loader
Raccomandato

Principale

Prevenzione

Tumori benigni al seno

Secondo gli studi di A.V. Antonov, una malattia benigna della mammella colpisce il 30-70% delle donne in età riproduttiva. I medici chiamano questa patologia in modo diverso: mastopatia, malattia fibrocistica, fibroadenomatosi. Ci sono più di 50 tipi di tumori. Alcuni di loro aumentano il rischio di cancro al seno di 1,5-2 volte, quindi i pazienti con una diagnosi di "patologia benigna della mammella" dovrebbero essere sotto la supervisione di un ginecologo e uno specialista del seno.

Tumori benigni del seno: che cos'è

Le neoplasie benigne sono anche chiamate displasia. Questo termine implica la proliferazione di tessuto epiteliale o connettivo nelle ghiandole mammarie. La patologia è accompagnata dalla comparsa di cisti, noduli, foche, ma non sempre.

La displasia delle ghiandole mammarie non è un cancro e neppure una condizione precancerosa, sebbene nel 30-33% dei tumori benigni possa degenerare in uno maligno. Ma questo accade più spesso nei pazienti che non seguono le raccomandazioni dei medici e rifiutano il trattamento.

Le principali cause di displasia

I cambiamenti ormonali nel corpo femminile possono innescare la degenerazione del tessuto connettivo o epiteliale. È stato dimostrato che nelle donne con malattie dell'utero e delle appendici la mastopatia si sviluppa 1,5-2 volte più spesso che nei pazienti sani. Ma questa non è l'unica ragione.

A maggior rischio sono le ragazze che hanno:

  • avere parenti stretti con cancro al seno o al seno;
  • c'è stato un aborto nelle prime fasi;
  • la prima gravidanza si è verificata dopo 30 anni;
  • diabete di tipo 2 e obesità;
  • processi infiammatori nelle ghiandole mammarie o nelle ovaie;
  • infertilità causata da malattie endocrine.

Le donne che allattano al seno per meno di un mese e più di 1 anno, sono regolarmente esposte allo stress e hanno assunto contraccettivi orali per più di 10 anni e hanno anche avuto tumori benigni.

Vale la pena monitorare le condizioni del seno per i pazienti che hanno più di 35 anni. Così come le donne con menopausa in ritardo, che si è verificato dopo 54 anni, e le ragazze con menarca precoce. Presto è considerato il periodo mestruale, che ha cominciato a 12 anni.

Tipi di neoplasie benigne

La displasia delle ghiandole mammarie è divisa in due tipi: mastopatia e processi tumorali. I processi tumorali, a loro volta, sono di diversi tipi: cisti, adenoma, fibroadenoma, papilloma intraduttale e lipoma.

malattia del seno

La mastopatia include patologie disormonali della mammella, che sono caratterizzate da proliferazione di tessuto connettivo o adiposo. La malattia è forma diffusa e nodulare. Nel primo tipo, nel tessuto connettivo si formano piccole o grandi cisti. E alla seconda capsula con contenuti liquidi si trasformano in sigilli solidi, che possono trasformarsi in cancro.

La mastopatia è accompagnata da dolore toracico locale, depressione, carcinofobia e infiammazione dei linfonodi sotto le ascelle. Raramente appaiono scariche marroni o torbide dai capezzoli.

cisti

Se la mastopatia è caratterizzata da più noduli e foche, la diagnosi di "cisti" viene somministrata a pazienti con una singola istruzione. Una cisti sembra una capsula ovale o rotonda piena di contenuti liquidi. Questo può essere fluido linfatico, secrezione oleosa o latte.

Le cisti si formano nei tessuti connettivi, a volte chiudono i dotti del latte. Le capsule hanno pareti sottili e lisce e le loro dimensioni variano da pochi millimetri a pochi centimetri.

Le cisti raramente rinascono nel cancro. Solo le formazioni che sono costantemente infiammate, si ripresentano o non si dissolvono per diversi mesi sono pericolose.

La mastopatia si applica a entrambe le ghiandole mammarie. La cisti appare spesso solo nel seno sinistro o destro. L'educazione causa gonfiore, dolore e talvolta febbre. Le capsule possono risolversi senza intervento medico e chirurgico.

fibroadenoma

Il fibroadenoma è una capsula densa costituita da tessuto mammario ghiandolare. Ha una forma ovale o rotonda, pareti esterne lisce. La neoplasia è simile a una palla con un diametro fino a 2-3 cm. È mobile e, quando palpata, rotola facilmente tra le dita. Spesso nel fibroadenoma trovano depositi di calce.

Il tumore non è accoppiato, esso, come una cisti, appare nella stessa ghiandola mammaria. Molto meno - in due contemporaneamente. Alcuni fibroadenomi possono crescere di dimensioni 2-3 volte, ma non si trasformano quasi mai in cancro.

L'eccezione è un tumore a forma di foglia. Questo tipo di fibroadenoma consiste di diversi noduli. Sono pieni di tessuto epiteliale e connettivo e sono difficili da diagnosticare. È possibile determinare il numero esatto di fette quando il tumore raggiunge le dimensioni di una quaglia o di un uovo di gallina.

Il tipo di foglio si trova solo nell'1-2% delle donne con fibroadenomi. Non provoca infiammazione, dolore o gonfiore. È possibile distinguere un tumore a forma di foglia da altri tipi solo infiltrandosi nella crescita. A differenza di altri fibroadenomi, la neoplasia fogliare cresce gradualmente nel tessuto ghiandolare del seno.

Papilloma intraductal

I papillomi intraduttali sono piccole escrescenze di forma ovale o rotonda che appaiono sulle pareti dei dotti delle ghiandole mammarie. I tumori sono formati da cellule epiteliali. Solitamente le crescite coprono le pareti di grandi condotti situati sotto i capezzoli.

La dimensione dei papillomi non supera i 3-5 mm, quindi una donna non può rilevare i tumori durante l'esame di un seno a casa. Lo scarico del capezzolo verde o sanguinante indica un tumore.

Alcuni papillomi crescono fino a 1-2 cm In questi casi, la donna trova un sigillo nel capezzolo da sola durante l'esame di routine del seno. Il tumore assomiglia ad un pisello denso ed elastico. Quando il tumore viene compresso, appaiono dolore e scarico dai capezzoli.

I papillomi intraduttali sono singoli e accoppiati. Quando un numero elevato di escrescenze viene diagnosticato con papillomatosi. L'educazione può causare infiammazione alle ghiandole mammarie, aumentare il rischio di mastopatia fibrocistica. Papillomi multipli possono degenerare in tumori maligni.

lipoma

Il lipoma è un tumore benigno formato dal tessuto adiposo delle ghiandole mammarie. La dimensione dei noduli varia da 5 mm a 2 cm Le neoplasie sono dense al tatto, ma elastiche, come una palla di gomma.

Il tessuto grasso è circondato da una capsula sottile, quindi la superficie dei noduli è liscia e i bordi sono chiari. Eccezione - lipoma diffuso. Non ha una capsula, quindi la formazione passa dolcemente nel tessuto adiposo delle ghiandole mammarie.

La patologia appare nelle donne in età avanzata, meno spesso - in 30-40 anni. Il lipoma causa gonfiore e deformità delle ghiandole mammarie, disagio al petto e sensazione di pienezza. Un'istruzione benigna non degenera in uno maligno, ma a volte l'oncologia è camuffata da wen, quindi i medici raccomandano un esame completo per tutti i pazienti con lipomi.

Segni di tumori benigni

Ogni tipo di displasia ha i suoi sintomi caratteristici. Ma i medici identificano segni comuni che aiutano le donne a diagnosticare tumori benigni nelle loro fasi iniziali. I sintomi comuni includono:

  • dolore al petto durante le mestruazioni;
  • scarico dai capezzoli;
  • gonfiore e disagio nelle ghiandole mammarie;
  • decolorazione dell'areola e della pelle del seno;
  • qualsiasi sigillo nelle ghiandole mammarie;
  • infiammazione dei linfonodi sotto le ascelle.

Non tutti i tumori benigni causano dolore o pressione. Alcune patologie sono asintomatiche, pertanto alle donne è consigliato effettuare autodiagnosi mensilmente o almeno una volta ogni 2-3 mesi.

diagnostica

Se il paziente sospetta la mastopatia in lei, si rivolge a un mammologo o a un oncologo del seno. Il medico esamina il torace con le mani e gli attrezzi speciali. Se vengono rilevati sigilli o altri sintomi sospetti, uno specialista fa un piano diagnostico.

Un paziente con tumori al seno è riferito a mammografia o ecografia. L'ultrasuono è una radiografia più sicura e più accurata. Ti permette di determinare la dimensione, la forma e la posizione del tumore. Ma la mammografia rileva anche i noduli più piccoli e poco appariscenti che altri strumenti non riescono a rilevare. Se gli ultrasuoni e la mammografia non sono sufficienti, a una donna viene offerto di sottoporsi a una TAC o alla risonanza magnetica delle ghiandole mammarie.

Il paziente viene anche inviato per un esame del sangue. I medici controllano il livello di ormoni femminili e ormoni tiroidei. Un esame del sangue può anche indicare lo stato del fegato, la presenza o l'assenza di processi infiammatori nel corpo.

Se il mammologo ha dei dubbi, suggerisce che la donna subisca una biopsia del neoplasma. Con una precisione del 100%, la procedura può determinare se un tumore è benigno o maligno.

Trattamento di tumori benigni

La rimozione chirurgica dei tumori è prescritta alle donne con mastopatia nodale e lipoma. La resezione viene utilizzata per asportare un tumore se la cisti è piena di liquido sanguinante, e anche se si ripresenta o non risponde al trattamento conservativo. In altri casi, i medici scelgono un metodo medico per combattere la displasia mammaria.

Non esiste un regime di trattamento singolo. Un mammologo seleziona i farmaci in base al tipo di tumore, all'età del paziente e allo stato di salute. Una donna con una neoplasia benigna può essere prescritta:

  1. Preparati sedativi Situazioni stressanti violano gli ormoni delle donne e aumentano il rischio di displasia delle ghiandole mammarie, quindi i medici raccomandano l'assunzione di sedativi. Migliorano il funzionamento del sistema nervoso e aiutano con una forma diffusa di mastite.
  2. Droghe diuretiche. Sia i rimedi sintetici che quelli a base di erbe rimuovono il fluido in eccesso dal corpo del paziente, alleviano il gonfiore e riducono il disagio nelle ghiandole mammarie.
  3. Progestin - farmaci contenenti progesterone. I mammologi ritengono che la mancanza di questo ormone sia una delle cause principali delle interruzioni ormonali e dei tumori benigni. È meglio applicare unguenti e gel con progesterone. I mezzi funzionano localmente e non cadono in altri organi interni.
  4. Vitamine A, E, B, PP e C. I complessi vitaminici sono prescritti insieme a farmaci ormonali. Migliorano la circolazione sanguigna nelle ghiandole mammarie, alleviano il gonfiore, rimuovono il dolore e stimolano il riassorbimento dei tumori.
  5. Modulatori del recettore degli estrogeni. Questi agenti ormonali aumentano la concentrazione di estrogeni, "ammorbidiscono" i fibromi e li aiutano a dissolversi.

Le droghe sintetiche possono sostituire l'omeopatico. La medicina di erbe normalizza gli ormoni delle ghiandole mammarie, migliora la struttura del tessuto connettivo ed epiteliale, aiuta con le cisti diffuse, ma i rimedi a base di erbe sono 1,5-2 volte più lenti.

prevenzione

La dieta aiuta a ridurre la probabilità di una malattia mammaria benigna. Le donne sono consigliate a mangiare meno carne. Il prodotto può essere sostituito con pesce, legumi, verdure e latticini. La carne stimola la produzione di composti cancerogeni nel corpo e aumenta il rischio di cancro al seno.

Inoltre è necessario monitorare la salute dell'intestino e del fegato. Se l'apparato digerente funziona male, l'utilizzo di estrogeni rallenta e questo porta a disturbi ormonali nel corpo femminile.

Nei pazienti con cattive abitudini, i tumori benigni compaiono 2-3 volte più spesso che nelle ragazze che non usano alcol, droghe e nicotina. I fattori provocatori includono anche il sovrappeso e la vita sessuale irregolare. Lo sport, al contrario, riduce il rischio di cancro al seno e tumori benigni.

Ogni decima donna in età riproduttiva affronta la displasia mammaria. La patologia è causata da malattie infiammatorie dell'apparato riproduttivo e disturbi ormonali nel corpo, pertanto i pazienti devono sottoporsi a un esame annuale e monitorare la loro salute.

Tipi, sintomi e trattamento dei tumori benigni della mammella

Il controllo del tuo benessere è uno dei compiti più importanti per una donna. Uno stile di vita sano, il desiderio di evitare lo stress, l'autoesame regolare e le visite ai dottori per gli esami diagnostici le permetteranno di godersi una vita piena per molti anni. Quando raggiungono i 35-40 anni, le donne devono prestare molta attenzione alla salute delle loro ghiandole mammarie - in questo momento aumenta il rischio di neoplasie. Può verificarsi un tumore benigno della mammella, alcune forme tendono a degenerare in tumori cancerosi.

Quali sono i tumori benigni nel seno femminile

Molto spesso, i sigilli trovati da una donna nei tessuti del seno durante l'auto-esame non sono il cancro al seno, sono di natura benigna e appartengono a vari tipi di mastopatia. Questi possono essere:

  • Fibroadenoma. Solo una delle sue specie - a foglia - richiede un'attenzione particolare, in quanto può degenerare in una forma cancerosa - il sarcoma. Cresce molto rapidamente, quindi il suo trattamento viene eseguito solo chirurgicamente, e non solo il tumore stesso viene asportato, ma anche il tessuto circostante. La recidiva, la cui probabilità varia dall'8 al 25% a seconda del tipo, può manifestarsi in un periodo che va da un paio di mesi a quattro anni.
  • Papilloma intraductal. È formato sulla base delle cellule dei dotti lattosi della ghiandola. Questo tumore della ghiandola mammaria nelle donne non minaccia la vita, ma può causare molte sensazioni dolorose, perché le pareti fragili della formazione contengono fluido sanguigno che viene rilasciato nei tessuti circostanti anche con un leggero effetto sulla ghiandola. Se il papilloma non viene rimosso, intorno ad esso si forma una zona di necrosi ed emorragia.
  • Galactocele è una cisti grassa, la cui cavità è riempita con latte coagulato, massa tipo formaggio o sapone. Si forma come risultato del blocco dei dotti lattici da parte di un tessuto cicatriziale, che è sorto a causa di una lesione della ghiandola, un'anomalia del suo sviluppo o dell'infiammazione. La cisti è in grado di dissolversi da sola se il dotto ripristina la funzionalità. Se il fluido è all'interno del tumore della ghiandola mammaria per lungo tempo, servirà come ambiente per lo sviluppo di batteri patogeni - streptococchi o stafilococchi, che porteranno ad ascessi e mastiti.
  • Lipoma (Wen). Questo tipo di tumore non è pericoloso, ma può causare dolore se cresce fortemente e schiaccia il tessuto circostante. Inoltre, i grandi lipomi non sembrano esteticamente gradevoli.
  • Cambiamenti fibrocistici - proliferazione del tessuto mammario, accompagnata dalla comparsa di grumi densi (cisti). Colpisce non solo la ghiandola stessa, ma anche i tessuti connettivi, le aree dei dotti e gli alveoli. Nelle prime fasi, il trattamento di questa specie è molto semplice, non richiede un intervento chirurgico, ma quando la forma viene trascurata, i singoli noduli crescono insieme, causando dolore e scarico dai capezzoli.

Nei primi stadi dello sviluppo, i tumori benigni e maligni non possono praticamente manifestarsi e i segni della loro presenza sono simili ai sintomi di altre malattie. Il più piccolo di essi può essere rilevato da un mammologo "femmina" che utilizza dispositivi medici moderni. Una donna può sentire più noduli durante l'auto-esame. In ogni caso, ogni "scoperta" richiederà un esame approfondito approfondito, poiché quanto prima verrà determinato il tipo di tumore, maggiore sarà la possibilità di una rimozione completa e precoce.

Tipi di tumori maligni del seno

Nel 20% dei casi, il sigillo osservato nel seno di una donna è una neoplasia maligna del seno. Tale tumore al seno, oltre alle forme comuni a tutti gli organi (infiammatori, colloidi, metaplastici, di Paget, ecc.) Ha due specifiche variazioni istologiche.

carcinoma

Nasce da cellule epiteliali mutate che rivestono i dotti lattiferi o costituiscono i lobi della ghiandola. Succede non invasivo e invasivo. I sigilli di una varietà non invasiva sono localizzati nella regione della loro origine, senza intaccare i tessuti che li circondano, e quindi sono ben trattati (a condizione che vengano rilevati e adottati misure appropriate in modo tempestivo). Il carcinoma invasivo o infiltrante non è più un fenomeno separato, ma una malattia aggressiva che subordina rapidamente sempre più nuove cellule della ghiandola mammaria e dei tessuti associati. Il trattamento di tale oncologia è un processo lungo e laborioso.

Il tipo di infiltrazione può essere diviso in due sottospecie di carcinoma duttale:

  • Predinvazivny. La malattia può ancora essere rilevata solo all'interno dei dotti della ghiandola, ma è già pronta per iniziare a diffondersi, trasformandosi in una forma infiltrativa.
  • Infiltrativa. Il cancro al seno ha già colpito i dotti del latte e ha raggiunto il tessuto adiposo periferico. Le cellule tumorali entrano nel linfatico e nei vasi sanguigni e vengono trasportate con fluidi nel resto del corpo.

sarcoma

Questo tumore al seno non influisce sul tessuto mammario o sull'epitelio stesso, ma è costituito da cellule del tessuto connettivo degenerate (stroma) - di solito i ponti fibrosi tra i segmenti della ghiandola. È caratterizzato da un aumento della malignità, un rapido tasso di sviluppo e un'alta percentuale di recidive - a volte i sintomi del ritorno del sarcoma si osservano entro pochi mesi dopo il trattamento. Il tipo di sarcoma mammario dipende dal tipo di cellule stromali da cui è stato formato. Oltre ai fibrosarcomi ci sono liposarcomi (cellule grasse alterate), rabdomiosarcomi (cellule mutate dei muscoli striati) e molti altri.

I sintomi indicano la presenza di tumori al seno e la prevenzione del loro aspetto

Nella maggior parte dei casi, i segni dell'aspetto di un tumore al seno di tutti i tipi nelle prime fasi non si manifestano praticamente, ed è possibile rilevare un elemento indesiderabile solo durante un esame diagnostico presso uno specialista del seno. Ma ci sono alcuni sintomi che suggeriscono la possibilità della comparsa di tumori nel seno femminile. Potrebbe essere:

  • Sensazione insolita o dolorosa durante i periodi premestruali e mestruali;
  • Gonfiore irragionevole delle ghiandole mammarie;
  • Linfonodi ingranditi nell'area del busto;
  • Deformazione dei contorni del seno, una significativa violazione della simmetria;
  • Modifica della forma e della posizione del capezzolo (retrazione, spostamento);
  • Cambia l'aspetto della pelle del seno (cambio di colore, struttura, comparsa di ulcere e croste);
  • Scarico sanguinante o incolore dal capezzolo;
  • Rilevamento di coaguli e sigilli nei tessuti del busto durante la palpazione.

I singoli sintomi possono indicare altri disturbi del corpo, compresi quelli ormonali, ma i segni della lista in gran numero sono una ragione per visitare immediatamente uno specialista e iniziare il trattamento. Le prime malattie maligne o benigne della ghiandola mammaria sono trovate, più facili e veloci possono essere curate.

È impossibile assicurarsi completamente contro la comparsa di tumori nella ghiandola mammaria, ma vale comunque la pena provare a ridurre il rischio. Le regole di prevenzione sono semplici:

  1. Utilizzare i contraccettivi ormonali solo su indicazione del medico del profilo pertinente e sotto il suo controllo;
  2. Pratica allattare al seno i tuoi bambini;
  3. Monitorare il peso corporeo e la concentrazione di zucchero nel cibo, mangiare bene.

Ancora meglio per preservare la salute del seno aiuterà le visite preventive annuali allo specialista del seno, soprattutto quando si raggiunge l'età di 35 anni. E gli auto-esami regolari permetteranno a una donna di individuare i sintomi fastidiosi in modo tempestivo e di venire dal medico in tempo utile per un aiuto.

Metodi di diagnosi e trattamento dei tumori benigni della mammella

Le moderne attrezzature mediche, utilizzate dalla medicina-mammografia, consentono di identificare un tumore di piccole dimensioni, che è impossibile tastare con la palpazione. Per diagnosticare la presenza di un coagulo e determinarne la malignità, gli specialisti hanno a disposizione metodi come:

  • mammografia;
  • Imaging NMR;
  • Ductography, che è effettuata usando il contrasto, iniettato nei condotti del seno;
  • Tomografia ad emissione di positroni;
  • Ecografia del seno;
  • Biopsia (puntura, aspirazione, stereotassi).

Nella maggior parte dei casi, i tumori benigni vengono rimossi chirurgicamente e la complessità dell'operazione dipende solo dalle dimensioni della formazione stessa. Se il coagulo identificato è molto piccolo, il trattamento non viene eseguito, prescrivendo al paziente solo esami regolari frequenti per monitorare il tumore.

La chirurgia per rimuovere una neoplasia benigna può essere di tre tipi:

  • Husking (enucleazione): solo il tumore viene rimosso e i tessuti circostanti rimangono inalterati;
  • Resezione settoriale - quando una capsula e una piccola parte dei tessuti adiacenti vengono tagliati insieme alle cellule rinate;
  • Mastectomia semplice: se la dimensione del tumore supera gli 8 cm, è necessario liberarsi completamente del seno.

Nella medicina popolare, ci sono ricette che possono curare una piccola educazione benigna con l'aiuto di medicine a base di erbe. Compresse, impacchi e applicazioni fredde di cavolo, erba di San Giovanni, celidonia, farfara, bardana (radici e foglie), assenzio, trifoglio dolce, calendula, genziana sono utilizzati per questo. Dalle stesse piante vengono fatte infusioni e decotti, che vengono mescolati con miele, succhi di verdura e presi al loro interno.

Non farti prendere dal panico o essere nervoso se c'è un sigillo nel seno. Nella stragrande maggioranza dei casi, i tumori vengono rimossi con successo, soprattutto se si trovano in una fase iniziale di sviluppo, anche se si tratta di cancro al seno. In tempo di ispezione, i moderni metodi di trattamento e riabilitazione consentiranno a una donna di recuperare salute e bellezza.

Come si sviluppa e si cura un tumore benigno della mammella

Un tumore benigno del seno è la patologia da cancro più comune della metà femminile dell'umanità. Deriva dalla divisione incontrollata di elementi cellulari. Tali neoplasie sono caratterizzate da un tasso di crescita relativamente lento, l'assenza di metastasi nelle strutture vicine. Per combattere la malattia sono stati usati metodi conservativi o operativi. Le neoplasie non danno quasi mai ricadute.

Il tumore al seno benigno è la patologia da cancro più comune nella metà femminile dell'umanità

Eziologia delle malattie

Perché compare un tumore benigno al seno? L'eziologia della malattia è sconosciuta. Ci sono una serie di fattori che aumentano il rischio di patologia:

  • età - il più delle volte i tumori compaiono dopo 50 anni;
  • inizio precoce delle mestruazioni (il corpo non ha il tempo di adattarsi ai cambiamenti ormonali);
  • insorgenza tardiva della menopausa (un effetto più prolungato degli ormoni sul tessuto ghiandolare);
  • prima gravidanza in ritardo;
  • la presenza di malattie croniche della sfera riproduttiva;
  • uso di biancheria sintetica;
  • uso di determinati farmaci;
  • lesioni al petto;
  • malattia della tiroide;
  • cattive abitudini;
  • stress da stress;
  • diabete e altre malattie metaboliche;
  • effetto radiante;
  • dipendenza genetica.

È stato dimostrato che il rischio di neoplasie è molte volte più alto nelle donne che non hanno partorito e nelle madri con un bambino. Esistono diversi tipi di tumori benigni al seno:

Un tumore benigno include molte neoplasie localizzate nella mammella. Tutti loro hanno una clinica simile e si verificano durante il periodo riproduttivo (a causa dello squilibrio endocrino). La mastopatia viene diagnosticata in ogni 7a donna dopo 30 anni. La mastopatia è una malattia abbastanza insidiosa. In alcune condizioni, può degenerare in tumori maligni. Le malattie fibro-cistiche sono spesso maligne (in 4 casi su 10).

Tumori al seno benigni (video)

Classificazione di mastopatia

I tipi di mastopatia differiscono nella natura della lesione con una predominanza dell'uno o dell'altro componente. I più comuni sono:

  • neoplasie nodulari al petto - manifestate da un unico sigillo nodulare;
  • formazioni diffuse - nelle donne sono accompagnate dall'apparizione di più sigilli nella ghiandola;
  • la mastopatia fibrocistica è un tipo di forma diffusa della malattia, le cisti, i papillomi intraduttali, i fibroadenomi compaiono.

La malattia è scatenata da una violazione dell'omeostasi ormonale. Un importante fattore di rischio è l'allattamento al seno e lo squilibrio ormonale associato.

La mastopatia si verifica nei seguenti casi:

  • con un eccesso patologico di prolattina nel sangue delle donne;
  • in violazione dell'ipotalamo;
  • in caso di malfunzionamento dell'ipofisi e della tiroide.

I sintomi della malattia nelle fasi iniziali sono assenti. Non è facile sospettare la patologia, dal momento che la tenerezza del seno è sempre osservata prima delle mestruazioni. In fasi successive nella fichetta ghiandola appare. Può verificarsi una secrezione specifica del capezzolo. Il trattamento di questa patologia è sempre selezionato individualmente. La tattica della terapia dipende dalla forma, dalla prevalenza e dallo stadio della malattia.

Aspetto di fibroadenoma

Questa è una neoplasia benigna di una giovane età. Nasce dagli elementi ghiandolari del corpo. Si verifica più spesso fino a 35 anni. Un tale tumore cresce lentamente. Consiste di due tipi di tessuto: connettivo ed epiteliale. Alla palpazione, la formazione è rotonda, mobile, indolore e morbida. I principali fattori di rischio per la sua comparsa sono le lesioni al torace e gli squilibri ormonali.

I neoplasmi sono normali e frondosi. Gli ultimi sono pericolosi, in quanto possono degenerare in elementi maligni. Pertanto, devono essere trattati immediatamente e solo chirurgicamente.

Il modulo simile al foglio è così chiamato a causa della sua struttura, che è determinata da una sezione per sezione. Un tal tumore è incline a crescita rapida, può progredire e degenerare in sarcoma. Una neoplasia fogliare è considerata "borderline" perché è sull'orlo di un tumore benigno e maligno. La biopsia di questa struttura rivela elementi atipici.

I sintomi della malattia nelle fasi iniziali sono assenti

L'aspetto delle cisti

Tipiche neoplasie benigne derivanti da perturbazioni endocrine nel corpo sono cavità con liquido. I cambiamenti involutivi dipendenti dall'età nella struttura della ghiandola e i processi infiammatori nel torace influiscono notevolmente sul loro sviluppo.

Le cisti appaiono sullo sfondo della sostituzione del tessuto ghiandolare con struttura adiposa. Tali cambiamenti avvengono nel periodo del climaterio, quando il tessuto ghiandolare scompare, sostituendolo con partizioni di collegamento fibroso.

Le cellule adipose della ghiandola sono chiamate adipociti. Sono in grado di sintetizzare insieme alle ovaie estradiolo. In menopausa, questo ormone è gravemente carente, quindi il seno sintetizza in eccesso.

Una condizione simile - il rischio di malattie del tumore al seno. Questo è associato ad un aumentato rischio di oncologia nelle persone in sovrappeso.

La violazione del deflusso di secrezioni dai dotti è un'altra causa della formazione di cisti. La situazione provoca stagnazione, comparsa di cavità con contenuto liquido. Quindi ci sono le cisti - strutture singole o multiple. Le principali manifestazioni cliniche della malattia:

  • indolenzimento, fastidio al torace;
  • cambiare la forma e il volume del seno;
  • l'aspetto di un altro colore della pelle della ghiandola;
  • violazione della forma del capezzolo.

Il trattamento della citosi dipende dalle caratteristiche del tumore. Le cisti semplici non vengono tagliate. È importante ricordare che il medico sceglie il metodo di terapia dopo un esame dettagliato e un esame completo.

Sviluppo di altre patologie

I papillomi intraduttali sono un tipo di mastopatia nodulare. Si verificano in qualsiasi gruppo di età sullo sfondo delle fluttuazioni dei livelli ormonali. I principali sintomi della malattia:

  • disagio, dolore al seno;
  • scarico dal capezzolo trasparente o verdastro.

Papillomi difficili da identificare. Per questo è indicata la galattografia. Il trattamento della malattia è esclusivamente chirurgico. Il lipoma del seno è considerato una patologia di età matura. I primi segni compaiono dopo 40 anni sullo sfondo dei cambiamenti ormonali nel corpo. Il tumore è formato da tessuto adiposo. La palpazione è un tumore morbido, mobile, indolore. Le dimensioni degli elementi benigni sono varie, possono raggiungere fino a 1,5 cm di diametro.

I neoplasmi non si risolvono da soli. Se necessario (grandi dimensioni del tumore, fastidio al torace), il trattamento con lipoma viene somministrato tempestivamente. È meglio rimuovere tali tumori (a causa del rischio della loro trasformazione in elementi maligni). Diversi tipi di tumori hanno somiglianze nei loro sintomi:

  • assenza prolungata di segni di malattia (lungo periodo di latenza della malattia);
  • la presenza di sigilli caratteristici, spesso indolori;
  • scarico patologico dal capezzolo;
  • asimmetria del seno in grandi tumori;
  • l'apparenza di una sensazione di pesantezza, di presa.

La caratteristica principale di tutti gli elementi benigni è la crescita lenta. Ai primi segni di una neoplasia, è importante consultare uno specialista. Questo eliminerà la natura maligna della malattia.

Può un tumore benigno del seno degenerare in un tumore maligno (video)

Metodi di esame e terapia

È importante sottoporsi a una diagnosi completa del corpo. Ciò faciliterà la diagnosi e aumenterà la sua affidabilità. Spesso, un sondaggio di tale piano include:

  • esame esterno del seno;
  • palpazione delle ghiandole;
  • mammografia;
  • Esame a raggi X dei dotti toracici con contrasto;
  • esami del sangue ormonali (determinazione del livello di estradiolo, ormoni ipofisari e sostanze tiroidee);
  • a volte vengono esaminati i livelli ematici di ormone follicolo-stimolante e prolattina;
  • condurre test per i marcatori tumorali;
  • ecografia;
  • la perforazione della neoplasia con successiva diagnostica di laboratorio (la tecnica viene eseguita in anestesia locale, consente di differenziare l'istruzione).

Nei casi più gravi, prescrivere ulteriori test:

Le neoplasie benigne non sono sempre trattate. Se il tumore non cresce, non si preoccupa, rimane solo.

Allo stesso tempo, osservano solo le dinamiche del suo sviluppo. Condotta piano di trattamento conservativo: prescritto fitoterapia. A volte vengono prescritti preparati di iodio

Un aspetto importante del trattamento efficace della malattia è la correzione dello stile di vita. I pazienti devono normalizzare il peso corporeo, seguire una dieta equilibrata. Tali misure aumenteranno il tasso di processi metabolici, normalizzando il lavoro del corpo. Per la guarigione, è necessario liberarsi di tutte le lesioni della sfera sessuale.

Il trattamento chirurgico è accompagnato dall'istologia

Spesso nel trattamento della malattia prescrivono:

  • farmaci diuretici (diuretici) riducono il gonfiore del seno;
  • farmaci anti-infiammatori - alleviare il dolore;
  • Farmaci lenitivi e psicoterapia - normalizzare, ripristinare gli ormoni.

Le basi del trattamento sono i farmaci ormonali. Spesso usato:

  • androgeni;
  • gli antiestrogeni bloccano l'effetto degli estrogeni;
  • bromocriptina - antagonista della prolattina.

La malattia autoriparante è inaccettabile. Un errore può essere mortale. Il trattamento radicale è usato raramente. Le principali indicazioni: crescita rapida, segni patologici pronunciati di malattia, rischio di malignità.

Metodi per la rimozione di tumori:

  • resezione: rimozione della parte malata del corpo insieme al tumore;
  • enucleazione dell'istruzione - separazione del tumore dalle strutture circostanti, seguita dal suo isolamento isolato.

Il trattamento chirurgico è accompagnato dall'istologia. Il metodo consente di determinare la natura del tessuto asportato. Dopo l'intervento, le giunture cosmetiche vengono applicate alle ghiandole. Questo rende il sito di incisione poco appariscente. Il trattamento chirurgico è il modo più efficace e radicale per affrontare la malattia.

Prevenzione della patologia

L'aspetto del tumore può essere prevenuto. Il pegno di salute e longevità è la normalizzazione dei livelli ormonali. Le donne devono monitorare attentamente la loro salute. Il medico prescrive contraccettivi orali in forma di pillola. La selezione di tali farmaci viene effettuata esclusivamente singolarmente.

Esiste una prevenzione naturale delle neoplasie mammarie. Stiamo parlando di portare un bambino e il parto. L'interruzione artificiale della gravidanza aumenta significativamente il rischio di cancro, quindi è meglio rifiutarlo. Dovresti scegliere un metodo di contraccezione adeguato. In presenza di una predisposizione genetica ai disturbi tumorali, è importante sottoporsi a visite profilattiche ogni anno.

Le neoplasie benigne non sono pericolose. Ma le loro complicazioni possono danneggiare significativamente una donna. Al fine di evitare gravi conseguenze, è importante esaminare tempestivamente, iniziando un trattamento efficace.

Tipi di tumori benigni del seno femminile e loro caratteristiche

Quando si sonda il seno, a volte una donna trova uno o più noduli al seno. È preoccupata per la loro natura e ulteriori sviluppi. Prima di tutto, devi fare una mammografia e, se permangono dei dubbi, saranno necessari metodi più accurati. Nella maggior parte dei casi, il sigillo è un tumore benigno del seno femminile, cioè il danno tissutale non si diffonde ad altri organi. Tale tumore viene trattato con successo. Il più delle volte viene rapidamente eliminato e la ghiandola mammaria non viene rimossa.

Tumori al seno benigni e loro tipi

La ghiandola mammaria è costituita dai lobi con i dotti lattei (tessuto ghiandolare), i muscoli che li separano (tessuto connettivo) e lo strato grasso che circonda la ghiandola. La parte principale del tessuto adiposo si trova alla base del seno, che determina la forma del seno femminile.

I tumori benigni sono anormali escrescenze di vari tessuti del seno. Tali sigilli, a differenza dei tumori maligni, non crescono insieme alla pelle. Ci sono i seguenti tipi di tumori benigni al seno:

Necessario sottolineare: tali tumori possono essere trattati o rimossi, mantenendo il petto. L'autoesame regolare li aiuterà a individuarli tempestivamente.

Video: varietà di tumori mammari benigni

Cause di tumori benigni al seno

La principale causa di patologie nella mammella nelle donne sono le anomalie ormonali nel corpo. Il rapporto tra gli ormoni sessuali prodotti dalle ovaie, l'ipofisi e le ghiandole surrenali è in costante evoluzione per tutta la vita. Durante la maturazione, lo sviluppo della ghiandola mammaria è determinato dal livello di dragoncello ovarico. Nel periodo riproduttivo, il contenuto di questo ormone è massimo. Dopo 40 anni il livello del dragoncello diminuisce. Nel rapporto degli ormoni comincia a dominare la prolattina, l'ormone pituitario. Quando ciò accade, l'invecchiamento del corpo femminile, l'estinzione della funzione riproduttiva. Tali cambiamenti sono naturali. Se le deviazioni nel rapporto di ormoni superano significativamente la norma, allora si presentano malattie.

I fattori che provocano la comparsa di tumori benigni nel seno sono:

  • predisposizione genetica;
  • malattie del sistema endocrino;
  • malattie del sistema riproduttivo;
  • lesioni al seno;
  • esposizione alle radiazioni;
  • danno tossico per l'organismo da veleni industriali.

A rischio sono le donne che non hanno avuto gravidanze in età riproduttiva, hanno avuto diversi aborti, non hanno allattato al seno. L'età conta. Quindi, la mastopatia e il lipoma sono più frequenti tra le donne di età compresa tra 30 e 50 anni, mentre la cisti ha più di 35 anni, fibroadenoma - all'età di 20 - 35 anni. Il papilloma intraductal può ammalarsi a qualsiasi età.

Inoltre, i fattori che contribuiscono alla comparsa di tumori benigni del seno femminile sono obesità, abuso di alcool, presenza di altre cattive abitudini (fumo, uso di droghe), visita a un solarium o esposizione al sole, depressione prolungata.

Caratteristiche dei tumori benigni nelle ghiandole mammarie

Un sintomo caratteristico di tutti i tumori è la comparsa di un nodulo al petto. Vari tessuti del seno sono coinvolti nella loro formazione.

malattia del seno

Questa è una malattia in cui i sigilli appaiono a causa della proliferazione di tessuti fibrosi (connettivi) e ghiandolari. I tessuti troppo cresciuti sono eterogenei, hanno vuoti (cisti) di varie dimensioni, che sono pieni di muco. A seconda del tessuto che cresce più forte, compaiono patologie di vario tipo: mastopatia ghiandolare, mastopatia fibrocistica o mista. I sigilli possono essere singoli (mastopatia nodulare) o multipli (mastopatia diffusa).

In questa malattia compaiono i seguenti sintomi caratteristici:

  • ingrossamento del seno;
  • dolore al petto, passando nella spalla e nella scapola, non scomparendo dopo le mestruazioni;
  • la formazione nel seno di nodi densi e informi delle dimensioni di un pisello o addirittura di una noce;
  • gonfiore dei linfonodi sotto l'ascella;
  • aspetto di scarico del capezzolo chiaro o sanguinante.

Cisti al seno

È una cavità con pareti sottili. Formata nel tessuto connettivo del seno. La cavità è piena di liquido. È come un sigillo elastico di forma rotonda o ovale, con contorni chiari. La formazione del tumore non può manifestarsi per anni. Piccole cisti che la donna non nota. In alcuni casi, vengono scoperti per caso durante l'esame per un'altra ragione. Forse suppurazione del contenuto della cavità. In questo caso, la temperatura aumenta, c'è un dolore tirante al seno.

fibroadenoma

Di solito appare sotto forma di sigilli elastici sotto forma di una palla liscia. Trovato nella parte superiore esterna del torace. Si verifica a causa della proliferazione del tessuto connettivo nel lume tra i dotti lattiferi (fibroadenoma intracanalicolare) o attorno ai dotti (pericanalicolare). Il tipo più pericoloso di fibroadenoma è un tumore a forma di foglia.

In genere, il fibroadenoma ha una dimensione compresa tra 1-2 e 7 cm, il tumore simile a un foglio può raggiungere i 20 cm. Nel corpo del tumore sono presenti vuoti cistici a fessura pieni di muco gelatinoso. Il pericolo è che, a differenza di altri tipi di fibroadenomi, può degenerare in un tumore maligno. Non esiste una cura per un tumore a forma di foglia. Una volta trovato, viene immediatamente rimosso.

Il fibroadenoma appare solitamente sotto forma di un sigillo singolo, meno spesso sotto forma di un "grappolo". La formazione di un tumore è possibile in una ghiandola mammaria, così come in entrambi.

Un tale tumore può a lungo non disturbare. Viene rilevato durante un esame di routine, se una donna visita un medico per disturbi mestruali, infertilità. Tali sintomi parlano di disturbi ormonali nel corpo. Un brusco cambiamento nel peso corporeo, visione offuscata - questo è anche un motivo per visitare il mammologo.

Lipoma al seno

Un tumore benigno della ghiandola mammaria, che è formata dal tessuto adiposo. Le cause di occorrenza sono il blocco delle ghiandole sebacee, una violazione del metabolismo dei grassi e delle proteine ​​nel corpo associato a malattie del fegato, una produzione insufficiente di bile. Le gravidanze frequenti portano anche al lipoma. Wen si verifica nel sito di stiramento del tessuto mammario, che è associato con l'alimentazione.

Il lipoma si forma come nodi separati o come un'area sfocata pastosa nella ghiandola mammaria. Ci sono i seguenti tipi di malattia:

  1. Miolipoma: il tessuto adiposo viene miscelato con il muco.
  2. Mielolipoma - è costituito da tessuto adiposo e connettivo con la predominanza di quest'ultimo.
  3. Lipofibroma - in una miscela di tessuto adiposo e connettivo, prevale il tessuto adiposo.
  4. Angiolipoma - tessuto adiposo con una rete espansa di vasi sanguigni.
  5. Fibrolipoma: il tessuto connettivo sostituisce completamente il tessuto adiposo.

Le foche possono aumentare gradualmente, portando alla necrosi del tessuto circostante e alla degenerazione nel cancro. Pertanto, il più delle volte il lipoma viene rimosso chirurgicamente.

Papilloma intraductal

Quando questa malattia negli spazi tra i dotti del seno compaiono piccole crescite singole o multiple. Spesso sono un sintomo concomitante di mastopatia fibrocistica. La malattia è di origine virale. Il virus del papilloma umano dapprima infetta il capezzolo. Pertanto, a volte è necessario un dermatologo e uno specialista del seno nel trattamento. Un ruolo importante è giocato da disturbi ormonali nel corpo e ereditarietà.

I sintomi caratteristici sono il dolore quando si schiaccia il seno, il rilascio di tinge gialla, marrone, verdognola dal capezzolo. Il principale metodo di trattamento è la rimozione chirurgica della zona interessata del seno.

Diagnosi e trattamento dei tumori benigni della mammella

I principali metodi per diagnosticare i tumori benigni nella mammella sono esami del sangue di laboratorio, ultrasuoni, mammografia a raggi x, imaging a risonanza magnetica e computerizzata, biopsia.

Il trattamento di piccole formazioni può essere effettuato con un metodo medico (terapia ormonale, trattamento di malattie associate). Diuretici e anti-infiammatori sono usati. Grandi foche e formazioni che tendono a crescere vengono rimosse chirurgicamente per prevenire la degenerazione in una forma maligna.

Tumori benigni al seno

Tumori benigni del seno - un gruppo di neoplasie voluminose, diffuse o miste che hanno origine dal tessuto mammario, non sono inclini alla crescita invasiva. A volte sono asintomatici, si manifestano spesso come un dolore periodico o persistente nelle ghiandole mammarie, la presenza di foche e, in un certo numero di neoplasie, la secrezione dei capezzoli. Al momento della diagnosi, si utilizzano ecografie mammarie, mammografia, citologia, test a domicilio. Il trattamento è selezionato in base al tipo di tumore, prevede la nomina di terapia ormonale e non ormonale, che in alcune neoplasie è preceduta da un intervento chirurgico.

Tumori benigni al seno

Secondo vari studi, i tumori benigni della mammella rappresentano il 30-70% di tutte le malattie mammarie diagnosticate nelle donne in età riproduttiva. Nei pazienti con patologia genitale, tali neoplasie sono rilevate anche più spesso (nel 75-95% dei casi). La maggior parte dei processi volumetrici si trova nelle donne oltre i 40 anni, il che indica l'origine disordinata dei tumori. Tra i tumori rilevati nei pazienti più giovani sono fibroadenomi, di solito diagnosticati tra i 15-35 anni. Le neoplasie mammarie più comuni sono vari tipi di mastopatia fibrocistica, altri tipi di neoplasie sono molto meno comuni.

Cause di tumori benigni al seno

Ad oggi, non esiste una singola teoria che chiarisca l'eziologia della presenza di neoplasie mammarie voluminose. La formazione di un tumore benigno è considerata un processo polietiologico, innescato da una combinazione di fattori interni (ormonali e genetici) e esterni. Secondo gli esperti nel campo della mammologia, le cause più comuni della malattia sono:

  • Disturbi ormonali. Prima di tutto, stiamo parlando dell'effetto stimolante degli estrogeni. Una neoplasia benigna può verificarsi sia con patologia ovarica (cisti, ooforiti, annessiti, cancro), sia con la disregolazione della sintesi di ormoni a livello ipotalamo-ipofisario.
  • Predisposizione genetica. La probabilità di rilevare la formazione di tumori è più alta nelle donne i cui parenti stretti hanno neoplasie mammarie. Il ruolo del fattore ereditario è associato sia alla ridotta proliferazione delle cellule del seno che a interruzioni nella regolazione ormonale e immunitaria.
  • Malattie endocrine. A rischio per lo sviluppo di tumori benigni della mammella sono le donne con malattia della tiroide, ghiandole surrenali, diabete. In tali casi, le violazioni della regolazione ormonale influenzano la sintesi degli ormoni sessuali, la microcircolazione locale e l'immunità.
  • Effetti meccanici Il rischio di un tumore benigno aumenta dopo aver sofferto traumi al seno (lividi, ferite penetranti). Il pericolo è anche rappresentato da effetti traumatici minori permanenti sul tessuto mammario dovuti all'uso di un reggiseno non correttamente selezionato con ferretto.

Oltre alle cause dirette in grado di provocare un processo benigno del tumore, si distinguono numerosi fattori (di sfondo) predisponenti. Questi includono malattie infiammatorie croniche degli organi genitali femminili (endometrite, pelvioperitonite plastica), endometriosi, frequenti aborti, aborti e curettage diagnostico, gravidanze ectopiche. Il rischio di ottenere un tumore mammario benigno è più suscettibile alle donne che hanno una vita sessuale precoce, spesso cambiano partner sessuali, fumano, abusano di alcol. Nello sviluppo della neoplasia, un certo ruolo è giocato da sovrappeso, disturbi della dieta, inattività fisica, stress, uso incontrollato a lungo termine di contraccettivi orali. Tutti questi fattori possono portare a disturbi disormoni o rafforzarli.

patogenesi

La violazione del rapporto delle concentrazioni di estrogeno e progesterone nei tessuti delle ghiandole mammarie, specialmente se esposte a agenti dannosi esterni (meccanici, chimici, radiazioni), porta ad un aumento della proliferazione cellulare. L'epitelio, lo stroma del tessuto connettivo e i lipociti sono coinvolti nel processo, che determina il tipo di tumore che si sta formando. I cambiamenti neoplastici patologici nelle ghiandole mammarie possono essere nodulari (nella forma di un esteso tumore volumetrico) o diffusi (nella maggior parte delle forme di mastopatia). Con la crescita dei tumori benigni non c'è germinazione nel tessuto circostante.

classificazione

Nella pratica clinica, la classificazione istologica dei tumori benigni della mammella, che è stata sviluppata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1984, viene solitamente utilizzata. Prende in considerazione le caratteristiche della struttura cellulare e la crescita di una neoplasia. In base a questa classificazione, ci sono sei gruppi principali di tumori mammari:

  • Neoplasie epiteliali. Questo gruppo consiste di adenomi (capezzolo, tubulare, allattamento) e papilloma intraduttale (intraduttale).
  • Tumori misti Tali neoplasie sono formate sia dal tessuto epiteliale che da quello connettivo. Il gruppo comprende il fibroadenoma e il tumore fogliare (filfoidi).
  • Altri tipi di neoplasie. Oltre all'epitelio e allo stroma, il processo del tumore può colpire i tessuti molli, l'epidermide e il derma delle ghiandole mammarie. Allo stesso tempo si formano lipomi e neoplasie cutanee.
  • Tumori non classificati. Tale diagnosi viene stabilita nei casi in cui la struttura istologica della neoplasia non è definita, ma il processo volumetrico è benigno.
  • Formazioni simili al tumore. Le neoplasie volumetriche di questa categoria hanno una natura non proliferativa, risultante da ectasia, infiammazione, anomalie dello sviluppo (amartoma), ecc.
  • Displasia delle ghiandole mammarie La malattia è anche conosciuta come mastopatia (malattia fibrocistica). Il processo displastico può essere diffuso o nodale.

Sintomi di tumori benigni al seno

Nelle fasi iniziali della malattia può essere asintomatico. A volte anche tumori di dimensioni piuttosto grandi diventano un reperto casuale durante l'autoesame, vengono rilevati quando vengono esaminati da un mammologo o durante uno studio di screening (ecografia mammaria, mammografia). Tuttavia, più spesso, la crescita della neoplasia è accompagnata da dolore o altre spiacevoli sensazioni soggettive nel petto (bruciore, distensione, pesantezza). A seconda del tipo di neoplasma, la sindrome del dolore è periodica o costante. Di solito, il dolore sorge o aumenta nella seconda metà del ciclo mestruale e scompare completamente con l'inizio delle mestruazioni. Meno spesso, le sensazioni dolorose disturbano costantemente una donna. Il dolore può irradiarsi al capezzolo, all'ascella, al braccio o alla scapola sul lato corrispondente.

Per i tumori di grandi dimensioni, potrebbe esserci una leggera differenza visiva tra la dimensione del seno sano e quello colpito. Una donna di solito sente nel seno una formazione volumetrica di consistenza densa o elastica, di diversi gradi di mobilità e dolore, con una superficie liscia o irregolare. La dimensione di alcuni tipi di neoplasie dipende dal periodo del ciclo mensile. I tumori filofili, che raggiungono dimensioni gigantesche, possono essere determinati visivamente e causare deformità grossolane del contorno del seno. I cambiamenti della pelle sulla zona interessata (secchezza, assottigliamento) sono rari.

Nelle donne con mastopatia fibrocistica, neoplasie mammarie epiteliali o miste con crescita intraduttale (papillomi intraduttali, prolattinomi attivamente funzionanti, ectasia del dotto), la secrezione dal capezzolo può avvenire spontaneamente o con la pressione. Più spesso sono trasparenti, meno spesso - sierosi, torbidi-sierosi, verdastri, simili a colostro, siero o emorragico. Molto raramente, lo scarico ha un colore giallastro-verdastro, una consistenza spessa e sembra pus, anche se non ci sono segni di infiammazione sotto forma di arrossamento della pelle e febbre.

complicazioni

In presenza di una significativa sindrome del dolore, la principale conseguenza delle neoplasie mammarie benigne è una diminuzione della qualità della vita della donna. In alcuni pazienti, il sonno è disturbato, la capacità di lavoro diminuisce, si verificano disturbi emotivo-fobici sotto forma di pianto, suscettibilità, irritabilità, umore basso e neoplasia. Le neoplasie benigne non proliferative sono maligne in meno dell'1% dei casi. Con forme proliferative di mastopatia nodulare e forme rare di neoplasie, il rischio di neoplasie va dal 2 all'8% o anche più. Un tumore a forma di foglia, diagnosticato nello 0,3-1% dei casi di patologia delle ghiandole mammarie, è soggetto a rapida crescita, raggiungendo dimensioni gigantesche (fino a 20 centimetri o più) e un decorso maligno in ogni decimo paziente.

diagnostica

I dati di ispezione, la palpazione e una parte significativa dei sintomi soggettivi rilevati nelle lesioni mammarie sono aspecifici, possono verificarsi in processi benigni e maligni. Pertanto, il compito principale della fase diagnostica è escludere l'oncopatologia e determinare il tipo di neoplasia per la scelta di una strategia di trattamento adeguata. I seguenti metodi sono i più istruttivi durante la diagnostica:

  • Ultrasuono del seno. La sonografia consente di visualizzare la struttura dei tumori addominali e solidi, valutarne le dimensioni, la forma, determinare lo stato dei linfonodi regionali e, se necessario, eseguire una biopsia mirata. Durante l'USDG, vengono rilevati cambiamenti nel flusso sanguigno nelle navi che alimentano il tumore.
  • Radiografia delle ghiandole mammarie. Tenendo conto delle peculiarità della neoplasia, vengono eseguiti un sondaggio o una mammografia mirata, la duttografia, la pneumocistografia (se si sospetta una cisti al seno). I metodi a raggi X possono rilevare anche neoplasie non palpabili, per chiarirne la natura e la prevalenza.
  • Studi citologici Per determinare la natura della malattia e la struttura istologica del tumore, vengono utilizzate le secrezioni dei capezzoli, le impronte digitali e il tessuto mammario. La raccolta del materiale viene eseguita utilizzando la puntura di aspirazione o la biopsia del trapano, così come durante la resezione settoriale del seno.
  • Determinazione del livello dei marcatori tumorali. Uno dei metodi più accurati per la rilevazione di processi maligni che coinvolgono le cellule secernenti del tessuto alveolare e dei dotti. Il sangue viene più spesso esaminato per la glicoproteina ad alto peso molecolare CA 15-3, la cui concentrazione aumenta nel carcinoma mammario.

La diagnostica differenziale viene eseguita con mastodinia funzionale, ascesso e cancro al seno, osteocondrosi, malattie cardiache, disturbi neurologici e mentali. Secondo le indicazioni, i pazienti con processi neoplastici focali o diffusi sono prescritti CT, risonanza magnetica, radiometria, scintigrafia mammaria, mammografia con impedenza elettrica. Il piano generale di esame include solitamente la determinazione del livello di ormoni nel sangue, la consultazione di un ginecologo e, se necessario, l'esame di un endocrinologo, un gastroenterologo, un cardiologo, un neuropatologo, uno psichiatra.

Trattamento di tumori benigni della mammella

Scegliendo lo schema di trattamento conservativo, operativo e combinato, prendi in considerazione il tipo di educazione, le sue dimensioni e le caratteristiche di crescita. Il compito principale della terapia farmacologica è influenzare le cause della malattia e la patogenesi individuale, nonché la riduzione o l'eliminazione dei sintomi clinici. A tal fine, il paziente è stato prescritto:

  • Farmaci ormonali. La terapia ormonale è indicata solo per quelle forme di neoplasie che sono combinate con cambiamenti nei livelli ormonali (livelli elevati di estrogeni, FSH e LH, un eccesso o carenza di progestinici, ipoestrogenemia, iperprolattinemia). Sulla base dei dati sul tipo di tumore, vengono utilizzati estrogeni, agenti contenenti progesterone, modulatori selettivi dei recettori degli estrogeni, antiprolattine, inibitori degli ormoni ipofisari gonadotropici. La correzione dello sfondo ormonale è più efficace nel trattamento di formazioni voluminose di origine epiteliale.
  • Farmaci non ormonali. I farmaci antinfiammatori non steroidei, i sedativi (di solito di origine vegetale), piccole dosi di diuretici (quando si combinano dolore con edema della ghiandola mammaria) sono raccomandati per alleviare la sindrome del dolore pronunciata nel periodo postovulatorio. Efficace terapia vitaminica (in particolare le vitamine A ed E con effetto antiossidante), preparati di selenio che bloccano la crescita delle cellule tumorali nella fase G2 e inibiscono un numero di geni. Per migliorare il metabolismo degli steroidi nel fegato, vengono utilizzati epatoprotettori.

In alcuni casi, la nomina di terapia basale non ormonale e ormonale è preceduta da un'operazione. A causa dell'uso di moderni metodi diagnostici, le indicazioni per il trattamento chirurgico sono significativamente limitate, la maggior parte dei pazienti mostra un'osservazione dinamica. I fibroadenomi, i tumori a forma di foglia, i papillomi duttali, le formazioni nodulari con mastopatia focale proliferativa, le cisti grandi (da 20 mm) con proliferazione vengono solitamente rimosse. Tenendo conto della struttura istologica, delle dimensioni e della localizzazione, vengono eseguite enucleazione del tumore, rimozione della formazione cutanea o resezione settoriale del seno, seguita da esame istologico dei tessuti. In alcune forme di papilloma duttale, è possibile una scarica selettiva del condotto, le strutture circostanti della zona subareolare sono preservate, il che è particolarmente importante per i pazienti giovani. Le cisti possono essere sottoposte a scleroterapia.

La correzione della dieta e dello stile di vita gioca un ruolo importante nel complesso trattamento dei noduli mammari benigni. Se è stato rilevato un tumore nella ghiandola mammaria, è stato raccomandato di smettere di fumare e bere alcolici, dormire bene la notte (almeno 8 ore), attività fisica ed esclusione di situazioni stressanti. Nella dieta, è necessario limitare la quantità di carni grasse e carni affumicate che influenzano lo scambio di ormoni steroidei, così come sottaceti, cioccolato, cacao, tè forte, caffè, cola, ritenzione di liquidi e la sintesi di fibre del tessuto connettivo. La dieta deve essere integrata con frutta (in particolare agrumi), verdure (specialmente carotene), cereali e cibi ricchi di fibre. Durante il giorno, è necessario bere fino a 1,5-2 litri di acqua pura.

Prognosi e prevenzione

Con un adeguato, tempestivo trattamento iniziato, la prognosi è favorevole. La nomina della terapia di base consente di eliminare o ridurre i sintomi clinici e migliorare la qualità della vita del paziente. Il rischio di recidiva postoperatoria della maggior parte dei tumori (eccetto foglia) è minimo. La prevenzione primaria ha lo scopo di normalizzare gli stili di vita e l'attività sessuale, pianificare la gravidanza, evitare l'aborto, una ragionevole prescrizione di farmaci ormonali, una selezione competente di reggiseni. La prevenzione secondaria comporta l'autoesame delle ghiandole mammarie e controlli regolari presso il ginecologo e, dopo 35 anni, presso lo specialista del seno con ecografia mammaria o mammografia.