loader
Raccomandato

Principale

Sarcoma

Muoiono di cancro solo in lunghe sofferenze o possono improvvisamente venire allo stesso modo?

Il mio amico è morto di cancro alla tiroide, la diagnosi è stata fatta a ottobre e lei è morta due mesi e mezzo, prima di essere molto attiva, ha viaggiato due volte all'anno (in Europa e in Egitto). servendosi completamente, ma nell'ultimo mese e mezzo non solo riuscì a mangiare ma a bere: il tumore bloccò la laringe, anche l'acqua di un pezzo di ghiaccio non passò, erano terribili torture, ma non si rendeva conto che stava morendo. avrà un'operazione, devi solo essere paziente. (Diglielo così se parenti).Il giorno della morte mi sono alzato dal letto alla toilette, ho chiesto di fare le iniezioni. E lei morì improvvisamente quando tutti lasciarono la stanza. Le metastasi apparentemente bloccavano il centro respiratorio nel cervello. Ognuno ha la propria morte: un uomo nasce e muore da solo. A ciascuno il suo e ognuno soffre a modo suo.

"Ieri camminava così in modo normale e divertente", e oggi è morto, è solo con una sorta di processi acuti: un infarto, un ictus, un colpo alla testa o un'auto sono stati colpiti e l'oncologia è una malattia fisica e psicologica complessa Gli scienziati del mondo hanno dimostrato che il cancro si verifica, nella maggior parte dei casi, a causa di profondi problemi psicologici e ad una persona viene dato il tempo dalle forze superiori per capire se stesso.Qualcuno ha successo, e si riprende, e qualcuno no.Pertanto, il cancro è spesso lungo, processo doloroso.

Circa la morte improvvisa da cancro non ha sentito. Improvvisamente, la diagnosi è stata scoperta. Coloro che sono stati iniettati con cellule staminali per il ringiovanimento, dopo un po 'di tempo, hanno trovato il quarto stadio. Cioè, la malattia è progredita molto più velocemente che in altri casi. Per quanto ne so, fino alla morte dei malati di cancro hanno iniettato antidolorifici. Perché le metastasi crescono e portano sempre più sofferenza. Il corpo muore gradualmente.

Dipende dalla tempestività della diagnosi, da come si sviluppa la malattia, ad esempio Lemmy Killmister, un famoso musicista, ha bruciato in soli 5 giorni, e c'è chi vive con il cancro da molto tempo, ad esempio, Joseph Kobzon. Pertanto, possiamo parlare di un decorso aggressivo della malattia e che è possibile morire improvvisamente. Va anche notato che questa malattia non è sempre riconosciuta, e quindi una persona può vivere per qualche tempo, senza sospettare che il cancro lo stia gradualmente uccidendo. Ma una persona non sempre soffre, può non notare fino all'ultimo stadio della malattia, e conosco tali casi in cui il cancro è stato trovato in una persona dopo la morte, ma la persona non ha sofferto. Apparentemente, dipende dall'immunità, dall'organo colpito, dalla soglia del dolore umano. Inoltre, il cancro viene dato alle persone per una ragione. e così che capiscano e realizzino qualcosa, e quindi non sempre la malattia del cancro passa dolorosamente, può solo diventare psicologicamente a disagio.

Celebrità che sono morte di cancro

Il cancro è una malattia terribile che è molto difficile da combattere. Non si ferma né sulla situazione sociale o finanziaria della sua vittima. Il denaro può ritardare, ma non cancellare il cancro. Topnews.ru ricorda le celebrità che sono morte a causa di questa malattia mortale.

Zhanna Friske, 40 anni
Il 15 giugno 2015, la cantante Zhanna Friske è scomparsa all'età di 41 anni. Nel 2014, i medici hanno diagnosticato un tumore al cervello in lei. Nel gennaio 2014, la famiglia e i parenti hanno riferito che il tumore era inutilizzabile. L'artista è stato trattato per primo negli Stati Uniti, poi ha subito una riabilitazione negli Stati baltici e ha continuato il trattamento in Cina. Negli ultimi mesi, il cantante viveva in una casa di campagna vicino a Mosca.

Steve Jobs, 56 anni
Le idee di questo genio sono sempre state in anticipo sui tempi. Ha fatto impazzire l'intera comunità mobile globale e finalmente ha presentato il mondo con un iPhone 4S. Dopo una lotta di 3 anni con la malattia, Steve è morto a causa del cancro al pancreas nel 2011.

Marcello Mastroianni, 72
Negli ultimi anni, l'attore era gravemente malato. Ha avuto un cancro al pancreas. Essendo gravemente malato, Mastroianni continuò a suonare. Lui, essendo un'ancora di salvezza, ha lavorato fino alla fine. Prima di andare sul palco la sera, ha subito la chemioterapia al mattino.

Linda Bellingham, 66 anni
Nel 2014, l'attrice e conduttrice televisiva Linda Bellingham è morta all'età di 66 anni. Linda ha lottato con il cancro al colon, che in seguito si è diffuso ai polmoni e al fegato. La malattia è stata diagnosticata nel luglio 2013. All'inizio del 2014, l'attrice ha riferito che non intendeva più continuare il trattamento e ha rifiutato un ciclo di chemioterapia. Ha spiegato la sua decisione, volendo vivere pacificamente per il tempo rimanente senza esaurirsi con procedure pesanti.

Edith Piaf, 47 anni
Nel 1961, all'età di 46 anni, Edith Piaf venne a sapere che era malata terminale di cancro al fegato. Nonostante la malattia, lei, superando se stessa, parlò. La sua ultima esibizione sul palco ebbe luogo il 18 marzo 1963. Hall in piedi le diede un'ovazione di cinque minuti. 10 ottobre 1963 Edith Piaf muore.

Joe Cocker, 70 anni
Il 22 dicembre 2014 in Colorado, all'età di 70 anni, il famoso cantante blues Joe Cocker, diventato uno dei protagonisti del leggendario festival di Woodstock, morì di cancro ai polmoni.

Linda McCartney, 56 anni
Nel dicembre del 1995, la moglie di Paul McCartney si sottopose a un intervento chirurgico per rimuovere un tumore al seno maligno. Il cancro sembrava ritirarsi. Ma non per molto. Nel 1998, si è scoperto che le metastasi colpivano anche il fegato. Il 17 aprile 1998, si ammalò gravemente. Il cuore spezzato di Paul con i bambini non lasciò la moglie morente un solo passo, ma la malattia si rivelò più forte dei sensi. Prima del "matrimonio di perle" - il trentesimo anniversario del suo matrimonio - non viveva poco meno di undici mesi, lasciando al marito quattro figli di talento.

John Walker, 67 anni
Nato il 12 novembre 1943, John Joseph Mouse era conosciuto nell'industria musicale come John Walker, fondatore di The Walker Brothers. Insieme ad altri due membri del team, Scott e Harry Walkers, divenne famoso nel Regno Unito negli anni '60. Il 7 maggio 2011, John Walker è morto di cancro al fegato nella sua casa di Los Angeles.

John Lord, 71
16 luglio 2012 John Lord, tastierista della leggendaria rock band Deep Purple, è morto di cancro al pancreas.

Patrick Wayne Swayze, 57 anni
Nel 1991, Patrick Wayne Swayze è stato nominato l'uomo "più sexy". Patrick solo ha lottato con il cancro del pancreas, costringendo tutti a credere nel suo spirito positivo che aveva quasi vinto. Tuttavia, 14 settembre 2009 era sparito.

Luciano Pavarotti, 71
Il famoso trio, Luciano Pavarotti, Placido Domingo e Jose Carreras ha scioccato l'intero mondo della musica classica e dell'opera. Sfortunatamente, il 6 settembre 2007, il trio perse Pavarotti, che morì di cancro al pancreas.

Jacqueline Kennedy, 64 anni
Nel gennaio 1994, a Kennedy Onassis fu diagnosticato un cancro delle ghiandole linfatiche. All'inizio la famiglia e i medici erano ottimisti. Ma ad aprile, il cancro si era metastatizzato. Fino alla sua morte, non ha dato alcuna indicazione che qualcosa non andava. Morì il 19 maggio 1994.

Dennis Hopper, 74 anni
Il 29 maggio 2010, il cancro alla prostata ha sostenuto la vita dell'attore di Hollywood Dennis Hopper. È conosciuto dai film Rebel Without a Cause e Giant.

Walt Disney, 65 anni
I suoi film d'animazione resistono a qualsiasi prova del tempo. Potrebbe aver vissuto una vita troppo breve e morì il 15 dicembre 1966 di cancro ai polmoni, ma le sue idee continuano a vivere, e i personaggi hanno attraversato a lungo i confini degli schermi e incarnato in parchi a tema e attrazioni in tutto il mondo.

Jean Gabin, 72 anni
La causa della morte del famoso attore francese di teatro e cinema era la leucemia.

Juliet Mazina, 73 anni
Juliet Mazina, la fedele compagna del genio Federico Fellini, la stessa grande attrice, ha creato sullo schermo un'immagine di riferimento di un triste clown, una donna fragile ma determinata con un cuore cristallino e un cuore aperto. Alla fine della vita, Mazina, un'accanita fumatrice, aveva un cancro ai polmoni. Non ha raccontato a nessuno della sua malattia, nemmeno suo marito, ha rifiutato la chemioterapia, è stata curata a casa, a scatti, in segreto. Continuando agli ultimi giorni a prendersi cura di suo marito. Morì il 23 marzo 1994, sopravvissuta a Federico Fellini per soli cinque mesi.

Charles Monroe Schulz, 77 anni
Il creatore di personaggi divertenti nei fumetti: Charlie Brown, Snoopy e Woodstock - Charles Monroe Schulz ha intrattenuto più di una generazione di bambini sui giornali settimanali. Fumetti del leggendario artista, tradotti in 21 lingue e pubblicati in 75 paesi. Morì il 12 febbraio 2000 quando fu trattato per un cancro.

Yves Saint Laurent, 71 anni
Nell'aprile del 2007, i famosi medici designer hanno diagnosticato un "cancro al cervello". Yves Saint Laurent è morto il 1 ° giugno 2008 all'età di 71 anni a Parigi, dove è venuto per il trattamento. Secondo le pubblicazioni del giornale, due giorni prima della sua morte, Saint-Laurent ha stipulato un matrimonio omosessuale con Pierre Berger.

Bob Marley, 36 anni
Nel luglio del 1977, un malanoma maligno sull'alluce (trovato lì a seguito di un infortunio al calcio) fu trovato a Marley. Si è rifiutato di amputazione, citando la paura di perdere l'opportunità di ballare. Nel 1980, il tour americano programmato fu cancellato quando, in uno dei primi concerti, il cantante perse conoscenza: il cancro progredì. Nonostante il trattamento intensivo, l'11 maggio 1981, Bob Marley morì in un ospedale di Miami.

Wayne Mac Laren, 51 anni
Il leggendario "uomo della pubblicità" Marlborough, uno stuntman, modello e rodeo, divenne un ardente oppositore della promozione del fumo, non appena gli fu diagnosticato un cancro ai polmoni. Ha lottato a lungo e duramente con la sua malattia, ma era più forte.

Ray Charles, 73 anni
L'iconico compositore e performer americano, uno dei più famosi musicisti del XX secolo, Ray Charles è morto nel 2004 all'età di 73 anni. La causa della sua morte fu una lunga e grave malattia, apparentemente cancro al fegato, che cominciò a manifestarsi già nel 2002. Secondo i ricordi delle persone care, negli ultimi mesi, Ray non poteva più camminare e quasi non parlava, ma ogni giorno arrivava al suo studio "RPM" e ha fatto il mio lavoro

Gerard Philip, 37 anni
Il teatro e attore cinematografico francese ha recitato in 28 film. Nel maggio del 1959, Gerard sentì improvvisamente un forte dolore allo stomaco. La radiografia ha mostrato un processo infiammatorio nel fegato. Philip ha subito un intervento chirurgico. Ma la malattia era incurabile - cancro al fegato. Solo sua moglie, Ann, lo sapeva, e alla fine non si è tradita. Gerard Philip morì il 25 novembre 1959, all'età di trentasette anni.

Audrey Hepburn, 63 anni
A metà ottobre del 1992, a Audrey Hepburn fu diagnosticato un tumore al colon. Il 1 novembre 1992 subì un intervento chirurgico per rimuovere il tumore. La diagnosi dopo l'intervento è stata incoraggiante; I medici ritenevano che l'operazione fosse stata eseguita in tempo. Tuttavia, dopo tre settimane, l'attrice è stata nuovamente ricoverata in ospedale con dolore addominale acuto. Le analisi hanno mostrato che le cellule tumorali hanno catturato nuovamente il colon e i tessuti adiacenti. Ciò indicava che l'attrice aveva solo pochi mesi di vita. Morì il 20 gennaio 1993.

Anna Tedesco, 46 ​​anni
All'inizio degli anni '80, ad Anna Hermann fu diagnosticato un cancro - un tumore alle ossa. Sapendo questo, andò nel suo ultimo tour - in Australia. Quando tornò, andò all'ospedale, dove subì tre operazioni. Due mesi prima della sua morte, Anna ha scritto: "Sono felice. Sono stato battezzato Ho accettato la fede di mia nonna. " Morì nell'agosto del 1982.

Hugo Chavez, 58 anni
Il 5 marzo 2013 il presidente venezuelano Hugo Chavez è morto per complicazioni tumorali. Nel 2011 gli è stato diagnosticato un cancro nella regione pelvica - rabdomiosarcoma metastatico. La causa della morte di Hugo Chávez sono state le complicazioni causate dal ciclo della chemioterapia.

Evgeny Zharikov, 70 anni
Il famoso attore sovietico e russo Yevgeny Zharikov, protagonista di dipinti immortali come "Ivanovo Childhood", "Three plus Two", "Born of the Revolution", è stato gravemente malato negli ultimi anni della sua vita. Nel 2012, è morto nell'ospedale Botkin. Zharikov era malato di cancro.

Anatoly Ravikovich, 75 anni
L'attore che interpretava Khobotov senza spina dorsale nelle porte Pokrovsky nella sua vita non assomigliava a questo personaggio in alcun modo. Era un cavaliere, acuto sulla parola, un vero intellettuale di Pietroburgo. Anatoly Ravikovich nell'ultimo anno è molto cambiato: ha perso peso, le sue forze vitali stavano esternando la malattia - oncologia.

Bogdan Stupka, 70 anni
La causa della morte di Bogdan Stupka fu un attacco di cuore contro lo sfondo di uno stadio avanzato di cancro alle ossa.
"Non gli piaceva lamentarsi, quindi pochi lo sapevano", ha detto il figlio dell'attore Ostap Stupka. - La malattia è progredita rapidamente.

Svyatoslav Belza, 72 anni
3 giugno 2014, critico musicale e letterario, il conduttore televisivo Svyatoslav Belza è morto a Monaco dopo una breve permanenza in una clinica tedesca. Gli fu diagnosticato un cancro al pancreas.

Lyubov Orlova, 72 anni
Un giorno, quando tornò a casa, Orlova iniziò a vomitare dal doppiaggio del suo ultimo film Starling and Lira. I medici dell'ospedale di Kuntsevo, dove è stata introdotta la famosa paziente, hanno deciso che aveva calcoli biliari e ha dato il via all'operazione. Tuttavia, Orlova non aveva pietre. Subito dopo l'operazione, il chirurgo chiamò il marito Grigory Alexandrov e disse che Lyubov Petrovna aveva un cancro al pancreas. La diagnosi era nascosta da lei. Non sapeva nulla e si sentiva molto meglio. Un giorno ha persino chiesto di portare una macchina per ballare nella camera, che lei ogni giorno iniziava. Alexandrov portò una macchina e il suo coniuge morente si dedicò alla ginnastica per un'ora e mezza. Gemendo di dolore, ma continuò. È morta all'ospedale del Cremlino.

Oleg Yankovsky, 65 anni
Nel 2008, Oleg Yankovsky iniziò ad avere problemi di salute. L'attore ha chiesto aiuto in una clinica di Mosca, dove si è lamentato di sentirsi poco bene. L'esame ha mostrato per la prima volta una malattia coronarica e dopo il trattamento a Oleg Ivanovich è stato permesso di tornare a casa. Ma il dolore è tornato e alla vigilia del 2009 l'attore è stato ricoverato in ospedale. Gli fu diagnosticato un cancro al pancreas in una fase avanzata.
Oleg Yankovsky andò a farsi curare in una costosa clinica tedesca, famosa per la sua esperienza nel trattamento terapeutico delle malattie oncologiche. Ma i dottori non potevano fare nulla. Di conseguenza, l'attore interruppe il corso del trattamento e tornò in patria. 20 maggio 2009 Oleg Yankovsky se n'è andato.

Lyubov Polishchuk, 57 anni
Nel marzo 2006, l'attrice ha terminato le riprese di My Beautiful Nanny, il suo ultimo ruolo. Lyubov Grigoryevna, che è stato letteralmente costretto a letto a causa di una lesione spinale, è stato diagnosticato con una malattia oncologica, il sarcoma. L'attrice ha provato un dolore insopportabile. Le sue condizioni erano così gravi che i medici della clinica, che esaminarono il paziente, dovevano prescrivere analgesici narcotici. Il 25 novembre 2006, i parenti non riuscirono a svegliare l'attrice, cadde in coma e fu portata in ospedale. 28 novembre 2006, è morta.

Klara Rumyanova, 74 anni
È conosciuta da tutti coloro che sono cresciuti su buoni cartoni sovietici. La voce di Klara Rumyanova è pronunciata da Cheburashka, la lepre da "Beh, aspetta un minuto!", The Kid che era amico di Carlson, Little Raccoon, Rikki-Tikki-Tavi - per non elencare tutte le vignette che ha espresso. Nel 2004, Rumyanova è stata riconosciuta come la principale "voce animata" di tutti i tempi e popoli. Per il 75 ° anniversario dell'attrice, è stato programmato un piccolo tour in Russia, ma tutti i piani hanno cancellato la malattia - i medici hanno scoperto il cancro al seno.

Boris Khimichev, 81 anni
Boris Khimichev, artista popolare russo, attore teatrale e sovietico e russo, è morto il 14 settembre 2014 a Mosca all'età di 82 anni. La causa della morte era il cancro al cervello inutilizzabile. Questa diagnosi è stata fatta a lui nel giugno 2014. Da questa malattia, è "bruciato" in due mesi.

Valentina Tolkunova, 63 anni
La lotta contro il cancro Tolkunova ha portato diversi anni. Nel 2009, un tumore è stato rimosso nel suo cervello, una mastectomia è stata eseguita prima e sono stati eseguiti diversi corsi di chemioterapia. Tuttavia, nel 2010, la malattia ha iniziato a progredire notevolmente. Il cantante è stato diagnosticato un cancro al seno nel quarto stadio con metastasi nel cervello, fegato e polmoni. I giornalisti hanno riferito che Valentina Vasilyevna ha rifiutato un ciclo di chemioterapia e non ha nemmeno iniziato a essere trasferita al centro per il cancro. È deceduta il 22 marzo 2010.

Nadezhda Rumyantseva, 77 anni
L'attrice negli ultimi anni ha sofferto di un grave cancro: il cancro al cervello. Era molto magra, aveva un terribile mal di testa, cominciò a svenire. E poi, alla fine, non sono nemmeno riuscito a camminare da solo, spostato solo su una sedia a rotelle. Nadezhda Vasilyevna Rumyantseva è morta la sera di aprile 2008, aveva 77 anni.

Georg Ots, 55 anni
In un'età fiorente, Ots si ammalò di cancro al cervello. Gli OTS hanno combattuto per tutta la vita che ha potuto: subire otto delle operazioni più difficili, l'amputazione dell'occhio, ma ha continuato a lavorare fino alla fine della sua vita. Sei mesi prima della sua morte, prima della prossima operazione, iniziò a cantare proprio nel reparto ospedaliero. Non poteva rifiutare alle donne che riconoscevano l'uomo del grande cantante tormentato dalla malattia. Ots è morto il 5 settembre 1975.

Valery Zolotukhin, 71 anni
Valery Zolotukhin è morto nel 2013 per cancro al cervello. Negli ultimi giorni della sua vita l'attore era in una condizione seria e stabile. Affinché il corpo potesse far fronte a una grave malattia, i medici sono stati costretti di volta in volta a entrare nell'artista nel coma medico. Tuttavia, alla vigilia della sua morte, le condizioni di Zolotukhin si sono deteriorate in modo particolare - gli organi hanno iniziato a fallire uno per uno. Alla fine, il cuore dell'attore si fermò. I medici erano impotenti di fronte a letteralmente "divorare" l'artista del cancro al cervello.

Oleg Zhukov, 28 anni
Il membro del Disco Party Accident nell'estate del 2001 durante il tour iniziò a lamentarsi dei mal di testa. Nell'agosto 2001, a Oleg fu diagnosticato un tumore al cervello. 3 settembre, è stato operato. Zhukov ha continuato a esibirsi con il Disco Crash Group, ma a novembre ha interrotto il tour a causa di un netto deterioramento del suo benessere. Morì di un tumore al cervello il 9 febbraio 2002, all'età di 29 anni.

Ivan Dykhovichny, 61 anni
Dykhovichny sapeva della terribile diagnosi di cancro della linfa e negli ultimi mesi stava preparando il parente più prossimo per la sua morte.
"Quando mi è stato diagnosticato un cancro alla linfa e mi è stato detto che dovevano vivere tre o quattro anni, ho pensato che, considerando la mia età, questo è abbastanza. E ho anche pensato che la cosa peggiore fosse iniziare a sentirmi dispiaciuto per me stesso ", ha detto Dykhovichny in un'intervista un anno prima che se ne andasse.

Maya Kristalinskaya, 53 anni
Il cantante ha avuto linfogranulomatosi - cancro dei linfonodi. Maya si ammalò quando aveva 28 anni. È stata curata dai migliori medici. Di volta in volta subiva la chemioterapia e le radiazioni. La malattia è stata preservata. Nel 1984 la sua malattia peggiorò e riuscì a vivere solo un anno.

Elena Obraztsova, 75 anni
La più grande cantante del nostro tempo - Elena Obraztsova, è morta nel gennaio 2015 in una delle cliniche in Germania. Subito dopo la morte della prima, nessuno ha potuto indicare con precisione la diagnosi e le cause della morte di Elena Vasilievna. Solo poche ore dopo, le informazioni sono state annunciate che la causa della morte di Obraztsova era una grave malattia - il cancro del sangue. La causa immediata della morte fu l'arresto cardiaco, che non resistette al trattamento debilitante.

Nikolai Grinko, 68 anni
All'età di 60 anni, Nikolai Grigorievic aveva già più di cento ruoli. Gli è stato conferito il titolo di attore nazionale. Grinko iniziò ad ammalarsi. Una strana indisposizione per diversi giorni lo mise a letto e poi lo lasciò andare. I medici non potevano fare una diagnosi. Più tardi hanno determinato la causa - leucemia, cancro del sangue. Morì il 10 aprile 1989.

Alexander Abdulov, 54 anni
Alexander Abdulov è morto il 3 gennaio 2008 per cancro al polmone. La malattia è stata scoperta molto tardi e, dopo la diagnosi, l'attore ha vissuto solo poco più di quattro mesi.

Mikhail Kozakov, 76 anni
Il famoso attore e regista russo Mikhail Kozakov ha sofferto di cancro ai polmoni. Nell'inverno del 2010, i medici israeliani hanno trovato il cancro ai polmoni Mikhail Mikhailovich nella fase finale. In questa forma, la medicina moderna non può curare questa malattia, ma i pazienti sottoposti a radioterapia e chemioterapia prolungano la vita. È morto il 22 aprile 2011.

Anna Samokhina, 47 anni
Nel novembre 2009, Anna è diventata molto malata allo stomaco. All'inizio lei non prestò attenzione a ciò, con l'intenzione di rilassarsi nella calda India. Ma a un certo punto il dolore divenne insopportabile e l'attrice si rivolse a un gastroenterologo. Avendo fatto la sua endoscopia, il dottore era inorridito. E ha fatto una terribile diagnosi: cancro allo stomaco di IV grado. I medici russi e stranieri non potevano aiutare in questa fase della malattia. La chemioterapia prescritta non ha aiutato neanche. L'attrice è morta l'8 febbraio 2010.

Oleg Efremov, 72 anni
Uno dei più grandi attori e registi teatrali russi, un popolare favorito. Fumatore accanito Provò più volte a smettere di fumare, ma non riuscì a sopportare la sua cattiva abitudine. Negli ultimi mesi della sua vita, Yefremov ha avuto difficoltà a muoversi, era seduto alle prove, collegato a uno strumento che arieggiava i suoi polmoni. E nella sua mano c'era una sigaretta costante. Oleg Nikolaevich Efremov è morto di cancro ai polmoni.

Anatoly Solonitsyn, 47 anni
Attore preferito Tarkovsky. Lo ricordiamo nei film "Andrei Rublev", "Solaris", "The Mirror", "Stalker". È morto di cancro ai polmoni. L'operazione non ha aiutato.

Rolan Bykov, 68 anni
Nel 1996, ha subito un intervento chirurgico per il cancro del polmone e un paio di anni dopo la malattia è tornata. Sentiva che non tutto nella vita aveva fatto ciò che poteva. Prima della sua morte, ha detto a sua moglie Elena Sanaeva: "Non ho paura di morire... Non avrai tempo per addolorarti. Dovrai finire quello che non ho avuto il tempo. "

Ilya Oleynikov, 65 anni
Nel luglio 2012, a Oleinikov è stato diagnosticato un cancro ai polmoni, l'attore ha subito un ciclo di chemioterapia. Alla fine di ottobre, è stato ricoverato in ospedale da un film ambientato in un ospedale con diagnosi di polmonite. Dopo un po 'di tempo, fu messo nel sonno artificiale, in modo che il corpo potesse far fronte allo shock settico acquisito dopo la chemioterapia e fosse collegato a un ventilatore. La situazione era complicata da gravi problemi cardiaci e dal fatto che l'attore fumava molto.
Senza riprendere conoscenza, è morto l'11 novembre 2012 al 66 ° anno di vita.

Come morire di cancro ai polmoni: cause di morte e metodi per alleviare la malattia

Il cancro al polmone non è praticamente curabile. Questa malattia è accompagnata da una serie di sintomi avversi che interferiscono con i processi respiratori. Una persona non può respirare completamente, lo scambio di gas è disturbato, da cui pochissimo ossigeno entra nel corpo. I processi metabolici sono disturbati e il corpo muore rapidamente. Come muoiono per cancro del polmone e quanto velocemente dipende da una serie di fattori correlati.

Cause di morte per cancro ai polmoni

Il cancro del polmone è una raccolta di tumori maligni nel tessuto polmonare che crescono rapidamente e si uniscono tra loro, interrompendo il processo di respirazione. Questa forma di oncologia è la più comune tra gli uomini, preceduta dal fumo e dalle condizioni di lavoro dannose negli stabilimenti chimici.

Man mano che i tumori crescono e si metastatizzano in organi lontani, la persona muore gradualmente. Sullo sfondo della funzione respiratoria compromessa, l'intero corpo soffre. La mancanza acuta di ossigeno non consente la piena saturazione di tutti gli organi e sistemi. L'ipossia è irta del fallimento di tutti gli organi vitali.

Emorragia polmonare

I tumori maligni sono soggetti a un rapido aumento delle dimensioni. Germogliano attraverso i tessuti e la rete vascolare dei polmoni. In caso di danno di vasi di grandi dimensioni, si sviluppa il sanguinamento, che può essere sospettato quando viene rilevata emottisi. Se una piccola quantità di sangue o muco con strisce di sangue esce dalla cavità orale con un leggero starnuto o tosse, questo indica l'inizio di un processo irreversibile.

Il sanguinamento capillare non è spaventoso. Può autodistruggersi dopo un certo tempo, senza causare gravi emorragie. Con il rilascio di una grande quantità di sangue, che è accompagnata da una tosse dolorosa acuta, il sanguinamento può causare un esito letale in 5-7 minuti.

Nel 90% di tutti i casi, la morte è dovuta a sanguinamento. Quante persone muoiono per cancro al polmone e per quanto tempo il processo di sanguinamento durerà è sconosciuto. Per ciascuno, questo processo è strettamente individuale. Ma come mostrano le statistiche, in presenza di emottisi ricorrenti, la morte si svilupperà abbastanza rapidamente. Alla successiva tosse protratta, i vasi più grandi saranno danneggiati, che non saranno in grado di arrestare il sanguinamento. Una persona semplicemente soffocherà con il sangue, ei suoi polmoni saranno riempiti di liquido, che causerà la morte istantanea.

La morte può verificarsi alla successiva tosse protratta, quando il sanguinamento non può essere interrotto

Di solito, il primo soccorso e la rianimazione non sono in grado di riportare in vita una persona. Troppo poco tempo per trovare e bloccare la nave sanguinante senza danneggiare il tumore. Il pericolo è che più pressione e irritazione creano un tumore, più diventa aggressivo. In questo caso, le cure palliative sono selezionate per aiutare ad alleviare la sofferenza del morente.

Toxicosis chemioterapia

Durante la diagnosi delle fasi iniziali del cancro del polmone, viene prescritta la chemioterapia. I farmaci citotossici possono rallentare la divisione delle cellule tumorali, impedendo al tumore di espandersi e colpire altre parti dei polmoni. È quasi impossibile uccidere completamente il cancro, ma con l'aiuto della chemioterapia è possibile ottenere la preservazione del cancro, che permetterà di vivere per 20-30 anni.

La chemioterapia ha un'alta tossicità, mirata non solo alla distruzione delle cellule tumorali. L'intero corpo soffre e le tossine formate si accumulano e sviluppano molte reazioni avverse.

Con il rapido accumulo di tossine nel corpo distrugge il lavoro di tutti gli organi e sistemi. Il sistema linfatico, che non è in grado di far fronte all'aumento del carico, soffre prima. Una persona diventa vulnerabile a vari virus e batteri, che sono stati precedentemente eliminati dalle cellule immunitarie senza problemi.

La morte per cancro al polmone può verificarsi a causa della chemioterapia

A questo proposito, qualsiasi infezione, anche la più banale, può causare un esito fatale. Attacchi di cuore, ictus, sanguinamento gastrointestinale e altre patologie che si sviluppano come reazioni collaterali della chemioterapia causano la morte. Fornire assistenza in presenza di cancro in quasi il 99% è inefficace.

Funzione respiratoria compromessa

I tumori non possono solo crescere in tutti gli strati del tessuto polmonare, ma anche produrre infiltrazioni. Questo fluido non è in grado di essere espulso, quindi si accumula nei polmoni. La persona sente una forte mancanza di respiro e la tosse si bagna. C'è la sensazione che qualcosa stia interferendo nei polmoni, ma è impossibile raggiungere l'infiltrazione con l'aiuto di una tosse.

La compromissione della funzione respiratoria provoca inevitabilmente lo sviluppo di asfissia. Inizialmente, si manifesta sotto forma di attacchi che passano. Quindi gli attacchi diventano così forti da causare asfissia e morte.

Gli attacchi di soffocamento possono causare il cancro ai polmoni.

Gli attacchi di asma possono durare varie volte, causando una grave carenza di ossigeno nel corpo. In questo contesto, si verifica la fame di ossigeno, da cui soffrono le cellule cerebrali, e il cuore pompa sangue 5-7 volte più veloce. È impossibile aiutare una persona in presenza di asfissia, poiché l'effetto sulla causa stessa (un tumore canceroso) è escluso.

Un altro motivo, oltre all'infiltrazione, è il blocco meccanico del tumore del lume attraverso il quale entra l'aria. Questo processo non è rapido, quindi le manifestazioni cliniche di asfissia non appaiono immediatamente. Sovrapposizione parziale provoca mancanza di respiro, accompagnato da mancanza di respiro. Quando il tumore è cresciuto e ha bloccato completamente il lume, è fatale. Molto spesso, i pazienti muoiono nel sonno.

I sintomi principali della fase terminale

Il pericolo di cancro è che le sue manifestazioni cliniche nelle prime fasi sono praticamente assenti. Ciò aggrava la situazione, dal momento che i primi segni di malattia polmonare compaiono già allo stadio 3-4, quando in realtà è troppo tardi per iniziare il trattamento e non porterà i risultati desiderati.

Per la fase terminale, in cui la morte è inevitabile, i sintomi sono caratteristici:

  1. La presenza di espettorato, che viene escreto con una leggera tosse. Può avere una struttura schiumosa, striature di pus e sangue e anche un odore putrido sgradevole.
  2. Grave tosse secca o umida, che è accompagnata da un attacco di dispnea. Sembra a una persona che ci sia un oggetto estraneo nel petto. La tosse provoca forti dolori e irritazioni allo sterno, che non possono essere eliminati con alcun mezzo.
  3. La raucedine della voce che si verifica a causa del processo attivo di metastasi del corpo da parte delle cellule tumorali. All'inizio diventa rauco, quindi si siede completamente. L'uomo cerca di urlare, ma non funziona.
  4. Difficoltà nella deglutizione, in cui cibo e acqua non vengono praticamente ingeriti. Il riflesso della deglutizione diventa doloroso, l'irritazione e il sanguinamento appaiono in gola.
  5. Danneggiamento delle cellule cerebrali, che sviluppa una serie di processi irreversibili, tra cui perdita di memoria, visione e udito, nonché ictus e infarto dei vasi sanguigni, dopo il quale si verifica la morte.
  6. Dolori acuti nella zona delle costole, simile alla nevralgia intercostale. A differenza di quest'ultimo, nel cancro, un cambiamento di posizione non provoca sollievo da sensazioni spiacevoli. In questo caso, il torace può essere visivamente aumentato. L'asimmetria dello sterno è caratteristica.
Una forte tosse secca o umida che è accompagnata da un attacco di mancanza di respiro è un sintomo della fase terminale.

Il paziente non è in grado di muoversi autonomamente. Le forze stanno andando via molto velocemente. Ogni giorno la condizione si sta deteriorando rapidamente. Ci sono dolori dolorosi che aumentano il carico sul sistema nervoso. Quanto velocemente il risultato letale si sta sviluppando è sconosciuto. Per ogni paziente, questo accade individualmente.

Come alleviare la condizione del morente: terapia palliativa

Come una persona muore per cancro ai polmoni, non vuoi nemmeno il peggior nemico. L'intero corpo si arrende e si ribella contro l'uomo. Tutte le funzioni cessano di essere eseguite correttamente, il cervello soffre molto. Alleviare la sofferenza e il dolore dei morenti consente un trattamento palliativo. Questo include gruppi di farmaci come:

  1. Farmaci ormonali - bloccano e rallentano il sistema linfatico, che aiuta a ridurre il processo infiammatorio e altre risposte naturali del corpo al cancro.
  2. Ossigenazione: consente di saturare ulteriormente il corpo con l'ossigeno, riducendo le manifestazioni di carenza di ossigeno.
  3. Analgesici di tipo narcotico: colpiscono le regioni del cervello responsabili dell'aumento del dolore. Aiutano a migliorare le condizioni del paziente, a restituire un sonno ristoratore.
  4. Sostanze nootropiche - contribuiscono alla normalizzazione della circolazione cerebrale, riducendo la necessità di cellule cerebrali in ossigeno.
  5. Radioterapia - asportazione di parti di piccoli tumori che interferiscono con il processo di respirazione.

Per eliminare i processi stagnanti nei polmoni, vengono prescritti esercizi respiratori. Buon aiuto gonfiando le palle. Il paziente dovrebbe muoversi il più possibile e non ingerire l'espettorato, ma sputare. Ciò ridurrà l'irritazione della mucosa gastrica ed eviterà lo sviluppo di ulteriori complicanze.

Non sono usati antispastici e analgesici complessi per forme avanzate di cancro. Al paziente vengono somministrati solo analgesici narcotici che possono alleviare anche il dolore più acuto. L'aspettativa di vita dipende dallo stadio e dalle caratteristiche dell'organismo.

MirTesen

Parla - e sarai ascoltato, vieni a stare con noi

La morte del cancro è già una routine (

Come stavo morendo di cancro. Una storia per conto di mia madre

Prima parte "La religione non salverà se dicono in faccia:" Questa è oncologia "

Non c'era niente di terribile qui - solo un esame di routine da parte di un mammologo. A quel tempo avevo la mastopatia, ma i dottori dissero che era un problema comune nelle donne dopo il parto tardivo. Quindi non mi preoccupavo, perché ogni sei mesi andavo alla diagnosi e prendevo le droghe. Le visite programmate all'ospedale durarono tre anni, finché un giorno, senza spiegare nulla, fui inviato per una biopsia. Tipicamente, tale procedura è prescritta per sospetto oncologia. Lo sapevo, ma pensavo ancora: perché dovrebbe riguardare me? Forse i medici sono semplicemente riassicurati.

Una settimana dopo, mi hanno chiamato e mi hanno detto di andare di nuovo in clinica. Naturalmente, in questi momenti inizia un leggero panico. Inoltre, l'addetto alla reception non ha emesso una carta, ma è stato chiesto di andare immediatamente in ufficio. Seduto sotto la porta, nella sua testa scorreva pensieri: cancro o non cancro? E se il cancro, allora quale fase? Ma fermati! Che tipo di cancro, se fossi costantemente monitorato dai medici! Inoltre, sono trattato con mastopatia - questa è un'altra diagnosi. Posso dire che non c'era niente di più doloroso che aspettare in ambulatorio prima della mia vita.

Dopo dieci minuti sono stato invitato in ufficio. In questi momenti inizi a credere in tutto: in Dio, nei segni, nel fatto che ti metti vestiti felici. Inizi a sbirciare sul viso del dottore con la speranza di vedere un sorriso e calmarti. Sfortunatamente, né i sorrisi, né i segni, né la religione salveranno se ti dicono in faccia: "Questa è un'oncologia".

Sai cosa vuol dire guidare in un muro a una velocità di 300 km / h? Solo in caso di collisione non si sgretola in polvere, non in un muro, ma nella tua vita. È impossibile capire dove si trova l'uscita dall'edificio dell'ospedale: la tua testa è occupata al 200% da una cosa - il pensiero di cosa accadrà dopo. Non ricordi nulla che il dottore abbia detto dopo la diagnosi. Basta guardare il poster sul muro e non si può dire una parola. Non voglio parlare con la gente e spiegare cosa è successo. Voglio cucire la bocca, chiudere le porte con le finestre e raggiungere il fondo.

Seconda parte. "È più importante per una persona malata di cancro trovare la risposta alla domanda" perché io "piuttosto che raccogliere forza e iniziare una lotta"

I capricci sono finiti non appena sono arrivato per un'operazione nel dispensario oncologico. Sai, c'è un'espressione - "cornacchia bianca". Sulla strada, circondato da persone, ti sembra che tu con la tua diagnosi non siano come tutti gli altri. La tua impotenza, l'incapacità di cucinare la cena, hai rovinato l'infanzia dei tuoi figli. Sei un uomo imperfetto, "corvo bianco" in una società sana e forte. Quindi, questa sensazione scompare non appena varchi la soglia della camera.

C'è una gerarchia qui, ci sono ragazze fortunate con il primo o il secondo stadio (come si è scoperto dopo, io ero tra loro), c'è un terzo, e c'è un quarto con le metastasi. Era difficile da credere, ma nei reparti non parlano di malattie. Generalmente. Discutono di giardini, bambini, cruciverba, ma non una parola sul cancro. Non perché non c'è niente da dire (al contrario). Proprio qui questa diagnosi diventa parte di te. Non dici a tutti che hai le gambe, che ci sono cinque dita su di loro. Quindi nessuno qui dice che ha un tumore. Questo è comprensibile, una volta posizionato in ospedale - è chiaro di quale tipo, se si è nel reparto seno. Inoltre, la regola è accettata e compresa senza preavviso, senza richieste. Non è nemmeno la regola per nominare una lingua. È piuttosto qualcosa di scontato. Ti trovi in ​​un mondo in cui tutti hanno gli stessi problemi. Francamente, aiuta. Aiuta a capire che questo succede con gli altri.

Nel reparto, è più facile sopravvivere a una domanda senza una risposta: "Perché è successo a me"? Qualcuno trova la causa della malattia nell'abitudine di lavarsi la testa la domenica e nel non rispetto del digiuno. In tali casi, i pazienti dopo il trattamento sono in ginocchio in chiesa e in pellegrinaggio verso luoghi santi. Invece di cambiare il modo di vivere, andare agli esami in tempo, mangiare bene, una persona inizia a pregare. Non posso dire nulla: aiuta la fede nel tempo della malattia. Ma lei non opererà su di te, non prescriverà chemioterapia e non ti condurrà all'esame in tempo. È brutto quando la malattia comincia a essere percepita come una punizione per qualcosa. Rispondendo alla domanda perché, attraversi tutte le pagine della vita, ricordando le cattive azioni. D'accordo, ogni persona troverà nella sua vita almeno uno di questi reati. Ma solo i malati terminali possono renderlo la causa della sua malattia. Si scopre che per una persona malata di cancro è spesso più importante trovare la risposta alla domanda "perché io", piuttosto che raccogliere forza, dire a te stesso: "significa che dovrebbe essere così" e iniziare il combattimento.

Qui, all'ospedale, mi sono reso conto che prima avevo ricevuto una diagnosi sbagliata: tutti i documenti sulla mastopatia erano spariti dalla carta, tutti i rapporti dei medici, i farmaci prescritti e i dosaggi erano retrodatati. Era difficile rendersene conto: come se avessi cambiato un biglietto per un treno che aveva avuto un incidente. In questa catastrofe rimani in vita, sei in gravi condizioni per essere portato in un letto d'ospedale. E già sdraiato su di esso, costantemente pensando: questo non sarebbe successo se il biglietto non fosse cambiato. E 'un peccato? Non la parola! Ma questa è un'altra trappola, un'altra ricerca del colpevole, un'altra ricerca della risposta alla domanda "perché" invece di raccogliere.

Separatamente, voglio parlarti di "stare insieme". Né gli psicologi, né i riabilitatori erano in dispensario. Alla reception, sulle panchine della strada, puoi facilmente vedere una persona singhiozzante con le lenzuola in mano. Nessuno lo calma, probabilmente cercando di non accorgersene: tutti già conoscono la causa delle lacrime. Sanno cos'è il cancro, ma non sanno assolutamente cosa dire a una persona in una situazione del genere. Ad essere onesti, abbiamo un grosso problema con gli psicologi: una persona lascia l'ufficio e rimane sola con i suoi problemi. E poi il paziente può prendersi la mano o aiutare i suoi parenti. E se non c'è nessuno... Penso che i suicidi per questo motivo non siano rari.

Terza parte "Ti porterò a casa e faremo un grande martire da te."

L'operazione ha avuto successo. Tre settimane dopo, mi hanno lasciato andare a casa. In quel momento, pensavo che il peggio fosse passato. Quanto ero sbagliato! "Chimica" - che doveva durare. Probabilmente, senti qualcosa di simile se lasci passare l'acido solforico nelle vene, che brucia tutto dentro. Solo un pensiero mi calma: se mi sento così male, i resti del cancro vanno via, si dissolvono, ma per il bene di questo devi resistere.

La chemioterapia ebbe successo e iniziarono cinque anni di remissione. Era meglio che vincere tutti i soldi nel mondo della lotteria. Ciò significava che il cancro era sparito: vedevo i nipoti, rimanevo alla festa di laurea dei bambini, andavo al lavoro. Perché ci sono lavoro - la vita va avanti! Erano i miei anni felici: i bambini andavano davvero all'università, la figlia si sposava, partoriva. Ma solo io... ho preso un raffreddore.

Nella primavera del 2012, ho avuto una voce. Andai in clinica da un medico generico, a Laura: un mese era stato trattato per un mal di gola, i preparativi erano tesi, ma nulla aiutava. Tanto che un giorno non potevo alzarmi, non potevo parlare e inghiottire. Sospettavo che qualcosa non andasse, ma mi rassicurai con il pensiero: dopotutto, i dottori avevano messo un mal di gola (la vita non insegna nulla).

Comprendendo che il paziente pesante non aveva posto nella clinica di distretto, fui mandato all'ospedale regionale. È stato necessario sentire il dottore parlare alla sua famiglia alla porta: "Non hanno visto che le corde vocali non sono innervate! Qui, una parte della faringe si incurvò. Come può questo essere un mal di gola? "Ancora una volta, questo attacco di rabbia e risentimento verso i medici, incomprensioni e pensiero che senza successo è il cancro al seno con metastasi non può essere trattato.

Spesso i medici in policlinico non prescrivono gli esami necessari in tempo e i pazienti sono pagati con la vita. Certo, puoi sempre andare in una clinica a pagamento ed essere esaminato. Ma se vivi in ​​un piccolo centro del distretto, dove c'è una clinica di istituzioni mediche, non puoi nemmeno consultare un altro specialista: non c'è semplicemente nessuno. C'è solo un oncologo per l'intera area. È anche un gastroenterologo, è anche un radiologo ecografico. Naturalmente, puoi andare in città più grande, ma cerchi ancora di ottenere indicazioni stradali, aspetta la fila. Sì, ci sono centri medici a pagamento, ma non molte persone avranno la forza di percorrere 100 chilometri per assicurarsi che tu stia crescendo il cancro - tutto il tempo prezioso rimanente ti permetterà di accettare un mal di gola.

Ho chiamato i bambini solo quando sono stato trasportato urgentemente a Minsk. Era maggio, il loro 27 è il loro compleanno. Ho già rovinato la mia infanzia con la mia impotenza e le mie malattie. Ho capito che la chiamata era inevitabile, ma volevo farlo all'ultimo momento... Quando sono arrivati, mi hanno aiutato ad uscire e respirare aria fresca, non ospedaliera. Poi ricordo come sono stato immerso in un'ambulanza e sono andato a Minsk per cinque ore: non ci sono centri a Gomel e nella regione in cui tali operazioni avrebbero avuto luogo. I parenti non sono stati ammessi in macchina per essere così con me: "Non è permesso, solo il dottore. Non porteremo i parenti a Minsk a proprie spese. "

Nel Centro scientifico e pratico repubblicano per la neurochirurgia di Minsk, ho appreso che oltre alle metastasi cerebrali è andato al polmone e alla tiroide. E ancora, nessuno mi ha nascosto nulla. E ancora non c'era nessuno che ti dirà cosa fare. Quindi ho preso un libro di preghiere. Sai, ho ricordato il mio panico quel giorno quando hanno trovato il primo tumore in me - un punto delle dimensioni di un pisello. Ora il cancro era coperto da diversi organi. Se prima ero felice di capire che non ho punti, punti, blackout, ora ho solo chiesto al Signore di non crescere.

Una settimana dopo arrivarono i risultati di una biopsia, e il dottore disse che il tumore era operabile. A quel tempo, non sapevo se rallegrarmi o meno: i canoni cristiani non approvavano veramente l'intervento nel cervello. E se non approvano, può tutto finire bene? Mia sorella ha esortato lo stesso: "Se il prete non dà il permesso per l'operazione, ti porterò a casa e ti faremo un grande martire".

Avevo paura dell'operazione? Pazzo! Sembrava peggio di adesso, può essere solo una tomba. D'altra parte, se non peggiora, cosa sto perdendo? Ho ancora dato il mio destino nelle mani dei neurochirurghi.

Parte quarta "I pazienti aiutano meglio coloro che sono più deboli. Prima dell'intervento, sei stato aiutato a camminare e dopo l'intervento, tu

E ancora il vecchio modo: il reparto, in cui otto persone languiscono dal calore, i corridoi stretti del policlinico, pieni di pazienti esausti, che trascorrono ore in attesa di ricevere. Una volta all'ora, i medici con un paziente su una barella dopo un'operazione si precipitano in questo stretto corridoio. A questo punto, devi avere il tempo di schivare, altrimenti rischi di essere abbattuto. In questo momento, i volti dei pazienti in coda acquisiscono un'espressione molto interessante: tutti guardano il paziente sotto anestesia e diventano insensibili. Il paziente pensa a lui in questo momento? Anzi, no: in quei momenti, ognuno pensa a se stesso.

Ricordo davvero l'odore nei corridoi: l'odore nauseabondo, insopportabile e soffocante dei malati che languiscono per ore in attesa di un ricevimento. Non c'è simpatia: nessuno ti lascerà uscire senza una coda, anche se è insopportabilmente pessimo da aspettare. In coda all'oncologo, l'istinto di sopravvivenza si sveglia nelle persone: tutti ne hanno bisogno qui, è molto brutto per tutti qui, quindi o soffrire o... In realtà, non ci sono molte opzioni.

Nei reparti, la situazione non è migliore. I pazienti aiutano meglio coloro che sono più deboli. Prima dell'intervento, sei stato aiutato a camminare e dopo l'intervento, tu. Coloro che si sono ristabiliti sono allattati al letto e vengono portati in bagno. Il personale è gravemente carente, esattamente come i letti con cui ogni metro è riempito.

Forse qualcuno pensa che gli edifici oncologici siano pieni di parenti di pazienti? Questo non è completamente vero. Mia nonna era nel reparto con me, era profondamente sotto gli 80 anni. Quindi, mio ​​figlio ha dimenticato di portarla via dopo la dimissione. Penso che non sia l'unica. Da molte donne dopo l'operazione è andato mariti. Dovrebbero essere condannati per questo? Non ero nei reparti degli uomini e non sentivo quelle storie. Ma, penso, quello che ha detto che il sesso più debole sono uomini è giusto.

Parte quinta "Nell'ospizio odora di morte"

Peggio dell'ospedale era solo in un ospizio, che ho avuto quattro anni dopo, quando il tumore è diventato così grande che non ho potuto mangiare, bere o stare in piedi. E non è nemmeno un ospizio. A 30 chilometri dal centro del distretto dove vivevo, nel piccolo villaggio il primo piano dell'ospedale era stato trasformato in una "unità palliativa", entrando in cui capisci: qui puzza di morte.

Mi hanno dato una sedia a rotelle, mi hanno dato un pezzo di carta e mi hanno detto di andare al secondo piano per uscire. Non so cosa potrebbe essere peggio della comprensione che il figlio sta rotolando su una sedia a rotelle dalla madre, che ieri si è recata da sola. Poi è arrivato il momento di aspettare nel corridoio mentre l'infermiera stava pompando un alcolista locale da una overdose. Confesso che a quell'ora non potevo sopportarlo, e per la prima volta in presenza di bambini ho solo singhiozzato. Queste furono le prime lacrime per tutto il tempo della mia malattia. In questo momento non potevo fare niente con me stesso: mi sedevo nel corridoio, guardavo queste porte di plastica con un cartello e capivo perfettamente che non le avrei mai più viste da questa parte. Sì, poi ho pensato alla morte.

Un figlio mi ha avvicinato, mi ha preso la mano e ha chiesto: "Mamma, hai paura?" Ho risposto: "Sì". Poi mi hanno buttato in una stanza con tre letti a castello. Prima, all'ingresso del reparto, siamo stati accolti da voi, ci siamo conosciuti, ma non è questo il caso: intorno alle persone che sono immobilizzate, completamente insensibili a ciò che sta accadendo, sono collegate ai contagocce. È molto difficile dire quanti anni avevano i miei vicini: qui persone con tali malattie che è difficile giudicare l'età.

In otto reparti di pazienti costretti a letto, lavorano solo due donne dello staff medico. Trasformano i malati, lavano, nutrono... C'è un chirurgo qui, a turni. Ne accetta di nuovi, prescrive trattamenti, conduce tutte le manipolazioni mediche. Non ero fortunato: il giorno in cui mi hanno portato, non c'era, quindi il catetere è stato installato solo tre giorni dopo. In modo che attraverso una siringa, attraverso un tubo, consegnare il cibo direttamente nell'esofago. Prima di allora, ho provato a mangiare me stesso, ma l'esofago non ha funzionato più, e tutti i miei tentativi sono stati tirati fuori con una tosse selvaggia verso l'esterno. Se non fosse per il contagocce, allora in questi tre giorni sarei così esausto che probabilmente morirò senza aspettare il chirurgo.

Sono entrato nell'ospizio nell'estate del 13 agosto. Non c'erano condizionatori nei reparti, quindi i parenti hanno chiesto di aprire le finestre di volta in volta. Ad essere onesti, non so cosa sia peggio: languire dal caldo o provare la sensazione disgustosa che le mosche strisciano sul tuo viso. Non permettono di dormire, interferiscono con il mangiare... Si ritiene che i precursori della morte siano corvi, gatti neri. Qui per me, questo simbolo era mosche.

Quello che succede al cervello qui è difficile da capire. Quando un vecchio di una stanza vicina gattona al palo ogni ora, quasi piangendo per il dolore, e gli chiede di dargli più tramadolo, la testa si rifiuta di pensare che il dolore possa essere così insopportabile che perfino un forte analgesico non aiuta. Invece, cerchi di convincerti che il vecchio è solo dipendente dalla droga. Questo è probabilmente più facile.

Parte sei. "Erano le ultime nove di sera della mia vita"

E ancora non ci sono psicologi, volontari. L'unico psicologo è un prete di una chiesa locale, che a volte viene chiamato dai parenti. A proposito di parenti. La maggior parte dei pazienti è sola, nessuno li visita. Ci sono quelli che arrivano nei fine settimana, ma questi sono pochi.

Il 3 settembre, come al solito, mio ​​marito venne da me. Poteva passare la giornata con me: probabilmente aveva capito che la fine sarebbe stata presto. In questo giorno, portò di nuovo cibo, tovaglioli, una bottiglia d'acqua. Si sedette accanto al letto. Sei, sette, otto... Mi sveglio, ed è ancora qui. Alle nove in punto lo guardai e con un cenno della testa chiesi di andare a casa. Erano gli ultimi nove di sera nella mia vita.

poscritto

Più di un anno è passato da quando Lyudmila Simonova, mia madre, è morta di cancro. La lotta con questa diagnosi ha richiesto dieci anni di vita e, inoltre, la vita di una sola persona, ma dell'intera famiglia. Dall'età di 11 anni, sai come la radioterapia differisce da "chimica", che cos'è la metastasi e perché è pessima. Naturalmente, quello che ho passato, non mi paragona ai tormenti che i pazienti oncologici provano ogni giorno, ma ancora molta della sua vita è impressa nella mia: diagnosi, trattamento, riabilitazione - tutto questo era davanti ai miei occhi. In alcuni momenti sembrava persino che tutto mi stesse accadendo.

Come è morta, non lo so. Dopo il funerale, ho sempre voluto venire in quel villaggio, in quell'ospizio e chiedere alle infermiere come fosse. Ma non l'ho fatto. Probabilmente ha paura. Mi sono pentito mille volte di averla lasciata morire nell'ospizio quando è iniziata l'esacerbazione. Io, un giovanotto sano, sono durato tre ore al giorno e poi sono partito da lì con una pallottola. Ma posso correre...

Per tutto questo tempo, ho capito una cosa. Quando muori di cancro, può essere non solo spaventoso o doloroso, ma anche umiliante. Cosa prova una persona immobilizzata quando le mosche volano intorno a lui? Questo è successo e sicuramente succede. Nella regione di Gomel - nella regione più colpita dall'esplosione alla centrale nucleare di Chernobyl. Nella stessa regione di Gomel, i dottori siedono nelle cliniche distrettuali, che possono curare un mal di gola fin dove arrivano, invece di prendere una storia e inviare il paziente per un ulteriore esame. A proposito, su di lui. Per arrivare a un consulto all'Istituto di ricerca di oncologia e radiologia di Minsk, è stato necessario raccogliere un mucchio di pezzi di carta da medici locali, andare al Dispensario Oncologico di Gomel per copiare i risultati della risonanza magnetica e della tomografia su disco. Con tutto ciò, nessuno mi ha dato la direzione: dovevo chiedere verbalmente ai medici.

Naturalmente, un ulteriore esame non garantisce la diagnosi e il trattamento corretti: per molti anni mia madre è stata curata per una malattia completamente diversa. Questo ha ritardato il tempo e potrebbe aver predeterminato l'esito. Chemioterapia, radioterapia ogni volta che dovevo percorrere 150 chilometri fino a Gomel: non eseguono tali procedure negli ospedali regionali, perché non ci sono specialisti e attrezzature. Penso che non sia necessario immaginare che per una persona gravemente malata, questi siano 150 chilometri. E bene, se in auto.

Secondo le previsioni degli oncologi bielorussi, nel 2020-2030 il numero di pazienti con la prima diagnosi consolidata di tumori maligni aumenterà del 92%. Ciò significa che se nel 2010 si registrassero 8,5 mila casi, nel 2030 ci saranno 15,5 milioni. Ammettiamolo, noi e gli ottomila dottori ce ne occupiamo a malapena. Non voglio davvero pensare a come sarà la situazione tra dieci anni.

Come morire di cancro: tutto sui malati di cancro prima della morte

Il cancro è una malattia molto grave, che è caratterizzata dalla comparsa di un tumore nel corpo umano, che cresce rapidamente e danneggia il tessuto umano più vicino. Più tardi, una formazione maligna colpisce i linfonodi più vicini, e all'ultima fase si verificano metastasi, quando le cellule tumorali si diffondono a tutti gli organi del corpo.

È terribile che in 3 e 4 stadi il trattamento del cancro in alcuni tipi di oncologia sia impossibile. A causa di ciò che il medico può ridurre la sofferenza del paziente e prolungare leggermente la sua vita. Allo stesso tempo, ogni giorno sta peggiorando, a causa della rapida diffusione delle metastasi.

In questo momento, i parenti e gli amici del paziente dovrebbero capire approssimativamente che tipo di sintomi sta vivendo il paziente al fine di aiutare a sopravvivere nell'ultima fase della vita e ridurre la sua sofferenza. In generale, coloro che muoiono di cancro a causa di metastasi complete, sperimentano lo stesso dolore e disagio. Come morire di cancro?

Perché morire di cancro?

La malattia del cancro si manifesta in più fasi e ogni stadio è caratterizzato da sintomi più gravi e danni al corpo da parte di un tumore. In realtà, non tutti muoiono di cancro, e tutto dipende dallo stadio in cui è stato trovato il tumore. E qui tutto è chiaro: prima veniva trovato e diagnosticato, maggiori erano le possibilità di recupero.

Ma ci sono ancora molti fattori, e anche il cancro allo stadio 1 o anche lo stadio 2 non sempre offre una possibilità di recupero del 100%. Poiché il cancro ha così tante proprietà. Ad esempio, esiste l'aggressività dei tessuti maligni - allo stesso tempo, più grande è questo indicatore, più velocemente cresce il tumore e più velocemente si verificano le fasi del cancro.

Il tasso di mortalità aumenta con ogni stadio di sviluppo del cancro. La percentuale maggiore è nella fase 4 - ma perché? In questa fase, il tumore del cancro è già enorme e colpisce i tessuti, i linfonodi e gli organi più vicini e le metastasi agli angoli più distanti del corpo si stanno diffondendo: di conseguenza, quasi tutti i tessuti del corpo sono interessati.

In questo caso, il tumore cresce più velocemente e diventa più aggressivo. L'unica cosa che i medici possono fare è ridurre il tasso di crescita e ridurre la sofferenza del paziente stesso. Di solito si usano la chemioterapia e le radiazioni, quindi le cellule tumorali diventano meno aggressive.

La morte in qualsiasi tipo di cancro non sempre arriva rapidamente, e succede che il paziente soffra da molto tempo, ecco perché è necessario ridurre il più possibile la sofferenza del paziente. La medicina non può ancora combattere l'ultimo grado di cancro in una forma di corsa, quindi prima viene fatta una diagnosi, meglio è.

Cause della malattia

Sfortunatamente, ma gli scienziati stanno ancora lottando con questa domanda e non riescono a trovare una risposta esatta ad essa. L'unica cosa che può essere detta è una combinazione di fattori che aumentano le possibilità di contrarre il cancro:

  • Alcol e fumo.
  • Cibo nocivo
  • L'obesità.
  • Cattiva ecologia
  • Lavora con prodotti chimici.
  • Trattamento farmacologico improprio

Per tentare in qualche modo di evitare il cancro, è necessario prima di tutto monitorare la propria salute e sottoporsi periodicamente all'esame di un medico e fare un esame del sangue generale e biochimico.

I sintomi prima della morte

Questo è il motivo per cui le tattiche di trattamento corrette, scelte all'ultimo stadio della malattia, aiuteranno a ridurre il dolore e la malattia al paziente, oltre a prolungare significativamente la vita. Naturalmente, ogni oncologia ha i suoi segni e sintomi, ma ce ne sono anche di comuni, che iniziano direttamente al quarto stadio, quando quasi tutto il corpo è affetto da tumori maligni. Cosa provano i malati di cancro prima di morire?

  1. Affaticamento costante Ciò è dovuto al fatto che il tumore stesso richiede un'enorme quantità di energia e nutrienti per la crescita, e più è, peggio. Aggiungi metastasi ad altri organi qui e capirai quanto è difficile per i pazienti nell'ultima fase. Di solito, la condizione peggiora dopo l'intervento chirurgico, la chemioterapia e le radiazioni. Alla fine, i malati di cancro dormiranno molto. La cosa più importante non interferiscono e danno riposo. Successivamente, il sonno profondo può trasformarsi in un coma.
  2. Diminuisce l'appetito. Il paziente non mangia, perché c'è un'intossicazione generale, quando il tumore produce una grande quantità di prodotti di scarto nel sangue.
  3. Tosse e mancanza di respiro. Spesso le metastasi da qualsiasi cancro dell'organo danneggiano i polmoni, causando gonfiore della parte superiore del corpo e tosse. Dopo un po 'di tempo, il paziente diventa difficile da respirare - questo significa che il cancro si è saldamente stabilizzato nei polmoni.
  4. Disorientamento. A questo punto, potrebbe esserci una perdita di memoria, una persona smette di riconoscere amici e persone care. Questo accade a causa di disordini metabolici con tessuto cerebrale. Inoltre, c'è una forte intossicazione. Possono verificarsi allucinazioni.
  5. Arti blu. Quando il paziente ha poca forza e il corpo delle ultime forze cerca di rimanere a galla, il sangue inizia fondamentalmente a fluire verso gli organi vitali: cuore, reni, fegato, cervello, ecc. A questo punto, le membra diventano fredde e acquisiscono una tinta bluastra e pallida. Questo è uno dei più importanti precetti della morte.
  6. Macchie sul corpo. Prima della morte, appaiono sulle gambe e sulle braccia macchie associate a scarsa circolazione sanguigna. Questo momento accompagna anche l'approccio della morte. Dopo la morte, le macchie diventano bluastre.
  7. Debolezza muscolare Quindi il paziente non può muoversi normalmente e camminare, alcuni possono ancora leggermente ma lentamente muoversi in bagno. Ma la maggior parte della menzogna e andare per se stessi.
  8. Condizioni di coma Può venire improvvisamente, quindi il paziente avrà bisogno di un'infermiera che aiuterà, minerà e farà tutto ciò che il paziente non può fare in tale stato.

Processo di morte e fasi principali

  1. Predagoniya. Violazione del sistema nervoso centrale. Il paziente stesso non prova emozioni. La pelle delle gambe e delle braccia diventa blu e il viso diventa terroso. La pressione cala bruscamente.
  2. Agonia. A causa del fatto che il tumore si è già diffuso ovunque, la fame di ossigeno si verifica, il battito del cuore rallenta. Dopo un po ', la respirazione si ferma e il processo di circolazione sanguigna rallenta molto.
  3. Morte clinica Tutte le funzioni sono sospese, sia al cuore che alito.
  4. Morte biologica Il principale segno della morte biologica è la morte cerebrale.

Certo, alcune malattie oncologiche possono avere segni caratteristici, ma vi abbiamo parlato del quadro generale della morte nel cancro.

Sintomi di cancro al cervello prima della morte

Il cancro del tessuto cerebrale è difficile da diagnosticare nelle fasi iniziali. Non ha nemmeno i suoi stessi marchi attraverso i quali la malattia stessa può essere determinata. Prima della morte, il paziente avverte un forte dolore in un certo punto della testa, può vedere le allucinazioni, si verifica una perdita di memoria, può non riconoscere i suoi parenti e amici.

Cambiamento costante dell'umore dalla calma all'irritato. Il discorso è rotto e il paziente può sopportare qualsiasi assurdità. Il paziente può perdere la vista o l'udito. Alla fine c'è una violazione della funzione motoria.

Ultimo stadio del cancro al polmone

Il carcinoma polmonare si sviluppa inizialmente senza alcun sintomo. Recentemente, l'oncologia è diventata la più comune tra tutte. Il problema è precisamente la diagnosi e la diagnosi tardive del cancro, a causa delle quali il tumore viene rilevato a 3 o anche 4 stadi, quando non è più possibile curare la malattia.

Tutti i sintomi prima della morte del cancro ai polmoni di 4 gradi si riferiscono direttamente alla respirazione e ai bronchi. Di solito è difficile per il paziente respirare, è costantemente soffocato, tossisce pesantemente con abbondanti secrezioni. Alla fine, può iniziare un attacco epilettico, che porta alla morte. Lo stadio terminale del cancro del polmone è molto sgradevole e doloroso per il paziente.

Cancro al fegato

Con un tumore del fegato, si espande molto rapidamente e danneggia i tessuti interni dell'organo. Di conseguenza, si verifica ittero. Il paziente avverte un forte dolore, la temperatura sale, il paziente si sente male e vomita, disturbi della minzione (l'urina può essere con il sangue).

Prima della sua morte, i medici stanno cercando di ridurre la sofferenza del paziente stesso. La morte per cancro al fegato è molto dura e dolorosa con un sacco di sanguinamento interno.

Cancro dell'intestino

Una delle malattie oncologiche più sgradevoli e più gravi, che è molto difficile in 4 fasi, soprattutto se si è operato per rimuovere una parte dell'intestino un po 'prima. Il paziente avverte un forte dolore all'addome, mal di testa, nausea e vomito. Ciò è dovuto alla grave intossicazione dal tumore e alle masse fecali trattenute.

Il paziente normalmente non può andare in bagno. Dal momento che l'ultima fase è anche la sconfitta della vescica e del fegato, così come i reni. Il paziente muore molto rapidamente dall'avvelenamento con tossine interne.

Cancro all'esofago

Il cancro stesso colpisce l'esofago e nelle ultime fasi il paziente non può più mangiare correttamente e mangia solo attraverso un tubo. Il tumore colpisce non solo l'organo stesso, ma anche i tessuti circostanti. La sconfitta delle metastasi si estende all'intestino e ai polmoni, così il dolore si manifesterà in tutto il petto e nell'addome. Prima della morte, un tumore può causare emorragie, che causano al paziente di vomitare sangue.

Cancro laringeo prima della morte

Una malattia molto dolorosa quando un tumore colpisce tutti gli organi circostanti. Sente molto dolore, non può respirare normalmente. Di solito, se il tumore stesso blocca completamente il passaggio, allora il paziente respira attraverso un tubo speciale. Le metastasi passano ai polmoni e agli organi più vicini. I medici prescrivono alla fine un gran numero di antidolorifici.

Ultimi giorni

Di solito, se lo si desidera, i parenti possono portare a casa il paziente, mentre viene dimesso e somministrato potenti farmaci e antidolorifici che aiutano a ridurre il dolore.

A questo punto, è necessario capire che il paziente ha pochissimo tempo a disposizione e dovrebbe cercare di ridurre la sua sofferenza. Alla fine possono comparire ulteriori sintomi: vomito di sangue, ostruzione intestinale, forte dolore all'addome e al torace, tosse con sangue e mancanza di respiro.

Alla fine, quando quasi tutti gli organi sono affetti da metastasi del cancro, è meglio lasciare il paziente da solo e lasciarlo dormire. Soprattutto, in questo momento, vicino agli ammalati dovrebbero esserci parenti, persone care, persone vicine, che con la loro presenza ridurranno il dolore e la sofferenza.

Come alleviare la sofferenza del morente?

Spesso il dolore in un paziente può essere così grave che le medicine ordinarie non aiutano. Il miglioramento può portare solo i farmaci che danno ai medici le malattie del cancro. È vero, questo porta a un'intossicazione ancora maggiore e alla morte imminente del paziente.

Per quanto tempo puoi vivere con 4 stadi di cancro? Sfortunatamente, ma nella migliore delle ipotesi, potrai vivere per diversi mesi con la giusta terapia.