta, questo attacco di rabbia e risentimento verso i medici, incomprensioni e pensiero che senza successo è il cancro al seno con metastasi non può essere trattato.

Spesso i medici in policlinico non prescrivono gli esami necessari in tempo e i pazienti sono pagati con la vita. Certo, puoi sempre andare in una clinica a pagamento ed essere esaminato. Ma se vivi in ​​un piccolo centro del distretto, dove c'è una clinica di istituzioni mediche, non puoi nemmeno consultare un altro specialista: non c'è semplicemente nessuno. C'è solo un oncologo per l'intera area. È anche un gastroenterologo, è anche un radiologo ecografico. Naturalmente, puoi andare in città più grande, ma cerchi ancora di ottenere indicazioni stradali, aspetta la fila. Sì, ci sono centri medici a pagamento, ma non molte persone avranno la forza di percorrere 100 chilometri per assicurarsi che tu stia crescendo il cancro - tutto il tempo prezioso rimanente ti permetterà di accettare un mal di gola.

Ho chiamato i bambini solo quando sono stato trasportato urgentemente a Minsk. Era maggio, il loro 27 è il loro compleanno. Ho già rovinato la mia infanzia con la mia impotenza e le mie malattie. Ho capito che la chiamata era inevitabile, ma volevo farlo all'ultimo momento... Quando sono arrivati, mi hanno aiutato ad uscire e respirare aria fresca, non ospedaliera. Poi ricordo come sono stato immerso in un'ambulanza e sono andato a Minsk per cinque ore: non ci sono centri a Gomel e nella regione in cui tali operazioni avrebbero avuto luogo. I parenti non sono stati ammessi in macchina per essere così con me: "Non è permesso, solo il dottore. Non porteremo i parenti a Minsk a proprie spese. "

Nel Centro scientifico e pratico repubblicano per la neurochirurgia di Minsk, ho appreso che oltre alle metastasi cerebrali è andato al polmone e alla tiroide. E ancora, nessuno mi ha nascosto nulla. E ancora non c'era nessuno che ti dirà cosa fare. Quindi ho preso un libro di preghiere. Sai, ho ricordato il mio panico quel giorno quando hanno trovato il primo tumore in me - un punto delle dimensioni di un pisello. Ora il cancro era coperto da diversi organi. Se prima ero felice di capire che non ho punti, punti, blackout, ora ho solo chiesto al Signore di non crescere.

Una settimana dopo arrivarono i risultati di una biopsia, e il dottore disse che il tumore era operabile. A quel tempo, non sapevo se rallegrarmi o meno: i canoni cristiani non approvavano veramente l'intervento nel cervello. E se non approvano, può tutto finire bene? Mia sorella ha esortato lo stesso: "Se il prete non dà il permesso per l'operazione, ti porterò a casa e ti faremo un grande martire".

Avevo paura dell'operazione? Pazzo! Sembrava peggio di adesso, può essere solo una tomba. D'altra parte, se non peggiora, cosa sto perdendo? Ho ancora dato il mio destino nelle mani dei neurochirurghi.

Parte quarta "I pazienti aiutano meglio coloro che sono più deboli. Prima dell'intervento, sei stato aiutato a camminare e dopo l'intervento, tu

E ancora il vecchio modo: il reparto, in cui otto persone languiscono dal calore, i corridoi stretti del policlinico, pieni di pazienti esausti, che trascorrono ore in attesa di ricevere. Una volta all'ora, i medici con un paziente su una barella dopo un'operazione si precipitano in questo stretto corridoio. A questo punto, devi avere il tempo di schivare, altrimenti rischi di essere abbattuto. In questo momento, i volti dei pazienti in coda acquisiscono un'espressione molto interessante: tutti guardano il paziente sotto anestesia e diventano insensibili. Il paziente pensa a lui in questo momento? Anzi, no: in quei momenti, ognuno pensa a se stesso.

Ricordo davvero l'odore nei corridoi: l'odore nauseabondo, insopportabile e soffocante dei malati che languiscono per ore in attesa di un ricevimento. Non c'è simpatia: nessuno ti lascerà uscire senza una coda, anche se è insopportabilmente pessimo da aspettare. In coda all'oncologo, l'istinto di sopravvivenza si sveglia nelle persone: tutti ne hanno bisogno qui, è molto brutto per tutti qui, quindi o soffrire o... In realtà, non ci sono molte opzioni.

Nei reparti, la situazione non è migliore. I pazienti aiutano meglio coloro che sono più deboli. Prima dell'intervento, sei stato aiutato a camminare e dopo l'intervento, tu. Coloro che si sono ristabiliti sono allattati al letto e vengono portati in bagno. Il personale è gravemente carente, esattamente come i letti con cui ogni metro è riempito.

Forse qualcuno pensa che gli edifici oncologici siano pieni di parenti di pazienti? Questo non è completamente vero. Mia nonna era nel reparto con me, era profondamente sotto gli 80 anni. Quindi, mio ​​figlio ha dimenticato di portarla via dopo la dimissione. Penso che non sia l'unica. Da molte donne dopo l'operazione è andato mariti. Dovrebbero essere condannati per questo? Non ero nei reparti degli uomini e non sentivo quelle storie. Ma, penso, quello che ha detto che il sesso più debole sono uomini è giusto.

Parte quinta "Nell'ospizio odora di morte"

Peggio dell'ospedale era solo in un ospizio, che ho avuto quattro anni dopo, quando il tumore è diventato così grande che non ho potuto mangiare, bere o stare in piedi. E non è nemmeno un ospizio. A 30 chilometri dal centro del distretto dove vivevo, nel piccolo villaggio il primo piano dell'ospedale era stato trasformato in una "unità palliativa", entrando in cui capisci: qui puzza di morte.

Mi hanno dato una sedia a rotelle, mi hanno dato un pezzo di carta e mi hanno detto di andare al secondo piano per uscire. Non so cosa potrebbe essere peggio della comprensione che il figlio sta rotolando su una sedia a rotelle dalla madre, che ieri si è recata da sola. Poi è arrivato il momento di aspettare nel corridoio mentre l'infermiera stava pompando un alcolista locale da una overdose. Confesso che a quell'ora non potevo sopportarlo, e per la prima volta in presenza di bambini ho solo singhiozzato. Queste furono le prime lacrime per tutto il tempo della mia malattia. In questo momento non potevo fare niente con me stesso: mi sedevo nel corridoio, guardavo queste porte di plastica con un cartello e capivo perfettamente che non le avrei mai più viste da questa parte. Sì, poi ho pensato alla morte.

Un figlio mi ha avvicinato, mi ha preso la mano e ha chiesto: "Mamma, hai paura?" Ho risposto: "Sì". Poi mi hanno buttato in una stanza con tre letti a castello. Prima, all'ingresso del reparto, siamo stati accolti da voi, ci siamo conosciuti, ma non è questo il caso: intorno alle persone che sono immobilizzate, completamente insensibili a ciò che sta accadendo, sono collegate ai contagocce. È molto difficile dire quanti anni avevano i miei vicini: qui persone con tali malattie che è difficile giudicare l'età.

In otto reparti di pazienti costretti a letto, lavorano solo due donne dello staff medico. Trasformano i malati, lavano, nutrono... C'è un chirurgo qui, a turni. Ne accetta di nuovi, prescrive trattamenti, conduce tutte le manipolazioni mediche. Non ero fortunato: il giorno in cui mi hanno portato, non c'era, quindi il catetere è stato installato solo tre giorni dopo. In modo che attraverso una siringa, attraverso un tubo, consegnare il cibo direttamente nell'esofago. Prima di allora, ho provato a mangiare me stesso, ma l'esofago non ha funzionato più, e tutti i miei tentativi sono stati tirati fuori con una tosse selvaggia verso l'esterno. Se non fosse per il contagocce, allora in questi tre giorni sarei così esausto che probabilmente morirò senza aspettare il chirurgo.

Sono entrato nell'ospizio nell'estate del 13 agosto. Non c'erano condizionatori nei reparti, quindi i parenti hanno chiesto di aprire le finestre di volta in volta. Ad essere onesti, non so cosa sia peggio: languire dal caldo o provare la sensazione disgustosa che le mosche strisciano sul tuo viso. Non permettono di dormire, interferiscono con il mangiare... Si ritiene che i precursori della morte siano corvi, gatti neri. Qui per me, questo simbolo era mosche.

Quello che succede al cervello qui è difficile da capire. Quando un vecchio di una stanza vicina gattona al palo ogni ora, quasi piangendo per il dolore, e gli chiede di dargli più tramadolo, la testa si rifiuta di pensare che il dolore possa essere così insopportabile che perfino un forte analgesico non aiuta. Invece, cerchi di convincerti che il vecchio è solo dipendente dalla droga. Questo è probabilmente più facile.

Parte sei. "Erano le ultime nove di sera della mia vita"

E ancora non ci sono psicologi, volontari. L'unico psicologo è un prete di una chiesa locale, che a volte viene chiamato dai parenti. A proposito di parenti. La maggior parte dei pazienti è sola, nessuno li visita. Ci sono quelli che arrivano nei fine settimana, ma questi sono pochi.

Il 3 settembre, come al solito, mio ​​marito venne da me. Poteva passare la giornata con me: probabilmente aveva capito che la fine sarebbe stata presto. In questo giorno, portò di nuovo cibo, tovaglioli, una bottiglia d'acqua. Si sedette accanto al letto. Sei, sette, otto... Mi sveglio, ed è ancora qui. Alle nove in punto lo guardai e con un cenno della testa chiesi di andare a casa. Erano gli ultimi nove di sera nella mia vita.

poscritto

Più di un anno è passato da quando Lyudmila Simonova, mia madre, è morta di cancro. La lotta con questa diagnosi ha richiesto dieci anni di vita e, inoltre, la vita di una sola persona, ma dell'intera famiglia. Dall'età di 11 anni, sai come la radioterapia differisce da "chimica", che cos'è la metastasi e perché è pessima. Naturalmente, quello che ho passato, non mi paragona ai tormenti che i pazienti oncologici provano ogni giorno, ma ancora molta della sua vita è impressa nella mia: diagnosi, trattamento, riabilitazione - tutto questo era davanti ai miei occhi. In alcuni momenti sembrava persino che tutto mi stesse accadendo.

Come è morta, non lo so. Dopo il funerale, ho sempre voluto venire in quel villaggio, in quell'ospizio e chiedere alle infermiere come fosse. Ma non l'ho fatto. Probabilmente ha paura. Mi sono pentito mille volte di averla lasciata morire nell'ospizio quando è iniziata l'esacerbazione. Io, un giovanotto sano, sono durato tre ore al giorno e poi sono partito da lì con una pallottola. Ma posso correre...

Per tutto questo tempo, ho capito una cosa. Quando muori di cancro, può essere non solo spaventoso o doloroso, ma anche umiliante. Cosa prova una persona immobilizzata quando le mosche volano intorno a lui? Questo è successo e sicuramente succede. Nella regione di Gomel - nella regione più colpita dall'esplosione alla centrale nucleare di Chernobyl. Nella stessa regione di Gomel, i dottori siedono nelle cliniche distrettuali, che possono curare un mal di gola fin dove arrivano, invece di prendere una storia e inviare il paziente per un ulteriore esame. A proposito, su di lui. Per arrivare a un consulto all'Istituto di ricerca di oncologia e radiologia di Minsk, è stato necessario raccogliere un mucchio di pezzi di carta da medici locali, andare al Dispensario Oncologico di Gomel per copiare i risultati della risonanza magnetica e della tomografia su disco. Con tutto ciò, nessuno mi ha dato la direzione: dovevo chiedere verbalmente ai medici.

Naturalmente, un ulteriore esame non garantisce la diagnosi e il trattamento corretti: per molti anni mia madre è stata curata per una malattia completamente diversa. Questo ha ritardato il tempo e potrebbe aver predeterminato l'esito. Chemioterapia, radioterapia ogni volta che dovevo percorrere 150 chilometri fino a Gomel: non eseguono tali procedure negli ospedali regionali, perché non ci sono specialisti e attrezzature. Penso che non sia necessario immaginare che per una persona gravemente malata, questi siano 150 chilometri. E bene, se in auto.

Secondo le previsioni degli oncologi bielorussi, nel 2020-2030 il numero di pazienti con la prima diagnosi consolidata di tumori maligni aumenterà del 92%. Ciò significa che se nel 2010 si registrassero 8,5 mila casi, nel 2030 ci saranno 15,5 milioni. Ammettiamolo, noi e gli ottomila dottori ce ne occupiamo a malapena. Non voglio davvero pensare a come sarà la situazione tra dieci anni.