loader
Raccomandato

Principale

Cirrosi

E 'possibile curare il cancro dell'esofago: smontato a gradini

L'oncologia nell'esofago si verifica più spesso negli anziani. Tra i giovani individui, l'insorgenza del problema è causata dalla mutazione cellulare. Statisticamente, gli uomini si ammalano più spesso. I sintomi del cancro esofageo diventano evidenti precocemente, il che consente al trattamento di iniziare più rapidamente.

Il concetto di cancro, statistiche

I tumori compaiono a causa di un'anomalia che si è verificata in un gruppo specifico di cellule. Nella maggior parte dei casi, i terzi medio e inferiore dell'organo sono interessati. Una neoplasia maligna influisce sulla capacità del paziente di deglutire: maggiore è la dimensione del tumore, minore è la densità del cibo in grado di entrare nello stomaco.

Lo sviluppo iniziale dell'oncologia viene rilevato mediante endoscopia, radiazione ultrasonica o tomografia computerizzata. La diagnosi include l'analisi del tessuto tumorale. Non tutte le neoplasie sono maligne.

Gli stadi gravi della malattia sono attualmente incurabili. Il tumore nei casi gravi si diffonde agli organi vicini, privando il paziente di una possibilità di recupero.

classificazione

Gli oncologi condividono la patologia in diversi gruppi in due modi. L'oncologia della crescita è:

  • Esofitico, cioè, cresce solo lungo il corpo sopra la mucosa.
  • Endofitico - formato nel tessuto tumorale o sotto la membrana mucosa.
  • Misto, che colpisce entrambe le parti dell'esofago.

Secondo il tipo di struttura, il cancro è squamoso o adenocarcinoma:

  • Nel primo caso, il tumore è formato solo da tessuti epiteliali.
  • Nel secondo - dalle cellule delle ghiandole che secernono muco. Il carcinoma adeno dell'esofago è molto meno comune, la patologia è più difficile da tollerare e più difficile da trattare. Si verifica esclusivamente durante la transizione dell'esofago nello stomaco.

Ci sono anche altri quattro tipi di cancro che sono estremamente rari. Questi sono sarcoma, malanoma, linfoma e carcinoma corionico.

Tumore squamoso

Il tipo più comune di cancro. È diviso in due categorie:

  • Superficiale è considerato favorevole per la previsione. Il più delle volte i tumori maligni rilevati di un tale piano sono trattati con successo. Sembra una placca, o un danno erosivo al muro dell'esofago.
  • L'invasione profonda interessa la parte interna del tessuto, la manifestazione è simile a un fungo o un'ulcera. Tale cancro penetra spesso negli organi vicini.

Visivamente, il carcinoma a cellule squamose assomiglia a un polipo oa una neoplasia a forma di anello che circonda l'esofago. Il tumore in espansione restringe l'interno dell'organo, riducendo la disponibilità di cibo nello stomaco. Nelle donne, il cancro dell'esofago ha una caratteristica distintiva: un tumore compare nella parte inferiore dell'organo, espandendosi gradualmente verso l'alto. Il sintomo principale di oncologia dell'esofago in un uomo è un'educazione che è sorta alla transizione allo stomaco.

C'è anche un secondo tipo di separazione del carcinoma a cellule squamose - sulla base della cheratinizzazione:

  • Il non-eccitazione è causato dalla contrazione. Il principale sintomo del cancro esofageo è il rigurgito dopo aver ingerito la saliva.
  • Orogovevaya provoca una violazione delle mucose. Il segreto smette di emergere, così il cancro comincia a crescere, uccidendo i tessuti. Questo processo è causato da una mancanza di nutrizione e porta alla necrosi.

La prognosi di sopravvivenza per il carcinoma a cellule squamose dell'esofago è confortante. Di norma, la malattia viene trattata con successo nelle fasi iniziali e progressive. I casi gravi dipendono dalla categoria specifica della malattia. L'oncologia precoce è curata nell'80% dei casi.

motivi

La neoplasia del cancro si verifica a causa di diversi motivi, manifestati in un breve periodo di tempo. Altre cause aumentano la possibilità di patologia. Causa del cancro:

  • Fumo perenne Le sostanze nocive che entrano nel corpo durante il fumo causano mutazioni delle cellule epiteliali nell'esofago. Secondo le statistiche, il fumo si verifica oncologia 3-4 volte più spesso. Come il fumo, il cancro è causato dall'alcol. L'abuso cronico di alcol aumenta il rischio di oncologia di 12 volte.
  • Lo sviluppo dell'oncologia può essere promosso dal consumo di cibi eccessivamente caldi o piccanti e di cibi in salamoia. Un tale impatto negativo è anche provocato dall'uso di frutta e verdura ammuffita. Tale cibo è caratteristico degli abitanti del continente asiatico.
  • I tumori possono verificarsi a causa di ustioni dell'esofago di qualsiasi tipo.
  • L'oncologia è associata a una carenza di vitamine A ed E nel corpo. L'avitaminosi a lungo termine è una causa comune di cancro.

Tra le cause più rare, ci sono:

  • Eredità. La mutazione di uno dei geni può essere trasmessa al bambino.
  • Il papilloma è una malattia virale che può causare il cancro.
  • L'oncologia può verificarsi dopo l'esofago di Barrett. L'esofagite provoca il rilascio di acido cloridrico nell'esofago, causando un'ustione artificiale. Questa patologia si verifica a causa di problemi con il tratto digestivo. Esofago di Barrett, che porta al cancro - una conseguenza dell'esofagite.

sintomatologia

Manifestazioni del cancro esofageo sono i seguenti sintomi:

  • Difficoltà a deglutire - disfagia.
  • Ingoiare, accompagnato da rigurgito.
  • Debolezza generale dell'organismo causata da carenze nutrizionali. Un sintomo di cancro esofageo si sviluppa quando lo stomaco o l'intestino sono alterati.
  • Perdita di peso.

Il primo segno, la disfagia, si verifica quando gli alimenti solidi vengono ingeriti. Il liquido aiuta a ridurre l'effetto della patologia sull'assunzione di cibo. Per non limitarti nel cibo, è sufficiente berlo. A poco a poco, il paziente va a zuppe, cereali. Nei casi più gravi, l'esofago non passa affatto il cibo nello stomaco.

Altri segni di cancro esofageo:

  • Dolore da sterno. Con la crescita dell'istruzione, il cancro mette sotto pressione i nervi, causando dolore.
  • Il rigurgito si verifica a causa del restringimento del lume.
  • La stagnazione del cibo nell'esofago porta all'alitosi.
  • Gravi stadi della malattia sono caratterizzati da una patina sulla lingua.
  • Fame paziente permanente. Nausea quando si mangia.
  • Aumento della secrezione di saliva.
  • In rari casi, si verifica raucedine.
  • La transizione delle metastasi agli organi vicini causa mancanza di respiro, tosse, dolore intorno ai polmoni.
  • La tossicità corporea può portare a letargia, problemi di sonno e febbre. Il cibo liquido innesca l'anemia.

palcoscenico

Gli oncologi dividono il cancro in 4 fasi:

  • Il primo è una neoplasia nel muco, che non influisce sui muscoli.
  • Il secondo è la diffusione al tessuto muscolare con il restringimento iniziale dell'esofago.
  • Il terzo è un danno tissutale completo. L'oncologia non penetra negli organi vicini, ma colpisce i linfonodi.
  • Il quarto è la transizione delle metastasi agli organi vicini.

complicazioni

Casi gravi di oncologia portano a complicazioni:

  • Ostruzione. Il blocco completo si verifica nelle fasi più gravi.
  • Sanguinamento, aumentando con il progredire della malattia.
  • Perdita di peso dovuta all'incapacità di mangiare a causa di problemi con la deglutizione.
  • Tosse, causata dal mangiare. Questa complicazione si verifica con la sconfitta della trachea.

metastasi

Nel cancro dell'esofago, le metastasi possono diffondersi ad altri organi attraverso i linfonodi o il sangue. L'oncologia colpisce fegato, ossa e cervello, polmoni. Queste complicazioni non aggravano le condizioni del paziente, in quanto appaiono nelle fasi successive.

diagnostica

Se si sospetta il cancro, il medico prescrive un esame per chiarire la diagnosi. Comunemente usato:

  • Raggi X, che consente di vedere i cambiamenti fisici nell'esofago.
  • Esofagoscopia: uno studio inghiottendo la fotocamera. Mostra le cause dei problemi con la deglutizione.
  • La broncoscopia consente di vedere metastasi nei polmoni o nella trachea.
  • La TAC diagnostica con precisione lo stadio del processo patologico.
  • L'ecografia è prescritta per sospetta diffusione di metastasi ad altri organi.
  • Oncomarkers - un metodo per determinare un neoplasma maligno di tipo oncologico. Non l'esame più accurato, perché i marcatori possono essere nel corpo sani o guariti dal cancro umano.

trattamento

Il metodo specifico di trattamento dipende dalle caratteristiche dell'organismo e dallo stadio della malattia. La chemioterapia e l'esposizione alle radiazioni sono assistenti che preparano o sostengono dopo l'intervento. È anche possibile un trattamento conservativo. Nella maggior parte dei casi, utilizzare il metodo combinato.

Intervento operativo

L'oncologia è operativa. I metodi più comunemente usati sono:

  • Osawa-Garlock. Un'incisione è fatta dall'ombelico alla settima costola. Dopo aver spostato il tessuto, lo stomaco viene rimosso nella cavità pleurica e l'esofago viene azionato. Di norma, il tumore viene tagliato insieme a una parte dell'organo per evitare la recidiva. Quindi lo stomaco viene riportato al suo posto.
  • Toreka. Un'incisione è fatta lungo il sesto spazio intercostale. L'esofago viene suturato, che viene cucito. Quindi il paziente è girato sulla schiena. L'esofago viene anche espulso dalla cavità pleurica. Quindi il tumore viene rimosso e le incisioni vengono cucite alternativamente.
  • Lewis. L'operazione in due fasi. Al primo stadio, l'accesso addominale all'addome viene eseguito con una revisione. Sul secondo - toracotomia sul lato destro del corpo. Il tumore viene tagliato insieme all'organo, i linfonodi vengono perforati, la cavità viene esaminata per la presenza di emorragie interne. Dopo l'installazione, i tubi di drenaggio del paziente vengono suturati. Questa operazione viene eseguita più spesso di altre, ma è controindicata nelle metastasi.

Metodo conservativo

La base della terapia è la dieta. Gli oncologi prescrivono prodotti come pazienti. Di solito la dieta consiste di:

  • Cibo sfilacciato
  • Cibo senza grumi che può chiudere l'esofago.
  • Il contenuto calorico giornaliero è rigorosamente definito, così come la massa del cibo e il volume del liquido. Di conseguenza, non più di 3 chili e 1200 ml.
  • Il cibo è diviso in 6 ricevimenti.
  • La temperatura del cibo non deve superare i 40-45 gradi o essere più fredda di 15-20.

La maggior parte dei pazienti ha difficoltà con i pasti, il che indica la necessità di rispettare la dieta. Anche integrare il cibo con vitamine, il cui utilizzo deve essere rigorosamente controllato.

Possibilità di cura

Il primo e il secondo stadio del cancro esofageo possono essere curati nella maggior parte dei casi. I casi di corsa sono incurabili, perché anche i medici non sanno tutto sul cancro esofageo. Di solito, la vita in un paziente è in grado di supportare non più di 8-9 mesi.

prospettiva

Nel carcinoma a cellule squamose, la sopravvivenza del paziente dopo un ciclo di trattamento dipende dallo stadio della malattia. Secondo le statistiche, rispettivamente: sopra 90, circa 50, meno del 10 percento. Nella quarta fase, la malattia è curabile in casi estremamente riusciti.

Quando si manifestano i primi sintomi, è difficile dire per quanto tempo una persona vivrà. A seconda del livello, la malattia può essere completamente curata.

prevenzione

Per la prevenzione del cancro, è sufficiente iniziare a seguire la nutrizione e abbandonare le cattive abitudini. È necessario limitare l'uso di cibi piccanti e caldi, prodotti in salamoia. Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alle persone con una predisposizione alla malattia.

Col tempo, la malattia rilevata viene curata con successo. Se segui i consigli e le raccomandazioni dei medici oncologici può essere evitato.

Cancro dell'esofago: segni e manifestazioni, quanto tempo vivono, come trattare

Il cancro dell'esofago, tra le altre neoplasie maligne, è al sesto posto nella frequenza. La malattia ha un decorso piuttosto aggressivo, metastasi precoci e una prognosi infausta. Di norma, la maggior parte dei pazienti ha superato la frontiera di 60 anni e l'identificazione del cancro esofageo nei giovani è più probabile un incidente. I pazienti di sesso maschile predominano. Forse questo è dovuto alla maggiore prevalenza di cattive abitudini nel sesso più forte.

È stata osservata una chiara associazione tra cancro esofageo e aree geografiche. Quindi, il più delle volte i tumori sono registrati tra i residenti della regione dell'Asia centrale, Iran, Cina, Corea e Giappone. La Siberia ha anche un'incidenza abbastanza elevata di cancro esofageo. In molti modi, questa caratteristica è associata alla natura del potere. L'uso di cibi grossolani, molto caldi, piccanti, un'abbondanza di condimenti e conservanti contribuisce a processi infiammatori cronici e danni alla mucosa esofagea, che alla fine porta a una trasformazione maligna delle sue cellule.

Oltre ai tumori, alle alterazioni infiammatorie e distrofiche, nell'esofago si trovano cicatrici, ma in questo caso la percentuale di cancro è circa l'80% tra tutte le lesioni di questo organo, e questi cambiamenti sono più spesso i precursori di neoplasie maligne (precancro).

Cause di tumori esofagei

Il cancro non si verifica all'improvviso. È improbabile che una mucosa sana diventi il ​​terreno su cui crescerà il tumore. Varie lesioni dell'epitelio dell'epitelio, processi infiammatori predispongono a una violazione della divisione cellulare, interferiscono con la normale ripresa della copertura cellulare, che può causare il carcinoma. Poiché la maggior parte dei cambiamenti nella membrana mucosa dell'esofago prima o poi portano al cancro, quasi tutti sono considerati condizioni precancerose.

Segni di cancro esofageo sono spesso rilevati dopo uno o due anni dal momento della sua comparsa, quando il tumore ha raggiunto dimensioni considerevoli, quindi tutti i processi precancerosi dovrebbero essere sotto lo stretto controllo di uno specialista, ei pazienti dovrebbero regolarmente sottoporsi a uno studio della mucosa.

Tra i processi precancerosi, i più importanti sono:

  • Esofagite - processi infiammatori di varia natura;
  • Diverticolo - protrusione della mucosa, accompagnata da esofagite e danno allo strato tegumentario della mucosa esofagea;
  • Ernie dell'apertura esofagea del diaframma;
  • Esofago di Barrett, in cui la zona di giunzione dell'epitelio ghiandolare gastrico con il piatto esofageo;
  • Leucoplachia: comparsa di aree di cheratinizzazione dell'epitelio squamoso stratificato, rilevate sotto forma di macchie bianche. La leucoplachia causa il cancro in quasi la metà dei casi;
  • Cambiamenti cicatriziali dovuti a ustioni con acidi, alcali, prodotti caldi, ferite permanenti a cibo ruvido, malamente masticato;

Non dimenticare il ruolo di fattori esterni, come il fumo, che aumenta il rischio di cancro più volte, e l'abuso di alcol, che aumenta la probabilità di malattia di 12 volte. Le caratteristiche alimentari, come già detto, svolgono spesso un ruolo cruciale. Cibo e bevande troppo caldi e ruvidi, abbondanza di condimento, eccesso di cibo porta inevitabilmente a infiammazione, erosione e altri cambiamenti della mucosa. Questo dovrebbe essere ricordato dagli amanti del tè caldo e del caffè, dei peperoncini piccanti e delle marinate, che influiscono negativamente sulla digestione nel suo complesso.

In alcuni casi, la causa potrebbe essere il papillomavirus umano. Tali studi sono stati condotti in Cina, dove è stata trovata una chiara relazione tra infezione e cancro.

Lo sviluppo della biotecnologia molecolare ha permesso di identificare i fattori di rischio genetici per il cancro esofageo. Quindi, la mutazione del gene p53, che è responsabile della normale divisione delle cellule, è accompagnata non solo dal cancro dell'intestino crasso e altri organi, ma anche dal carcinoma dell'esofago.

Un posto preferito per il cancro è il terzo medio dell'esofago, dove si trova in più della metà dei pazienti, così come la sezione toracica e addominale inferiore, che è interessata in un terzo dei pazienti. Questo deriva dal fatto che nei siti specificati ci sono restringimenti naturali (nel posto di divisione di una trachea in bronchi principali, e anche in una zona di transizione di un esofago attraverso un diaframma). Come si dice, dove è sottile, è lacerato lì, e nei punti di costrizione la mucosa è più strettamente a contatto con tutti i tipi di agenti traumatici ed è molto suscettibile al danno.

Che aspetto ha il cancro?

I tumori dell'esofago possono crescere nella forma di un nodo che si trova di fronte al lume di un organo (esofitico) o sotto forma di ulcerazione profonda nel muro (endofitico). Una forma speciale è il cosiddetto cancro circolare, che copre l'esofago sotto forma di un anello e restringe il suo lume.

Il cancro esofitico ricorda l'aspetto del cavolfiore, rivolto verso il lume dell'esofago, facilmente danneggiato durante il passaggio di pezzi di cibo, sanguinamenti e ulcere.

I tumori endofitici precocemente ulcerati, rapidamente crescono in tutti gli strati della parete dell'esofago e infettano i tessuti circostanti, il che li rende estremamente sfavorevoli.

Cancro esofageo esofageo

Nel cancro circolare, il tumore forma una sorta di anello biancastro attorno all'intera circonferenza dell'esofago, ma cresce lentamente lungo la lunghezza dell'organo. Un tale processo provoca una violazione della pervietà e dell'espansione dell'esofago al di sopra del centro della lesione tumorale, pertanto le sue prime manifestazioni saranno una violazione del passaggio del cibo attraverso l'esofago, la disfagia e il vomito.

La forma istologica più comune (oltre il 90% dei casi) è il carcinoma a cellule squamose dell'esofago, la cui fonte diventa l'epitelio squamoso stratificato tegumentario. Se le cellule tumorali sono in grado di sintetizzare la sostanza cornea, allora il cancro sarà chiamato cheratinizzante. Questa varietà è considerata differenziata in contrasto con il cancro non cheratinizzante, le cui cellule hanno perso la capacità di formare cheratina e, quindi, è più maligna e prognosticamente sfavorevole.

Molto meno spesso nell'esofago, viene diagnosticato adenocarcinoma - un tumore ghiandolare che origina dalle ghiandole dello strato sottomucoso o sezioni dell'epitelio gastrico che è stato spostato qui nell'esofago di Barrett, con conseguente ernie, metaplasia, ecc.

Come ogni tumore maligno, il cancro dell'esofago tende a metastatizzare - diffondersi attraverso le vie linfatiche e circolatorie. Questo processo è molto intensivo, poiché l'esofago viene fornito con la più ampia rete di capillari linfatici nello spessore della parete e le cellule tumorali si trovano molto oltre il confine visibile del tumore.

La localizzazione delle metastasi linfogene è determinata dal sito di crescita del cancro. Quindi, se il tumore si trova nell'esofago superiore, i linfonodi cervicali sono colpiti, in media, dai linfonodi intorno all'esofago, dalla trachea e dai bronchi, così come dal mediastino. Se il carcinoma cresce nel terzo inferiore dell'organo, le metastasi si trovano nei linfonodi della regione subfrenico.

Quando le cellule tumorali entrano nei vasi sanguigni, i noduli tumorali secondari si trovano più spesso nel fegato, nei polmoni e nel sistema osseo.

Tradizionalmente, il sistema TNM viene utilizzato per isolare le fasi di un tumore maligno, tenendo conto della diffusione di tumori, metastasi, danni agli organi vicini.

È consuetudine distinguere quattro fasi del cancro esofageo:

  1. Il primo stadio è caratterizzato dalla presenza di un piccolo tumore, uno strato muscolare non germinativo, in assenza di metastasi;
  2. Il secondo stadio: il cancro cresce nello strato muscolare, ma non si diffonde oltre i limiti dell'organo; sono possibili metastasi regionali singole;
  3. Al terzo stadio, metastasi multiple si trovano nei linfonodi regionali, e il tumore cresce attraverso l'intero spessore dell'esofago, andando oltre i suoi limiti;
  4. Il cancro del quarto grado è accompagnato dalla presenza di metastasi a distanza, indipendentemente dalla natura della crescita del tumore primario, ma, di regola, in questa fase va oltre i confini dell'esofago e germoglia gli organi adiacenti.

Manifestazioni di cancro esofageo

I sintomi del cancro esofageo non si manifestano a lungo, ma compaiono anche quando il tumore raggiunge dimensioni considerevoli. Sono principalmente associati a disturbi alimentari (sensazione di difficoltà a deglutire, ostacoli al passaggio del cibo, bavaglio, ecc.). Le manifestazioni dipendono da quale sezione dell'esofago c'è un tumore.

I pazienti nelle prime fasi dello sviluppo della malattia non hanno fretta di vedere un medico, e i primi segni di un tumore sotto forma di vomito, disturbi della deglutizione e sensazioni di spasmi dell'esofago sono attribuiti ad altre malattie del tratto gastrointestinale. La crescente debolezza e affaticamento delle persone anziane spesso non infastidisce, tuttavia l'età apporta le proprie modifiche al solito modo di vivere. Sfortunatamente, in tali situazioni, il ricorso all'aiuto può essere ritardato e il trattamento del cancro avanzato diventerà molto difficile.

Come la maggior parte degli altri tumori maligni, il cancro esofageo è caratterizzato da una serie di sintomi comuni e locali. I segni locali di cancro possono essere considerati:

  • Disfagia - una violazione della deglutizione e il passaggio del cibo attraverso l'esofago;
  • Sindrome del dolore;
  • Vomito esofageo;
  • Eccessiva secrezione di saliva.

Sintomi comuni sono associati a intossicazione da cancro, escrezione tumorale di prodotti metabolici e violazione del processo di alimentazione con il successivo assorbimento di nutrienti.

L'insidiosità della malattia sta nel fatto che per lungo tempo non ci sono segni significativi di essa, e anche gli amanti di pasti gustosi e densi non possono prestare attenzione a nessun cambiamento, lavando il cibo con acqua e facilitando così il suo ricevimento.

Disordini disfagici, essendo i primi segni di cancro esofageo, tuttavia, indicano il suo esteso danno. La violazione della deglutizione può essere prima transitoria, apparire quando si prende cibo troppo solido in grossi pezzi, ma in seguito diventa permanente. I pazienti tendono a bere cibo con acqua, a modificare la dieta, evitando i componenti densi. Nel tempo, quando un tumore limita sostanzialmente il lume dell'esofago, l'assunzione di cibo può diventare quasi impossibile. La disfagia sintomatica è diagnosticata in più del 75% dei pazienti.

In alcuni casi, i pazienti dopo la disfagia persistente e prolungata possono provare un certo sollievo, ma non indicano affatto un miglioramento, ma è un segno della rottura del tessuto tumorale.

Il restringimento dell'esofago e la pervietà alterata comportano inevitabilmente vomito esofageo, quando mangiato, non essendo in grado di muoversi nello stomaco attraverso l'esofago colpito, ritorna.

La sindrome del dolore può essere sia permanente che si verifica in connessione con l'assunzione di cibo e l'atto di deglutizione. Più spesso il dolore è localizzato dietro lo sterno, nell'epigastrio. La causa del dolore non è solo il danneggiamento delle pareti dell'esofago, delle terminazioni nervose e dei vasi sanguigni, ma anche i suoi spasmi durante il tentativo di ingoiare il cibo. A volte si verificano sensazioni dolorose nella parte posteriore a causa della germinazione del cancro degli organi e dei tessuti vicini, nonché delle metastasi alla colonna vertebrale.

Segni generali di cancro esofageo, come perdita di peso, debolezza, affaticamento, capacità di lavoro compromessa, febbre persistente, infatti, sono sintomi precoci, ma spesso rimangono senza un'adeguata attenzione da parte del paziente. Questi cambiamenti dovrebbero essere sempre presi in considerazione, anche in assenza di una sintomatologia pronunciata da parte di un organo specifico.

Nelle fasi avanzate possono esserci raucedine, processi infiammatori nel mediastino (mediastinite, pericardite), formazione di fistole nei bronchi con possibilità di formazione di ascessi nei polmoni, polmonite. Il sanguinamento spesso non ha una natura massiccia, ma è molto probabile che il tessuto canceroso si trasformi in grandi vasi.

La letteratura descrive rari casi di cancro sincrono dello stomaco e dell'esofago, quando entrambi i tumori si sviluppano contemporaneamente e indipendentemente l'uno dall'altro, avendo una struttura diversa. In tali pazienti, i sintomi di disfagia, di regola, vengono alla ribalta, e il carcinoma gastrico può essere rilevato anche per caso con un ulteriore attento esame del tratto gastrointestinale.

Dovrebbe essere ancora una volta ricordato che la maggior parte dei segni descritti di un tumore maligno compaiono con una quantità significativa di danni all'esofago, quindi non dovresti nemmeno ignorare le difficoltà apparentemente insignificanti nel mangiare e i cambiamenti nel benessere generale. La prognosi della malattia è sempre seria e quanto prima inizierà il trattamento, tanto più efficace sarà.

Diagnosi del cancro esofageo

La dolorosa, crescente disfagia e il peggioramento delle condizioni generali rendono il paziente prima possibile consultare un medico per scoprire le cause di questi sintomi. Già durante il trattamento iniziale, l'interrogatorio e l'esame del paziente, il medico ha maggiori probabilità di sospettare il cancro dell'esofago.

Prima di tutto, al paziente verrà assegnato un esame emocromocitometrico completo, test delle urine, coagulogramma, esame del sangue biochimico, studio del metabolismo degli elettroliti, ecc. È possibile rilevare anemia, diminuzione delle proteine ​​sieriche, cambiamenti nell'equilibrio acido-base e indicatori della coagulazione del sangue.

Per la diagnosi di carcinoma dell'esofago vengono utilizzati:

  1. Radiografia con contrasto;
  2. Esofagoscopia, compreso l'uso di un trasduttore ad ultrasuoni;
  3. Biopsia con esame morfologico di frammenti di tessuti colpiti.

Inoltre, è possibile eseguire TC, broncoscopia, radiografia del torace, ecografia addominale, laparoscopia.

raggi x con contrasto di bario

Il modo principale e molto informativo per rilevare il cancro, per chiarirne la localizzazione e la prevalenza, è la radiografia con contrasto. Il solfato di bario è tradizionalmente usato come agente di contrasto. Sulla radiografia nella maggior parte dei casi di cancro, è possibile rilevare la presenza di un difetto in una o nell'altra parte dell'esofago, un restringimento del suo lume, interruzioni nelle pieghe vicino alla zona di crescita del tumore. Nel caso delle fistole nella trachea o nei bronchi, il contrasto si diffonderà alle vie respiratorie e al tessuto polmonare.

Dopo la radiografia, viene eseguito l'esame endoscopico dell'esofago, che è obbligatorio nei casi di carcinoma sospetto. Usando l'ottica, esaminano la superficie interna dell'organo, la lesione, determinano l'area della diffusione del tumore e lo stato della mucosa nel suo complesso. Un metodo moderno è la diagnostica ecografica endoscopica, in cui è possibile determinare la profondità di germinazione della parete esofagea da parte di un tumore e la natura dei cambiamenti nei linfonodi regionali.

Durante l'esame endoscopico, il medico deve prelevare frammenti di tessuto dalle aree interessate della mucosa, che sono sottoposti a esame citologico e istologico. La scoperta di gabbie di cancro nello stesso momento non lascia dubbi sulla presenza di un tumore maligno e finalmente conferma la diagnosi deludente.

La broncoscopia è indicata per la maggior parte dei pazienti con forme avanzate di cancro per escludere la possibilità di invasione tumorale negli organi respiratori. La TC consente di studiare le condizioni di altri organi mediastinici e linfonodi.

Nel caso della possibilità di metastasi, si usa l'ecografia degli organi addominali (fegato, in particolare), la scintigrafia o la radiografia delle ossa.

La combinazione di tumori esofagei con cancro della laringe è estremamente rara, ma ciò è possibile a causa dei fattori causali comuni (fumo, alcool). Inoltre, il tumore dell'esofago superiore può diffondersi alla laringe e causare la sua sconfitta, quindi in tali casi è necessaria un'attenta diagnosi della fonte del cancro con l'aiuto della laringoscopia e della biopsia.

Come superare il cancro?

La scelta di un trattamento per il cancro esofageo è sempre irta di difficoltà. Ciò è dovuto alla difficoltà di accesso all'organo, alla frequente estesa diffusione del tumore, all'impossibilità di eseguire operazioni a singolo stadio. Va inoltre tenuto presente che la stragrande maggioranza dei pazienti è in età avanzata e ha malattie concomitanti del cuore, dei polmoni, ecc.

Il modo principale e più efficace per combattere la malattia rimane un intervento chirurgico. L'uso dell'esposizione alle radiazioni è limitato a causa della bassa sensibilità dei tumori e della possibilità di complicazioni dopo di esso.

Il tipo di operazione è scelto in ciascun caso singolarmente e dipende dalla posizione del tumore e dal suo stadio. Come mostra la pratica, le operazioni a passaggio singolo danno i migliori risultati rispetto al trattamento in più fasi.

Il più radicale e, allo stesso tempo, il più traumatico è considerato la rimozione completa dell'esofago (estirpazione), che richiede in seguito una placca obbligatoria. Data la grave condizione dei pazienti, l'estensione della lesione e gli anziani, non più del 5% dei casi di cancro esofageo vengono estirpati.

La resezione dell'esofago, o la rimozione della sua parte, è possibile con il cancro del terzo medio e medio dell'organo, ed è necessariamente accompagnata da una simultanea chirurgia plastica dello stomaco.

In tutti i casi di trattamento chirurgico, i linfonodi vengono anche rimossi durante il deflusso di linfa e fibra.

esofagectomia - intervento chirurgico per rimuovere un frammento dell'esofago

Migliorare le tecniche chirurgiche consente interventi minimamente invasivi come palliativi quando vengono eseguiti tumori avanzati. Pertanto, viene utilizzata la rimozione endoscopica di un tumore all'interno della membrana mucosa e dello strato sottomucoso, utilizzando la distruzione crio-e laser del carcinoma.

Con l'ostruzione dell'esofago, in particolare a causa di tumori del terzo superiore, il lume dell'esofago viene ripristinato mediante irradiazione laser del tessuto tumorale in diverse sessioni. Per un effetto sostenibile dopo la distruzione del tumore, vengono utilizzate varie protesi o stents in plastica o metallo. Questo approccio consente di migliorare la qualità della vita nel 75% dei pazienti che hanno l'opportunità di assumere completamente cibo solido attraverso la bocca.

La radioterapia non è molto efficace nel cancro dell'esofago ed è usata principalmente quando il trattamento chirurgico non è possibile, così come prima e dopo l'intervento chirurgico quando c'è il rischio di disseminazione del tumore o di non-radicalità della sua rimozione. È possibile sia l'esposizione a distanza sia quella intracavitaria con l'introduzione della sonda con radiofarmaco direttamente nell'esofago. Un risultato positivo può essere ottenuto con una combinazione di radiazioni e trattamento chirurgico.

La chemioterapia è più efficace quando si combinano diversi farmaci allo stesso tempo e viene usata più spesso con tumori mal differenziati.

La medicina tradizionale con il coinvolgimento di tutti i moderni metodi di trattamento esistenti può prolungare la vita dei malati e alleviare le loro sofferenze, il che non può essere detto sull'uso dei rimedi popolari come metodo principale di esposizione. In primo luogo, né le erbe medicinali, né la soda, né altri vari composti "miracolosi" sono in grado di distruggere completamente le cellule cancerose e ripristinare la pervietà dell'esofago. In secondo luogo, la medicina tradizionale assunta per via orale sta rapidamente lasciando la zona di crescita tumorale e entrando nello stomaco senza alcun effetto locale. Basandoti su questo, non dovresti sperare in un miracolo, ma è comunque meglio e più corretto rivolgersi agli oncologi.

Oltre alle misure descritte, i pazienti dovrebbero ricevere un adeguato sollievo dal dolore, il reintegro di carenze vitaminiche, proteine, microelementi e la correzione dei disturbi metabolici esistenti.

Nel processo di trattamento e riabilitazione, la dieta non ha alcuna importanza. La nutrizione per il cancro dell'esofago dovrebbe includere cibi ben digeribili e ricchi di tutte le sostanze necessarie. Inizialmente, la preferenza è data a piatti liquidi e semi-liquidi, e gradualmente, con il ripristino della permeabilità dell'esofago, vengono introdotti nella dieta anche cibi solidi. Naturalmente, alcol, caffè, marinate, carni affumicate e cibi troppo caldi o freddi dovrebbero essere esclusi dal consumo.

La sopravvivenza dei pazienti con cancro dell'esofago dipende da molti fattori: lo stadio della malattia, l'età, la presenza di comorbilità, il tipo e la quantità di trattamento effettuato. Quindi, in caso di cancro del primo stadio, circa la metà dei pazienti vive 5 o più anni, ma la presenza di metastasi riduce di metà questa cifra. Al terzo stadio del cancro, circa un quarto dei pazienti sopravvive e, con forme non trattate, la prognosi è molto sfavorevole - il paziente rimane a vivere per circa 5-8 mesi.

Come sapete, qualsiasi malattia è più facile da prevenire che curare, quindi smettere di fumare e abusare di alcool, mangiare cibi sani e salutari, limitare il tè forte, il caffè può essere una misura preventiva che ridurrà significativamente la possibilità di cancro.

Cancro all'esofago

Il cancro dell'esofago è un tumore maligno che si forma dall'epitelio invaso e rinato della parete dell'esofago. Dal punto di vista clinico, il cancro esofageo si manifesta con disturbi della deglutizione progressiva e, di conseguenza, la perdita di peso a causa della malnutrizione. Inizialmente, di regola, la formazione del tumore viene rilevata durante radiografia, esame endoscopico, TC o ecografia. La diagnosi di cancro esofageo viene stabilita dopo un esame istologico della biopsia tumorale per determinare la presenza di cellule maligne.

Cancro all'esofago

Il cancro dell'esofago è un tumore maligno che si forma dall'epitelio invaso e rinato della parete dell'esofago. Dal punto di vista clinico, il cancro esofageo si manifesta con disturbi della deglutizione progressiva e, di conseguenza, la perdita di peso a causa della malnutrizione. Inizialmente, di regola, la formazione del tumore viene rilevata durante radiografia, esame endoscopico, TC o ecografia. La diagnosi di cancro esofageo viene stabilita dopo un esame istologico della biopsia tumorale per determinare la presenza di cellule maligne.

Come ogni neoplasma maligno, il cancro esofageo ha una prognosi più sfavorevole di quella che è stata successivamente rilevata. La diagnosi precoce del cancro contribuisce ad un effetto più pronunciato, i tumori negli stadi 3-4 di solito non possono essere completamente guariti. Durante la germinazione delle pareti esofagee con un tumore canceroso, i tessuti circostanti del mediastino, trachea, bronchi, grandi vasi, linfonodi sono interessati. Il tumore è soggetto a metastasi ai polmoni, il fegato può diffondersi attraverso il tratto digestivo allo stomaco e all'intestino.

Fattori di rischio per il cancro esofageo

Attualmente, i meccanismi del cancro esofageo non sono completamente compresi. I fattori che contribuiscono alla comparsa di un tumore maligno sono: fumo, abuso di alcol, cibo troppo caldo e troppo freddo, rischi industriali (inalazione di gas tossici), il contenuto di metalli pesanti nell'acqua potabile, ustioni chimiche dell'esofago quando si ingoiano sostanze caustiche.

L'inalazione regolare di aria contenente una sospensione di polvere di sostanze nocive (quando si vive in un'area fumosa, lavorando in aree non ventilate con un'alta concentrazione di polvere industriale) può anche contribuire allo sviluppo del cancro.

Le malattie che contribuiscono allo sviluppo del cancro esofageo sono la malattia gastroesofageo, l'obesità, il cheratoderma. L'ernia dell'esofago, l'achlosione (rilassamento dello sfintere inferiore dell'esofago) contribuiscono al regolare reflusso - gettando il contenuto dello stomaco nell'esofago, che a sua volta porta allo sviluppo di una condizione specifica: la malattia di Barrett.

La malattia di Barrett (esofago di Barrett) è caratterizzata dalla degenerazione del rivestimento epiteliale dell'esofago dal tipo di epitelio gastrico. Questa condizione è considerata precancerosa, così come la maggior parte delle displasie epiteliali (disturbi dello sviluppo dei tessuti). Si nota che il cancro esofageo si verifica più spesso nelle persone di età superiore a 45 anni, gli uomini ne soffrono tre volte più spesso rispetto alle donne.

Il cancro è promosso da una dieta che contiene quantità insufficienti di verdure, erbe, proteine, minerali e vitamine. Nutrizione irregolare, la tendenza alla sovralimentazione ha anche un effetto negativo sulle pareti dell'esofago, che può aiutare a ridurre le proprietà protettive. Uno dei fattori della malignità delle crescite pre-cancerose è una diminuzione dell'immunità.

Classificazione del cancro esofageo

Il tumore esofageo è classificato secondo la nomenclatura TNM internazionale per neoplasie maligne:

  • stadio (T0 - precancer, carcinoma, tumore epiteliale non invasivo, T1 - cancro colpisce la membrana mucosa, T2 - il tumore cresce nello strato sottomucoso, T3 - gli strati fino al muscolo, T4 - penetrazione del tumore attraverso tutti gli strati della parete dell'esofago nel tessuto circostante);
  • sulla diffusione delle metastasi nei linfonodi regionali (N0 - nessuna metastasi, N1 - ci sono metastasi);
  • sulla diffusione delle metastasi negli organi distanti (M1 - is, M0 - nessuna metastasi).

Il cancro può anche essere classificato in stadi dal primo al quarto, a seconda dell'estensione del tumore nel muro e delle sue metastasi.

I sintomi del cancro esofageo

Il cancro all'esofago in stadio precoce il più delle volte non si manifesta clinicamente, i sintomi iniziano ad apparire quando c'è già un tumore piuttosto grande che interferisce con la promozione del cibo. Il sintomo più comune del cancro esofageo è il disturbo della deglutizione - disfagia. I pazienti tendono a prendere cibo liquido, più duro bloccato nell'esofago, creando una sensazione di "nodulo" dietro lo sterno.

Con la progressione del tumore può manifestarsi dolore allo sterno, alla gola. Il dolore può dare alla parte superiore della schiena. La ridotta pervietà dell'esofago contribuisce al vomito. Di norma, una prolungata mancanza di nutrizione (associata a difficoltà nel mangiare) porta alla distrofia generale: perdita di peso, interruzione del funzionamento di organi e sistemi.

Spesso il cancro dell'esofago è accompagnato da una tosse secca costante (si manifesta in modo riflessivo a causa dell'irritazione della trachea), raucedine (laringite cronica). Nelle fasi terminali dello sviluppo del tumore, il sangue può essere rilevato nel vomito e nella tosse. Tutte le manifestazioni cliniche del cancro esofageo non sono specifiche, ma richiedono un trattamento immediato al medico. I pazienti affetti da morbo di Barrett, come individui con un alto rischio di sviluppare il cancro esofageo, sono sottoposti a un regolare follow-up presso un gastroenterologo.

Diagnosi del cancro esofageo

Come ogni neoplasma, un tumore dell'esofago può essere chiamato maligno solo dopo una biopsia e la scoperta di cellule tumorali. Per visualizzare i tumori vengono utilizzati: radiografia dei polmoni (a volte è possibile vedere la formazione di focolai di cancro nei polmoni e nel mediastino), la radiografia a contrasto con bario consente di rilevare la formazione del tumore sulle pareti dell'esofago. L'esame endoscopico (esofagoscopia) consente un esame dettagliato della parete interna, la mucosa, rilevare un tumore, esaminarne le dimensioni, la forma, la superficie, la presenza o l'assenza di ulcerazioni, aree necrotiche, sanguinamento. Con l'ecografia endoscopica, è possibile determinare la profondità dell'invasione tumorale nella parete dell'esofago e nei tessuti e organi circostanti.

Un'ecografia addominale fornisce informazioni sulla presenza di metastasi da cancro esofageo. La TCM e la risonanza magnetica consentono di ottenere immagini dettagliate degli organi interni, per identificare i cambiamenti nei linfonodi, negli organi mediastinici, nello stato delle navi e nei tessuti circostanti. La tomografia a emissione di positroni (PET) integra questi studi identificando il tessuto maligno. Nello studio di laboratorio del sangue è determinata dalla presenza di marcatori tumorali.

Trattamento del cancro esofageo

La tattica del trattamento del cancro esofageo dipende dalla sua posizione, dimensione, grado di infiltrazione della parete dell'esofago e dei tessuti circostanti da parte del tumore, dalla presenza o dall'assenza di metastasi nei linfonodi e in altri organi, le condizioni generali del corpo. Di norma, diversi specialisti prendono parte alla scelta della terapia: un gastroenterologo, un oncologo, un chirurgo, uno specialista in radioterapia (radiologo). Nella maggior parte dei casi, i tre principali metodi di trattamento delle neoplasie maligne sono combinati: rimozione chirurgica del tumore e dei tessuti interessati, radioterapia e chemioterapia.

Il trattamento chirurgico del cancro esofageo consiste nella resezione di una parte dell'esofago con un tumore e tessuti adiacenti, la rimozione dei linfonodi situati nelle vicinanze. Quindi la parte restante dell'esofago è collegata allo stomaco. Per la placca dell'esofago, possono usare sia il tessuto dello stomaco stesso che il tubo intestinale. Se il tumore non è completamente rimosso, allora viene asportato parzialmente per liberare il lume dell'esofago.

Nel periodo postoperatorio, i pazienti mangiano per via parenterale fino a quando non sono in grado di mangiare il cibo nel solito modo. Per prevenire lo sviluppo di infezioni nel periodo postoperatorio, ai pazienti viene prescritta una terapia antibiotica. Inoltre, è possibile condurre un ciclo di radioterapia per distruggere le cellule maligne rimanenti.

La terapia anti-cancro alle radiazioni consiste nell'irradiare l'area interessata del corpo con raggi X ad alta intensità. Esiste una radioterapia esterna (la radiazione viene effettuata da una fonte esterna nella zona proiettata dell'organo da irradiare) e la radioterapia interna (la radiazione viene introdotta nel corpo da impianti radioattivi). Spesso la radioterapia diventa il metodo di scelta quando è impossibile eseguire la rimozione chirurgica del tumore.

La chemioterapia per il cancro esofageo viene utilizzata come metodo ausiliario per sopprimere l'attività delle cellule tumorali. La chemioterapia viene effettuata con l'aiuto di forti farmaci citotossici. I pazienti che non possono effettuare la correzione chirurgica del lume dell'esofago, al fine di facilitare la deglutizione, mostrano una terapia fotodinamica. Questa tecnica consiste nel mantenere una sostanza fotosensibile nel tessuto tumorale, dopo di che il laser viene colpito dal cancro, distruggendolo. Tuttavia, è impossibile raggiungere la completa distruzione di una formazione maligna con l'aiuto di questa tecnica: è la terapia palliativa. Alla fine del ciclo di trattamento antitumorale, tutti i pazienti sono necessariamente registrati sul cancro e sottoposti regolarmente a un esame completo.

Complicazioni del cancro esofageo e il suo trattamento

La principale complicazione del cancro esofageo è la perdita di peso derivante dalla disfagia progressiva. Possono anche verificarsi diversi disturbi alimentari (distrofia alimentare, ipovitaminosi) a causa della malnutrizione. Un tumore maligno può essere complicato dall'aggiunta di un'infezione batterica. Inoltre, il tumore può ulcerare e sanguinare.

La chemioterapia è spesso accompagnata da gravi effetti collaterali: alopecia (alopecia), nausea e vomito, diarrea, debolezza, mal di testa. I pazienti sottoposti a terapia fotodinamica dovrebbero evitare la luce solare diretta nei prossimi mesi, poiché la loro pelle diventa particolarmente sensibile alla luce.

Prognosi del cancro esofageo

La cura del cancro esofageo è possibile nelle fasi iniziali, quando il processo maligno è limitato alla parete dell'esofago. In questi casi, l'escissione chirurgica del tumore in combinazione con la radioterapia dà un effetto molto positivo, vi sono tutte le possibilità di un completo recupero. Quando il cancro viene rilevato già nella fase di metastasi e il tumore cresce negli strati più profondi, la prognosi è sfavorevole, la cura completa di solito è impossibile.

Nei casi gravi, la vecchiaia e se è impossibile rimuovere completamente un tumore, il trattamento palliativo viene utilizzato per ripristinare la nutrizione normale. La sopravvivenza dei pazienti con cancro esofageo non operato non supera il 5%.

Prevenzione del cancro esofageo

La prevenzione specifica del cancro esofageo non esiste. Si consiglia di evitare il fumo e l'abuso di alcool, condurre regolarmente un'indagine sul tratto digerente per malattie che sono condizioni precancerose, per monitorare il loro peso.

In caso di malattia gastroesofageo esistente, eseguire regolarmente l'esame endoscopico. I pazienti con esofago di Barrett sono mostrati una biopsia annuale.

I primi sintomi e segni di cancro esofageo nelle fasi iniziali e tardive

Quando si tratta di una malattia come il cancro esofageo, la diffusione dell'epidemiologia è piuttosto ampia. Questa è una malattia oncologica, accompagnata dalla comparsa di una formazione maligna sulla parete dell'organo. Il tumore si sviluppa dalle cellule epiteliali che formano la membrana mucosa. Il principale gruppo di rischio di questa pericolosa malattia è rappresentato da persone che hanno attraversato la fascia di età di 60 anni.

Negli uomini, questa condizione viene diagnosticata 3 volte più spesso rispetto alle donne. Attualmente, il cancro di questo tipo è una patologia estremamente comune, che rappresenta il 5-7% di tutte le malattie oncologiche. Se i primi sintomi della condizione sono stati prontamente notati, è stata eseguita una diagnosi e un trattamento completi, la prognosi è generalmente favorevole.

Le principali cause del cancro esofageo

Attualmente, l'eziologia di questo tumore rimane un mistero. Si ritiene che le cause del cancro esofageo nella maggior parte dei casi siano radicate nelle abitudini di una persona. Secondo le statistiche, questa condizione patologica viene diagnosticata in persone con una lunga esperienza nel fumo di tabacco circa 2 volte più spesso rispetto a quelli che non usano le sigarette.

Inoltre, il rischio circa 12 volte più elevato di sviluppare una tale formazione maligna negli alcolisti inveterati.

Quando si tratta di cancro dell'esofago, le ragioni per il suo aspetto possono essere:

  • in mancanza acuta di vitamine;
  • in aggiunta al fast food;
  • nelle vecchie ustioni con alcali;
  • nell'uso di un gran numero di spezie;
  • nell'esclusione dalla dieta di cibi vegetali freschi;
  • nell'inserimento di prodotti contenenti funghi di muffa.

A causa di alcune abitudini alimentari tra i residenti in Giappone, Cina, Asia centrale e alcune aree della Siberia, il numero di pazienti è significativamente più alto che in altre regioni. In molti paesi dell'Europa, del Sud e del Nord America, è stato recentemente osservato un aumento del numero di persone affette da cancro esofageo.

Aumenta significativamente il rischio di sviluppare una condizione patologica di vita in zone ecologicamente sfavorevoli. Inoltre, attualmente noto malattie precancerose dell'esofago. Se sono presenti nell'uomo, il rischio di un tumore maligno aumenta di dieci volte. Questi includono: esofago di Berrett e acalasia. I danni traumatici al corpo in futuro possono causare la comparsa di un tumore.

Un ruolo separato è assegnato alla predisposizione genetica al cancro esofageo. Più recentemente, è stata identificata una mutazione del gene P53, che contribuisce alla produzione di una proteina anomala che non è in grado di proteggere l'esofago e l'intestino dall'ulteriore degenerazione delle cellule maligne.

Molto più spesso questa patologia è osservata in persone che sono portatrici di alcuni ceppi del papillomavirus umano che causano mutazioni intracellulari.

L'obesità è un fattore che contribuisce allo sviluppo di vari tipi di tumori maligni dallo strato epiteliale dell'esofago. Il sovrappeso contribuisce a un aumento della pressione all'interno della cavità addominale, che aumenta significativamente il rischio di reflusso, in cui l'acido gastrico viene gettato nell'esofago. Ciò porta prima al suo danno chimico e quindi alla degenerazione maligna delle mucose.

Classificazione del cancro esofageo

Al fine di prescrivere un trattamento efficace, il medico deve chiarire i molti parametri che distinguono un tumore in via di sviluppo. Quando si parla di cancro esofageo, la classificazione tiene conto di molte caratteristiche. A seconda della forma di educazione può essere:

Questo può essere determinato durante la diagnosi. I tumori esofitici crescono nella direzione del lume dell'esofago. Di solito sono già nelle prime fasi di sviluppo in modo significativo al di sopra della membrana mucosa. I tumori endofitici si sviluppano nello strato sottomucoso, cioè nello spessore della parete. I tumori maligni misti tendono a decadere rapidamente, quindi le ulcere si formano rapidamente al loro posto. Si distinguono i seguenti tipi morfologici comuni di tumori:

  • carcinoma a cellule squamose;
  • adenocarcinoma.

Questi tipi di tumori maligni sono formati da diverse cellule che rivestono l'esofago. Il carcinoma a cellule squamose può essere sia superficiale che profondamente invasivo. Un tumore si sviluppa sempre dalle cellule dell'epitelio squamoso. Tuttavia, il neoplasma superficiale si manifesta come erosione o placca sulla parete interna dell'organo. Con questo cancro dell'esofago, la metastasi si verifica solo in uno stadio avanzato di sviluppo. In questo caso, il decorso della malattia è abbastanza facile, poiché la formazione non raggiunge dimensioni significative e non è in grado di ostacolare l'ingestione di cibo.

Un tumore profondamente invasivo si sviluppa dagli strati sottomucosi dell'esofago e solitamente assume la forma di un fungo o di un'ulcera. Spesso dà metastasi ai polmoni, ai bronchi, alla trachea e al cuore, il che peggiora significativamente la prognosi.

L'adenocarcinoma di solito si sviluppa dalle cellule che formano le ghiandole responsabili della produzione di muco. Questa è una forma piuttosto rara di cancro, rilevata in circa il 10% dei casi. Molto spesso, un tumore di questo tipo si verifica nelle parti inferiori dell'esofago. Spesso in questo caso, il cancro del cardias dello stomaco viene diagnosticato con la transizione all'esofago. Questa lesione maligna è più grave di un tumore a cellule squamose. Se c'è un cancro allo stomaco e all'esofago, la prognosi è generalmente sfavorevole.

Un tumore maligno può essere localizzato nell'esofago inferiore, medio e superiore. Questo è un parametro estremamente importante. In circa il 55% dei casi, la formazione cancerosa è localizzata nella parte inferiore dell'organo. Un altro 35% dei pazienti ha un tumore situato nella sua parte centrale. Solo il 10% dei pazienti sviluppa istruzione nella regione superiore. Nel cancro dell'esofago, i primi segni di patologia possono manifestarsi a velocità diverse, a seconda della posizione del tumore. Di norma, quando una formazione maligna si verifica nella parte superiore dell'esofago, i sintomi causano immediatamente una persona a vedere un medico.

In questo caso, anche le crescite di piccole dimensioni rendono difficile deglutire il cibo. Con la sconfitta della formazione qualitativa della parte inferiore dell'esofago, specialmente se il cardias è coinvolto nel processo patologico, compaiono i sintomi caratteristici del reflusso. Tuttavia, frequenti attacchi di bruciore di stomaco raramente inducono una persona a cercare aiuto medico. Con la sconfitta della parte centrale dell'esofago, la patologia può non manifestarsi per molto tempo con un quadro clinico pronunciato, che complica il processo di diagnosi nella fase precoce del cancro esofageo.

Pertanto, solo quando vengono presi in considerazione tutti i parametri dell'educazione esistente, è possibile la nomina del trattamento completo necessario.

Segni di cancro esofageo

Nelle fasi iniziali dello sviluppo, il tumore non restringe troppo il lume, quindi la malattia non può manifestarsi sufficientemente in modo che una persona possa sospettare un problema. Tuttavia, il processo maligno non si ferma e nel cancro dell'esofago i sintomi iniziano a crescere abbastanza rapidamente.

I segni caratteristici dello sviluppo del cancro esofageo possono essere attribuiti a:

  • difficoltà a deglutire;
  • dolori al petto;
  • alitosi;
  • vomito;
  • disagio quando si mangia;
  • raucedine;
  • mancanza di respiro;
  • gonfiore della fossa sopraclavicolare;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • apatia;
  • rapida perdita di peso;
  • affaticamento.

Nel cancro dell'esofago, la clinica è abbastanza specifica. Le condizioni del paziente si stanno rapidamente deteriorando. Con la descrizione più completa dei problemi esistenti durante una visita dal medico, una diagnosi corretta può essere fatta molto più velocemente.

Stadi e prognosi del cancro esofageo

Questa neoplasia è abbastanza insidiosa, poiché dopo un lungo periodo di relativa calma, il tumore può iniziare a crescere rapidamente di dimensioni. Attualmente, ci sono 4 fasi principali del cancro esofageo.

Di solito, nella prima fase, una formazione maligna colpisce solo le membrane mucose superiori e le membrane sottomucose, ma non cresce nel tessuto muscolare che forma l'organo. Metastasi ancora. Inoltre, non c'è restringimento del lume. Allo stadio 2, il tumore si diffonde allo strato muscolare. L'apertura dell'esofago si restringe a causa della crescita leggermente, che non viola il processo di consumo di cibo. Inoltre, in questa fase non ci sono segni evidenti di germinazione del tumore oltre i limiti dell'esofago. In rari casi, metastasi singole possono essere trovate nei linfonodi adiacenti.

Nello stadio 3 dello sviluppo dell'oncoprocesso nell'esofago, si osserva la crescita del tumore in tutti gli strati che formano questo organo. Inoltre, la formazione può estendersi al tessuto peri-esofageo e alla sierosa. Tuttavia, segni di germinazione del tumore in altri organi ancora. Nei linfonodi regionali sono già state identificate numerose metastasi. Piccoli tumori secondari possono verificarsi in organi distanti.

Nel cancro allo stadio 4 dell'esofago, il tumore cresce nei tessuti circostanti, così ogni manifestazione della malattia diventa distinta. Le metastasi si trovano in organi lontani. Il processo di normale assorbimento del cibo non è più possibile.

Complicanze del cancro esofageo

Questo cancro si verifica raramente senza disturbi gravi. Di solito, le complicazioni compaiono già nella seconda fase dello sviluppo della condizione patologica. La conseguenza più comune della formazione del tumore è l'ostruzione esofagea. In questo caso, il lume è bloccato con un tumore esistente, motivo per cui il cibo dalla parte superiore non può entrare nello stomaco. Nelle ultime fasi dello sviluppo del trattamento oncologico, il paziente non è in grado di utilizzare anche piatti sfilacciati, il che porta a un rapido esaurimento del corpo.

Un'altra complicanza comune di questo tumore è l'emorragia. La disintegrazione del tumore e la formazione di ulcere inevitabilmente predispongono a lesioni della zona interessata dell'esofago. Qualsiasi cibo grossolano può causare gravi emorragie. In alcuni casi, questa complicazione crea una seria minaccia per la vita del paziente. A causa della violazione della capacità di mangiare cibo e di sviluppare gradualmente la paura di attacchi d'asma, che sono caratterizzati da stati quando il contenuto ingerito rimane bloccato nell'esofago, si osserva una rapida perdita di peso corporeo. Lo sviluppo della cachessia indebolisce significativamente il corpo.

In casi più rari, la disintegrazione del tumore porta a una perforazione della trachea.

Quindi, si forma una fistola. Attraverso di esso, piccoli pezzi di cibo, così come fluido dall'esofago, possono penetrare nella trachea. Tale complicazione è caratterizzata dalla comparsa della tosse più forte durante un pasto.

Le metastasi di solito si diffondono da un tumore maligno attraverso il sistema linfatico e i vasi sanguigni. Nelle fasi successive, possono entrare nel cervello, nel cuore, nei polmoni, nel fegato e in altri organi vitali, il che porta inevitabilmente a gravi sintomi da parte loro.

Metodi per diagnosticare il cancro esofageo

Se hai i minimi segni di sviluppo del tumore, dovresti assolutamente consultare un medico. La diagnosi differenziale tempestiva del cancro esofageo consente risultati migliori. Di solito, il paziente prima riceve un appuntamento con un gastroenterologo e poi un oncologo. Un sondaggio di questi specialisti focalizzati ti consente di fare una diagnosi più veloce. Vale la pena notare che i test di laboratorio di solito non consentono di identificare tali tumori nelle prime fasi di sviluppo, poiché i segni di anemia compaiono solo quando le condizioni del paziente sono già critiche.

Il primo esame a raggi X. Ti permette di valutare i cambiamenti nell'esofago. Di norma, al paziente viene somministrato un bario liquido da bere, che funge da agente di contrasto. Esso avvolge le pareti dell'esofago e consente di ottenere un'immagine più accurata. L'uso del bario aiuta non solo a rilevare la presenza di aree di restringimento del lume dell'esofago, ma anche a determinare i centri di ispessimento o assottigliamento, nonché l'ulcerazione.

Inoltre, è prescritta l'esofagoscopia. Questo studio comporta l'ispezione dell'istruzione sulla parete dell'esofago utilizzando un dispositivo speciale, un endoscopio, che è un tubo sottile, alla fine del quale è presente una minicamera, che consente di considerare bene il difetto. Durante lo svolgimento di questo studio, è possibile eseguire una biopsia durante la quale viene prelevata una piccola quantità di tessuto per l'esame istologico. Ti permette di differenziare patologie come il cancro e la stenosi, che hanno alcune manifestazioni simili.

La broncoscopia viene solitamente eseguita per valutare le condizioni delle corde vocali, dei bronchi e della trachea. Questo studio aiuta a rilevare le metastasi in questi organi. Per determinare la natura della crescita del tumore esistente viene spesso utilizzata la tomografia computerizzata. Questo è un metodo di radiografia ad alta tecnologia, durante il quale vengono prese molte immagini che riflettono pienamente la natura della diffusione del processo oncologico.

Alcuni dati possono essere ottenuti con ultrasuoni addominali. I tessuti viventi in diversi modi assorbono la radiazione, che è prodotta dall'apparato, a causa della quale vengono rilevati tumori secondari. L'imaging a risonanza magnetica è considerato un metodo abbastanza informativo. Per determinare lo stadio viene spesso utilizzato questo studio.

In alcuni casi, lo sviluppo del cancro esofageo può richiedere la laparoscopia. Questo è un metodo di ricerca invasivo. Viene eseguito in anestesia generale. Nella zona dell'ombelico è perforata, attraverso il quale si trova un tubo sottile con una macchina fotografica alla fine. Ti permette di esaminare tutti gli organi e prelevare campioni per la biopsia. Questo metodo diagnostico viene solitamente utilizzato nei casi in cui è stata confermata la presenza di tumori secondari.

Trattamento del cancro esofageo

Dopo la diagnosi e una valutazione completa delle condizioni del paziente, è possibile sviluppare il regime terapeutico ottimale. Chirurgia, chemioterapia e radioterapia possono essere utilizzati per eliminare questo tumore. Questi metodi di esposizione possono essere utilizzati sia individualmente che in combinazione. Come trattare il cancro esofageo in un particolare paziente può essere determinato solo da un oncologo. Gli schemi sono selezionati individualmente per i pazienti sulla base del quadro clinico.

La chirurgia del cancro esofageo può essere eseguita con vari metodi. Se il tumore si trova nella parte inferiore e media dell'esofago, viene solitamente eseguita un'operazione aperta, che consente di eliminare l'area danneggiata e ripristinare la capacità del paziente di mangiare normalmente. Quando si esegue un tale intervento, viene catturata una piccola porzione di tessuto sano. In alcuni casi, viene rimossa anche la parte superiore dello stomaco. Nelle prime fasi dello sviluppo del processo patologico, una tale operazione per il cancro dell'esofago elimina il problema e non sono necessari ulteriori metodi di trattamento.

Se il tumore è stato trovato nella parte inferiore, può essere eseguita un'operazione per rimuovere completamente l'esofago attraverso un'incisione nel torace. Inoltre, può essere richiesta l'escissione dei linfonodi regionali. Impostare immediatamente una sonda speciale per l'erogazione di potenza attraverso la parete addominale. La separazione dello stomaco dall'esofago consente di eliminare completamente il tumore e ridurre il rischio di recidiva. Se non vi è alcuna recidiva patologica entro un anno, può essere eseguita una seconda operazione. In questo caso, un nuovo esofago si formerà da una parte dell'intestino tenue, che consentirà a una persona di mangiare normalmente.

Chirurgia endoscopica, che sono particolarmente efficaci nelle prime fasi dello sviluppo del processo oncologico nel cancro esofageo, sono diventati molto popolari. Tali interventi sono effettuati sotto il controllo dell'endoscopio. Il laser speciale rimuove l'istruzione esistente. Se c'è un ovvio restringimento del lume dell'organo, si può eseguire la bougienage, suggerendo l'introduzione di strumenti speciali nella regione dell'esofago contratto. Circa il 70% dei pazienti con questo effetto può ottenere risultati e curare rapidamente la patologia.

In alcuni pazienti, è possibile ottenere una remissione stabile con l'uso della terapia gamma a distanza. La radioterapia per il cancro dell'esofago aiuta non solo a fermare la sua crescita, ma anche a ridurne le dimensioni. L'effetto è dovuto alla rottura del legame nelle molecole di DNA che sono responsabili della trasmissione di informazioni genetiche. Tale influenza praticamente non influenza le cellule sane, poiché non si dividono così attivamente.

Combinazione attualmente usata di radiazioni e chemioterapia. Questa combinazione ha un ottimo effetto. La chemioterapia per il cancro esofageo può essere utilizzata come metodo palliativo di esposizione.

Per i farmaci che possono essere efficacemente utilizzati in questa malattia oncologica includono:

L'uso della sola chemioterapia può aumentare l'aspettativa di vita dei pazienti del 15-20%. Quando si combinano la chemioterapia e la radioterapia, si ottiene un risultato positivo nel 45% dei pazienti. Pertanto, l'uso di tali fondi è giustificato. Nel cancro dell'esofago, il trattamento richiederà un grande sforzo da parte del team di medici e del paziente stesso, oltre all'aderenza a un regime speciale. Nella maggior parte dei casi, è difficile dire per quanto tempo il paziente vivrà.

Per ottenere un effetto positivo del trattamento, è molto importante prevenire lo sviluppo di cachessia, dal momento che un organismo impoverito è molto più difficile da tollerare sia gli interventi chirurgici che la chemioterapia e la radioterapia. La prognosi e l'efficacia del trattamento dipendono in gran parte dalla capacità del paziente di seguire tutte le raccomandazioni del medico. Pertanto, la terapia dietetica è un punto cruciale nel trattamento del cancro esofageo. Se la chirurgia non può essere eseguita e allo stesso tempo il lume nella cavità dell'organo è abbastanza largo, è possibile includere tutti i prodotti nella dieta, ma in una forma macinata. Il cibo per il cancro dell'esofago deve essere bilanciato e ricco di proteine, grassi, carboidrati il ​​più possibile.

Quando l'operazione è stata eseguita prima che l'esofago fosse completamente unito, il paziente è stato alimentato attraverso un gastrostoma. Miscele gastroresistenti di latte, panna, uova, olio animale e alcuni altri prodotti possono essere somministrate attraverso un ampio tubo gastrico. La dieta scelta correttamente per il cancro dell'esofago consente di mantenere le condizioni del paziente è normale. Ciò impedirà l'esaurimento e ridurrà la resistenza del corpo a vari fattori avversi.

In futuro, l'alimentazione per il cancro dell'esofago può essere resa più diversificata, ma il cibo dovrebbe essere ancora liquido. Non molti pazienti tollerano normalmente tali restrizioni, quindi richiede un serio sostegno morale da parte di parenti e amici. Solo con un esito favorevole del trattamento in futuro, il paziente può andare a terra e quindi al cibo solido. Molti pazienti sono interessati alla domanda, quante persone vivono con il cancro esofageo, ma anche un medico esperto non può dare una prognosi accurata.

Prevenzione del cancro esofageo

Attualmente, non sono state sviluppate misure speciali per proteggere al 100% da questo tumore. La prevenzione del cancro esofageo è limitata al mantenimento dello stile di vita più sano. Si consiglia di non abusare della cucina orientale, ricca di spezie.

Inoltre, è necessario rinunciare a cattive abitudini ed esercizio quotidiano. Quando lavori in industrie dove è possibile l'inalazione di sostanze tossiche, dovresti usare un equipaggiamento protettivo personale, ad esempio un respiratore. L'osservazione di queste semplici precauzioni può ridurre significativamente il rischio di cancro esofageo.