loader
Raccomandato

Principale

Sintomi

Poliposi uterina

Poliposi dell'utero oggi - un fenomeno abbastanza comune. È una iperplasia focale dell'endometrio del corpo, caratterizzata dalla crescita di neoplasie mucose (polipi), che sono di natura benigna.

Il polipo sembra una crescita arrotondata sul gambo (la base può essere sia sottile che spessa). Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo della poliposi nell'utero è un processo che non minaccia la vita di una donna, ma tende a trasformarsi in cancro (il rischio di diventare maligni è dell'1-2%).

Caratteristiche della patologia e delle sue varietà

Caratteristiche del processo patologico

Il processo patologico può essere diagnosticato in donne di qualsiasi età, dagli 11 ai 12 anni (cioè, dopo l'inizio della pubertà). Un picco è osservato nei pazienti di età superiore a 45 anni (nel periodo pre-menopausale).
I polipi possono essere singoli e multipli (questa distribuzione è chiamata poliposi). Le dimensioni di una neoplasia variano da pochi millimetri a 2-3 cm. Sembrano più simili a cilindri con una superficie porosa, possono essere giallastri o bordeaux con una tonalità viola. Si distinguono per una membrana molto sottile attraverso la quale sono chiaramente visibili i vasi sanguigni che alimentano la neoplasia. Ogni polipo è costituito da un canale vascolare centrale, ghiandole endometriali e stroma.

La classificazione principale dei polipi è per posizione e morfologia.

  1. Nel luogo in cui sono divisi, in base al sito di localizzazione, quindi, accade: poliposi della cervice e del corpo dell'organo.
  2. Per tipo morfologico, sono:
  • ghiandolare (formato nei tessuti dell'endometrio dalle cellule delle sue ghiandole). Viene anche chiamata poliposi uterina endometriale, fondamentalmente questo tipo di patologia è osservato nelle ragazze giovani;
  • fibroso (sono formati da cellule del tessuto connettivo). Il più delle volte vengono diagnosticati in donne sopra i 45 anni;
  • fibroso-ghiandolare (questo tipo misto è più spesso diagnosticato nelle donne, dopo 30-35 anni);
  • placenta (casi più rari, si sviluppano nel caso in cui dopo il parto o un aborto spontaneo nel corpo della donna rimane una particella del tessuto placenta). Sono classificati come neoplasie pericolose con gravi conseguenze, tra cui infertilità;
  • adenomatosa (tale poliposi dell'utero o della cervice è la più pericolosa, questi tumori si trasformano in maligni). Questa è una condizione precancerosa.

Principalmente si osserva un fenomeno patologico nella cavità del corpo e sul collo. In casi molto rari, la germinazione della poliposi della cervice si verifica nel canale cervicale e l'ulteriore uscita nella vagina.

Cosa ha causato lo sviluppo della malattia

Gli scienziati hanno proposto diverse possibili cause di poliposi dell'utero, tra cui il principale - l'effetto dei cambiamenti ormonali e lo squilibrio di estrogeni e progesterone. La disfunzione ovarica e altri fenomeni simili possono contribuire alla patologia. Questa teoria è confermata dal fatto che il picco di incidenza cade nel periodo di inizio della menopausa nelle donne (che causa sempre insufficienza ormonale).

Il prossimo motivo importante è chiamato processi infiammatori negli organi. Può essere adnexite, cervicite, ooforite, endometriosi. Quando l'infiammazione per proteggere l'organismo agisce sull'immunità, una caratteristica della quale è quella di sviluppare un numero sufficiente di globuli bianchi che prevengono l'infiammazione. Di conseguenza, uccidono l'infezione, ma allo stesso tempo provocano la crescita delle cellule nei tessuti endometriali, cioè lo sviluppo della poliposi uterina.

Tra gli altri fattori che possono portare alla patologia, sono chiamati:

  • le conseguenze dell'aborto (scarsa qualità o curettage non sufficientemente accurato);
  • proliferazione vascolare;
  • malattie del sistema endocrino;
  • obesità (porta anche all'ipertrogenismo e alla crescita di tumori patologici sullo sfondo di disturbi ormonali);
  • ipertensione (questo fenomeno porta alla compromissione della circolazione sanguigna e all'inizio di un'aumentata divisione cellulare, che riceve una quantità insufficiente di nutrienti);
  • diabete mellito;
  • tendenza ereditaria;
  • la risposta del corpo a trattamento con preparazioni speciali di tumori di altra localizzazione.

Quadro clinico

Nelle fasi iniziali dello sviluppo, mentre la lesione è piccola, la poliposi uterina il più delle volte non manifesta sintomi e viene rilevata per caso, durante il successivo esame pelvico. Inoltre, indipendentemente dal tipo di neoplasma, i sintomi appaiono abbastanza simili, è:

  1. violazioni del ciclo mestruale (cambia la sua durata, l'abbondanza di dimissione (in alcune donne sono eccessivamente abbondanti, in altre - scarse, quasi sbavanti);
  2. avvistare che si verificano tra periodi;
  3. l'aspetto di muco più bianco con un odore sgradevole;
  4. dolore nell'addome inferiore (che assomiglia a crampi in natura);
  5. sangue durante (o immediatamente dopo) il contatto sessuale.

Metodi per diagnosticare questa malattia

Ispezione del metodo di ispezione

Per fare questa diagnosi e scegliere il giusto trattamento per la poliposi uterina, è necessaria una diagnosi accurata e completa, che non solo rivelerà il processo patologico, ma lo differenzia anche (perché alcuni sintomi sono simili a mioma e altre malattie).

Il programma diagnostico dovrebbe includere:

  • esame ginecologico, durante il quale viene raccolta l'anamnesi, ispezione visiva della vagina con l'aiuto di specchi;
  • isteroscopia (ispezione della cavità attraverso un dispositivo ottico inserito con un tubo flessibile lungo il canale cervicale). Questo metodo consente di visualizzare la posizione e il numero di tumori, per ottenere campioni di tessuto;
  • Ultrasuoni (esamina gli organi pelvici);
  • metrografia (radiografia della cavità uterina con un agente di contrasto).

Inoltre, vengono condotti test di laboratorio (esame batteriologico e microscopico di strisci, rilevamento di agenti patogeni infettivi e processi infiammatori).

Moderni metodi di trattamento

Un metodo moderno per il trattamento della poliposi cervicale è la polipectomia endoscopica, che viene eseguita più spesso durante l'esame isteroscopico. L'essenza del metodo è la raschiatura dei tumori e il trattamento dell'area pulita con azoto liquido. Pertanto, è possibile escludere le recidive della malattia.

Nella poliposi adenomatosa, si raccomanda di rimuovere completamente l'utero è una condizione precancerosa. Tale operazione viene eseguita da donne che non hanno intenzione di partorire durante la menopausa.

Dopo l'intervento chirurgico, il trattamento farmacologico è prescritto per la poliposi endometriale dell'utero, che può includere terapia ormonale, antinfiammatoria e immunoterapia.

È noto che un tumore al cervello.

Oggi, oncologia.

Tutte le persone hanno paura del cancro.

Polipo endometrio nell'utero

Di recente, sempre più spesso, le donne sottoposte a ecografia ginecologica pianificata, apprendono la presenza nel polipo dell'utero. Questa patologia si verifica per vari motivi, che rappresentano la riproduzione di tessuto ghiandolare e fibroso. Un polipo dell'endometrio nell'utero di piccole dimensioni non dà affatto alcun sintomo, ma quando l'operazione cresce, l'operazione è una fase obbligatoria della terapia, poiché il rischio di una neoplasia che si sviluppa nel cancro è alto.

Cos'è un polipo

La proliferazione focale della membrana mucosa dell'utero di un carattere benigno, che è una conseguenza dello strato mucoso, è chiamata polipo endometriale (codice ICD-10). I centri possono essere, sia singoli, sia multipli. La maggior parte delle escrescenze sono piccole, solo pochi millimetri, ma a volte raggiungono diversi centimetri di dimensione. Formazioni multiple o riformate dopo resezione indicano lo sviluppo di una malattia come la poliposi dell'endometrio. La proliferazione dei tessuti uterini si riscontra nelle donne di qualsiasi età, ma più spesso diagnosticata dopo 35 anni.

Quanto velocemente cresce un polipo

Le dimensioni delle escrescenze possono essere diverse, ma più spesso non superano i 10 mm. Un polipo fibroso endometriale fibroso può non essere un problema per una donna per lungo tempo, ma se sono presenti fattori provocatori, ad esempio gravidanza, curettage dell'utero, aborti chirurgici, carenza di progesterone, le formazioni polifere possono aumentare a causa di una grande produzione di fluido secretorio. Il tasso di crescita dipende dalle condizioni di salute del paziente. Il pericolo di crescita non è nelle dimensioni, ma nella possibilità di trasformare le loro cellule in neoplasie maligne.

sintomi

Singole crescite di piccole dimensioni si formano senza alcun sintomo. Fondamentalmente sono un reperto casuale durante un esame ecografico della cavità uterina. I segni principali di un polipo dell'endometrio sono la sterilità o il non verificarsi di una gravidanza desiderata sullo sfondo della salute generale del corpo femminile. Dopo la crescita dei tumori, compaiono i seguenti sintomi:

  • una copiosa mestruazione dolorosa;
  • sanguinamento uterino che si verifica a metà del ciclo;
  • scarica di sangue dopo il rapporto al di fuori delle mestruazioni;
  • bianchi aumentati consistenza più densa con una sfumatura biancastra.

cause di

I medici non possono dare una risposta definitiva a questa domanda. Ovviamente, la crescita endometriale si verifica sullo sfondo di un disturbo ormonale, che ha il carattere di deficit di progesterone. Tuttavia, questa condizione è l'inizio di molte altre malattie. Se si trova un polipo endometriale nell'utero, i motivi possono essere i seguenti:

  • il problema delle ovaie;
  • danno endometriale dovuto a interventi chirurgici;
  • parto difficile, gravidanza disfunzionale, dopo la quale i tessuti estranei rimangono nell'utero;
  • patologie endocrine;
  • stress prolungato;
  • malattie infiammatorie degli organi genitali della forma cronica.

La mucosa uterina è costituita da due strati: il basale (germe), situato sul miometrio, e il funzionale (esterno), rivolto verso la cavità corporea. I polipi sono formati principalmente da cellule dello strato basale sotto forma di escrescenze ghiandolari. La loro classificazione implica una divisione in base al tipo di posizione: il fondo, le pareti, la cervice e la struttura istologica:

  • ghiandolare;
  • fibrotico;
  • fibroso ghiandolare;
  • cistica;
  • adenomatosa.

complicazioni

Se si ritarda con la diagnosi o una visita dal medico, quindi con il trattamento tardivo di un polipo nell'utero, ci possono essere alcune complicazioni. Tra loro ci sono:

  • grave anemia post-emorragica;
  • sanguinamento pericoloso;
  • limitazione dell'incisione;
  • la crescita dell'endometrio a grandi dimensioni;
  • fibromi uterini;
  • necrosi di un polipo con cambiamenti ischemici;
  • cancro endometriale.

Poliposi durante la gravidanza

Nella maggior parte dei casi, in presenza di un polipo, non si verifica una gravidanza a lungo attesa, quindi un'operazione per rimuoverla risolve immediatamente il problema dell'infertilità. Se la donna è ancora incinta, l'intervento è ritardato per il periodo postpartum. La poliposi non ha alcun effetto pericoloso sulla salute della madre e sul pieno sviluppo del bambino. Tuttavia, se si formano nel canale cervicale di una donna incinta, le viene prescritta una terapia antimicrobica.

diagnostica

In condizioni moderne per determinare la presenza di poliposi endometriale non è difficile. Se i polipi si trovano in una donna nel canale cervicale, allora si vedono quando esaminano la cervice della cervice come escrescenze rosa. Tuttavia, non è sempre possibile vederli durante l'esame. Nella maggior parte dei casi, la poliposi viene diagnosticata con metodi di ricerca aggiuntivi:

  1. Ultrasuoni degli organi pelvici. Questo metodo è informativo se il paziente ha neoplasie ghiandolari o fibrose. In questo caso, l'utero viene ingrandito e vengono determinati i segni eco dell'iperplasia endometriale.
  2. Raschiamento istologico dell'utero. Il metodo consente di rilevare la presenza di un polipo e determinarne la struttura.

isteroscopia

Questa è una procedura ginecologica in cui una sonda con LED e una videocamera è inserita nell'utero. Durante la diagnosi di escrescenze endometriali, il medico esamina la condizione della mucosa per confutare o confermare la presunta diagnosi. L'isteroscopia chirurgica comporta la rimozione di un polipo. Le indicazioni per una tale diagnosi sono:

  • sospetti di neoplasie maligne;
  • crescita eccessiva della mucosa (endometriosi);
  • l'assunzione della presenza di un tumore (fibromi);
  • rimanenti frammenti di nascita del guscio del feto nella cavità;
  • profusione eccessiva o mestruazioni irregolari;
  • infertilità o aborti ripetuti;
  • sanguinamento vaginale fuori ciclo.

trattamento

Il polipo può auto-assorbire dopo la menopausa. In tutti gli altri casi, dovrebbe essere trattato. I metodi terapeutici hanno tre schemi: monitoraggio continuo di una piccola crescita, uso di droghe, escissione chirurgica. Quando si sceglie un metodo di trattamento, il medico prende in considerazione il tipo e le dimensioni dell'istruzione, l'età del paziente, i sintomi, i suoi desideri in merito a ulteriori gravidanze e la capacità di sopportare il bambino. Se viene scelta la rimozione chirurgica, la terapia ormonale viene prescritta in parallelo.

Senza operazione

Il trattamento chirurgico è indicato solo per polipi atipici e fibrosi. In tutti gli altri casi, possibili cure mediche. I metodi conservativi possono essere prescritti a donne che non hanno partorito, con controindicazioni all'intervento chirurgico o al rifiuto categorico del paziente di sottoporsi all'intervento chirurgico. Per il trattamento dei polipi ghiandolari e placentari mucosi è permesso usare ricette popolari. Dopo il trattamento delle formazioni nell'utero, la donna deve essere monitorata da un ginecologo, in quanto possono nuovamente presentarsi recidive della malattia.

medicazione

Il trattamento conservativo è graduale e sfaccettato. Include terapia farmacologica, ormoni, omeopatia. Il trattamento conservativo ha lo scopo di sopprimere la crescita del tessuto uterino, la scomparsa dei tumori, riducendo il rischio di complicanze. I farmaci popolari includono:

  1. Jeanine. Contraccettivo orale combinato, ripristinando l'equilibrio degli ormoni, stimolando la produzione di progesterone. Prendi le pillole dal primo all'ultimo giorno delle mestruazioni. La durata del trattamento è determinata dal medico individualmente. Durante l'uso di farmaci possibili effetti collaterali: depressione, diminuzione della libido, disagio allo stomaco.
  2. Duphaston. Progestogeno, il cui principio attivo è il progesterone dell'ormone sessuale femminile. Il farmaco ripristina l'omeostasi, regola il ciclo mestruale, normalizza il livello del progesterone, migliora il sistema endocrino. Bere pillole per 1 pc / giorno per 3-6 mesi. Il farmaco non è prescritto a pazienti che soffrono di deficit di lattasi.
  3. Nafarelin. Una droga dal gruppo di agonisti. Nafarelin - un analogo del rilascio di gonadotropine, che stimola la secrezione di ormoni ipofisari. Riduce la quantità di estrogeni che provoca la crescita dell'endometrio. Il corso del trattamento da 3 mesi a sei mesi. Dose quotidiana - 400 mg. Tra le reazioni avverse possibili arrossamento del viso, secchezza vaginale, diminuzione delle dimensioni delle ghiandole mammarie, labilità emotiva.

Rimedi popolari

Per aiutare il corpo femminile a far fronte più rapidamente alla malattia, i medici raccomandano, insieme alle cure mediche, di usare prodotti che contengono ingredienti naturali:

  1. Infusione celidonia Un vaso di litro di piante raccolte durante la fioritura, versare 1 litro di acqua bollente, coprire con un asciugamano, lasciare per 4 ore. Alla fine del tempo, filtrare l'infuso e ingerire 3 volte al giorno mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento è di 2 settimane. Dopo 7 giorni di trattamento si consiglia di ripetere. Hai bisogno di iniziare a bere la medicina con piccole dosi - 1 cucchiaino. A poco a poco, un singolo dosaggio aumenta a 3 cucchiai. l.
  2. Kalina. Durante il mese, ogni giorno devi mangiare 3 manciate di bacche. È necessario mangiare il viburnum singolarmente, masticando accuratamente.

Rimozione del polipo endometriale

La chirurgia per rimuovere un polipo nell'utero si chiama polipectomia. Questo è il trattamento più efficace della poliposi, in contrasto con la terapia conservativa e popolare. La rimozione viene eseguita su richiesta del paziente immediatamente dopo la sua diagnosi. Se la donna è incinta, l'operazione è prescritta dopo la consegna. L'intervento chirurgico viene effettuato in un ospedale in anestesia generale mediante isteroscopia.

Il medico esamina prima la cavità uterina, identifica le dimensioni e la localizzazione delle escrescenze, quindi le rimuove. Per la profilassi, il sito di escissione è cauterizzato con azoto liquido o corrente elettrica. I grandi polipi sulla gamba vengono rimossi svitando. Dopo l'intervento chirurgico, l'utero viene raschiato e il materiale risultante viene inviato per esame istologico.

Trattamento dopo la rimozione del polipo

Alla fine dell'operazione, per prevenire la recidiva, al paziente viene mostrata una isteroscopia ripetuta e un trattamento di supporto. Quando si sceglie una tattica, si tiene conto della natura della formazione distante e delle malattie associate del sistema riproduttivo. In presenza di violazioni del ciclo mestruale, viene eseguita la terapia ormonale. Se sono presenti fibromi uterini, il medico consiglia di stabilire una spirale ormonale. Viene anche condotto un trattamento antinfiammatorio, in cui viene prescritto un ciclo di antibiotici.

Polipi uterini

Polipi uterini - iperplasia focale dell'endometrio, caratterizzata da una crescita patologica della mucosa dell'utero sotto forma di tumori singoli o multipli su una base ampia o una gamba. Polipi dell'utero manifestano sanguinamento uterino, dolore ricorrente, sterilità. I polipi uterini vengono diagnosticati durante un esame ginecologico completo - esame, ecografia, isteroscopia, esame istologico. Il trattamento dei polipi uterini è chirurgico, compresa la polipectomia e il curettage dell'utero, a volte - amputazione sovravaginale o estirpazione uterina.

Polipi uterini

I polipi dell'utero, o polipi endometriali, sono escrescenze benigne locali dallo strato basale di cellule endometriali, che si ergono al di sopra della membrana mucosa dell'utero sotto forma di singoli tubercoli. La dimensione dei polipi uterini varia notevolmente - da pochi millimetri (dimensione dei semi di sesamo) a pochi centimetri (una pallina da golf). I polipi endometriali possono essere singoli o multipli, associati alla parete uterina mediante una gamba sottile o una base ampia. Nel caso di polipi endometriali multipli si parla di poliposi uterina.

I polipi endometrioidi di solito non si espandono oltre la cavità uterina, ma in rari casi possono crescere attraverso il canale cervicale nella vagina. I polipi uterini sono rilevati in pazienti di diverse fasce d'età - ragazze, donne di età media e menopausa; la frequenza della patologia varia dal 6 al 20%. I polipi endometriali sono spesso associati a polipi del canale cervicale. I polipi dell'utero in ginecologia sono considerati una condizione precancerosa e sono soggetti a rimozione obbligatoria.

Classificazione dei polipi uterini

La struttura del polipo dell'utero è rappresentata da tre componenti principali: le ghiandole endometriali, lo stroma endometriale e il canale vascolare centrale. La superficie del polipo è ricoperta di epitelio, il peduncolo comprende lo stroma fibroso e le navi con pareti spesse. I polipi uterini possono ulcerare, infettarsi, necrotizzare, sottoporsi a metaplasia cellulare.

Secondo la struttura morfologica, è consuetudine secernere polipi uterini di tipo ghiandolare, ghiandolare-fibroso, fibroso e adenomatoso. I polipi dell'utero ghiandolare sono formati da tessuto endometriale contenente ghiandole; più spesso si sviluppano in giovane età. Formazioni polipose fibrose ghiandolari sono microscopicamente rappresentate dalle ghiandole endometriali e dal tessuto connettivo (stroma); si verificano in donne di età matura. I polipi uterini fibrosi sono formati principalmente da tessuto connettivo denso, in cui vi sono singole ghiandole; tali polipi vengono solitamente diagnosticati in donne di età superiore ai 40 anni. I polipi adenomatosi dell'utero sono costituiti da epitelio ghiandolare con segni di proliferazione, ristrutturazione delle ghiandole; Ci sono prerequisiti per la transizione al carcinoma endometriale, quindi richiedono maggiore attenzione.

Tra i polipi uterini, i polipi placentari sono distinti separatamente, che sono formati da frammenti di una placenta completamente non rilasciata a causa di complicato aborto, parto, aborto spontaneo, aborto mancato. I polipi placentari dell'utero si manifestano con sanguinamento prolungato e profuso, che può in seguito portare all'infezione e all'infertilità.

Cause dei polipi uterini

Nella genesi dei polipi uterini, il ruolo principale è giocato dagli effetti neuroormonali e dai cambiamenti infiammatori nell'endometrio. Polipi dell'utero, di regola, si sviluppano sullo sfondo di disfunzione ormonale delle ovaie e iperestrogenia, che sono accompagnate da iperplasia focale dell'endometrio sotto forma di crescite polifere della membrana mucosa. Insieme ai polipi uterini, questi pazienti possono anche avere altre malattie causate da estrogeni, come iperplasia ghiandolare dell'endometrio, fibromi uterini, adenomiosi, mastopatia, ovaie policistiche, ecc.

Infezioni genitali croniche e malattie infiammatorie femminili (endometrite, annessite, ooforite), trauma dell'utero con aborti chirurgici, raschiamento endometriale e IUD a lungo termine contribuiscono all'emergenza di polipi uterini. Il gruppo di rischio per lo sviluppo di polipi endometriali comprende donne con ipertensione arteriosa, obesità, malattie della tiroide, diabete, disordini immunitari e lesioni neuropsichiatriche.

Sintomi di polipi uterini

Indipendentemente dalla struttura dei polipi uterini, tutti causano sintomi simili. Dopo un periodo di flusso asintomatico, si verifica un sanguinamento uterino disfunzionale, che può essere ciclicale o aciclico. Con polipi uterini, si nota menorragia - periodi abbondanti, perdite premestruali simili a sangue, macchie di sangue al di fuori delle mestruazioni e dopo il rapporto sessuale, metrorragia, sanguinamento in menopausa. La perdita di sangue permanente spesso porta ad anemizzazione significativa, accompagnata da pallore della pelle, vertigini, debolezza.

Per i grandi polipi dell'utero, la comparsa di bianchi mucosi patologici, dolori addominali crampi, disagio e dolore durante il rapporto sessuale è tipica. Nelle donne in età riproduttiva, i polipi endometriali spesso causano infertilità, mentre nelle donne incinte aumentano il rischio di aborto spontaneo e di parto prematuro.

I sintomi dei polipi uterini sono simili alle manifestazioni di endometriosi, fibromi uterini, minacce di aborto spontaneo e richiedono quindi un esame professionale da parte di un ginecologo.

Diagnosi di polipi uterini

L'esame dei polipi uterini comprende la raccolta di storia ginecologica e riproduttiva, esame vaginale, ecografia pelvica, isteroscopia e metrografia, curettage diagnostico separato con esame istologico dell'endometrio.

Durante un esame ginecologico, i polipi cervicali possono essere trovati negli specchi, mentre i polipi endometriali sono solitamente non disponibili per la visualizzazione e la palpazione. Quando si esegue un'ecografia pelvica, si richiama l'attenzione sulla presenza di un utero allargato, un endometrio ispessito con escrescenze chiare della membrana mucosa di una struttura omogenea.

Lo standard di esame per i polipi uterini è l'isteroscopia: esame della cavità uterina con un dispositivo flessibile con una videocamera inserita attraverso il canale cervicale. Allo stesso tempo, le formazioni singole o multiple, rotonde o oblunghe sono determinate visivamente nell'utero, il cui colore può essere rosa pallido, giallastro o viola scuro. Usando l'isteroscopia, vengono determinati il ​​numero, la dimensione, la posizione dei polipi e la loro rimozione simultanea viene eseguita sotto controllo visivo con successiva verifica morfologica della diagnosi.

Anche il curettage diagnostico dell'endometrio viene eseguito per ottenere campioni di tessuto. Nel processo di metrografia - radiografia della cavità uterina con un agente di contrasto, profili irregolari della cavità uterina e la presenza di escrescenze polifere sono rilevati in loro. Prima di pianificare una rimozione transcervicale dei polipi uterini, una donna deve essere esaminata per le infezioni (micoplasmosi, clamidia, gonorrea, tricomoniasi, candidosi), batteriologico, oncocitologico e microscopico esame di strisci dal tratto genitale.

Trattamento di polipi uterini

Il metodo migliore per trattare i polipi uterini è la polipectomia endoscopica: la rimozione delle lesioni durante l'isteroscopia seguita dal curettage dell'endometrio. I polipi delle gambe vengono rimossi con "svitamento", il letto polipo viene cauterizzato mediante elettrocoagulazione o mediante un metodo criogenico per eliminare le recidive. Dopo polipectomia e curettage per 3-4 giorni si esegue il controllo ecografico ginecologico.

Dopo l'isteroresectoscopia dei polipi uterini per 10 giorni, si possono verificare sanguinamenti dal tratto genitale e dolore spasmodico. Per la prevenzione delle infezioni durante questo periodo l'attività sessuale è limitata. Ulteriori tattiche di trattamento sono determinate dall'istotipo del polipo dell'utero, dall'età del paziente e dalle irregolarità esistenti nel ciclo mestruale.

Con la struttura fibrosa del polipo dell'utero e l'assenza di disfunzione mestruale, il trattamento è limitato alla polipectomia con curettage dell'utero. I polipi fibrosi ghiandolari o ghiandolari dell'utero dopo la loro rimozione a qualsiasi età richiedono un ulteriore trattamento ormonale. Per la normalizzazione dei processi ormonali, viene scelta la contraccezione orale (CEC - etinilestradiolo in combinazione con dienogest o desogestrel), l'installazione del dispositivo ormonale intrauterino "Mirena", trattamento con gestagens (progesterone, noretisterone, didrogesterone).

Nel caso di polipi adenomatosi dell'utero, è necessario un trattamento più radicale. Le donne in premenopausa e postmenopausale subiscono la rimozione dell'utero - amputazione supravaginale o isterectomia. Con la contrazione oncologica o la presenza di disturbi endocrini, viene indicata la panisterectomia: rimozione dell'utero con annessectomia.

Prognosi e prevenzione dei polipi uterini

Una caratteristica del corso dei polipi uterini è la loro tendenza alla ricaduta. I polipi uterini ricorrenti sono maligni nell'1,5% dei casi; il maggior rischio di cancro dell'endometrio è associato a polipi adenomatosi. Pertanto, dopo la fine del trattamento per i polipi uterini, il paziente rimane sotto la supervisione di un ginecologo. In assenza di trattamento di polipi uterini, si sviluppano anemia e infertilità. La presenza di polipi endometriali aumenta la probabilità di aborto e richiede la considerazione di questo fattore durante la gravidanza.

La prevenzione dei polipi endometriali consiste nel trattamento tempestivo e completo delle malattie infiammatorie dell'utero e delle appendici, nella correzione della disfunzione ovarica e nell'attenta manipolazione intrauterina.

Polipi nell'utero: sintomi e trattamento, conseguenze

I polipi nell'utero sono di natura benigna che provengono dalla mucosa. Di norma, l'aspetto dei polipi è accompagnato da un aumento generale delle membrane (iperplasia) della cavità uterina. Le formazioni stesse hanno un corpo principale e una gamba, che è attaccata al muro dell'utero. All'interno di questa gamba c'è il flusso di sangue.

La rilevazione di sintomi sospetti e il trattamento della malattia uterina dovrebbero avvenire il prima possibile e sempre sotto la supervisione di un ginecologo. Di norma, stiamo parlando di forti emorragie, non correlate al ciclo mestruale e ricorrenti sensazioni dolorose nell'addome. Tra le cause dei polipi uterini vi è l'incapacità di osservare la corretta sterilità e accuratezza durante le manipolazioni ginecologiche, ad esempio, prendendo una raschiatura per studi istologici o l'aborto per ragioni mediche.

Per capire il concetto di polipi, cosa è, cosa sono pericolosi, i loro sintomi e metodi di trattamento, si dovrebbe prestare attenzione alla possibilità della loro degenerazione in tumori maligni, così come l'assenza di alcuna possibilità di rimanere incinta. Dopo tutto, la presenza di formazioni sulla mucosa uterina non consente all'uovo fecondato di attaccarsi al muro per un'ulteriore crescita e sviluppo del feto. Quanto prima e più correttamente viene prescritto il trattamento dei polipi, maggiori sono le probabilità di avere un bambino in futuro. La rimozione dei polipi viene eseguita chirurgicamente. È estremamente importante rimuovere completamente i polipi esistenti, poiché le particelle rimanenti possono causare una ricaduta della malattia. Dopo l'operazione, il medico prescrive la terapia ormonale. Il corso dura da tre a sei mesi.

Cosa sono i polipi

Se ci sono molte neoplasie di natura benigna sulla mucosa, il medico diagnostica la poliposi uterina. Le formazioni differiscono in una forma nodosa, hanno il corpo principale e la gamba attaccata a una membrana mucosa di un utero. Possono apparire a causa della proliferazione dello strato funzionale dell'utero o non del suo completo rifiuto durante l'inizio dei giorni critici del ciclo mestruale.

I polipi in ginecologia si distinguono per la proprietà di modificare la loro struttura e di riempirsi nello stesso modo in cui avviene nei tessuti dell'utero. In assenza di un adeguato trattamento ginecologico, la struttura delle neoplasie inizia a cambiare, acquisendo la forma di tumori maligni. I polipi sono formati dallo strato funzionale (esterno) o basale dell'endometrio dell'utero.

Per diagnosticare la malattia stessa nelle donne può essere in modi diversi, a seconda della posizione dei polipi. Se le formazioni erano localizzate sulla cervice, sono già visibili con un esame standard. Nella maggior parte dei casi, i polipi vengono diagnosticati mediante ultrasuoni, isteroscopia (esame con una speciale preparazione ottica) e istologia (esame dei tessuti uterini).

Polipi nell'utero: le cause dell'educazione

Nella pratica medica, non esiste una spiegazione definitiva del perché compaiano polipi, ma ci sono diverse versioni di un effetto causale.

  1. Interruzione dell'equilibrio ormonale nel corpo. Un aumento degli strati interni dell'utero (iperplasia) può provocare una quantità eccessiva di estrogeni o un basso livello di progesterone. Di conseguenza, possono apparire polipi, sia singoli che in grandi quantità (poliposi).
  2. Aumento anormale dei vasi sanguigni nell'utero. L'espansione delle pareti dei vasi sanguigni può causare la comparsa di polipi, se perdono la loro elasticità o si bloccano, causando una riproduzione accelerata delle cellule epiteliali attorno a loro.
  3. Diagnosi dei processi infiammatori nell'area genitale. Con questo tipo di disturbo nel funzionamento dell'utero, si osserva la comparsa di speciali cellule immunitarie che inibiscono lo sviluppo dell'infiammazione (uccidono l'infezione) e provocano un aumento del numero di cellule endometriali (formando polipi) allo stesso tempo.
  4. Malattie della ghiandola endocrina (tiroide). Dal momento che il funzionamento di tutte le ghiandole del corpo è interrelato, le interruzioni nella ghiandola tiroidea, così come le ghiandole surrenali o il fegato possono provocare problemi alle ovaie e un'eccessiva produzione di ormoni sessuali da parte dell'organismo.
  5. Aborti condotti e raschiamento infruttuoso in violazione delle regole di sterilità e sicurezza. Manipolazioni impropri possono provocare l'erosione del rivestimento uterino, che a sua volta provoca la comparsa di polipi.
  6. Diagnosi di pressione alta (ipertensione) e diabete. Il pericolo di queste malattie sta nella violazione del processo di circolazione del sangue nei piccoli capillari, a causa della quale le cellule non ricevono la quantità di ossigeno necessaria e iniziano a moltiplicarsi rapidamente dividendo. L'iperplasia formata è una causa diretta dell'insorgenza di polipi singoli o multipli nella cavità uterina.
  7. Peso in eccesso La particolarità del tessuto adiposo risiede non solo nell'accumulo sotto la pelle e nelle cellule degli organi, ma anche nella capacità di produrre in aggiunta ormoni estrogeni, causando l'apparizione e lo sviluppo di neoplasie di forma nodulare e un carattere benigno.
  8. Stile di vita sedentario In assenza di attività regolare, così come la costante esecuzione delle mansioni lavorative in posizione seduta, con conseguente ristagno di sangue negli organi pelvici. Per questo motivo, una quantità sufficiente di ossigeno non fluisce verso l'utero e le ovaie, il che a sua volta influisce sulla distruzione del processo di produzione degli ormoni e sulla riproduzione di nuove cellule endometriali.
  9. Eredità. La propensione alla manifestazione e allo sviluppo della malattia può essere basata sui fattori ereditari.
  10. L'uso di Tamoxifen per il trattamento dei tumori. I principi attivi dei recettori del blocco del farmaco che sono responsabili della sensibilità agli ormoni sessuali e, quindi, possono provocare l'apparizione della poliposi.

Cambiamenti caratteristici dell'endometria dell'utero possono essere innescati dall'attivazione di malattie croniche esistenti degli organi genitali, specialmente per le lesioni infiammatorie come l'ooforite o l'annessite.

specie

La caratteristica principale dei polipi risiede nella loro struttura: il corpo principale è attaccato ai tessuti dell'utero a causa della stretta gamba, all'interno della quale scorre il flusso sanguigno. Le dimensioni del corpo e la lunghezza delle gambe possono essere molto diverse: dai parametri dei semi di sesamo al tennis da tavolo o palle da golf (38 - 42 mm di diametro).

I polipi nella pratica medica distinguono la struttura della struttura e la posizione all'interno dell'endometrio.

A seconda della posizione, le crescite benigne nodulari possono essere indicate come:

  • polipo cervicale (polipo cervicale);
  • polyp body uterus.

Per quanto riguarda le caratteristiche delle cellule coinvolte nella formazione dei tumori, i tipi di polipi nell'utero sono i seguenti:

  • ghiandolare (formato da cellule ghiandolari);
  • fibroso (germinativo dovuto alle cellule del tessuto connettivo);
  • fibroso ghiandolare (combina le cellule delle ghiandole uterine e delle cellule del tessuto connettivo);
  • polipi adenomatosi (caratterizzati dalla presenza di cellule atipiche che innescano la trasformazione di un polipo in un tumore maligno);
  • placentare (formato come conseguenza della rimozione incompleta della placenta dopo il travaglio).

Se il primo tipo è più caratteristico delle giovani donne e può assumere la forma di una cisti con riempimento di fluido interno, i polipi fibrosi appaiono più densi e sono più spesso osservati in pazienti di età superiore a 40 anni.

I più pericolosi sono i polipi adenomatosi, poiché sono la base per lo sviluppo delle cellule tumorali e lo sviluppo di polipi in un tumore maligno. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta a tali tipi di polipi come placentali, poiché sono spesso accompagnati da sanguinamento prolungato, non correlato al ciclo mestruale, e sono anche una seria minaccia nella forma di infezione degli organi interni e lo sviluppo di infertilità.

Che cos'è il polipo pericoloso - conseguenze

Nonostante il fatto che i polipi siano inizialmente caratterizzati come formazioni benigne, rappresentano una seria minaccia per la salute delle donne. Questo è il motivo per cui devono essere rimossi e quindi sottoposti a un ciclo piuttosto lungo di terapia ormonale.

Le conseguenze meno pericolose di questa malattia si riferiscono a disturbi mestruali con un aumento del sanguinamento, trasformandosi in una forma cronica. Le complicazioni durante la gravidanza e un aumentato rischio di infertilità dovrebbero essere distinti dai risultati più gravi dello sviluppo della malattia. La mancanza di un trattamento corretto e tempestivo può portare alla necessità di rimuovere il corpo uterino dal corpo femminile. L'opzione più pericolosa per lo sviluppo della malattia è la degenerazione dei polipi nei tumori maligni con cellule tumorali (malignità).

Può uscire un polipo con cadenza mensile

Il rilevamento delle particelle di polipo nel sanguinamento mestruale consente ai pazienti di sperare che le formazioni possano risolversi da sole e che l'operazione prescritta dal medico sia una manipolazione facoltativa per il recupero. In effetti, l'uso di droghe dalla medicina alternativa potrebbe precedere il rilascio di polipi in questo modo o le formazioni stesse erano troppo piccole. Allo stesso tempo, non vi è alcuna garanzia che tutte le neoplasie dall'endometrio dell'utero siano state eliminate, e non vale la pena rischiare le pericolose complicazioni del loro sviluppo e della rigenerazione in ogni caso.

diagnostica

La diagnosi della malattia uterina può avvenire in più fasi. Il paziente può ascoltare la presenza di neoplasie di una forma nodulare per la prima volta visitando un ginecologo per sottoporsi a un normale esame di routine. Se i polipi si trovano nell'area della cervice, sono visibili durante una visita medica di routine con specchietti. Per controlli più seri e approfonditi si possono usare dispositivi medici speciali. In uno qualsiasi dei casi di rilevamento di formazioni sporgenti, viene eseguita un'istologia del polipo, che consente di studiare la natura e la struttura delle cellule coinvolte. Dopo un esame approfondito sulla sedia, solo il medico può decidere cosa fare con il paziente in futuro.

Esame di un ginecologo

Questo è un esame ginecologico (standard), in cui le formazioni caratteristiche sporgenti vengono rilevate con l'aiuto di specchi speciali. Gli stessi tumori si distinguono per una forma rotonda o prodigiosa, così come un colore rosso vivo (meno spesso rosa). Quando si utilizza questo metodo diagnostico, si presta particolare attenzione alle condizioni della cervice, che, di norma, è caratterizzata da ispessimento e ipertrofia (aumento doloroso). Se le formazioni sono viola o bordeaux, questo può indicare disturbi circolatori nella crescita stessa. La struttura del polipo, di regola, rimane morbida ed elastica.

Cervicopia e colposcopia

Il metodo di cervicopia è un processo di esame strumentale della cervice utilizzando un isteroscopio (un apparato a guida di luce dotato di fibre ottiche per l'esame visivo delle patologie uterine esistenti). La videocamera integrata consente di valutare adeguatamente le condizioni del paziente, senza arrecare disturbo o lesioni al corpo stesso. Con questo metodo, è possibile distinguere i polipi più piccoli e diagnosticare la necrosi (morte cellulare parziale) dei cerotti endometriali. Con l'aiuto della cervicopia, un polipo nell'utero viene studiato non solo in termini di dimensioni e condizioni, ma anche sul tipo di crescita strutturale. Per confermare o smentire completamente il rischio di cellule tumorali nelle neoplasie, viene eseguita una biopsia (asportazione di particelle delle formazioni per ulteriori studi di laboratorio).

Durante la colposcopia, il medico può valutare le condizioni generali dell'apertura vaginale e delle sue pareti. A tale scopo viene utilizzato un colposcopio: uno speciale design ottico, dotato di un binocolo e un dispositivo di illuminazione.

Durante la diagnosi dei polipi sulla cervice, rimane sempre il rischio che si verifichino sulle mucose interne dell'utero stesso. In questi casi, è possibile esaminare e studiare il polipo sugli ultrasuoni. In questo caso, il medico riceve informazioni dettagliate sullo spessore dell'endometrio dell'utero, sulla sua struttura, nonché sul numero totale e sulla dimensione dei tumori esistenti. Un importante vantaggio dell'ecografia dell'utero è la capacità di determinare ulteriormente le condizioni delle ovaie e delle tube di Falloppio, che viene necessariamente presa in considerazione dal ginecologo con ulteriore trattamento del paziente.

isteroscopia

Questo metodo di diagnosi delle malattie si basa su interventi microchirurgici (minimamente invasivi) per un esame dettagliato dell'utero attraverso l'uso di uno speciale sistema ottico dell'isteroscopio. Durante un'isteroscopia, è consentita la rimozione simultanea di polipi rilevati con l'invio obbligatorio di escrescenze a uno studio di laboratorio sulla struttura e sulla natura delle cellule.

I polipi possono anche essere visualizzati mediante metrografia - procedure a raggi X della cavità uterina utilizzando un agente di contrasto, contro cui spiccano i contorni irregolari della cavità uterina (polipi).

Sintomi di polipi nell'utero

La caratteristica principale di questa malattia sta nell'assenza di sintomi o segni, se il polipo è singolo o ha dimensioni ridotte. Puoi conoscere i tumori della forma nodulare solo durante una visita di routine dal ginecologo. Ecco perché è così importante sottoporsi periodicamente a un esame ginecologico, almeno una volta ogni sei mesi.

Segni clinici di polipi nell'utero si manifestano spesso quando c'è già un'infiammazione delle membrane o un'infezione delle escrescenze dopo le manipolazioni. Di regola, è:

  • sull'aumento della quantità di scarico bianco;
  • sul verificarsi di sentimenti dolorosi atipici di tipo tirante, che compaiono durante il periodo di giorni critici o si verificano durante l'intimità con un partner;
  • sulla comparsa di sanguinamento, non associato al ciclo mestruale.

L'infertilità può anche indicare che i polipi appaiono e continuano a svilupparsi nella cavità uterina. Spesso le crescite dei polipi bloccano il passaggio nella cervice, causando una rottura dell'equilibrio ormonale nel corpo e un fallimento del solito ciclo mestruale. Come sintomo della poliposi uterina, vale la pena sottolineare l'aumento della profusione e l'aumento della durata della mestruazione stessa. Ciò è dovuto ad un aumento patologico della quantità di estrogeni e ad un significativo ispessimento dell'endometrio (strato mucoso) dell'utero.

Come trattare il polipo uterino

I polipi rilevati sono soggetti a terapia obbligatoria, garantendo la loro completa rimozione riducendo al minimo il rischio di recidiva. Se i polipi dell'endometrio dell'utero si trovano nelle prime fasi della malattia e sono di dimensioni relativamente piccole, un ginecologo può prescrivere un trattamento conservativo (senza intervento chirurgico). Va tenuto presente che le crescite non scompaiono del tutto e c'è sempre il rischio della loro ricrescita e successiva degenerazione in tumori maligni. Eliminare completamente la poliposi dell'utero è possibile solo rimuovendoli con un'operazione.

Trattamento senza chirurgia

Il trattamento dei polipi nell'utero in modo conservativo consente solo di sospendere il processo della loro crescita e ulteriore sviluppo. Per fare questo, al ginecologo dei polipi vengono prescritti farmaci appropriati, che causano un arresto della loro crescita e un possibile riassorbimento.

  1. Quando si diagnostica una malattia virale o infettiva della cavità uterina, che causa la comparsa di polipi, la terapia antibatterica è considerata efficace. Gli antibiotici sono prescritti esclusivamente dal medico curante. Ciò è particolarmente vero per il dosaggio giornaliero e la durata del ciclo di trattamento, poiché l'uso di tali farmaci può portare a complicazioni nel sistema endocrino.
  2. Nelle prime fasi della malattia (i primi mesi) per i pazienti in età riproduttiva (non oltre i 35 anni), contraccettivi orali combinati possono essere prescritti come trattamento.
  3. L'uso del progestinico è causato dalla presenza di sanguinamento forte e prolungato. Contribuiscono anche alla sospensione delle crescite interrompendo l'afflusso di sangue attraverso i vasi capillari.
  4. La nomina di una terapia sostitutiva con ferro, accompagnata da dieta e farmaci sedativi può essere effettuata da un medico se i pazienti vengono curati per l'anemia. In questo caso, le sedute di fisioterapia non sono superflue.
  5. L'ultima fase del trattamento conservativo è l'assunzione obbligatoria di complessi vitaminici e minerali.

Separare l'attenzione nel processo di trattamento richiede l'uso di farmaci ormonali che aiutano a ripristinare l'equilibrio, in particolare, questo riguarda il rapporto tra la quantità di estrogeni e progesterone. La durata totale del corso di trattamento, di norma, dura circa sei mesi.

chirurgia

Il modo più efficace e affidabile per trattare i polipi uterini è di rimuoverli chirurgicamente. La terapia stessa può essere effettuata in modi e strumenti diversi, ma è estremamente importante che le escrescenze vengano rimosse il più accuratamente possibile e completamente. La qualità della manipolazione dipende dal rischio di ri-manifestazione della malattia e dal benessere generale del paziente.

Uno dei metodi di trattamento disponibili è il curettage di un polipo nell'utero utilizzando un isteroscopio (un dispositivo ottico con un dispositivo di illuminazione speciale che consente la visualizzazione della condizione dell'organo, nonché la qualità dell'operazione). L'obiettivo principale di questo metodo di polipectomia (rimozione dei polipi) è quello di ottenere materiale per ulteriori ricerche di laboratorio.

Se a un paziente viene diagnosticata una poliposi con abbondante emorragia aperta, è necessario eseguire il curettage (rimozione dello strato superiore dell'endometrio dell'utero) con l'aiuto di strumenti speciali. Inoltre, la procedura stessa è mirata principalmente a fermare l'emorragia (emostasi) e viene eseguita in anestesia generale. La rimozione delle crescite viene effettuata a causa dell'introduzione di un anello metallico. Il risultato del raschiamento deve essere inviato alla ricerca per escludere la malignità delle formazioni stesse.

La rimozione di un polipo nell'utero può essere eseguita anche con metodi più delicati e minimamente invasivi, ad esempio utilizzando un laser. In uno qualsiasi dei casi dopo l'operazione di rimozione, il punto di attacco delle escrescenze viene inoltre trattato con azoto liquido (criodistruzione). Ciò consente di ridurre al minimo il riemergere e la crescita di crescite pericolose sulla membrana mucosa dell'utero. Le nuove tecnologie possono rimuovere con successo polipi di qualsiasi dimensione, dai parametri dei semi di sesamo a una pallina da ping pong (circa 40 mm di diametro).

Recupero dopo la rimozione

Dopo l'intervento, il paziente rimane sotto controllo medico per qualche tempo. Ciò è dovuto al rischio di sanguinamento, alle manifestazioni di dolore nell'addome o ad un aumento della temperatura corporea. Dopo un'operazione riuscita, è obbligatorio ripristinare l'equilibrio ormonale nel corpo assumendo i farmaci appropriati. Inoltre, i farmaci antinfiammatori e analgesici possono essere prescritti per il periodo di riabilitazione.

Una particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla dieta, che non consente cibi piccanti e salati, così come l'alcol.

Terapia popolare

Oltre all'intervento chirurgico e ai farmaci raccomandati, c'è sempre l'opportunità di trattare i polipi nell'utero e accelerare il processo di ripristino del corpo con i rimedi popolari. In questo caso, si consiglia di visitare il medico ogni due o tre mesi, poiché solo un ginecologo può dire se la terapia domiciliare utilizzata è efficace.

Semi di zucca

I semi di zucca possono aiutare a rimuovere i polipi nell'utero. Per fare questo, avrai bisogno di 6 cucchiai di semi secchi (non fritti), che sono pre-macinati in un macinino da caffè. Alla massa risultante, è necessario aggiungere 7 tuorli d'uovo sodo e mezzo litro di olio di girasole (raffinato). La massa finita viene riscaldata a bagnomaria per 20 minuti. La miscela deve essere conservata in frigorifero. I farmaci vengono assunti una volta al giorno prima dei pasti. Dopo un corso di cinque giorni di trattamento, si riposa per la stessa durata. Il corso stesso viene ripetuto fino a quando c'è una medicina, di regola, dura almeno tre mesi.

Infusione di baffi d'oro

Questa è una pianta d'appartamento, che prende 20 giunti dai processi esistenti. Sono riempiti con due bicchieri di acqua o alcool medico diluito in un rapporto 1: 3. La composizione risultante dovrebbe infondere in un luogo buio per 10 giorni. Il farmaco viene utilizzato nella quantità di 20 gocce per 100 ml di acqua alla volta. Durante il giorno, ci sono due assunzioni del genere, 30 minuti prima dei pasti. Il corso generale di trattamento dura 30 giorni.

Tamponi di cipolla

In questo caso, vengono utilizzate le cipolle cotte al forno, da cui viene rimosso il nucleo trasparente e morbido. Viene impastato con una forchetta, e poi un cucchiaino della grana ottenuta viene steso su un doppio strato di garza. Da questo forma una sorta di tampone, legato con un filo forte (per poterlo rimuovere in seguito dalla vagina). Un tampone è inserito all'interno di notte. La procedura viene ripetuta ogni giorno per tutta la settimana. Quindi segue una pausa di 10 giorni. In totale, dovrebbero esserci 3 di questi cicli. Questo metodo ha un efficace effetto anti-infiammatorio e combatte anche i virus.

Può un polipo svilupparsi nel cancro

Il principale pericolo dell'espansione dei polipi è quello di aumentare il rischio di degenerazione nei tumori maligni. Ecco perché il trattamento dei polipi uterini deve essere effettuato il prima possibile e nel modo più efficiente possibile.

Fasi della rinascita

I polipi nella cavità uterina appaiono dagli strati dell'endometrio e possono variare nella struttura. A causa di cambiamenti nel corpo delle escrescenze, possono apparire cellule cancerogene. La loro distribuzione è dovuta a processi alterati di differenziazione e proliferazione (proliferazione dei tessuti per divisione cellulare). Il processo di cambiamento della struttura delle cellule nella direzione dei tumori maligni è chiamato malignità.

prevenzione

Poiché il polipo uterino è il risultato di un'interruzione delle ovaie e, di norma, è causato da un eccesso di ormoni estrogeni, le misure preventive dovrebbero includere:

  • rifiuto di carne e alimenti contenenti ormoni;
  • optare per il tempo libero attivo all'aria aperta;
  • prevenzione dei genitali da ipotermia;
  • Consultazione obbligatoria con un medico quando si scelgono i contraccettivi ormonali;
  • regolare esame ginecologico (almeno 2 volte l'anno).

Recensioni di donne sul trattamento dei polipi

Valeria, 32 anni.

Dopo un esame di routine, il ginecologo sospettava polipi nell'utero e inviava un'ecografia. La diagnosi è stata confermata. Il medico raccomanda la rimozione utilizzando un laser. Ho sentito parlare di ricette popolari, ma ho più fiducia nella medicina tradizionale. Già registrato per un intervento chirurgico.

Catherine, 44 anni.

Al primo rilevamento di polipi, ha scelto un trattamento con preparati ormonali e rimedi popolari come "tamponi di cipolla". Inizialmente, la condizione è migliorata, ma sei mesi dopo, i sintomi hanno iniziato a ripresentarsi, ora solo un'operazione e sotto la stretta supervisione di un medico. È molto spaventoso pensare che il cancro possa svilupparsi.