loader
Raccomandato

Principale

Sintomi

1, 2, 3, 4, stadio del tumore del sangue: caratteristiche della malattia

Il tumore del sangue è un nome generico che include un numero di malattie gravi che hanno ricevuto il termine leucemia. Combinano le malattie maligne del midollo osseo, linfatico e sistemi ematopoietici. Non c'è alcun tumore nel tumore del sangue, quindi non c'è nulla da rimuovere - questa è la pericolosa elusività della malattia. Le cellule malate si diffondono in tutto il corpo, determinando un'immunità repressa, la cui assenza comporta varie patologie, infezioni e sanguinamento.

Tipi di leucemia

Tutte le leucemie (leucemie) sono divise in due tipi: acuta e cronica. Questa divisione è dovuta alla diversa capacità della leucemia alla crescita e allo sviluppo delle cellule in espansione.

Lo sviluppo delle cellule è quasi completamente assente nella leucemia acuta, un gran numero di cellule immature si accumula nel sangue in una fase iniziale di sviluppo. Questo inibisce la normale formazione del sangue di tutti i germogli. Questi segni appaiono nel sangue nell'80% dei casi e oltre.

Leucemia cronica produce una popolazione di cellule granulocitarie sviluppate che sostituiscono gradualmente le cellule del sangue periferico normale.

La malattia si diffonde rapidamente da una singola cellula malata formata nel midollo osseo. Si moltiplica alla velocità della luce e sposta le cellule sane. A seconda della posizione della repressione, i sintomi della malattia sono visibili.

Il primo colpo è, ovviamente, i linfonodi, quindi le cellule anomale infettano la milza e il fegato e la malattia si diffonde ad altri organi.

Si ritiene che la causa di questo gruppo di malattie sia la radiazione ionizzante, il suo effetto cancerogeno sul corpo umano. I fattori di rischio includono quelli che assumono la radioterapia, ad esempio, per la malattia di Hodgkin e le mutazioni genetiche durante l'esposizione chimica e virale.

Il decorso della malattia ha due classificazioni del tumore del sangue: acuta e cronica Il decorso acuto della malattia è caratterizzato dalla rapida proliferazione cellulare, con il suo esito letale che può raggiungere in poche settimane o mesi dall'inizio della malattia. Un trattamento tempestivo del cancro del sangue può salvare vite nel corso del cancro cronico. La malattia non passa da una forma all'altra, almeno non è ancora stato registrato. Dobbiamo fare una biopsia, poiché né la diagnosi né i test del tumore del sangue possono mostrare la forma della malattia.

Abbastanza spesso i bambini diventano suscettibili al cancro del sangue.

Fasi del cancro del sangue

Ci sono quattro fasi nel corso della malattia, in ognuna di esse è possibile tracciare il livello di danno all'organismo da parte delle cellule patologiche:

  • Il tumore del sangue allo stadio 1 mostra cambiamenti insignificanti nella composizione del sangue, poiché la vita delle cellule patologiche è appena iniziata e dura per diversi mesi. La malattia si sviluppa a causa di un forte indebolimento del sistema immunitario, che porta alla riproduzione incontrollata di cellule anormali che derivano da una cellula atipica che sta iniziando a dividersi attivamente.

Il paziente ha una stanchezza generale del corpo, malattie infettive croniche esacerbate, cadute di immunità.

La forma cronica dello stadio iniziale è asintomatica. Ma, nel sangue, durante il passaggio dei test, si può vedere un numero sovrastimato di leucociti granulari. In questa fase della malattia, il sangue viene esaminato per il danno al DNA. L'accesso tempestivo a un medico e la diagnosi precoce possono curare il tumore del sangue nella prima fase. Il tasso di sopravvivenza è del 100%.

  • Cancro del sangue nella fase 2. La divisione delle cellule patologiche aumenta, si verificano l'accumulo e la formazione di tessuti tumorali. Il tumore del sangue di grado 2 può manifestarsi in un'eruzione cutanea, nei pazienti la milza e il fegato sono ingranditi. La salute del paziente sta peggiorando. Il rilevamento della malattia nel secondo stadio dà la possibilità di sopravvivenza per il 75% dei pazienti.
  • Lo stadio 3 del tumore del sangue è caratterizzato dalla diffusione attiva delle metastasi, che si verifica quando sono interessate aree dell'intero organismo. I vasi sanguigni e linfatici infetti trasmettono le cellule tumorali a tutto il corpo, dove trovano localizzazione e si sviluppano attivamente lì. In caso di tumore del sangue di grado 3, viene eseguito un ciclo di chemioterapia, mentre il tasso di sopravvivenza dei pazienti è del 30%. Il compito del medico è quello di utilizzare il metodo soppressivo di crescita del tumore, non permettendo alle cellule di diffondersi ulteriormente.
  • Stadio del tumore del sangue 4. L'ultimo grado di cancro dà poche speranze per curare il paziente. I medici alleviare il dolore e trattare il paziente al fine di prevenire la proliferazione cellulare. In un cancro di grado 4, si osserva l'incrostazione dei tessuti maligni di altri organi del paziente. La sopravvivenza è praticamente ridotta a zero, poiché tutti i nuovi organi sono interessati e il numero di tumori aumenta. Il trattamento dell'ultimo stadio del cancro del sangue si riduce all'irradiazione del midollo osseo, in alcuni casi viene eseguito un trapianto di midollo osseo, ma la morte è inevitabile.

Sintomi e manifestazioni di cancro del sangue

I sintomi del cancro del sangue sono simili ad altre malattie:

  • la debolezza;
  • sudorazione eccessiva giorno e notte;
  • febbre alta e malattie frequenti;
  • appare una leggera pressione sui lividi del tessuto;
  • sangue dal naso e il suo lungo arresto;
  • le ferite non guariscono bene;
  • macchie sulla pelle, arrossamento;
  • infiammazione delle mucose;
  • dolore alle articolazioni.

Il trattamento del cancro del sangue si riduce a un ciclo di chemioterapia. Una grande dose di un farmaco altamente tossico viene iniettata per via endovenosa. Lo scopo della manipolazione è di provocare la morte delle cellule tumorali.

Cancro del sangue nella fase 3

Inserito da: admin 12/09/2016

Una malattia del sangue di natura maligna è chiamata cancro del sangue o leucocitosi acuta (leucemia, leucemia). Leucocitosi nel sangue si esprime per divisione atipica e aumento delle leucociti che compongono il plasma. Gli elementi risultanti possono avere una forma immatura e vari gradi di differenziazione. Un processo oncologico può svilupparsi nel flusso sanguigno che alimenta tutti gli organi e i tessuti, così come nel midollo osseo. Il più delle volte, origina dal midollo osseo e quindi, colpisce l'intero sistema di circolazione sanguigna. Il tumore del sangue è osservato nelle persone di tutte le fasce di età e in una certa fase del suo sviluppo, è possibile giudicare l'aspettativa di vita del paziente.

Malignità nel sangue può verificarsi nelle fasi acute e croniche. Nel decorso acuto, il trattamento non porta sempre a un risultato positivo e i pazienti sono condannati a morte nel più breve tempo possibile. Puoi ancora combattere lo stadio cronico del cancro del sangue. Dipende dallo stadio della malattia, dal grado di differenziazione, dall'età del paziente, nonché da tattiche di trattamento corrette e tempestive.

Se un paziente manifesta sintomi di tumore del sangue, che si manifestano come indebolimento delle difese del corpo, con conseguente emorragia nasale ed emorragia in altri tessuti, perdita di coscienza, debolezza e costante infezione, il paziente deve essere esaminato e rapidamente iniziato il trattamento. Nella forma cronica di leucemia, quando la struttura fisiologica delle cellule del sangue cambia in granulare o granulare, il paziente può essere trattato e vivere a lungo, ma questo dipende dallo stadio della malattia. La distinzione tra cancro ematologico acuto e cronico è che non può spostarsi da una forma all'altra.

Quando si rileva la leucemia e si determina il suo stadio di sviluppo, è necessario un intervento medico lampo per prevenire il linfoblasto - la fase terminale della malattia. Questo sviluppo del tumore del sangue si osserva nel terzo e nel quarto stadio, quando la patologia non è sensibile all'influenza dei metodi terapeutici ed è difficile rispondere alla domanda su quanti pazienti vivono. Secondo le statistiche, la prognosi per la vita del paziente, con leucemia acuta o cronica di ultimo grado, è di alcuni mesi. In caso di malattia in giovane età e trattamento tempestivo, le possibilità di remissione a lungo termine aumentano a livelli elevati.

Sintomi di fasi avanzate, 3, 4

Dolore - una sensazione di disagio in tutto il corpo. I dolori hanno un carattere tirante, con dolori alle ossa e alle articolazioni. C'è una sensazione di disagio nella parte superiore del busto, spremitura nel torace e insufficienza cardiaca.

Debolezza - vertigini, debolezza e rapida affaticabilità durante l'attività fisica e mentale, con concomitante apatia o depressione. La perdita di coscienza è uno dei segni più chiari del cancro del sangue. Questi segni compaiono già nelle prime fasi della leucemia e aumentano il processo di sviluppo del tumore, così come nel decorso acuto del cancro.

Sanguinamento - la comparsa di ematomi, sanguinamento, sia esterni che interni, che sono difficili da fermare. Questa immagine è dovuta alla fragilità dei vasi sanguigni e all'aumento della pressione sanguigna.

Malattie infettive - frequente aderenza di microrganismi patogeni, a causa della riduzione delle proprietà immunitarie. Il paziente diventa un bersaglio per virus e batteri che causano l'intossicazione del corpo: brividi, febbre, mal di gola, bulbi oculari e testa, lacrimazione, naso che cola. Tali sintomi sono caratteristici di rinite, tracheite, bronchite, polmonite, influenza, ecc.

Disturbi gastrointestinali - dolore e pesantezza nel tratto digestivo, diarrea, nausea con vomito, in cui c'è sangue. Il fabbisogno nutrizionale del paziente diminuisce, cioè diminuisce l'appetito e, di conseguenza, il peso corporeo diminuisce. La minzione frequente è anche accompagnata da ematuria.

Cambiamenti nei segni esterni - pallore della pelle e presenza di lividi, sudorazione, perdita di peso, cianosi delle unghie e delle dita dei piedi e dei piedi e delle mani.

Nella terza fase del tumore del sangue, i pazienti hanno linfonodi ingrossati e metastasi in molti organi: cervello, ossa, fegato, polmoni, milza, ecc. Questo stadio è chiamato fase policlonale - la determinazione di un gran numero di linfoblasti nel sangue, che porta a il verificarsi di processi tumorali secondari.

Nella fase terminale, il paziente sperimenta: difficoltà di respirazione, aumento della frequenza cardiaca, insufficienza cardiaca, convulsioni e sanguinamento.

Le fasi iniziali della leucemia possono anche manifestarsi con la presenza di leucociti atipici, che hanno una struttura granulare e non causano un vivido sintomo della malattia.

Misure terapeutiche e prognosi

Il terzo stadio della leucemia è abbastanza difficile da trattare, ma è possibile. Per fare questo, condurre un test - una reazione alla sensibilità del tumore ai farmaci. Questi includono antibiotici e farmaci antitumorali ormonali. Farmaci mirati per la terapia, antimetaboliti, aiutano a ridurre le cellule atipiche e bloccano la loro crescita. L'esposizione alle radiazioni e l'uso del fosforo radioattivo è anche uno dei modi efficaci per sconfiggere il tumore del sangue. Un tal trattamento aiuta non solo a eliminare tumori, ma anche i sintomi accompagnatori di processi infettivi nel corpo.

Uno dei metodi più efficaci è il trapianto di midollo osseo, che raramente ti permette di eliminare, anche con una diagnosi: tumore del sangue, stadio 3 di sviluppo. Questa operazione consiste nel rimuovere il tumore e iniettare il cervello intimo di un donatore che produce globuli sani.

A causa degli effetti negativi della chemioterapia e delle radiazioni sui tessuti sani, il trapianto di cellule staminali può sostituire questi tipi di trattamenti o usarli in combinazione. Se, dopo il trattamento, il paziente non ha avuto una ricaduta entro cinque anni dalla sua vita, allora si può avere la possibilità di vivere ancora per molti anni. Altrimenti, il paziente deve sottoporsi a periodici cicli di trattamento ed essere sotto controllo nel dispensatore oncologico per tutta la vita.

Stadio del tumore del sangue 3

Stadio del tumore del sangue 3

Cancro al sangue di terzo grado

Lo stadio 3 del cancro del sangue differisce dai primi due stadi della malattia accelerando la crescita e la divisione delle cellule anormali, la progressione dei sintomi e il deterioramento del paziente. Le cellule esplosive si muovono attraverso il flusso sanguigno e il sistema linfatico, formando metastasi in organi e tessuti distanti del corpo.

I sintomi del cancro del sangue di grado 3

Le manifestazioni esterne della patologia sono pelle secca, pallore, in caso di danno al fegato, la pelle diventa gialla.

I principali sintomi del processo patologico includono:

  • Perdita di peso
  • Linfonodi ingrossati
  • Dolore al petto e al cuore,
  • Mancanza di respiro
  • Aritmia.

Col tempo, frequenti sanguinamenti, svenimenti, infezioni che portano a gravi complicazioni sono aggiunti ai principali segni della malattia. I sintomi della malattia in questa fase sono pronunciati, è impossibile ignorarli - questo porta al trattamento del paziente dal medico e alla definizione di patologia.

Diagnosi del tumore del sangue di grado 3

Una condizione importante per un trattamento efficace è un approccio professionale alla scelta della terapia e alla diagnosi completa, inclusi i seguenti studi:

  • Puntura spinale - una procedura durante la quale viene eseguito uno studio di laboratorio sul liquido cerebrospinale - il fluido che circonda il midollo osseo,
  • Puntura di midollo osseo - prelevando un campione di tessuto con un ago sottile per un ulteriore esame al microscopio,
  • Le tecniche di imaging (MRI, TC, PET) sono utilizzate per identificare i cambiamenti nella struttura e il funzionamento degli organi interni, nonché per identificare possibili metastasi.

    Trattamento per il cancro di grado 3

    Lo stadio 3 del tumore del sangue richiede un complesso trattamento complesso, volto a sopprimere la funzione della regione del midollo osseo in cui sono prodotte le cellule di blast, nonché a ripristinare il normale midollo osseo e il bilanciamento delle cellule del sangue sane.

    La chirurgia non è considerata nel trattamento del tumore del sangue. La terapia, di regola, include corsi di chemioterapia come trattamento indipendente o in combinazione con radioterapia. Tale approccio consente di ottenere una remissione temporanea o permanente, a seconda del tipo di leucemia.

    La prognosi per il cancro del terzo stadio

    In assenza di trattamento, il tumore del sangue di grado 3 progredisce fino all'ultimo grado, molto rapidamente, il che porta alla morte in pochi mesi. Con la terapia di qualità, il tasso di sopravvivenza dei pazienti con cancro del sangue in stadio 3 è di circa il 30%.

    In alcuni casi, un trapianto di midollo osseo da un donatore sano viene eseguito presso il Centro israeliano di ematologia, consentendo il completo recupero del paziente. Ma questa procedura è molto complicata e costosa, viene eseguita solo dopo il successo della terapia preparatoria finalizzata alla distruzione di tutte le cellule del sangue anormali.

    Nonostante la complessità del trattamento di una terribile malattia, gli ultimi sviluppi di scienziati e medici leader nel trattamento della fase 3 del tumore del sangue permettono di ottenere risultati elevati di terapia e completa guarigione dei pazienti.

    Le fasi della leucemia acuta e cronica

    La leucemia è una neoplasia maligna del midollo osseo, in cui si formano delle blasti atipiche a seconda dello stadio della leucemia. Nella struttura, assomigliano a cellule progenitrici leucocitarie, ma non svolgono la loro funzione.

    La formazione di linfoblasti si verifica molte volte più velocemente dei leucociti normali. A un certo stadio di leucemia, sostituiscono la maggior parte dei globuli bianchi normali, portando a gravi conseguenze, come l'anemia, il sanguinamento e l'aggiunta di infezione. Emigrano con il sangue, creando focolai linfoblastici in tutto il corpo.

    Leucemia acuta: stadi

    Debutto della malattia - lo stadio iniziale della leucemia acuta ha molti sintomi. In generale, l'analisi del sangue rosso non è marcata. In rari casi, è possibile rilevare una diminuzione del numero di globuli rossi e di emoglobina. Nel sangue bianco viene rilevata una diminuzione o un aumento del conteggio dei leucociti. Il numero di celle "esplosione" supera leggermente la norma. A volte è possibile vedere trombocitopenia - una diminuzione della conta piastrinica. Più importante per la diagnosi di leucemia è una biopsia del midollo osseo. Allo stesso tempo, un significativo aumento del numero di cellule progenitrici si trova nel midollo osseo. La fase iniziale della leucemia acuta viene quasi sempre diagnosticata alla fine quando entra nella fase successiva.

    Fase di sviluppo clinico completo

    • il paziente si sente bene, non si lamenta di nulla, ma nel test del sangue mostrano cambiamenti caratteristici;
    • il paziente ha alcuni reclami, ma il conteggio del sangue è normale.

    Lo stadio di pieno sviluppo clinico si manifesta in tre sindromi:

    1. Infettiva tossico. L'infiammazione si verifica in vari organi.
    2. Emorragica. C'è una tendenza a sanguinare. Allo stesso tempo possibile significativa perdita di sangue.
    3. Anemici. La quantità di emoglobina e globuli rossi diminuisce. La pelle e le mucose impallidiscono, il paziente lamenta un aumento della fatica, sensazione di mancanza d'aria, vertigini. Il lavoro del cuore è inadeguato.

    Fase di remissione

    In questo caso, la remissione è completa o parziale. Lo stadio della remissione clinica completa è caratterizzato dall'assenza di un quadro clinico e da disturbi e nel tessuto del midollo osseo non si trova più del 5% delle cellule esplosive. Esame del sangue senza cambiamenti patologici. Se la remissione è parziale, il paziente si sente bene e oltre il 5% delle cellule anormali immature è osservato nel midollo osseo.

    Fase di ricaduta

    L'aumento del contenuto di cellule "esplosive" nel sangue e nel midollo osseo, sullo sfondo del generale stato malato del paziente, indica il ritorno della leucemia. Ogni ricaduta successiva è più pericolosa della precedente e spesso dà complicazioni. Lo stadio di recidiva termina con un terminale o va in remissione.

    Terminal

    L'ultimo stadio è caratterizzato dalla progressione policlonale del tumore e da una pronunciata malignità del processo. Quasi tutte le cellule normali sono sostituite da cellule patologiche, il che porta a complicazioni ea una condizione grave del paziente. In molti organi si osservano processi necrotici.

    Le fasi della leucemia, nel periodo acuto, sono molto simili, hanno sintomi più comuni delle differenze. Ma al fine di prescrivere un trattamento adeguato, è di grande importanza determinare esattamente in che fase si trova la leucemia.

    Le fasi della leucemia cronica: iniziale

    Il periodo che precede la clinica espansa dura da sei a dodici mesi. Nella fase iniziale della leucemia cronica, il paziente spesso non si sente come una persona malata, ma allo stesso tempo le deviazioni minime sono determinate nell'analisi del sangue. In rari casi, i pazienti sentono:

    • malessere generale;
    • debolezza costante che non scompare dopo un periodo di riposo;
    • mancanza di appetito.

    Ogni terza persona ha un'espansione dei confini del fegato e della milza. Nel sangue, i leucociti neutrofili sono molte volte più alti del valore normale e il livello delle piastrine aumenta. Un importante criterio diagnostico è determinare la quantità di fosfatasi alcalina nei leucociti. Nella leucemia cronica, la sua quantità è parecchie volte inferiore alla norma.

    Il numero di globuli rossi e di emoglobina è nei limiti normali. L'ESR è spesso normale, la sua accelerazione è estremamente rara. Conta piastrinica leggermente superiore al normale. Quando si esamina il punteggiato del midollo osseo, è possibile riscontrare un leggero aumento del numero di leucociti immaturi.

    Le fasi della leucemia cronica: schierato

    Il periodo in cui la malattia viene diagnosticata non solo da esami del sangue. Ha un quadro clinico caratteristico della leucemia acuta. Nella fase di sviluppo, vi è quasi completa inibizione della formazione di cellule del sangue normali. Le condizioni del paziente peggiorano. Può durare da tre a cinque anni, a volte anche di più.

    Il segno distintivo è il rilevamento di una milza ingrandita. A volte aumenta a dimensioni così gigantesche che il dottore può sentirlo nella piccola pelvi. L'addome è significativamente ingrandito. Il paziente nota una sensazione di pesantezza nello stomaco, a causa della compressione degli organi adiacenti da parte della milza. Aumenta anche il fegato. Ma le sue dimensioni sono ancora diverse volte più piccole della milza.

    Uno dei primi segni di questo stadio può essere debolezza generale, sudorazione, perdita di peso. A volte il paziente rileva un costante aumento della temperatura. Il paziente è emotivamente instabile, è difficile per lui lavorare, non dorme bene. In alcuni casi, potrebbero esserci reazioni allergiche sulla pelle. Le ossa e le articolazioni cominciano a far male.

    Il livello dei leucociti è nettamente aumentato, le cellule esplosive in grandi quantità si trovano nel sangue periferico. Molte forme immature vengono alla luce. Il livello di linfociti è significativamente ridotto. Aumenta anche il numero di eosinofili. Le piastrine sono nell'intervallo dei valori normali o aumentano, il che è molto raro. ESR accelera. Un certo numero di cellule esplosive si trovano nel tessuto del midollo osseo.

    Le fasi della leucemia cronica: stadio terminale

    La progressione costante della malattia termina con un periodo terminale. Nell'ultima fase, le cellule tumorali sono completamente maligne. Le condizioni del paziente sono gravi o molto gravi. Le cellule maligne lasciano il midollo osseo e vengono trasportate attraverso il sistema sanguigno attraverso il sistema e depositate negli organi vitali.

    La fase terminale arriva inaspettatamente. Con l'inefficacia del trattamento, il paziente vive per un massimo di sei mesi. Inizia con un forte aumento del livello dei globuli bianchi. Il trattamento che ha aiutato in precedenza non fa nulla. La remissione completa può essere raggiunta solo in un quinto paziente. Nella maggior parte dei casi, ci sono remissioni parziali, la cui durata è al massimo di un mese.

    Il peso del paziente diminuisce ulteriormente ed è esausto. A causa dell'anemia, la pelle è pallida. Possibile danno al cuore sotto forma di aritmie. Sulla pelle delle cellule "esplosione" si formano le cosiddette leucemidi. Sono molto dolorosi, la pelle su di loro è leggermente arrossata. I linfonodi stanno aumentando di dimensioni. Le ossa e le articolazioni fanno male così tanto che senza anestetico, il paziente non riesce nemmeno ad addormentarsi. Come risultato della quasi completa mancanza di immunità, sono possibili gravi processi infiammatori degli organi parenchimali.

    La crisi "blastica" è un segno caratteristico di una fase critica. Quando è il numero di cellule maligne nel sangue supera il 10%, e nel midollo osseo - 20%, e questa cifra è in costante crescita. La malattia può essere lenta per un lungo periodo, rimanere in uno stato di lento scorrimento per decine di anni. Ma poi entra in una fase terminale veloce, che termina in un risultato fatale.

    Devi sapere a quale stadio del trattamento della leucemia sarà più efficace.

    Scopri di più sui metodi di diagnosi, sul trattamento del cancro usati oggi all'estero.

    Leucemia (o - cancro del sangue, leucemia) è una malattia maligna clonale che colpisce il sistema ematopoietico. Comprende un intero gruppo di malattie di diversa eziologia.

    Classificazione internazionale delle fasi di leucemia

    A seconda del decorso della malattia, le leucemie croniche e acute sono isolate. Per entrambe le specie è indicato il trattamento della leucemia all'estero. La leucemia acuta porta alla morte dopo alcune settimane o mesi se le procedure terapeutiche non sono state applicate. Tuttavia, quando vengono adottate misure appropriate, le previsioni sono favorevoli. Leucemia cronica può trasformarsi in acuta.

    Il metodo più comune per classificare la forma acuta è il sistema franco-americano-britannico. In accordo con tale sistema, la leucemia acuta può essere suddivisa in 8 sottotipi di leucemia mieloide acuta, altri 3 sottotipi di leucemia linfatica acuta.

    La leucemia linfatica cronica è classificata secondo 1 dei sistemi di stadiazione citologica (secondo la classificazione di Paradise o Binet).

    Le leucemie acute attraversano una serie di fasi del loro sviluppo:

    • I (iniziale), per cui i più comuni segni non specifici.
    • II (ampliato) - ha chiari segni clinici ed ematologici di emooblastosi.
    • III (stadio terminale della leucemia) - quando si osserva una profonda inibizione dell'ematopoiesi normale.

    Per quanto riguarda gli stadi della leucemia cronica, inizialmente la malattia può svilupparsi senza segni evidenti. Nel 50% di tutti i casi, viene scoperto per caso, nel processo di una persona che passa test per altre malattie.

    • Il primo stadio della leucemia del sangue è chiamato monoclonale quando c'è un clone di cellule tumorali. Questa fase è abbastanza benigna, può durare per anni.
    • La fase successiva inizia con la formazione di cloni secondari del tumore. Viene anche chiamato stadio della crisi esplosiva o stadio polifonico.
    • Leucemia stadio 4, leucemia stadio 3 - la crescita del fegato, milza, quando si osserva anemia cronica, danno generalizzato ai linfonodi.

    I sintomi della leucemia sanguigna a diversi stadi di sviluppo

    Le prime fasi di questa malattia di tipo acuto sono caratterizzate dai seguenti sintomi:

    • Sanguinamento periodico (difficile da fermare);
    • Dolore della cavità addominale, specialmente sopra;
    • Sensazioni spiacevoli nelle articolazioni (possono essere integrate da "dolore" nelle ossa);
    • La rapida formazione di lividi o contusioni;
    • Crescita significativa delle dimensioni del fegato, linfonodi;
    • Debolezza costante, stato pigro, apatia;
    • Una condizione simile ai sintomi alla febbre;
    • Malattie infettive ricorrenti;
    • Spesso la voglia di urinare.

    Per le fasi successive della leucemia, i seguenti sintomi sono caratteristici:

    • Labbra, le unghie assumono una tinta bluastra;
    • L'ansia aumenta, gli stati inconsci si verificano senza causa, non c'è reazione alla stimolazione dall'esterno;
    • Dolore vicino al cuore, senso di oppressione, pressione al petto, aumento del battito cardiaco con un ritmo anomalo;
    • Aumento della temperatura corporea (oltre 38 gradi);
    • L'alta frequenza delle contrazioni dei muscoli del cuore (tachicardia);
    • Disfunzione dell'apparato respiratorio, che caratterizza difficoltà respiratorie o comparsa di raucedine;
    • La comparsa di convulsioni;
    • Tremori dolorosi nella cavità addominale;
    • Flusso sanguigno incontrollato o abbastanza significativo.

    La forma cronica è caratterizzata dai seguenti sintomi:

    • Lo stadio iniziale procede senza manifestazioni visibili: nella ricerca, è probabile che vengano rilevati troppi leucociti del tipo granulare (cioè la fase monoclonale della leucemia);
    • Lo stadio policlonale è caratterizzato dalla formazione di tumori secondari, cambiamenti significativi nel numero di cellule esplosive. In questa fase si manifestano complicazioni: danni ai linfonodi, cambiamenti significativi nel volume del fegato, milza.

    Sia gli adulti che i bambini sono a rischio. La leucemia può essere ereditaria o essere acquisita in presenza di cattive abitudini, cattiva alimentazione, stile di vita sedentario, esposizione alle radiazioni, ecc.

    È possibile diagnosticare la leucemia nelle sue fasi iniziali?

    La diagnosi di laboratorio aiuta a rilevare la malattia in una fase iniziale e a iniziare tempestivamente il trattamento del cancro all'estero. In questa immagine molto importante del sangue. In alcuni casi, la malattia viene rilevata attraverso un semplice esame del sangue clinico, a volte anche prima della comparsa dei sintomi. Gli studi sono necessari sia nella leucemia acuta che nella cronica.

    La parte più importante della diagnosi di leucemia acuta è la valutazione della morfologia dei globuli periferici e del midollo osseo. Per confermare e identificare una specifica sottospecie di leucemia acuta, vengono eseguiti studi di puntura sternale, morfologici, citochimici e immunofenotipici del midollo osseo. Al fine di escludere l'infiltrazione leucemica degli organi interni, viene effettuata una puntura spinale, si esamina il liquore, si eseguono una radiografia del cranio, organi del torace, ecografia dei linfonodi, fegato, milza.

    Dopo il completamento di tutti i test per il paziente, viene elaborato un piano di trattamento individuale che tiene conto delle caratteristiche del suo corpo. L'oncologia del sistema ematopoietico è una delle malattie più misteriose. Il modo migliore per evitare uno scenario negativo è sottoporsi a una visita medica almeno una volta ogni sei mesi, per condurre uno stile di vita sano.

    Come viene trattata la leucemia in base allo stadio della malattia?

    Sulla base delle condizioni del paziente e dello stadio del cancro, può essere assegnato a:

    • La chemioterapia preventiva per il SNC è indicata nelle fasi iniziali della malattia, così come in alcuni tipi di leucemia cronica.
    • Chemioterapia con trapianto di cellule staminali - terapia aggressiva contro il tumore. I pazienti con leucemia avanzata ne hanno bisogno se le loro cellule non riescono a rigenerarsi.
    • La terapia biologica è un metodo innovativo di cliniche estere avanzate, si basa su un corso di trattamento farmacologico complesso, nonché su una terapia con modificatori della risposta biologica.
    • Radioterapia: l'irradiazione delle cellule tumorali aiuta a distruggerle, e ciò impedisce il rischio di spostare elementi atipici nel cervello, nel midollo spinale.

    Ogni tipo di trattamento viene effettuato in due fasi:

    1. Eliminazione degli elementi cancerogeni.
    2. Recupero del paziente alla fine delle procedure mediche.

    Di conseguenza, è possibile non solo arrestare lo sviluppo della malattia, ma anche prevenirne il ripetersi. Allo stesso tempo, il costo del trattamento del cancro in Israele e in altri paesi dipenderà in modo significativo da una serie di fattori, tra i quali sono importanti lo stadio della malattia, l'età del paziente, la presenza di qualsiasi malattia nella storia e altri.

    Per saperne di più sui metodi più avanzati di trattamento della leucemia, sugli aspetti specifici della diagnosi e sui prezzi delle varie procedure, è sufficiente compilare un modulo online e sarete contattati da un rappresentante medico qualificato.

    Leucemia acuta

    La leucemia acuta è una malattia del sangue cancerosa in cui gli elementi formati del sangue vengono gradualmente sostituiti da blasti cellulari immaturi.

    Questa è la forma più comune di emooblastosi. Si verifica in 3 persone ogni centomila della popolazione e, secondo le statistiche, gli adulti soffrono tre volte più spesso dei bambini.

    Tipi di leucemia acuta

    La classificazione FAB internazionale differenzia le leucemie acute in base al tipo di cellule tumorali in due grandi gruppi - linfoblastici e non linfoblastici. A loro volta, possono essere suddivisi in diverse sottospecie:

    1. Leucemie linfoblastiche acute:

    • Altro o né T né B-forma

    2. Leucemie mieloidi acide non linfoblastiche o, come vengono anche chiamate:

    • mieloblastica acuta, caratterizzata dall'emergere di un gran numero di precursori granulocitari

    • acuta monoblastica e acuta mielomonoblastica, basata sulla riproduzione attiva dei monoblasti

    • acuto megacarioblastico - si sviluppa come risultato della riproduzione attiva dei precursori piastrinici, i cosiddetti megacariociti

    • eritroblastico acuto caratterizzato da aumentati livelli di eritroblasti

    3. Un gruppo separato è la leucemia indifferenziata acuta.

    I sintomi della leucemia acuta

    Leucemia mieloblastica acuta

    La leucemia mieloblastica acuta è caratterizzata da un piccolo allargamento della milza, un'alta temperatura corporea e danni agli organi interni.

    Ad esempio, con la polmonite leucemica, il centro di infiltrazione e infiammazione è nei polmoni, causando i sintomi caratteristici - tosse e febbre.

    Ogni quarto paziente affetto da leucemia mieloblastica presenta meningite leucemica con forti cefalee, febbre, brividi e sintomi neurologici.

    In una fase grave del processo, l'infiltrazione leucemica dei reni può svilupparsi, portando a gravi insufficienza renale, fino a una completa ritenzione urinaria.

    Leucemie specifiche appaiono sulla pelle - formazioni rosa o marrone chiaro, il fegato si allarga e diventa denso.

    A sconfitta di intestini distensione addominale, la diluzione di una sedia è osservata, i mal di pancia forti, intollerabili appaiono. Nei casi più gravi si formano ulcere, sono possibili casi di perforazione.

    Leucemia linfoblastica acuta

    Questa variante della malattia è caratterizzata da un ingrossamento della milza e dei linfonodi. Di regola, il processo patologico è fissato nella regione sopraclavicolare, prima da un lato e poi da entrambi. I linfonodi sono densi, indolori, con la compressione degli organi adiacenti possono verificarsi sintomi caratteristici.

    Ad esempio, con un aumento dei linfonodi nel mediastino, può comparire una tosse, oltre a insufficienza respiratoria sotto forma di mancanza di respiro. La sconfitta dei nodi mesenterici nella cavità addominale porta alla comparsa di dolore addominale. Negli uomini, ci può essere un inasprimento e dolore alle ovaie e più spesso da un lato.

    Leucemia acuta eritromobloblastica

    Nella leucemia eritromobloblastica acuta, la sindrome anemica entra in primo piano - una marcata diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina nel sangue, manifestata da debolezza, pallore e aumento della fatica.

    Fasi di leucemia acuta

    Oncologi medici distinguono cinque fasi della malattia, che si verificano con sintomi caratteristici:

    Lo stadio iniziale della leucemia acuta

    Questo periodo è spesso nascosto, senza marcate manifestazioni cliniche. Dura da diversi mesi a diversi anni - in questo momento il processo patologico è appena iniziato, il livello dei leucociti varia leggermente (e il loro numero può aumentare o diminuire), appaiono forme immature e si sviluppa anemia.

    L'esame del sangue in questa fase non è così informativo come lo studio del midollo osseo, che consente di identificare un gran numero di cellule esplosive.

    Stadio avanzato di leucemia acuta

    In questa fase compaiono i veri sintomi della malattia, a causa dell'inibizione dei processi di formazione del sangue e della comparsa di un gran numero di cellule immature nel sangue periferico.

    Nella fase avanzata della leucemia acuta, si possono distinguere due varianti del decorso della malattia:

    • Il paziente si sente soddisfatto, non ci sono lamentele, ma allo stesso tempo, i segni caratteristici della leucemia si trovano nel test del sangue

    • Il paziente ha un significativo peggioramento del benessere, ma senza cambiamenti significativi nel sangue periferico

    La remissione, cioè il periodo di esacerbazione, può essere completa e incompleta.

    La remissione completa è caratterizzata dall'assenza di sintomi della malattia, così come da cellule esplosive nel sangue. Nel midollo osseo, il livello delle cellule immature non deve superare il 5%.

    Con una remissione incompleta, il paziente può sentirsi sollevato e sentirsi meglio, ma il livello delle cellule esplosive nel midollo osseo rimane elevato.

    Le ricadute di leucemia acuta possono verificarsi direttamente nel midollo osseo, oltre che all'esterno.

    Questo stadio è caratterizzato da un gran numero di leucociti immaturi nel sangue periferico ed è accompagnato dall'inibizione della funzione di tutti gli organi vitali. Il più delle volte è fatale.

    Diagnosi di leucemia acuta

    Il medico può sospettare la diagnosi di "leucemia acuta" da cambiamenti nell'analisi del sangue, ma il criterio chiave è un aumento del midollo osseo delle cellule esplosive.

    Cambiamenti nel conteggio ematico periferico

    Nella maggior parte dei casi con leucemia acuta, i pazienti sviluppano anemia con una forte diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina. Si nota anche una diminuzione del livello delle piastrine (viene ripristinato nella fase di remissione e cade di nuovo quando il processo patologico viene esacerbato).

    Per quanto riguarda i leucociti, si può osservare una doppia immagine - sia la leucopenia, cioè una diminuzione del livello dei leucociti, sia la leucocitosi, cioè un aumento del livello di queste cellule. Di norma, nel sangue sono presenti anormali cellule di esplosione, ma in alcuni casi possono essere assenti, il che non esclude la leucemia.

    La leucemia, in cui un gran numero di cellule esplosive è fissata nel sangue, è chiamata "leucemica" e la leucemia con l'assenza di cellule esplosive è chiamata "aleucemica".

    Cambiamenti nel midollo osseo rosso

    Lo studio del midollo osseo rosso è il criterio più importante per la diagnosi di leucemia acuta.

    La malattia è caratterizzata da un pattern specifico - un aumento del livello di cellule di blast e l'inibizione della formazione di globuli rossi.

    Un'altra importante tecnica diagnostica è la trepanobiopsia ossea. Le fette di ossa vengono inviate per la biopsia, che a sua volta consente di rilevare l'iperplasia del blast midollo osseo per confermare la malattia.

    Criteri per la diagnosi di leucemia acuta:

    • Il 30% o più di tutti gli elementi cellulari nel midollo osseo rosso cadono sulle esplosioni

    • Il livello di eritrocariociti è superiore al 50%, esplosioni non inferiori al 30%

    • Nella leucemia promielocitica acuta, nel midollo osseo appaiono specifici promielociti ipersgranulari atipici.

    Trattamento della leucemia acuta

    Lo schema di trattamento per la leucemia acuta dipende dall'età e dalle condizioni del paziente, dal tipo e dallo stadio di sviluppo della malattia, ed è sempre calcolato individualmente in ciascun caso specifico.

    Esistono due tipi principali di trattamento della leucemia acuta - chemioterapia e trattamento chirurgico - trapianto di midollo osseo.

    La chemioterapia consiste in due fasi consecutive:

    • L'obiettivo del primo stadio è indurre la remissione. Con l'aiuto della chemioterapia, gli oncologi raggiungono una riduzione del livello delle cellule esplosive

    • Fase di consolidamento necessaria per distruggere le cellule tumorali rimanenti

    • La reinduzione, di regola, ripete completamente lo schema (farmaci, dosaggi, frequenza di somministrazione) del primo stadio

    • Oltre ai farmaci chemioterapici, i citostatici sono presenti nel regime di trattamento generale.

    Secondo le statistiche, la durata totale del trattamento chemioterapico per la leucemia acuta è di circa 2 anni.

    La chemioterapia in combinazione con citostatici è un metodo di esposizione aggressivo che causa una serie di effetti collaterali (nausea, vomito, deterioramento della salute, perdita di capelli, ecc.). Al fine di alleviare le condizioni del paziente, è prescritta una terapia concomitante. Inoltre, a seconda delle condizioni, antibiotici, agenti di detossificazione, piastrine e massa di globuli rossi, è possibile raccomandare trasfusioni di sangue.

    Trapianto di midollo osseo

    Il trapianto di midollo osseo fornisce al paziente cellule staminali sane, che in seguito diventano progenitrici di globuli rossi normali.

    La condizione più importante per il trapianto è la completa remissione della malattia. È importante che il midollo osseo purificato dalle cellule esplosive sia riempito con cellule sane.

    Al fine di preparare il paziente per la chirurgia, viene effettuata una speciale terapia immunosoppressiva. Questo è necessario per distruggere le cellule leucemiche e sopprimere le difese del corpo al fine di ridurre il rischio di rigetto del trapianto.

    Controindicazioni per il trapianto di midollo osseo:

    • Interruzione del funzionamento degli organi interni

    • Malattie infettive acute

    • recidiva di leucemia acuta, non tradotta in remissione

    Prognosi della malattia

    Secondo le statistiche, la prognosi nei bambini affetti da leucemia acuta è migliore rispetto agli adulti. Quindi, la sopravvivenza infantile su 5 anni è 65 - 85%, adulto - dal 20 al 40%.

    La leucemia mieloblastica acuta è potenzialmente più pericolosa, nel suo caso il tasso di sopravvivenza a cinque anni nei pazienti di età inferiore ai 55 anni è del 40-60% e negli anziani solo il 20%.

    Sintomi di leucemia acuta negli adulti e prognosi

    Quindi, quando passa il prossimo esame, il medico curante ti fa una terribile diagnosi di "Leucemia", acuta o cronica, non dovresti cadere nella disperazione, perché ci sono molti nuovi metodi di trattamento, che ti permettono di guardare ottimisticamente alla prognosi del trattamento di questa grave malattia. Nel nostro articolo cercheremo di capire quale sia la malattia e come trattarla.

    Che cos'è la leucemia acuta

    Leucemia (un altro nome è leucemia) è una malattia maligna del midollo osseo umano, che viene anche chiamato "tumore del sangue" dalle persone. La causa principale della malattia è una violazione del processo di formazione del sangue nel corpo: nel midollo osseo vengono prodotte cellule immature del sangue, chiamate blast cells. Di regola, questi sono i precursori dei globuli bianchi. Le cellule esplosive, a causa della riproduzione incontrollata, mentre si accumulano, non consentono al midollo osseo di produrre globuli normali. Queste cellule maligne si accumulano nei reni, nel fegato, nella milza e in altri organi e causano un insufficiente apporto di sangue agli organi.

    A causa del fatto che nel corpo umano ci sono 2 diverse linee di formazione del sangue, ci sono due tipi principali di leucemia:

    • Linfoblastico, perché formato da blast cells, i precursori dei linfociti;
    • Mieloblastico, perché basato su precursori leucocitari.

    Il termine leucemia acuta indica una forma aggressiva della malattia quando la malattia si sviluppa a un ritmo rapido.

    La malattia più comune è la leucemia linfoblastica acuta, che rappresenta circa i tre quarti di tutte le malattie maligne del sistema ematopoietico. Leucemie acute e croniche si verificano in media in quattro casi ogni 100 mila persone. I bambini rappresentano circa un quarto del numero totale di casi. Il numero schiacciante di bambini soffre di questa malattia fino all'età di 14 anni, i ragazzi sono più sensibili a questo.

    Leucemia in stadio

    Ci sono tre fasi della leucemia acuta:

    • Iniziale - i sintomi non sono espressi o "mascherati" da altre malattie, ad esempio ARVI.
    • Dettagliato - tutti i segni tipici della malattia "La leucemia acuta" sono disponibili, i sintomi sono pronunciati. In questa fase, principalmente, si verifica la remissione o la completa guarigione della malattia.
    • Terminale - lo stadio di profonda depressione delle funzioni di formazione del sangue.

    Fattori di malattia

    In generale, le cause di questa malattia, purtroppo, non sono state trovate. In alcuni casi ci sono una serie di dipendenze su fattori che sono le cause della malattia:

    • La chemioterapia trattata per trattare un altro tipo di tumore maligno aumenta il rischio di malattia.
    • Eredità: aumenta la probabilità della malattia a causa della presenza di disturbi genetici e della presenza della malattia nei parenti.
    • Fumo.
    • Esposizione alle radiazioni, ecc.

    Tuttavia, ci sono molti pazienti con leucemia, che non hanno specificato fattori di rischio per la malattia, e le cause della malattia rimangono sconosciute. La scienza non si ferma, e forse nel prossimo futuro la risposta alla domanda sulle cause della malattia sarà trovata tra gli scienziati.

    Leucemia acuta sintomi

    I sintomi negli adulti e nei bambini sono quasi gli stessi. L'unica differenza è che negli adulti con leucemia acuta il più delle volte diventa cronico, e quindi l'insorgenza della malattia è spesso camuffata e espressa solo in caso di affaticamento e frequenti malattie infettive.

    Sintomi comuni

    I sintomi comuni caratteristici di qualsiasi stadio sono:

    • Perdita di peso senza motivo.
    • Reclami sul deterioramento della salute, il paziente spesso si stanca.
    • Attacchi di debolezza, apatia, il paziente può improvvisamente voler dormire.
    • La sensazione di pesantezza nell'addome, principalmente nell'ipocondrio sinistro.
    • Malattie infettive più frequenti.
    • Aumento della sudorazione.
    • Aumento irragionevole della temperatura corporea

    Sintomi correlati

    Tali sintomi non indicano direttamente che una persona è malata di leucemia, come è caratteristico di altri disturbi, ma sono inclusi nel quadro clinico della malattia:

    • Pelle pallida (a causa di anemia).
    • Mancanza di respiro
    • Le gengive possono sanguinare, lividi il corpo, può improvvisamente andare a naso a sanguinare.
    • Mal di testa.
    • Danno visivo.
    • Nausea e fenomeni convulsi.
    • Scarsa coordinazione quando si cammina
    • Dolore alle ossa e alle articolazioni.

    diagnostica

    Con la diagnosi di leucemia acuta, la diagnosi viene effettuata in più fasi.

    La prima e più ovvia fase della diagnosi di leucemia è un esame del sangue clinico. La decodifica dell'emogramma mostra quanto è andato lontano il progresso della malattia. L'immagine del sangue mostra la presenza di alterazioni patologiche nella composizione del sangue: un basso livello di eritrociti e piastrine, la presenza di cellule esplosive.

    Al secondo stadio, il paziente viene ricoverato in ospedale e il medico curante prescrive una puntura del midollo osseo e del liquido cerebrospinale per studi di laboratorio sulla loro composizione.

    Il terzo stadio consiste nell'identificare l'effetto della malattia su altri organi umani mediante ultrasuoni, tomografia computerizzata, ecc.

    trattamento

    Il trattamento della leucemia acuta di solito consiste in tre fasi:

    • Raggiungere una riduzione del numero di blasti cellulari a un livello sicuro per la salute e l'inizio della remissione. La chemioterapia viene effettuata con farmaci speciali (citostatici) della durata di diverse settimane, che distruggono le cellule del sangue maligne.
    • Distruzione delle cellule anormali residue al fine di evitare il ripetersi della malattia.
    • Condurre la terapia di mantenimento.

    Sfortunatamente, la leucemia acuta, nonostante il trattamento, ha una caratteristica spiacevole - le recidive della malattia, che si verificano abbastanza spesso, in questo caso, il trapianto di midollo osseo è usato come trattamento più efficace.

    complicazioni

    Sebbene la chemioterapia sia altamente efficace, ha una serie di effetti collaterali. Quindi, quando viene eseguita, la formazione del sangue viene soppressa, il numero delle piastrine umane diminuisce drasticamente e può verificarsi sanguinamento. Al fine di prevenire tali problemi, le trasfusioni di sangue del donatore e dei loro componenti - piastrine, eritrociti vengono eseguite. Tra gli effetti collaterali, i pazienti spesso lamentano nausea, vomito, perdita di capelli e reazioni allergiche ai farmaci chemioterapici.

    Durante il trattamento, la resistenza dell'organismo alle varie infezioni viene drasticamente ridotta e i pazienti vengono trattati per la prevenzione di malattie infettive con corsi antibiotici, ecc. Per tali pazienti, qualsiasi infezione è pericolosa, di conseguenza, i pazienti sono limitati dal contatto con il mondo esterno.

    prospettiva

    Domande chiave nella diagnosi della leucemia acuta del sangue: quanto tempo vivono con una simile malattia? Può essere curato? Tuttavia, la risposta non è così semplice a prima vista. Con una diagnosi di leucemia acuta, la prognosi dell'aspettativa di vita dipende da una varietà di ragioni: questo è il tipo di leucemia, lo stadio della malattia, l'età del paziente, la suscettibilità dell'organismo al trattamento chemioterapico, la presenza di malattie concomitanti, ecc.

    Per i bambini, la prognosi per il trattamento è più favorevole. In primo luogo, sono più spesso esaminati, il che rende possibile identificare i segni della malattia nelle fasi iniziali. In secondo luogo, il giovane organismo è più suscettibile alla chemioterapia e i risultati del trattamento saranno molto migliori e, in terzo luogo, la stragrande maggioranza non ha già malattie accumulate.

    Una caratteristica peculiare della leucemia acuta è il suo rapido sviluppo e, più a lungo una persona non agisce sul suo trattamento, meno possibilità ha di sopravvivere in futuro.

    In generale, la malattia è caratterizzata come grave, ma al momento è stato imparato a curare, con circa il 90% dei pazienti che riescono a ottenere una remissione completa. Tuttavia, è importante capire che in un periodo di remissione completa ci possono essere ricadute della malattia, che si verificano in circa il 25% dei casi. In assenza di recidiva entro 5 anni, si ritiene che la malattia sia stata completamente guarita.

    Leucemia acuta

    La leucemia acuta è un tumore del sistema ematopoietico, la base morfologica di cui sono cellule immature (esplosione), spostando i normali germogli ematopoietici. I sintomi clinici della leucemia acuta sono rappresentati da debolezza progressiva, aumento di temperatura immotivato, artralgia e ossalgia, sanguinamento da vari siti, linfoadenopatia, epatosplenomegalia, gengivite, stomatite, mal di gola. Per confermare la diagnosi, è necessario studiare l'emiciclo, il punctato del midollo osseo, la biopsia dell'ileo e dei linfonodi. Le basi del trattamento della leucemia acuta sono i corsi di chemioterapia e la terapia di accompagnamento.

    Leucemia acuta

    La leucemia acuta è una forma di leucemia in cui la normale emopoiesi del midollo osseo è sostituita da cellule progenitrici leucocitarie scarsamente differenziate con il loro successivo accumulo nel sangue periferico, infiltrazione di tessuti e organi. I termini "leucemia acuta" e "leucemia cronica" riflettono non solo la durata del decorso della malattia, ma anche le caratteristiche morfologiche e citochimiche delle cellule tumorali. La leucemia acuta è la forma più comune di emoblastosi: si sviluppa in 3-5 su 100 mila persone; il rapporto tra adulti e bambini è 3: 1. Inoltre, in quelli di età superiore ai 40 anni, la leucemia mieloide acuta è statisticamente più spesso diagnosticata e nei bambini viene diagnosticata una leucemia linfoblastica acuta.

    Cause di leucemia acuta

    La causa principale della leucemia acuta è una mutazione della cellula ematopoietica, che dà origine a un clone tumorale. La mutazione della cellula ematopoietica porta a una violazione della sua differenziazione nella fase iniziale di forme immature (esplosione) con ulteriore proliferazione di quest'ultima. Le cellule tumorali risultanti sostituiscono i germogli normali di emopoiesi nel midollo osseo, quindi entrano nel flusso sanguigno e si diffondono a vari tessuti e organi, causando la loro infiltrazione leucemica. Tutte le blasti cellulari presentano le stesse caratteristiche morfologiche e citochimiche, che testimoniano a favore della loro origine clonale da una singola cellula progenitrice.

    Le cause che innescano il processo di mutazione non sono note. In ematologia, è consuetudine parlare di fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare la leucemia acuta. Prima di tutto, questa è una predisposizione genetica: la presenza di pazienti con leucemia acuta in famiglia praticamente triplica il rischio di malattia in parenti stretti. Il rischio di leucemia acuta aumenta con alcune anomalie cromosomiche e patologie genetiche come la sindrome di Down, la sindrome di Klinefelter, Wiskott-Aldrich e Louis-Barr, l'anemia di Fanconi, ecc.

    È probabile che l'attivazione di una predisposizione genetica avvenga sotto l'influenza di vari fattori esogeni. Tra questi ultimi possono esserci radiazioni ionizzanti, agenti cancerogeni chimici (benzene, arsenico, toluene, ecc.), Farmaci citostatici usati in oncologia. Spesso, la leucemia acuta diventa una conseguenza della terapia antitumorale di altre emooblastosi - linfoma di Hodgkin, linfomi non Hodgkin, mieloma. La connessione della leucemia acuta con precedenti infezioni virali che sopprimono il sistema immunitario è stata notata; malattie ematologiche concomitanti (alcune forme di anemia, mielodisplasia, emoglobinuria parossistica notturna, ecc.).

    Classificazione della leucemia acuta

    In ematologia, la classificazione FAB internazionale generalmente accettata della leucemia acuta differenzia varie forme della malattia a seconda della morfologia delle cellule tumorali su linfoblastica (causata da precursori linfocitari scarsamente differenziati) e non linfoblastica (unificante le altre forme).

    1. Leucemie linfoblastiche acute negli adulti e nei bambini (pre-B-forma, forma B, pre-T-forma, T-forma, né T né B-forma).

    2. Leucemie acute non linfoblastiche (mieloidi):

    • circa. mieloblastica (causata dalla proliferazione incontrollata dei precursori dei granulociti)
    • circa. mono e o. mielomonoblastico (caratterizzato da una migliore riproduzione dei monoblasti)
    • circa. megacarioblastico (associato alla predominanza di megacariociti indifferenziati - precursori delle piastrine)
    • circa. eritroblastico (a causa della proliferazione di eritroblasti)

    3. Leucemia indifferenziata acuta.

    Il corso della leucemia acuta passa attraverso una serie di fasi:

    I (iniziale) - dominato da sintomi comuni non specifici

    II (espanso) - caratterizzato da sintomi clinici ed ematologici chiaramente definiti di emoblastosi. comprende:

    • debutto o primo "attacco"
    • remissione incompleta o completa
    • ricorrenza o recupero

    III (terminale) - è caratterizzato da una profonda inibizione dell'ematopoiesi normale.

    I sintomi della leucemia acuta

    La manifestazione della leucemia acuta può essere improvvisa o cancellata. Tipicamente, un inizio caratterizzato da febbre alta, intossicazione, sudorazione, forte calo della forza, anoressia. Durante il primo "attacco", i pazienti notano dolore persistente nei muscoli e nelle ossa, artralgia. A volte lo stadio iniziale della leucemia acuta è mascherato da ARVI o mal di gola; I primi segni di leucemia possono essere la stomatite ulcerosa o la gengivite iperplastica. Molto spesso, la malattia viene rilevata per caso durante l'esame profilattico di un emogramma o retrospettivamente, quando la leucemia acuta entra nella fase successiva.

    Nel periodo sviluppato di leucemia acuta, si sviluppano anemie, emorragia, intossicazione e sindromi iperplastiche.

    Le manifestazioni anemiche sono causate da una alterata sintesi dei globuli rossi, da un lato, e da un aumento del sanguinamento, dall'altro. Includono il pallore della pelle e delle mucose, affaticamento costante, vertigini, palpitazioni, aumento della perdita di capelli e unghie fragili, ecc. La gravità dell'intossicazione da tumore aumenta. In condizioni di leucopenia assoluta e decadimento dell'immunità, varie infezioni si uniscono facilmente: polmonite, candidosi, herpes, pielonefrite, ecc.

    La sindrome emorragica si basa sulla trombocitopenia grave. La gamma di manifestazioni emorragiche varia da piccole petecchie singole e contusioni a ematuria, gengivale, nasale, uterino, sanguinamento gastrointestinale, ecc. Mentre la leucemia acuta progredisce, il sanguinamento può diventare più massiccio a causa dello sviluppo di DIC.

    La sindrome iperplastica è associata ad infiltrazione leucemica sia del midollo osseo che di altri organi. Nei pazienti con leucemia acuta, vi è un aumento dei linfonodi (periferico, mediastinico, intra-addominale), ipertrofia delle tonsille, epatosplenomegalia. Possono verificarsi infiltrati leucemici della pelle (leucemia), membrane cerebrali (neuroleucemia), danni ai polmoni, al miocardio, ai reni, alle ovaie, ai testicoli e ad altri organi.

    La remissione clinica ed ematologica completa è caratterizzata dall'assenza di focolai leucemici cerebrali extracostali e dal contenuto di blasti nel mielogramma inferiore al 5% (remissione incompleta - meno del 20%). L'assenza di manifestazioni cliniche ed ematologiche entro 5 anni è considerata come recupero. In caso di aumento delle cellule di blasto nel midollo osseo superiore al 20%, della loro comparsa nel sangue periferico, così come della rilevazione di focolai metastatici extra-cerebrali, viene diagnosticata una recidiva di leucemia acuta.

    Lo stadio terminale della leucemia acuta è accertato con l'inefficacia del trattamento chemioterapico e l'impossibilità di ottenere una remissione clinica ed ematologica. I segni di questa fase sono la progressione della crescita del tumore, lo sviluppo di disturbi funzionali degli organi interni che sono incompatibili con la vita. Anemia emolitica, polmonite ripetuta, piodermite, ascessi e flemmone di tessuti molli, sepsi, intossicazione progressiva si uniscono alle manifestazioni cliniche descritte. La causa della morte dei pazienti diventa sanguinamento intrattabile, emorragia cerebrale, complicanze infettive e settiche.

    Diagnosi di leucemia acuta

    Alla testa della diagnosi di leucemia acuta c'è la valutazione della morfologia dei globuli periferici e del midollo osseo. Per l'emiciclo con leucemia, anemia, trombocitopenia, alta ESR, leucocitosi (meno frequentemente leucopenia), la presenza di blast cells è caratteristica. Il fenomeno di "gaping leucemico" è indicativo - non ci sono fasi intermedie tra esplosioni e cellule mature.

    Al fine di confermare e identificare una varietà di leucemia acuta, viene eseguita una puntura sternale con esame morfologico, citochimico e immunofenotipico del midollo osseo. Nello studio del mielogramma, l'attenzione è rivolta ad un aumento della percentuale di blasti cellulari (dal 5% e oltre), linfocitosi, inibizione del germe emopoietico rosso (eccetto casi di eritromie) e diminuzione o assenza assoluta di megacariociti (eccetto casi di leucemia megacarioblastica). Le reazioni al marcatore citochimico e l'immunofenotipizzazione delle cellule esplosive consentono di determinare con precisione la forma della leucemia acuta. Con l'ambiguità dell'interpretazione dell'analisi del midollo osseo ricorrere alla trepanobiopsia.

    Al fine di escludere l'infiltrazione leucemica degli organi interni, viene eseguita una puntura spinale con uno studio del liquido cerebrospinale, radiografia del cranio e degli organi del torace, ecografia dei linfonodi, fegato e milza. Oltre all'ematologo, i pazienti con leucemia acuta dovrebbero essere esaminati da un neurologo, un oculista, un otorinolaringoiatra e un dentista. Per valutare la gravità dei disturbi sistemici, potrebbe essere necessario studiare un coagulogramma, un'analisi biochimica del sangue, un'elettrocardiografia, un'ecocardiografia, ecc.

    Trattamento della leucemia acuta

    I pazienti con leucemia acuta sono trattati negli ospedali di oncologia ed ematologia. Nei reparti ha organizzato un miglioramento del regime sanitario e di disinfezione. I pazienti con leucemia acuta hanno bisogno di effettuare il trattamento igienico della cavità orale, prevenzione di piaghe da decubito, gabinetto degli organi genitali dopo funzioni fisiologiche; organizzazione di cibi ipercalorici e vitaminizzati.

    Il trattamento diretto della leucemia acuta viene effettuato in sequenza; le fasi principali della terapia comprendono il raggiungimento (induzione) della remissione, il consolidamento (consolidamento) e la manutenzione, la prevenzione delle complicanze. A tale scopo, sono stati sviluppati e utilizzati regimi di polichemioterapia standardizzati, selezionati da un ematologo che tiene conto delle forme morfologiche e citochimiche della leucemia acuta.

    Con una situazione favorevole, la remissione viene solitamente raggiunta entro 4-6 settimane dalla terapia potenziata. Quindi, come parte del consolidamento della remissione, vengono condotti altri 2-3 cicli di chemioterapia. La terapia anti-recidiva di supporto viene effettuata per almeno 3 anni. Insieme con la chemioterapia per la leucemia acuta deve coprire tenendo trattamento di agranulocitosi avvertimento, trombocitopenia, coagulazione intravascolare disseminata, complicanze infettive neuroleukemia (antibiotici, trasfusioni di eritrociti, piastrine e plasma fresco congelato, la somministrazione di farmaci citostatici endolyumbalnoe). All'infiltrazione leucemica della faringe, del mediastino, dei testicoli e di altri organi, viene effettuata la radioterapia delle lesioni.

    In caso di successo del trattamento, la distruzione di un clone di cellule leucemiche, si ottiene la normalizzazione della formazione del sangue, che contribuisce all'induzione di un periodo prolungato senza recidive e di recupero. Per prevenire la recidiva della leucemia acuta, il trapianto di midollo osseo può essere eseguito dopo il precondizionamento mediante chemioterapia e radiazioni totali.

    Secondo le statistiche disponibili, l'uso di moderni farmaci citotossici porta alla transizione della leucemia acuta nella fase di remissione nel 60-80% dei pazienti; Il 20-30% di loro riesce a raggiungere il completo recupero. In generale, la prognosi della leucemia linfoblastica acuta è più favorevole rispetto a quella mieloblastica.