loader
Raccomandato

Principale

Sintomi

Cause, sintomi, fasi e trattamento del cancro al seno

Il cancro al seno è una degenerazione maligna e una crescita incontrollata delle cellule dell'epitelio mammario, una delle più pericolose e comuni malattie delle donne, raramente rilevata negli uomini.

Livelli elevati di morbilità nelle donne sono associati al ruolo di estrogeni, progesterone e altri ormoni nelle fasi dal menarca alla menopausa, alla gravidanza e allattamento. Il rischio di sviluppare oncologia non dipende dalle dimensioni del seno.

Sintomi del cancro al seno

Segni non specifici di cancro al seno, nel cui rilevamento è consigliabile non ritardare la terapia in ospedale per la consultazione:

Perdita di peso progressiva. Come determinare? La riduzione del peso continua, dopo più di tre mesi (attenzione: la dinamica della perdita di peso è individuale per ogni persona), sullo sfondo delle normali attività fisiche, senza l'uso di diete ipocaloriche.

Eruzione persistente e stabile, peeling sul petto.

Come determinare? Eruzioni allergiche, infettive, parassitarie o desquamazione, a differenza di eruzioni cutanee di eziologia poco chiara, sono caratterizzate da:

sviluppo dinamico di rash;

diversi stadi di eruzione cutanea (inizio, maturo, guarigione);

una diminuzione o viceversa un aumento del loro numero.

Cambia la forma del capezzolo. Norma solo durante l'allattamento, con l'allattamento al seno.

Aumento delle talpe nel petto. Dovrebbe essere avvisato quando rileva le talpe in crescita, in combinazione con le secrezioni dei capezzoli.

Dolore sotto l'ascella. Una delle ragioni per l'infiammazione del linfonodo, è consigliabile escludere la causa.

Quasi sempre, il cancro al seno è associato allo sviluppo di tenute nodulari, neoplasie. In effetti lo è. Tuttavia, alcune forme, accompagnate da sigilli nel petto, non sono oncologiche, sebbene alcune siano capaci di malignità (degenerazione maligna). Ci sono forme per molto tempo, che non manifestano neoplasie.

Mastite, mastopatia nodulare, diffusa, fibroadenomi in cui si forma un danno focale o diffuso al tessuto mammario, sono stati menzionati prima.

Altre patologie sono note, con danno alla ghiandola, diagnosticate anche in fasi e periodi diversi:

Durante il periodo dell'allattamento:

Galactocele o cisti lattea. Formata dopo il blocco del condotto del latte, come conseguenza della mastite acuta. La cisti accumula latte stagnante, forma un gonfiore simile alla gelatina (fluttuante).

Lesioni al seno. Morso di insetto, graffio o simile. Si manifesta nell'attaccamento sbagliato del bambino, l'infezione. Accompagnato da formazione di ematoma (livido).

In qualsiasi fase della vita, più spesso nella fascia di età più avanzata:

Lipoma o Wen. Tumore benigno del tessuto connettivo sottocutaneo. Caratterizzato da un basso rischio di malignità (trasformazione maligna).

Papilloma intraductal. Tumore benigno sotto forma di escrescenze dell'epitelio dei dotti lattiferi. Con i papillomi traumatizzanti, è possibile una scarica sanguinolenta dai capezzoli, con la palpazione del petto sentita sotto forma di piccole foche. Caratterizzato da un alto rischio di malignità.

Vedi i primi segni e altri sintomi del cancro al seno qui.

In questo articolo ci concentreremo sul metodo di autoesame del seno. Dovrebbe essere conosciuto e utilizzato dalle donne, in particolare quelle di età superiore ai 25 anni (gruppi a rischio ereditario), dopo 40-45 anni, tutte le femmine. La tecnica ha un alto valore diagnostico nella fase preclinica (pre-medica) del rilevamento della malattia.

Raccomandazioni per l'autoesame del seno

Le donne in età fertile trascorrono solo la prima settimana dopo la fine del ciclo mestruale. Studi simili durante la gravidanza, la menopausa, in qualsiasi momento.

La sequenza della procedura non è strettamente obbligatoria. Tuttavia, la conformità con le sue discipline, aumenta l'attenzione, riduce il rischio di mancare sintomi pericolosi. Ci sono due stadi diagnostici consecutivi: ispezione, palpazione.

I. Per ispezionare in posizione eretta, di fronte allo specchio, in due posizioni delle mani - in basso e in alto:

Mani in verticale verso il basso. Presta attenzione alle deviazioni visibili:

simmetria delle ghiandole, capezzoli del lato sinistro e destro (l'asimmetria è la norma durante l'allattamento);

deformità (escludere lipomi, mammoplastica non riuscita);

retrazione focale della pelle (uno dei segni del cancro);

desquamazione, cambiamenti nella struttura della pelle (escludere allergie, malattie della pelle);

ulcere, erosione, croste (escludere la guarigione di eruzioni cutanee primarie, ferite);

colore della pelle (escludere sfregamento, erisipela).

Mani in verticale. Prestare attenzione alle anomalie visibili sotto l'ascella quando il torace si solleva, e inoltre:

Esame dell'interno del reggiseno in tessuto. È necessario allarmare la bagnatura del tessuto di lino con macchie di vari colori, solitamente marrone, rosso o incolore, non associato a lattazione, appiccicoso, mucoso, consistenza acquosa, inodore, con un odore, anche puzzolente.

II. Sensazione (palpazione) del torace da tenere in piedi. Con una grande quantità di seno, inoltre, in posizione supina. Ci sono sei posizioni di palpazione del seno su un lato.

Descrizione della tecnica sull'esempio del seno destro:

Braccio destro dritto in basso. Il palmo della mano sinistra copre il seno destro, il capezzolo si appoggia al centro del palmo. L'accarezzamento circolare e la sensazione profonda, schiacciando il palmo della mano sinistra, aiutano a identificare i sigilli nel corpo esterno della ghiandola e la profondità del tessuto.

Braccio destro dritto verso l'alto. Il palmo della mano sinistra viene premuto contro la parete toracica dal basso, le punte delle dita toccano il suo lato esterno. La sensazione profonda viene eseguita premendo nel periodo di movimento dal basso verso l'alto, stringendo il palmo.

Braccio destro dritto in basso. La posizione del palmo della mano sinistra sulla parete superiore del torace. Spremere, accarezzare il palmo per escludere le foche, i nodi sotto la pelle del torace.

Braccio destro dritto in basso. Le dita della mano sinistra per sentire un petto smontare, per determinare la formazione all'interno, vagificazione, gonfiore, aumento, diminuzione della sensibilità al tatto, freddo, calore, dolore, scarico.

Braccio destro dritto in basso. Palmo della mano sinistra sotto l'ascella. Senti con le dita, il pollice fuori, il resto dall'interno. Per esaminare la condizione dei linfonodi della zona ascellare facendo scorrere le dita con i movimenti di compressione (normalmente, i linfonodi assiali o ascellari non vengono rilevati).

La posizione della mano destra è arbitraria. Le dita della mano sinistra in posizione sulla fossa sopraclavicolare destra. Per rilevare la sub clavicola e la zona sopraclavicolare attorno ad essa, al fine di determinare i linfonodi (normalmente succlavia, i nodi supraclavicolari non vengono rilevati).

Le indagini in posizione prona sono simili. La procedura di autoesame viene ripetuta dall'altra parte del corpo, poiché il cancro al seno può essere singolo e / o bilaterale. Sospettosi considerare eventuali neoplasie, foche, cambiamenti sulla pelle.

Le modifiche identificate sono valutate dai seguenti parametri:

forma, dimensioni del seno, capezzoli, areola;

la dimensione e la forma del pacchetto di linfonodi, foche, difetti, neoplasie;

la natura della superficie del tumore o linfonodo è liscia, ruvida;

la mobilità del tumore e / o dei linfonodi, cioè durante l'esame è possibile spostarsi dal luogo della localizzazione principale;

sensibilità, dolore al linfonodo o neoplasma al tatto, pizzicamento.

Riferirli al medico-mammologo che valuterà il valore diagnostico dei sintomi dal punto di vista del rischio di sviluppare oncologia. In precedenza, abbiamo fornito una descrizione clinica dei sigilli che si ritiene siano sintomi di cancro, tra cui: forme nodulari e diffuse (vedi qui).

I sospetti di preclinico e i risultati dell'esame clinico sono confermati da metodi di diagnostica strumentale e di laboratorio.

In precedenza è stato descritto in maggiore dettaglio sui sintomi rilevati dai metodi strumentali, il loro valore diagnostico (vedi qui), tra cui:

radiazione (mammografia, CT);

ultrasuoni e radiazioni magnetiche (ultrasuoni, risonanza magnetica).

Il principale svantaggio è la soggettività, che valuta i risultati della mammografia a raggi X e degli ultrasuoni, a seconda delle qualifiche dei medici. Risultati di qualità significativamente più elevati sulla TC - un tipo di esame a raggi X e risonanza magnetica - un tipo di radiazione magnetica.

Negli ultimi anni, l'alta efficienza della diagnostica delle fasi iniziali è stata riportata con metodi:

contrasto MSCT (tomografia computerizzata multispirale) - Immagine 3D, legame topografico del tumore alle strutture anatomiche, esame dell'intero corpo, che consente al medico di scegliere un programma di trattamento.

PET-CT (tomografia a emissione di positroni e tomografia computerizzata) - combina i vantaggi degli studi a raggi X con il legame topografico e l'identificazione della natura dei processi fisiopatologici all'interno e attorno al tumore.

Mammografia a raggi infrarossi - un metodo basato sull'aumentata sensibilità delle cellule tumorali, rispetto ai tessuti sani, ai raggi di penetrazione del calore, la costruzione, su questa base, di un'immagine tridimensionale della ghiandola mammaria con focolai di cellule. Viene riportata un'alta sensibilità del metodo, fino al 90% delle diagnosi corrette del primo stadio del cancro al seno.

I metodi hanno aumentato, rispetto ad altri metodi, il valore diagnostico. Non sono procedure dolorose, influenzano minimamente il corpo, i risultati di un'analisi oggettiva vengono presentati sotto forma di un'immagine tridimensionale, i risultati vengono eseguiti e rilasciati in breve tempo, registrati su qualsiasi supporto, incluso il computer.

Lo svantaggio è il costo relativamente alto dei sondaggi, anche all'estero, per l'accodamento di sondaggi gratuiti.

Differenziazione delle forme di cancro al seno a livello cellulare e tissutale. I metodi sono applicati:

ricerca citologica (cellule tumorali);

Studio istologico (sezioni ultrasottili di tessuto tumorale).

Campioni ottenuti mediante biopsia: asportazione in vivo di pezzi di tessuto mammario.

La determinazione delle caratteristiche microscopiche di un tumore è necessaria per stabilire:

forme di patologia (le forme di tumore al seno differiscono nell'aggressività della crescita);

tattiche (programmi) di misure terapeutiche (differiscono nella sensibilità agli effetti dei farmaci);

previsione del probabile esito della malattia (diversa probabilità di recidiva).

Identificazione dei sintomi mediante marcatori tumorali

I primi sintomi possono essere determinati molto prima delle manifestazioni cliniche della malattia usando metodi immunologici.

La definizione dei marcatori tumorali mediante PCR (polymerase chain reaction) è una tecnologia in vitro (in vitro) per aiutarli a trovare quelli complementari tra loro:

anticorpi - (frammento di DNA standardizzato della molecola del tumore al seno - marcatore tumorale, la sua designazione commerciale è CA 15-3);

antigeni - (le cellule tumorali native del tumore al seno circolano nel sangue di una persona malata, hanno i recettori di cattura per CA 15-3).

Come risultato della tecnologia PC, quando miscelati, nei pozzetti delle piastre dello strumento contenenti campioni (CA15-3 + sangue umano) sono possibili i seguenti risultati, confermando o eliminando la malattia:

Conferma oncologica Si forma un complesso del tipo "antigene-anticorpo".

L'eccezione è l'oncologia. Il complesso immunitario "antigene-anticorpo" non è formato.

I risultati sono facilmente leggibili utilizzando rilevatori incorporati nell'hardware del dispositivo.

Per mezzo della PCR, anche i marcatori tumorali tissutali della crescita tumorale sono isolati:

ER - recettore dell'estrogeno;

PR - recettore del progesterone;

HER 1 o HER 2 sono recettori per fattori di crescita di onkocell.

Il problema è che non tutte le forme di cancro sono disposte a obbedire alle leggi semplicistiche dell'immunologia - la complementarità dei recettori per specifici antigeni e anticorpi. Vi sono prove di risultati falsi positivi e falsi negativi. Le cellule tumorali combattono con successo il sistema immunitario di una persona malata, sopprimendola, indirizzando la risposta sulla strada sbagliata. Questa è l'astuzia della maggior parte delle forme di cancro.

Il cancro al seno è classificato secondo diversi principi. In questo testo non specificheremo la forma del cancro.

Le principali forme di patologia sono state descritte in precedenza:

Leggi di più qui. Questo non è un elenco esaustivo del cancro al seno.

È quasi impossibile determinare la forma esatta dell'oncologia dai sintomi clinici e dalla descrizione morfologica del tumore.

I sintomi caratteristici di vari tipi di oncologia si basano su una serie di studi approfonditi. Tuttavia, questo è al di fuori dello scopo di un articolo popolare nella serie di educazione sanitaria.

Cause del cancro al seno

I cambiamenti ormonali nel corpo sono parte integrante della fisiologia femminile. A partire dal menarca, il corpo viene ricostruito ogni mese. Dopo la fecondazione dell'uovo, il corpo della donna si adatta al portamento del feto, alla nascita, alla lattazione. L'effetto continua con la menopausa, la menopausa. Negli uomini, le funzioni fisiologiche sessuali, molto più facile.

Ogni secondo, le cellule del seno femminile sono sotto l'influenza di vari impulsi fisiologici che stimolano la rigenerazione attiva del tessuto connettivo adiposo, ghiandolare, del seno. Maggiore è il carico, maggiore è la probabilità di fallimento (mutazioni delle cellule cancerose).

Le cellule mammarie maschili sono certamente coinvolte nei processi metabolici, ma non sono sottoposte a significative pressioni sotto forma di raffiche ritmiche o aritmiche. Interruzione ormonale della sfera sessuale, per lo più caratteristica della menopausa maschile. Questo periodo, dopo cinquanta anni, coincide con il picco nell'incidenza del carcinoma mammario maschile. Tuttavia, anche in questo periodo, il livello di oncologia maschile non è superiore all'uno per cento della oncologia simile dell'altro sesso.

Le cause più significative del cancro al seno, specialmente nelle donne, sono fattori interni ed esterni che influenzano la natura patologica.

Riassumendo le cause note del cancro al seno (vedi qui), formuliamo principi per la prevenzione dell'oncologia mammaria.

aumento dell'onconscio in gruppi di rischio oncogenico (predisposizione genetica al cancro, malattie ormonali, altri);

auto-esame regolare del seno per le donne dopo 25 anni (gruppi a rischio);

screening dopo 40 anni, nelle donne, indipendentemente dalla natura dei rischi, l'esame minimo raccomandato (mammografia, determinazione dei livelli di estrogeni, rilevamento dei markers tumorali).

rispetto per il seno (protezione dagli infortuni, indossare regolarmente reggiseni confortevoli, attitudine positiva all'allattamento al seno);

rinunciare a cattive abitudini che sono considerate cause di cancro (fumo, alcool);

armonizzazione delle relazioni sessuali in coppie stabili;

riducendo il rischio di influenza negativa dei fattori ambientali sul corpo, in particolare l'esposizione alle radiazioni ultraviolette, la luce solare, nei lettini abbronzanti.

Fasi del cancro al seno

Stadi di cancro descritti in precedenza, adottati in medicina ufficiale, utilizzando denominazioni alfabetiche e numeriche delle fasi del cancro. In questa pubblicazione ci concentreremo su una descrizione semplificata delle fasi, basata sui sintomi clinici del paziente, sulla descrizione della clinica tumorale.

Cancro al seno in stadio 1

Nel determinare le fasi iniziali della malattia, sorgono difficoltà associate alle dimensioni ridotte del tumore (fino a 20 mm). Il tumore è difficile da brancolare nel petto di grandi dimensioni. I sigilli della forma transizionale, carcinoma in situ, vicino al primo stadio possono essere facilmente confusi con malattie di eziologia non oncologica o non definiti affatto.

Questa fase è considerata iniziale: non invasiva. L'opinione si basa sul fatto che la carcinogenesi visibile non si estende oltre il petto. I linfonodi regionali dell'area del torace del corpo sono in uno stato normale, cioè non possono essere percepiti.

I cambiamenti patologici a livello sub-clinico, caratteristici del primo stadio dell'oncologia, possono essere determinati esclusivamente con moderni metodi diagnostici. Il sondaggio completo più informativo, che include diversi metodi complementari durante il sondaggio di screening.

Stadio del cancro al seno 2

La dimensione del tumore non aumenta notevolmente rispetto al primo stadio della malattia. È generalmente accettato considerare la dimensione della neoplasia di secondo stadio nel range di 20-50 mm.

Una caratteristica di questo stadio è il sondaggio di uno o due linfonodi nelle aree ascellari (ascellari), sopraclaveari e altre vicino al petto. Normalmente, i linfonodi sentinella del seno non sono palpabili.

L'autodiagnosi diventa un metodo più importante per individuare i segni della malattia. Al fine di aumentare l'efficienza dell'esame, presteremo attenzione ai segni di danno ai linfonodi, che sono disponibili durante un esame indipendente della mammella.

Segni di danno linfonodale:

Pain. Di solito, nella zona ascellare (ascellare), questo è il segno più precoce possibile.

Iperplasia. Linfonodi ingrossati a palpabile sulla superficie della pelle;

Linfoadenite. Infiammazione dei linfonodi.

I nomi dei pacchetti di linfonodi sentinella situati vicino al seno, entrano nel sistema di vasi linfatici che scorrono dalla ghiandola mammaria.

Indipendentemente, la loro posizione è facilmente determinata dal nome dei famosi punti di riferimento anatomici:

ascellare (ascellare), di solito colpito prima, e oltre;

okolorudinnye (praasternalnye) - il centro del torace in una depressione tra le ghiandole.

Il metodo più comune per rilevare l'oncologia nei linfonodi è una biopsia allo scopo di studiare sotto un materiale patologico da microscopio.

Stadio del cancro al seno 3

La dimensione del tumore raggiunge un diametro superiore a 50 mm.

Una caratteristica caratteristica è la definizione dei linfonodi delle zone ascellari e clavicolari sotto forma di pacchetti (gruppi). Al tocco ricorda un grappolo di bacche piccole o medie. Possibile danneggiamento dei linfonodi della zona parasternale, senza danni ai nodi in altre aree.

In questa fase, la probabilità di metastasi a distanza aumenta in modo significativo. La più alta probabilità di metastasi a distanza è localizzata nelle strutture ossee. La probabilità di metastasi ossee è fino al 90%. Le metastasi nelle ossa, secondo gli ultimi dati scientifici, possono essere rilevate anche nella prima fase della malattia. Tuttavia, non supera il 5% nel rilevamento della malattia nel primo stadio.

Stadio del cancro al seno 4

Accompagnato da sintomi clinici moderati e gravi, localizzati nel petto (ulcere, erosione, crosta), manifestati segni di danno alle ossa (dolori, dolore). Gli indicatori clinici del corpo, la salute del paziente, in assenza di un effetto terapeutico, sono in costante regressione.

Durante questo periodo, la dimensione del tumore non ha importanza. I linfonodi si fanno sentire con borse da due lati, che possono interessare gruppi distanti di linfonodi. Caratterizzato da più metastasi a livello osseo e epatico.

Diagnosi del cancro al seno

Sono offerti vari programmi di diagnostica. Uno di questi include esami fisici, inclusi esami di screening e di follow-up. Quando si identificano i segni di oncologia, sono differenziati. L'ultima fase della diagnosi è la consulenza specializzata. (Per i dettagli, vedi qui).

Inoltre, elencheremo i metodi di ricerca standard utilizzati nella pratica clinica per la diagnosi del cancro al seno, vale a dire:

registrazione primaria del paziente, raccolta dell'anamnesi di vita e malattia, metodi tradizionali di esame (esame, palpazione, percussione, auscultazione, termometria);

Esame a raggi X (mammografia e radiografia degli organi del torace);

Ultrasuoni al seno in varie modificazioni con esame aggiuntivo (fegato);

Scintigrafia - un metodo di diagnosi visiva di radioisotopi di metastasi ossee, è noto utilizzare la tecnica per altri scopi medici;

Altri metodi diagnostici sono prescritti secondo le indicazioni, tenendo conto delle capacità tecniche dell'istituto medico. Gli studi di laboratorio sui fluidi biologici (sangue intero, stabilizzato, siero, altro) per gli indicatori morfologici, biochimici e di altro tipo sono di natura ausiliaria, principalmente per chiarire la condizione del corpo del paziente.

Trattamento del cancro al seno

Il trattamento più promettente sono le prime fasi della malattia. Durante questo periodo, è possibile prevedere un recupero completo.

La probabilità di metastasi e il ritorno della malattia è possibile nelle fasi successive:

Trattamento chirurgico sotto forma di resezione totale, parziale con possibilità di plastica del seno.

Chemioterapia - adiuvante (potenziato) e non adiuvante.

I primi segni di cancro al seno: cause, tipi di tumori, diagnosi, trattamento e prevenzione

Un tumore al seno maligno si verifica in ogni 10 donne. L'oncologia è caratterizzata dalla tendenza a metastatizzare e alla crescita aggressiva. Il cancro al seno ha un numero di sintomi simili alle altre malattie della mammella nelle donne. Per questo motivo, ai primi sintomi di disturbo dovrebbe contattare immediatamente uno specialista qualificato.

Cos'è il cancro al seno?

Un tumore maligno della ghiandola mammaria è la crescita incontrollata delle cellule epiteliali. L'oncologia di questo tipo si sviluppa principalmente nelle donne, ma a volte si verifica anche nella popolazione maschile. Una neoplasia maligna nel seno è una delle oncologie più pericolose. La mortalità per l'incidenza del cancro di questa specie è del 50%. La principale causa di morte è l'abbandono della malattia. Se il tumore al seno viene diagnosticato allo stadio 1 o 2, allora un tasso di sopravvivenza molto alto dopo il trattamento e i risultati a lungo termine sono sicuri.

sintomi

Spesso, le manifestazioni precancerose sono visibili sul petto. Peeling di gonfiore della pelle, dolore al capezzolo non sono solo disturbi ormonali, ma anche sintomi di infezioni, cisti o mastopatia. Tutte queste patologie sono manifestazioni di una condizione precancerosa. I sintomi del cancro al seno, in cui si dovrebbe consultare immediatamente un medico:

  1. Scarica dai capezzoli. Osservato in tutte le fasi del tumore al seno. Il liquido ha un colore giallo-verde o un colore chiaro. Dopo un po ', sul petto si formano arrossamenti della pelle del capezzolo, ulcere, macchie e ferite sull'aureola.
  2. Rigidità al petto. Possono essere facilmente rilevati in modo indipendente.
  3. Deformazione dell'apparenza. Quando il tumore si trasforma in tessuti più densi delle ghiandole mammarie e la comparsa di metastasi, la struttura del seno cambia (specialmente nel caso di forma edematosa o di carcinoma del carapace). La pelle sopra il focolare diventa di colore viola, si forma la pelatura e si formano delle fossette a buccia d'arancia.
  4. Planarità, allungamento del torace. Un capezzolo incavato o rugoso viene trascinato nella ghiandola.
  5. Linfonodi ingrossati. Quando sollevate le braccia sotto le ascelle, sorgono sensazioni dolorose.

Primi segni

Nella fase iniziale della malattia, il quadro clinico è quasi sempre asintomatico. Più spesso assomiglia a diversi tipi di mastopatia. L'unica differenza è che con un tumore benigno i sigilli sono dolorosi, ma con l'oncologia non lo è. Secondo le statistiche, il 70% delle donne con diagnosi di cancro, in primo luogo ha determinato la presenza di un nodulo al petto, che è facilmente palpabile. La ragione per andare dal medico è il dolore al petto, anche piccolo. Il primo segno di cancro è un nodulo al petto, che non scompare dopo le mestruazioni.

motivi

Il principale fattore nella comparsa del cancro è un cambiamento nei livelli ormonali. Le cellule dei dotti delle ghiandole mammarie mutano, acquisendo le proprietà dei tumori del cancro. I ricercatori hanno analizzato migliaia di pazienti con questa malattia e hanno trovato i seguenti fattori che contribuiscono al rischio di patologia:

  • genere femminile;
  • ereditarietà;
  • assenza di gravidanza o la sua insorgenza dopo 35 anni;
  • neoplasie maligne in altri organi e tessuti;
  • esposizione alle radiazioni;
  • la presenza di mestruazioni per più di 40 anni (aumento dell'attività estrogenica);
  • donne alte;
  • abuso di alcol;
  • il fumo;
  • bassa attività fisica;
  • terapia ormonale ad alte dosi;
  • obesità dopo la menopausa.

palcoscenico

I primi sintomi di cancro al seno che una donna può notare nella fase 1 o 2 della malattia. La fase zero (iniziale) non è invasiva, quindi il carcinoma potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Di norma, una donna scopre il cancro per la prima volta durante un esame. Il tumore primitivo può anche essere riconosciuto dalla palpazione. Nella seconda fase del cancro, la dimensione del tumore raggiunge già i 5 cm, i linfonodi sono ingranditi sopra le clavicole, vicino allo sterno e sotto le ascelle.

Il terzo grado di oncologia mammaria è caratterizzato da un aumento della temperatura corporea, dall'assunzione di pelle e / o capezzolo nei luoghi in cui si trova il carcinoma, il tumore inizia a crescere sui tessuti circostanti, colpisce i linfonodi. Alto rischio di rilevazione di metastasi nei polmoni, nel fegato, nel torace. Nella quarta fase di oncologia mammaria, gli organi interni e le ossa sono colpiti, e il tumore canceroso si diffonde all'intera ghiandola (il cancro di Paget). Questo grado è caratterizzato dalla presenza di metastasi. La malattia non è quasi curabile, quindi la probabilità di morte è molto alta.

L'oncologia mammaria è classificata per tipo:

  1. Duttale. Caratterizzato dal fatto che le strutture cellulari non vengono trasferite al tessuto mammario sano.
  2. Lobulare. La localizzazione del tumore si trova nei lobuli della ghiandola mammaria.
  3. Midollare. Ha un aumento accelerato della dimensione del tumore, inizia rapidamente e dà metastasi.
  4. Tubolare. L'origine delle cellule maligne si verifica nel tessuto epiteliale e la crescita è diretta al tessuto adiposo.
  5. Infiammatorie. È molto raro La malattia infiammatoria è aggressiva, la diagnosi è difficile, perché ha tutti i segni della mastite.

Il tumore al seno è trattato

Nella fase zero, il trattamento del cancro al seno porta al recupero del 100%. Nei periodi successivi, ci sono raramente casi di guarigione, la domanda riguarda principalmente il prolungamento della vita. Dopo la scoperta del cancro nel tessuto mammario, i medici si affidano a un tasso di sopravvivenza a cinque anni del paziente. Queste sono statistiche medie. Ci sono molti casi in cui, dopo il trattamento, una donna ha vissuto per 20 anni o più, dimenticandosi della terribile diagnosi. Va ricordato, prima la diagnosi di cancro, migliore è la prognosi.

I primi segni di cancro al seno nelle donne

Ogni anno aumenta il numero di donne in cui viene rilevato il cancro al seno. Bene, quando è successo in una fase iniziale. Ma nella maggior parte dei casi, le donne non hanno fretta di contattare uno specialista e ignorare i primi sintomi. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei casi si verifica nella terza fase. Al fine di proteggersi al massimo dall'ulteriore sviluppo della malattia, ogni donna ha bisogno di sapere quali sono i primi segni di cancro al seno.

Primi segni

I primi segni di cancro al seno

Come accennato in precedenza, ogni donna dovrebbe essere consapevole di quali siano i primi sintomi di sviluppo del cancro al seno. Certo, non sempre la conoscenza porta un risultato positivo. Molto spesso, una donna è spaventata da ciò che sta accadendo con il suo corpo, si chiude dagli altri ed è completamente immersa nel proprio problema o, al contrario, la ignora erroneamente.

In ogni caso, coloro che hanno familiarità con i principali segni di cancro sono più preparati e più sicuri.

Quindi, i principali segni di cancro al seno includono:

  • Istruzione nella ghiandola mammaria, che è facilmente rilevabile, soprattutto nella posizione prona. Molto spesso, una donna si accorge di un nuovo sigillo che appare nel momento in cui si bagna sotto la doccia. A volte le sue dimensioni possono essere così piccole e minuscole che non penserà nemmeno che questa sia la fase iniziale del cancro.
  • Apparve l'educazione indolore. Raramente, il tumore dà fastidio alla donna, motivo per cui è così difficile da riconoscere
  • Cambiando la forma del seno. Questo accade se la formazione aumenta e si trova relativamente poco profonda. In questo caso, il torace può cambiare forma, diventare asimmetrico, una certa palla sarà visibile.
  • La pelle del torace può essere aspirata, il che indica direttamente l'insorgenza della malattia.
  • Aspirazione del capezzolo

Sensazioni spiacevoli al petto, cioè nella parte dove ci sono le cellule tumorali. Di solito, il cancro si trova solo in una delle due ghiandole mammarie, motivo per cui il disagio si avverte direttamente in quello in cui è comparsa la neoplasia

  • Cambiamenti al capezzolo. Molto spesso, comincia a gonfiarsi, diventa più denso. E spesso, ed è disegnato nel petto stesso. Questo di solito accade quando il tumore si trova vicino al capezzolo.
  • Scarica dai capezzoli. Uno dei sintomi evidenti che quasi ogni donna nota è una peculiare scarica del capezzolo. E se ci sono poche di queste secrezioni nella norma, allora se una donna ha il cancro, sarà intensa ea volte con le impurità del sangue.
  • I linfonodi sotto l'ascella sono ingranditi e tutti i nodi di questo gruppo aumentano, si sentono come un grappolo d'uva
  • Nel caso in cui il tumore è grande, ci saranno tali segni:

    • Lieve gonfiore del tumore, specialmente se si preme il petto contro il torace
    • Se si ritarda il capezzolo, il tumore risultante cambierà la sua posizione
    • La pelle attorno al capezzolo si ispessisce

    Nonostante i primi segni di cancro al seno siano abbastanza brillanti e comprensibili, solo un piccolo numero di donne nella splendida metà dell'umanità attribuisce importanza a loro.

    Forme di cancro e sintomi

    I segni del cancro al seno nelle donne sono quasi gli stessi. E quale forma si trova, in linea di principio, non svolge un ruolo speciale. Ma per quanto riguarda i sintomi, possono differire leggermente con diverse forme di cancro.

    È consuetudine individuare le seguenti forme di cancro al seno nelle donne:

    • Edematosa. In questo caso, vi è un significativo ispessimento e ispessimento di quasi tutto il tessuto mammario. Inoltre, è possibile la formazione di embolia. Questa forma di cancro si sta sviluppando così velocemente che una donna non ha nemmeno il tempo di capire cosa sta succedendo. Di solito, questo tipo di tumore si verifica nelle ragazze giovani, soprattutto durante l'allattamento. Ecco perché i primi sintomi del cancro, come la presenza di un piccolo sigillo, possono essere percepiti come un blocco del dotto lattiginoso, che è molto caratteristico durante il periodo di alimentazione. Nel momento in cui il tumore inizia a crescere, la pelle diventa rossa e nell'ascella i linfonodi aumentano. L'immagine è piuttosto sgradevole, inoltre, questa forma è difficile da ignorare.
    • Rozhistopodobny. Nella maggior parte delle donne, con questa forma di cancro, la temperatura corporea aumenta e ai valori critici (fino a 39-40 gradi). Scende, ma non per molto, poiché il processo infiammatorio è in corso. La caratteristica principale e il sintomo caratteristico della manifestazione di questa forma sono un forte arrossamento del seno stesso, e talvolta l'area vicina. Tale rossore dal lato può assomigliare a una fiamma, a causa del fatto che i bordi del rossore sono irregolari e hanno una forma specifica. Se parliamo di altri sintomi, il tumore cresce molto velocemente, ma a causa dell'edema e del rossore, è difficile sentirsi da soli. Molto spesso, arrossamento e gonfiore, nonostante il fatto che raggiungano una taglia grande, non causano alcun disagio, e non c'è dolore quando si sente
    • Mastitopodobny. Questa forma di cancro si riscontra prevalentemente nelle giovani donne, soprattutto durante il periodo di gestazione e l'allattamento al seno. È molto facile riconoscere i suoi sintomi, tuttavia, la cosa principale è non confondere con il ristagno del latte. Quindi, con una forma di cancro simile alla mastite, una donna può aumentare bruscamente di temperatura, ed è molto difficile buttarla giù, nel luogo in cui si è formato il tumore, l'area della pelle aumenta notevolmente e diventa densa, c'è un forte rossore, gonfiore. A volte l'intero petto, così come l'area adiacente ad esso, diventa denso. Per quanto riguarda i linfonodi, aumentano non solo nella regione ascellare, poiché con questa forma la metastasi inizia molto rapidamente
    • Pedzheta, o come è più chiaro, cancro al capezzolo. È questa forma di cancro che è considerata la più accettabile e favorevole, dal momento che le cellule tumorali sono solo in una zona. I sintomi di questo tumore sono molto simili a quelli di una malattia dermatologica, motivo per cui questa forma è spesso mancata. I sintomi principali in questo caso saranno la secrezione del capezzolo e l'aspetto dell'eczema. Quando esaminate da un medico, le croste formate possono essere percepite come la norma a causa del fatto che una piccola quantità di scarico può essere in una donna sana. Nel caso in cui il tumore venga avviato e non sia stato riconosciuto in una fase precoce, un'ulcera si forma gradualmente nella sede del capezzolo, che sanguinerà
    • Nascosto. Questa è la forma più pericolosa di cancro, in quanto può essere facilmente confusa con la linfoadenite. Questo perché i primi segni di cancro al seno latente nelle donne sono i linfonodi ingranditi, che possono facilmente verificarsi per altri motivi. Il tumore non è rilevabile e anche uno specialista esperto lo può notare molto raramente.

    Le forme di cancro al seno nelle donne sono molte, ma vale la pena ricordare la cosa principale che, nonostante l'abbondanza di vari sintomi, la più importante sarà l'infiammazione dei linfonodi nella regione ascellare. In una donna, non possono solo diventare infiammati, e la prima cosa a cui devi pensare è il seno. È da qui, dall'organo più vicino, che la minaccia principale emana, con la scoperta precoce di cui è possibile salvare non solo il petto, ma anche vivere molti più anni di vita normale e appagante.

    diagnostica

    Nel caso in cui una donna abbia scoperto almeno uno dei segni del cancro al seno, dovrebbe essere immediatamente esaminata.

    Non tutte le donne possono completare un esame completo in modo tempestivo, in quanto è obbligatorio solo per operatori sanitari, insegnanti e lavoratori della scuola materna. Per questo motivo ogni anno è necessario visitare un mammologo per scopi preventivi, in quanto scienziati e medici hanno dimostrato che un anno è solo il periodo di tempo durante il quale il cancro può apparire, ma non si sviluppa molto e non dà metastasi.

    Quali procedure deve essere sottoposta a una donna quando rilevano i primi segni di cancro al seno:

    • In primo luogo, è di visitare un mammologo, che condurrà un esame completo delle ghiandole mammarie.
    • In secondo luogo, per fare un'ecografia, che sarà visibile aree scure, indicando la presenza di tumori
    • Terzo, mammografia. La mammografia è una procedura dopo la quale è possibile trarre conclusioni precise sulla presenza o meno di un tumore, a quale stadio della malattia, se vi sia o meno metastasi
    • In quarto luogo, biopsia tessutale
    • Quinto. RM e TC
    • In sesto luogo, donare il sangue per i marcatori tumorali

    Nel caso in cui una donna si rivolge a un medico subito dopo aver notato i cambiamenti sul suo petto, allora tutto può essere risolto, la cosa principale è non farsi prendere dal panico e rispettare rigorosamente tutti i requisiti dei medici.

    Molto spesso, le donne che ignorano i sintomi del cancro al seno, si rivolgono agli specialisti già quando nulla può essere corretto e l'obiettivo principale dei medici è quello di mantenere le funzioni vitali e prolungare la vita del paziente per un anno o due.

    Non per niente oggi c'è una propaganda che le donne hanno bisogno di essere esaminate ogni anno allo scopo di diagnosticare precocemente il cancro al seno. Ogni anno sempre più donne muoiono a causa di questa malattia, e se prima si trovava principalmente in persone che avevano superato i 40 anni, ora alle giovani ragazze viene diagnosticata una terribile diagnosi.

    Cancro al seno

    Il tumore al seno è il tumore maligno più frequentemente osservato in una o entrambe le ghiandole mammarie, caratterizzato da una crescita piuttosto aggressiva e dalla tendenza a metastasi attive. Nella stragrande maggioranza dei casi, il cancro al seno colpisce le donne, ma molto raramente può svilupparsi negli uomini. Le statistiche degli ultimi anni su questo tumore suggeriscono che ogni ottava donna soffre di questo tumore maligno.

    Cause del cancro al seno

    La maggior parte dei ricercatori di questa malattia ritiene che oggi siano in grado di identificare le cause esatte del cancro al seno. È già stato dimostrato quasi inequivocabilmente che il rischio di sviluppare questo tumore estremamente pericoloso è notevolmente aumentato a causa dell'influenza dei seguenti fattori di rischio:

    - La predisposizione ereditaria gioca, forse, uno dei ruoli principali nel possibile sviluppo del cancro al seno. È già stato dimostrato con precisione che se al rapporto di sangue più stretto di una donna (sorella, madre) viene diagnosticato un cancro al seno, il rischio di sviluppare questo tumore in lei è triplicato. Ciò è spiegato dal fatto che i parenti di sangue sono molto spesso portatori di determinati geni (BRCA1, BRCA2), che sono responsabili dello sviluppo del cancro al seno. Tuttavia, anche l'assenza di questi geni non significa che questa oncologia non si svilupperà. Secondo le statistiche, solo l'1% delle donne con carcinoma mammario ha geni predisposti per i dati.

    cancro al seno - la frequenza di insorgenza in base all'età

    - Alcune delle caratteristiche individuali del sistema riproduttivo femminile possono anche causare un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno. Tali caratteristiche includono: mancanza di parto, gravidanza o allattamento durante tutta la vita; gravidanza in ritardo dopo 30 anni; insorgenza tardiva della menopausa (di solito dopo 55 anni), prima dell'inizio del periodo mestruale (fino a 12 anni)

    - Anche l'indubbio fattore di rischio è la cosiddetta "storia personale del cancro al seno". Questo concetto significa che se una donna in passato è già stata diagnosticata e successivamente curato questo tumore maligno, il rischio di sviluppare il suo secondo seno è significativamente aumentato

    - Aumentare il rischio di sviluppo di questa oncologia e di malattie come il fibroadenoma (un tumore benigno della mammella che si sviluppa da denso tessuto fibroso) e la mastopatia fibrocistica (manifestata dalla crescita del tessuto connettivo nella ghiandola mammaria, con la formazione di cisti in esso con fluido)

    - Se i farmaci ormonali vengono assunti per più di tre anni dopo la postmenopausa, aumenta anche il rischio di sviluppare il cancro al seno.

    - L'uso di contraccettivi (contraccettivi orali) aumenta di solito il rischio di sviluppare questo tumore maligno. Tuttavia, il rischio è leggermente più alto per le donne che assumono sistematicamente i contraccettivi dopo i 35 anni di età, oltre a prenderli continuamente per più di dieci anni.

    - Radiazione penetrante. La radioterapia (irradiazione terapeutica dei tumori maligni) e il fatto di vivere in aree con aumentata radiazione nei prossimi 20-30 anni aumentano significativamente il rischio di sviluppare il cancro al seno. Anche in questa categoria può essere attribuito al frequente esame a raggi X del torace con tubercolosi e / o malattie polmonari infiammatorie.

    - Inoltre, lo sviluppo di questo tumore maligno può portare a tali comorbidità come: diabete, obesità, ipertensione, ipotiroidismo, ecc.

    A causa del fatto che la maggior parte dei suddetti fattori di stimolazione non può essere eliminata, e anche perché il cancro al seno si sviluppa spesso nelle donne la cui storia non osserva nessuno dei noti fattori di rischio, è necessario cercare di minimizzare il rischio di sviluppare questa oncologia. controllando e combattendo fattori predisponenti già noti.

    Probabilmente una delle malattie precancerose più pericolose è la mastopatia fibrocistica. Non molto tempo fa, gli scienziati russi hanno sviluppato uno iodio naturale contenente iodio naturale, derivato da alghe marine, per combattere efficacemente questo precancro. La sua principale differenza qualitativa dai farmaci ormonali è l'assenza di effetti collaterali tossici e di altro tipo. Questo farmaco può essere usato sia come uno dei componenti della terapia complessa, sia come medicinale separato. Mamoklam riduce significativamente i sintomi dolorosi della mastopatia fibrocistica e serve come prevenzione di alta qualità del cancro al seno.

    Sintomi del cancro al seno

    I sintomi del cancro al seno possono essere molto diversi, il che dipende direttamente dal grado di diffusione, dimensione e forma (più spesso forme nodulari e diffuse) del cancro.

    La forma nodulare è caratterizzata dalla formazione di un nodulo denso, con un diametro da 0,5 a 5 cm o più (tutti i segni che verranno elencati di seguito sono anche caratteristici di questa forma).

    La forma diffusa, a sua volta, è suddivisa in forme armate, erisipelatose e simili alla mastite (pseudoinfiammatorie). Tutte queste forme sono estremamente aggressive, crescono quasi alla velocità della luce, non hanno confini chiari, come se "si diffondessero" attraverso i tessuti del seno e della pelle.

    L'erisipela e le forme simili alla mastite sono caratterizzate dalla presenza di una reazione infiammatoria: la pelle del seno è rosso vivo, la ghiandola mammaria è dolorosa e la temperatura corporea sale spesso a 39 ° C. È a causa della presenza di questi sintomi che si verificano spesso errori diagnostici e i pazienti iniziano a essere trattati per le malattie infiammatorie di cui sono carenti, il cui nome è dato a queste forme di cancro al seno.

    Il tumore bronchiale del seno è caratterizzato dalla diffusione di un tumore maligno nel seno sotto forma di una sorta di "crosta", che porta a una contrazione delle dimensioni e delle dimensioni del seno colpito.

    Il cancro al seno può talvolta manifestarsi come metastasi nei linfonodi sul lato interessato. In questo caso, il tumore stesso non può essere rilevato, quindi in questo caso parlano del cosiddetto "tumore al seno nascosto".

    Con tumori al seno insignificanti, non si verificano sintomi. In una ghiandola mammaria di piccole dimensioni, le donne più attente possono rilevare un nodulo tumorale durante l'auto-esame, mentre se la ghiandola è abbastanza grande, questo è praticamente impossibile da fare. Se il nodulo è mobile, piatto, rotondo, doloroso quando viene premuto, è molto probabilmente un tumore benigno. Considerando che i segni di una malignità di un tumore al seno sono i seguenti: il nodo che appare al tatto è leggermente spostato o completamente immobile, la sua dimensione può essere abbastanza significativa (da tre a quindici o più centimetri), solitamente indolore, ha una superficie irregolare ed è spessa come una pietra per consistenza.

    In un processo maligno, la pelle sopra un tumore può subire i seguenti cambiamenti distintivi: la pelle viene aspirata, si riunisce in rughe o pieghe, un sintomo di "scorza di limone" può essere osservato (gonfiore locale della pelle è presente sopra il tumore). In alcuni casi, può verificarsi una germinazione diretta della superficie cutanea da parte di una neoplasia, che porta al suo colore rosso vivo e alla crescita sotto forma di "cavolfiore".

    In presenza di questi segni, è necessario valutare lo stato attuale dei linfonodi ascellari. Se sono indolori, mobili e leggermente aumentati, non preoccuparti. Ma nel caso in cui i nodi si sentono sotto forma di densi, grandi, a volte in fusione tra loro - questo parla in modo eloquente della loro sconfitta per metastasi.

    In alcuni casi, il gonfiore del braccio può svilupparsi sul lato del tumore. Questo è un brutto segno, che indica che lo stadio del cancro al seno è andato molto lontano, le metastasi sono penetrate nei linfonodi ascellari e bloccato il deflusso del liquido linfatico e del sangue dall'arto superiore.

    Per riassumere quanto sopra, qui sotto elenchiamo i principali segni di cancro al seno:

    - Qualsiasi cambiamento visibile visivamente nei contorni originali del seno: un aumento delle dimensioni di una delle ghiandole mammarie, retrazione o cambiamento di posizione del capezzolo, retrazione di qualsiasi parte del seno

    - Qualsiasi cambiamento nella pelle nella zona del seno: l'aspetto di una piccola ferita nell'area dell'areola o del capezzolo; ingiallimento, blu o arrossamento di qualsiasi parte della pelle; avvizzimento e / o ispessimento di una zona limitata della pelle del seno ("scorza di limone")

    - L'aspetto in ogni parte della ghiandola denso quasi immobile nodulo

    - Un aumento dei linfonodi ascellari, che può causare sensazioni dolorose durante la palpazione

    - Quando si preme può essere osservato chiaro o mescolato con la perdita di sangue dal capezzolo

    - Il cancro al seno spesso copia i sintomi di altre malattie delle ghiandole mammarie. Esempi includono erisipela (malattia infiammatoria della pelle con dolorabilità e arrossamento del seno), o mastite (lesione infiammatoria del seno, con dolore, febbre e arrossamento della pelle del seno)

    Nelle prime fasi dello sviluppo, il tumore al seno è spesso asintomatico, pertanto, per identificare la malattia nelle prime fasi dello sviluppo, si dovrebbe visitare regolarmente lo specialista del seno. Inoltre, per la diagnosi precoce dei cambiamenti patologici nel seno, tutte le donne dovrebbero usare regolarmente la pratica standard di autoesame del seno.

    Autoesame al seno

    L'auto-esame regolare dovrebbe essere effettuato allo scopo di una diagnosi precoce di tumori patologici. Più spesso vengono esaminate le ghiandole mammarie, prima sarà possibile notare la comparsa di cambiamenti in esse.

    Lo stesso metodo di autoesame del seno è il seguente:

    - Prima di tutto, è necessario valutare la presenza di cambiamenti visivi. Per farlo, stai di fronte a uno specchio e, usando il riflesso, confronta la simmetria delle dimensioni delle ghiandole mammarie, il colore della loro pelle, le dimensioni, il colore e i contorni dei capezzoli

    - Dopo questo, è necessario effettuare la palpazione (palpazione), che consiste nell'alternare due mani su ciascun lato dall'alto verso il basso di entrambe le ghiandole mammarie. Inoltre, un'attenzione particolare deve essere rivolta alle ascelle e più precisamente ai linfonodi ascellari situati in queste aree.

    L'auto-esame dovrebbe essere effettuato almeno una volta al mese. Nel caso della scoperta dei minimi cambiamenti incomprensibili - coinvolgendo la pelle, i noduli, i tumori e i dolori, è necessario non ritardare la consultazione di un medico qualificato.

    corretta autoesame del seno

    Esame del seno

    Se viene rilevato un tumore nel seno, il compito principale è eseguire una mammografia (esame radiografico del seno). Come metodo diagnostico alternativo, le donne sotto i 45 anni hanno un'ecografia. La mammografia consente di determinare con precisione la presenza di cambiamenti minimi nei tessuti del seno e, sulla base di alcuni segni radiologici, li caratterizza come maligni o benigni.

    Il prossimo passo nel rilevamento della patologia tumorale è una biopsia tumorale, consistente nell'estrarre un piccolo frammento di una neoplasia con un ago sottile e quindi esaminarlo al microscopio. Una biopsia consente di valutare in modo più affidabile la natura del tumore, ma la risposta più completa può essere data solo dopo la completa rimozione del sito del tumore.

    A volte è mostrato condurre ricerche come la duttografia. Questa è una radiografia della ghiandola mammaria, nei cui condotti è stato precedentemente inserito uno speciale agente di contrasto. La duttografia viene comunemente utilizzata per rilevare la presenza di un tumore benigno dei dotti dei dotti (papilloma intraduttale), che inizialmente si manifesta come una scarica sanguinolenta dal capezzolo, dopo di che spesso si trasforma in cancro.

    Nel caso di una diagnosi già confermata, o solo quando si sospetta il cancro al seno, vengono mostrati i seguenti studi obbligatori: viene eseguita un'ecografia dei linfonodi ascellari per rilevare le metastasi; ecografia addominale e una radiografia del torace vengono eseguite per rilevare metastasi a distanza.

    Inoltre, se si sospetta il cancro al seno, è indicato uno studio come i marcatori tumorali, consistente nello studio del sangue per la presenza di specifiche proteine ​​in esso presenti, che sono assenti in un organismo sano e sono prodotte solo da un tumore.

    Fasi del cancro al seno

    Dopo un esame completo e la conferma della diagnosi di cancro al seno, il medico determina l'attuale stadio del cancro al seno in base alla presenza di segni identificati.

    Stadio del cancro al seno 0. Tumore al seno allo stadio zero - un tumore maligno localizzato nel tessuto ghiandolare o nel condotto del latte, che non si diffonde ai tessuti circostanti. Di norma, lo stadio zero del cancro al seno viene rilevato durante la mammografia profilattica, quando i sintomi della malattia sono ancora completamente assenti. Nel caso di trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nella fase zero del carcinoma mammario è di circa il 98%.

    Stadio del cancro al seno 1. Il primo stadio del cancro al seno è un tumore maligno, non più di due centimetri di diametro, senza diffusione ai tessuti circostanti. Nel caso di un trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nella prima fase del cancro al seno è di circa il 96%.

    Stadio del cancro al seno 2. Questo stadio del cancro al seno è diviso in 2A e 2B.

    Lo stadio 2A determina un tumore di diametro inferiore a due centimetri, che si è diffuso da uno a tre linfonodi ascellari o di appena cinque centimetri senza diffondersi ai linfonodi ascellari.

    La fase 2B è definita come un tumore maligno con un diametro fino a cinque centimetri con una lesione da uno a tre linfonodi ascellari, o più di cinque centimetri di diametro senza diffondersi oltre il seno.

    Nel caso di un trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nella seconda fase del tumore al seno è compresa nell'intervallo 75-90%.

    Stadio del cancro al seno 3. Questo stadio del cancro al seno è diviso in 3A, 3B, 3C.

    Lo stadio 3A determina un tumore con un diametro inferiore a cinque centimetri con la diffusione da quattro a nove linfonodi ascellari o un aumento dei linfonodi della mammella, dal lato del processo del cancro. Nel caso di trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nello stadio 3A varia dal 65 al 75%.

    La fase 3B indica che la neoplasia maligna ha raggiunto la pelle o la parete toracica. Questo stadio include anche la forma infiammatoria del cancro al seno. Nel caso di trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nella fase 3B varia dal 10 al 40%.

    Lo stadio 3C è caratterizzato dalla diffusione di un tumore maligno ai linfonodi vicino allo sterno e ai linfonodi ascellari. Nel caso di trattamento tempestivo adeguato, il tasso di sopravvivenza a dieci anni nella fase 3C è di circa il 10%.

    Stadio del cancro al seno 4. La quarta fase del tumore al seno significa che il tumore maligno si è metastatizzato (diffuso) ad altri organi interni. In caso di trattamento tempestivo adeguato, la sopravvivenza a 10 anni nella quarta fase del tumore al seno è inferiore al 10%.

    Trattamento del cancro al seno

    Il trattamento del cancro al seno deve iniziare immediatamente dopo la diagnosi. La scelta del metodo di trattamento appropriato dipende dal tipo di cancro, dalla sua prevalenza e dallo stadio attuale della malattia. I principali metodi di trattamento del cancro al seno sono: chirurgia, radioterapia, chemioterapia.

    Trattamento chirurgico del cancro al seno

    Il metodo chirurgico è indubbiamente il principale nel trattamento di questo tumore e consiste nella rimozione dell'organo colpito dal tumore, poiché con qualsiasi altro metodo di trattamento si ottiene solo un effetto temporaneo di supporto. Questo metodo è solitamente combinato con la chemioterapia o la radioterapia, che vengono utilizzati dopo o prima dell'intervento chirurgico.

    Direttamente, le operazioni chirurgiche stesse sono suddivise in conservazione degli organi (solo una parte della ghiandola mammaria interessata viene mostrata per la rimozione) e la mastectomia, durante la quale il seno interessato viene completamente rimosso. Di regola, la rimozione radicale della ghiandola mammaria è combinata con la rimozione obbligatoria dei linfonodi ascellari, che sono quasi sempre affetti da cancro. Spesso, la rimozione dei linfonodi ascellari interrompe il flusso della linfa dal braccio corrispondente, che porta a una limitazione della mobilità, un aumento delle dimensioni e gonfiore dell'arto. Per ripristinare la normale attività e ridurre l'edema, ci sono esercizi appositamente progettati che devono essere raccomandati dal medico curante.

    Un difetto estetico che si è manifestato dopo una rimozione radicale della ghiandola mammaria viene eliminato eseguendo una chirurgia ricostruttiva, la cui essenza consiste nel posizionare un impianto di silicone al posto della ghiandola mancante.

    Radioterapia (radioterapia) per il cancro al seno

    Di norma, la radioterapia per il cancro al seno viene prescritta dopo un intervento chirurgico radicale. Questo metodo di trattamento è un'irradiazione generale dei raggi X dell'area di rilevamento di un tumore maligno, nonché l'irradiazione dei linfonodi vicini.

    La conduzione della radioterapia implica quasi sempre lo sviluppo di tali effetti collaterali quali l'aspetto delle bolle nella zona di irradiazione, il rossore della pelle, il gonfiore della ghiandola mammaria. Debolezza, tosse e altri sintomi individuali possono manifestarsi un po 'meno frequentemente.

    Chemioterapia per il cancro al seno

    Come trattamento indipendente del cancro al seno, la chemioterapia si è rivelata inefficace, ma la sua combinazione con un metodo chirurgico e la radioterapia, mostra risultati molto buoni. La chemioterapia, di regola, comporta la somministrazione simultanea di diversi farmaci contemporaneamente. I principali farmaci usati nella chemioterapia del carcinoma mammario sono: Epirubicina, Metotrexato, Fluorouracile, Doxorubicina, Ciclofosfamide, ecc. La scelta di un particolare farmaco dipende da una combinazione di molti fattori ed è determinata individualmente da un medico. Sfortunatamente, la chemioterapia è sempre complicata da effetti collaterali quali debolezza, nausea, vomito e perdita di capelli, che alla fine del ciclo di chemioterapia passano completamente.

    La chemioterapia è spesso combinata con l'uso di farmaci che bloccano l'azione degli ormoni. Tuttavia, questi farmaci sono efficaci solo nel rilevare i recettori per gli ormoni sessuali (le cellule maligne si moltiplicano e crescono sotto l'influenza degli ormoni sessuali femminili) sulle cellule tumorali. Un tumore smette di crescere se blocchi la suscettibilità delle cellule agli ormoni con un determinato farmaco. I principali bloccanti ormonali sono: Letrozolo, Anastrozolo, Tamoxifene (questo farmaco viene in genere assunto per cinque anni).

    Anche in alcuni casi, viene mostrato l'uso di farmaci (anticorpi monoclonali), contenenti sostanze simili nei loro effetti a sostanze formate nel corpo umano al momento dello sviluppo di un tumore canceroso e alla morte di cellule cancerose. Il farmaco più comunemente usato è Herceptin (Trastuzumab), che è raccomandato per l'uso durante tutto l'anno.

    Trattamento del cancro al seno secondo il tipo e lo stato attuale

    Stadio del cancro al seno 0, un tumore nel dotto del latte. Mostrato mastectomia. Un'ampia escissione del tumore viene effettuata con i tessuti adiacenti alla ghiandola mammaria, con o senza radioterapia.

    Stadio del cancro al seno 0, un tumore nel tessuto ghiandolare. Esami regolari, mammografia e monitoraggio costante. Per ridurre il rischio di sviluppare una forma invasiva di cancro, è indicato il Tamoxifene (per le donne in menopausa Raloxifen). La mastectomia bilaterale (rimozione bilaterale) delle ghiandole mammarie è usata raramente.

    1 e 2 fasi del tumore al seno. Mastectomia. Se viene rilevato un tumore con un diametro superiore a cinque centimetri, la chemioterapia è indicata prima dell'intervento chirurgico. In alcuni casi, è possibile un intervento chirurgico risparmiatore di organi, seguito da radioterapia. Dopo l'intervento chirurgico, secondo le indicazioni - bloccanti ormonali (Herceptin), chemioterapia, radioterapia, o una loro combinazione.

    Cancro al seno in stadio 3 Mastectomia. Per ridurre le dimensioni del tumore, gli ormoni bloccanti o la chemioterapia sono indicati prima dell'intervento chirurgico. Dopo la chirurgia, sono richiesti radioterapia, chemioterapia e / o bloccanti ormonali.

    Stadio 4 del cancro al seno con metastasi. Nel caso di sintomi pronunciati di cancro, vengono mostrati i bloccanti ormonali. Con metastasi nell'osso, pelle, cervello - radioterapia.

    Complicanze del cancro al seno

    Le complicanze più comuni del cancro al seno comprendono: infiammazione dei tessuti circostanti il ​​tumore, comparsa di emorragie da tumori di grandi dimensioni e complicazioni associate a metastasi: insufficienza epatica, pleurite, fratture ossee, ecc.

    Dopo l'intervento possono verificarsi le seguenti complicazioni: linfocorea prolungata, infiammazione della zona postoperatoria, gonfiore linfatico del braccio.

    Separatamente, vorrei sottolineare che, nel caso di non trattamento, tutti i pazienti con cancro al seno muoiono entro due anni dalla rilevazione iniziale di questo tumore maligno. Una prognosi leggermente migliore per le donne che si sono presentate tardi per un aiuto qualificato. Il più grande effetto positivo si ottiene sempre con la terapia nella fase iniziale di rilevazione del carcinoma mammario, in assenza di metastasi.

    Il trattamento dei rimedi popolari per il cancro al seno è inaccettabile! In nessun caso è possibile applicare decotti, lozioni, tinture, poiché alcuni di essi possono solo accelerare la crescita del tumore.