loader
Raccomandato

Principale

Fibroma

Metodi di trattamento per metastasi da melanoma

PRESTARE ATTENZIONE! Gli articoli del portale sono scritti con lo scopo di informare e in nessun caso possono essere fonte di trattamento per conto proprio. Il trattamento può essere prescritto solo dal medico!

Il melanoma è un pericoloso tumore maligno Il melanoma è un pericoloso tumore maligno. Le metastasi da melanoma sono manifestazioni secondarie del processo oncologico. Si sono diffusi in tutto il corpo, colpendo tutte le nuove strutture. Circolano con sangue (ematogeno), linfa o germinano in strutture vicine.

Indicazioni mediche

Il melanoma colpisce inizialmente la pelle. Questa è una neoplasia epiteliale delle cellule del pigmento che producono melanina (melanociti). Meno comunemente, la patologia colpisce le mucose, la retina dell'occhio. Il rischio di sviluppo e la capacità di metastatizzare sono completamente determinati dal fototipo della pelle. Spesso la malattia si verifica in aree aperte del corpo esposte al sole.

Con frequenza variabile di metastasi di melanoma colpiscono altri organi. Gli esperti ritengono che i linfonodi, i polmoni e il fegato siano più spesso rinati. Il cervello è meno comunemente colpito. Metodi di diffusione delle metastasi da melanoma:

Possibile diffusione ematogena del cancro in tutti gli organi. Le metastasi ai polmoni e al cervello sono frequenti cause di morte. Clinicamente rilevare metastasi nella pelle, tessuto sottocutaneo, linfonodi. La progressione della malattia inizia due decenni dopo la diagnosi. Un segno di progressione è la recidiva locale del melanoma. Le metastasi della malattia sono rilevate in 30-32 mesi dopo il rilevamento della neoplasia primaria.

La durata del periodo di "benessere immaginario" dipende dal tipo di neoplasia, dalla presenza e dalla localizzazione di neoplasie. In presenza di tumori ulcerati, metastasi ai linfonodi, le recidive si sviluppano entro un anno. I sottili melanomi raramente causano recidive. Il periodo di recidive può durare più di dieci anni. Nelle metastasi linfogene, le metastasi entrano nei vasi linfatici, diffondendosi con il flusso linfatico verso i nodi. Questo è il modo principale per diffondere i tumori.

Le metastasi da melanoma sono manifestazioni secondarie del processo oncologico. Si sono diffusi in tutto il corpo, colpendo tutte le nuove strutture.

Forme di patologia

Secondo gli esperti, non tutti i tipi di melanoma sono ugualmente maligni. Solo alcuni tipi di cancro hanno un aumentato potenziale di malignità e una tendenza a metastatizzare.

Le seguenti forme di metastasi sono considerate le più pericolose:

Breve descrizione di varie forme della malattia

  1. Satelliti - più eruzioni di punti localizzati vicino alla neoplasia iniziale (o vicino ad essa).
  2. Forma nodulare: le metastasi cutanee assomigliano a nodi sottocutanei di diverse forme e dimensioni. Trovali a qualsiasi distanza dal tumore principale.
  3. Forma natalizia. Queste sono metastasi cutanee edematose di colore rosso-bluastro che circondano il tumore iniziale.
  4. Forma tromboflebita - sigilli dolorosamente radialmente comuni. Hanno le vene superficiali ingrandite e la pelle gonfia intorno al melanoma.

Classificazione clinica della malattia

  1. Melanoma cutaneo (superficiale, nodulare, acroentiginous, lentiginous, acromatico (non pigmentato).
  2. Lentious mucose formation.
  3. Melanoma della retina.
  4. Subungual (punto nero sotto l'unghia).
  5. Neoplasia maligna dei tessuti molli.

Melanoma con metastasi (video)

Quadro clinico

Cause di metastasi (fattori di rischio):

  • età avanzata;
  • storia familiare (presenza della malattia in parenti stretti);
  • disturbi cronici;
  • dimensione significativa della lesione iniziale;
  • germinazione del tumore nella parete dell'organo (questa è una condizione pericolosa, la cui prognosi è sfavorevole);
  • trauma nevo (singolo, multiplo);
  • aumento della radiazione di fondo;
  • scottature.

Per loro natura, il melanoma può essere una neoplasia primaria (un disturbo indipendente, metastatizzante per altri organi) o secondaria (essa stessa è una metastasi di un altro processo di cancro). La prognosi delle metastasi della malattia è sfavorevole, poiché le metastasi portano al fallimento degli organi vitali.

Possibile diffusione ematogena del cancro in tutti gli organi. Metastasi ai polmoni e al cervello - cause frequenti di morte

Il melanoma con metastasi si sviluppa da una talpa. Pertanto è necessario trattarli con attenzione, controllando i loro minimi cambiamenti. Con lo sviluppo del melanoma, i pazienti annotano:

  • scolorimento e contorni di un nevo;
  • aumento della dimensione delle talpe;
  • ulcerazioni;
  • la scomparsa di un chiaro profilo del nevo;
  • sentirsi prurito;
  • sanguinamento;
  • perdita di capelli sulla superficie della talpa;
  • nodulazione.

La progressione del tumore forma un infiltrato alla base del nevo. Ciò è dovuto all'accumulo di sangue e linfa. La superficie del punto si trova al di sopra del livello della pelle (crescita esofitica) o ulcera (endofitica). Nella crescita esofitica si nota un tumore emisferico fungino, a cappuccio piatto con una consistenza densa. La nuova crescita ha una colorazione non uniforme e un contorno di curva.

Il melanoma colpisce inizialmente la pelle. Questa è una neoplasia epiteliale delle cellule del pigmento che producono melanina (melanociti)

Tumore nei linfonodi

Con la sconfitta del sistema linfatico, i linfonodi locali aumentano. Questo può essere determinato dall'ispezione visiva e dalla palpazione. Cambiamenti simili si riscontrano nelle strutture cervicali, sopraclaveari, ascellari e inguinali. Il dolore non è osservato, gli elementi sono morbidi ed elastici al tatto, non saldati tra loro e con i tessuti circostanti.

L'ulteriore progressione del processo provoca grave anoressia, deplezione del corpo, perdita di peso, malessere. Spesso c'è anemia. I seguenti sintomi si uniscono rapidamente:

  • febbre;
  • raffreddori frequenti;
  • nevrosi;
  • epatomegalia;
  • mal di testa;
  • arrossamento della pelle.

La prognosi della patologia dipende dalla diagnosi e dalla terapia tempestive.

Trattamento del melanoma (video)

Metodi per identificare la malattia

I primi segni regrediscono e la successiva ricaduta si sviluppa nei prossimi 3 anni. Pertanto, si raccomanda ai pazienti di sottoporsi a regolari esami presso l'oncologo. Solo uno specialista qualificato può valutare le condizioni del paziente determinando i rischi e la prognosi della malattia.

Per fare una diagnosi definitiva, è importante condurre un esame completo, tra cui:

  • istologia (dopo l'escissione del tumore);
  • dermatoscopia;
  • test citologici;
  • dati clinici;
  • campioni con fosforo radioattivo.

Una biopsia viene eseguita raramente, dal momento che le punture e il danno parziale alla neoplasia non sono accettabili per questo disturbo. Tali manipolazioni aumentano il rischio di diffusione della malattia. Per determinare la sua prevalenza, viene esaminato un linfonodo "watchdog", vengono eseguite la scintigrafia e gli ultrasuoni. La diagnosi di melanoma delle metastasi è complicata dalla varietà delle forme cliniche dei focolai della malattia.

Con frequenza variabile di metastasi di melanoma colpiscono altri organi. Gli esperti ritengono che i linfonodi, i polmoni e il fegato siano più spesso rinati

Metodi di terapia

Prima di trattare il disturbo con un metodo chirurgico, il medico valuta il grado di diffusione del melanoma. La profondità di escissione è determinata individualmente (a seconda del livello, dello spessore del tumore):

  • tumori con uno spessore fino a 1 mm asportati, che si ritirano a 1 cm dai bordi;
  • con uno spessore superiore a 1 mm - 2 cm;
  • quando i melanomi nodulari vengono sottoposti a un'ampia escissione, si ritirano di almeno 5 cm dai bordi.

Trattamento di difetti effettuati con metodi di plastica. La prognosi di questo trattamento per il melanoma nello stadio orizzontale è positiva: la guarigione avviene in 9 pazienti su 10. Con una crescita verticale della neoplasia, la prognosi è scarsa. Pertanto, per salvare i pazienti applicare una terapia complessa.

Il trattamento chirurgico è combinato con l'immunoterapia, la chimica. La linfoadenectomia viene eseguita raramente. È più difficile trattare il melanoma con danni ai linfonodi. In questi casi vengono resecati, ma le probabilità sono minime. La presenza di metastasi a distanza indica una prognosi deludente.

Se è impossibile combattere la patologia con la chirurgia, un'alternativa è la chemioterapia moderna. Lo schema dei farmaci viene scelto individualmente, tenendo conto dell'età, della localizzazione e di altri criteri. La durata e l'entità della terapia dipendono dal decorso della malattia, dalla tollerabilità dei farmaci e dal benessere generale dei pazienti. Dopo il trattamento minimo, è richiesto un esame di follow-up (per valutare l'efficacia della terapia).

Un oncologo può prescrivere solo la radioterapia. Utilizzando acceleratori lineari e tomografia computerizzata, si ottiene un'immagine tridimensionale delle metastasi nel melanoma. Quindi viene eseguita l'irradiazione. Allo stesso tempo, i tessuti sani non sono irradiati, il che riduce al minimo la frequenza delle reazioni indesiderate e delle complicanze della terapia. Puoi curare la patologia, se osservata da uno specialista per i primi 5 anni.

È necessario identificare i cambiamenti pre-melanoma nel tempo, impedendo lo sviluppo dell'oncopatologia. Il melanoma viene trattato con successo, le metastasi sono nella fase di crescita radiale. Si raccomanda di proteggere la pelle dalla luce solare, per non ferire i nevi. Il melanoma è una malattia grave ma curabile. Può essere avvisato se si superano gli esami medici programmati.

Metodi di trattamento per le lesioni metastatiche dopo il melanoma

Le metastasi da melanoma sono focolai secondari di cancro cutaneo. Molto spesso, il melanoma si metastatizza a tessuto muscolare, polmoni e fegato. Le cellule tumorali distanti dalla messa a fuoco primaria vengono rilevate durante un esame fisico di routine o quando il dolore si verifica nella zona interessata. Il regime di trattamento per le metastasi è sistemico e dipende dall'estensione della loro diffusione in tutto il corpo. Le metastasi sono pericolose per il paziente, quindi nella maggior parte dei casi la chirurgia è indicata per i pazienti.

Cos'è la metastasi?

Le metastasi sono cellule tumorali che si formano lontano dalla principale lesione maligna. Rappresentano un grande pericolo per la vita umana, poiché in un breve periodo di tempo possono provocare il fallimento di diversi organi vitali contemporaneamente.

Se una talpa o una voglia sono comparse dalle cellule maligne di un altro cancro, allora questa neoplasia è chiamata "melanoma metastatico".

Vie e tipi di metastasi da melanoma

La metastasi del melanoma si presenta in diversi modi:

  • Lymphogenous. Le cellule anormali microscopiche si staccano da un tumore maligno e viaggiano con la linfa attraverso i vasi linfatici. I primi tumori si verificano nei linfonodi regionali (situati vicino al melanoma). Se non vi è alcun trattamento, migrano gradualmente verso i linfonodi distanti.
  • Ematogena. Non appena il melanoma cresce nel vaso, le sue metastasi penetrano nel sangue e quindi attraverso il sistema circolatorio entrano nei tessuti degli organi interni. Le cellule maligne si accumulano e crescono nel fegato, nei polmoni, nel cervello e in altri organi.

Le cellule oncologiche possono essere disseminate in tutto il corpo simultaneamente attraverso le vie linfatiche ed ematogene (miste). Tali neoplasie metastatiche compaiono all'ultimo stadio del cancro.

Le metastasi per il melanoma sono suddivise in:

  • Nodale - gli elementi oncologici si formano nello strato sottocutaneo, caratterizzato da molteplicità e dimensioni diverse. Localizzato a diverse distanze dalla messa a fuoco materna.
  • Satelliti: sulla pelle appaiono molti punti, simili al punto maligno primario. Situato vicino a lui.
  • Per tipo di tromboflebite - neoplasie dense dolorose. Diffusione del fascio. Hanno vasi espansi nella loro struttura. Causa gonfiore della pelle.
  • La vista del parto - diagnosticata quando la pelle intorno al melanoma si infiamma, diventa blu, diventa edematosa e dolorosa.

Se un tumore oncologico metastatizza orizzontalmente, cioè sulla superficie della pelle, allora la probabilità di guarigione completa raggiunge il 97%. Le possibilità di una lunga vita con una crescita verticale del focus primario (in profondità nel corpo) sono molto piccole.

Quadro clinico

Il melanoblastoma si manifesta con una rapida crescita e metastasi precoci. Molto spesso, una lesione così maligna sulla pelle è un nodo sanguinante. Le sue dimensioni variano dalle dimensioni di un pisello a una noce media. Neoplasia maligna è nera, a volte - alcune chiazze luminose.

Primi segni

Inizialmente, il melanoma potrebbe essere una nuova macchia scura sulla pelle. Spesso, una lesione maligna si forma nel sito di una talpa ordinaria che ha cambiato forma. Sintomi dello sviluppo del melanoma riconosciuti dagli oncologi di tutto il mondo:

  • La metà della talpa o della voglia non corrisponde alla forma del secondo.
  • La talpa ha cominciato a periodicamente prudere e sanguinare.
  • I bordi della neoplasia che causano il sospetto di melanoma sono irregolari, simili ai chiodi di garofano.
  • L'ombra di una crescita o di una macchia su una pelle non è uniforme, include l'impregnazione di colore rosso, bianco, nero o viola.
  • La nuova crescita non cessa di aumentare.

La talpa che sporge sopra la superficie della pelle che ha raggiunto 6 mm di diametro deve essere mostrata a un medico. Questo deve essere fatto, anche se non ci sono segni come prurito e sanguinamento. Altrimenti, quando il melanoma si metastatizza in altri organi, il trattamento può essere ritardato.

Il melanoma nodulare o un segno di nascita potrebbero non essere adatti per i sintomi del cancro generalmente riconosciuti, quindi un oncologo dovrebbe sottoporsi ad un esame se:

  • C'è una ferita non cicatrizzante sulla pelle.
  • Dai confini del melanoma si sono diffuse macchie di pigmento o tubercoli.
  • La voglia ha cominciato a prudere, staccare, formicolare.
  • La superficie della crescita o macchia patologica è diventata lucida, lucida.
  • La voglia ha cominciato a salire sopra la superficie della pelle.
  • Il segno di nascita è diventato troppo morbido, simile ad esso (ne sono derivate le neoplasie) accanto ad esso.

Il melanoma e le metastasi sono due termini oncologici ben collegati. Di solito, il melanoma viene diagnosticato quando le cellule anormali hanno già colpito i tessuti degli organi vitali.

Quali organi sono interessati

Le cellule tumorali primarie del cancro possono diffondersi (diffondersi) in qualsiasi organo interno.

Molto spesso, il cancro della pelle si diffonde ai linfonodi. Più spesso, gli uomini soffrono di metastasi linfonodali. La prognosi di un tumore localizzato sulle braccia o sulle gambe è molto più favorevole rispetto a quando si trova sul corpo, sulla testa o sul collo.

Le prime metastasi da contatto sono osservate nei linfonodi, che diventano grandi e immobili, così come nella cute e nel tessuto sottocutaneo. Quindi colpisci:

  • mucosa polmonare;
  • tessuto epatico;
  • il cervello;
  • tessuto osseo.

Di conseguenza, il cancro della pelle causa frequenti polmoniti, sindrome paraneoplastica (dita delle dita allargate), reni e insufficienza epatica.

Metodi di rilevamento

Il melanoma con metastasi viene determinato utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • Dermatoscopia (epiluminescente) - microscopia di superficie del fuoco principale. La diagnosi si applica solo alla forma precoce della malattia. Il metodo consiste nell'esame dell'epidermide, ingrandito con un dermatoscopio 10-40 volte.
  • Ultrasuoni: consente di confermare o escludere metastasi superficiali del melanoma.
  • L'ecografia degli organi interni viene utilizzata per rilevare le metastasi a distanza.
  • Esame citologico - viene effettuato in presenza di ferite che guariscono a lungo sulla pelle.
  • Test BRAF: identifica un difetto nella struttura del gene BRAF V600E, responsabile della divisione cellulare e della morte cellulare. La mutazione in questo gene porta alla crescita incontrollata di cellule anormali, che causa la comparsa di tumori. Per il test, viene prelevato un campione di tessuto maligno.
  • Risonanza magnetica - è necessario per identificare le metastasi in tutto il corpo. La procedura viene eseguita per valutare lo stato del cervello e del midollo spinale, per scegliere la giusta direzione del trattamento.
  • Tomografia ad emissione di positroni - aiuta a confermare o escludere le cellule tumorali nei linfonodi. Questo metodo è prescritto se l'oncologo non è in grado di rilevare metastasi tumorali.

Solo tenendo conto dei risultati della diagnostica hardware, il medico sarà in grado di elaborare un regime di trattamento efficace.

Trattamento e prognosi

Il trattamento del melanoma della pelle può includere l'uso di tali metodi:

  • Coltello cyber Il trattamento radiochirurgico delle metastasi del melanoma è prescritto in una fase precoce del cancro e in fasi successive, ma in combinazione con radioterapia a distanza. Il melanoma viene rimosso senza anestesia e incisione tissutale. Le metastasi negli organi interni, così come nel cervello e nel midollo spinale vengono tagliate con un cyber-coltello.
  • Acceleratore lineare. La radioterapia consente di operare il tumore in qualsiasi parte del corpo, incluso il cervello. La neoplasia viene gradualmente rimossa con un dispositivo speciale, con il paziente che passa diverse dozzine di sedute.
  • Chirurgia. Il tumore viene asportato con un bisturi e vengono catturate le aree della pelle sana. Il metodo è usato per tumori il cui spessore supera i 2 mm. Dopo l'intervento chirurgico, i punti vengono eseguiti, gli innesti cutanei sono pianificati o la ferita viene lasciata stringere.
  • La chemioterapia. Il paziente viene iniettato con farmaci (Carmustin, Vinblastina, Dacarbazina, ecc.), Che sono trasportati dal sangue in tutto il corpo e distruggono le cellule tumorali. Le procedure sono indicate per il comune melanoma cutaneo.

La prognosi per il recupero dei pazienti oncologici si basa sulla profondità del tumore, sul suo spessore, sulla presenza e sulla posizione delle metastasi.

In media, con una singola metastasi, il tasso di sopravvivenza è del 53%, mentre con più metastasi (più di 4 metastasi), raggiunge a malapena il 25%. In media, la sopravvivenza nel cancro della pelle con metastasi nei suoi 4 stadi è di circa 7-10 mesi.

Secondo le statistiche, dopo l'operazione hardware e chirurgica dei melanomi con uno spessore non superiore a 2 mm, il 95% dei pazienti sopravvive. La loro aspettativa di vita è di 5-10 anni. Nel trattamento delle metastasi linfonodali, non più del 40% dei pazienti sopravvive. La loro durata è di circa 5 anni.

Recidive metastasi

La ricomparsa delle metastasi dipende dallo spessore del focus primario del cancro:

  • Se il melanoma rimosso aveva uno spessore non superiore a 0,75 mm, allora la probabilità di formazione di un tumore secondario è minima. La recidiva può verificarsi 10 anni dopo l'intervento.
  • Nei tumori, fino a 4 mm, aumenta il rischio di re-metastasi. La ricaduta si verifica dopo 2-2,5 anni.

Tumori ripetuti compaiono vicino al sito operato. Non sono sempre formati dalle restanti cellule maligne. La loro emergenza è promossa da nuove cellule staminali (immature), che sono in grado di auto-rinnovarsi. Pertanto, per non provocare l'insorgenza di focolai secondari, i medici raccomandano di eliminare anche quei tumori che presentano tutti i segni del melanoma, ma non si manifestano clinicamente.

Metastasi da melanoma

Le nuove tecnologie arrivano in Russia.

Invitiamo i pazienti a prendere parte a nuovi metodi di cura del cancro, nonché a studi clinici sulla terapia con LAK e terapia TIL.

Feedback sul metodo del Ministro della Salute della Federazione Russa Skvortsova V.I.

Questi metodi sono già stati utilizzati con successo in grandi cliniche oncologiche negli Stati Uniti e in Giappone.

Il melanoma è un tumore maligno primario della pelle che si sviluppa dalle cellule che formano i pigmenti, i melanociti. Questa non è una malattia comune, tuttavia, ogni anno la percentuale di questa diagnosi aumenta solo. Le metastasi di melanoma si diffondono rapidamente attraverso le vie linfatiche ed ematogene.

A rischio, di regola, persone dalla pelle chiara e persone che hanno un gran numero di macchie di pigmento (lentiggini, talpe).

Tipi di metastasi da melanoma

Il melanoma dà metastasi in diversi modi:

La metastasi linfogena del melanoma si manifesta con un aumento delle dimensioni dei linfonodi regionali (situati vicino al melanoma), e quindi con il progredire del processo, aumentano anche i linfonodi distanti.

Inoltre, i pazienti iniziano a lamentare debolezza, perdita di peso, raffreddori frequenti, anemia, febbre, sudorazione notturna.

La metastasi ematogena del melanoma (attraverso i vasi sanguigni) colpisce più spesso il fegato, i polmoni, il cervello e le ossa.

Metastasi al melanoma di fegato - fegato ingrossato, ittero, pesantezza nell'ipocondrio destro, sapore amaro in bocca, anoressia.

In presenza di metastasi polmonari ci sono lamentele tipiche di tosse persistente con espettorato mucoso o mucopurulento, mancanza di respiro, polmonite frequente (pazienti che ri-tollerano la polmonite entro un anno devono essere esaminati per il carcinoma polmonare primario), emottisi.

Metastasi del melanoma al cervello manifestata da mal di testa, disabilità visiva, nausea e altri sintomi neurologici, le cui manifestazioni dipendono dalla posizione e dal numero di tumori secondari.

Metastasi al melanoma osseo portare a dolore locale, distruzione del tessuto osseo, fratture.

Tipi e forme di melanoma

Tipi di melanoma:

  1. Amelanotic.
  2. Chromogenic.

Forme cliniche di melanoma:

  • melanoma nodulare.
    Rende il 10-30% di tutti i melanomi, il più aggressivo. Esternamente simile a un nodo o polipo, appare quasi sempre su una pelle precedentemente invariata. Cresce abbastanza velocemente, ulcera e sanguina.
  • melanoma piatto o a crescita radiale.
    Si trova più spesso nelle donne degli arti inferiori, negli uomini è più frequente sulla pelle del corpo. Sembra una placca piatta, a volte con un colore diverso.
  • lentiggini.
    Si verifica, di regola, nelle persone anziane. Il più delle volte si trova sul viso, sul collo e su un punto.
  • forma acrale di melanoma.
    Appare nel letto della lamina ungueale e sembra un normale granello scuro.

Per essere in grado di capire se c'è un pericolo di malignità, gli scienziati hanno sviluppato il sistema a 7 punti Glazg di segni di malignità delle lesioni cutanee:

  • cambiamento di dimensioni, volume;
  • cambiare forma, forma;
  • cambiamento di colore;
  • l'infiammazione;
  • sanguinamento, ulcerazione;
  • cambiamento di sensazioni, sensibilità;
  • diametro oltre 7 mm.

Ma anche con la grande quantità di informazioni e la sua disponibilità per quanto riguarda la malattia, le persone vengono dal medico per l'esame solo nel 50% dei casi con metastasi di melanoma ai linfonodi.

diagnostica

Misure diagnostiche necessarie per la rilevazione delle metastasi da melanoma:

  • esame della pelle, e non solo l'area con il presunto melanoma.
  • palpazione di tutti i linfonodi, in caso di sospetto di neoplasia - per effettuare una biopsia con puntura.
  • radiografia del torace.
  • Ultrasuoni degli organi addominali.
  • esame citologico di impronte su tumori ulcerati.
  • biopsia escissionale con esame istologico intraoperatorio urgente. Con una biopsia escissionale, viene eseguita un'asportazione completa dell'oncogenesi, mentre 2-10 mm si ritirano dai bordi e vengono inviati per l'esame istologico.
  • TAC del cervello.
  • scintigrafia ossea.

trattamento

In presenza di metastasi da melanoma, il trattamento sarà complesso o combinato. Con metastasi nei linfonodi regionali Il trattamento consiste nella rimozione completa del sito tumorale primario con linfonodi regionali.

Per oltre 30 anni nella Federazione Russa, oltre al trattamento chirurgico, trattano il melanoma con Dacarbazina e Interferone-Alfa. Cosa è cambiato nel corso degli anni? Quali farmaci nel trattamento del melanoma sono comparsi? La risposta è no. Come è stato il trattamento con Dacarbazina e Interferone e se n'è andato. Ricordiamo che nel trattamento della dacarbazina, l'aspettativa di vita può essere aumentata di 6-7 mesi, mentre aiuterà solo l'11% dei pazienti. Bene, passiamo alle droghe straniere Zelboraf, Keitrud, Optive, ecc. Questo è un po 'meglio. L'aspettativa di vita aumenta fino a 11-18 mesi.

Melanoma metastatico: caratteristiche della diffusione della malattia

Il melanoma è una pericolosa malattia oncologica della pelle, che si sviluppa rapidamente, coinvolgendo i tessuti sani nel processo patologico. Una delle principali caratteristiche di questa malattia è la diffusione di metastasi in altri organi. In oncologia, è generalmente accettato che il melanoma metastatico sia un cancro incurabile. Questa patologia inizia il suo sviluppo con la mutazione di cellule pigmentate di melanociti sotto l'influenza di fattori avversi. Nel corso del tempo, si mescolano in cellule sane, formando un tumore canceroso. Le cellule anormali iniziano a staccarsi dal neoplasma, a mescolarsi con il sangue o la linfa attraverso il corpo, a depositarsi in tessuti e organi sani e quindi a formare tumori secondari.

Caratteristiche e descrizione della malattia

Il melanoma metastatico è una malattia del cancro che è in grado di creare tumori secondari in un breve periodo di tempo a causa della diffusione di cellule anormali con il flusso di linfa o sangue attraverso il corpo umano.

Fai attenzione! Gli oncologi determinano la possibilità di diffusione di metastasi attraverso le dimensioni del tumore primario. Più piccolo è, minore è la possibilità di metastasi.

In oncologia, è stato stabilito che con un tumore fino a un millimetro di spessore, la probabilità di diffusione delle metastasi sarà bassa, con uno spessore da uno a quattro millimetri - medio, se il tumore è alto più di quattro millimetri.

In primo luogo, i linfonodi che si trovano nelle vicinanze sono interessati. All'aumentare del cancro, le metastasi nel melanoma si diffondono in misura maggiore alla pelle (60% dei casi), ai polmoni e al fegato (35%), al cervello (20%), e anche all'osso (17%) e agli organi dell'apparato digerente.

Il melanoma diffonde le cellule tumorali attraverso il corpo in due modi:

  1. Via linfogena in cui le cellule anormali entrano nel vaso linfatico e quindi si diffondono con il flusso linfatico verso i nodi vicini e lontani. In questo modo la maggior parte delle metastasi si diffonde nel melanoma.
  2. Via ematogena in cui le cellule patologiche sono diffuse agli organi sani con il flusso sanguigno.

Gli oncologi secernono diversi tipi di melanoma, che sono considerati i più maligni, poiché colpiscono organi sani e tessuti con metastasi. Queste forme di metastasi della pelle includono:

  1. I satelliti che sono numerose eruzioni sulla pelle dello stesso colore del tumore primario. Questi punti sono localizzati vicino al fuoco principale.
  2. Le metastasi nodali hanno la forma di nodi sottocutanei di varie dimensioni, che si trovano a distanze diverse dalla neoplasia primaria.
  3. Una forma simile a trombofebit è indurimento doloroso che ha dilatato le vene superficiali e il gonfiore della pelle intorno ai tumori secondari.

Fai attenzione! Con un aumento delle voglie, si consiglia di contattare immediatamente un istituto medico.

Pericolo di metastasi del melanoma

La metastasi è il principale pericolo del melanoma. Per diversi mesi o settimane, i tumori secondari possono colpire gli organi vitali, inclusi cervello, polmoni e fegato. Le metastasi si sviluppano rapidamente e in modo aggressivo. In primo luogo, i linfonodi e la pelle sono coinvolti nel processo. Il pericolo di metastatizzare il melanoma si trova nei seguenti punti:

  • i tumori secondari si verificano quando il corpo è esaurito e non ha la forza per combattere la malattia;
  • le metastasi interrompono il lavoro degli organi e dei sistemi vitali;
  • le metastasi provocano lo sviluppo di una forte sindrome del dolore, che influisce negativamente sulle condizioni del paziente;
  • metastasi aumenta il rischio di morte più volte.

Cause delle metastasi delle cellule tumorali

Un ruolo importante nella formazione del melanoma è un fattore ereditario e una violazione del sistema ormonale. Inoltre, la patologia si sviluppa spesso a causa della prolungata esposizione alla luce solare diretta e alle radiazioni. Gli oncologi includono i seguenti punti, che possono provocare lo sviluppo della malattia con ulteriori metastasi:

  • età superiore a cinquanta anni, quando il rischio di metastasi aumenta più volte;
  • la presenza di malattie concomitanti di natura cronica;
  • dimensione e posizione del tumore primario;
  • la germinazione di una neoplasia maligna nelle pareti degli organi contribuisce alla diffusione delle metastasi;
  • trattamento insufficiente e inefficace del cancro primario, quindi spesso metastatizza il melanoma ai linfonodi e quindi agli organi interni;
  • esaurimento del corpo, debole immunità.

Fai attenzione! Le cause e le manifestazioni sintomatiche della patologia dipendono da molti fattori. Più spesso, il melanoma è formato da talpe, diffondendo gradualmente metastasi, accompagnate da sintomi spiacevoli.

Sintomi di melanomi metastatici

I sintomi e i segni del melanoma metastatico differiscono tra loro a seconda della posizione dei tumori secondari. Se le metastasi si sono diffuse nel fegato, la pelle e il bianco degli occhi diventano gialli e il corpo perde peso. Il paziente sviluppa nausea, dolore nel giusto ipocondrio, affaticamento, a poco a poco il fegato aumenta di dimensioni.

Con la sconfitta della cavità addominale, il liquido si accumula nel peritoneo e l'idropisia si sviluppa. Se le metastasi si diffondono nel tratto digestivo, il dolore si sviluppa nell'addome, perforazione intestinale, diarrea o costipazione, perdita di peso dovuta a perdita di appetito, vomito e nausea.

Con la sconfitta delle articolazioni e delle ossa, si verificano frequenti fratture e lussazioni spontanee e si sviluppa la sindrome del dolore. Nel sangue aumenta un grande contenuto di calcio, che contribuisce allo sviluppo di disidratazione, vomito, stitichezza, così come confusione e l'adesione di malattie infettive secondarie.

Il melanoblastoma con metastasi intradermiche appare come neoplasie sulla schiena e sul torace, gli arti superiori e inferiori, possono essere disseminati in tutto il corpo sotto forma di piccole macchie scure.

Il melanoma, metastatizzante ai polmoni, manifesta sintomi sotto forma di tosse continua, difficoltà di respirazione, frequenti infezioni secondarie, accumulo di liquido tra i polmoni e il torace.

Se ci sono metastasi al cervello, i primi segni appaiono sotto forma di mal di testa, ci sono convulsioni, crisi epilettiche, disturbi neurologici, l'umore cambia continuamente. I segni esatti dipendono dalla localizzazione delle metastasi.

Con la sconfitta dei linfonodi, aumentano di dimensioni, causano dolore. Il paziente stesso può percepirli determinando il grado di aumento. Patologia colpisce le ascelle, inguine, collo. In assenza di trattamento, si verifica un aumento della temperatura corporea, si sviluppa debolezza, il paziente appare costantemente stanco, l'attività degli organi interni è disturbata.

Fai attenzione! Spesso, le metastasi nel melanoma nei linfonodi compaiono prima che si sviluppi il tumore maligno primario.

Metodi diagnostici

Per determinare l'entità del danno al corpo e la localizzazione delle metastasi, i medici diagnosticano la malattia. Innanzitutto vengono prescritti esami del sangue, urine e feci. La successiva è la marcatura dei linfonodi al contrario, una biopsia con un esame istologico della biopsia. Per identificare le lesioni dei polmoni passano i raggi X, la TAC o la risonanza magnetica viene utilizzata per studiare fegato e reni. La risonanza magnetica viene anche utilizzata per studiare lo stato del cervello e del midollo spinale. La scintigrafia è prescritta per la diagnosi di patologia nelle ossa.

Fai attenzione! Se sono note metastasi, ma non sono state identificate metastasi, il medico ricorre al PET.

Trattamento del melanoma metastatico

Diversi trattamenti sono usati per trattare questa malattia, a seconda delle condizioni del paziente e del grado di malignità della patologia.

L'operazione chirurgica viene eseguita con la sconfitta di una piccola area del corpo, quando le metastasi non hanno ancora avuto il tempo di diffondersi e si trovano solo nei linfonodi e nei tessuti più vicini. La chemioterapia viene utilizzata prima e dopo l'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore ed eliminare le cellule tumorali che potrebbero essere rimaste dopo l'intervento chirurgico. La radioterapia viene utilizzata quando le metastasi non colpiscono completamente il corpo o il tumore primario ha dimensioni enormi. Con il coinvolgimento di organi interni nel processo patologico, gli oncologi utilizzano un coltello gamma per il trattamento. Negli ultimi stadi di un cancro, è molto difficile curarlo, poiché spesso ci sono recidive fatali.

prospettiva

La mortalità per patologia negli ultimi stadi è molto alta e ammonta a circa il 95% dei casi. Nella fase iniziale dello sviluppo, quando non ci sono ancora metastasi, la prognosi è favorevole, circa il 97% delle persone sopravvive. Con la sconfitta di più di due linfonodi, il tasso di sopravvivenza è del 40% dei casi.

Fai attenzione! Le metastasi nel melanoma nella prima fase del loro sviluppo possono gradualmente scomparire se il loro spessore è inferiore al millimetro. Quando la dimensione del tumore secondario è più di un millimetro e mezzo, può verificarsi una recidiva durante i primi tre anni.

Da dove viene il metastatismo del melanoma e come si può notare la diffusione del cancro della pelle nel tempo?

Il melanoma o il cancro della pelle è il tumore più aggressivo di natura maligna che può comparire in qualsiasi paziente. Tali formazioni potrebbero non manifestarsi per molto tempo.

Esternamente, i melanomi spesso assomigliano a talpe o nevi che hanno confini irregolari e una forma insolita. Ma il principale pericolo di melanoma risiede nelle loro prime metastasi.

Dove si trova il metastasi melanoma?

Il melanoma può metastatizzare su organi interni o linfonodi. Se lo spessore del tumore non supera 0,75 mm, la probabilità di metastasi è molto bassa. Se lo spessore del tumore è maggiore, il rischio di metastasi è molto alto.

E se il tumore raggiunge 4 mm di spessore, allora la probabilità di metastasi linfonodali regionali raggiunge il 60%. Circa il 30% dei pazienti oncologici presenta metastasi regionali e distanti.

Come risultato della ricerca, i medici hanno scoperto che la frequenza delle metastasi per separare gli organi è distribuita come segue:

  • Più spesso, la diffusione metastatica del tumore si verifica nei linfonodi, nella pelle e nel tessuto sottocutaneo;
  • Circa il 25% delle metastasi influisce sulle strutture polmonari;
  • Circa il 17% delle metastasi si verifica nel fegato e tanto nel tessuto osseo;
  • La metastasi cerebrale del melanoma è interessata nel 16% dei casi.

A volte il melanoma stesso agisce come una metastasi, essendo le cellule tumorali comuni di una neoplasia completamente diversa.

Tipi di distribuzione

Il cancro cutaneo può metastatizzare per via ematogena o linfatica.

Nelle metastasi linfogene, le cellule tumorali penetrano nei vasi linfatici e quindi con il flusso linfatico si diffonde attraverso i linfonodi. Questo percorso è considerato il più preferito e più caratteristico per il melanoma.

I melanomi possono anche metastatizzare in modo ematogeno, cioè con il flusso sanguigno, diffondendo cellule maligne ad altri organi come i polmoni o il cervello, il fegato oi reni, ecc.

Gli esperti distinguono anche un gruppo separato di melanomi, che hanno elevati tassi di malignità e una tendenza alla diffusione precoce delle metastasi per via ematogena.

In generale, le metastasi per il cancro della pelle sono dei seguenti tipi:

  • Tipo nodulare di metastasi, in cui le formazioni secondarie assumono la forma di più nodi di dimensioni diverse, localizzati nello strato sottocutaneo. Tali tumori si trovano a diverse distanze dal focolaio primario del cancro.
  • I satelliti sono un'eruzione di molti punti che sembrano un tumore primario. Queste eruzioni si trovano solitamente in prossimità relativa al fuoco principale.
  • Il tipo tromboflebite è doloroso, diffonde radialmente formazioni dense che hanno dilatato le vene e causano gonfiore della pelle intorno al melanoma.
  • Metastasi simili a roditori: questo tipo di metastasi assomiglia a una pelle dolorante, rosso-bluastra e gonfia attorno al centro del melanoma.

motivi

Le metastasi del cancro cutaneo di solito si verificano per i seguenti motivi:

  • Se il malato di cancro è in età avanzata;
  • Se il decorso del cancro è complicato da patologie croniche;
  • Se le strutture cellulari del tumore sono germogliate nella parete di qualsiasi organo interno;
  • Se il tumore primario della pelle è presentato sotto forma di una grande neoplasia, la probabilità di metastasi è molto più alta.

Segni di metastasi di melanoma nei linfonodi e nel fegato

Di solito, metastasi da melanomi, a seconda del tipo e posizione, inizia allo stadio II-III del processo tumorale.

Se le metastasi da melanoma si trovano nei linfonodi, allora:

  • C'è un aumento improvviso e senza causa dei linfonodi;
  • Perdita di peso drammatica;
  • Stanchezza cronica e costante sensazione di affaticamento;
  • Disturbi visivi

Se, tuttavia, localizzato nelle strutture del fegato, la formazione di ammassi di melanina nera, che sono in realtà aree colpite. Di conseguenza, nel fegato si verificano disturbi funzionali e fisici che interessano tutto il corpo.

Allo stesso tempo, il paziente oncologico ha sintomi come:

  • Aumento delle dimensioni epatiche;
  • Struttura collinosa del corpo;
  • Sensazioni dolorose nell'ipocondrio a destra;
  • Il verificarsi di ascite e ittero;
  • Perdita di peso;
  • La dimensione della milza aumenta;
  • Sindrome da nausea-vomito disturbata;
  • Sanguinamento frequente dal naso.

diagnostica

I seguenti metodi diagnostici sono utilizzati per rilevare la diffusione metastatica del cancro della pelle:

trattamento

Il cancro cutaneo è soggetto a frequenti recidive e ad un decorso aggressivo, e spesso accade che tali formazioni si ripetano in forme più avanzate e pericolose.

Il trattamento delle metastasi del melanoma nel suo insieme comporta l'uso di diverse tecniche:

  • Rimozione chirurgica o dissezione linfonodale - quando si riscontrano metastasi al melanoma nelle strutture dei linfonodi sentinella vicine, non vengono rimossi solo i linfonodi di questa zona, ma anche l'intera struttura linfoide, inclusi tessuto adiposo e vasi sanguigni.
  • Radioterapia: un approccio simile al trattamento delle metastasi si è dimostrato anche un modo efficace per ridurre la progressione del cancro.
  • La chemioterapia. Viene eseguita utilizzando farmaci come Temozolomide, Dacarbazina, Carmustina, Cisplatino, Vinblastina, Docetaxel, ecc. Secondo le statistiche, oltre a rallentare o arrestare le metastasi, il tumore si restringe di circa un quarto.
  • Immunoterapia - ha lo scopo di aumentare le difese del corpo. L'ammissione di farmaci adiuvanti porta a prognosi più favorevoli rispetto all'uso di farmaci chemioterapici antitumorali. I farmaci adiuvanti comprendono Interferone, Nivolumab, Interleuchina-2, Ipilimumab, Keitrud, ecc. Durante la somministrazione di questi farmaci, i processi metastatici si riducono del 30-45% circa.

Il cancro cutaneo identificato nelle fasi iniziali è completamente curabile. Se il tumore non si diffonde in profondità nel corpo, ma cresce orizzontalmente, le probabilità di una cura completa possono raggiungere il 97-100%. Se l'oncogenesi cresce verticalmente, allora le previsioni sono sfavorevoli.

Per quanto riguarda i melanomi metastatici, sono completamente rari.

prospettiva

In media, in presenza di metastasi regionali dopo la dissezione dei linfonodi, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 43%. Inoltre, il tasso di sopravvivenza nei pazienti di età inferiore ai 50 anni è molto più alto.

Circa il 40% vive più di 5 anni dopo la rimozione chirurgica dell'istruzione metastatica.

Pertanto, un fattore importante per la sopravvivenza è una valutazione adeguata dello stato del processo oncologico e l'approccio corretto alla selezione dei metodi di trattamento. È stato ripetutamente dimostrato che un trattamento efficace può aumentare notevolmente le possibilità di sopravvivenza a lungo termine e prolungare significativamente la vita di un paziente oncologico.

Metastasi da melanoma

Tipi di metastasi da melanoma

Il melanoma dà metastasi in diversi modi:

La metastasi linfogena del melanoma si manifesta con un aumento delle dimensioni dei linfonodi regionali (situati vicino al melanoma), e quindi con il progredire del processo, aumentano anche i linfonodi distanti.

Inoltre, i pazienti iniziano a lamentare debolezza, perdita di peso, raffreddori frequenti, anemia, febbre, sudorazione notturna.

La metastasi ematogena del melanoma (attraverso i vasi sanguigni) colpisce più spesso il fegato, i polmoni, il cervello e le ossa.

Metastasi del melanoma nel fegato - un aumento delle dimensioni del fegato, ittero, pesantezza nell'ipocondrio destro, sapore amaro in bocca, anoressia.

Se ci sono metastasi nei polmoni, ci sono lamentele di tosse persistente con espettorato mucoso o mucopurulento, mancanza di respiro, polmonite frequente (pazienti che subiscono ripetutamente polmonite durante l'anno sono necessari per il carcinoma polmonare primario), emottisi.

La metastasi del melanoma al cervello si manifesta con mal di testa, disabilità visiva, nausea e altri sintomi neurologici, le cui manifestazioni dipendono dalla posizione e dal numero di tumori secondari.

La metastasi del melanoma nell'osso porta al dolore locale, alla distruzione del tessuto osseo, alle fratture.

Tipi di melanoma:

  1. Amelanotic.
  2. Chromogenic.

Come capire lo stadio che esiste una metastasi del melanoma nei linfonodi?

Esistono 2 tipi di impostazioni della malattia:

  1. Clinica: si basa su studi sul sito del melanoma primario e contiene informazioni sulla malattia prima che venga applicato il trattamento.
  2. Patologico: utilizza tutte le informazioni cliniche, ma tiene anche conto dei risultati della biopsia di altri organi e sistemi, anche dopo le misure terapeutiche applicate.

Sul tumore della pelle che si è diffuso ai linfonodi, di solito indicano 3 e 4 stadi. Ma è necessario prendere in considerazione le designazioni speciali. La distribuzione è indicata dalla lettera N. È combinata con un numero. L'impostazione clinica include segni:

N 1 - 1 nodo vicino è interessato;

N 2 - 2 o 3 nodi vicini sono affetti o un tumore tumorale è stato trasferito ai vasi linfatici;

N 3 - 4 o più linfonodi colpiti.

Nell'impostazione patologica, a volte vengono aggiunte lettere minuscole. La classificazione ha la forma:

Qualsiasi Na: il processo oncologico ha compreso i linfonodi, ma è così piccolo che è visibile solo al microscopio;

Qualsiasi Nb: significa che il cancro è abbastanza grande e si riflette nei test;

N2c: determina il melanoma rilevato nei canali linfatici attorno al tumore, ma non raggiunge i nodi.

Importante da sapere: Melanoma: sintomi e come riconoscere? foto

Metastasi per segni e sintomi di melanoma

I primi segni dello sviluppo del melanoma sono i cambiamenti nel nevo. Se la talpa ha cambiato colore, forma o dimensione, questo è un segno allarmante.

Se questo è accompagnato da perdita di capelli dalla superficie della talpa, perdita di un contorno chiaro, comparsa di ulcere o granulosità nella talpa, prurito, sanguinamento e nodulazione, allora si dovrebbe visitare immediatamente un medico.

Con lo sviluppo di un tumore, linfa e sangue si accumulano alla sua base. Questo sigillo fa aumentare il segno di innamoramento, al di sopra della pelle o dell'ulcera.

Con un aumento di talpe, la consistenza del tumore è moderatamente densa, con contorni curvi, di colore non uniforme. Inoltre, le cellule tumorali possono diffondersi con il flusso sanguigno o il flusso linfatico.

Danno al fegato Con la comparsa di focolai tumorali nel fegato, le sue dimensioni aumentano significativamente, appare il giallo della pelle, i dolori suturanti nell'ipocondrio destro, il gusto amaro e la perdita di appetito.

Sconfitta dei polmoni. Il melanoma dei polmoni è accompagnato dai seguenti sintomi: non passando una tosse umida, difficoltà di respirazione, affaticamento, anche con una breve passeggiata, malattia del tratto respiratorio superiore ed espettorazione del sangue.

Danni al cervello Caratterizzato da metastasi nel cervello con frequenti emicranie, perdita della vista, vomito e altri sintomi neurologici, la loro manifestazione dipende dal numero di formazioni secondarie e dalla loro localizzazione.

La sconfitta delle ossa dello scheletro. In questo tipo di formazione, il paziente avverte dolore in tutte le parti del corpo, il tessuto osseo viene distrutto, il che porta a frequenti fratture.

sintomi

I melanomi nella fase 2-3 del processo maligno spesso si metastatizzano ai linfonodi regionali. Con una metastasi, la probabilità di un paziente che sopravvive per 5 anni è solo del 51%, e con quattro metastasi, questa probabilità diminuisce al 17%. Il melanoma con metastasi ai linfonodi può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • aumento dei linfonodi regionali;
  • il peso corporeo diminuisce;
  • il paziente si stanca rapidamente;
  • La vista si deteriora.

Segni di metastasi nel melanoma che si diffondono per via ematogena, dipendono in gran parte dalla loro localizzazione. La rilevazione delle metastasi separate da melanoma indica la malattia di stadio 4.

Le metastasi nei polmoni sono spesso asintomatiche, vengono rilevate per caso durante un esame radiologico del torace.

I sintomi del cancro secondario si formano dopo la diffusione dell'oncologia alla pleura. In tali casi, i pazienti manifestano dolore toracico, tosse cronica con sangue nell'espettorato e febbre bassa.

Tale quadro clinico si sviluppa sullo sfondo di un progressivo deterioramento del benessere generale del paziente.

diagnostica

Nella diagnosi delle metastasi da melanoma, possono essere utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

  • tomografia computerizzata;
  • Ultrasuoni (linfonodi e organi);
  • La scintigrafia;
  • campioni con fosforo radioattivo;
  • Risonanza magnetica di tutto il corpo;
  • esame citologico

Nei melanomi fino a 0,76 mm di spessore, si osservano raramente metastasi a linfonodi e altri organi. Nei tumori con uno spessore superiore a 3 mm, una recidiva della malattia con una probabilità del 50% si sviluppa entro un anno e con una probabilità del 90% entro 5 anni.

Le informazioni più affidabili per il melanoma del tipo sottocutaneo danno diagnosi ecografica. In questo caso, il medico può giudicare lo spessore del tumore secondo Breslow ed eseguire un'asportazione. Tra le altre cose, un'ecografia dei linfonodi.

Misure diagnostiche necessarie per la rilevazione delle metastasi da melanoma:

  • esame della pelle, e non solo l'area con il presunto melanoma.
  • palpazione di tutti i linfonodi, in caso di sospetta neoplasia - per eseguire una biopsia mediante puntura.
  • radiografia del torace.
  • Ultrasuoni degli organi addominali.
  • esame citologico di impronte su tumori ulcerati.
  • biopsia escissionale con esame istologico intraoperatorio urgente. Con una biopsia escissionale, viene eseguita un'asportazione completa dell'oncogenesi, mentre 2-10 mm si ritirano dai bordi e vengono inviati per l'esame istologico.
  • TAC del cervello.
  • scintigrafia ossea.

Nel melanoma metastatico, è importante determinare l'estensione della lesione. Lo sviluppo del processo oncologico interessa principalmente i linfonodi, pertanto l'oncologo condurrà una serie di studi:

  1. Diversi tipi di tomografia:
  • computer e risonanza magnetica prevedono l'uso di raggi X o onde radio accurate per visualizzare le strutture interne e il flusso sanguigno;
  • La linfoscintigrafia è un metodo di imaging dei vasi linfatici per tracciare le vie delle cellule tumorali. Una tintura blu viene iniettata nella pelle attorno al tumore. Passa nel liquido linfatico, mostrando modi di possibile espansione con uno scanner speciale.
  • la tomografia ad emissione di positroni è un metodo diagnostico importante che mostra tessuti alterati che, a differenza di quelli normali, sono coinvolti nel metabolismo accelerato.
  1. biopsia - rimozione di una particella di tessuto patologico. Spesso, il metodo è considerato un'operazione chirurgica di una volta per la rimozione dei linfonodi. Esistono modi basilari per eseguire:
  • biopsia di aspirazione: un campione di cellule viene prelevato con un ago sottile;
  • biopsia del linfonodo sentinella - rimozione del linfonodo più vicino al melanoma per verificare la presenza di cellule anormali. Se questi sono presenti, le ghiandole distanti devono essere controllate.
  1. Esame del sangue. Il siero LDH è un marker per la rilevazione della progressione della malattia in siti distanti.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, la diffusione dell'oncologia negli organi del torace indica una forma inoperabile di patologia, il cui trattamento si trova nell'effetto palliativo sul corpo.

Nella moderna pratica oncologica, i seguenti metodi sono usati per trattare le complicanze del melanoma:

È il modo più comune per combattere l'oncologia ricorrente. La tecnica è basata sull'assunzione sistemica di farmaci citostatici. I citostatici hanno un effetto dannoso sulle cellule atipiche. La quantità e il dosaggio del ciclo di terapia sono determinati individualmente per ciascun paziente.

La correzione dello sfondo ormonale è indicata quando la sensibilità ormonale del sito primario del cancro. Tale trattamento viene effettuato come aggiunta al corso principale antitumorale.

La chirurgia è raccomandata per i pazienti oncologici a cui è stato diagnosticato un singolo tumore senza danni concomitanti a organi e sistemi. L'intervento chirurgico sotto forma di resezione polmonare è una procedura piuttosto rara.

Metastasi polmonari nei polmoni - la prognosi di sopravvivenza dopo l'escissione chirurgica è considerata la più favorevole.

Con questa malattia contribuisce alla stabilizzazione del processo patologico e una leggera diminuzione del volume del tumore.

Questa tecnica si riferisce alle tecnologie innovative di trattamento del cancro.

Asportazione laser di tessuti modificati

Tale rimozione viene eseguita quando la mutazione è localizzata nella regione del bronco principale e interferisce con il normale passaggio dell'aria agli alveoli.

Il trattamento delle metastasi nel melanoma può includere vari metodi:

  • la chemioterapia;
  • radiochirurgia;
  • un intervento chirurgico;
  • coltello gamma;
  • radioterapia lineare dell'acceleratore.

Nel caso di una lesione locale, viene eseguita un'ampia escissione del tumore insieme a tessuti sani. Quando il melanoma nodulare sulle dita dei piedi e le mani tengono l'esarticulum delle dita. L'amputazione degli arti non viene eseguita.

Il coltello gamma o cyber è usato per trattare un tumore di cervello, collo, fegato, reni e polmoni.

Con lesioni locali-regionali prodotte da linfonodo linfonodale. Se ci sono metastasi transitorie, la terapia di perfusione isolata regionale viene eseguita utilizzando melfalan.

Quando il melanoma regredisce, deve essere eseguita una procedura chirurgica estesa, la prognosi è sfavorevole.

Per il trattamento delle metastasi in qualsiasi paese utilizzato Cyber ​​Knife. Questo metodo radiochirurgico è molto popolare.

È particolarmente ben trattato con un tumore di cervello, collo, reni, fegato e polmoni. Se il melanoma è cresciuto ed è di grandi dimensioni (come sembra, è possibile vedere nella foto), è preferibile la radioterapia.

Il melanoma in alcuni casi può dare metastasi. Essi peggiorano le condizioni del paziente, quindi è necessario identificarli il prima possibile e fare un trattamento.

Può essere rappresentato da diversi metodi ed è selezionato individualmente. Dopo la terapia, è importante che venga monitorato dal medico curante per evitare le ricadute.

  • Il modo più semplice per sbarazzarsi della malattia - la chirurgia. Questo metodo è utilizzato nelle prime fasi per prevenire lo sviluppo della malattia.
  • L'ipertermia può essere utilizzata, consistente nell'effetto del calore sulla zona interessata. Dall'alta temperatura, le cellule maligne muoiono.
  • Uno dei metodi più moderni è l'uso del cyber-coltello. Il tipo di trattamento presentato può essere utilizzato su qualsiasi parte del corpo del paziente.
  • Se lo spessore del tumore è maggiore di 0,76 millimetri, viene eseguito un trattamento profilattico con dacarbazina.
  • Nelle forme generalizzate, i farmaci dovrebbero essere utilizzati sotto forma di derivati ​​di nitrosourea e platino. Possono essere usate varie combinazioni di mezzi.
  • È necessario tener conto del fatto che in presenza di un tumore sotto la pelle, il rischio di metastasi ai linfonodi è alto. È meglio rimuoverli, anche se non sono ingranditi. Se i linfonodi sono ingranditi, vengono prima irradiati con terapia gamma.
  • Negli ultimi anni, è stato sempre più nominato un approccio complesso, che consiste in una combinazione di chemioterapia, radioterapia e metodi chirurgici.

Quando compaiono i primi segni di problemi con nevi o pelle, si consiglia di consultare immediatamente un medico!

Uno dei metodi più moderni è l'uso del cyber-coltello. Il trattamento presentato può essere utilizzato su qualsiasi parte del corpo del paziente.

Il terzo e il quarto stadio, di regola, non possono essere trattati. In questo caso, solo la diagnosi precoce e le misure preventive aiuteranno. Quando compaiono segni "pericolosi", contatti immediatamente un dermatologo o un oncologo.

Il melanoma può ripresentarsi. Dopo 5 anni, circa il 10% dei pazienti ha una ricomparsa del tumore. Più l'istruzione primaria era più spessa, maggiore è il rischio che riapparisse.

Determinazione della durata del trattamento dei pazienti con melanoma in mesi