loader
Raccomandato

Principale

Teratoma

Non sono morto di cancro al collo dell'utero fase 3, la vera storia della vita

In questa pagina imparerai la vera storia della vita di una donna che non è morta di stadio 3 del cancro del collo dell'utero.
Mi chiamo Laura S.
Sono una donna di 52 anni che è sopravvissuta nonostante sia stata diagnosticata un cancro.
Nel maggio 2003, avevo decifrato un inconsistente striscio citologico dalla cervice. Dopo che il test ha preso un pezzo di tessuto, i medici hanno annunciato la presenza di cellule localizzate nel processo del cancro.
Mi è stato consigliato di prendere un tampone ogni 3 mesi per tenere sotto controllo questa situazione.

Ho scoperto la prima emorragia l'8 dicembre 2003, mentre facevo il bagno. Mio marito mi portò con urgenza al pronto soccorso dell'ospedale, dove in seguito si trattò di disfunzione associata a sanguinamento vaginale.
Di ritorno dall'ospedale, ho deciso di visitare di nuovo un ginecologo esperto.
Mi è stata prelevata una biopsia e, dopo la sua ricerca, mi è stato diagnosticato uno stadio del cancro cervicale 3B.
Ero scioccato e scioccato!
Non ho potuto ottenere un appuntamento con un radiologo fino al 23 gennaio 2004. Quando è arrivato il turno, mi ha esaminato, fatto una radiografia e fatto una risonanza magnetica. Il dottore scoprì un tumore delle dimensioni di una pallina da tennis che sfondò le pareti. Solo ora erano in grado di fare la diagnosi corretta, perché era molto difficile determinare un tumore precedentemente maligno.
Il 26 gennaio 2004, ho iniziato a sottopormi alla radioterapia 5 volte a settimana. In totale, sono stato esposto a radiazioni 28 volte, sono stato sottoposto a 4 chemioterapia a basse dosi e 2 trattamenti radianti distinti per impianto. Sono molto stanco: per me è stata una prova completa.
La mia routine giornaliera è rimasta invariata.
Al mattino sono stato esposto alle radiazioni, poi sono tornato e ho dormito fino a 12 giorni. Poi mi sono svegliato, ho acceso la TV per un po 'e sono andato a letto di nuovo. Poi mi sono svegliato di nuovo, ho cenato e guardato la TV. La sera sono andato a letto tra le 9 e le 9:30. Ero così debole che non potevo fare nulla.
Ho vissuto da una procedura velenosa a un'altra.
La mia ultima terapia è avvenuta il 21 marzo 2004...
Questo è stato 5 anni fa...
Sono passati 5 anni da quando mi sono liberato del cancro, nonostante il fatto che il mio corpo fosse gravemente ferito. Ma sono contento solo per uno! Sono contento di essere rimasto vivo!
Cerco di mangiare bene, ma a volte posso permettermi di mangiare cibo pesante. Provo a camminare quando il tempo lo permette.
Ogni sei mesi, ho intenzione di visitare il mio oncologo e neurologo.
E ho preso una situazione in cui sono.
Voglio consigliare ogni donna: prendere regolarmente colpi dalla cervice. Non puoi nemmeno immaginare quanto sia necessario per la diagnosi precoce del cancro.
Non sono passato dalla fase 3! Continuo a vivere!
E questa è la mia vera storia di vita che ispirerà così tanti!

La storia della vita di una donna è stata tradotta dall'inglese da i-Edwin Vostryakovsky.

Conseguenze del cancro cervicale: caratteristiche e presentazione clinica

Le malattie oncologiche abbastanza spesso si verificano nelle donne nel sistema riproduttivo. Inoltre, in questo caso, hanno un sacco di varietà. Uno dei più comuni e meno sicuri è il cancro cervicale, le cui conseguenze saranno discusse in questo materiale. Tutti i tipi di cancro sono pericolosi, il loro grado di malignità non dipende da dove si trova il tumore, ma dal tipo di tumore. Inoltre, questo tipo può cambiare nel corso della malattia man mano che si sviluppa. Pertanto, è importante conoscere le conseguenze del processo oncologico sulla cervice.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Con questa forma di cancro, la rimozione del collo è più spesso suggerita. Può essere completo, parziale, con la rimozione di un terzo o metà della vagina, ecc. Questo è il metodo più efficace nella prima e nella seconda fase dello sviluppo della malattia. Anche se il terzo e il quarto, non si applica quasi mai.

Questo metodo è uno dei più preferiti, soprattutto se è possibile utilizzarlo non in combinazione, ma invece di chemioterapia o radioterapia. Il fatto è che i metodi chirurgici sono trasferiti molto più facilmente di un intervento così conservativo. Tuttavia, i metodi chirurgici possono avere conseguenze, ma hanno maggiori probabilità di essere chirurgici generali. Questi fenomeni includono:

  1. Complicazioni dopo anestesia - ipotermia, insufficienza respiratoria, insufficienza cardiaca e altre;
  2. La formazione di aderenze e cicatrici, soprattutto nei casi in cui una donna ha una predisposizione ad essa;
  3. Infiammazione o scarsa cicatrizzazione della sutura, possibilità di sanguinamento da esso (specialmente con una scarsa coagulazione del sangue);
  4. Restrizioni nella vita sessuale per un periodo, a seconda delle caratteristiche e dei metodi dell'intervento chirurgico;
  5. L'infezione durante un'operazione è piuttosto rara, ma è ancora un fenomeno comune, la cui probabilità di sviluppo dipende dalla professionalità dei medici e dalla qualità dell'istituzione medica.

Una complicazione "oncologica" specifica dell'operazione può essere che, nel corso dell'operazione, in teoria, gli specialisti non possono rimuovere tutte le cellule tumorali e rimarranno alcuni agenti atipici. In questo caso, sarà necessario condurre un ciclo aggiuntivo di radioterapia o chemioterapia per sconfiggere queste cellule.

Conseguenze per gli organi interni

In che modo il cancro influenza altri organi e sistemi? È in grado di diffondersi attivamente, le sue metastasi si trovano in vari organi. Allo stesso tempo, un processo oncologico può eventualmente svilupparsi in questi organi. Il grado di "coinvolgimento" nel processo oncologico di altri organi dipende da quale stadio del cancro cervicale ha luogo.

  • Al primo stadio, le metastasi sono completamente assenti, cioè gli organi e i sistemi vicini non soffrono;
  • Nella seconda fase dello sviluppo, il processo del cancro cervicale conferisce metastasi ad altri organi del sistema riproduttivo - il corpo dell'utero, le ovaie, le tube di Falloppio, ecc. - in essi può svilupparsi anche un processo oncologico;
  • Al terzo stadio, le metastasi si trovano non solo nel sistema riproduttivo, ma in altri organi della piccola pelvi situati nelle vicinanze - questi sono i reni, gli ureteri, la vescica, il retto, ecc.;
  • Nella quarta fase, le metastasi vanno ben oltre il bacino - si trovano nell'esofago, nei polmoni, nello stomaco, ecc. - un processo oncologico può iniziare in uno di questi organi.

Un altro aspetto dell'effetto del cancro sugli organi interni è la loro spremitura da parte del tumore. Quando si schiaccia la vescica può essere la minzione frequente, mentre si stringe il retto (in rari casi) - difficoltà con la defecazione, ecc.

Vale la pena notare che il processo oncologico nel corpo stesso ha un effetto negativo su tutti gli organi, parzialmente inibendo o interrompendo la loro normale attività.

Funzione riproduttiva

Le implicazioni per la funzione riproduttiva in tale processo sono ambigue. Da una parte, senza cervice, una donna perde completamente la capacità di rimanere incinta indipendentemente. Dopotutto, è per il suo sperma che penetra nella cavità dell'organo, dove avviene il concepimento.

Dopo la rimozione della cervice, si forma una cicatrice al suo posto, in modo che non vi sia più accesso per lo spermatozoo alla cavità uterina. Con alcuni tipi di interventi o la rimozione parziale della cervice, il lume del canale cervicale non scompare completamente. Ma si restringe così tanto che la gravidanza non è ancora possibile in modo naturale. Inoltre, un tale fenomeno è estremamente raro. Nella maggior parte dei casi, c'è un'ostruzione completa.

Tuttavia, l'assenza della cervice non ha alcun effetto sul processo di gestazione stesso. Poiché l'utero è relativamente sano, l'embrione può attaccarsi, ricevere nutrimento. Pertanto, la fecondazione in vitro eseguita in condizioni generali può aiutare a diventare madre. Non è richiesta alcuna preparazione aggiuntiva, dal momento che tale operazione quasi non influisce sullo sfondo ormonale. Il parto si svolge con l'uso del taglio cesareo.

Vita intima

La rimozione della cervice non ha alcun effetto particolare sulla qualità della vita intima. Anche la libido dopo questa procedura non scompare e non diminuisce. Viene mantenuta anche la capacità di provare l'orgasmo.

L'unica limitazione è temporanea. Dopo l'intervento chirurgico, a seconda della sua ampiezza e natura, non puoi fare sesso da due settimane a due mesi. Inoltre, quando rimuovi parte della vagina, la vita intima può subire piccole modifiche.

Condizione generale

La condizione generale del corpo con una tale diagnosi certamente soffre. Sintomi tradizionali osservati caratteristici del processo oncologico. Questa è una perdita di peso significativa e acuta senza motivo apparente, perdita di appetito, anche senza causa. Inoltre, ci sono altri sintomi: apatia, letargia, stanchezza, astenia, sonnolenza e depressione. Da parte del tratto gastrointestinale sono possibili anche disturbi, che si manifestano nel vomito, nel gusto in bocca, ecc. Da parte della psiche si possono osservare sbalzi d'umore, depressione, tatto e pianto.

Conseguenze del rifiuto del trattamento

Il cancro cervicale può morire? La risposta a questa domanda è positiva - in assenza di trattamento tempestivo adeguato, la morte è possibile. Ciò è dovuto al fatto che il processo inizia a svilupparsi attivamente e al suo terzo e quarto stadio diventa, di norma, inutilizzabile. Le metastasi si trovano non solo nel sistema riproduttivo, ma anche in altri organi.

Nel corso del tempo, il processo oncologico inizia anche a svilupparsi in questi organi. Raggiunge una scala significativa. E poi l'oppressione o il funzionamento alterato del corpo comincia a manifestarsi. Di conseguenza, si verifica un'insufficienza d'organo e si verifica la morte. A rigor di termini, una donna non muore di cancro, ma il cancro porta a ciò che è in definitiva la causa della morte.

Puoi morire di cancro cervicale?

Ogni anno nel mondo si registrano circa mezzo milione di nuovi casi di cancro cervicale e circa 240 mila donne muoiono. In Russia, circa 17 persone muoiono ogni giorno con questa diagnosi. Tre dei quattro pazienti sono di solito in età riproduttiva, cioè sono in grado di concepire e trasportare un bambino. Parliamo di questa triste statistica con Vladimir Nosov, un chirurgo oncologico ginecologico certificato e autorizzato negli Stati Uniti e in Russia, un candidato di scienze mediche, uno specialista del centro medico "MirA", un membro del personale del Dipartimento di Medicina e Chirurgia della Riproduzione di MGMSU.

- Vladimir Borisovich, in Russia, il cancro cervicale è il tipo più comune di oncologia, anche prima del cancro al seno. Perché così?
- La causa più comune di malignità è il papillomavirus umano di tipo 16 e 18. Inoltre, il rischio di contrarre l'infezione da papillomavirus appare con l'inizio dell'attività sessuale, cioè già a 13-15 anni di età.
- Quindi, il cancro cervicale è un'infezione trasmessa sessualmente?
- Esatto. È dimostrato che la maggior parte dei casi di infezione da papillomavirus si verificano durante il contatto sessuale. Inoltre, il preservativo non garantisce una protezione completa. Il numero di infezione da papillomavirus umano infetto nel mondo nell'ultimo decennio è aumentato più volte, il che può essere spiegato dall'esordio iniziale dell'attività sessuale. È importante ricordare che il virus del papilloma umano non è trattato con farmaci disponibili, ma a volte, specialmente nelle giovani donne, c'è una scomparsa spontanea del virus.
- Come è un virus?
- Attualmente, sono stati identificati più di 130 tipi di papillomavirus umano (HPV), di cui oltre 30 colpiscono gli organi del sistema riproduttivo e possono causare sia vizi genitali benigni e alterazioni precancerose e cancerose nella cervice, nella vagina e nei genitali esterni. Ma non tutti i talpa sul corpo sono associati al papillomavirus, e non tutti i virus del papilloma hanno la capacità di causare lo sviluppo del cancro cervicale.
- Si scopre che quasi tutte le donne, eccetto suore e vergini, sono affette da questo HPV?
- Nonostante la probabilità di infezione attraverso il contatto sessuale con un portatore di HPV sia piuttosto alta, nel 90% dei casi il corpo di giovani donne (sotto i 36 anni) si libera del virus da solo entro 6 o 24 mesi. E solo se il virus riesce a superare le difese immunitarie del corpo, iniziano i cambiamenti nell'epitelio cervicale. Gli studi hanno dimostrato che una donna che ha avuto più di 10 partner sessuali durante la sua vita ha una probabilità 3 volte maggiore di sviluppare il cancro cervicale. Dal momento dell'infezione allo sviluppo del precancro o del cancro spesso occorrono da 6 a 10 anni, a volte anche di più. Ad un certo punto, il virus porta a mutazioni che diventano la base per l'aspetto di una cellula cancerosa. Tuttavia, l'infezione con il virus del papilloma non sempre porta allo sviluppo del cancro cervicale.

diagnostica
La cervice è la parte dell'utero che si trova principalmente nella vagina. Al più presto non ci sono manifestazioni soggettive. A volte con una cervice dall'aspetto normale, le cellule precancerose e cancerose vengono rilevate mediante esame citologico di uno striscio cervicale, che è stato preso come parte di un esame ginecologico di routine. È nelle prime fasi che il trattamento è possibile, portando non solo a una cura, ma anche alla conservazione della funzione riproduttiva di una donna.


- Quindi ci sono altri meccanismi di innesco?
- Sulla base di numerosi studi, gli scienziati hanno concluso che l'esordio precoce dell'attività sessuale, i frequenti cambiamenti dei partner, lo stesso vale per le donne che fanno sesso con un uomo che spesso cambia partner sessuali e che i fumatori sviluppano un cancro cervicale..
- E fumando e?
- Nei fumatori di donne infette da HPV, il rischio di sviluppare il cancro cervicale è tre volte superiore rispetto ai non fumatori della stessa età. I derivati ​​della nicotina riducono il numero di cellule che proteggono la cervice e la vagina da un'infezione virale e ciò consente al virus di provocare mutazioni e portare allo sviluppo della malattia. In altre parole, gli agenti cancerogeni del fumo di tabacco agiscono in diverse fasi del processo del cancro da soli o in combinazione con l'HPV.

Fasi di sviluppo
In primo luogo, il tumore danneggia solo la cervice, quindi gradualmente inizia a crescere negli organi e nei tessuti circostanti. Durante il decorso della malattia, le cellule tumorali possono essere trasportate con una corrente di linfa ai linfonodi vicini e formare metastasi lì. Il cancro è classificato in diverse fasi.
1. La neoplasia si trova direttamente nella cervice, la cui dimensione non supera i 4 centimetri.
2 - 3. Il tumore si estende oltre la cervice, spesso aumentando di dimensioni.
4. Il cancro si diffonde ad altri organi (vescica, retto) o dà metastasi a distanza a polmoni, ossa e così via.
Ma su questo triste sfondo, ci sono anche buone notizie: il cancro del collo dell'utero è uno dei pochi tumori maligni il cui sviluppo può essere prevenuto, poiché nella maggior parte dei casi si sviluppa sullo sfondo di malattie pre-cancerose esistenti da lungo tempo. Possono essere curati se i cambiamenti nelle cellule della cervice che indicano le fasi iniziali delle trasformazioni oncologiche sono rilevati nel tempo.


- Vladimir Borisovich, è possibile identificare la malattia nelle prime fasi?
- Indipendentemente dall'età, ti consiglio di fare regolarmente uno striscio cervicale per oncocitologia (citologia). È questa analisi che serve a rilevare le cellule atipiche nella mucosa della cervice uterina, prima che si trasformino in precancerose o cancerose. Durante una procedura breve e indolore, il medico preleva campioni di cellule dalla cervice con un pennello e una spatola. Queste cellule vengono inviate a un laboratorio, dove vengono esaminate al microscopio per la presenza di atipia e precancro. Di solito lo studio viene eseguito al momento dell'assenza delle mestruazioni, preferibilmente tra il 10 ° e il 20 ° giorno dall'inizio del ciclo. Circa due giorni prima che venga presa una macchia, una donna dovrebbe evitare i rapporti sessuali, la pulizia, gli spermicidi chimici e i farmaci vaginali che possono distorcere i risultati del test.
Secondo l'American Cancer Society, una donna dovrebbe fare il primo striscio tre anni dopo l'inizio dell'attività sessuale. E poi ogni anno durante un esame ginecologico, a condizione che i risultati citologici fossero normali. A proposito, a causa del massiccio striscio di citologia, il tasso di mortalità per cancro del collo dell'utero negli ultimi 50 anni è diminuito significativamente nei paesi economicamente sviluppati, dove sono stati introdotti programmi di screening (diagnosi precoce).

utile
È possibile porre domande sul vaccino contro il papillomavirus umano e le sue proprietà come parte del programma di prevenzione del cancro cervicale presso la linea diretta gratuita: 8-800-555-88-88 (dalle 9.00 alle 18.00).


- Questa è un'analisi affidabile?
- Nessuno screening è perfetto, e questo test potrebbe non riuscire in alcuni casi. Pertanto, il tampone deve essere eseguito regolarmente in modo che i medici nella fase intermedia della malattia possano prenderlo prima che il tumore si sviluppi. Con il tempo perso, il trattamento diventa più difficile e meno efficace.
- E quali sono i prossimi passi nel rilevamento di cellule con sospetto cancro?
- Sono in corso ulteriori ricerche più accurate. In particolare, colposcopia e biopsia.
- Cos'è questo?
- Colposcopia - esame con un dispositivo speciale, molto simile al microscopio, l'area degli organi genitali esterni (vulva), della vagina e della cervice sotto ingrandimento. Il colposcopio non tocca il paziente e il suo uso non è associato a sensazioni dolorose. In caso di rilevamento di anomalie patologiche visibili al microscopio, un medico può eseguire una biopsia - rimuovere un piccolo frammento di tessuto da un'area alterata. Tuttavia, alcune donne sentono un'iniezione acuta o un lieve disagio, mentre altre non sentono nulla. Se viene confermata una diagnosi oncologica, i metodi di ricerca aggiuntivi, come la tomografia computerizzata, i raggi X e gli ultrasuoni, vengono utilizzati per valutare lo stato di altri organi e sistemi.

indagine
Elena Malysheva nel programma "Salute", agitando il giovane esercito femminile del paese per ottenere gratuitamente un vaccino contro il cancro del collo dell'utero, era molto astuta. Per esempio, in una clinica per donne nella regione di Mosca, Lobnya, mi hanno guardato come se avessi offerto loro qualcosa di molto indecente. Poi mi mandarono "a Malysheva", ma, addolcendosi, esitò: "Forse a Mosca da qualche parte...". Ho chiamato il numero verde: 8-800-555-88-88 e ho chiesto dove a Mosca si può ottenere un vaccino gratuito contro il cancro del collo dell'utero. All'altra estremità del legamento del cavo:
- Ma questo sono solo le studentesse. Chiedi alla scuola su questo. E non tutte le scuole fanno.
- Che fortuna?
- Probabilmente. E se tua figlia ha 12 - 13 anni.
- E se hai già 14 anni?
- Contatta i centri.
- Quanto costa la vaccinazione?
- Un vaccino - 5 - 6 mila rubli. E questi hanno bisogno di tre.
- Wow! Ma perché non dovrebbe la mia fortunata figlia. Sì, e un sacco di soldi, e Malysheva ha parlato di libero...
Di conseguenza, ottengo due telefoni:
Ricevimento del Dipartimento di Organizzazione della Sanità, Assistenza medica per le madri e i bambini di Mosca e della Regione di Mosca - 8-495-253-59-00;
Gayana Vartanovna Tamazyan, capo del dipartimento dell'organizzazione di cure mediche per madri e bambini a Mosca e nella regione di Mosca, 8-498-602-03-21.
Se hai già superato i 26 anni e la verginità in passato, allora è più facile. È possibile sostenere gratuitamente i test per l'oncocitologia. È vero, ho già fatto prima che l'ostetrica nella consultazione delle donne con la dipendenza abbia cercato di scoprire "perché, perché, chi ha mandato". Ho pensato che se avessi parlato di prevenzione, sarei probabilmente stato espulso dall'ufficio, quindi ho dovuto spettegolare. Non è stato chiesto denaro.


- Il cancro cervicale ha sintomi?
- Le fasi iniziali sono asintomatiche. Pertanto, la maggior parte delle donne crede che se niente fa male, allora non c'è bisogno di andare dal ginecologo. Alcuni non ci sono stati dall'ultima nascita. Questo è l'approccio sbagliato alla loro salute, soprattutto nell'età dopo i 30 anni, quando il rischio di cancro cervicale è particolarmente alto. I sintomi di solito si verificano quando ci sono già cambiamenti significativi nella cervice. Molto spesso, le donne lamentano la leucorrea di natura acquosa, spesso con un odore sgradevole, spotting, dolore, soprattutto dopo il rapporto sessuale, tra le mestruazioni. Nel cancro delle fasi III e IV, i severi dolori all'addome inferiore, alla schiena e alle gambe, la perdita di peso, l'aspetto del sangue nelle urine, le secrezioni vaginali fetali, causate dalla disintegrazione del tumore, appaiono già. Inoltre, il cancro cervicale è particolarmente furbo durante la gravidanza.
- Perché?
"Poiché molti ostetrici non prestano attenzione al sintomo di sanguinamento e sbiancamento durante la gravidanza, non guardare nella vagina, associando questi sintomi alle peculiarità del corso della gravidanza. E quando viene rilevata una malattia, il tempo è già perso.
- Quanto è efficace il trattamento del cancro cervicale?
- La prognosi dipende dallo stadio in cui viene rilevata la malattia. In Russia, il tasso di sopravvivenza relativo a cinque anni nelle fasi iniziali è di circa il 70%, con il terzo - 30 e il quarto - il 5-7%. Di conseguenza, il metodo di trattamento in ciascun caso specifico dipende dallo stadio della malattia e si basa su una combinazione di diverse tecniche: chirurgia, chemioterapia e radioterapia.
Durante l'operazione, il tumore può essere rimosso con una parte della cervice (conizzazione) o insieme con la cervice e più spesso con l'utero stesso. Di solito, l'operazione è completata con la rimozione dei linfonodi pelvici per impedire la diffusione di cellule cancerose in essi. Ma anche con l'isterectomia (rimozione dell'utero), le ovaie delle giovani donne, la maggior parte delle quali, stanno cercando di mantenere, in modo da non causare la menopausa precoce nelle donne.
- Storia triste. Vladimir Borisovich, il vaccino contro il papillomavirus umano è ora pubblicizzato in modo così efficace che può salvarti dal cancro cervicale?
- Negli ultimi nove anni, l'uso del vaccino si è dimostrato in tutto il mondo come una prevenzione dell'infezione da papillomavirus umano e indirettamente prevenendo lo sviluppo del cancro cervicale e delle verruche genitali. E considerando che in Russia una donna muore ogni 90 minuti da questa malattia, l'introduzione della vaccinazione ridurrà il numero annuale di casi di oltre 10 mila persone! Il tipo più popolare di vaccino protegge da quattro tipi di HPV - i principali provocatori del cancro cervicale e delle verruche genitali benigne. Il vaccino è destinato principalmente alle ragazze di 9-12 anni, che non hanno ancora iniziato la vita sessuale, così come le giovani donne sotto i 26 anni di età. A proposito, in Australia, è terminato il trial di un vaccino tra le donne al di sotto dei 45 anni, ma finora non ci sono dati sulla sua efficacia in questa fascia di età. Tuttavia, il vaccino non è un miracolo: se il virus esiste già nel corpo, allora il vaccino è meno efficace, ma non è ancora inutile, in quanto può prevenire l'infezione da altri tipi di HPV.

campagna di alfabetizzazione
In Tailandia, in uno studio su 225 pazienti con cancro cervicale, gli scienziati hanno scoperto che tra le famiglie il rischio di malattia aumenta di un fattore 5,2 se uno dei coniugi aveva 20 o più partner sessuali durante la sua vita.
Studiando le casistiche di donne che soffrono di cancro cervicale, gli scienziati sono giunti alla conclusione che l'uso a lungo termine (oltre 12 anni) di contraccettivi orali combinati aumenta il rischio di sviluppare questa malattia.
Nell'esaminare le donne per tre anni dopo l'aborto, gli scienziati nella maggior parte dei casi hanno trovato l'una o l'altra patologia cervicale. Inoltre, questa incidenza era più alta nel gruppo di pazienti la cui gravidanza con aborto medico era da 11 a 12 settimane. L'effetto dell'aborto può essere associato a lesioni meccaniche alla cervice, nonché a possibili infezioni. Come risultato di tale intervento medico, spesso si sviluppa un processo infiammatorio cronico degli organi genitali, sullo sfondo del quale possono verificarsi cambiamenti tumorali nelle cellule.


- E dove posso fare un vaccino del genere? È pagato o gratuito? Qual è la sua durata?
- Il vaccino può essere fatto nella maggior parte delle cliniche, cliniche e centri medici privati. Libero è introdotto solo in diverse istituzioni mediche a Mosca e nella regione di Mosca. Entro sei mesi, la vaccinazione viene eseguita tre volte. Finché ci sono prove della sua durata per quasi nove anni. Sebbene il vaccino formi una forte immunità all'infezione da papillomavirus umano, non sostituisce l'esame di routine annuale da un ginecologo per rilevare i cambiamenti precancerosi nella cervice.
- Il vaccino è sicuro? Lei non può innescare l'oncologia?
- Il vaccino HPV è perfettamente sicuro perché è una particella artificiale simile a un virus, incapace di riprodursi e penetrare nelle cellule umane.
- E cosa dovrebbero fare coloro che hanno lasciato la fascia di età vaccinata o già infettati da un virus?
- Costantemente osservato da un ginecologo. Dopotutto, oggi solo quattro processi oncologici hanno maggiori probabilità di essere catturati nelle fasi iniziali: cancro al seno, cervice, prostata e tumore del colon.

Il rischio di morte per cancro cervicale può essere ridotto

contenuto

La morte delle donne dal cancro cervicale tra i tumori è al terzo posto dopo l'endometrio e il cancro al seno. Gli esperti dicono che la causa della comparsa di una tale patologia nel corpo sono le infezioni che vengono trasmesse principalmente attraverso il contatto sessuale. La neoplasia cervicale è un problema complesso e pericoloso, la cui progressione può portare alla morte di un paziente.

Cause e sintomi della patologia

La causa principale del cancro nelle donne è il papillomavirus, tuttavia la malattia può svilupparsi sotto l'influenza di alcuni fattori aggiuntivi:

  • Il paziente iniziò sessualmente presto;
  • Molti partner sessuali e il loro frequente cambiamento;
  • Fattore ereditario, cioè la malattia può essere ereditata;
  • Sessualità irregolare;
  • Fumo.

La pratica medica mostra che per le ragazze afflitte extraconiugali, il rischio di cancro cervicale è aumentato più volte.

La minaccia dello sviluppo di tale patologia è presente anche in quei pazienti che fumano un gran numero di sigarette durante il giorno. Ciò è spiegato dal fatto che in questo caso il contenuto di cellule nel corpo diminuisce, il cui compito principale è considerato la protezione dell'organo riproduttivo dall'esposizione a agenti patogeni.

L'aspetto del cancro si verifica anche sotto l'influenza di varie lesioni e lacrime che possono verificarsi dopo l'aborto e il curettage dell'organo genitale.
Inoltre, patologie di fondo come possono provocare il cancro:

Nel caso in cui la progressione di tali malattie sia osservata nel corpo di una donna, ciò crea un terreno fertile per lo sviluppo del processo oncologico.

Il cancro cervicale è una patologia piuttosto insidiosa e questo è dovuto al fatto che durante il suo sviluppo non possono esserci sintomi caratteristici nel corpo. In assenza di trattamento tempestivo, si osserva una transizione del processo oncologico dalle cellule superficiali dell'organo ai tessuti, nervi e vasi più vicini.

Potrebbero essere necessari diversi anni dalla fase iniziale del cancro alla comparsa di sintomi caratteristici. Di solito in questo momento, la donna non nota alcun cambiamento significativo nel suo stato di salute e conduce una vita normale.

Si raccomanda che i pazienti con una storia di Papillomavirus confermato siano sempre all'erta.

È possibile evidenziare i seguenti segni che possono essere osservati nel cancro cervicale dell'organo riproduttivo:

  • L'emergere dalla vagina di un gran numero di più bianchi o sanguinamento;
  • Durante il rapporto sessuale, lo scarico con sangue può disturbare;
  • Il sanguinamento si verifica durante il periodo intermestruale;
  • Il contatto sessuale è accompagnato dall'apparenza del dolore;
  • Le mestruazioni diventano lunghe e dolorose;
  • A volte c'è una secrezione acquosa che si verifica a seguito del processo di distruzione dei capillari linfatici;
  • Ci sono scariche con pus come risultato del collasso di una neoplasia maligna.

Nel caso in cui la malattia si trasferisca nell'ultimo stadio, il sistema urinario è interessato e i problemi insorgono durante l'atto della defecazione.

Stadio della malattia

Gli esperti identificano diversi stadi dell'oncologia cervicale e sono determinati dal sito della progressione della patologia. Molto spesso, lo sviluppo dell'oncologia avviene sullo sfondo di condizioni precancerose, che in pochi anni si trasformano in cancro. Nel caso in cui a una donna venga diagnosticata una fase iniziale del cancro del collo dell'utero, nel giro di uno o due anni si passerà a una completa.

Si distinguono le seguenti fasi di oncologia:

  1. Il primo stadio del cancro è caratterizzato dal fatto che il tumore non lascia i limiti dell'organo riproduttivo. Quando diagnostichi una malattia in questa fase, le possibilità di sopravvivenza e di liberarsi della malattia sono piuttosto alte.
  2. Nella seconda fase del cancro cervicale si osserva un tumore maligno di piccole dimensioni, dal momento che il tumore non ha ancora colpito la parete pelvica. Germinazione del tumore al di fuori del collo dell'organo riproduttivo.
  3. Nella terza fase della malattia, il tumore colpisce la vagina e l'utero. In tale situazione, le possibilità di recupero per il paziente vanno dal 30 al 40%.
  4. Il quarto stadio del cancro cervicale è caratterizzato da danni agli organi adiacenti e metastasi. Quando diagnostichi l'ultimo stadio della malattia, le possibilità di una donna per il recupero sono solo del 10-15%.

Nel caso in cui l'oncologia cervicale sia diagnosticata in una fase precoce, il paziente ha un'alta probabilità di liberarsi completamente dalla malattia. È per questo motivo che è importante diagnosticare la malattia il prima possibile e prescrivere una terapia efficace.

Per le donne di qualsiasi età, è importante sapere come prevenire lo sviluppo del cancro:

  • Si consiglia di visitare un ginecologo almeno una volta all'anno. Inoltre, un esame ginecologico dovrebbe essere completato con l'esecuzione di una procedura come la colposcopia.
  • Con un esame ginecologico di routine, non è possibile identificare alcun cambiamento nel collo dell'organo che possa causare lo sviluppo dell'oncologia. Le donne devono superare determinati test che determinano la presenza di papillomavirus nel corpo e determinano i cambiamenti patologici nella cervice.
  • È importante sottoporsi a screening per l'oncologia cervicale per le donne la cui età ha superato i 50-60 anni. Molto spesso, la progressione del cancro cervicale cervicale provoca il papillomavirus, che potrebbe essere entrato nel corpo del paziente diversi anni fa.

Caratteristiche del trattamento della patologia

Il cancro è una malattia pericolosa che richiede un trattamento obbligatorio. La scelta di un metodo per affrontare la malattia è determinata dallo stadio del suo corso e dalle condizioni della donna. In tal caso, se l'oncologia della cervice dell'organo genitale viene diagnosticata in una fase precoce, gli specialisti di solito prescrivono un intervento chirurgico in cui viene rimossa una neoplasia maligna.
Se l'oncologia viene rilevata nelle fasi successive, il trattamento viene eseguito utilizzando i seguenti metodi:

  • Farmaci da prescrizione;
  • Radiazioni del corpo con radioterapia e radioterapia.

Nella prima fase del trattamento del cancro viene eseguita utilizzando la chirurgia.
Nel caso in cui il tumore non germinasse negli strati profondi della cervice dell'organo genitale, allora l'eliminazione dell'oncologia è possibile usando i seguenti metodi:

  • elettrocoagulazione;
  • Laser di cauterizzazione;
  • Criodistruzione.

Durante la germinazione di una neoplasia negli strati profondi della cervice, della vagina o degli organi più riproduttivi, viene prescritto l'intervento chirurgico. Quando si esegue una tale operazione, gli organi del sistema riproduttivo, così come i vicini linfonodi, sono completamente rimossi.

La diagnosi dei pazienti 2, 3 e 4 stadi della malattia richiede chemioterapia e radioterapia. La combinazione di tali trattamenti aumenta significativamente le possibilità di un risultato positivo e rende la terapia più efficace.

Il cancro uterino è un cancro, la cui progressione nel corpo femminile può uccidere un paziente in pochi mesi o giorni. Inoltre, il numero di donne con questa patologia aumenta ogni anno. Nel caso in cui la patologia venga prontamente identificata, quindi con un trattamento corretto ed efficace, è possibile l'eliminazione della malattia. Tuttavia, l'oncologia è spesso diagnosticata all'ultimo stadio e questo indica la progressione del processo e la mancanza di possibilità di recupero.

Nell'ultima fase dell'oncologia dell'utero si verifica una divisione incontrollata di cellule patologiche che si diffondono rapidamente nel corpo della donna. Il risultato di questo è la formazione di metastasi, che infettano i tessuti sani localizzati nelle vicinanze e diventa impossibile evitare la morte. Con la giusta scelta di trattamento, è possibile migliorare la qualità della vita del paziente e alleviarlo dal dolore.

La morte del paziente dal cancro dell'utero è accompagnata dalla comparsa di forti dolori e la donna deve fare una scelta - sopportare il dolore o iniziare a prendere stupefacenti per eliminarlo.

Allo stadio 4 del cancro cervicale, la morte di una donna può verificarsi a causa di un'emorragia interna, poiché ha ridotto la coagulazione del sangue.
I pazienti possono sviluppare sanguinamento sotto forma di:

  • Emorragia cerebrale;
  • Il verificarsi di vomito con sangue;
  • Sanguinamento dall'intestino.

Diagnosticare il cancro dell'organo riproduttivo in un paziente non significa che morirà presto. Ogni organismo è individuale e lo sviluppo della malattia è determinato dal tipo di oncologia, dallo stadio della sua progressione e dall'esperienza dei medici.

La progressione dell'oncologia nel corpo femminile e la mancanza di un trattamento efficace spesso provocano la morte del paziente. È per questo motivo che è importante sottoporsi a un esame ginecologico almeno una volta all'anno e contattare uno specialista se compaiono sintomi ansiosi. Il rilevamento tempestivo della malattia aumenta le possibilità di sopravvivenza di una donna e il suo ritorno alla vita normale.

Come proteggersi dal cancro cervicale?

In Russia, 17 donne muoiono ogni giorno di cancro cervicale. Come proteggersi da questa malattia o uscirne con la minima perdita? Il nostro esperto, Vladimir Nosov, un chirurgo oncologico ginecologico, dottorato di ricerca

Dove cercare la causa

La causa più comune di malignità è il papillomavirus umano di tipo 16 e 18. Il rischio di contrarre l'infezione da papillomavirus appare con l'inizio dell'attività sessuale già a 13-15 anni.

Il cancro cervicale è un'infezione trasmessa sessualmente. È dimostrato che la maggior parte dei casi di infezione da papillomavirus si verificano durante il contatto sessuale. Inoltre, il preservativo non garantisce una protezione completa. Il numero di persone infette in tutto il mondo negli ultimi dieci anni è aumentato in modo significativo, il che può essere spiegato dall'esordio iniziale dell'attività sessuale.

È importante ricordare che il virus del papilloma umano non è trattato con nessun farmaco disponibile. Nonostante il fatto che la probabilità di infezione attraverso il contatto sessuale con una persona portatrice del papillomavirus umano sia abbastanza elevata, nel 90% dei casi il corpo di giovani donne (di età inferiore ai 36 anni) si sbarazza del virus da solo entro 6-24 mesi. E solo se il virus riesce a superare le difese immunitarie del corpo, iniziano i cambiamenti nell'epitelio cervicale.

Dal momento dell'infezione allo sviluppo del precancro o del cancro, spesso occorrono 6-10 e qualche volta più anni. In questi casi, l'esistenza a lungo termine del virus nel corpo a un certo punto, si tratta di mutazioni, che a loro volta sono la base per l'aspetto di una cellula cancerosa. Tuttavia, l'infezione con il virus del papilloma non sempre porta allo sviluppo di questa terribile malattia femminile.

1. Inizio precoce dell'attività sessuale.

2. Cambiamento frequente dei partner sessuali.

3. Rapporti sessuali con un uomo che spesso cambia partner sessuali, così come i fumatori.

4. Fumare

È dimostrato che i derivati ​​della nicotina riducono il numero di cellule che proteggono la cervice e la vagina da un'infezione virale, che consente al virus di provocare mutazioni cellulari e portare allo sviluppo del cancro. In altre parole, gli agenti cancerogeni presenti nel fumo di tabacco agiscono in diverse fasi del processo del cancro da soli o in combinazione con il virus del papilloma umano.

Da non perdere

La cervice è la parte dell'utero che si trova principalmente nella vagina. Al più presto, la malattia non può quasi manifestarsi. A volte con una cervice apparentemente normale, le cellule precancerose e tumorali vengono rilevate mediante esame citologico di uno striscio cervicale. Questo studio è condotto da un ginecologo come parte di un controllo di routine - è in queste prime fasi che può essere effettuato il trattamento, che non solo preserva la salute della donna, ma anche la sua capacità di avere figli.
Ripeto che le fasi iniziali del cancro sono asintomatiche. Pertanto, la maggior parte delle donne crede che se niente fa male, allora non c'è bisogno di andare dal ginecologo. Alcuni non ci sono stati dall'ultima nascita. Questo non è il giusto approccio alla salute, soprattutto dopo i 30 anni, quando c'è un alto rischio di cancro cervicale, una malattia che rappresenta una vera minaccia per la vita delle giovani donne. Il tempo in questo caso è un fattore molto critico.

I sintomi principali (di solito si verificano quando ci sono già cambiamenti significativi nella cervice):

- La comparsa di natura bianca più acquosa, spesso con un odore sgradevole;

- dolore, specialmente dopo il rapporto sessuale, tra le mestruazioni.

Nel cancro delle fasi III e IV, i dolori gravi nella parte inferiore dell'addome, nella parte posteriore e nelle gambe, il sangue nelle urine, le secrezioni vaginali fetali, la cui causa è il collasso del tumore. Inoltre, una donna perde peso.

Attenzione

Gli studi hanno dimostrato che le donne che hanno avuto più di 10 partner sessuali durante la loro vita hanno un rischio 3 volte maggiore di sviluppare il cancro cervicale.

Solo fatti

Secondo l'American Cancer Society, il primo striscio per verificare la presenza di cellule tumorali che una donna dovrebbe fare 3 anni dopo l'inizio dell'attività sessuale. Un esame dovrebbe essere fatto annualmente durante un esame ginecologico, a condizione che i risultati citologici (risultati della diagnostica della condizione della cervice uterina) fossero normali. A proposito, a causa del massiccio striscio di citologia, il tasso di mortalità per cancro al collo dell'utero negli ultimi 50 anni è diminuito significativamente nei paesi in cui sono stati introdotti programmi di screening (diagnosi precoce della malattia).

A proposito

In alcuni casi, i pazienti (ad esempio le donne in gravidanza) devono semplicemente eseguire ulteriori studi (oltre alla colposcopia e alla biopsia), perché, sfortunatamente, molti ostetrici spesso non prestano attenzione a un sintomo come le emorroidi e i bianchi durante la gravidanza. esaminando la vagina, collegando questi sintomi alle peculiarità del corso della gravidanza. E quando viene rilevata una malattia, il tempo, di regola, è già perso. Il cancro cervicale è il tumore più comune che complica la gravidanza.

Il vaccino contro il papillomavirus umano è ora davvero efficace? Può salvare una donna dall'aspetto e dallo sviluppo del cancro cervicale?

- Nonostante il fatto che la vaccinazione stia appena iniziando ad essere applicata in Russia, negli ultimi 9 anni, l'uso del vaccino si è dimostrato in tutto il mondo come una prevenzione dell'infezione da papillomavirus umano e indirettamente prevenendo lo sviluppo del cancro cervicale e delle verruche genitali. E dato che in Russia, 1 donna muore ogni 90 minuti da questa malattia, l'introduzione della vaccinazione ridurrà il numero annuale di casi di oltre 10 mila persone!

Il tipo più popolare di vaccino protegge da quattro tipi di papillomavirus umano - i principali provocatori del cancro cervicale e delle verruche genitali benigne. Il vaccino è destinato principalmente alle ragazze di 9-12 anni, che non hanno ancora iniziato la vita sessuale, così come per le giovani donne sotto i 26 anni di età. Il vaccino, tuttavia, non è un "miracolo": se il virus vive già nel corpo, il vaccino diventa meno efficace, ma non ancora inutile, in quanto può prevenire l'infezione con altri tipi di HPV.

Consulenza di esperti

Ci sono buone notizie: lo sviluppo del cancro cervicale può essere prevenuto, poiché nella maggior parte dei casi la malattia si sviluppa sullo sfondo di malattie precancerose esistenti da lungo tempo. Possono essere curati se i cambiamenti nelle cellule della cervice che indicano le fasi iniziali delle trasformazioni oncologiche sono rilevati nel tempo.

Indipendentemente dall'età, ti consiglio di fare regolarmente uno striscio cervicale per oncocitologia (citologia). È questa analisi che aiuterà a rilevare le cellule atipiche nella mucosa dell'utero della cervice prima che si trasformino in precancerose o cancerose. Durante una procedura breve e indolore, il medico preleva campioni di cellule dalla cervice con un pennello e una spatola. Queste cellule vengono inviate ad un laboratorio dove vengono esaminate al microscopio. Di solito questo studio viene eseguito al momento dell'assenza delle mestruazioni, preferibilmente tra il 10 ° e il 20 ° giorno dall'inizio del ciclo. Circa 2 giorni prima che venga presa una macchia, una donna dovrebbe evitare i rapporti sessuali, l'irrigazione e le medicine vaginali, che possono distorcere i risultati del test.

Sopravvivenza nel cancro cervicale in varie fasi

Il cancro cervicale è una delle malattie intrattabili che vengono spesso diagnosticate in pazienti di età diverse. Lo sviluppo di una tale patologia porta a varie spiacevoli conseguenze e può portare alla morte del paziente. Molte donne sono interessate al dottore, per quanto tempo vivono con il cancro cervicale ed è possibile eliminare definitivamente una tale malattia. Gli esperti identificano diverse fasi della malattia e ognuna di esse ha previsioni diverse per il recupero.

contenuto

contenuto

Malattia caratteristica

Il cancro cervicale inizia la sua progressione dal momento in cui le cellule sane subiscono mutazioni a livello genetico. La conseguenza di questo processo patologico è la trasformazione delle cellule sane nel corpo atipico.

Nel corpo femminile, le cellule sane crescono rapidamente e si moltiplicano, ma nel tempo muoiono completamente. Una caratteristica delle cellule patologiche è il fatto che si dividono rapidamente, ma non muoiono.

Quando un gran numero di cellule tumorali si accumulano in una donna, nel corpo si formano tumori di natura maligna. L'ulteriore progressione della patologia porta al fatto che tali tumori iniziano a spostarsi verso organi vicini e si formano metastasi. Gli esperti mancano ancora di dati su ciò che provoca lo sviluppo del cancro cervicale.

Ci sono diversi fattori che possono portare al cancro nel corpo:

  • chili in più sul corpo o l'obesità;
  • interruzione del sistema immunitario del corpo;
  • vivere in condizioni avverse;
  • la presenza di infezioni, per lo più trasmesse sessualmente.

Tale tumore può essere rilevato sia nelle ragazze che nella vecchiaia. La pratica medica mostra che il più delle volte il cancro dell'organo genitale viene diagnosticato in pazienti dopo 35 anni.

La comparsa di determinati sintomi è determinata dallo stadio della patologia e all'inizio del suo sviluppo la donna non si lamenta di nulla. Il primo segno di una malattia oncologica è di solito lo scarico di sangue dall'utero e non hanno nulla a che fare con le mestruazioni. I medici credono che le donne debbano prestare attenzione a questo sintomo. Il sanguinamento si verifica spesso dopo uno sforzo fisico intenso, un esame ginecologico e un rapporto sessuale.

I segni più comuni di cancro cervicale nelle donne sono:

  • dolore severo, localizzato nell'addome più basso;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • aumento della fatica;
  • aumento della temperatura corporea;
  • perdita di appetito o mancanza di esso;
  • disagio durante la minzione;
  • colica renale.

Inoltre, vi è intossicazione generale del corpo e la donna vomita costantemente. La comparsa di tali sintomi in una donna può indicare la presenza di un tumore, quindi quando appaiono, è necessario consultare sempre uno specialista. Il cancro cervicale può diffondersi abbastanza rapidamente e colpire altri organi situati nella regione pelvica, quindi non fare visita al medico.

Stadio della malattia

Nel suo sviluppo, il cancro può attraversare diverse fasi e ciascuna di esse è accompagnata dall'apparizione di alcuni sintomi.

Stage Zero

Il carcinoma è una condizione patologica del corpo, che è accompagnata dalla comparsa di un piccolo numero di cellule tumorali. In questa fase, non vi è alcun danno grave all'organo, quindi questa condizione non è giustamente chiamata oncologia.

I medici chiamano questa malattia uno stadio zero, e quando tali cellule atipiche vengono rimosse, è possibile prevenire lo sviluppo del cancro della faringe uterina. In assenza di una terapia moderna ed efficace, lo stadio zero può essere trasformato in un pericoloso tumore maligno, che aggrava gravemente le condizioni del paziente.

Primo stadio

Il primo grado di cancro cervicale nelle donne è un piccolo tumore che non può essere rilevato senza un esame speciale. Il fatto è che durante un esame ginecologico è abbastanza problematico vedere gruppi di cellule atipiche, dal momento che sono ancora invisibili.

Al primo stadio del cancro, la neoplasia maligna si trova all'interno dell'organo e non infetta i tessuti circostanti. È principalmente possibile diagnosticare la malattia durante la colposcopia o l'esame dell'organo genitale attraverso un microscopio. La prognosi di sopravvivenza con lo stadio iniziale del cancro dipende dalla tempestività della terapia iniziata e dalla conformità con tutte le raccomandazioni del medico.

Secondo stadio

Una donna può notare l'apparizione di un fluido sanguinante o di una scarica pesante sul bucato, da cui emana un odore sgradevole. Possono contenere pezzi di tessuto, il che indica che il processo di decomposizione è iniziato. Il tasso di sopravvivenza di 5 anni è osservato in metà dei casi registrati di oncologia di questo tipo. Dopo l'operazione, la prognosi è favorevole solo se il tumore non si è metastatizzato.

Terzo stadio

Un tumore in questa fase invade il collo dell'organo riproduttivo e infetta i tessuti del bacino e della zona vaginale inferiore. La patologia scorre rapidamente e può portare al fatto che ci sono problemi con la pervietà degli ureteri, e il risultato di questo processo patologico diventa una violazione del deflusso di urina.

È piuttosto difficile rispondere alla domanda su quanto tempo i pazienti con questo stadio della malattia vivono, poiché molto è determinato dalle caratteristiche individuali del corpo e dall'efficacia della terapia scelta. L'avvio tempestivo del trattamento dopo la diagnosi ha molte più probabilità di sopravvivere. In effetti, è piuttosto difficile curare una tale malattia in giovani e anziani e le terapie sono mirate solo a rallentare la progressione del tumore.

Quarta tappa

Nella foto potete vedere che nell'ultima fase, il processo patologico si sposta dalla cervice oltre i limiti della piccola pelvi e colpisce l'intestino e la vescica. Inoltre, la comparsa di metastasi, cioè il tumore, viene introdotto in organi e tessuti distanti. La fase finale del cancro è considerata la più difficile e pericolosa e il tasso di sopravvivenza delle donne nei prossimi anni è piuttosto basso. La durata della vita dipende dall'età del paziente, dalla presenza di malattie concomitanti e dalle condizioni generali del corpo.

La sopravvivenza della malattia

Curare una tale malattia oncologica è abbastanza difficile, e specialmente con i rimedi popolari. Per questo motivo, i pazienti con tale diagnosi sono osservati in istituzioni specializzate per il resto della loro vita. Molte donne usano vari rimedi popolari, ma, in effetti, senza un trattamento speciale, sono inefficaci. Nel caso in cui l'operazione è stata eseguita in modo tempestivo, il paziente ha vissuto per più di 5 anni. La terapia correttamente selezionata per il cancro del primo stadio si conclude con il recupero completo in quasi 90 casi su 100.

Nei forum è possibile trovare le seguenti recensioni di questa malattia:

Lehr, 34 anni, Mosca: "A un amico è stato diagnosticato un cancro del collo dell'utero nella seconda fase e lei lamenta costantemente sanguinamento uterino. I medici dicono che le possibilità di recupero sono minime e hanno prescritto un corso di irradiazione. Speriamo tutti per il meglio e lo supportiamo ".

Olga, 45 anni, Kaliningrad: "Durante la gravidanza, ho appreso la displasia di 3 gradi e i medici hanno avvertito dell'elevato rischio di sviluppare il cancro. Ho deciso di lasciare il bambino e ora, 9 mesi dopo il parto, ho rivelato una oncologia. Domani vado in un centro medico e non so ancora quale stadio della malattia. Spero che questo sia buono e la mia vita non si fermerà qui ".

La prognosi più sfavorevole si nota se compaiono metastasi distanti e si sviluppano varie complicanze. In questa condizione patologica, nell'ultima fase, la prognosi di sopravvivenza per 5 anni non supera il 10% delle donne.

L'RSM è considerata una malattia complessa e insidiosa che può essere fatale. Spesso, un tumore maligno può essere rilevato già in fasi avanzate, il che riduce notevolmente le possibilità di recupero. Le donne sono consigliate di visitare un ginecologo almeno 2 volte l'anno, che permetterà di diagnosticare il cancro nelle fasi iniziali e di trovare un trattamento efficace.