loader
Raccomandato

Principale

Teratoma

Recupero dopo la chemioterapia a casa

Il trattamento delle malattie oncologiche è un compito piuttosto difficile per i medici e difficile per i pazienti, perché la chemioterapia e le radiazioni utilizzate hanno un effetto negativo non solo sulle cellule tumorali, ma anche sull'intero organismo. Il recupero dopo la chemioterapia è una componente importante del trattamento completo dei pazienti.

La condizione del paziente dopo i cicli di chemioterapia può essere valutata come grave, e con ogni corso successivo il corpo diventerà più debole. A questo proposito, è necessario impegnarsi nel ripristino delle funzioni interessate al fine di migliorare la qualità della vita.

Oltre alla grave debolezza, labilità psico-emotiva, ridotta immunità, si dovrebbe prestare attenzione ai test di laboratorio. Anemia, trombocitopenia e leucopenia sono spesso rilevati.

Inoltre, la distruzione dei follicoli piliferi, esacerbazione della patologia cronica sullo sfondo di ridotta immunità. La disfunzione digestiva è nota (disturbi dispeptici, stitichezza, diarrea, mancanza di appetito). Tutto ciò è dovuto agli effetti tossici dei farmaci chemioterapici sulle cellule sane del corpo, a causa delle quali esistono disfunzioni degli organi.

cibo

Dovrebbe essere preso in considerazione che l'alimentazione dopo "chimica" dovrebbe arricchire al massimo il corpo di vitamine essenziali, micro-, macroelementi e sostanze che stimolano il recupero di tutti gli organi e le strutture colpite.

Il cibo non deve essere monotono, deve includere una quantità sufficiente di proteine, grassi e carboidrati.

Ecco alcune raccomandazioni che aiuteranno a tornare gradualmente al solito modo di vivere senza particolari difficoltà. Quindi, è necessario:

  • mangiare spesso e in piccole porzioni;
  • dare la preferenza a prodotti freschi e sani;
  • guardare per calorie in modo che il corpo riceve abbastanza nutrienti e non sperimenta la loro mancanza;
  • camminare all'aria aperta prima di mangiare per aumentare l'appetito;
  • Non mangiare troppo o morire di fame;
  • eliminare carboidrati inutili veloci (dolci, torte) dalla dieta;
  • bisogno di masticare il cibo a fondo.

Molto spesso, dopo la "chimica" c'è la diarrea, quindi il cibo dovrebbe mirare a stabilizzare l'equilibrio elettrolitico dell'acqua e la correzione degli intestini.

I prodotti dovrebbero essere cotti a doppia caldaia, ben triturati. L'assunzione di frutta e verdura crude è limitata. Il più utile in questo caso è il porridge di riso, le uova e le zuppe di purea.

Il menu del giorno dovrebbe includere prodotti essenziali come:

  • pane, prodotti a base di farina (muffin, cracker, galetny, pasta frolla), ma esclude: pane scuro e pasticceria dolce con ripieno;
  • carne di varietà a basso contenuto di grassi (carne bollita o al vapore, polpette, polpette di carne), esclusi: carne grassa e fritta, lardo, gnocchi;
  • pesce magro, ad eccezione di affumicato, essiccato e salato;
  • verdure crude, bollite, in umido o al forno (non si possono mangiare verdure in salamoia, in scatola e salate);
  • frittata di vapore di pollo o uova di quaglia (non si possono mangiare uova fritte e crude);
  • prodotti caseari (fiocchi di latte, yogurt), oltre alla cagliata acida, al kefir, ai formaggi taglienti;
  • verdure, burro (margarina, spalmabile, lardo cotto è vietato);
  • qualsiasi frutto maturo, sia fresco e purè, gelatina, marmellate.

Inoltre, non dimenticare il regime di bere pieno. Al giorno è necessario bere 1,5 - 2 litri di acqua senza gas, tè leggero, composte, gelatina o succhi di frutta. Non raccomandato - caffè, alcol e bevande gassate.

Legumi, noci e altri alimenti proteici sono benefici a causa del loro alto contenuto di proteine, ferro e vitamine del gruppo B. I prodotti lattiero-caseari sono essenziali per fornire all'organismo il calcio.

Gli alimenti vegetali sotto forma di insalate, stufati e contorni forniranno un apporto sufficiente di fibre per normalizzare la funzione digestiva.

Routine quotidiana

Al fine di ripristinare la forza persa nel processo di chemioterapia, è necessario seguire una certa routine quotidiana:

  • l'assunzione di cibo non deve essere inferiore a una volta ogni 3-4 ore per normalizzare la funzione della digestione;
  • ci vuole un tempo sufficiente per dedicare il sonno e il riposo;
  • prima di andare a letto e mangiare, si raccomanda di camminare all'aria aperta;
  • se lo si desidera, e il benessere, sono possibili esercizi fisici di un regime delicato.

Il recupero è particolarmente efficace dopo l'assunzione di chemioterapia nei sanatori, in quanto il regime giornaliero viene osservato, il cibo "malsano" viene eliminato e, soprattutto, le procedure che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e ad attivare i meccanismi di difesa del corpo.

Posso fare sport?

Le attività sportive sono consentite solo dopo un esame approfondito da parte di un medico e con il suo consenso all'attività fisica. Le lezioni sono raccomandate sotto la supervisione di un allenatore e solo in un gruppo speciale di terapia fisica.

Puoi combinare esercizi cardio con la ginnastica. In ogni caso, la selezione degli esercizi viene effettuata individualmente.

Si consiglia di iniziare con le passeggiate nel parco, aumentando gradualmente la durata e la velocità della camminata. Non solo migliorano le condizioni fisiche, ma anche psico-emotive.

Durante l'allenamento, devi prestare particolare attenzione alle sensazioni interne, come l'apparenza di dolore, vertigini o nausea.

Assicurati di dosare per avvicinarti ai tipi e all'intensità dei carichi, dopo aver consultato in dettaglio uno specialista nel campo della riabilitazione.

Recupero dopo chemioterapia con rimedi popolari

Per liberarti delle reazioni avverse dopo l'assunzione di farmaci chemioterapici, puoi rivolgerti alla medicina tradizionale.

Abbastanza spesso negli indicatori di laboratorio c'è una diminuzione dei leucociti, quindi è consigliabile utilizzare l'avena durante il recupero. A causa dell'elevato contenuto di vitamine A, E, B, micro e macroelementi, amminoacidi essenziali, silicio, l'avena migliora l'elasticità del tessuto connettivo, delle pareti vascolari e stimola i processi rigenerativi. Inoltre, con l'aiuto di polifenoli e flavonoidi, questa erba aiuta i reni, il fegato, il tubo digerente e partecipa al metabolismo dei lipidi.

La combinazione più efficace di avena con latte. È necessario far bollire un cucchiaio di grano per un quarto d'ora in un bicchiere di latte, tanto per insistere. Una singola dose è mezza tazza. Il primo giorno, una dose è sufficiente, con ogni giorno successivo si dovrebbe aumentare il volume di mezzo bicchiere, raggiungere un litro, dividendo la dose, e quindi ridurlo nuovamente a mezzo bicchiere al giorno.

Il seme di lino è noto per i suoi elementi di tiamina, micro e macro, acidi grassi omega-3, che aiuta a rimuovere i metaboliti dei farmaci chemioterapici e le sostanze tossiche dalle cellule tumorali uccise dal corpo.

Per preparare l'infuso, hai bisogno di 60 g di semi per insistere durante la notte in un thermos con acqua bollente. Nel filtro mattina, aggiungere un bicchiere di acqua bollente. Ogni giorno (2 settimane) bevi un litro di infuso.

Il seme di lino è controindicato in calcoli biliari, urolitiasi, pancreatite e colite. L'olio di lino viene preso in un cucchiaio al giorno per rafforzare le forze immunitarie.

A causa degli aminoacidi, la mummia stimola i meccanismi rigenerativi nei tessuti colpiti, attiva i germogli di sangue (leucociti, eritrociti), ma riduce le piastrine.

Il recupero dopo la chemioterapia è una componente essenziale del trattamento efficace, perché avendo il cancro guarito, è necessario riportare una persona alla vita normale senza deteriorarne la qualità.

Recupero dopo chemioterapia con rimedi popolari

Dopo la chemioterapia, i rimedi popolari aiuteranno a recuperare

I corsi di chemioterapia agiscono spietatamente non solo su cellule anormali, ma, sfortunatamente, su tutto il corpo. Le cellule tumorali morte dopo la sessione di chemioterapia non vengono visualizzate in modo indipendente, vengono convertite in tessuto necrotico. Le particelle di cellule morte entrano nel flusso sanguigno e causano il deterioramento.

La chemioterapia provoca i seguenti sintomi: grave debolezza, mal di testa, nausea, vomito, febbre e diminuzione dell'efficienza. Per ripristinare il corpo dopo la chemioterapia, è prima necessario pulirlo dalle cellule patologiche morte.

Cosa prendere dopo le sessioni di chemioterapia

Farmaci dalle piante per affrontare il compito in qualsiasi modo peggio di farmaci. Inoltre, le medicine di medicina informale agiscono sul corpo molto più morbido e delicato.

L'avvio del recupero del corpo deve essere accompagnato da una corretta alimentazione. Includere melograno, curcuma, semi di sesamo, olio d'oliva e carne bovina nella vostra dieta.

Il melograno ha proprietà coleretiche, diuretiche, analgesiche e antinfiammatorie. L'olio d'oliva contiene acidi omega e vitamine di cui il corpo ha bisogno, specialmente dopo un tale trattamento.

Il seme di sesamo contiene grandi quantità di calcio e la carne è una fonte di vitamina B 12 e proteine.

Si consiglia di utilizzare più succhi, solo preferibilmente non acquistati, ma fatti personalmente. Succhi molto utili da mirtilli rossi, mirtilli, mirtilli, fragole, olivello spinoso.

L'uso di infusi e decotti di erbe

  1. Prendi un paio di cucchiai di foglie di betulla secche e uniscilo con lo stesso numero di foglie di ortica. Macinare e mescolare le materie prime e infornare in 400 millilitri di acqua bollente. Mettere il contenitore in un luogo buio e caldo per alcune ore. Filtrare e unire il prodotto preparato con succo di barbabietola fresco pressato - 50 ml. Prendi mezza tazza di farmaco quattro volte al giorno. La durata del corso di riabilitazione è di due mesi.
  2. Al fine di accelerare il ripristino del funzionamento del tratto gastrointestinale dopo i cicli di chemioterapia, si raccomanda di utilizzare il seguente rimedio. Prendere melissa, tritare e zaparare le materie prime, circa 30 grammi in acqua bollita. Lascia la composizione per un paio d'ore. Bevi un bicchiere di bevanda medicinale due volte al giorno. Lo strumento aiuta a sopprimere nausea e vomito e normalizzare l'attività dello stomaco.
  3. Il prossimo farmaco ha proprietà astringenti, antimicrobiche, antinfiammatorie e analgesiche. Prendi dei coni di ontano, circa un paio di cucchiai e prepara le materie prime in 400 ml di acqua bollente. Lo strumento deve infondere. Prendi mezzo bicchiere di bevanda medicinale tre volte al giorno.
  4. Prendete i rizomi di bardana, tritateli finemente, metteteli in una casseruola, copriteli d'acqua. Metti il ​​recipiente sul fuoco, aspetta che la composizione scaldi. Unire il brodo cotto con la linfa di betulla e una piccola quantità di alcol, mescolare. Strofinare lo strumento nella pelle della testa con perdita di capelli.
  5. Preparare 15 grammi di Lungwort in 300 ml di acqua bollente, mettere il prodotto in calore per tre ore. Si consiglia di utilizzare mezzo bicchiere del farmaco tre volte al giorno.
  6. Versare un paio di cucchiai di rhodiola rosea in polvere secca con 200 ml di acqua bollente. Dare alla composizione un po 'di birra. Prendi un quarto di tazza di fondi quattro volte al giorno.
  7. Prendi la radice del Badan, trita finemente, mettila in una casseruola, copri con acqua fredda - mezzo litro. Lessare significa, abbassare la fiamma leggermente e protomi altri 20 minuti per raffreddare e bere 1/2 tazza di bevanda due volte al giorno.
  8. Cucchiaio di Zaparnite di ortica tritata secca in 300 ml di acqua bollita. Mettere in un luogo asciutto per diverse ore. Si consiglia di assumere mezzo bicchiere di medicinale tre volte al giorno.
  9. Prendi il sedano, trita e prepara un paio di cucchiai di 300 ml di acqua bollente. Lascia in un thermos. È necessario bere un terzo di un bicchiere della droga prima di sedersi al tavolo.
  10. Collegare i rizomi e le foglie di dente di leone con fiori di menta e camomilla. Ogni ingrediente deve essere preso a 15 g. Far fermentare la materia prima con acqua bollente - 500 ml. Insisti la composizione entro poche ore. Prendi 20 ml di farmaco quattro volte al giorno.

L'acqua e la forza daranno e il corpo si ristabilirà

Insieme alle erbe erboristiche, si consiglia di applicare acqua, ma non semplice, ma argento e silicio. Per saturare l'acqua con ioni di silicio, è sufficiente posizionare un piccolo pezzo di silicio nella bottiglia di acqua purificata. Tenerlo in acqua per circa una settimana. Per saturare l'acqua con gli ioni d'argento, versare l'acqua in un recipiente d'argento e lasciare per due settimane. Bere 50 ml ciascuno di silicio o argento acqua due volte al giorno.

Cucinare bevande curative

Connettiti con perpetuino la camomilla, erba di betulla e germogli di San Giovanni, in quantità uguali, tagliare e mescolare. Versare la materia prima in un contenitore di vetro e infornare 500 ml di acqua bollita. Imposta il contenitore caldo per tre ore. Prima dell'uso, aggiungi un po 'di miele. Bere 200 ml del farmaco due volte al giorno: al mattino, a digiuno e la sera prima di coricarsi.

Collegare gemme di betulla ai fiori Helichrysum, erba origano, medicinali radice di angelica, erba erba di San Giovanni, volantini ortica, fiori di tiglio, fogli di madre e matrigna, menta piperita, il dente di leone, piantaggine, fiori di camomilla, boccioli di pino, erba di timo e salvia. Mescolare gli ingredienti in proporzioni uguali e infornare 50 g per litro di acqua bollente. Coprire il contenitore e riporlo in una stanza calda durante la notte. Filtrare, versare in un comodo contenitore e riporlo in frigorifero. La durata di conservazione del farmaco è di 5 giorni. Bere mezzo bicchiere di bevanda due volte al giorno.

Ripristino del corpo con una miscela medica

Prendi una foglia di aloe, solo da una pianta che ha raggiunto l'età di tre anni, sciacquare e mettere in frigorifero per due settimane. Dopo mezzo mese, tritare i fogli e far scorrere un tritacarne, spremere il succo. Mescolare il succo spremuto - 50 ml con alcool medico - 500 ml, chiudere bene e pulire al freddo. Utilizzare 10 ml del farmaco tre volte al giorno.

Dopo la chemioterapia, è necessario prendersi cura dell'igiene orale. Farmaci che vengono utilizzati per tale terapia può irritare la bocca, che provocano la comparsa di bocca secca, ferite e ulcere. Si raccomanda di lavarsi i denti dentifricio proteggere smalto e gengive dagli effetti dannosi della chemioterapia.

Inoltre, gettare cibo grossolano, cibi salati e acidi. Inoltre, non è consigliabile bere succo di limone, pompelmo e pomodoro.

Il ripristino del corpo è necessario prima di tutto per migliorare la salute generale e per eliminare i sintomi spiacevoli. I preparativi di medicina alternativa contribuiranno alla normalizzazione del funzionamento di tutti i sistemi e gli organi. Tuttavia, prima di prendere qualsiasi mezzo di medicina informale, non dimenticare di consultare uno specialista.

Come recuperare dalla chemioterapia a casa: vitamine, pulizia del corpo, erbe

La chemioterapia intensiva non passa per i pazienti senza lasciare traccia. Praticamente tutti i sistemi intraorganici sono soggetti a gravi interruzioni e guasti. Indubbiamente, tale trattamento porta ad un miglioramento dello stato del paziente oncologico, ma il suo corpo subisce il più forte colpo di reazioni avverse, perdendo il suo stato immunitario già ridotto.

Pertanto, dopo il trattamento, è necessario sottoporsi a una terapia riabilitativa, che può essere effettuata non solo in clinica, ma anche a casa.

Come ripristinare il corpo dopo la chemioterapia a casa?

Dopo le sedute di chemioterapia, la maggior parte delle strutture cellulari maligne muoiono, ma non lasciano il corpo da sole, ma si formano nei tessuti necrotici.

Le cellule morte penetrano nel sangue e in tutte le strutture organiche, il che si manifesta con un serio deterioramento del benessere generale.

Di solito, i pazienti dopo il trattamento di chemioterapia soffrono di nausea e vomito gravi, hanno spesso febbre e mal di testa, quasi zero prestazioni complessive.

Durante il periodo di recupero, ai pazienti viene prescritta una varietà di farmaci.

  • Poiché la chemioterapia, a causa della sua tossicità, provoca nausea e vomito in tutti i pazienti, si raccomandano farmaci antiemetici come Cerucal, Tropisetron, Desametasone e Navoban, Gastrosila e Torekan, Metoclopramide, ecc. Per alleviare i sintomi nei pazienti.
  • Anche le strutture epatiche devono essere ripristinate, pertanto sono indicati epatoprotettori Gepabene, Essentiale, Karsil, Heptral, ecc.
  • Un caratteristico effetto collaterale della chemioterapia è la stomatite, che necessita anche di trattamento. Le lesioni infiammatorie compaiono sulle guance, sulle gengive, sulla lingua. Per eliminarli, ai pazienti viene prescritto un risciacquo orale con soluzioni medicinali come Hexoral e Corsodil, Elyudril e Clorexidina. Se la stomatite è ulcerosa, si consiglia di utilizzare Metrogil Dent.
  • Il sangue deve essere ripristinato. Per aumentare il livello dei globuli bianchi, vengono mostrati farmaci come Filgrastim e farmaci generici come Neupogen, Leucostim, Granogen, Granocyte, ecc.. Il leucogeno viene prescritto per aumentare la leucopoiesi. In presenza di diarrea, Loperamide, Smecta, Neointesthopan, Octreotide, ecc.
  • L'anemia ipocromica è anche un effetto collaterale della chemioterapia, poiché le tossine dei farmaci antitumorali inibiscono la produzione di globuli rossi. Per eliminare questo effetto collaterale, è necessario ripristinare le funzioni emopoietiche del midollo osseo. Farmaci prescritti che accelerano la formazione di globuli rossi, ad esempio, Recormon, Erythrostim, Epogen ed Epoetin. Tutti questi strumenti sono fatti sulla base dell'eritropoietina - un ormone sintetico renale che stimola la formazione di globuli rossi.

cibo

Un'attenzione particolare dopo la chemioterapia richiede la razione del paziente oncologico. Dovrebbe essere basato sui principi di un'alimentazione sana, contenere più vitamine e minerali necessari per il rapido ripristino di tutte le strutture organiche.

Ogni giorno, i prodotti delle seguenti categorie dovrebbero essere sul tavolo del malato di cancro:

  1. Latticini;
  2. Piatti di frutta e verdura in acqua bollita, stufata, fresca;
  3. Uova, carne magra, pesce magro e pollame;
  4. Cereali e cereali

Dopo il trattamento di chemioterapia, il paziente dovrà abbandonare i prodotti in scatola, in salamoia e affumicati. Inoltre, per una rimozione più rapida delle tossine dal corpo, si consiglia di aumentare il regime di consumo. Un paziente ha bisogno di bere almeno 2 litri di liquidi al giorno.

Miglioramento dell'immunità

Il compito più importante della terapia riabilitativa dopo la chemioterapia è aumentare lo stato immunitario.

I pazienti sono consigliati esercizi terapeutici e sessioni di fisioterapia, frequenza di corsi di correzione e trattamento termale. Queste semplici misure aiutano il sistema immunitario a riprendersi più rapidamente e ad accelerare la rimozione di sostanze tossiche.

Per migliorare la difesa immunitaria prescritto farmaci antiossidanti e vitamine. L'immunità eccellente rafforza il farmaco immunitario.

Sopravvivere alla terapia per il cancro chemioterapico è solo metà della battaglia e serve anche un aiuto psicoterapeutico. Il paziente deve creare tutte le condizioni per un rapido ritorno alla vita normale.

Esercitare la terapia per rafforzare il corpo elimina gonfiore e dolore, accelera l'eliminazione delle cellule tumorali. Le procedure di drenaggio linfatico contribuiscono al sollievo dell'infiammazione e rafforzano le forze immunitarie e ripristinano il metabolismo fisico.

vitamine

Dopo la chemioterapia, il corpo ha un disperato bisogno di vitamine, che accelerano il recupero e normalizzano l'attività organica.

Vitamine come acido ascorbico e acido folico, carotene e vitamina B9 sono necessarie per accelerare il recupero delle mucose e superare la trombocitopenia.

Pertanto, ai pazienti vengono prescritti farmaci come calcio folinato, calcio Pangamata e Neurobex.

Inoltre, per accelerare il recupero, è possibile utilizzare integratori bioattivi contenenti oligoelementi e vitamine, ad esempio, Nutrimaks, Antiox, Liver-48, Coopers e Flor Essen, ecc.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale ha un intero arsenale di ricette per ripristinare il corpo ed eliminare le reazioni avverse dopo la chemioterapia. Per eliminare i disturbi intestinali e la diarrea, si consiglia di utilizzare la raccolta di achillea e iperico.

Le erbe vengono mescolate in quantità uguali, quindi 1 cucchiaio grande della miscela viene versato con acqua bollente (0,2 l) e lasciato in infusione, quindi preso due volte al giorno in una forma calda.

È ben consolidato nel trattamento post-chemioterapico restitutivo e questa collezione:

  • wheatgrass;
  • Trifoglio di prato;
  • Erba di San Giovanni e menta;
  • White ashberry e origano;
  • Nettles.

Tutte le erbe sono mescolate in quantità uguali, e poi fermentate al ritmo di 1 cucchiaio grande della miscela per tazza di acqua bollente. Questo brodo viene assunto 30-40 minuti prima dei pasti per 2 cucchiai grandi tre volte al giorno. Questo rimedio a base di erbe pulisce bene il sangue e aumenta l'emoglobina.

Il reperto per i pazienti oncologici è l'erba-tè di edera, che ha un effetto immunostimolante e antiossidante, migliora l'emopoiesi del midollo osseo, stabilizza i processi di scambio di sostanze, ecc. Il corso di ricevimento dura almeno un mese.

Poiché la chemioterapia comporta l'infusione endovenosa di farmaci tossici antitumorali, la reazione avversa è la flebite tossica o l'infiammazione venosa, che si manifesta con bruciore e dolore lungo le vene.

Inoltre, nell'area delle spalle e dei gomiti, le pareti si addensano e i lumi nei vasi si restringono e si sviluppa flebosclerosi, che interferisce con l'afflusso di sangue. Una tale complicazione richiede l'imposizione obbligatoria di una benda elastica e di un arto riposante.

Preparati locali per unguento esterno come Troxevasin, Indovazin o Hepatrombin sono ampiamente usati per trattare le vene. L'unguento viene applicato, senza strofinare, sulla pelle sopra la vena tre volte al giorno. Sono anche prescritte le compresse di Humbix relative agli agenti trombolitici.

Trattamento del fegato

Le cellule del fegato sono piuttosto danneggiate dai farmaci antitumorali, è il fegato che deve neutralizzare le tossine e le componenti medicinali.

Per facilitare l'attività epatica dopo la chemioterapia, si raccomanda di utilizzare l'avena.

I flavonoidi e i composti polifenolici contenuti in esso migliorano il metabolismo dei lipidi, normalizzano il funzionamento delle strutture gastrointestinali ed epatiche.

Un decotto di avena nel latte è considerato il miglior rimedio popolare per ripristinare la funzionalità epatica. Un cucchiaio grande di chicchi d'avena dovrebbe essere bollito per un quarto d'ora in 250 ml di latte, quindi un'altra mezz'ora dovrebbe essere infusa. Con il giusto approccio alla terapia riabilitativa, il fegato si rigenera rapidamente.

Molti pazienti oncologici dopo la chemioterapia, nonostante la sindrome da vomito nausea-disturbo, stanno rapidamente aumentando di peso.

Ma anche in questa situazione, non si può rimanere appesi a chili in più e cercare tutti i tipi di metodi per perdere peso. Se il paziente riduce la quantità di cibo consumato, il corpo si indebolirà e si consumerà ancora di più.

Affinché il peso da solo e senza conseguenze per il corpo sia tornato alla normalità, si consiglia di abbandonare i dolci e limitare la farina.

È necessario aumentare il numero di verdure nella dieta e camminare di più. Quando le forze del corpo saranno completamente ripristinate, quei chili in più andranno via.

Video sul recupero dopo la chemioterapia, afferma Olga Butakova:

Vota questo articolo: (Ancora nessun voto)

Rimedi popolari dopo la chemioterapia

Dieta dopo chemioterapia

La chemioterapia agisce spietatamente non solo sulle cellule tumorali, ma anche su tutto il corpo umano. Il compito di supportarlo in questo momento e di aiutarlo a riprendersi è del tutto fattibile per tutti coloro che hanno rimedi popolari dopo la chemioterapia. Non si può dire che i rimedi popolari dopo la chemioterapia saranno in grado di sostituire le cure mediche, ma vale la pena contare sull'aiutare a far fronte rapidamente e delicatamente alle conseguenze con delicatezza e delicatezza.

La medicina tradizionale ha una ricca storia. Tra le molte tecniche e metodi selezioniamo quelli che sono più efficaci:

  1. Trattamento con decotti e infusi di erbe e frutti di bosco.
  2. Trattamento dopo chemioterapia con metodi nutrizionali speciali.
  3. Trattamento delle acque

Erbe e infusi alle erbe, pulizia dopo chemioterapia

Purificazione dopo chemioterapia

Foglie di betulla e foglie di ortica aiuteranno con l'anemia. Per preparare il brodo, devi prendere le foglie preparate in parti uguali e preparare 2 cucchiai. l. schiacciato in 1,5 bicchieri di acqua bollente. Lasciare riposare in un luogo caldo e buio per circa 1 ora, filtrare e aggiungere 1/3 di succo di barbabietola appena spremuto all'infuso. Prenda questa infusione dovrebbe essere per 3-4 ricezione al giorno prima dei pasti (20 min.). Corso di recupero - 8 settimane. Per accelerare il recupero dello stomaco dopo la chemioterapia, preparare il tè con la melissa, sopprime nausea e vomito, normalizza l'attività del tratto gastrointestinale. I coni di corteccia e ontano hanno effetti astringenti, antinfiammatori, antimicrobici e analgesici. Per questa infusione: versare 2 cucchiai. l. coni di ontano con una tazza grigia di acqua calda e insistere per 2 ore. Bere 1/3 - ½ tazza 3 volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti. In caso di caduta dei capelli, è utile strofinare una miscela di linfa di betulla, alcool e decotto di radici di bardana (in parti uguali) nel cuoio capelluto.

Metodi speciali di nutrizione

Il rapido recupero dalla chemioterapia non può essere immaginato senza una dieta equilibrata. Non ignorare le raccomandazioni generali dei medici e più spesso includere cibi sani nella dieta:

  • Melograno. I frutti e il succo di questa pianta hanno un'azione diuretica, coleretica, analgesica, antinfiammatoria e vitaminica.
  • Olio extra vergine di oliva Il suo alto contenuto di acidi omega e vitamine lo rende un prodotto estremamente utile per il recupero dopo la chemioterapia.
  • Curcuma. Basta prendere una porzione giornaliera di "sulla punta di un coltello" per sentire l'effetto terapeutico di questo prodotto.
  • Semi di sesamo Questo prodotto è un campione di calcio! Mangiando solo 100 grammi di semi di sesamo, una persona si procura una quantità giornaliera di calcio.
  • Fegato di manzo e carne (manzo). Fonte di proteine ​​e vitamina B12, senza la quale è impossibile un trattamento fruttuoso e il ripristino del corpo.

Oltre ad aumentare il consumo di prodotti utili, vale la pena di rivedere tutti gli altri aspetti della nutrizione quotidiana, senza i quali né il trattamento con la medicina conservativa né i rimedi popolari sarebbero efficaci.

Sostituisci i succhi acquistati in negozio con bacche naturali di frutti di bosco.

  • Il mirtillo rosso è solo un magazzino di vitamine, e il succo da esso ha un gusto molto piacevole e un bel colore.
  • Mirtillo prescritto antitumorale, anti-infiammatori e effetto tonico
  • Il mirtillo si distingue non solo per il suo alto contenuto di vitamina C, ma anche per gli unici acidi organici che possono inibire il processo di infiammazione asettica.
  • I frutti dell'olivello spinoso sono conosciuti come preziose materie prime multivitaminiche. Quando si beve frutta da questa bacca, il corpo riceve non solo le vitamine C, E, A, ma anche il gruppo B.
  • Le proprietà benefiche delle fragole selvatiche sono concentrate sia nei suoi frutti che nelle foglie, steli e rizomi. È ricco di biologicamente attivo, pectina e tannini e acidi organici.

Più spesso includono farina d'avena nelle vostre mattine. Questo gustoso prodotto aiuta a violare le funzioni del fegato, dei reni, dell'anemia e del superlavoro. Verdure e frutta fresche sono il modo più semplice e più delizioso per fornire la maggior parte delle vitamine e degli oligoelementi nel corpo. Zucche, pomodori, albicocche, broccoli, aglio e ananas sono particolarmente utili nelle malattie oncologiche. In inverno, quando è problematico acquistare verdure naturali, sature di aria fresca e sole, e non con l'illuminazione artificiale della serra, molti fanno una miscela nutriente sana. Le albicocche secche (albicocche secche) sono schiacciate, mescolate con miele, noci tritate, vino rosso e aloe tritata. Prendi 1 cucchiaio. l. al mattino a stomaco vuoto per 3 mesi. Escludere dal menu, cibi in scatola, carne affumicata, bevande artificiali, zucchero in eccesso, grassi e fritti. Gli antichi guaritori cinesi dissero: "... la principale leva di influenza sulla malattia è una corretta alimentazione".

Trattamento delle acque

Trattamento dell'acqua dopo la chemioterapia

Oltre all'utilizzo del potere delle piante, il trattamento dei rimedi popolari spesso comporta l'uso di guaritori con acqua. Acqua - la principale fonte di purificazione e umidità nel corpo. Dopo la chemioterapia è utile usare:

  1. Acqua siliconica Per saturare l'acqua con ioni di silicio, un pezzo di silicio viene posto in un barattolo di acqua pura e tenuto lì per una settimana. Tale acqua ha un effetto battericida e disinfettante.
  2. Acqua d'argento L'acqua d'argento può essere nutrita con acqua da casa a casa. È necessario versare acqua pulita in una nave d'argento e insistere per 7-10 giorni. L'acqua d'argento ha un'azione battericida pronunciata, che inibisce l'attività e lo sviluppo di batteri patogeni.

C'è un segreto per riprendersi rapidamente dalla chemioterapia: passeggiate regolari all'aria aperta e un atteggiamento positivo. Ogni sera vale la pena di fare una "pulizia" nei tuoi pensieri: quelli cattivi e quelli negativi dovrebbero essere buttati via spietatamente, i buoni dovrebbero essere tenuti e tenuti sotto i riflettori. Tale approccio ridurrà il tempo per l'organismo di "uscire" dallo stato depressivo dopo la chemioterapia, preservare la salute morale e il desiderio di vivere felicemente e felicemente in armonia con se stessi e il mondo.

Recupero dopo la chemioterapia a casa

Il trattamento delle malattie oncologiche è un compito piuttosto difficile per i medici e difficile per i pazienti, perché la chemioterapia e le radiazioni utilizzate hanno un effetto negativo non solo sulle cellule tumorali, ma anche sull'intero organismo. Il recupero dopo la chemioterapia è una componente importante del trattamento completo dei pazienti.

La condizione del paziente dopo i cicli di chemioterapia può essere valutata come grave, e con ogni corso successivo il corpo diventerà più debole. A questo proposito, è necessario impegnarsi nel ripristino delle funzioni interessate al fine di migliorare la qualità della vita.

Oltre alla grave debolezza, labilità psico-emotiva, ridotta immunità, si dovrebbe prestare attenzione ai test di laboratorio. Anemia, trombocitopenia e leucopenia sono spesso rilevati.

Inoltre, la distruzione dei follicoli piliferi, esacerbazione della patologia cronica sullo sfondo di ridotta immunità. La disfunzione digestiva è nota (disturbi dispeptici, stitichezza, diarrea, mancanza di appetito). Tutto ciò è dovuto agli effetti tossici dei farmaci chemioterapici sulle cellule sane del corpo, a causa delle quali esistono disfunzioni degli organi.

cibo

Dovrebbe essere preso in considerazione che l'alimentazione dopo "chimica" dovrebbe arricchire al massimo il corpo di vitamine essenziali, micro-, macroelementi e sostanze che stimolano il recupero di tutti gli organi e le strutture colpite.

Il cibo non deve essere monotono, deve includere una quantità sufficiente di proteine, grassi e carboidrati.

Ecco alcune raccomandazioni che aiuteranno a tornare gradualmente al solito modo di vivere senza particolari difficoltà. Quindi, è necessario:

  • mangiare spesso e in piccole porzioni;
  • dare la preferenza a prodotti freschi e sani;
  • guardare per calorie in modo che il corpo riceve abbastanza nutrienti e non sperimenta la loro mancanza;
  • camminare all'aria aperta prima di mangiare per aumentare l'appetito;
  • Non mangiare troppo o morire di fame;
  • eliminare carboidrati inutili veloci (dolci, torte) dalla dieta;
  • bisogno di masticare il cibo a fondo.

Molto spesso, dopo la "chimica" c'è la diarrea, quindi il cibo dovrebbe mirare a stabilizzare l'equilibrio elettrolitico dell'acqua e la correzione degli intestini.

I prodotti dovrebbero essere cotti a doppia caldaia, ben triturati. L'assunzione di frutta e verdura crude è limitata. Il più utile in questo caso è il porridge di riso, le uova e le zuppe di purea.

Il menu del giorno dovrebbe includere prodotti essenziali come:

  • pane, prodotti a base di farina (muffin, cracker, galetny, pasta frolla), ma esclude: pane scuro e pasticceria dolce con ripieno;
  • carne di varietà a basso contenuto di grassi (carne bollita o al vapore, polpette, polpette di carne), esclusi: carne grassa e fritta, lardo, gnocchi;
  • pesce magro, ad eccezione di affumicato, essiccato e salato;
  • verdure crude, bollite, in umido o al forno (non si possono mangiare verdure in salamoia, in scatola e salate);
  • frittata di vapore di pollo o uova di quaglia (non si possono mangiare uova fritte e crude);
  • prodotti caseari (fiocchi di latte, yogurt), oltre alla cagliata acida, al kefir, ai formaggi taglienti;
  • verdure, burro (margarina, spalmabile, lardo cotto è vietato);
  • qualsiasi frutto maturo, sia fresco e purè, gelatina, marmellate.

Inoltre, non dimenticare il regime di bere pieno. Al giorno è necessario bere 1,5 - 2 litri di acqua senza gas, tè leggero, composte, gelatina o succhi di frutta. Non raccomandato - caffè, alcol e bevande gassate.

Legumi, noci e altri alimenti proteici sono benefici a causa del loro alto contenuto di proteine, ferro e vitamine del gruppo B. I prodotti lattiero-caseari sono essenziali per fornire all'organismo il calcio.

Gli alimenti vegetali sotto forma di insalate, stufati e contorni forniranno un apporto sufficiente di fibre per normalizzare la funzione digestiva.

Per argomento: Cibo dopo chemioterapia: cosa può e cosa non può?

Routine quotidiana

Al fine di ripristinare la forza persa nel processo di chemioterapia, è necessario seguire una certa routine quotidiana:

  • l'assunzione di cibo non deve essere inferiore a una volta ogni 3-4 ore per normalizzare la funzione della digestione;
  • ci vuole un tempo sufficiente per dedicare il sonno e il riposo;
  • prima di andare a letto e mangiare, si raccomanda di camminare all'aria aperta;
  • se lo si desidera, e il benessere, sono possibili esercizi fisici di un regime delicato.

Il recupero è particolarmente efficace dopo l'assunzione di chemioterapia nei sanatori, in quanto il regime giornaliero viene osservato, il cibo "malsano" viene eliminato e, soprattutto, le procedure che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e ad attivare i meccanismi di difesa del corpo.

Posso fare sport?

Le attività sportive sono consentite solo dopo un esame approfondito da parte di un medico e con il suo consenso all'attività fisica. Le lezioni sono raccomandate sotto la supervisione di un allenatore e solo in un gruppo speciale di terapia fisica.

Puoi combinare esercizi cardio con la ginnastica. In ogni caso, la selezione degli esercizi viene effettuata individualmente.

Si consiglia di iniziare con le passeggiate nel parco, aumentando gradualmente la durata e la velocità della camminata. Non solo migliorano le condizioni fisiche, ma anche psico-emotive.

Durante l'allenamento, devi prestare particolare attenzione alle sensazioni interne, come l'apparenza di dolore, vertigini o nausea.

Assicurati di dosare per avvicinarti ai tipi e all'intensità dei carichi, dopo aver consultato in dettaglio uno specialista nel campo della riabilitazione.

È importante sapere: Nutrizione e vita dopo il cancro: cosa puoi mangiare e cosa fare e cosa no?

Recupero dopo chemioterapia con rimedi popolari

Per liberarti delle reazioni avverse dopo l'assunzione di farmaci chemioterapici, puoi rivolgerti alla medicina tradizionale.

Abbastanza spesso negli indicatori di laboratorio c'è una diminuzione dei leucociti, quindi è consigliabile utilizzare l'avena durante il recupero. A causa dell'elevato contenuto di vitamine A, E, B, micro e macroelementi, amminoacidi essenziali, silicio, l'avena migliora l'elasticità del tessuto connettivo, delle pareti vascolari e stimola i processi rigenerativi. Inoltre, con l'aiuto di polifenoli e flavonoidi, questa erba aiuta i reni, il fegato, il tubo digerente e partecipa al metabolismo dei lipidi.

La combinazione più efficace di avena con latte. È necessario far bollire un cucchiaio di grano per un quarto d'ora in un bicchiere di latte, tanto per insistere. Una singola dose è mezza tazza. Il primo giorno, una dose è sufficiente, con ogni giorno successivo si dovrebbe aumentare il volume di mezzo bicchiere, raggiungere un litro, dividendo la dose, e quindi ridurlo nuovamente a mezzo bicchiere al giorno.

Il seme di lino è noto per i suoi elementi di tiamina, micro e macro, acidi grassi omega-3, che aiuta a rimuovere i metaboliti dei farmaci chemioterapici e le sostanze tossiche dalle cellule tumorali uccise dal corpo.

Per preparare l'infuso, hai bisogno di 60 g di semi per insistere durante la notte in un thermos con acqua bollente. Nel filtro mattina, aggiungere un bicchiere di acqua bollente. Ogni giorno (2 settimane) bevi un litro di infuso.

Il seme di lino è controindicato in calcoli biliari, urolitiasi, pancreatite e colite. L'olio di lino viene preso in un cucchiaio al giorno per rafforzare le forze immunitarie.

A causa degli aminoacidi, la mummia stimola i meccanismi rigenerativi nei tessuti colpiti, attiva i germogli di sangue (leucociti, eritrociti), ma riduce le piastrine.

Il recupero dopo la chemioterapia è una componente essenziale del trattamento efficace, perché avendo il cancro guarito, è necessario riportare una persona alla vita normale senza deteriorarne la qualità.

Metodi efficaci di recupero dopo chemioterapia intensiva

La chemioterapia intensiva non passa per i pazienti senza lasciare traccia. Praticamente tutti i sistemi intraorganici sono soggetti a gravi interruzioni e guasti. Indubbiamente, tale trattamento porta ad un miglioramento dello stato del paziente oncologico, ma il suo corpo subisce il più forte colpo di reazioni avverse, perdendo il suo stato immunitario già ridotto.

Pertanto, dopo il trattamento, è necessario sottoporsi a una terapia riabilitativa, che può essere effettuata non solo in clinica, ma anche a casa.

Come ripristinare il corpo dopo la chemioterapia a casa?

Dopo le sedute di chemioterapia, la maggior parte delle strutture cellulari maligne muoiono, ma non lasciano il corpo da sole, ma si formano nei tessuti necrotici.

Le cellule morte penetrano nel sangue e in tutte le strutture organiche, il che si manifesta con un serio deterioramento del benessere generale.

medicina

Durante il periodo di recupero, ai pazienti viene prescritta una varietà di farmaci.

  • Poiché la chemioterapia, a causa della sua tossicità, provoca nausea e vomito in tutti i pazienti, si raccomandano farmaci antiemetici come Cerucal, Tropisetron, Desametasone e Navoban, Gastrosila e Torekan, Metoclopramide, ecc. Per alleviare i sintomi nei pazienti.
  • Anche le strutture epatiche devono essere ripristinate, pertanto sono indicati epatoprotettori Gepabene, Essentiale, Karsil, Heptral, ecc.
  • Un caratteristico effetto collaterale della chemioterapia è la stomatite, che necessita anche di trattamento. Le lesioni infiammatorie compaiono sulle guance, sulle gengive, sulla lingua. Per eliminarli, ai pazienti viene prescritto un risciacquo orale con soluzioni medicinali come Hexoral e Corsodil, Elyudril e Clorexidina. Se la stomatite è ulcerosa, si consiglia di utilizzare Metrogil Dent.
  • Il sangue deve essere ripristinato. Per aumentare il livello dei globuli bianchi, vengono mostrati farmaci come Filgrastim e farmaci generici come Neupogen, Leucostim, Granogen, Granocyte, ecc.. Il leucogeno viene prescritto per aumentare la leucopoiesi. In presenza di diarrea, Loperamide, Smecta, Neointesthopan, Octreotide, ecc.
  • L'anemia ipocromica è anche un effetto collaterale della chemioterapia, poiché le tossine dei farmaci antitumorali inibiscono la produzione di globuli rossi. Per eliminare questo effetto collaterale, è necessario ripristinare le funzioni emopoietiche del midollo osseo. Farmaci prescritti che accelerano la formazione di globuli rossi, ad esempio, Recormon, Erythrostim, Epogen ed Epoetin. Tutti questi strumenti sono fatti sulla base dell'eritropoietina - un ormone sintetico renale che stimola la formazione di globuli rossi.

cibo

Un'attenzione particolare dopo la chemioterapia richiede la razione del paziente oncologico. Dovrebbe essere basato sui principi di un'alimentazione sana, contenere più vitamine e minerali necessari per il rapido ripristino di tutte le strutture organiche.

Ogni giorno, i prodotti delle seguenti categorie dovrebbero essere sul tavolo del malato di cancro:

  1. Latticini;
  2. Piatti di frutta e verdura in acqua bollita, stufata, fresca;
  3. Uova, carne magra, pesce magro e pollame;
  4. Cereali e cereali

Dopo il trattamento di chemioterapia, il paziente dovrà abbandonare i prodotti in scatola, in salamoia e affumicati. Inoltre, per una rimozione più rapida delle tossine dal corpo, si consiglia di aumentare il regime di consumo. Un paziente ha bisogno di bere almeno 2 litri di liquidi al giorno.

Miglioramento dell'immunità

Il compito più importante della terapia riabilitativa dopo la chemioterapia è aumentare lo stato immunitario.

Per migliorare la difesa immunitaria prescritto farmaci antiossidanti e vitamine. L'immunità eccellente rafforza il farmaco immunitario.

Sopravvivere alla terapia per il cancro chemioterapico è solo metà della battaglia e serve anche un aiuto psicoterapeutico. Il paziente deve creare tutte le condizioni per un rapido ritorno alla vita normale.

Esercitare la terapia per rafforzare il corpo elimina gonfiore e dolore, accelera l'eliminazione delle cellule tumorali. Le procedure di drenaggio linfatico contribuiscono al sollievo dell'infiammazione e rafforzano le forze immunitarie e ripristinano il metabolismo fisico.

vitamine

Dopo la chemioterapia, il corpo ha un disperato bisogno di vitamine, che accelerano il recupero e normalizzano l'attività organica.

Vitamine come acido ascorbico e acido folico, carotene e vitamina B sono necessari per accelerare il recupero delle mucose e combattere la trombocitopenia.9.

Pertanto, ai pazienti vengono prescritti farmaci come calcio folinato, calcio Pangamata e Neurobex.

Inoltre, per accelerare il recupero, è possibile utilizzare integratori bioattivi contenenti oligoelementi e vitamine, ad esempio, Nutrimaks, Antiox, Liver-48, Coopers e Flor Essen, ecc.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale ha un intero arsenale di ricette per ripristinare il corpo ed eliminare le reazioni avverse dopo la chemioterapia. Per eliminare i disturbi intestinali e la diarrea, si consiglia di utilizzare la raccolta di achillea e iperico.

Le erbe vengono mescolate in quantità uguali, quindi 1 cucchiaio grande della miscela viene versato con acqua bollente (0,2 l) e lasciato in infusione, quindi preso due volte al giorno in una forma calda.

È ben consolidato nel trattamento post-chemioterapico restitutivo e questa collezione:

  • wheatgrass;
  • Trifoglio di prato;
  • Erba di San Giovanni e menta;
  • White ashberry e origano;
  • Nettles.

Tutte le erbe sono mescolate in quantità uguali, e poi fermentate al ritmo di 1 cucchiaio grande della miscela per tazza di acqua bollente. Questo brodo viene assunto 30-40 minuti prima dei pasti per 2 cucchiai grandi tre volte al giorno. Questo rimedio a base di erbe pulisce bene il sangue e aumenta l'emoglobina.

Restauro delle vene

Poiché la chemioterapia comporta l'infusione endovenosa di farmaci tossici antitumorali, la reazione avversa è la flebite tossica o l'infiammazione venosa, che si manifesta con bruciore e dolore lungo le vene.

Inoltre, nell'area delle spalle e dei gomiti, le pareti si addensano e i lumi nei vasi si restringono e si sviluppa flebosclerosi, che interferisce con l'afflusso di sangue. Una tale complicazione richiede l'imposizione obbligatoria di una benda elastica e di un arto riposante.

Preparati locali per unguento esterno come Troxevasin, Indovazin o Hepatrombin sono ampiamente usati per trattare le vene. L'unguento viene applicato, senza strofinare, sulla pelle sopra la vena tre volte al giorno. Sono anche prescritte le compresse di Humbix relative agli agenti trombolitici.

Trattamento del fegato

Le cellule del fegato sono piuttosto danneggiate dai farmaci antitumorali, è il fegato che deve neutralizzare le tossine e le componenti medicinali.

Per facilitare l'attività epatica dopo la chemioterapia, si raccomanda di utilizzare l'avena.

I flavonoidi e i composti polifenolici contenuti in esso migliorano il metabolismo dei lipidi, normalizzano il funzionamento delle strutture gastrointestinali ed epatiche.

Un decotto di avena nel latte è considerato il miglior rimedio popolare per ripristinare la funzionalità epatica. Un cucchiaio grande di chicchi d'avena dovrebbe essere bollito per un quarto d'ora in 250 ml di latte, quindi un'altra mezz'ora dovrebbe essere infusa. Con il giusto approccio alla terapia riabilitativa, il fegato si rigenera rapidamente.

Come perdere peso dopo la chemioterapia?

Molti pazienti oncologici dopo la chemioterapia, nonostante la sindrome da vomito nausea-disturbo, stanno rapidamente aumentando di peso.

Ma anche in questa situazione, non si può rimanere appesi a chili in più e cercare tutti i tipi di metodi per perdere peso. Se il paziente riduce la quantità di cibo consumato, il corpo si indebolirà e si consumerà ancora di più.

Affinché il peso da solo e senza conseguenze per il corpo sia tornato alla normalità, si consiglia di abbandonare i dolci e limitare la farina.

È necessario aumentare il numero di verdure nella dieta e camminare di più. Quando le forze del corpo saranno completamente ripristinate, quei chili in più andranno via.

Video sul recupero dopo la chemioterapia, afferma Olga Butakova:

Dopo la chemioterapia, i rimedi popolari aiuteranno a recuperare

I corsi di chemioterapia agiscono spietatamente non solo su cellule anormali, ma, sfortunatamente, su tutto il corpo. Le cellule tumorali morte dopo la sessione di chemioterapia non vengono visualizzate in modo indipendente, vengono convertite in tessuto necrotico. Le particelle di cellule morte entrano nel flusso sanguigno e causano il deterioramento.

La chemioterapia provoca i seguenti sintomi: grave debolezza, mal di testa, nausea, vomito, febbre e diminuzione dell'efficienza. Per ripristinare il corpo dopo la chemioterapia, è prima necessario pulirlo dalle cellule patologiche morte.

Cosa prendere dopo le sessioni di chemioterapia

Farmaci dalle piante per affrontare il compito in qualsiasi modo peggio di farmaci. Inoltre, le medicine di medicina informale agiscono sul corpo molto più morbido e delicato.

L'avvio del recupero del corpo deve essere accompagnato da una corretta alimentazione. Includere melograno, curcuma, semi di sesamo, olio d'oliva e carne bovina nella vostra dieta.

Il melograno ha proprietà coleretiche, diuretiche, analgesiche e antinfiammatorie. L'olio d'oliva contiene acidi omega e vitamine di cui il corpo ha bisogno, specialmente dopo un tale trattamento.

Il seme di sesamo contiene grandi quantità di calcio e la carne è una fonte di vitamina B 12 e proteine.


Si consiglia di utilizzare più succhi, solo preferibilmente non acquistati, ma fatti personalmente. Succhi molto utili da mirtilli rossi, mirtilli, mirtilli, fragole, olivello spinoso.

L'uso di infusi e decotti di erbe

  1. Prendi un paio di cucchiai di foglie di betulla secche e uniscilo con lo stesso numero di foglie di ortica. Macinare e mescolare le materie prime e infornare in 400 millilitri di acqua bollente. Mettere il contenitore in un luogo buio e caldo per alcune ore. Filtrare e unire il prodotto preparato con succo di barbabietola fresco pressato - 50 ml. Prendi mezza tazza di farmaco quattro volte al giorno. La durata del corso di riabilitazione è di due mesi.
  2. Al fine di accelerare il ripristino del funzionamento del tratto gastrointestinale dopo i cicli di chemioterapia, si raccomanda di utilizzare il seguente rimedio. Prendere melissa, tritare e zaparare le materie prime, circa 30 grammi in acqua bollita. Lascia la composizione per un paio d'ore. Bevi un bicchiere di bevanda medicinale due volte al giorno. Lo strumento aiuta a sopprimere nausea e vomito e normalizzare l'attività dello stomaco.
  3. Il prossimo farmaco ha proprietà astringenti, antimicrobiche, antinfiammatorie e analgesiche. Prendi dei coni di ontano, circa un paio di cucchiai e prepara le materie prime in 400 ml di acqua bollente. Lo strumento deve infondere. Prendi mezzo bicchiere di bevanda medicinale tre volte al giorno.
  4. Prendete i rizomi di bardana, tritateli finemente, metteteli in una casseruola, copriteli d'acqua. Metti il ​​recipiente sul fuoco, aspetta che la composizione scaldi. Unire il brodo cotto con la linfa di betulla e una piccola quantità di alcol, mescolare. Strofinare lo strumento nella pelle della testa con perdita di capelli.
  5. Preparare 15 grammi di Lungwort in 300 ml di acqua bollente, mettere il prodotto in calore per tre ore. Si consiglia di utilizzare mezzo bicchiere del farmaco tre volte al giorno.
  6. Versare un paio di cucchiai di rhodiola rosea in polvere secca con 200 ml di acqua bollente. Dare alla composizione un po 'di birra. Prendi un quarto di tazza di fondi quattro volte al giorno.
  7. Prendi la radice del Badan, trita finemente, mettila in una casseruola, copri con acqua fredda - mezzo litro. Lessare significa, abbassare la fiamma leggermente e protomi altri 20 minuti per raffreddare e bere 1/2 tazza di bevanda due volte al giorno.
  8. Cucchiaio di Zaparnite di ortica tritata secca in 300 ml di acqua bollita. Mettere in un luogo asciutto per diverse ore. Si consiglia di assumere mezzo bicchiere di medicinale tre volte al giorno.
  9. Prendi il sedano, trita e prepara un paio di cucchiai di 300 ml di acqua bollente. Lascia in un thermos. È necessario bere un terzo di un bicchiere della droga prima di sedersi al tavolo.
  10. Collegare i rizomi e le foglie di dente di leone con fiori di menta e camomilla. Ogni ingrediente deve essere preso a 15 g. Far fermentare la materia prima con acqua bollente - 500 ml. Insisti la composizione entro poche ore. Prendi 20 ml di farmaco quattro volte al giorno.

L'acqua e la forza daranno e il corpo si ristabilirà

Insieme alle erbe erboristiche, si consiglia di applicare acqua, ma non semplice, ma argento e silicio. Per saturare l'acqua con ioni di silicio, è sufficiente posizionare un piccolo pezzo di silicio nella bottiglia di acqua purificata. Tenerlo in acqua per circa una settimana. Per saturare l'acqua con gli ioni d'argento, versare l'acqua in un recipiente d'argento e lasciare per due settimane. Bere 50 ml ciascuno di silicio o argento acqua due volte al giorno.

Cucinare bevande curative

Connettiti con perpetuino la camomilla, erba di betulla e germogli di San Giovanni, in quantità uguali, tagliare e mescolare. Versare la materia prima in un contenitore di vetro e infornare 500 ml di acqua bollita. Imposta il contenitore caldo per tre ore. Prima dell'uso, aggiungi un po 'di miele. Bere 200 ml del farmaco due volte al giorno: al mattino, a digiuno e la sera prima di coricarsi.

Collegare gemme di betulla ai fiori Helichrysum, erba origano, medicinali radice di angelica, erba erba di San Giovanni, volantini ortica, fiori di tiglio, fogli di madre e matrigna, menta piperita, il dente di leone, piantaggine, fiori di camomilla, boccioli di pino, erba di timo e salvia. Mescolare gli ingredienti in proporzioni uguali e infornare 50 g per litro di acqua bollente. Coprire il contenitore e riporlo in una stanza calda durante la notte. Filtrare, versare in un comodo contenitore e riporlo in frigorifero. La durata di conservazione del farmaco è di 5 giorni. Bere mezzo bicchiere di bevanda due volte al giorno.

Il recupero dopo un solo ciclo di chemioterapia è un processo difficile e lungo. Ma spesso ci vogliono diverse sessioni consecutive con pause piuttosto brevi. Gli effetti tossici possono essere ridotti in vari modi. Sono necessariamente discussi con il medico.

È molto importante osservare la modalità di consumo. Hai bisogno di bere molto, meglio dell'acqua normale o d'argento o del tè verde. Nella dieta includono prodotti con un effetto diuretico: prezzemolo, cavolo marino, ravanello, melograno. L'eccezione assoluta è l'alcol, "soda", torte e pasticcini con molto grasso.

Ripristino del corpo con una miscela medica

Prendi una foglia di aloe, solo da una pianta che ha raggiunto l'età di tre anni, sciacquare e mettere in frigorifero per due settimane. Dopo mezzo mese, tritare i fogli e far scorrere un tritacarne, spremere il succo. Mescolare il succo spremuto - 50 ml con alcool medico - 500 ml, chiudere bene e pulire al freddo. Utilizzare 10 ml del farmaco tre volte al giorno.

Dopo la chemioterapia, è necessario prendersi cura dell'igiene orale. Farmaci che vengono utilizzati per tale terapia può irritare la bocca, che provocano la comparsa di bocca secca, ferite e ulcere. Si raccomanda di lavarsi i denti dentifricio proteggere smalto e gengive dagli effetti dannosi della chemioterapia.

Inoltre, gettare cibo grossolano, cibi salati e acidi. Inoltre, non è consigliabile bere succo di limone, pompelmo e pomodoro.

Il ripristino del corpo è necessario prima di tutto per migliorare la salute generale e per eliminare i sintomi spiacevoli. I preparativi di medicina alternativa contribuiranno alla normalizzazione del funzionamento di tutti i sistemi e gli organi. Tuttavia, prima di prendere qualsiasi mezzo di medicina informale, non dimenticare di consultare uno specialista.