loader
Raccomandato

Principale

Fibroma

Emangioma epatico: trattamento, rimozione e cause

L'emangioma del fegato è chiamato tumore benigno, la cui formazione si presenta in qualche modo insolitamente ed in sostanza è il glomerulo di vasi confusi tra loro, sviluppati in modo improprio e formati anche nel periodo embrionale. A questo proposito, la malattia è considerata congenita.

Di solito, come risultato di un sondaggio, viene rilevata la formazione di uno di questi tumori e, in generale, le sue dimensioni non superano i 3-4 cm. La maggior parte dei pazienti non presenta alcun sintomo, quindi non possono assumere per lungo tempo la sua presenza. È estremamente raro avere situazioni che possono innescare un aumento dell'emangioma fino a 10 cm di dimensione, che sarà chiaramente espressa dai sintomi caratteristici. Tali pazienti hanno bisogno di un trattamento obbligatorio.

Cos'è?

L'emangioma epatico è un tumore benigno con una natura piuttosto insolita. In molti casi, questo nome implica un numero di diverse neoplasie vascolari dei tipi blastomatosi e disembrioplastici.

cause di

Un tumore vascolare localizzato nel fegato è chiamato una malattia misteriosa, dal momento che le cause, il suo comportamento e i tassi di crescita non possono essere calcolati e predetti in anticipo. Ma, non guardando il suo "mistero e segretezza", non si sa molto sull'emangioma:

  1. Fegato femminile preferito (nelle donne, questi tumori si presentano 5-6 volte più spesso);
  2. Dei due lobi epatici, seleziona prevalentemente il lobo destro;
  3. Ha un'età "preferita" (20-30 anni);
  4. Come substrato, "cerca" di utilizzare elementi venosi;
  5. Il tumore vascolare trovato nel fegato degli adulti appartiene sicuramente al periodo di sviluppo intrauterino dei suoi "ospiti";
  6. Per qualche motivo sconosciuto, l'emangioma è in grado di crescere, per fortuna non è infiltrativo.

Per determinare la causa esatta della formazione di un tale tumore è estremamente difficile. Tra i principali fattori probabili nella comparsa di emangioma epatico sono i seguenti:

  1. Predisposizione genetica. In questo caso, l'emangioma "non si mantiene in attesa a lungo" e si trova nei bambini dell'infanzia.
  2. Effetto degli ormoni sessuali. Stiamo parlando di ormoni femminili (in particolare, estrogeni), che, secondo gli scienziati, possono provocare lo sviluppo di un tumore benigno del fegato.
  3. Lesioni meccaniche del fegato (contusioni e altro).

Nella maggior parte dei casi, l'emangioma è di taglia singola e piccola, raramente sono tumori multipli e di grandi dimensioni.

classificazione

A seconda della struttura istologica, ci sono 2 tipi di tumori vascolari:

Per la natura della gravità clinica, è possibile distinguere tali specie di emangi, quali:

  1. Forma asintomatica;
  2. Processo tumorale non complicato, ma esiste un quadro clinico tipico;
  3. Emangioma complicato;
  4. Forme gamaniche atipiche sviluppate a seguito di processi patologici concomitanti.

Tali formazioni tumorali sono di solito singole in natura, sebbene vi siano più tumori renali che raggiungono dimensioni molto grandi e spesso coinvolgono i tessuti circostanti nelle oncoprocessi.

sintomi

La diagnosi preliminare si basa sui reclami del paziente, che sono anche segni indiretti di un tumore vascolare localizzato nel fegato:

  1. Senso di compressione dello stomaco, del duodeno e di tutte le strutture adiacenti situate nella zona epatoduodenale;
  2. Dolore sordo e doloroso nell'ipocondrio destro;
  3. L'aspetto di ittero è possibile;
  4. Disturbi dispeptici (feci instabili, flatulenza, nausea, pesantezza allo stomaco dopo aver mangiato);
  5. Raramente, intenso, improvviso dolore, che di solito indica che alcuni eventi si verificano nell'angioma: un attacco di cuore o necrosi del suo tessuto, emorragia nel tumore.

Negli emangiomi del fegato che hanno raggiunto dimensioni pericolose, non è escluso lo sviluppo di sintomi di ipertensione portale e insufficienza cardiaca.

Caratteristiche di sviluppo nei bambini

Le cause degli emangiomi in un bambino non sono note con precisione. Si ritiene che il tumore vascolare si formi nel periodo di gestazione, quando la donna incinta è malata di infezioni durante la posa del sistema cardiovascolare del bambino. Quasi sempre la patologia viene diagnosticata immediatamente dopo la nascita, solo a volte tali tumori benigni compaiono nel primo mese di vita di un neonato. La dimensione dell'emangioma aumenta attivamente di sei mesi, dopo di che la crescita rallenta. A volte può risolversi con l'età, soprattutto se i tumori sono piccoli, quindi non sempre deve essere rimosso.

Quando gli emangiomi sul fegato nei neonati crescono insieme alle briciole, accompagnati da sintomi, è necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento, poiché a volte la malattia è pericolosa.

diagnostica

L'emangioma è asintomatico e il paziente inizia a vedere un medico solo quando compaiono dei disturbi. La diagnosi della malattia include:

  • emocromo completo;
  • risonanza magnetica;
  • CT se necessario per chiarire la diagnosi;
  • angiografia per determinare lo stato dei vasi sanguigni in caso di sospetto sviluppo di tumori nel lobo destro del fegato;
  • perforare la biopsia, se necessario, per confermare la diagnosi (ma la diagnosi di un tumore con questo metodo è raramente eseguita, può portare a sanguinamento e complicanze massicci).

Possibili complicazioni

Sebbene gli emangiomi non siano soggetti a malignità, possono avere molte conseguenze pericolose per il paziente:

  1. La sindrome di Kazabach-Merritt è una complicanza pericolosa che causa esito fatale in un terzo dei pazienti. È caratterizzato da trombocitopenia e dimensioni gigantesche di emangioma, all'interno delle quali vi è la coagulazione del sangue, causando disturbi della coagulazione del sangue;
  2. Una rottura può portare a forti emorragie. Lividi, ferite, ecc.;
  3. Insufficienza epatica risultante dallo sviluppo di tumori multipli o di un emangioma gigante che ha sostituito il parenchima renale.
  4. Trombosi tumorale, accompagnata da processi settico purulento e necrosi tessutale.

Trattamento di emangioma epatico

Le persone che hanno identificato questa neoplasia benigna sono raccomandate a riesaminare dopo 3 mesi per valutare la crescita del tumore. Se la crescita dell'emangioma non viene rilevata, il paziente deve ancora esaminare ogni sei mesi, o almeno 1 volta all'anno, per poter osservare il tumore in modo dinamico.

Se non si osserva la tendenza alla crescita dell'emangioma epatico e la sua dimensione non supera i 5 cm di diametro, non è necessario il trattamento. Ai pazienti non vengono prescritti farmaci e anche non c'è bisogno di una dieta speciale.

Ma le situazioni in cui potrebbe essere necessario un intervento chirurgico continuano ancora. Questi includono:

  • rottura del tumore;
  • disagio addominale persistente, peggioramento della qualità della vita del paziente;
  • rapida crescita del tumore (più del 50% all'anno);
  • la dimensione dell'emangioma supera i 5 cm;
  • emangioma di grandi dimensioni e schiaccia gli organi adiacenti, interrompendo il loro lavoro;
  • se i risultati del sondaggio non sono riusciti a stabilire un tumore maligno o meno.

Controindicazioni per l'operazione è:

  • la gravidanza;
  • ematoma epatico;
  • cirrosi epatica;
  • sconfitta di grandi navi;
  • terapia ormonale sostitutiva nel trattamento dei tumori.

È anche poco pratico condurre una biopsia per l'emangioma epatico. C'è un alto rischio di sanguinamento grave che può portare alla morte.

La terapia ormonale richiede una presa delicata, può solo provocare una crescita tumorale, un rapido aumento delle dimensioni. Nominato solo da un medico tenendo conto di molti fattori: l'età, il grado e lo stadio di sviluppo del tumore del paziente, altre patologie interne esistenti.

Medicina popolare

Il trattamento dei rimedi tradizionali per l'emangioma (così come altre malattie) può essere usato solo per gli adulti dopo aver consultato un medico. Efficaci sono:

  • radice di ginseng;
  • calce;
  • cardo mariano;
  • patate;
  • avena;
  • assenzio, ecc.

Cardo mariano viene utilizzato nella raccolta di erba (zampa di gatto, radice nera, tanaceto, achillea, erba di San Giovanni, ciliegio (gambo), calendula, celidonia 3 cucchiai., Farfara - 4,5 cucchiai., Piantaggine - 6 cucchiai.. l.) Gli ingredienti sono misti. Per preparare il brodo, hai bisogno di 1 cucchiaio da tavola della miscela, viene cotto a vapore con 1,5 tazze di acqua bollente e bollito per pochi minuti. Tutto ciò che serve per bere 4 volte in un giorno. Ripeti la procedura per 3 settimane, dopodiché per 2 settimane bevono latte in polvere di cardo 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 5 anni.

dieta

Uno dei metodi per mantenere una neoplasia in uno stato stabile è l'organizzazione di una corretta alimentazione nell'emangioma epatico. Questi includono controindicazioni tradizionali per le malattie di questo organo - fritto, grasso, salato. È anche auspicabile escludere:

  • alcol;
  • condimenti piccanti;
  • tuorli d'uovo;
  • funghi;
  • pere;
  • cioccolato;
  • pane fresco;
  • bevande gassate

L'emangioma epatico richiede una dieta. Con una piccola dimensione del tumore, puoi fermare la sua crescita selezionando il menu con prodotti adatti. I nutrizionisti propongono di utilizzare nella dieta quotidiana:

  • pane sotto forma di cracker;
  • verdure, verdure;
  • cereali;
  • agrumi;
  • frutti, ad eccezione delle pere;
  • olio vegetale - girasole, oliva;
  • miele;
  • composta di frutta secca.

Questa malattia non richiede l'aderenza a una dieta rigorosa. Basti escludere dalla dieta quotidiana del paziente "cibi pesanti", e anche cercare di mangiare meno cibi fritti e grassi. Si sconsiglia inoltre di mangiare cibi in scatola e salati.

Emangioma epatico

Un tumore vascolare di origine benigna, situato in uno o entrambi i lobi del fegato, è un emangioma. Spesso il suo diametro non supera i 50 millimetri e i segni clinici possono essere completamente assenti. L'emangioma epatico, nella maggior parte dei casi, viene diagnosticato durante un esame o un esame fisico per una malattia diversa.

La frequenza della degenerazione maligna di una tale formazione è estremamente piccola, ma il rischio esiste ancora. La maggior parte degli scienziati tende alla variante dell'origine congenita dell'emangioma. È registrato nel 7% della popolazione e, nonostante l'opinione generale sulla rarità della malattia, le neoplasie vascolari sono al secondo posto tra tutte le patologie del cancro epatico.

Cause di emangioma epatico

La ragione per la formazione di emangioma è considerata un'anomalia del letto vascolare durante lo sviluppo intrauterino. I tumori sono localizzati più spesso nel fegato che in altri organi interni. È possibile aumentarli a 5 o più centimetri.

Non è stato ancora stabilito che l'emangioma sia un tumore o un difetto dello sviluppo. Il tipo cavernoso cresce molto più velocemente del tipo capillare.

Queste formazioni possono scomparire spontaneamente (nell'80% dei casi) a condizione che vengano rilevate fino a 3 mesi del neonato. La malattia è principalmente registrata nella popolazione femminile. Ciò è dovuto all'effetto della crescita del tumore stimolante gli estrogeni.

Segni e manifestazione

Le manifestazioni cliniche di un tumore vascolare sono diverse e dipendono dalle dimensioni, dalla posizione, dalla gravità del danno ai tessuti circostanti e dalla presenza di complicanze.

Emangioma sintomatico del fegato può essere sintomatico per i seguenti motivi:

  • sindrome dolorosa da dolore dovuta ad aumentata oncogenesi;
  • gonfiore;
  • sclera e pelle gialle.

Dolori acuti nell'ipocondrio destro, diminuzione della pressione, feci scure, vomito e peggioramento delle condizioni generali indicano lo sviluppo di complicanze.

Sintomi maturi

Nella maggior parte dei casi, i sintomi clinici sono assenti, poiché la neoplasia non supera i 5 centimetri di diametro. Anche i metodi di laboratorio non riescono a rilevare una neoplasia a tali dimensioni.

Se il tumore raggiunge i 10 centimetri, il paziente può sentire dolore sul lato destro sotto le costole, nausea e sentire indipendentemente il fegato ingrossato. In questa fase, le navi e gli organi circostanti sono schiacciati dal tumore ingrossato.

La crescita dell'istruzione è associata a emorragia, trombosi, moltiplicazione cellulare e espansione vascolare. Il peso medio è di circa 500 -1500 grammi, ma il peso massimo di un tale tumore epatico può essere superiore a 5 chilogrammi.

Cosa fare e quando consultare un medico?

Con l'apparenza di pesantezza e sentimenti di distensione nell'ipocondrio destro, è necessario consultare uno specialista. Tuttavia, per il rilevamento tempestivo della formazione oncologica si raccomanda di visitare regolarmente un medico.

Analisi e sondaggi

In considerazione del fatto che i reclami relativi a questa malattia possono essere assenti, l'esame strumentale viene messo in evidenza nella diagnosi. L'ecografia e la tomografia della cavità addominale sono prescritte per l'individuazione di un tumore. Visivamente, l'emangioma epatico sembra essere una formazione ben definita e un riempimento eterogeneo.

Anche. vengono eseguite un'angiografia del tronco celiaco e della scintigrafia epatica. Per quanto riguarda le tecniche di laboratorio, non sono così istruttive. La biopsia della puntura non viene eseguita a causa dell'alto rischio di sanguinamento.

Quali sono le complicanze e le conseguenze dell'emangioma epatico?

I tumori vascolari del fegato possono portare allo sviluppo di complicanze:

  • rottura della neoplasia, a seguito della quale si osserva il sanguinamento intraddominale intestinale;
  • cirrosi epatica;
  • epatico, insufficienza cardiaca;
  • ittero;
  • ascite;
  • compressione e spostamento delle strutture circostanti;
  • malignità;
  • trombosi;
  • epatite.

Inoltre, vale la pena sottolineare che la prima manifestazione di emangioma può essere un'emorragia massiccia con una diminuzione della pressione, debolezza e perdita di coscienza.

Trattamento moderno dell'emangioma epatico

Le tattiche terapeutiche dipendono dalla dimensione della lesione tumorale. Con un diametro fino a 50 millimetri, la chirurgia è considerata irrazionale. In questo caso, il monitoraggio viene eseguito e 3 mesi dopo il rilevamento iniziale del tumore, viene eseguita una seconda scansione ad ultrasuoni. Quindi il sondaggio viene eseguito ogni anno.

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • dimensioni superiori a 50 millimetri;
  • crescita rapida (del 50% ogni anno);
  • rottura del neoplasma con sanguinamento;
  • complicazioni causate dalla compressione dei vasi sanguigni o altri organi;
  • sospetta trasformazione del cancro.

Oltre a questo, è necessario considerare la presenza di comorbilità e le condizioni generali del paziente.

Tra le controindicazioni c'è da evidenziare:

  • germinazione del tumore nei vasi epatici;
  • danno epatico cirrotico;
  • emangiomi multipli.

Il volume della chirurgia può essere:

  1. Cancellare un segmento.
  2. Rimozione del lobo del fegato.

Inoltre, la scleroterapia e l'embolizzazione sono considerate un metodo efficace.

È in fase di sviluppo un nuovo approccio al trattamento, basato sull'introduzione di particelle specifiche nel tumore e sulla creazione di un campo elettromagnetico. Quindi, la temperatura nel fuoco patologico aumenta e si verifica la morte del tessuto, seguita dalla lisi (scissione).

Trattamento di rimedi popolari

La medicina tradizionale nella lotta nel fegato emangioma utilizza le seguenti ricette:

  1. Le foglie secche schiacciate di assenzio amaro vengono versate con alcool al 70% in una bottiglia scura (1:10) e infuse per 20 giorni. Quindi, filtrato, la tintura viene conservata in frigorifero. Bere 45 giorni 12 gocce tre volte al giorno 20 minuti prima dei pasti. Un mese dopo, il corso viene ripetuto.
  2. Un bicchiere di semi di avena viene versato in una casseruola con un litro d'acqua, infuso per 10 ore, quindi bollito per mezz'ora. Dopo questo, il brodo viene lasciato durante la notte, quindi un litro d'acqua viene filtrato e aggiunto. Bere 45 giorni tre volte mezzo bicchiere prima dei pasti. Il corso viene ripetuto dopo una pausa di un mese.

Ogni mattina al mattino (2 mesi) puoi bere il tè al lime. Questo corso dovrebbe essere effettuato una volta all'anno.

Predizione e sopravvivenza

Quando viene diagnosticato un piccolo emangioma epatico, la prognosi è favorevole. Per le neoplasie di grandi dimensioni, la prognosi dipende dalla presenza di complicanze e dal trattamento tempestivo.

Emangioma del fegato - una descrizione della malattia

Indice

  1. Cause di emangioma
  2. Emangioma capillare epatico
  3. Emangioma fegato cavernoso
  4. Chirurgia dell'emangioma del fegato
  5. Dieta per emangioma epatico
  6. Emangioma epatico focale
  7. Embolizzazione dell'emangioma
  8. Controindicazioni per l'emangioma epatico
  9. Diagnosi di emangioma
  10. Trattamento di emangioma con anaprilina
  11. conclusione

L'emangioma epatico è un tumore benigno. Molto spesso, questa diagnosi combina diverse malattie di natura vascolare: l'emangioma è solitamente considerato una malattia congenita che si verifica a causa di uno squilibrio nello sviluppo dei vasi sanguigni. L'emangioma di solito ha dimensioni ridotte e potrebbe non essere rilevato affatto, poiché non presenta sintomi pronunciati. Se inizia a crescere, ci sono segni caratteristici, quindi la malattia deve essere prestata molta attenzione: nelle donne, questa malattia si verifica più volte più spesso che negli uomini.

Cause di emangioma

Se l'emangioma non è congenito, la malattia tende a provocare disturbi nelle condizioni generali del corpo, ad esempio disturbi ormonali, infezioni o lesioni. Se il tumore inizia a crescere, il dolore appare sotto la costola destra, a volte anche vomito e nausea.Le donne hanno un rischio maggiore di sviluppare l'emangioma rispetto agli uomini, perché l'ovulazione ha un alto contenuto di ormoni sessuali e colpisce le pareti dei vasi sanguigni, causando loro di cambiare.

Tra i fattori che possono scatenare lo sviluppo della malattia sono anche i seguenti:

  • Fumo, incluso passivo e durante la gravidanza;
  • Bere eccessivo;
  • Malattie trasmesse sessualmente in precedenza;
  • l'epatite;
  • infezione;
  • contusioni;
  • Colesterolo elevato;
  • Scarsa pervietà del tratto biliare;
  • Malattie virali;
  • avvelenamento;
  • ipertensione;
  • Mancanza di vitamina K.

È consuetudine distinguere due tipi di emangioma epatico: capillare e cavernoso.

Emangioma capillare epatico

In questo tipo di malattia, il tumore è una raccolta di piccole formazioni, divise per partizioni e riempite di sangue. Tali emangiomi hanno bordi irregolari e una struttura eterogenea. La dimensione del tumore, di regola, non supera i 20 cm. Di norma, l'emangioma capillare si verifica a seguito di terapia ormonale o gravidanza.

Emangioma fegato cavernoso

Emangioma cavernoso è un gruppo di vasi intrecciati che si trovano all'interno del fegato. Ciascuna di queste cavità vascolari può avere una propria vena separata e può raggiungere 30 mm di diametro. Molti scienziati concordano sul fatto che questo tipo di malattia non è un difetto vascolare acquisito, ma un difetto congenito: sono stati effettuati numerosi studi genetici, i cui risultati hanno dimostrato che l'emangioma può essere ereditato. In rari casi, questo tipo di emangioma può occupare una grande parte del fegato.

Chirurgia dell'emangioma del fegato

Se viene trovato un tumore, deve essere monitorato per evitare possibili complicazioni. Tuttavia, è abbastanza raro che un emangioma richieda un intervento chirurgico, poiché continua a crescere in casi eccezionali. Molto spesso, il tumore diventa gradualmente più piccolo, e al suo posto si forma una cicatrice. Se si verificano complicazioni e la dimensione dell'emangioma raggiunge i 5 cm di diametro, l'operazione è inevitabile. Si raccomanda di rimuovere il tumore chirurgicamente anche se si trova sulla superficie del fegato, stringe e infetta gli organi vicini o rischia di rinascere nel cancro.

Prima di un intervento chirurgico, è necessario sottoporsi a un esame approfondito, poiché esistono numerose controindicazioni all'intervento chirurgico:

  • È vietato fare una biopsia, poiché ciò può causare sanguinamento;
  • E 'vietato rimuovere il tumore se ha avvolto grandi vene del fegato;
  • È vietato rimuovere l'emangioma in pazienti con cirrosi epatica;
  • È vietato eseguire un'operazione se vi sono ematomi di grandi dimensioni sul fegato, poiché in questo caso sarà necessario rimuovere l'intero organo.

L'esame stesso consiste in una radiografia dei vasi sanguigni dell'organo, nell'iniezione di un mezzo di contrasto nell'arteria epatica e nella sclerosi puntura del tumore. Inoltre, è anche prescritta un'ecografia.

Sebbene l'emangioma sia abbastanza comune e raramente necessiti di un trattamento aggiuntivo, non si dovrebbe evitare l'intervento chirurgico se inizia a causare ansia.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'emangioma non causa alcuna preoccupazione e non richiede alcun trattamento. Opinione del chirurgo-flebologo, dottore in diagnostica ecografica: "Gli emangiomi, in particolare di piccole dimensioni, sono molto spesso solo risultati casuali durante la ricerca epatica. Per questo tumore, può essere richiesta solo l'osservazione dinamica. "

Dieta per emangioma epatico

Non stiamo parlando di una sorta di rigore nella dieta, piuttosto, è una restrizione nel consumo di determinati prodotti. Prima di tutto, devi rinunciare a cibi troppo grassi, fritti e affumicati, mangiare meno salati e conservare. Non abusare di dolci, gelati, caffè forte e bevande contenenti gas. È necessario prendere in considerazione l'uso abituale di frutta e verdura fresche, poiché la fibra contenuta in esse aumenta l'effetto coleretico e rimuove il colesterolo in eccesso dal fegato. Assicurati di limitare l'uso di bevande alcoliche, se non riesci ad abbandonarlo completamente.

È anche necessario provare a mangiare più spesso e in piccole porzioni, questo contribuirà a una migliore digestione del cibo. I pasti non dovrebbero essere persi, il cibo è meglio bollire bene o tritare, non mangiare troppo caldo o troppo freddo.

Prodotti consigliati per l'emangioma:

  • Prosciutto magro, lingua di manzo bollita, aringa inzuppata, pesce, vitello, tacchino, coniglio;
  • Barbabietole, carote, zucca, asparagi, fagioli, piselli, prezzemolo, pomodori, melanzane;
  • Agrumi, fragola;
  • Pasta di cagliata, latte intero, yogurt, formaggio, kefir, panna acida a basso contenuto di grassi, yogurt;
  • Fette biscottate, segale o pane integrale, grano saraceno e farina d'avena;
  • L'olio di oliva e di mais può essere un po 'cremoso.

Prova ad abbandonare l'uso di prodotti come pane fresco, muffin, tuorlo d'uovo, carne grassa, cavoli, lardo, margarina, ravanelli, cetrioli, cioccolato, caffè, noci, spezie, condimenti con salse.

Emangioma epatico focale

Questo tipo di tumore praticamente non differisce dagli altri, è anche chiamato iperplasia nodulare focale del fegato. Non ha sintomi significativi, è benigna. Al centro di tale tumore si trova il tessuto connettivo della cicatrice, e intorno - piccoli noduli. C'è anche iperplasia rigenerativa nodulare, in un tale tumore ci sono pochi tessuti connettivi. Spesso con la crescita di emangiomi focali, i grandi dotti biliari e le grandi vene vengono compresse.

Embolizzazione dell'emangioma

Di regola, l'emangioma è alimentato attraverso un vaso sanguigno. Se il sangue è bloccato per un tumore, può risolversi fino a scomparire completamente. L'embolizzazione si basa sull'isolamento dei rami dell'arteria epatica che forniscono sangue all'emangioma. Questo metodo è stato sviluppato in dettaglio e introdotto in pratica presso l'Istituto di Chirurgia dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche V.A. Vishnevsky. Lo specialista si esprime nel modo seguente: "Un massiccio sanguinamento venoso, che può verificarsi in caso di danno accidentale ai tronchi venosi, è pericoloso in caso di emangioma epatico". Quindi, il più grande pericolo è il rischio di emangioma rottura e sanguinamento. Secondo la testimonianza dei pazienti, l'embolizzazione può essere prescritta.

Tale procedura presenta un rischio minimo per i pazienti, poiché non influisce sui vasi sani. Molto spesso, il flusso sanguigno verso il tumore manca l'arteria epatica e i suoi rami. Di norma, l'embolizzazione viene eseguita solo nei casi in cui il fegato funziona normalmente e il tronco principale dell'arteria epatica non è interessato.

Un catetere sottile viene inserito in anestesia locale attraverso una puntura nella zona inguinale ed è portato all'arteria che fornisce il sangue al tumore. Esistono due tipi di embolizzazione: farmaco (chimico) e meccanico. Nel primo caso, una miscela di farmaci viene iniettata attraverso il catetere e nella seconda - piccola particella di metallo o microspirali. I farmaci uccidono le cellule tumorali e le particelle meccaniche bloccano l'accesso al sangue. A volte questi due tipi di embolizzazione si combinano. La procedura stessa può essere eseguita più volte, riduce i sintomi spiacevoli con la loro gravità.

Controindicazioni per l'emangioma epatico

Molti esperti di medicina ritengono che le biopsie siano controindicate negli emangiomi, poiché durante questa procedura vi è il rischio di emorragie interne che possono persino essere fatali.

Un'altra controindicazione sono i farmaci ormonali. Si ritiene che questi farmaci provochino l'insorgenza e la crescita di emangiomi.

Poiché il tumore è benigno e in determinate condizioni non rappresenta un pericolo per la vita, non ci sono particolari controindicazioni serie.

Diagnosi di emangioma

Esistono diversi metodi più comunemente usati per diagnosticare una malattia:

  1. Ultrasuoni (ultrasuoni). L'ecografia è il modo più comune per rilevare l'emangioma. Durante l'esame, i cambiamenti e le lesioni dei vasi sanguigni causati dalla presenza di questo tumore sono chiaramente visibili.
  2. CT con contrasto. Uno speciale agente di contrasto viene iniettato nei vasi sanguigni del fegato e quindi viene eseguita una radiografia. La sostanza si accumula intorno al tumore sotto forma di piccole macchie scure che sono ben visualizzate nell'immagine.
  3. MRI (risonanza magnetica). Un metodo abbastanza comune ora, che è considerato uno dei più efficaci. Lo studio è condotto utilizzando un campo magnetico e impulsi a radiofrequenza, sono la base per l'imaging di risonanza magnetica. Il segnale nel sito interessato dal tumore è intensamente pronunciato.
  4. Angiografia. Questo metodo viene utilizzato solo nei casi in cui non è stato possibile diagnosticare l'emangioma mediante TC. La procedura viene eseguita quasi allo stesso modo - una sostanza speciale viene introdotta nei vasi, che, riempiendo lo spazio dell'emangioma, la evidenzia nell'immagine come un blackout.

Trattamento di emangioma con anaprilina

È stato precedentemente menzionato che gli emangiomi epatici si trovano solitamente nelle donne. Inoltre, tra il numero di pazienti con questa malattia, un gran numero di bambini, in particolare i neonati fino a 1,5 anni. Molto spesso, gli emangiomi nei bambini si dissolvono nel tempo da soli. Se un bambino ha un tumore di grandi dimensioni, o se ci sono complicazioni, viene prescritta anaprilina. È stato clinicamente dimostrato che durante l'assunzione di questo farmaco, la crescita del tumore rallenta.

Anaprilina (propranololo) è uno dei farmaci più efficaci per il trattamento di questo tumore. La maggior parte degli esperti ritiene che questo strumento sia innocuo, ma si consiglia di eseguire il trattamento rigorosamente sotto la supervisione di un medico, preferibilmente in ospedale. Il farmaco appartiene al gruppo dei beta-bloccanti, nel trattamento con anaprilina i vasi sanguigni sono meno pieni di sangue, con il risultato che l'emangioma può ridursi completamente o completamente. Attualmente, ci sono recensioni negative sul trattamento con questo farmaco, ma è sicuro di dire che l'anaprilina è un'alternativa all'intervento chirurgico.

conclusione

Se hai un emangioma epatico, non disperare. Questo tumore benigno può benissimo scomparire nel tempo e non richiede alcun intervento medico o chirurgico. L'emangioma raramente causa complicanze. Una corretta alimentazione e l'assenza di situazioni traumatiche riducono al minimo il rischio di tali complicazioni. Si consiglia ai medici di aderire al seguente modello di comportamento quando si rileva l'emangioma, citiamo: "Si raccomanda di osservare, ripetere l'ecografia in un mese, 3 mesi, sei mesi, un anno. Se l'emangioma non aumenta, fare un'ecografia ogni anno e prendere i test di controllo per gli esami del fegato (bilirubina, ALS, AST, GGT). "

Emangioma epatico

L'emangioma epatico è un tumore vascolare benigno che colpisce uno o entrambi i lobi del fegato. Molto spesso, le sue dimensioni non superano i 5 cm e i sintomi cancellati compaiono solo con una significativa quantità di istruzione. La diagnosi primaria di emangioma epatico è di solito casuale e si verifica durante l'esame di un'altra patologia. L'emangioma epatico sarà sospettato dall'ecografia, dalla TC o dalla risonanza magnetica del sistema epatobiliare. Specificare la diagnosi mediante scintigrafia epatica statica - il metodo consente di dimostrare la natura benigna del tumore. Il trattamento dell'emangioma epatico è operativo solo quando il tumore raggiunge dimensioni elevate, compressione dei vasi sanguigni e organi adiacenti, sanguinamento.

Emangioma epatico

L'emangioma epatico è una neoplasia vascolare localizzata nel parenchima epatico, non incline alla neoplasia. L'origine degli emangiomi è ancora controversa, ma la maggior parte degli scienziati è incline alla genesi congenita di questo tipo di neoplasma. Molto probabilmente, la formazione di un nodo emangiomatoso nel fegato si verifica nel primo trimestre di gravidanza, durante la deposizione dei vasi sanguigni del feto, a causa degli effetti patologici sul corpo della gestante.

Emangioma epatico si verifica nel 7% della popolazione. Nonostante l'opinione prevalente sulla rarità di questo tipo di neoplasma, l'emangioma è il secondo tra tutti i tumori del fegato. Fino all'80% dei tumori vascolari trovati nei primi tre mesi di vita, successivamente subiscono una regressione spontanea. Gli emangiomi epatici sono più comunemente rilevati nelle donne giovani - questo è attribuito all'effetto stimolante degli estrogeni sulla crescita dei tumori vascolari. Il pericolo di questa formazione è che la prima manifestazione dell'emangioma epatico può essere un sanguinamento massiccio con un probabile esito fatale. Va notato che la prevalenza di emangiomi epatici tra la popolazione negli ultimi anni è in costante aumento.

Cause dell'emangioma del fegato

Si ritiene che l'emangioma del fegato inizi a formarsi anche in utero dal tessuto embrionale, come difetto nella posa dei vasi del letto venoso. Numerosi studi sul substrato morfologico dei tumori vascolari collocano gli emangiomi in uno stadio intermedio tra malformazioni e blastomi embrionali. Tra tutti gli emangiomi degli organi interni, la localizzazione più frequente è nel fegato, mentre nel 7-10% dei casi vengono diagnosticati tumori giganti (più di 5 cm). Il concetto di "emangioma del fegato" è collettivo, molti autori qui includono una varietà di tumori vascolari benigni del fegato: emangioendotelioma benigno, cavernosi, uriformi, venosi, angiomi capillari. In gastroenterologia, l'emangioma è leader in tutti i tumori benigni del fegato.

L'emangioma può essere cavernoso o capillare. L'emangioma cavernoso consiste di cavità grandi che sono combinate in una. Molti autori nel concetto di cavernoma comprendono non solo un tumore, ma anche malformazioni, telangiectasia. L'emangioma capillare del fegato è costituito da molte piccole cavità, ciascuna delle quali contiene una nave.

Nonostante molti studi sui tumori vascolari, non vi è ancora alcuna decisione unanime - l'emangioma è un vero tumore o è un'anomalia dello sviluppo vascolare. Crescita invasiva, dipendenza ormonale e recidiva dopo la rimozione parlano a favore della teoria del tumore. Lo sviluppo di emangiomi multipli, che non è caratteristico dei tumori, è incline al lato della malformazione (in circa il 10-15% dei casi si riscontrano nel fegato almeno 2-3 emangiomi epatici). L'emangiomatosi del fegato non è rara, quando quasi l'intero parenchima è affetto da emangiomi piccoli (da pochi millimetri a 2 cm). A volte l'emangiomatosi totale porta a gravi insufficienze epatiche e cirrosi.

Di solito, gli emangiomi epatici crescono molto lentamente, raggiungendo dimensioni adulte di non più di pochi centimetri. Gli emangiomi cavernosi di solito crescono più velocemente del capillare, prendendo grandi dimensioni. Nelle donne, la crescita dei tumori vascolari è più intensa a causa dell'elevato livello di estrogeni che stimola la divisione delle cellule dell'emangioma.

Sintomi di emangioma epatico

Nel 70% dei casi, l'emangioma identificato del fegato non supera i cinque centimetri di dimensione. Tali piccoli tumori vascolari non si manifestano né clinicamente né in laboratorio. Quando si raggiunge una grande dimensione (a volte fino a 20 cm), i sintomi possono essere cancellati: un ingrossamento del fegato, dolore nel giusto ipocondrio, nausea. Molto spesso, le manifestazioni di emangioma epatico sono associate alla compressione di grandi vasi e organi vicini.

Gli scienziati associano la crescita dell'emangioma epatico non solo con la riproduzione delle sue cellule, ma anche con emorragie, trombosi ed espansione dei vasi tumorali. Il più grande dei ben noti tumori vascolari benigni pesava più di cinque chilogrammi, sebbene il range medio di peso della neoplasia sia di 300-1500 g.

A volte la prima manifestazione di emangioma epatico può essere un sanguinamento interno massiccio. Vari fattori possono causare la rottura dei vasi emangioma e la perdita di sangue: movimenti improvvisi, lesioni addominali (anche minori), carichi elevati. Il sanguinamento può essere così massiccio da provocare la morte del paziente. Questo è il motivo per cui in caso di dolore addominale acuto, dopo un trauma addominale, i pazienti con emangioma epatico dovrebbero immediatamente consultare un medico.

Diagnosi di emangioma epatico

La consultazione di un gastroenterologo raramente porta alla scoperta tempestiva dell'emangioma epatico, perché praticamente non si manifesta. Di solito, un tumore vascolare benigno del fegato viene rilevato come un riscontro casuale durante l'esame per una patologia diversa. L'ecografia del fegato e della cistifellea può rivelare nel parenchima una formazione arrotondata con contorni chiari, contenuti eterogenei. Gli stessi dati, ma molto più precisi, si ottengono con una risonanza magnetica del fegato e delle vie biliari, addominale MSCT. Per assicurarsi che il tumore identificato sia un emangioma del fegato, l'angiografia del tronco celiaco (celiachia), consentirà la scintigrafia epatica statica. L'epatoscintigrafia viene utilizzata per differenziare tra neoplasie maligne e benigne.

I test epatici biochimici (test del fegato) per l'emangiomatosi di solito non vengono modificati se il paziente non ha un'altra patologia concomitante (ad esempio, cirrosi epatica, epatite). Anche i test clinici rimangono nel range normale. La biopsia epatica da puntura per la diagnosi di tumori vascolari non viene utilizzata, in quanto può portare a un sanguinamento massiccio.

Molta attenzione è rivolta allo studio dei marcatori genetici della malattia. Pertanto, i gruppi di sangue A (II) di collegamento con un aumentato rischio di emangioma epatico. Gli scienziati suggeriscono che lo sviluppo del processo tumorale possa avere natura ereditaria. Se la ricerca in questa direzione sarà coronata da successo, in futuro sarà possibile identificare un gruppo a rischio per questa patologia, effettuare esami clinici di tali pazienti e diagnosticare l'emangioma epatico in uno stadio subclinico di sviluppo di neoplasie.

Distinguere l'emangioma epatico dovrebbe essere con altri tumori benigni e maligni, cisti di eziologia parassitaria e non infettiva.

Trattamento di emangioma epatico

L'ulteriore tattica di gestione e trattamento di questo paziente dipende dalle dimensioni del tumore che verrà rilevato durante l'esame. Poiché la formazione simile al tumore non ha sempre una forma sferica, viene adottato un metodo uniforme di misurazione della dimensione media: il diametro dell'emangioma è fissato su tre piani reciprocamente perpendicolari della sua più grande sezione trasversale. Gli emangiomi del fegato di piccole dimensioni (fino a 5 centimetri) non richiedono alcuna misura terapeutica. All'individuazione iniziale di un piccolo emangioma, si raccomanda di ripetere un'ecografia epatica dopo 3 mesi per valutare la dinamica della crescita tumorale e le condizioni generali del paziente. In futuro, un esame ecografico dovrebbe essere eseguito ogni 6-12 mesi, in modo che, quando il gastroenterologo ri-consulti, sia necessario identificare le indicazioni per un intervento chirurgico nel tempo.

Le indicazioni per la rimozione del fegato emangioma sono costantemente rivisti e integrati. Gli esperti concordano sul fatto che la necessità di un'operazione dovrebbe essere valutata individualmente in ciascun caso. Questo tiene conto delle dimensioni, della posizione e del numero di emangiomi del fegato, delle condizioni generali del paziente e della patologia di accompagnamento. Il criterio principale nella determinazione delle prove è un confronto tra l'efficacia e il rischio dell'operazione. Ad oggi, a favore di un intervento chirurgico indicano:

  • Dimensione del tumore superiore a 50 mm
  • Crescita rapida del tumore: oltre il 50% all'anno
  • Rottura del tessuto tumorale con sanguinamento
  • Sintomi gravi causati dalla spremitura dei vasi sanguigni o degli organi adiacenti
  • Dubbi sulla bontà del tumore

Tuttavia, ci sono anche controindicazioni alla chirurgia: la germinazione dei principali vasi venosi del fegato, la cirrosi del fegato e molteplici emangiomi del fegato in entrambi i lobi.

Durante la rimozione chirurgica dell'emangioma epatico, possono essere utilizzate varie tecniche chirurgiche, a seconda delle dimensioni e della posizione del nodo: resezione epatica segmentaria, resezione del lobo epatico (lobectomia), emiepatectomia. La sclerosi e l'embolizzazione dell'emangioma epatico sono piuttosto efficaci. Questi metodi di radiologia interventistica possono essere utilizzati anche per più nodi emangiomatosi quando la chirurgia radicale è impossibile. Come preparazione per l'operazione, è possibile utilizzare la terapia ormonale - consente di ridurre il nodo vascolare in termini di dimensioni, riducendo ulteriormente lo scopo dell'operazione e il rischio di complicanze postoperatorie al minimo.

Attualmente sono in fase di sviluppo molti moderni metodi non invasivi per il trattamento di tumori epatici benigni. Uno di questi metodi di terapia sperimentale è l'introduzione di particelle ferromagnetiche nel tessuto dell'emangioma epatico seguito dalla creazione di un campo elettromagnetico ad alta frequenza. Allo stesso tempo, la temperatura locale nell'area del sito tumorale aumenta in modo significativo, causando necrosi asettica e quindi lisi dei tessuti danneggiati.

Le donne con emangioma epatico devono riferire la loro diagnosi al ginecologo, dal momento che la nomina di un estrogeno somministrato da uno specialista può portare alla crescita del tumore e al sanguinamento.

Prognosi e prevenzione dell'emangioma epatico

La prognosi per l'emangioma epatico di piccole dimensioni è favorevole. Poiché questa neoplasia viene posta in utero, l'unico metodo di prevenzione è un'attenta preparazione alla gravidanza, l'aderenza a uno stile di vita sano e un'alimentazione corretta, specialmente nel primo trimestre. I metodi per prevenire l'insorgenza di emangiomi epatici dopo la gravidanza non sono sviluppati.