loader
Raccomandato

Principale

Prevenzione

Polipi nell'intestino: sintomi e trattamento

I polipi sono formazioni benigne che rappresentano la crescita "carnosa" dei tessuti che sporgono al di sopra della mucosa degli organi. Secondo molti chirurghi, i polipi nell'intestino possono essere diagnosticati in ogni 10 persone nel nostro paese di oltre 40 anni, a condizione che vi sia un esame totale di questa fascia di età.

Cause di polipi nell'intestino

Non esiste un'unica teoria che spieghi l'aspetto dei polipi nell'intestino. Alcuni scienziati sono inclini a credere che questi tumori compaiano a causa dell'interruzione dei processi di rigenerazione nei luoghi di lesione della parete intestinale. Altri ritengono che la causa della formazione di polipi sia anormale durante lo sviluppo embrionale. Ci sono molte altre opinioni riguardo alla natura di questa malattia.

Tuttavia, sono stati identificati fattori che possono aumentare la probabilità di formazione di polipi nell'intestino:

  • genere maschile (negli uomini, la malattia viene rilevata più spesso rispetto alle donne);
  • predisposizione genetica;
  • stile di vita inattivo e obesità;
  • prevalenza nella dieta di carboidrati e cibi grassi;
  • costipazione e disbiosi persistenti;
  • diverticolosi e tumori intestinali.

Sintomi di polipi nell'intestino

Nella maggior parte dei casi, i polipi nell'intestino non si manifestano, specialmente quelli piccoli, quindi la patologia non viene diagnosticata tempestivamente e non può essere curata.

Se ci sono polipi nel colon, il paziente può presentare i seguenti reclami:

  • dolore nell'addome;
  • stipsi e diarrea alternati;
  • falsa voglia di defecare (tenesmo);
  • disagio durante i movimenti intestinali;
  • l'aspetto di sangue e muco sulle feci e tra i periodi di movimenti intestinali.

Nel piccolo e nel duodeno i polipi sono raramente formati, i sintomi compaiono quando raggiungono grandi dimensioni. E questo è dovuto al fatto che i tumori costruiscono il lume intestinale, risultando nel seguente:

  • sensazione di pienezza nello stomaco;
  • dolore epigastrico;
  • bruciori di stomaco;
  • eruttazione;
  • nausea, a volte anche vomito.

Se la malattia non viene diagnosticata e non viene trattata, il suo esito può essere un'ostruzione intestinale elevata.

Diagnosi di polipi nell'intestino

È impossibile stabilire una diagnosi senza particolari procedure diagnostiche: in base a reclami e risultati di laboratorio, il medico può solo assumere la presenza di neoplasie nell'intestino. Proctologi e endoscopisti sono impegnati nella diagnosi di questa malattia.

Esame rettale digitale

Questo è il primo studio obbligatorio eseguito su un paziente con sospette formazioni a livello intestinale. Il medico sente le parti più vicine del retto, durante lo studio possono essere identificate varie patologie che possono essere i "colpevoli" della comparsa dei sintomi.

Metodi a raggi X.

L'Irrigoscopia è uno studio dell'intestino crasso che utilizza un agente di contrasto che viene somministrato retrogradamente, cioè con l'aiuto di un clistere attraverso il retto. Questo metodo consente di visualizzare le caratteristiche della struttura dell'intestino crasso e di identificare le varie formazioni in esso contenute (difetti di riempimento). Rilevare piccoli polipi spesso non è possibile con questo test.

Se si sospetta la presenza di polipi o altri difetti nelle sezioni più alte, viene esaminato il passaggio del bario attraverso l'intestino. Il paziente prima dell'esame deve bere una soluzione con un agente di contrasto. Dopo alcune ore, vengono prese le radiografie, in cui, al passaggio del mezzo di contrasto, vengono visualizzate diverse parti dell'intestino.

Metodi endoscopici

La rectoromanoscopia è un metodo diagnostico che consente di ispezionare il retto e le parti distali del colon sigmoideo, a circa 20-25 cm dall'ano. Con l'aiuto del dispositivo, il medico può:

  • valutare visivamente la condizione della mucosa intestinale;
  • esaminare i tumori, se del caso;
  • prendere il materiale per una successiva biopsia.

La colonscopia è il "gold standard" nella diagnosi delle malattie del colon. Questo metodo consente di esaminare l'intestino quasi per tutta la sua lunghezza (fino a 1,5 m). Con l'aiuto di un colonscopio, un medico può:

  • ispezionare la mucosa, rivelando i polipi più piccoli della dimensione di pochi mm;
  • prendere materiale per biopsia;
  • rimuovere l'educazione.

Trattamento dei polipi intestinali

Il trattamento radicale di questa malattia è possibile solo con la chirurgia. È impossibile liberarsi dei polipi con l'aiuto di droghe.

La rimozione endoscopica di polipi sulle pareti dell'intestino crasso viene eseguita utilizzando un sigmoidoscopio o colonscopio. Il più delle volte, l'operazione viene eseguita in anestesia generale.

  1. Quando vengono rilevati polipi nel retto, viene eseguita la loro escissione transanale, la maggior parte di queste operazioni viene eseguita con l'aiuto dell'anestesia locale. Si raccomanda di rimuovere l'educazione in questa parte dell'intestino, anche se di piccole dimensioni e di natura benigna, poiché sono spesso feriti, causando sintomi spiacevoli per il paziente.
  2. Se la formazione endoscopica non può essere rimossa, allora la rimozione viene eseguita attraverso un'incisione nella parete dell'intestino, un'operazione del genere viene chiamata colotomia.
  3. Nella poliposi, quando ci sono più di cento polipi e sono concentrati in una sezione dell'intestino, l'area interessata viene rimossa e l'anastomosi viene applicata tra le estremità dell'intestino.

Polipi intestinali: è un cancro o no?

Questa domanda sorge in molti pazienti in cui si trovano polipi nell'intestino.

I polipi sono tumori benigni, non sono tumori, ma alcune delle loro specie possono malignarsi nel tempo (diventare maligne).

Quando vengono rilevati polipi durante la colonscopia, viene prelevato materiale bioptico. La ricerca di laboratorio consente di stabilire il tipo di neoplasie, che consente di trarre una conclusione sulla possibilità di neoplasie.

Polipi adenomatosi (ghiandolari)

La probabilità di malignità di questo tipo di polipi è molto alta, nell'85% dei casi 5-15 anni dopo il rilevamento del tumore del colon-retto nei pazienti. Maggiore è la dimensione di tali polipi e maggiore è il loro numero, maggiore è la probabilità di un decorso sfavorevole della malattia, pertanto i polipi adenomatosi sono spesso chiamati precancro.

I pazienti che hanno polipi adenomatosi in base ai risultati della biopsia sono raccomandati per rimuoverli con successiva colonscopia di controllo annuale. Ci sono prove che le persone i cui genitori erano "proprietari" di polipi di questo tipo (anche se non arrivavano al cancro del colon), il rischio di questa patologia aumenta del 50%.

Inoltre, istologicamente secernono polipi iperplastici, infiammatori e hamartomatici, che sono estremamente raramente rinati nel cancro. Polipi di piccole dimensioni, con una bassa probabilità di malignità, che non causano alcun sintomo, di solito non vengono rimossi, e per i pazienti è raccomandato un esame regolare.

Raccomandazioni dell'OMS

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di eseguire la colonscopia diagnostica su tutte le persone che hanno compiuto 55 anni e poi ogni 10 anni (in assenza di disturbi e sintomi caratteristici dei polipi nell'intestino). Questa raccomandazione è dovuta al fatto che in oltre l'85% dei casi il cancro del colon è rilevato in pazienti di età superiore ai 60 anni.

Il limite di età per il primo studio è ridotto a 45 anni, se la poliposi o il cancro intestinale sono stati identificati in una famiglia di parenti di prima linea (madre, padre, fratelli), specialmente all'età di 45 anni.

Diversi paesi hanno i propri standard per incorporare questa procedura nel piano degli esami medici. In molti paesi europei, si raccomanda di eseguire la colonscopia ogni anno a tutte le persone di età superiore ai 45 anni e un esame del sangue occulto nelle feci è anche incluso nel piano di esame (la reazione di Gregersen).

Se ci sono dei reclami che possono indicare la presenza di questa malattia, una colonscopia viene eseguita come indicato dal medico, indipendentemente dall'età del paziente. Casi frequenti di rilevamento di polipi benigni nei bambini.

Tali raccomandazioni sono dettate da statistiche deludenti. Negli ultimi 30 anni, il cancro del colon-retto, il cui precursore è spesso polipo nell'intestino, è giunto al secondo posto tra le cause di morte per cancro nei paesi sviluppati. Inoltre, nella stragrande maggioranza dei casi, la malattia viene diagnosticata già allo stadio III o IV, quando il trattamento radicale è impossibile o inefficace. Pertanto, l'inclusione della colonscopia in un piano di indagine per le persone di età superiore a 45 anni è una delle misure più efficaci per prevenire il cancro del colon.

Uno specialista parla di polipi del colon:

Polipi nell'intestino - i primi sintomi e manifestazioni. Diagnosi, rimozione e trattamento della poliposi intestinale

Il corpo umano è costantemente aggiornato, spesso appare tumore che non reca danno diretto, ma non è naturale dal punto di vista della fisiologia. Le crescite benigne possono interferire con la normale attività della vita.

Quali sono i polipi nell'intestino?

I polipi sono una patologia benigna che colpisce il lume intestinale o altri organi cavi. Rappresentano una specie di tumore (un ammasso di cellule) di piccole dimensioni, che è attaccato con una gamba o un'ampia base ai tessuti e si gonfia nella cavità intestinale. Tale educazione è caratteristica di qualsiasi età, specialmente nei pazienti che ereditano la poliposi intestinale.

Che cosa causa polipi nell'intestino?

Poliposi (codice ICD 10 - D12) si riferisce a malattie con eziologia non rilevata (occorrenza). Ciò significa che la medicina moderna non è ancora in grado di determinare la causa della comparsa di tumori nell'intestino. Ci sono tre teorie che spiegano l'aspetto delle neoplasie, ma nessuna di esse è dimostrata. Ognuno di loro ha un fondamento scientifico, ma considera solo uno dei fattori chiave della poliposi:

  1. Teoria infiammatoria Le formazioni sono uno stadio intermedio tra il cancro e il processo infiammatorio locale dell'organo, pur essendo una massa benigna.
  2. Teoria disregeneratoria afferma che una malattia è un disturbo o troppo frequente attivazione casuale del processo di rigenerazione delle cellule danneggiate, che porta ad un aumento della crescita in questo luogo.
  3. Teoria embrionale Afferma che lo sviluppo embrionale patologico delle membrane mucose a causa di lesioni o infiammazioni è coinvolto nella comparsa di tumori.

Un diverso approccio alla causa principale non contraddice il fatto che le ragioni per la formazione dei polipi nell'intestino siano le seguenti (con le quali la maggior parte degli esperti concorda):

  • predisposizione genetica (fattore ereditario);
  • dieta scorretta con il predominio di grassi animali, carboidrati;
  • stile di vita sedentario;
  • malattia da reflusso;
  • patologia dell'intestino.

Sintomi di polipi nell'intestino negli adulti

Il polipo del retto, così come il polipo del colon, nella maggior parte dei casi clinici non è definito, non ha sintomi particolari. Il trattamento è molto difficile da avviare in tempo. Spesso, la terapia inizia con una forma sviluppata. I sintomi di polipi nell'intestino del complesso possono farti pensare di andare dal medico. Con le manifestazioni generali di una possibile malattia, è necessario consultare uno specialista. I segni della malattia sono i seguenti:

  • disagio addominale con dolore pronunciato;
  • movimento intestinale problematico e scomodo;
  • la presenza di sangue, muco nelle feci;
  • frequenti solleciti in bagno;
  • feci sciolte periodiche non sistematiche;
  • alternanza di stitichezza, ostruzione, diarrea;
  • dolore addominale, vomito, prurito, bruciore nel canale anale, comparsa di fasce di muco sulle feci (tipico della poliposi del colon).

Sintomi di polipi nell'intestino nei bambini

Il bambino da solo non può determinare da solo la presenza della malattia, quindi i genitori devono monitorare la salute dei bambini. I principali segni di polipi nell'intestino nei bambini sono gli stessi dei pazienti adulti. Con uno sgabello problematico o la comparsa di formazioni di sangue nelle masse fecali del bambino, è necessario mostrare al medico. I pazienti con istruzione secondaria hanno diversi tipi:

  1. Polipi giovanili Formato in 3-6 anni, la maggior parte di autoassorbimento senza conseguenze.
  2. Poliposi linfoide. Lo sviluppo della malattia si verifica nel periodo tra i sei mesi e la pubertà. I processi primari si formano all'età di 1-3 anni. Questo modulo è soggetto a trattamento obbligatorio a causa del rischio di patologie, emorragie, disagio permanente, problemi con la defecazione.
  3. Sindrome di Peutz-Jeghers. La malattia è prevalentemente ereditaria. Le formazioni sono localizzate nell'intestino tenue o nel retto. Sviluppo a lungo termine, una prospettiva positiva non cancella il trattamento obbligatorio.
  4. Poliposi adenomatosa (poliposi familiare del colon). Crescita di massa di formazioni fino a 3000 unità di volumi diseguali, che tendono a malignarsi.
  5. Sindrome di Gardner. Poliposi multipla nella localizzazione dei tumori, non solo nell'intestino, ma anche nello stomaco (formazione iperplastica), nella ghiandola tiroidea.

Tipi di polipi nell'intestino

A seconda della localizzazione nel corpo, la moderna classificazione endoscopica dei polipi identifica i seguenti tipi:

  1. Giovanile. Forma pediatrica della malattia che colpisce la mucosa del retto. Sembra un grappolo d'uva con una superficie liscia (polipo della gamba). Tali formazioni non si trasformano in forme maligne.
  2. Iperplastica. Formazioni coniche di piccole dimensioni (2-4 mm). Anche con un gran numero di manifestazioni come un ispessimento della mucosa intestinale. Molto raramente entra nel cancro.
  3. Ghiandolare. La forma più comune della malattia, il secondo nome è polipi adenomatosi. Formazione di una forma rotonda, con un grande aumento di oltre 2 cm nel 50%, si verifica la malignità.
  4. Villous - entrambi omonimi e ghiandolari - villosi: tali polipi iperplastici hanno un tappeto o una forma nodulare, disposti su un'ampia base. Localizzato nel retto e nel colon sigmoideo. Nel 90% dei casi entrano in forma oncologica.

Può un polipo svilupparsi in cancro?

Questa domanda chiede a quasi tutti i pazienti che si trovano di fronte al rilevamento di polipi. Anche se l'educazione stessa è benigna, ma tende alla degenerazione: tutto dipende dall'età, dal sesso, dalla localizzazione delle formazioni del paziente. Sopra sono stati forniti gruppi di rischio approssimativi con una probabilità di esito del cancro per vari tipi di tumori.

10 sintomi caratteristici dei polipi nell'intestino

I polipi nell'intestino, i cui sintomi non sono immediatamente rilevati, sono escrescenze benigne che si attaccano alle pareti intestinali. A volte questa montatura ha una base larga, ma può essere fissata con un piede. Quanto sono pericolosi questi tumori, come trattarli? Polipi - cos'è, come appare questa formazione, per quale motivo possono sorgere? Possono essere formati solo all'ano? Quali sono i sintomi e il trattamento? Se la formazione di benigni se rimuoverli? Questo articolo ti aiuterà a rispondere a queste domande.

localizzazione

Questa patologia si verifica in persone di diverse età. Anche se il polipo nell'intestino è di natura benigna, c'è ancora il rischio della sua transizione verso l'oncologia. La malattia è più comune nella popolazione maschile che nelle donne.

I polipi intestinali sono formazioni benigne composte da tessuti di confine (epiteliali ghiandolari), attaccati alla parete del peduncolo o su una base ampia.

luogo di distribuzione:

  1. I polipi compaiono più spesso nell'intestino durante l'adolescenza. Le statistiche indicano che neoplasie benigne nel colon si trovano in persone di età superiore al 40 - 15%, nei bambini e nei giovani - 25%. Di questi, il 4% dei pazienti ha avuto lesioni benigne che avevano già una condizione precancerosa.
  2. Circa il 70% di questi tumori sono attaccati al tessuto mucoso del retto e del colon sigmoideo.
  3. Il restante 30% è localizzato agli angoli della milza e del fegato, nel colon ascendente e nel colon.
  4. La poliposi intestinale causa tumori che si sono depositati all'interno del retto. E va notato che in 8 casi su 10, quando compaiono, il cancro del retto inizia a svilupparsi.
  5. Molto raramente influenzano la formazione del duodeno. Con questa patologia, tutti i pazienti vengono immediatamente inviati per un intervento chirurgico con l'assunzione della presenza di un tumore maligno. Le lesioni benigne sul duodeno (duodeno) sono chiamate acido-correlate, sono localizzate adiacenti al bulbo e vengono rilevate in pazienti con gastrite ad elevata acidità.
  6. Meno comuni sono i polipi duodenali, sono chiamati gall-condizionata, la loro posizione è l'area dello sfintere. Identificarli in pazienti con colecistite e colecistite calcicola. Problemi simili sono identificati in pazienti di età compresa tra 35 e 60 anni.
  7. L'educazione nell'intestino tenue è molto rara.

Quale motivo può provocare un'istruzione benigna?

Quali sono le cause dell'aspetto dei polipi? Per quanto strano possa essere, ma le ragioni esatte per la comparsa di polipi non sono state ancora identificate, perché questo problema è ancora poco conosciuto. Al momento, ci sono solo ipotesi su come ciò accada, che contribuisce all'emergere e allo sviluppo di questa educazione benigna. Pertanto, non vi è una risposta chiara alla domanda sul perché compaiano i polipi. Ci sono solo ipotesi e ipotesi:

  • Polipi nell'intestino - la causa della loro formazione può essere infiammata mucosa. Non danneggiano i tessuti sani. Pertanto, è possibile che le seguenti malattie precedano la comparsa di queste patologie: forse dopo la febbre tifoide; dopo enterite; a causa della colite ulcerosa; dopo o durante il periodo di proctosigmoidite; a causa della dissenteria. A riprova di questa ipotesi, vi è evidenza che, dopo il corso del trattamento di tutte le patologie elencate, le formazioni polifere scompaiono nello stesso momento. È possibile che discinesia o ritardi spesso ricorrenti di feci nel corpo possano fungere da stimolo per la formazione della poliposi. Nella maggior parte dei pazienti con infiammazione dell'intestino, polipi sono stati trovati nell'ano a causa del fatto che la persona ha stitichezza molto frequente.
  • L'influenza dell'ecologia Probabilmente solo i pigri non incolparebbero tutto sull'ambiente. Ciò è spiegato dal fatto che anche i bambini iniziano a soffrire di piaghe, che si sono verificati prima solo nell'età adulta.
  • Potenza. Molti prodotti vengono consumati da persone che irritano le mucose dell'intero tratto gastrointestinale (GIT). Nutrizione indiscriminata.
  • L'ipodinamica non fa altro che esacerbare la situazione.
  • Bere alcol e sigarette.
  • Lo stato delle navi. Cioè, qualsiasi cambiamento, per esempio, l'espansione varicosa può essere l'impulso per l'aspetto delle formazioni.
  • Qualsiasi patologia degli organi dell'apparato digerente associati alla mucosa intestinale.
  • Le cause dell'educazione possono essere genetiche. Ci sono casi in cui bambini sani sviluppano polipi, quindi assumono che in questo caso vi sia una predisposizione genetica.
  • Intolleranza al glutine o altre allergie alimentari.
  • C'è un'ipotesi per cui i polipi appaiono nel corpo, che i luoghi nell'intestino in cui si formano i polipi sono erroneamente formati nel periodo prenatale. E sono rivelati in seguito, a causa di ulteriori fattori.

Riconoscimento sintomo

Quando compaiono dei sintomi, dovresti andare dal proctologo.

È molto difficile rilevare la presenza di polipi nell'intestino, poiché non ci sono sintomi specifici delle loro manifestazioni. Qual è una barriera alla diagnosi precoce.

Se una persona sente uno o più sintomi elencati, questo è il motivo per chiedere consiglio al proctologo:

  • L'aspetto del dolore nell'addome.
  • Il verificarsi di disagio durante i movimenti intestinali.
  • L'aspetto di tracce sanguinolente sulle feci.
  • Con la comparsa di tracce di muco nelle feci.
  • Difficoltà nel movimento delle feci, che possono alternarsi con diradamento delle feci.
  • Frequente voglia di feci.

A volte i sintomi non specifici della poliposi del colon sono confusi con le emorroidi. La maggior parte dei pazienti con poliposi è caratterizzata dalla posizione del tumore sul lato sinistro dell'organo. Ci sono fino a 6 cm e provocano la comparsa di colite e altre patologie del colon.

I segni che indicano la presenza di poliposi sono la comparsa di fasce di muco e sangue nelle feci.

La malattia "poliposi" può svilupparsi lentamente senza dare segni della sua presenza. Viene rilevato più spesso per caso quando vengono effettuati esami endoscopici su persone con più di 50 anni. Ma se, per esempio, si verifica l'infiammazione, le letture possono cambiare drasticamente. Sia il muco che il sangue stanno già comparendo. In questo caso, non puoi esitare, ma devi fare una consulenza con il proctologo.

Nuove crescite che hanno occupato il colon sigmoideo causano il ristagno regolare delle feci, con alternanza di diarrea.

Questa malattia viene diagnosticata molto raramente, può provocare ostruzione intestinale e altre patologie.

I sintomi della poliposi dell'intestino tenue si manifestano:

  • flatulenza;
  • nausea e vomito;
  • bruciori di stomaco;
  • eruttazione;
  • sensazione di stomaco pieno;
  • dolori nella parte superiore dell'addome.

In questo caso, il dolore manifestava contrazioni nell'addome.

Le nuove crescite che compaiono in un duodeno di solito non disturbano affatto il lungo periodo.

Solo se le neoplasie hanno acquisito una grande dimensione, i pazienti iniziano a sentire:

  • dolore all'ombelico;
  • stomaco affollato;
  • eruttazione marcia, nausea;
  • appare un'ostruzione intestinale;
  • il guscio dei polipi sanguina.

Il processo di diagnosi della patologia

È molto difficile individuare la malattia in una fase iniziale, poiché i sintomi di un polipo sono difficili da notare. Ad esempio, i polipi duodenali, nella maggior parte dei casi, non si danno alla luce, una persona non sospetta nemmeno del loro sviluppo.

Per questo motivo, in molti paesi è stato approvato un decreto che dichiara che ogni persona con più di 40 anni deve donare le feci ogni anno per la presenza di sangue. Tali analisi consentono di rilevare il sangue, anche quando è visibile. Ma anche questo metodo può dare un risultato negativo in presenza di un tumore.

Classificazione per tipo

Secondo la struttura istologica dei tipi identificati di polipi nell'intestino:

  1. Aspetto adenomatoso con una superficie rotonda e liscia, ma densa. Di solito è coperto con una rete vascolare, quindi non viene escreto Le sue dimensioni possono essere grandi, il che aumenta il rischio di transizione verso uno stato di cancro.
  2. Vista fleecy. Questi polipi intestinali crescono su un'ampia area, formando un tappeto perché sono ricoperti di villi. Di questi, il 40% può svilupparsi in un tumore maligno.
  3. Le specie iperplastiche crescono a piccole dimensioni, il luogo della loro localizzazione della parete rettale.
  4. Vista amartomatosa: la formazione avviene con tessuto sano. Il loro aspetto è associato a straordinarie combinazioni di cellule, ma forse questo è il risultato di anomalie.
  5. Forma giovanile si forma nei bambini. Ha l'aspetto di un grappolo d'uva appeso allo stelo. In Oncology non va.

Polipo identificato nell'intestino, i cui segni determineranno il tipo di appartenenza, dovrebbero essere trattati. Da quale fase del suo sviluppo, verrà scelto il metodo appropriato di terapia.

La differenza del processo di trattamento

È impossibile alleviare il paziente dal problema con l'aiuto di medicinali. Il trattamento dei polipi intestinali non è possibile con l'aiuto di rimedi popolari. Devo rimuovere polipi? È possibile fare senza chirurgia? Un polipo del canale anale non viene trattato con medicine o supposte, ma deve essere rimosso.

Solo nei rari casi in cui il medico esegue un'endoscopia del retto, può rimuovere un polipo, se il tumore è piccolo, e anche se la sua posizione ha successo.

Misure di avvertimento

I polipi nell'intestino, i cui sintomi e trattamenti sono correlati, devono essere trattati. I sintomi di questa patologia possono essere notati quando la malattia si sviluppa in pieno svolgimento. Il trattamento è solo possibile chirurgico. Sebbene i polipi siano considerati benigni, è comunque auspicabile eliminarli tempestivamente.

Pertanto, la prevenzione dei polipi nell'intestino è molto importante. Ecco un adagio molto utile: è più facile prevenire che curare. È vero, c'è una circostanza, è difficile dirlo bene - il processo di maturazione dei polipi è molto lento. I sintomi speciali non sono osservati. Quindi cosa fare? I medici raccomandano, al fine di evitare visite più frequenti a una consultazione con un medico, al fine di conoscere lo stato della loro salute.

Bene, quelli che hanno già fatto la rimozione, è necessario nel periodo postoperatorio seguire una dieta e visitare un medico entro il termine specificato.

E assicurati di seguire le regole della nutrizione:

  1. Cerca di rispettare il regime. Se il cibo arriva allo stesso tempo, il corpo si abitua a produrre enzimi a questo punto. E il processo di digerire il cibo è normalizzato.
  2. La potenza dovrebbe essere frazionale. Con questo approccio, il carico sull'intestino si riduce.
  3. Acqua da bere molto, fino a tre litri al giorno.
Cosa evitare:
  1. In modo che lo sviluppo di peritonite non si verifica, è necessario rimuovere completamente i legumi, noci e funghi dalla dieta.
  2. Il cibo non dovrebbe essere grasso.
  3. Il cibo dovrebbe essere ben masticato.
  4. Il cibo dovrebbe essere ben bollito, cotto a vapore o cotto al forno. Non farti coinvolgere in carne grassa e fritta.
  5. La dieta dovrebbe contenere carne di pollo, tacchino, carne di manzo non grassa, latte e latticini, preferibilmente scremato, uova.
  6. Abbandonare piatti piccanti, uso di spezie.

In qualsiasi disturbo intestinale, i sintomi possono indicare lo sviluppo di infiammazione nel tratto gastrointestinale, che deve essere immediatamente curato in modo che non possa formarsi un polipo. Appariranno segnali simili del corpo, è necessario essere attenti a se stessi.

Polipi nell'intestino: segni, sintomi, trattamento negli adulti

Le appendici polifere nell'intestino sono una delle patologie più comuni dell'apparato digerente. I polipi sono localizzati principalmente nell'intestino crasso e nel retto. Crescono a lungo senza sintomi e vengono spesso rilevati per caso durante l'esame endoscopico. A causa dell'elevato rischio di ozlokachestvleniya, i polipi nell'intestino sono raccomandati per essere rimossi chirurgicamente.

Quali polipi ci sono?

A seconda della struttura morfologica dei polipi intestinali possono essere i seguenti tipi:

  • ferroso (adenomatoso);
  • iperplastica;
  • villoso (papillare);
  • giovanile;
  • ghiandolare-villoso (adenopapillare).

I polipi ghiandolari sono più comuni nell'intestino crasso. Sono identificati da esperti nella maggior parte dei pazienti con processi polipo. Il polipo adenomatoso è capace di magnetizzazione (malignità). Esternamente, assomiglia a crescite di funghi situati lungo la membrana mucosa. Di solito, il polipo adenomatoso ghiandolare non sanguina, e questo è il motivo per l'inizio ritardato del trattamento.

Il polipo iperplastico non è soggetto a malignità. È un morbido nodulo che si solleva leggermente sulla membrana mucosa. Allo stesso tempo, l'intestino è praticamente invariato a causa delle dimensioni ridotte del tumore (i polipi iperplastici di diametro non superano i 3-5 mm).

I polipi Fleecy possono essere sotto forma di nodi o formazioni striscianti di un colore rosso saturo. Localizzati nel retto, hanno molte navi, quindi spesso sanguinano e rilasciano abbondanti secrezioni di muco. Appartengono a tumori benigni, ma sono soggetti a trattamento chirurgico.

I processi polipici giovanili possono raggiungere grandi dimensioni. Avere una gamba e vengono rilevati principalmente nei bambini e negli adolescenti Per malignità non incline. Situato da solo

La forma intermedia tra le formazioni papillare e quella adenomatosa sono i polipi adenopapillari nell'intestino. Sono accompagnati da moderato rischio oncogenico.

Perché compaiono polipi?

Le cause esatte dei polipi nell'intestino non possono essere specificate. Gli esperti fanno solo supposizioni analizzando la storia dei pazienti negli ultimi decenni. I medici avanzano diverse ipotesi che spiegano perché le escrescenze polifere possono comparire sulle pareti intestinali. Uno dei motivi principali è un processo infiammatorio cronico nell'area della mucosa associata a una dieta scorretta, malattie infettive, cattive abitudini, basso contenuto nella dieta delle fibre.

Formazioni con alto rischio oncogenico appaiono a causa dell'alto contenuto nella dieta di grassi animali, cibi fritti contenenti agenti cancerogeni. Sullo sfondo della mancanza di frutta e verdura fresca, la peristalsi intestinale è ridotta, il suo contenuto è a lungo contatto con le pareti intestinali. Gli agenti cancerogeni degli alimenti trasformati vengono assorbiti nell'epitelio, causando processi iperplastici nelle cellule ghiandolari.

Il gruppo a rischio per la formazione di polipi comprende persone che:

  • spesso consumano bevande e cibi che irritano la membrana mucosa del tubo digerente;
  • soffre di stitichezza cronica;
  • subì procedure diagnostiche o operative traumatiche sull'intestino;
  • abusare di bevande alcoliche;
  • avere patologie croniche del tratto gastrointestinale, in particolare la natura infettiva-infiammatoria;
  • impegnato in pesanti lavori fisici;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • mangiare fast food, carne grassa, prodotti fast food contenenti carcinogeni e conservanti;
  • prendi una piccola fibra insieme al cibo.

Possibili complicazioni

È impossibile lasciare senza l'attenzione di specialisti alcuna formazione nell'intestino, in particolare polipi, inclini alla malignità. Spesso vengono formati senza ulteriori segni e una persona può non conoscere la loro presenza per molti anni fino a quando non supera l'esame o ci sono evidenti manifestazioni cliniche della malattia. Ma cosa sono i polipi così pericolosi nell'intestino? Perché hanno bisogno di essere trattati in tempo?

Il principale pericolo dei polipi è l'ossidazione. È il rischio di una rinascita nel cancro che la maggior parte degli specialisti di allarme. Polipi adenomatosi particolarmente pericolosi del colon. Non sono inclini alle ulcerazioni e il paziente non ha saputo per decenni di soffrire di patologia precancerosa. Il tasso medio di degenerazione di un polipo ghiandolare nel cancro è di 7-10 anni. Ma gli esperti preferiscono non rischiare e portare a termine l'operazione subito dopo la scoperta di processi polipici.

Con il percorso a lungo termine e la crescita attiva, i polipi possono portare alle seguenti complicazioni:

  • costipazione cronica;
  • sanguinamento;
  • ostruzione intestinale;
  • flatulenza prolungata;
  • l'anemia;
  • stitichezza, diarrea;
  • inversione dell'intestino;
  • perforazione della parete intestinale;
  • infiammazione cronica delle pareti intestinali a causa di danni alle pareti del tumore.

Per evitare complicazioni, è necessario quando i primi sintomi di polipi compaiono nell'intestino, contattare immediatamente gli specialisti per un ulteriore esame.

Le persone con una storia di malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale, eredità sfavorevole, sono raccomandate regolari esami preventivi di specialisti. Ciò consentirà l'inizio del trattamento precoce e la liberazione dei polipi in modi meno traumatici.

Quadro clinico di polipi

Nella maggior parte dei pazienti, i segni dei polipi sono assenti per lungo tempo, fino a quando la formazione raggiunge la dimensione massima. Nuove crescite, spremere il tessuto circostante, causando ischemia locale. Interferiscono con la promozione delle masse fecali, causando stitichezza, sanguinamento, dolore e altri segni di polipi intestinali.

I polipi duodenali crescono asintomaticamente. I dolori appaiono nel mezzo della malattia, localizzati nell'addome, accompagnati da pesantezza allo stomaco, nausea, frequenti eruttazioni. Nella crescita attiva, un polipo può chiudere il lume del duodeno, con il risultato che il cibo è nello stomaco per lungo tempo. In tale stato, i dolori diventano acuti, assomigliando a manifestazioni di ostruzione intestinale.

I polipi nell'intestino tenue crescono anche per lungo tempo senza sintomi luminosi. I pazienti si lamentano di flatulenza regolare, dolore addominale, nausea costante. Se il tumore è localizzato all'inizio dell'intestino tenue, si verificano spesso attacchi di vomito. I grandi polipi portano a torsione intestinale, ostruzione intestinale, causa di sanguinamento e altri sintomi acuti che richiedono cure mediche immediate.

Polipo nel colon per lungo tempo cresce inosservato dal paziente. Può essere formato a causa di un'altra patologia dell'apparato digerente. I polipi nell'intestino di questa localizzazione nella maggior parte dei casi sono accompagnati dal rilascio di muco e sangue dall'ano. Alcuni mesi prima dell'apparizione delle manifestazioni cliniche caratteristiche, i pazienti notano il disagio nell'area intestinale, i disordini digestivi possono comparire nella forma di diarrea e di costipazione alternanti.

Come rilevare i polipi intestinali?

Per individuare escrescenze polifere sulle pareti intestinali, gli specialisti usano i seguenti metodi di ricerca:

  • colonscopia;
  • esofagogastroduodenoscopia;
  • biopsia endoscopica;
  • tomografia computerizzata;
  • imaging a risonanza magnetica;
  • clisma opaco;
  • sigmoidoscopia;
  • esame istologico

Per fare una diagnosi accurata, determinare il numero e la posizione della localizzazione del neoplasma, è necessario più di uno studio, ma diversi contemporaneamente. Se gli specialisti non prescrivono ancora un'operazione e scelgono una tattica di attesa, vengono effettuati regolari esami endoscopici del lume intestinale durante i quali è possibile valutare le condizioni delle mucose e la qualità del trattamento.

Caratteristiche del trattamento

Trattamento dei polipi a livello intestinale il più presto possibile. La terapia conservativa viene utilizzata nella fase preoperatoria, al fine di ridurre le dimensioni dei tumori. Nella maggior parte dei casi è necessario un intervento chirurgico. Il trattamento conservativo è anche usato in presenza di polipi multipli che coprono la mucosa dell'intero tratto gastrointestinale. Le tattiche incinte sono anche applicate a pazienti anziani che hanno controindicazioni all'intervento chirurgico.

Tra i metodi più comuni di trattamento chirurgico sono i seguenti:

  • polipectomia endoscopica;
  • ablazione transanale;
  • rimozione di un polipo durante la colotomia;
  • resezione di una parte o di tutto l'intestino.

I polipi del retto vengono rimossi utilizzando l'endoscopia. Gli strumenti microchirurgici sono inseriti attraverso le aperture naturali e sotto il controllo dell'ottica, uno specialista esegue l'escissione dei tumori. I materiali raccolti sono inoltre soggetti a uno studio dettagliato. Se gli specialisti individuano le cellule maligne, il trattamento sarà completato con la chemioterapia.

La chirurgia endoscopica è spesso combinata con l'elettrocoagulazione della base del polipo. Poiché l'intervento chirurgico viene eseguito senza gravi lesioni, il periodo di riabilitazione è ridotto. I pazienti tollerano la rimozione endoscopica dei polipi bene, mentre il rischio di recidiva della patologia mentre aderisce alle raccomandazioni mediche e la dieta è minima.

La rimozione transanale dei tumori viene effettuata con speciali forbici o un bisturi, dopo di che i tessuti mucosi vengono suturati. Tali operazioni vengono utilizzate se necessario per rimuovere i polipi vicino all'ano. L'escissione viene eseguita in anestesia locale. Per comodità del chirurgo, il canale anale è dilatato con uno speculum rettale.

La colonscopia viene utilizzata in presenza di polipi o polipi ampi localizzati nel colon sigmoide. Le neoplasie vengono asportate insieme alle mucose adiacenti e quindi suturate. Con poliposi familiare e diffusa, è spesso necessario asportare l'intero intestino crasso. Gli specialisti durante l'operazione collegano la fine dell'ileo con l'ano.

Per garantire l'assenza di recidiva dopo la rimozione del polipo non può uno specialista. Tutti i tessuti rimossi sono sottoposti ad esame istologico, durante i primi anni dopo il trattamento chirurgico, i pazienti sottoposti regolarmente a diagnostica profilattica.

È indicato non solo per i pazienti con una storia di polipi, ma anche per tutte le persone che hanno raggiunto l'età di 40 anni.

Poliposi diffusa

Poliposi diffusa è una patologia ereditaria, accompagnata da lesioni multiple di tutto il grosso intestino e parti adiacenti del tubo digerente da polipi. La malattia è più comune tra i parenti di pazienti con la stessa patologia. La poliposi porta allo sviluppo del cancro del colon-retto. Evitare lo sviluppo della malattia è quasi impossibile, poiché si verifica a seguito di una mutazione in un particolare gene responsabile della proliferazione della membrana mucosa del canale alimentare. Come risultato di questo difetto, il tessuto epiteliale cresce rapidamente con la formazione di polipi multipli.

I pazienti spesso scoprono la presenza di poliposi diffusa durante l'adolescenza, quando compaiono dolore addominale, diarrea sanguinolenta e altri segni caratteristici della malattia. Tali pazienti stanno ingrassando male, spesso sembrano esausti. A causa della cronica perdita di sangue, l'anemia si sviluppa, la pelle diventa pallida. Il proctologo riesce a rilevare numerosi polipi anche durante un normale esame rettale.

L'ingrandimento delle formazioni polifere si verifica nella maggior parte dei pazienti. Il trattamento è sempre rapido, e prima i pazienti cercano aiuto, più basso è il rischio di cancro intestinale. Nella fase iniziale, è possibile la resezione del retto e del colon sigmoideo. In questo caso, lo sfintere può essere mantenuto. Con l'ampia distribuzione della poliposi richiede l'uso di anastomosi. Se viene rilevato un cancro, viene eseguita una colectomia totale con lo sfintere rimosso e viene creata una stomia nella parete addominale.

Dieta polipare

La natura della nutrizione influenza direttamente la frequenza dei polipi. Se c'è poca fibra nella dieta e molto cibo ricco di agenti cancerogeni, si creano condizioni favorevoli per l'iperplasia della membrana mucosa, la progressione della costipazione e il danneggiamento dell'epitelio con le masse fecali con la sua ulteriore crescita. Non farti coinvolgere in legumi, sottaceti e carni affumicate. Questi prodotti sono in grado di provocare un processo infiammatorio nel tratto digestivo.

Una dieta rigorosa per polipi nell'intestino non viene effettuata. Si raccomanda di abbandonare l'alcol, i piatti speziati, le mucose irritanti. La dieta dovrebbe essere fibra naturale. Puoi prenderlo da verdure, frutta, cereali. La spugna simile a cellulosa pulisce l'intestino e promuove le masse fecali, prevenendo la comparsa di stitichezza. Il cibo dovrebbe essere a una temperatura confortevole - caldo, ma non caldo o freddo.

Le persone con polipi intestinali si consiglia di utilizzare i seguenti piatti:

  • porridge passato;
  • zuppe su brodo di carne magra;
  • frutta non acida, verdure bollite;
  • frutti di mare;
  • bevande di acido lattico, fiocchi di latte.

L'alcol è controindicato in qualsiasi forma. L'accettazione di alcol può causare sanguinamento e provocare lo sviluppo di ostruzione intestinale in grandi polipi. Si raccomanda inoltre di smettere di fumare, poiché la nicotina e il catrame contengono sostanze cancerogene che possono causare la degenerazione dei tessuti.

prevenzione

La prevenzione di alta qualità dei polipi intestinali dovrebbe iniziare molto prima del loro rilevamento. Nessuno è immune dallo sviluppo di questa malattia e il rischio del loro aspetto non può essere completamente escluso. Ma, seguendo le seguenti raccomandazioni, è possibile ridurre al minimo la probabilità di crescita di formazioni polifere:

  • seguire le regole della nutrizione, mangiare il meno possibile cibi fritti contenenti agenti cancerogeni;
  • aumentare la quantità di fibra vegetale nel cibo, bevande a base di latte fermentato che supportano la microflora intestinale sana;
  • rifiutare forti bevande alcoliche, fumare;
  • Trattare tempestivamente le malattie del tratto gastrointestinale, combattere la stitichezza cronica;
  • condurre uno stile di vita attivo, controllare il peso;
  • Non trascurare gli esami preventivi, dopo aver raggiunto i 40 anni di età, eseguire regolarmente la diagnosi intestinale utilizzando tecniche moderne.

Quando i polipi nel cibo intestinale dovrebbero essere frequenti. Mangi i piccoli pasti, ma almeno ogni 2-3 ore. In questo caso, il cibo trasformato non ristagna nei cicli intestinali per un lungo periodo di tempo. Particolare attenzione alla prevenzione della poliposi dovrebbe essere prestata a persone che hanno una predisposizione ereditaria alla comparsa di polipi.

La medicina tradizionale aiuterà?

Molte persone sono interessate a sapere se la medicina tradizionale aiuta dai polipi nell'intestino? Va immediatamente notato che le escrescenze polifere sono gravi neoplasie, spesso complicate dal cancro del colon-retto. Se il polipo adenomatoso o le formazioni adenopapillari non vengono rimosse in tempo, i tessuti possono ingrandirsi per diversi anni. Pertanto, i rimedi popolari dovrebbero essere considerati solo in aggiunta ai metodi chirurgici per la rimozione delle neoplasie intestinali. Anche se ora il polipo non ha segni di ozlokachestvleniya, possono apparire in pochi mesi o anni.

Per quanto riguarda l'efficacia della medicina tradizionale per la poliposi, ci sono ancora controversie nel mondo scientifico. Molti medici ritengono che i metodi tradizionali possano essere usati solo a scopo profilattico e che i polipi vengano rimossi immediatamente prima che diventino maligni. Sta a te decidere se usare o meno i metodi tradizionali di trattamento.

Uno dei modi conosciuti per trattare i polipi è usare una miscela speciale a base di semi di zucca, tuorli di pollo e olio vegetale. È necessario prendere 12 cucchiai da dessert di semi di zucca, macinarli nella farina, mescolare con 7 tuorli di pollo bolliti e 2 tazze di olio vegetale. La composizione risultante deve essere accuratamente miscelata e tenuta per 15 minuti a bagnomaria. Dopo di ciò, puoi iniziare il trattamento. I mezzi sono presi al mattino, prima dei pasti, entro una settimana. Singola dose - 1 cucchiaino.

I polipi dell'ano vengono rimossi con una miscela di polvere secca di celidonia e vaselina borica. I tamponi con questa composizione vengono inseriti nell'ano più volte al giorno. Tratta polipi e decotti di coni di luppolo. Lo strumento viene utilizzato per una settimana, quindi effettua una breve pausa. Quando poliposi utili prodotti delle api. Assumere regolarmente miele naturale, polline, pappa reale. Tutti questi prodotti hanno aumentato l'attività biologica, la capacità di attivare le riserve interne del corpo e sintonizzarsi per il recupero.

Cause e sintomi di polipi nell'intestino, trattamento e rimozione

I polipi nell'intestino sono tumori benigni, spesso localizzati sulle sue pareti interne, come in altri organi cavi. Tali escrescenze sono formate dall'epitelio ghiandolare e sporgono nel lume dell'intestino, a volte poggiano sul peduncolo, e talvolta è assente, e poi parlano di polipi su una base ampia.

I polipi intestinali sono indicati come malattie precancerose, poiché spesso subiscono degenerazione maligna (specialmente nella forma ereditaria di poliposi). Pertanto, quando vengono rilevati nell'intestino, i medici raccomandano inequivocabilmente la rimozione chirurgica. La difficoltà di diagnosticare la malattia sta nel fatto che i polipi danno sintomi lievi, anche se a volte è possibile sospettare la loro presenza su un numero di segni clinici (gonfiore, stitichezza, prurito e sensazione di corpo estraneo nell'ano).

La consistenza delle formazioni è morbida, per quanto riguarda la forma, può essere variata: sferica, ramificata, a fungo. Molto spesso, le escrescenze si formano nel retto o nella parte inferiore del colon. Nei polipi intestinali superiori sono estremamente rari. Ad esempio, solo il 0,15% dei casi viene rilevato nel duodeno. Il loro colore varia, può essere rosso scuro, grigio-rossastro, con una sfumatura gialla. A volte il muco si trova sulla superficie dei polipi.

Secondo le statistiche, la poliposi intestinale è una malattia comune. Circa il 10% delle persone che hanno tagliato il traguardo all'età di 40 anni hanno tumori benigni nei loro intestini. E negli uomini, si formano 1,5 volte più spesso. Più velocemente viene rilevata la patologia, maggiori sono le possibilità di prevenirne la malignità. Spesso aiuta a studiare le masse fecali per il sangue nascosto. Quando l'operazione per rimuovere i polipi dall'intestino viene effettuata in modo tempestivo, nel 90% dei casi diventa la chiave per la sopravvivenza umana.

Sintomi di polipi nell'intestino

È spesso impossibile sospettare la presenza di un polipo per alcuni sintomi, che è associato all'assenza di specifiche manifestazioni cliniche della patologia. Il grado della loro gravità dipende dalla dimensione della formazione, dove esattamente si trovano nell'intestino, e anche dal fatto che la loro malignità si sia verificata o meno.

Tra i possibili sintomi dei polipi nell'intestino:

La secrezione di muco e sangue, che è più spesso osservata in presenza di adenomi villosi;

Se i polipi sono di dimensioni impressionanti, allora il paziente si lamenta di dolori periodicamente sorti che sono crampi in natura. Si verificano nell'addome inferiore. Inoltre, c'è il muco e il sangue, così come la stitichezza che si verifica nel tipo di ostruzione intestinale. Spesso, con grandi polipi, una persona avverte una sensazione di corpo estraneo nell'ano;

In parallelo con i polipi, il paziente ha spesso altre patologie dell'apparato digerente, che lo portano a sottoporsi a un esame completo, durante il quale il tumore viene rilevato per caso;

Lo sviluppo del cancro del colon-retto si verifica 5-15 anni dopo la formazione di un polipo adenomatoso villoso. Ozlokachestvennost si verifica nel 90% dei casi;

Gli ovvi sintomi dei polipi sono disturbi persistenti della peristalsi. Può essere diarrea e costipazione. Più grande è la formazione, più spesso la stitichezza si verifica quando il lume dell'intestino si restringe. Di conseguenza, si forma un'ostruzione intestinale parziale;

Il paziente può provare una sensazione di pienezza nello stomaco, che soffre di eruttazione e nausea;

Se c'è dolore nell'intestino, può essere sospettato l'inizio del processo infiammatorio;

Un motivo di emergenza per andare dal dottore è l'inizio del sanguinamento dall'ano. Questo è un sintomo abbastanza serio e può indicare un processo maligno nell'intestino;

Se un polipo ha una gamba lunga, potrebbe fuoriuscire dall'ano, anche se questo è abbastanza raro;

L'ipokaliemia è il risultato di un malfunzionamento dell'intestino dovuto alla presenza di grandi polipi con processi a forma di dito in esso. Essi secernono una quantità significativa di sali e acqua, stimolando così la diarrea profusa. Ciò porta ad una diminuzione del livello di potassio nel sangue.

Cause di polipi nell'intestino

La medicina moderna non ha dati inequivocabili sull'eziologia della poliposi intestinale.

Tuttavia, ci sono alcune teorie che suggeriscono il meccanismo dello sviluppo della malattia:

Infiammazione cronica della parete intestinale. È stato stabilito che i polipi non possono iniziare a formarsi nei tessuti sani. Pertanto, questa ipotesi riguardo alla causa del loro verificarsi sembra la più ovvia. I processi infiammatori che si verificano nella membrana mucosa, fanno sì che l'epitelio si rigeneri più velocemente e questo può trasformarsi in una crescita incontrollata. Inoltre, gli scienziati sottolineano il legame tra il processo di formazione di polipi intestinali e malattie come dissenteria, colite ulcerosa, febbre tifoide, enterite, proctosigmoidite. La base di questa ipotesi è la scomparsa delle recidive della poliposi dopo aver eliminato queste malattie. Inoltre, la costipazione e la discinesia intestinale possono provocare la crescita di polipi. Si è constatato che le crescite polifere si trovano più spesso al posto dell'intestino, dove c'era congestione di feci e c'erano microtraumi;

Problemi di salute globali per la maggioranza della popolazione a causa del degrado ambientale. Non notare che l'indebolimento della salute nelle persone moderne è piuttosto difficile. Prima di tutto riguarda i bambini. Il numero di bambini con gravi anomalie congenite è in costante aumento. Molti bambini soffrono di malattie che in precedenza erano inerenti alle persone solo in età avanzata. Il processo di formazione dei polipi è influenzato anche da fattori come mangiare cibi con sostanze chimiche, inattività fisica, mancanza di aria fresca nelle condizioni di vita in città, abuso di alcool, fumo, abitudini alimentari;

Patologia dell'apparato digerente e vasi sanguigni. Lo stato della mucosa intestinale dipende in gran parte dai vasi sanguigni. Un effetto negativo della varicosi e della malattia diverticolare, aterosclerosi. Non possono influenzare la salute della patologia intestinale dell'apparato digerente (ulcera gastrica, gastrite, pancreatite, colecistite e altri);

Genetica. Si ritiene che l'ereditarietà gravata influisca sullo sviluppo della malattia. Ciò è confermato dal fatto che anche in uno scenario di salute assoluta si riscontrano crescite polifere in alcuni bambini. Gli scienziati spiegano questo fatto con un programma genetico che fa funzionare in modo diverso alcune sezioni intestinali;

Teoria embrionale Gli scienziati ipotizzano che le aree dell'intestino in cui si verifica la formazione di polipi si siano formate in modo errato durante lo sviluppo fetale. I sintomi della malattia cominciano ad apparire un po 'più tardi a causa dell'influenza di ulteriori fattori negativi;

Allergie alimentari, intolleranza al glutine. Se solo pochi decenni fa, un problema come l'intolleranza al glutine era raro, ora sempre più bambini soffrono di questa forma di allergia alimentare. Quando i prodotti contenenti questa proteina vengono ingeriti, il sistema immunitario inizia a reagire violentemente ad essa. Considera il glutine come agente estraneo, che causa danni alla mucosa che riveste l'intestino. Se si ignora l'inadeguata risposta immunitaria, una persona deve affrontare seri problemi di salute, tra cui il cancro dell'intestino e lo sviluppo dell'osteoporosi.

Oltre al fatto che ci sono cause comuni dello sviluppo di polipi nell'intestino, vengono presentati i fattori più probabili della loro formazione in vari dipartimenti, ad esempio:

Raramente la formazione di crescite polipose all'interno del duodeno è più spesso il risultato di una gastrite con acidità aumentata, colecistite o malattia del calcoli biliari. L'età del malato varia da 30 a 60 anni;

Ancora meno spesso vengono rilevate formazioni nella cavità dell'intestino tenue. Allo stesso tempo, sono combinati con polipi in altre parti dell'intestino e nello stomaco, più spesso diagnosticati in donne di età compresa tra 20 e 60 anni. La comparsa di escrescenze può essere innescata da molteplici fattori, tra cui il processo infiammatorio;

Formazioni trovate nel colon, il più delle volte il risultato di eredità negativa.

Qual è la probabilità di degenerazione del polipo nel cancro intestinale?

Circa il 75% di tutte le formazioni polifere trovate nell'intestino sono capaci di malignità. Tali crescite sono chiamate adenomatose. Per determinare il sottotipo di polipo adenomatoso, è necessario studiarlo al microscopio. I polipi possono essere tubolari, ghiandolari, villosi o semplicemente villosi. La prognosi più favorevole in termini di ozlokachestvleniya dà l'educazione tubolare. I polipi villosi sono i più pericolosi e più spesso rinati nel cancro.

La dimensione della formazione influisce anche sul fatto che un polipo sia minacciato di malignità. Di cosa si tratta, il rischio è più alto. Quando la crescita del volume supera i 20 mm, la minaccia è aggravata del 20%. A causa del fatto che anche i più piccoli polipi aumenteranno costantemente, devono essere rimossi immediatamente dopo il rilevamento.

Ci sono alcuni tipi di polipi che non sono minacciati di malignità: si tratta di formazioni iperplastiche, infiammatorie e hamartomatiche.

Le formazioni adenomatose sono le più pericolose. Hanno un alto potenziale di malignità.

I grandi polipi rinascono malignamente con un maggiore grado di probabilità.

Colonscopia, sigmoidoscopia e la sigmoidoscopia - procedure diagnostiche necessarie per il passaggio regolare per le persone oltre i 50 anni che hanno un'eredità pericolosa. Se le crescite non sono rilevate, allora la prossima volta si consiglia di venire in clinica dopo due anni;

Dopo l'eliminazione della formazione di adenomatosi, una persona viene regolarmente esaminata per nuovi polipi nell'intestino;

La medicina moderna ha prove speciali per diagnosticare una predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro intestinale. Questa tecnica consente di prevenire tempestivamente l'inizio della degenerazione oncologica dei polipi.

Diagnosi di un polipo nell'intestino

La fase iniziale della malattia non dà sintomi luminosi, quindi la maggior parte dei paesi sviluppati ha introdotto una consegna annuale obbligatoria di feci per rilevare il sangue nascosto in esso. Questa analisi consente di rilevare anche particelle di sangue invisibili che si accompagnano alle feci durante i movimenti intestinali. Tuttavia, anche un risultato negativo dell'analisi non può indicare che non ci sia assolutamente polipo nell'intestino.

Tecniche come la risonanza magnetica e la TC possono rilevare la crescita in alcune parti dell'intestino. Per diagnosticare loro nel retto e nel colon sigmoideo, è più opportuno sottoporsi a una sigmoidoscopia usando un rettoscopio. Questo dispositivo consente di visualizzare più a fondo la parete intestinale. Inoltre, i proctologi raccomandano una sigmoidoscopia profilattica ogni 5 anni. È necessario fare tutte le persone per oltre 50 anni.

La ricerca con le dita è un altro modo per rilevare crescite polifere, ragadi, tumori, cisti ed emorroidi nella parte terminale del retto e nell'ano.

L'irrigoscopia consente la visualizzazione di formazioni più grandi di 10 mm. Viene eseguita introducendo un agente di contrasto nell'intestino crasso ed eseguendo fotografie a raggi X.

Tuttavia, il metodo più moderno e informativo per diagnosticare la poliposi è la colonscopia. Permette di ottenere informazioni su eventuali patologie dell'intestino e, quando viene rilevato un polipo, è possibile eseguire immediatamente una biopsia. La biopsia risultante viene inviata per l'esame istologico e citologico.

È importante per un medico non prendere un polipo per un'altra istruzione simile ad esso:

Angioma. Questo è un tumore che ha più vasi ed è spesso manifestato da gravi emorragie;

Il lipoma è un piccolo tumore, spesso scegliendo la parte destra del colon;

Il mioma, che provoca ostruzione intestinale, viene raramente diagnosticato;

Un tumore non epiteliale che non ha un gambo e raggiunge allo stesso tempo una dimensione impressionante;

La malattia di Crohn può scatenare pseudopolipi, che si trovano nella parte superiore dell'intestino crasso;

Actinomicosi, che colpisce il cieco.

Differenziare il tipo di educazione aiuta principalmente l'istologia.

Domande e risposte popolari

Devo rimuovere polipi nell'intestino? La risposta a questa domanda è decisamente positiva. Qualsiasi polipo deve essere rimosso, il suo altro trattamento è impossibile.

Lo stomaco fa male ai polipi nell'intestino? Dolori di un carattere cramping possono essere osservati con grandi polipi. Allo stesso tempo la parte inferiore dell'addome e la regione iliaca sono dolorose. Inoltre, il dolore addominale può apparire sullo sfondo dell'infiammazione unita.

I polipi intestinali si rimuovono durante la rettoscopia? Durante questo studio diagnostico, possono essere rimosse formazioni di piccole dimensioni ben localizzate. In tutte le altre situazioni, è necessario un intervento chirurgico.

Trattamento dei polipi intestinali

Dopo che il polipo è stato accuratamente differenziato, il medico decide il metodo di rimozione. Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, non è praticato, in quanto non è in grado di salvare il paziente da crescita eccessiva. In alcuni casi, è indicato un farmaco, ma questa misura è temporanea e consente di preparare il paziente per l'operazione imminente. Ciò è particolarmente vero per i pazienti con un sistema immunitario indebolito e in età avanzata.

Per ridurre i farmaci prescritti dalla distensione addominale dal gruppo di antiflatulanti, ad esempio, Simeticone. In presenza di forti dolori, si consiglia di assumere antispastici, ad esempio No-shpy.

Rimozione di polipi intestinali

Indipendentemente dalla dimensione delle formazioni, ognuna di esse deve essere rimossa. Dopo questa procedura, viene eseguito un esame microscopico per la presenza di cellule atipiche.

I metodi più popolari per rimuovere le crescite nell'intestino sono:

Asportazione di polipo transrettale

La procedura viene eseguita utilizzando forbici o un bisturi. In questo modo, solo i polipi vicino all'ano possono essere rimossi dal corpo. Dovrebbero essere a non più di 10 cm dall'inizio dell'ano, sebbene una distanza di 6 cm sia considerata ottimale per tale operazione.

Il paziente viene iniettato con un anestetico locale. Più spesso usato per questo Novocaina 0,25%. L'anestesia generale è usata molto raramente. Dopo l'inizio dell'anestesia, il medico con uno specchio speciale spinge il canale anale e rimuove il polipo.

Quando la formazione ha un piede, viene utilizzato il morsetto di Billroth, con il quale viene fissato il piede. Formata sul difetto della membrana mucosa da suturare. Per questo è sufficiente un massimo di 3 nodi realizzati con una sutura di sutura. Non richiede rimozione e dopo un mese è completamente assorbito. Se il polipo è fissato su una base ampia, la rimozione viene effettuata tagliando il tumore dalla zona di una mucosa sana con l'aiuto di un'incisione ovale.

Nel caso in cui le crescite si trovino a una distanza superiore a 6 cm, ma a una distanza inferiore a 10 cm dall'ingresso all'ano, la tecnologia dell'operazione viene in qualche modo modificata. Con l'aiuto di uno speculum rettale, il canale anale viene aperto e quindi allungato dalle dita fino a quando non è completamente rilassato. Quindi viene inserito un campione ginecologico più grande che consente di retrarre la parete intestinale senza polipo. Quindi viene inserito uno specchio corto e il paziente deve essere pizzicato. Questo ti permette di portare educazione e dà al medico l'opportunità di catturarlo con una clip allungata di Billroth, o una clip fenestrata. Il medico rimuove lo specchio corto, un'anestesia aggiuntiva viene introdotta nella regione della base del polipo e quindi viene rimossa.

Polipectomia endoscopica

È consigliabile applicare questo metodo di rimozione di un polipo se le formazioni si trovano nelle parti centrali (prossimali) dell'intestino. Tale chirurgia è indicata come metodi chirurgici minimamente invasivi che possono essere utilizzati nello stato di sospensione del farmaco di un paziente. Durante la procedura, un endoscopio viene inserito nell'ano, con cui viene trovato un polipo. Dopo il suo rilevamento, il tumore viene rimosso utilizzando strumenti endoscopici. Il medico quindi si assicura che non ci sia emorragia e, se necessario, ricollega. Il polipo viene rimosso dal corpo del paziente con un endoscopio.

Se l'escrescenza ha una grande dimensione, allora deve essere rimossa non completamente, ma in parti. Questa procedura è chiamata scheggiatura. Questa è una tecnica piuttosto complicata, durante la quale può verificarsi un'esplosione di gas intestinali e perforazione della parete intestinale se la bruciatura è troppo grave. Pertanto, solo un proctologo o endoscopista appositamente addestrato può eseguire tale operazione. Dopo la rimozione di un grande polipo superiore a 20 mm, il paziente deve sottoporsi a una seconda endoscopia un anno dopo. Una persona non viene rimossa dal registro di un proctologo e ogni 3 anni deve sottoporsi a questa procedura, volta a identificare una possibile ricorrenza della malattia.

Asportazione elettrica

Un rettoscopio è inserito nella cavità del retto. Su di esso per il polipo spendere elettrico. Salta su un polipo, passa una corrente. La temperatura del loop aumenta, il tessuto epiteliale si riscalda. Di conseguenza, il tumore subisce una bruciatura termica e diventa morto. Quando il cappio viene stretto, la formazione viene interrotta e tirata fuori.

Questo metodo ha diversi vantaggi, in primo luogo, consente di prevenire lo sviluppo di sanguinamento, in quanto vi è una coagulazione istantanea dei vasi sanguigni.

Colotomia o resezione dell'intestino

L'operazione è indicata nel rilevamento di polipi nel colon sigmoideo, così come nella diagnosi di formazioni pelose con una base ampia. La procedura richiederà l'introduzione dell'anestesia generale. Quindi il medico fa un'incisione nella regione iliaca sinistra e il colon viene portato nel lume risultante. Trama polipo palpabile e aperto. Le zone pre-sanitarie impongono poltiglie morbide restrittive. Il tumore e parte della membrana mucosa su cui si trova vengono asportati, quindi i punti vengono posizionati su questo punto. L'intestino stesso è suturato in due file e la parete addominale anteriore a strati.

enterotomia

Intervento chirurgico finalizzato alla rimozione di polipi piccoli e attaccati alla gamba. A seconda della quantità di intestino che ha subito una crescita anormale, una duodenotomia (duodeno), un ileotomia (ileo), eunotomia (digiuno) sono isolati. La parte necessaria dell'intestino tenue viene sezionata con un bisturi o elettrocauterio, il polipo viene rimosso e il foro risultante viene suturato. L'operazione il più spesso non conduce a complicazioni, poiché il lume all'enterotomia standard si restringe leggermente.

Resezione segmentale dell'intestino tenue

L'operazione è indicata quando si osservano grandi polipi nell'intestino tenue o se la loro base è ampia. L'intera area in cui è localizzata la crescita è sottoposta a escissione. Le estremità dell'intestino si avvicinano e si forma una fistola interintestinale. Spesso, questo intervento diventa una causa dei disturbi digestivi in ​​futuro, poiché il paziente soffre di "sindrome dell'intestino corto".

Per quanto riguarda la prognosi per il recupero, è favorevole se la formazione è stata rilevata nelle fasi iniziali e prontamente rimossa dal corpo. Più a lungo i polipi sono nell'intestino e maggiori sono le dimensioni e il numero, maggiore è il rischio di rinascere in un tumore maligno. La probabilità di recidiva rimane piuttosto elevata anche dopo la completa rimozione del tumore, fino al 30%. Pertanto, è importante seguire il paziente e sottoporsi a un esame regolare.

Dieta dopo aver rimosso i polipi intestinali

La riabilitazione del paziente dopo l'operazione dipende principalmente dal rispetto della dieta. Il recupero consiste in diverse fasi e deve procedere secondo determinate regole.

Dopo l'operazione, inizia la prima fase della dieta. Dura per 3 giorni dopo l'intervento. Il paziente non può bere o consumare cibo nelle prime 24 ore. Quando questo tempo finisce, una persona può dissetarsi. Il volume massimo di liquido assunto contemporaneamente non deve superare 50 ml. Inoltre, il paziente può bere brodo vegetale o composta a base di frutta non zuccherata. Dopo altre 12 ore, sono ammessi brodo di riso, brodo o gelatina leggera. È inoltre possibile variare il menu rigoroso del paziente dopo l'operazione con il brodo dei fianchi. Tali limiti sono dovuti al fatto che è necessario eliminare il più possibile la peristalsi intestinale e ridurre la sua funzione escretoria. La produzione di enzimi biliari e digestivi può influire negativamente sullo stato delle cuciture e dei tessuti danneggiati.

La seconda fase della dieta inizia tre giorni dopo l'intervento. Se il paziente si sente soddisfacente, la sua dieta può essere ampliata con l'introduzione di cereali liquidi, soufflé di carne (da carne magra), zuppe di muco e uova alla coque. Per quanto riguarda i cereali, la preferenza dovrebbe essere data al miglio, farina d'avena e riso. Quando viene introdotto un nuovo prodotto, è necessario monitorare attentamente la salute del paziente. Se dopo l'ingestione di questo o quel piatto si verifica un aumento della formazione di gas o se appaiono sensazioni dolorose, è importante rifiutare tale cibo. La seconda fase della dieta mira a incrementare costantemente il carico sull'intestino operato. In questo momento, il paziente ha bisogno di normalizzare la sedia. Per aderire a tale dieta dovrebbe essere fino alla dimissione dall'ospedale.

Il terzo stadio arriva due settimane dopo l'operazione. Nei prossimi quattro mesi, il paziente dovrà seguire una dieta moderata.

Il medico deve familiarizzare il paziente con le regole di base dell'alimentazione:

È importante aderire al regime. Se i prodotti vengono ingeriti nello stesso momento, questo consentirà agli enzimi di iniziare a lavorare in anticipo. In questo caso, il processo di digestione non sarà così difficile per l'intestino rigenerante;

Richiede potenza frazionale. Ciò migliorerà la funzione motoria dell'intestino, riducendo il carico su di esso. Il numero di pasti non dovrebbe essere inferiore a 6, ma piccole porzioni dovrebbero essere consumate;

È importante non consentire processi di fermentazione nell'intestino, poiché possono causare lo sviluppo di peritonite. Per questo vale la pena di rifiutarsi di includere nella dieta dei legumi. Sotto la restrizione caduta di noci, asparagi e funghi;

Per la prevenzione della stitichezza, il paziente dovrebbe ricevere una quantità sufficiente di liquido. Il suo volume dipende dal peso corporeo del paziente e una media di 3 litri. Assicurati di includere i primi piatti nel menu;

Più il cibo è grasso, più la bile viene secreta. Il suo contenuto in eccesso influisce negativamente sul processo di rigenerazione del tessuto intestinale;

È importante rifiutarsi di accettare alimenti troppo ruvidi che possono danneggiare l'intestino. I prodotti devono essere accuratamente bolliti o cotti;

Aggiungi prodotti caseari, uova e carne magra alla tua dieta. Tutti contengono proteine, che contribuiscono al rapido recupero dei tessuti;

Sotto la completa proibizione cadono cibi acidi, piccanti e fritti. Ciò è dovuto alla loro capacità di irritazione chimica dell'intestino.

Il menu dovrebbe essere progettato e messo insieme in modo tale da soddisfare pienamente le esigenze di una persona emittente. Questo è importante da fare, nonostante i limiti. La normale peristalsi intestinale è la chiave per regolare le feci. Ciò contribuisce alla prevenzione della disbiosi e della costipazione, e quindi, in una certa misura, riduce il rischio di riformazione dei polipi.